Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
24 settembre 2008

Psicopatici e potere

Loro ci hanno studiato. Essi sanno meglio di noi quello che noi sappiamo di noi stessi. Essi sono esperti nel premere i nostri bottoni, ad utilizzare le nostre emozioni contro di noi.

Ogni essere umano porta in sé una dote di pregi e di difetti, la sua anima è il risultato di una particolare alchimia in cui il bene e il male coesistono, creando un equilibrio che a seconda dei casi pende verso il primo o il secondo piatto della bilancia.
In questo equilibrio, quello a cui per natura gli esseri umani tendono quando si ritrovano nella collettività è una coesistenza pacifica, poiché la coesistenza pacifica è quella che garantisce un maggior vantaggio al singolo.
Si tratta di una questione pratica, prima ancora che morale: cooperare col prossimo porta vantaggi a tutti; ne beneficia il singolo, ne beneficia la collettività.
Queste considerazioni, d’altra parte, parrebbero essere smentite da una semplice osservazione degli avvenimenti che caratterizzano la storia degli uomini da millenni a questa parte.
Guerre, soprusi, saccheggi, odio ed intolleranza sono una costante nell’evolversi della civiltà umana.
Una apparente contraddizione, quindi.

Ma ad uno sguardo più attento, in seguito ad una analisi più approfondita delle vicende storiche, si può scoprire come nei secoli siano sempre stati gruppi di poche persone a determinare il corso degli eventi, gruppi di persone dotate di un particolare carisma o potere in grado di trascinare le folle e farle partecipi dei loro piani di dominio.
La grande domanda che chi studia i processi del passato e del presente dovrebbe porsi è infatti la seguente: perché sono sempre i peggiori esponenti del genere umano che detengono il potere?
Possono cambiare le forme di governo, la struttura della società, il livello di cultura o di ricchezza collettivo, ma saranno, in ogni caso, sempre i peggiori a comandare.
Persone che alla pacifica convivenza preferiscono la violenza perpetua, che spingono ed istigano le folle verso massacri distruttivi ed irrazionali.
Persone apparentemente senza sentimenti, senza coscienza, pronte a scatenare guerre ed a sacrificare milioni di uomini per raggiungere i loro obiettivi.
Apparentemente senza sentimenti.
Apparentemente?
Questo è il vero cuore della questione.
Esistono infatti persone che sono prive di quei sentimenti tipici degli esseri umani, sentimenti quali l’empatia, la capacità di provare pietà, l’istinto di protezione dei più deboli, la solidarietà.
Sono sentimenti propriamente “umani”.
Eppure, vi sono individui che questi sentimenti li ignorano del tutto.
La psicologia moderna descrive questa condizione come un disturbo, e cataloga chi ne soffre all’interno della famiglia degli psicopatici.
Ma quello che per la psicologia contemporanea viene catalogato come disturbo, all’interno della nostra società diviene un grande vantaggio.
Grazie all’impossibilità di provare qualsiasi sentimento di compassione, privo di ogni remora morale, lo psicopatico infatti ha tutte le carte in regola per scalare i gradini della gerarchia sociale, una gerarchia strutturata in modo tale da favorire la salita di chi è privo di scrupoli.
Il dottor Kevin Barrett, nel suo Twilight of the Psychopaths, sintetizza :

Gli psicopatici hanno svolto un ruolo sproporzionato nello sviluppo della civiltà, perché si prestano più facilmente a mentire, uccidere, ingannare, rubare, torturare, manipolare e, in generale, infliggere grandi sofferenze ad altri esseri umani senza alcuna sensazione di rimorso, al fine di stabilire il proprio senso di sicurezza attraverso il dominio.[…]
Quando si comprende la vera natura dell’influenza dello psicopatico, che è privo di coscienza, emozioni, egoista, freddo calcolatore, e privo di qualsiasi morale o norme etiche, si inorridisce, ma allo stesso tempo tutto improvvisamente comincia ad avere un senso.
La nostra società è sempre più senz’anima perché le persone che la portano avanti e che danno l’esempio sono senz’anima – letteralmente essi non hanno alcuna coscienza.
Nel suo libro Political Ponerology, Andrej Lobaczewski spiega che gli psicopatici clinici beneficeranno dei vantaggi anche in modo non violento nel corso della loro scalata delle gerarchie sociali.
Questo avviene perché possono mentire senza rimorso (e senza la presenza di quella spia fisiologica dello stress che viene rilevata dai test con la macchina della verità), gli psicopatici possono sempre dire ciò che è necessario per ottenere ciò che vogliono.

Gli psicopatici rappresentano un minoranza all’interno della società, ma hanno un grande vantaggio rispetto alla maggioranza.
Consapevoli della loro diversità, la usano per manipolare chi li circonda e per arrivare a posizioni di dominio.
Laggiù dove una persona mediamente onesta si fermerebbe, dinanzi a compromessi, patti con la propria coscienza, tradimenti, corruzioni, gli psicopatici avanzano senza esitare, e così arrivano senza ostacoli nelle stanze del potere.
In questo modo succede che la civiltà umana nei secoli venga guidata dai suoi peggiori rappresentanti, mentre la massa ignara viene stimolata affinché esprima le sue potenzialità più distruttive.
Ed in una società in cui i vertici dimostrano con il loro operato che è solo attraverso l’inganno e la furbizia che si può raggiungere il successo, le classi che compongono via via gli strati più bassi tenderanno ad imitare il comportamento di coloro che li precedono, portando la civiltà stessa alla inevitabile decadenza.
Quello che occorre, oggi come non mai, è comprendere il meccanismo con il quale gli psicopatici riescono a soggiogare i loro simili, comprendere che sono persone che ragionano e sentono in maniera profondamente diversa dal resto dell’umanità, capaci di gesti ed azioni inimmaginabili per un uomo comune.
Solo conoscendo il loro modo di operare, si può sperare di risvegliare l’umanità dall’incantesimo di cui attualmente è succube.
Il vero problema è che la conoscenza della psicopatia e di come gli psicopatici governano il mondo è stato effettivamente nascosto.
Le persone non hanno la benché minima conoscenza di cui avrebbero bisogno per compiere  un vero cambiamento dal basso verso l’alto.
Ancora e ancora, nel corso della storia si finisce per servire il nuovo capo, identico al vecchio capo.
Se c’è un lavoro che merita sforzi a tempo pieno e dedizione per il bene ultimo di aiutare l’umanità in questi tempi bui, è lo studio della psicopatia e la propagazione di tali informazioni in lungo e in largo e il più velocemente possibile.



Grazie a Dantem per aