Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
10 ottobre 2007

Angeli caduti


Lucifero
, la creatura più bella e splendente del Regno dei Cieli, fu scacciato da Dio a seguito di una rivolta, una ribellione che lo stesso angelo della luce capeggiò, e che ebbe un esito tragico, per lui e per gli angeli che a lui si unirono.
Si narra che Lucifero peccò di orgoglio, che volle farsi pari al suo creatore.
La vicenda della caduta è nota, ma in verità vi sono diverse versioni a noi giunte, sulle sue reali cause.
Nell’ Antico Testamento l’unico riferimento alla ribellione di Lucifero si trova in Isaia, precisamente nel 14° capitolo, versetti 12-15:

Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero, astro mattutino, figlio dell’aurora?
Come mai sei stato steso a terra, signore di popoli?
Eppure tu pensavi: Salirò in cielo, sulle stelle di Dio innalzerò il trono, dimorerò sul monte dell’assemblea, nelle parti più remote del settentrione.
Salirò sulle regioni superiori delle nubi, mi farò uguale all’Altissimo.
E invece sei stato precipitato negli inferi, nelle profondità dell’abisso!

Lucifero viene quindi punito per il suo orgoglio.
Isaia non aggiunge altre informazioni, ma si comprende che all’epoca in cui scriveva la vicenda dell’angelo caduto fosse di patrimonio comune.
Vi sono infatti altri libri contemporanei o posteriori ai testi dell’Antico Testamento che trattano la caduta in maniera più approfondita.
Si tratta dei cosiddetti Apocrifi del Vecchio Testamento, libri che non entrarono a far parte della Bibbia, ma che ne riprendono i temi, spesso apportando informazioni preziose.
Il Libro di Enoc richiama i primi versi del sesto capitolo della Genesi:

Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero.
Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni».
C’erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi.


Identificando nei figli di Dio  gli Angeli del Cielo, in Enoc si narra di queste creature celesti che scendono sulla terra e si innamorano delle donne, le figlie degli uomini, e rimangono con loro.
Il peccato degli Angeli ribelli sarebbe quindi non l’orgoglio, ma la cupidigia, e la rinuncia al loro ruolo celestiale in virtù dell’amore terreno.
Lo stesso tema è ripreso in un altro apocrifo, Il Testamento dei 12 Patriarchi, e precisamente nel Testamento di Ruben, nel V capitolo:

Dunque, figlioli miei, fuggite l’impudicizia e ordinate alle vostre mogli e alle vostre figlie di non adornare le loro teste e i loro sguardi per non ingannare le menti; ogni donna che si serva di questi inganni é destinata alla punizione eterna.
Fu in questo modo infatti che ammaliarono i Vigilanti, prima del diluvio. Perché quelli le guardarono a lungo e così ne ebbero il desiderio e concepirono l’azione nella mente. Presero forma umana e apparvero loro, mentre erano unite ai loro mariti.
Esse concepirono nella mente il desiderio delle loro immagini e dettero vita ai giganti; ché i Vigilanti erano apparsi loro alti fino al cielo.

Gli Angeli del Cielo vengono chiamati Vigilanti, come in Enoc, ed ancora si rimarca come caddero in disgrazia a causa del loro debole per le donne degli uomini.
Il Libro dei Giubilei, considerato canonico dalla Chiesa Copta, ancora riporta la medesima versione, e in esso i capi dei Vigilanti sono chiamati Mastema (Satana) e Belial; insieme alle altre creature celesti scendono sulla terra con l’intenzione di trasmettere la conoscenza agli uomini, ma finiscono per concupire le loro figlie:

…ai suoi tempi, scesero sulla terra gli Angeli del Signore, chiamati “vigilanti”, ad insegnare ai figli dell’uomo a fare giustizia e rettitudine sulla terra. […]
E fu quando i figli dell’uomo cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero ad essi delle figlie (che) gli angeli del Signore le videro nell’anno uno di questo giubileo (e), poiché erano belle a vedersi, si presero mogli fra tutte quelle che scelsero ed esse generarono loro dei figli e questi erano giganti .
E crebbe la malvagità sulla terra e tutti gli esseri corruppero il loro modo di vivere, dagli uomini agli animali, alle fiere, agli uccelli e fino a tutti quelli che si muovono sulla terra.
Tutti corruppero il proprio modo di vivere e le proprie regole e presero a divorarsi fra loro; la malvagità aumentò sulla terra e i pensieri della mente di tutti (furono) egualmente, in ogni tempo, malvagi.
(Libro dei Giubilei, 4, 14 5, 1-2)

Gli apocrifi quindi suggeriscono una visione alternativa della caduta degli Angeli, parlano di un qualcosa avvenuto molto tempo fa, un qualcosa a noi poco noto.

68 comments to Angeli caduti

  • anonimo

    con questo posso dire:

    UFO??prrrrrrrrrrrrrrr

    :)

    Daouda(Davide)

  • anonimo

    Santa,

    Aspettavo da tempo questa discussione.

    I libri apocrifi dell’Antico Testamento portano tanti agganci storici/antropologici e altro.

    In relazione agli angeli caduti o Vigilanti e alla contemporaneità col Diluvio: se come elementi comprovati pure con gli “alambicchi” (che molti “luminari” però non accettano!) il Diluvio si pone attorno al 10500 A.C. le attinenze sono molte con quanto descritto in Enoc e negli altri libri.

    Mi spiego meglio, il periodo del Diluvio corrisponde con la fine dell’era della Vergine ed abbiamo molti elementi che collimano.

    Le donne degli uomini vengono concupite (e ammaliano) perciò da vergini divengono il loro opposto, puttane.

    Lucifero, la stella del mattino nient’altro è che una delle faccie di Ishtar – Venere che simboleggia la Vergine, quindi il decadimento che segna il passaggio di era sembrerebbe attinente proprio a quel periodo.

    Da annotare per approfondimenti oltretutto Enoc XI.LXV dove appare Noè che “…in quei giorni… vide che la terra si era inclinata e che era vicina alla distruzione.” e poi chiede a Enoc “Dimmi, che è che avviene sulla terra? Dato che essa ha fatto così e traballa“. *

    Una seconda riflessione riguarda la figura di Lucifero. Dalla descrizione biblica e da Enoc si capisce che era il figlio prediletto di Dio prima della caduta (tanto che dalla tradizione arturiana il Graal viene proprio forgiato dal diadema che Lucifero perde cadendo dai Cieli.). Qui penso siano nate molte delle maleinterpretazioni su Satana-Lucifero e la sua supposta dualità.

    Ciò non toglie che come gli Avatar abbiano incarnato il Supremo, ci possa essere stato un angelo decaduto che abbia incarnato Satana, ma al massimo si avrebbe lo stesso rapporto Padre-Figlio, tranne che rovesciato, e non “doppie identità” come qualcuno asserisce.

    Ultima riflessione col pericolo di passare per maschilista nei tempi moderni.

    Anche qui si nota come Satana concupisce la donna per corrompere a sua volta l’uomo.

    I chiari riferimenti a trucchi e alambicchi per concupire (quindi per identificarsi solo in meri oggetti sessuali) che portano alla perdizione, giacere con i potenti (i Vigilanti) per apprendere le arti magiche, ecc. sono parallelamente agghicianti se riportati agli usi e costumi femminili odierni.

    E l’uomo che fa? Tace, in parte anche perchè “la legge degli uomini” glielo impedisce. Una proposta di legge a New York, che viene presentata come coercitiva nei confronti dei “guardoni”, sembrerebbe invece il preambolo a legalizzare il nudismo femminile in centro città (http://antifeminist.altervista.org/notizie/2007/29_8_2007.htm). La tua previsione sul sesso estemo per strada in pieno giorno è molto vicina.

    Davide,

    Certi testi sono fonte di grandi fantasie e ricchezze per molti scrittori. Io invece mi son sempre posto un altro dilemma dato che mi offendo se mi dicono che derivo da un orango: siamo sicuri che quest’uomo, che per i soffiatori sarebbe “civilizzato” da soli 3000 anni (e che per altri personaggi stravaganti sarebbe stato aiutato da omini verdi o grigi a evolversi), sia sempre e solo vissuto sul terzo pianeta!?

    * Spero non ti spiaccia se correggo un errore che hai fatto in una precedente discussione riguardo l’eterna primavera. Nel momento in cui ecclittica e asse di rotazione terrestre fossero perfettamente perpendicolari avresti eterno equinozio di Primavera (e forse questo è il senso di Eterna Primavera) ma non eterna mite temperatura dato che ciò potrebbe avvenire solo nel caso in cui la terra assumesse una rivoluzione perfettamente circolare il cui centro fosse lo stesso Sole. Ciò non toglie che un asse perpendicolare cambierebbe tante cose a livello climatico.

    -Z-

  • Santaruina

    -Z-, poco da aggiungere ai tuoi commenti sempre pertinenti.

    Per quanto riguarda la questione della eterna primavera la tua aggiunta è corretta; essendo l’orbita ellittica nei periodi di maggiore lontananza dal sole il clima subisce comunque delle variazioni, anche se l’alternarsi delle stagioni è determinato dall’inclinazione dell’asse.

    Preziosa la citazione da Enoc sulla terra inclinata, a tal riguardo, che va ad aggiungersi ai riferimenti che altre tradizioni tramandarono su di un evento simile, come trattato in assi e cicli.

    Davide, gli UFO no, eh… :-)

    a presto

    Blessed be

  • iperhomo

    Bellissimo post. E bellissima la nota di Z; neanch’io sapevo di quel passo di Enoc. Un asse perpendicolare al sole, forse, era quello precedente la Teogonia di Esiodo, quando si viveva al polo e il sole non tramontava mai.

    Cambiarono tante cose, certo. Saturno diventò Satana. E Venere urania si fece tellurica (pandemia). D’altra parte Lucifero/Venere era stella del mattino, prima di trasformarsi in stella del vespro. Anche nei Veda c’è lo scontro tra i Deva e gli Asura (gli “azzurri”, chissà). Bella anche la frecciata ai guardoni. Pure questo è letteralmente “scoperchiare il vaso di Pandora”. Oppure liberare le orde (femminili, chissà) di Gog e Magog. Nel Cantico dei Cantici il termine “alambicco” designa esplicitamente la vulva.

    Infine, a proposito del Libro dei Giubilei, i titani erano detti anche giganti. Non c’è dubbio che la caduta degli angeli(titani/giganti ci sia stata (magari provocata dal rovesciamento dell’asse terrestre) e che abbia preceduto quella di Adamo, cioè degli uomini che abitavano l’iperborea zona polare.

    Chissà. Chissà

    Comunque, bravo Santa.

    Ciao. Ipo

  • qualquna

    Bellissimo post, ho letto tutto senza fermarsi ne ache un attimo,

    sono leggende, ma chi sa se la vita terrestre incomminciato cosi…,

    un caro saluto e

    Buon Giovedi!

  • anonimo

    Iperhomo,

    Per guardoni intendevo proprio i veri guardoni come nel link tra parentesi. Però sarebbe un gran paradosso un governo (e non è il solo) che controlla ogni pelo dei suoi cittadini e propone colossal cinematografici come il grande fratello (quindi ipocrita e pure istigatore), e poi condanna i cittadini che magari fumano sul balcone (dato che pure in casa fra un po’ sarà vietato) e malauguratamente incrociano lo sguardo con un altro/a che sta copulando (magari con l’amante!) venisse multato o finisse in carcere per molestie visive.

    Se fosse un film sarebbe pure comico, ma qui penso che pure Kafka si sentirebbe sperduto.

    Comunque i preamboli per un elevazione ulteriore del chaos odierno ci sono già stati, basti pensare ai vigili del fuoco inglesi multati (e forse han perso pure il lavoro) perchè mentre passeggiavano di notte in un parco hanno malauguratamente puntato la pila verso un gruppo di “sessualmente corretti” (mi porto avanti col politically correct!) che giocavano al trenino o a cavalluccio.

    A volte c’è propio da ridere per evitare di piangere.

    -Z-

  • anonimo

    Dimenticavo, sia per Santa che per Iper,

    Proprio al clima polare in primis mi riferivo con “Ciò non toglie che un asse perpendicolare cambierebbe tante cose a livello climatico.“.

    -Z-

  • ikalaseppia

    Volevo intervenire, Santa sa che mi sono occapato dell’argomento e, tempo addietro gli spedii anche uno scritto su Giganti ed eroi (a novembre ne uscirà una versione in libreria) cioé sull’origine della “guerra segreta” di cui l’attuale umanità è “vittima”. Ma sarebbero davvero troppe le precisazioni da fare, in particolare rispetto ai commenti. Mi limito ad una precisazione: è errato collegare il diluvio universale che è abbastanza recente (12000 aC) con un rovesciamento dell’asse. Se rovesciamento c’è stato esso è da porre in relazione con il diluvio di Manu, all’inizio del ciclo di quest’umanità. E’ tuttavia possibile che certi apocrifi abbiano i qualche modo confuso i due eventi che del resto sono legati da forti analogie. Del resto la fine dell’età dell’oro è segnata dall’inclinazione dell’asse e non da un suo rovesciamento. Saluti

  • ipsediggy

    occhei, occhei, gli scrittori di fantascenza dell’età post-pietrica erano proprio bravi (un po’ meno coi copi e incolla), ma una cosa non mi è chiara: chi sarebbe ‘sto dio?

  • Vautrin

    Leggo e imparo.

    Grazie

  • Santaruina

    -Z-, una tragicommedia, forse.

    Giuste precisazioni anche le tue, Ika.

    D’altra parte anche le Ere a loro volta sono suddivise in periodi che ricalcano in piccolo i passaggi che avvengono ad un livello più ampio.

    Ipse, non direi fantascienza.

    E’ il nostro linguaggio ad essere limitato, e ad aver smarrito la capacità di cogliere il senso di questi resoconti.

    Ipo, sei sempre troppo gentile.

    Comunque, come dici, chissà.

    Qualquna, un saluto anche a te :-)

    Signor Vautrin, sempre onorato :-)

    Blessed be

  • anonimo

    buon giorno a tutti,

    sto seguendo i dibattiti, su LC, relativamente ad evoluzionismo vs creazionismo e su questo blog quello sulla caduta degli angeli … e ho avuta una illuminazione, ho capito il vero motivo perchè Dio si è tanto infuriato con alcuni angeli da scaraventarti all’ inferno.

    Dai sacri testi (Enoc, …) si può collocare la caduta degli angeli prima del diluvio universa, anno più anno meno, 12000 anno fa.

    Il motivo: gli angeli si sono accorti che le donne della razza umana erano desiderabili e si sono accoppiati con loro.

    Dalla teoria evoluzionista veniamo a sapere che la descrizione della donna tipo dell’epoca è “altezza media di 1,60 m, perfettamente eretta, muscolarmente molto robusta (nei neandertaliani classici) e ipoteticamente di pelo rosso (ipotesi molecolare recente). La testa è allungata antero-posteriormente, ed ha un volume cerebrale di 1500 ml in media, del 10% superiore agli uomini attuali. Ha uno spiccato prognatismo e spesso il mento sfuggente, sempre negli individui classici. Col tempo, in alcune zone e verso la fine del paleolitico si diffonde un tipo più gracile, e con un mento osseo più pronunciato”

    In pratica leggermente più belle di una femmina di Orango

    Altro che angeli asessuati ! Erano angeli arrapati tanto da essere disposti ad accoppiarsi con delle quasi scimmie pur di fare sesso ! Per questo Dio si è imbufalito e li ha cacciati dal suo cospetto. La zoofilia nell’alto dei cieli no, a tutto c’è un limite.

  • anonimo

    anche questa volta mi sono dimenticato di firmare, scusate

    Sandro

  • anonimo

    Certo che e’ difficile raccapezzarsi in questa storia di cose nascoste e di cose perdute…

    Che nessuno ci dice e ne possiamo sapere per certo se quello che abbiamo in mano e’ un resoconto di un Ispirato,di un visionario(qualcuno che e’ stato “raggiunto” da qualcosa di vero e il resto e’ parto della sua fantasia) o di uno schizofrenico…

    Che non sappiamo se i trascrittori son fedeli o no,se i traduttori hanno tradotto in buona o in cattiva fede e se non abbiamo a che fare con uno o piu’ scrittori fantasy antelitteram…

    Che abbiamo riscontri scientifici ma anche no perche’ non possiamo o certe cose(qualcuno pensa) e’ meglio non saperle…

    Chi lo sa?Forse un giorno sapremo com’e’ andata o forse no…la curiosita’ c’e’,la curiosita’ fa stare con un piede in cielo e con uno nell’abisso…saremo in grado di scoprire la verita’ e non cadere nel profondo?

    “Di Spade e mantelli…

    Di scudi e di lance…”

    Assa binirica!

  • Airel81

    Solo ora leggo questo intelligente post ed i suoi altrettanto intelligenti commentatori.

    La tematiche è delle più belle e interessanti. Le parole si sprecano, le teorie si accavallano. Certo, come dice Santa, il vocabolario a nostra disposizione è davvero scarno per precisare, narrare, interpretare, fatti di una vastità senza confini.

    Ci vorrebbero nuove parole e nuovi schemi.

    Mi perdonino, ma chi parla di scrittori di fantascienza o fantasy… è davvero privo di una qualunque cultura storico-religiosa.

    In un’epoca in cui la “parola” era sacra, parlare di scrittori fantasy ante-litteram è quasi bestemmia. Ogni parola era pesata, ed ogni “storia” rimandava sempre ad un enorme pozzo (senza un apparente fondo, tra l’altro) fatto di miti e simboli, archetipi e verità universali.

    Altro non dico, la materia qui discussa merita riflessione.

    Buongiorno carissimo :)))

  • ipsediggy

    >> il nostro linguaggio ad essere limitato

    il mio lo è ancòr dippiù!

    non volevo scrivere fantascenza, mi son scappate ben due lettere dalla testiera: la m e la e.. infatti volevo scrivere fantascemenza!

  • luciamerli

    ho conosciuto il mio trisnonno e non mi pare che fosse più vicino alla scimmia di quanto lo sia io, e credo che i miei trisnipoti saranno meno somiglianti alla scimmia di quanto lo sia io…

    quanto ai ben eloim, se erano angeli, come hanno fatto ad accoppiarsi con le figlie degli uomini ?

    ritengo più probabile l’ipotesi del genesi, quella delle due razze che si sono mescolate, quella di set, terzo figlio di Adamo ed Eva, e quella di Caino.

    anche dei giganti parla il genesi che sarebbero scomparsi col diluvio.

    ma non potevano essere semplicemente omaccioni grandi e grossi?

    saluti

  • Santaruina

    Sandro, se la poniamo così, e gli Angeli del cielo, esseri splendenti, si fossero innamorati delle scimmie modello Lucy, allora la loro punizione sarebbe più che meritata.

    Un po’ di buongusto…

    Ma tanto Lucy è nostra progenitrice solo nelle teorie vetero darwiniste.

    E il dibattito sull’evoluzione non è per nulla fuori tema in questo contesto: una devoluzione è molto più probabile di una evoluzione, e forse anche questi racconti ci parlano di questo.

    Per quanto riguarda la questione dei “visionari”, un ottimo metodo per cercare di capire cosa questi scritti raccontano è lo studio della mitologia comparata.

    Quando culture lontane nel tempo e nello spazio raccontano episodi simili, con gli stessi riferimenti, forse qualcosa da investigare sotto sotto esiste.

    Airel, sottoscrivo quanto dici.

    Ovviamente mi trovi d’accordo.

    Ipse, giudicare tutto questo “fantascemenze” denota una sicurezza di fondo dogmatica, come ogniqualvolta si parla non per ragionamenti ma per sentenze, come hai fatto in questo caso.

    Nulla di male, ovviamente, l’importante è essere consapevoli della propria dogmaticità, e possibilmente avere rispetto per il parere dei propri interlocutori, evitando di essere offensivi.

    Del fatto che la modernità laica sia quanto di più dogmatico e chiuso al dialogo con “l’altro da sè” sia mai apparso abbiamo già detto, e a differenza dei dogmatismi passati, il neopositivismo illuminista-illuminato padre dei vari UAAR e compagnia è portatore pure di un paradosso di fondo di cui nemmeno si rende conto.

    Lucia, aggiugerei, giganti esteriormente?

    Potrebbe anche essere.

    Un saluto.

    Blessed be

  • anonimo

    hai capito perfettamente quello che volevo dire.

    ciao

    sandro

  • ipsediggy

    non volevo proprio (e non mi sembra nemmeno di) essere stato offensivo con(tro) qualcunoqualcosa. volevo solo condire con un po’ si sano spirito la densa e cupa seriosità dedicata ad un argomento che – per come la penso – non può che essere letteratura fantascementifica del passato visto che la teoria evolutiva è abbastanza tantissimo più “evidente” rispetto a quella creazionista, secolarizzata da altrettanti millenni di taglia e incolla della romana chiesa cattolica e apostolica.

    per farla breve: prova a pensare che giocando colla lettertura di guerra, la seconda guerra mondiale, si potrebbe anche ai giorni nostri e nonostante i mezzi tecnologici di cui siamo a disposizione, tranquillamente (nel senso di lentamente) modificare le cronache e lasciare in eredità – nei secoli dei secoli – una realtà storica totalmente diversa da quella ch’è stata e far credere ai 7 o 8 umani superstiti dell’anno 4014 che gli ariani nazisti vennero bruciati nei forni crematoi per mano di ebrei, zingari, armeni, handicappati, eccetera³.

    distorsione permanente e continua, della storia o della letteratura.

    detto ciò non significa che – per esempio – gesùcristo non sia esistito. sto dicendo che i vangeli sono ciò che ci è arrivato dopo due millenni di mitizzazione.

    figurati ai testi ancor più antichi – che raccontano della creazione – che cosa può esser stato fatto..

    dici che rivendicare la propria contrarietà a millenni di dogmi sul disegno intelligente si tratta di un accecante dogma? ammè pare un’esagerazione. e non da poco.

  • luciamerli

    ciao ipsediggy, non sono dogmi i racconti mitici, sano la memoria reale trasmessa in chiave simbolica degli uomini nei millenni..aldilà della modalità di trasmissione ci sono assonanze e contiguità che fanno pensare facilmente ad un’unica radice, ad una eta’ dell’oro iniziale che sarà riacquisita alla fine dei tempi.

    i primi uomini erano perfetti e coi secoli(leggi ad esempio Esiodo, le opere e i giorni) sono decaduti.

    dall’età dell’oro all’età del ferro.

    ciao

    dal punto di vista della dimostrabilità, a mio parere questa teoria è più credibile dell’evoluzionismo, soprattutto l’affermazione del salto della specie, mai avvenuto e che mai avverrà.

    diverso che certe tipologie razziali si perfezionino con la sopravvivenza degli elementi piu’ adatti a determinati ambienti e temperature.

    ciao

  • Santaruina

    Ciao Ipse, direi che innanzitutto il Darwinismo è tutt’altro che una teoria “scientifica” provata.

    Anzi, è proprio all’interno del “mondo scientifico” che piano piano ci si sta rendendo conto della sua non sostenibilità.

    Il falso problema è sempre quello: la questione viene posta come un “aut aut”, o stai con il “mondo della scienza” oppure parteggi per gli evangelici creazionisti che bruciano i libri per strada.

    In verità vi sono molte prove che la teoria della evoluzione per come si insegna oggi sia totalmente errata.

    In questo articolo – Contro Darwin – se ne era trattato.

    Il fatto che l’evoluzionismo sia un falso mito non implica che il “creazionismo” sia “corretto”.

    Implica solo che il darwinismo sia fallace.

    E allora le nostre origini?

    Prove scientifiche non ne abbiamo, quindi ognuno può fare il proprio atto di fede.

    Per quanto riguarda la questione dell’ “indottrinamento”, tra le cose che più mi stanno a cuore è il mettere in evidenza l’attuale Nuova religione dominante, difficile da individuare perchè non si presenta in quanto tale.

    Una religione con i suoi dogmi, i suoi riti, il suo indottrinamento, i suoi miti spacciati per “scienza”, affinché siano meglio accolti da coloro che di religiosità non vogliono sentire parlare.

    Lucia, ottimo appunto :-)

    Blessed be

  • anonimo

    dal Corano Sura XXXVIII .SAD. [Ricorda] quando il tuo Signore disse agli angeli: «Creerò un essere umano con l’argilla.

    72 Dopo che l’avrò ben formato e avrò soffiato in lui del Mio Spirito, gettatevi in prosternazione davanti a lui ».

    73 Tutti gli angeli si prosternarono assieme,

    74 eccetto Iblis, che si inorgoglì e divenne uno dei miscredenti.

    75 [Allah] disse: « O Iblis, cosa ti impedisce di prosternarti davanti a ciò che ho creato con le Mie mani? Ti gonfi d’orgoglio? Ti ritieni forse uno dei più elevati?»

    76 Rispose: «Sono migliore di lui: mi hai creato dal fuoco, mentre creasti lui dalla creta» .

    77 [Allah] disse : « Esci di qui, in verità sei maledetto;

    78 e la Mia maledizione sarà su di te fino al Giorno del Giudizio!».

    79 Disse: « Signore, concedimi una dilazione fino al Giorno in cui saranno resuscitati».

    80 Rispose [Allah]: « Tu sei fra coloro cui è concessa dilazione

    81 fino al Giorno dell’Istante noto » .

    82 Disse: « Per la Tua potenza, tutti li travierò,

    83 eccetto quelli, fra loro, che sono Tuoi servi protetti » .

    84 [Allah] disse: « [Questa è] la Verità, Io dico in Verità,

    85 che riempirò l’Inferno di te e di tutti quelli di loro che ti seguiranno».

    86 Di’ : « Non vi chiedo ricompensa alcuna , né sono fra coloro che vogliono imporsi .

    87 Questo non è che un Monito per le creature.

    88 E tra qualche tempo ne avrete certamente notizia».

  • Airel81

    Una certa manipolazione dei testi è possibile, ma non nella misura pensata da Ipsediggy.

    La verità è una sola: nuove dottrine occulte stanno inquinando l’animo umano, traviando il suo sguardo, velandolo con fare pacato e tranquillo. Assorbiamo i nuovi culti senza nemmeno rendercene conto.

    Questo è orribile.

    Ciò che andrebbe preservato e studiato, sta divenendo oscuro (a causa della poca illuminazione che fornisce il nuovo culto… ovviamente fa finta di posseder la Luce della Ragione!!), e quindi non degno di essere studiato e, sopratutto, capito.

    Non so, la cosa mi spaventa un po’. Possiamo già vederlo in alcuni commenti di questo stesso post. Una finta saccenza inaudita, che in altri tempi sarebbe stata bollata come “ignoranza”… oggi, invece, si spaccia per “buon senso”!

    Santa, che fare dunque?

  • ipsediggy

    lucia+airel+santa, i racconti mi(s)tici, per qualsiasi ragione vennero scritti [e siccome siamo in libertà (vigilata) di opinione, io dico che furono scritti per fantascemenza dell’età post-pietrica e, per inciso, non credo che ci sia qui e/o altrove qualcuno/a o qualche documento originale che possa testimoniare per quale ragione siano mai stati scritti e cosa originalmente contenevano. oppure c’è qualcuno vecchio qualche migliaio di anni che ha la copia integrale degli scirtti sacri originali?] sono successivamente divenuti (nei secoli dei secoli della manipolazione) dei veri e propri dogmi, anche se l’intento iniziale degli autori non era quello (sicuramente era l’intento dei manipolatori).

    negarlo significherebbe negare, tralle altre cose, anche il mistero della fede tanto caro alla sedicente ed autonominatasi “sacra” chiesa cattolica.

    alcune note sui vostri adogmatici pensieri:

    santa -> denota una sicurezza di fondo dogmatica, come ogniqualvolta si parla non per ragionamenti ma per sentenze, come hai fatto in questo caso // iggy -> vedi ultimo capoverso di questo commento e soprattutto il commento n. 26 di airel che, a quanto pare e nonostante la retorica domanda di chiusura, di certezze n’è pieno.

    lucia -> i primi uomini erano perfetti // iggy -> i primi uomini erano descritti come perfetti, al limite.

    airel -> Una certa manipolazione dei testi è possibile, ma non nella misura pensata da Ipsediggy // iggy -> tu c’eri? all’inizio della (fanta)storia, intendo. oppure hai fatto l’amanuense per qualche secolo/millennio? bèh, complimenti..

    se poi vogliamo (volete) disquisire su quale sia l’origine della specie che più vi piace o che più vi piacerebbe venisse adottata (magari come dogma) nel sempre più beceramente bigotto mondo cattolico italiano (e i suoi rappresentanti più “alti”, nella chiesa e nella politica, mi danno ragione ogni volta che aprono bocca dal pulpito e/o propongono e/o approvano una legge che sfiora la “morale”) potete pure continuare la discussione.

    ammè leggere frasi come ho conosciuto il mio trisnonno e non mi pare che fosse più vicino alla scimmia di quanto lo sia io, e credo che i miei trisnipoti saranno meno somiglianti alla scimmia di quanto lo sia io o come ogni parola era pesata, ed ogni storia rimandava sempre a … verità universali mi fa solo venire in mente gli stadi dello sviluppo della civiltà umana (molto molto molto molto più concretamente documentati rispetto al disegno intelligente della creazione divina):

    lo stato selvaggio, la barbarie, la civiltà.

    in ultimo: non mi sembra di aver asserito (tantomeno dogmaticamente, sempre che ‘esprimere la propria opinione’ non venga malamente interpretato come ‘avere una certezza’. a tal proposito ti inviterei a rileggere il comm. n. 26 di airel) che la teoria evoluzionista sia perfetta e che non contenga incoerenze e/o questioni poco spiegabili. per esempio – rifacendomi alla citazione della seconda metà del comm. n. 21 di lucia – personalmente non condivido affatto la teoria de “il salto della specie” che considero una grave scorciatoia (grave quasi quanto io mille dogmi dela chiesa cattolica, non ultimo quello della fede), ma sostengo che sia un continuo e leeeeeeeeento adeguarsi alle condizioni endogene tutte (lucia, tu dici “perfezionarsi” che ritengo essere un termine forzatamente eccessivo. fosse tendente alla perfezione, l’umano modificarsi, non avrebbe danneggiato in modo così incisivo il pianeta che ci ospita). evoluzione, appunto.

  • ipsediggy

    airel, ho riletto più volte il tuo comm. n. 26. è sconcertante, in toto.

    certa manipolazione

    non nella misura

    la verità è una sola

    nuove dottrine stanno inquinando

    questo è orribile

    illuminazione…nuovo culto

    fa finta di possedere

    la cosa mi spaventa un po’

    finta saccenza inaudita

    sai, ammè, cosa mi spaventa?

    il tuo dio e tutti quelli che, come te, hanno visto la luce.

    come questi. leggi, leggiti questi forum.

  • ipsediggy

    mappoi, alla fine, di che sesso sarebbero gli angeli?

    e, soprattutto, chiccacchio sarebbe sto dio?

    john belushi. lui si che ha visto la luce!

  • MINICHINIBLOG

    C’è poco da fare : la sfera del simbolico e del sacro sono precluse a gran parte dell’umanità del Kali-Yuga.Meglio ritirarsi nella propria grotta e meditare sull’Uno. La Maya ci distoglie dal vero scopo :la contemplazione. Roberto Minichini

  • Airel81

    quoto Roberto.

    Certo Maya è furba ed ammaliante… invadente, oso dire. Dimentico spesso che quel “velo” è cosa sconosciuta per molti (pure per me ovviamente). L’uomo teme ciò che non conosce, e dalla paura non può nascere che ignoranza (nel senso indù, senza voler offendere nessuno).

  • ipsediggy

    brutta roba la paura

  • contenebbia

    C’è un film horror, intitolato “L’Ultima Profezia” di tal Gregory Wyden, incentrato sull’eterna lotta fra le gerarchie angeliche. lo conosci? Io lo trovo esilarante! E Christopher Walken nei panni dell’Arcangelo Gabriele è sublime!

  • Santaruina

    A proposito degli ultimi commenti, che credo contengano spunti interessanti, ho pensato di scrivere un nuovo post, che tocca il tema un po’ alla lontana. :-)

    Conte: il film in questione non lo conosco; cercherò di procurarmelo, il tema è sicuramente tra quelli in grado di appassionarmi.

    Un saluto a lei.

    Blessed be

  • anonimo

    Non so se quanto segue sia fuori tema o meno.

    Riguardo a ciò che fu e ciò che sarà e riguardo alla falsa scienza degli ultimi due secoli almeno, basata su teorie di teorie mai dimostrate pienamente, se non addirittura smentite, riporto alcuni link interessanti (purtroppo in inglese).

    http://science.nasa.gov/headlines/y2001/ast15feb_1.htm

    Qui si riportano dati ufficiali NASA dell’inversione dei poli magnetici del Sole avvenuta verso la fine del 2000.

    Alcune considerazioni:

    1) Si dice che il tutto avvenga ogni 12 anni (cercare di non fraintendere il testo che sembrerebbe dire 11). Il Sole in pratica ha un ciclo magnetico di 24 anni (12 + 12). Ovviamente gli scienziati NASA la vedono come una casualità (si deve ricordare che da Darwin ad Einstein è tutto casuale!).

    2) Visto che almeno la matematica non è casuale, 2000+12 fa 2012 (come anche osserva l’articolo). Oltretutto “candidamente” l’articolo ricorda che a breve secondo alcuni ricercatori la cosa avverrà anche sulla terra (non sanno quando però!). Per loro l’ultima inversione dei poli magnetici terrestri è avvenuta 740.000 anni fa (come e con cosa l’hanno calcolato rimane un mistero, dell’astrofisica! Personalmente penso che o tirino i dadi o si ispirino all’ultimo episodio di Star Trek che han visto).

    3) quando nel 2003 tanti ecologisti cominciarono a far propaganda col surriscaldamento globale, qualche timido articolo e/o news sul fatto che i cambiamenti climatici (tra l’altro poco* se si escludono fatti particolari come appunto la canicola dell’estate 2003) erano dovuti al picco di attività solare. Poi non se ne parlò più.

    A conferma ci sono pure i dati riportati qui http://www.thunderbolts.info/webnews/072107worldend.htm

    Nel 2001 su Marte si sono registrate temperature di 40 C durante una tempesta di sabbia (probabile che qualche marziano abbia esagerato con carbon fossili vari!).

    L’ultimo link è interno al sito http://www.thunderbolts.info (probabile che qualcuno lo conosca già). Sta di fatto che la teoria alternativa sulla natura dell’universo che propongono (e che trova oltretutto molte più conferme scientifiche di quelle della scienza di regime) ha molto da spartire con il disegno intelligente.

    Ika,

    Se ho scritto imprecisioni ti prego di correggermi (inoltre spero renderai noto quando il tuo libro verrà pubblicato).

    Penso comunque che quello che è avvenuto in passato e che avverrà sia un’inversione dei poli magnetici, che produrrebbe un’inversione di rotazione. Non so se ad un’inversione geometrica dell’asse potrebbe sopravvivere alcun essere vivente, oltre al fatto che anche il pianeta potrebbe andare per la tangente (la terra per invertire l’asse dovrebbe rotolare di 180°).

    * I vari tzunami degli ultimi anni probabilmente sono il risultato di quell’evento. Il mio “poco” è ovviamente riferito al fatto che di siccità e carestie dovute alla natura è piena la storia.

    -Z-

  • ikalaseppia

    premesso a tutti che, dopo una lunga fcarriera di ghost writer non stò per pubblicare un libro ma solo una prefazione ad un libro sulla storia dell’Athos che vi segnalerò

    Z- ti dirò quel che penso,

    2012 è una data suggestiva, per molte ragioni, ma non diamo i numeri… da tempo rifletto sugli effetti possibili di un’inversione dei poli magnetici terrestri (che l’ultima sia datata740.000, io toglierei uno zero, è legato alla grande dilatazione dei tempi geologici, si è passati da un estremo all’altro, ma si tratta di cronologie che si basano sul postulato falso dell’uniformità del tempo).

    Sul riscaldamento climatico, e più in generale sull’inquinamento prodotto dall’uomo io penso che esso si inserisca “armoniosamente” nellafisica di fine ciclo, ad esempio è normale che alla fine di un ciclo scompaiano molteplice specie animali e vegetali. Qui l’uomo è la catastrofe. Solo che non è forse più giusto chiamaci uomini essendo il nostro compito originario quello di unire cielo e terra, e di fare i giardinieri. Invece eccoci a lavorare per il Satanasso, sottopagati…

    non credo che un’inversione dei poli magnetici, produrrebbe un’inversione di rotazione. Ma forse si potrebbero invertire i flussi magmatici creando reazioni a catena. O forse no, non sono ancora riuscito a capire, comunque qualcosa scatenerà il fuoco. E il fuoco la notte. Infine ci potrebbe essere un momento di vulnerabilità rispetto ai “raggi cosmici” ma queste, che sono tutte rielaborzioni della scienza profana, sono solo ipotesi che potrebbero rivelarsi fallaci-In ogni modo ci sarà una fase intermedia tra un ciclo e l’altro, un tramonto che è gia alba

    ciao

  • Santaruina

    Rispondendo alle obiezioni di Ipse (in corsivo):

    i racconti mi(s)tici, per qualsiasi ragione vennero scritti […]sono successivamente divenuti (nei secoli dei secoli della manipolazione) dei veri e propri dogmi, anche se l’intento iniziale degli autori non era quello (sicuramente era l’intento dei manipolatori).

    negarlo significherebbe negare, tralle altre cose, anche il mistero della fede tanto caro alla sedicente ed autonominatasi “sacra” chiesa cattolica.

    A parte il riferimento alla Chiesa cattolica, di cui al momento non si tratta, direi che i racconti mitici trattano di altro.

    Più nello specifico, l’errore a cui spesso l’analisi positivista va incontro è quello di voler valutare con la sua chiave di lettura scritti e pensieri appartenenti ad epoche di cui si sa poco.

    Oggi si ha una particolare difficoltà nel comprendere il linguaggio simbolico o allegorico che dir si voglia, proprio perchè non ci appartiene più, e ne abbiamo quasi del tutto smarrito le chiavi interpretative.

    Ma questa nostra carenza, questa innegabile, non ci autorizza a liquidare questi “resoconti quali semplice frutto della fantasia di persone del passato che desideravano semplicemente inventare delle storielle con cui far passare il tempo.

    E come si diceva in precedenza, da una analisi comparata dei vari racconti “mitici” si scopre che ricalcano spesso delle trame comuni.

    L’idea della “caduta”, ad esempio, di cui qui si parlava, fa parte della Tradizione di diverse culture, il più delle volte senza contatti tra loro.

    Lo stesso dicasi dei racconti che narrano di spostamenti di assi e di cieli che cambiano disposizione.

    Liquidare il tutto quali “fantasie” e coincidenze è oltremodo riduttivo, e sicuramente non fa onore ad una cultura come la nostra che si propone di investigare tutto ciò che può essere investigato, senza pregiudizi di partenza.

    Eppure, proprio il definire a priori questi racconti quali “fantasie” senza una adeguata analisi denota proprio un atteggiamento pregiudiziale.

    alcune note sui vostri adogmatici pensieri

    Io personalmente dogmatico lo sono, e lo dichiaro subito.

    se poi vogliamo (volete) disquisire su quale sia l’origine della specie che più vi piace o che più vi piacerebbe venisse adottata (magari come dogma) nel sempre più beceramente bigotto mondo cattolico italiano (e i suoi rappresentanti più “alti”, nella chiesa e nella politica, mi danno ragione ogni volta che aprono bocca dal pulpito e/o propongono e/o approvano una legge che sfiora la “morale”) potete pure continuare la discussione.

    Qui vi è una fallacia logica, poiché dal criticare le argomentazioni finora proposte si passa ad una accusa generalizzante ad un non meglio precisato “becero bigotto mondo cattolico italiano”.

    Chiaramente un attacco del tutto fuori luogo, poco pertinente con gli argomenti trattati finora e le opinioni espresse.

    ammè leggere frasi come ho conosciuto il mio trisnonno e non mi pare che fosse più vicino alla scimmia di quanto lo sia io, e credo che i miei trisnipoti saranno meno somiglianti alla scimmia di quanto lo sia io o come ogni parola era pesata, ed ogni storia rimandava sempre a … verità universali mi fa solo venire in mente gli stadi dello sviluppo della civiltà umana (molto molto molto molto più concretamente documentati rispetto al disegno intelligente della creazione divina):

    lo stato selvaggio, la barbarie, la civiltà.

    Un parere personale, una sensazione personale.

    Legittima ma poco utile ai fini della discussione.

    in ultimo: non mi sembra di aver asserito (tantomeno dogmaticamente, sempre che ‘esprimere la propria opinione’ non venga malamente interpretato come ‘avere una certezza’. a tal proposito ti inviterei a rileggere il comm. n. 26 di airel) che la teoria evoluzionista sia perfetta e che non contenga incoerenze e/o questioni poco spiegabili. per esempio – rifacendomi alla citazione della seconda metà del comm. n. 21 di lucia – personalmente non condivido affatto la teoria de “il salto della specie” che considero una grave scorciatoia (grave quasi quanto io mille dogmi dela chiesa cattolica, non ultimo quello della fede), ma sostengo che sia un continuo e leeeeeeeeento adeguarsi alle condizioni endogene tutte (lucia, tu dici “perfezionarsi” che ritengo essere un termine forzatamente eccessivo. fosse tendente alla perfezione, l’umano modificarsi, non avrebbe danneggiato in modo così incisivo il pianeta che ci ospita). evoluzione, appunto.

    Sulla questione della teoria della evoluzione rinnovo l’invito di dare uno sguardo alla discussione passata su darwin, ricordando ancora una volta che non si tratta di una diatriba tra “evoluzionisti” e “crezionisti”, ma di un semplice mettere a fuoco le fallacie, innumerevoli, della teoria della evoluzione.

    Poi come sia andata nessuno lo sa con certezza.

    Ma se i “creazionisti” fanno paura, questo non risulta comunque un buon motivo per difendere una teoria che nel tempo si è dimostrata sbagliata.

    E’ atteggiamento “antiscientifico”, per usare la terminologia positivista.

    Blessed be

  • Santaruina

    Il riferimento al Corano è più che pertinente.

    Notare come Dio obblighi gli angeli a prostrarsi all’essere umano appena creato.

    Vi è qui un richiamo alla concezione che vede l’uomo creatura “superiore” agli Angeli del cielo, seppur questi ultimi siano più prossimi al creatore.

    Se ne era parlato a proposito del cabalista Mosé Cordovero, che ribadiva lo stesso concetto.

    E questo perchè a differenza degli Angeli gli uomini costretti nel materiale avrebbero la possibilità di sperimentare il mondo fisico, e attraverso questa esperienza elevarsi e perfezionarsi.

    Il tentativo di “risalita” sarebbe quindi il vero scopo della vita terrena degli uomini.

    Leggo con grande interesse infine lo scambio tra Ika e -Z-.

    Spero che avremmo occasione di riprendere la questione.

    Blessed be

  • ipsediggy

    il riferimento alla chiesa cattolica è – lasciamelo dire – d’obbligo, visto che si parla deòlla “creatura” lucifero, di dio, di regno dei cieli e di antico testamento. quell’antico testamento che nessuno sa (nèmmai saprà) quanto, né in quali delle sue pareti sia stato stravolto dalla chiesa cattolica appunto.

    la mia definizione di “fantascemenza dei millenni passati” riferita ai racconti mi(s)tici è già stata spiegata e – più o meno volontariamente – è stata anche accantonata. indipendentemente dalle nostre difficoltà interpretative, come credi si possa ragionare su testi modificati nei secoli dei secoli? che senso ha?

    ti avevo anche portato il paradosso della letteratura storica relativa alla II guerra mondiale ipotizzando – a furia di modifiche – un totale ribaltamento, ma purtroppo non è stato preso in considerazione. per assurdoe, contunuando ad immaginare senza troppa fatica una continua manipolazione (il revisionismo storico è iniziato un minuto dopo la morte di hitler e mussolini) dei fatti di quella tragedia si potrebbe tranquillamente immaginare anche che tra duemila anni, questa guerra possa arrivare ai posteri, non solo ribaltata in toto, ma anche come – chessò – l’inizio ella fine del mondo, l’armageddon o come lo si voglia definire. perché no? chi sa come e quanto potrà essere modificata (rivista, revisionata) la storia che i miei nonni e genitori hanno vissuto sulla pelle a furia di olio di ricino?

    sempre per assurdo, tra duemila anni, anche un romanzo di stefano benni potrà venir considerato come un testo sacro.

    a parte che volendo analizzare il mio “attacco” sarebbe opportuno partire dalla analizzando la “principale” se poi vogliamo (volete) disquisire su quale sia l’origine della specie che più vi piace o che più vi piacerebbe venisse adottata (magari come dogma) … potete pure continuare la discussione, ovvero – tradotto – significava ch’è una discussione, questa, che non mi ineressa.

    ad ogni modo non capisco perché “perché fuoriluogo” visto e considerato che “il becero e bigotto mondo cattolico italiano” è – alla luce di quanto vengo da esporre nel capoverso precedente – il principale autore contemporaneo delle più ipocrite direttive morali da far adottare alla società. come sempre.

    i creazionisti non fanno paura, sono i loro /vostri) dogmi a.

    hai fatto un giro sul sito dei cattolici romani che ho linkato poco sopra? ecco, questo fa paura, questo è ciò a cui i becerobigotti alti rappresentanti del mondo cattolico e politico non solo vaticano/italiano mirano: a creare una società becera e bigotta.

    non è la teoria creazionista a far paura.

    in ultimo, non mi pare molto “sano” cercare la verità, dichiarandosi dogmatici. quale verità credi di poter trovare senza toglierti i paraocchi dei vari dogmi di cui ti dichiari portatore?

  • ikalaseppia

    “tra duemila anni, anche un romanzo di stefano benni potrà venir considerato come un testo sacro.”

    Ipsefiggy, se il rimbecillimento dell’umanità proseguisse per così tanto tempo potrebbe essere anche vero. Effetti collaterali del “progresso morale”. Del resto, solo per fare un esempio, Il libro di Mormon nasce come romanzo di fantasia. Però è satanico. Spero Benni con i suoi orchi a Belville non aspiri a cadere tanto in basso…

  • ipsediggy

    parlando di creazione, sai cos’è che mi infastidisce parecchio?

    il centralismo mediterraneo che si da alla questione: islam, ebraismo e cristianesimo su tutti.

    mai che nessuno si degni di ricordare che il mondo e che gli esseri umani – che lo occupavano anche duemila anni orsono – è molto più vasto. molto, molto più vasto.

    dal giappone all’america precolombiana, passando per australia, cina, india e africa.

    ogni popolo aveva le sue credenze religiose, ma – siccome noi europei abbiamo dominato e colonizzato (con la forza, la violenza, la guerra) – la, per usare un eufemismo, tendenza è quella di riferire tutto alle “nostre” credenze mediterranee.

    il relativismo culturale non è un opinione, checché ne dica il vaticano.

  • anonimo

    Santa la mia pernacchia era relativa proprio al fatto che gli ufo o i cosidetti extraterrestri, grigi o rettiliani che dir si voglia non hanno alcuan parte in capitolo poiché pur esistendo non ci sono e pur esistendo non creano nulla di nuovo vista la comune contingenza rispetto al principio.

    Saluti

    Daouda

  • Santaruina

    Ipse, per quanto riguarda la Chiesa Cattolica non entro nel merito, per adesso, dal momento che non ho le competenze adatte per poter giudicare.

    Non sono cattolico.

    Da Cristiano Greco Ortodosso parlare del vaticano mi pare fuori luogo, tanto più che non era, continua ad essere mia opinione, un tema centrale nel discorso.

    Nel caso invece in cui si volesse parlare di cristianesimo in generale, allora direi che sarebbe pertinente.

    Ma per non essere accusato di sviare il discorso :-) una considerazione su quanto hai detto la vorrei aggiungere.

    Per quanto riguarda le direttive della Chiesa, non viviamo più in tempi in cui tutti sono costretti a seguirle.

    La tua poteva essere una considerazione valida nella Ginevra di Calvino, ad esempio, o in altri casi che sicuramente qualcuno avrà più premura di me di ricordare, in cui se la Domenica non andavi a messa venivano a prelevarti a casa.

    D’altra parte il fatto che le religioni, le loro gerarchie in primis, non esercitino più al meglio il loro compito è un fatto che non ho mai negato, anzi.

    Ma che le loro “direttive” siano vincolanti è un parere che non condivido.

    Specialmente nei nostri tempi, in cui una nuova religiosità subdola che non si presenta come tale sta esercitando la sua influenza come non mai.

    Questa religiosità si traveste da “laicismo”, ed elargisce i suoi dogmi senza presentarli come tali.

    E’ un tema che avevo trattato in una ricerca che puoi trovare linkata nella colonna qui a lato, nel link del Nuovo Umanesimo.

    Sempre se ne la questione ti interessa, ovviamente.

    Per quanto riguarda l’altra tua considerazione, sulla centralità della visione mediterranea imposta al resto del mondo, credo si tratti di un altro tema degno di interesse.

    Anche qui ci starebbero delle considerazioni interessanti da aggiungere.

    Piano piano :-)

    Blessed be

  • Santaruina

    Davide, esatto :-)

    (hai usato la parola “rettiliani”… brrr… :-)

    Ika e Ipse, per quanto ci attendano tempi duri, speriamo di non arrivare al punto di considerare un testo di Benni Libro sacro :-)

    Blessed be

  • anonimo

    Anche se alcuni libri di Benni non sarebbero male come “futuro testo sacro” nel senso basterebbe fossero un po’ mitologizzati e non sarebbero male…almeno in alcuni punti farebbero ridere :P (per chi non l’avesse capito mi sto riferendo a “Terra” di S.Benni).

    Per il resto ovviamente bisogna star attenti a dove si cammina e “il commento dell’uomo di strada che guarda accanto a quale palazzo storico sta camminando” non e’ da buttare anche se a volte pare quello di un’ignorante(anche qui mi riferisco al mio commento riguardo alla “mitologia fantasy ante-litteram:).

    “Di Spade e mantelli…

    Di lance e di scudi”

    Assa Binirica

  • ikalaseppia

    Assa Binirica, il tuo è un pò enigmatico come “commento dell’uomo di strada”. Cmq di che parla Terra?

  • Santaruina

    Come dice Ika non è proprio un commento da “uomo di strada”, il tuo, Assa Birinica :-)

  • anonimo

    brrr…brancamenta!

    scusa santa…ihih

    :)

    Daouda

  • anonimo

    Biniritti santi e ricchi.

    Convenevoli a parte dicevate di Terra…uhm Terra e’ un romanzo circolare.Tutto inizia sulla terra,dopo la sesta guerra mondiale(mi pare) e nonostante tutto l’umanita’ e’ riuscita in qualche modo(in diversi modi in realta’) a sopravvivere e discretamente numerosa,c’e’ l’inverno nucleare(o qualcosa del genere) pero’ e una serie di macrostati,alcuni VERAMENTE insoliti e una corsa allo spazio,ad una nuova terra,ad un nuovo pianeta abitabile oltre allo sfruttamento fino al possibile della terra.A questo punto la storia si biforca,le nazioni si fanno una specie in inseguimento senza esclusione di colpi nello spazio e qualcuno in una miniera di uranio trova delle rovine antiche strane e che fanno sballare qualsiasi datazione.

    Ora non so se continuare,perche’ il libro merita ma penso che alcuni di voi sono gia’ arrivati a dove va a parare il romanzo di Benni. Io l’ho letto tanti anni fa e mi ha sorpreso non poco il finale,un bel libro,un libro triste in certi casi e con della speranza e un libro che fa pensare piu’ delle parole che ci sono scritte fisicamente sopra(tutti i buoni libri dovrebbero farlo).

    “Di Spade e mantelli…

    Di Lance e di scudi”

    Assa Binirica

    PS. Se chiamate me “Assa Binirica” e’ come se chiamaste Santa “Blessed be”…che alla fine sono un po’ la stessa cosa ;)

  • anonimo

    Ika,

    Ovviamente condivido le tue osservazioni.

    Il 2012 è una data suggestiva e non significa che alla scadenza esatta ci siano cataclismi e il giorno dopo tutto rinasca senza che nessuno se ne accorga magari, queste sono favole.

    Riguardo la scienza profana, sono consapevole che quello che si espone sono solo ipotesi dato che niente è certo in tal materia.

    Come ha scritto anche Iper nel suo blog, l’uomo moderno crede solo a ciò che vede senza rendersi conto che gli si può far vedere qualsiasi cosa e quindi crede a tutto. Aggiungerei che l’uomo moderno si differenzia dall’uomo di qualche secolo fa anche per aver perso 4 su 5 dei sensi materiali.

    Riguardo alla non uniformità del tempo, penso che oggi “basterebbe” poco per accorgersene.

    Invece riguardo l’inquinamento farei distinzione tra invenzioni, fenomeni naturali anche legati al termine del ciclo e fenomeni causati dall’uomo (che, questi ultimi, fan danno principalmente all’uomo stesso).

    Non vorrei andare ancora fuori tema, ma ci sono molti “inquinamenti” di cui nessuno parla (o poco!), dietro non ci sono business o politiche ovviamente. Vedi inquinamento acustico e inquinamento elettromagnetico (cosa che ultimamente hanno bollato pure come falsa, tanto per ricordare che all’uomo moderno è rimasto solo un senso, la vista) per esempio. Oppure fenomeni naturali come quello del Radeon (intanto la UE vieta il mercurio! Cosa che sembra quasi un messaggio occulto).

    Riguardo al dibattito sulla Chiesa Cattolica: non capisco come si faccia oggi a dire che tale autorità abbia ancora potere.

    Santa ha tirato in ballo Calvino, ecco si dovrebbe indagare un po’ di più prima di affermare che bigottismo e repressioni ingiuste siano invenzioni di Santa Romana Chiesa. E’ stato in pratica imposto a gradi da 5 secoli uno stile di vita becero che passa da totale libertà di fare qualsiasi cosa a divieto di fare le cose più naturali, e, siccome anche la Chiesa si è corrotta col tempo, tutto quello che ne è conseguito è stato “adattarsi” ai tempi!

    -Z-

  • anonimo

    e.c. radon e non radeon.

    Dimenticavo Ika, grazie per le informazioni sul libro, dal tuo blog ho scovato info supplementari.

    Riguardo al tuo commento #40, sei troppo magnanimo, tra una solo cinquantina d’anni si potrebbero venerare totem dei pokemon a sto ritmo di rincoglionimento.

    -Z-

  • ikalaseppia

    Z, concordo su tutta la linea (solo a mio avviso la prima “deviazione” della Chiesa romana in senso temporale precede la Riforma e in qualche modo la “spiega”.)

    Assa Binirica (scusa, ma come ti chiami?) cmq grazie per le informazioni sul romanzo di Benni Terra.

    Saluti all’ospite.

  • ikalaseppia

    Ipsefiggy, scusa, ora ho ricostruito, ciao

  • anonimo

    Religione

    Parlando sempre di angeli caduti, mi viene da dire che è importante soppesare bene le parole che si leggono nel Genesi. I giganti esistevano sia prima che i Figli di Dio si unissero alle figlie degli uomini, sia dopo tale unione. Da quelle unioni non nacquero i giganti, come affermano taluni apocrifi, ma quegli eroi famisi fin dai tempi antichi, come si legge. Essendo gli angeli esseri divini, i loro figli sono quelli che i greci chiamano Semidei. La Bibbia, indirettamente, conferma l’esistenza di Ercole, Perseo, Giasone e tanti altri eroi che compirono quelle gesta straordinarie. I miti pagani non sono semplicemente favole e i loro dèi, quindi gli Angeli stessi, sono i medesimi personaggi. Dèi o Angeli sono la stessa cosa. Un caloroso saluto.

  • Santaruina

    Un saluto anche a te :-)

    Gli eroi, questi uomini straordinari, le cui gesta sono note…

    Blessed be

  • anonimo

    voi siete completamente folli, ma ci credete davvero alle boiate che scrivete??? parlate di astrofisica e di teoria evolutiva come se fosserom chiacchere da bar e probabimente non le capite nemmeno, gente come voi bisognerebbe portarla nel mondo reale.

  • Santaruina

    Spero che adesso che hai espresso il tuo parere competente ed argomentato la tua esistenza abbia acquisito un senso.

    Comunque il plurale maiestatis non è necessario.

    A presto

  • Chapucer

    favolosa la canzone che hai postato…

    Buon Week end!

    Blessed be:-)

    C.

  • Santaruina

    Buon week end a te.

  • anonimo

    perche le scritture parlano poco dei giganti.poi la chiesa su questo semba imparazzata.

  • Santaruina

    Dei giganti si parla nella Genesi, in un breve ed enigmatico passaggio.

    C'erano sulla terra i Giganti (Nefilim) a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell'antichità, uomini famosi.

    Nei libri apocrifi invece, in particolar modo in Enoch, si narra di angeli scesi in terra che si unirono con le figlie degli uomini, e che potrebbero essere assimilati ai "figli di Dio" della Genesi.
    Tra l'altro, sempre secondo la Genesi i giganti e le donne umane concepirono gli eroi ("uomini famosi"), e lo stesso riferimento esiste anche nella mitologia greca: in particolare Esiodo racconta di una stirpe di eroi per metà divini che vissero a cavallo dell'età del bronzo e di quella del ferro.

    Su chi siano stati, all'interno di questo scenario i giganti, è difficile dirlo.

  • anonimo

    da wiki: Libro di Enoch:
    "Gli angeli si uniscono con le donne che generano giganti (Gen6,4 usa il termine Nefilim) di 300 cubiti (135 metri). I giganti turbano l'armonia degli uomini e del creato."

    O_o 135 metri wow!
    ghibli :-)

  • anonimo

    non avete la piu pallida idea di chi e lucifero ve lo diro io lucifero langelo che dio scaccio dai celi e il fratello di satana perche satana gli diete una parte di se cosi divennero fratellige

  • Santaruina

    Grazie per l'informazione.

  • Anonimo

    andate nella GENESI,cosa avvenne?nell’eden la seduzione di eva non riguarda uuna mela,ma il rapporto che satana ebbe con la donna(sessuale)!

  • Anonimo

    Non è il rapporto sessuale, ma la tentazione di “voler essere come Dio”, che attraversa i secoli e ultimamente, mi sembra, si è persino evoluta nel “voler essere Dio”. Sarà un caso se da un secolo si parla di “divi”, “dee”, “icone” e quant’altro? Se qualcuno disprezza i racconti della Genesi non può farlo che per ignoranza (nel senso di “non conoscenza”). O per malafede. A me risulta che i primi 11 capitoli si studino persino in certe università… questo vorrà pur dire qualche cosa, anche se temo che lo scopo sia più quello di manipolare l’essere umano che di ampliare le possibilità di tutti…
    “Il tentativo di “risalita” sarebbe quindi il vero scopo della vita terrena degli uomini.” Anche se sono passati anni, sono perfettamente d’accordo con questa frase di Santaruina. Non per niente frotte di angeli caduti, spirituali e terreni, si oppongono a questo fine. E comunque, questo blog è nato anche per smascherarli e per opporsi agli oppositori, no? ;-)
    Un saluto,
    Miriam

  • Infatti, la tentazione sessuale non entra in gioco nell’episodio del serpente, come dice Miriam si tratta del tentativo di raggiungere la condizione celeste per mezzo dell’inganno.

  • Gazurmah

    Ma forse,non è che dietro a vigilanti si celino figure di provenienza non terrestre,che hanno creato ibridi unendosi a donne Umane??

  • patat

    Avendo visto il film Noah dove ci sono i Vigilanti fatti di sassi, di massi, grossi massi, asd.
    Mi è tornata un po di curiosità e mi son ricordato di questa discussione.

    Innanzitutto la discussione mi ha ricordato le ultime righe della Bibbia “Io sono la radice della stirpe di Davide, la stella radiosa del mattino”

    Poi non capisco perché non citare direttamente il Libro dei Vigilanti (qui trovate tutti gli apocrifi)
    http://www.profezieonline.org/libro-dei-vigilanti.html

    E per giunta il Libro dei Giganti
    http://it.wikipedia.org/wiki/Libro_dei_Giganti
    http://www.piney.com/DSSBkGiants.html

    Ovviamente non ho idea se i testi siano veritieri o menzogneri, e sarebbero anche da confrontare con la mitologia greca fino a Deucalione e Pirra.
    Ciao :-) patat

  • patat

    …invece sul centralismo mediterraneo posso suggerire gli studi di Crombette sulla geografia pre-diluvio http://s11.postimg.org/frh7cncjn/herek2.gif
    e molti altri libri liberamente scaricabili da qui http://crombette.altervista.org/libcro.htm
    ciao da patat :-)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>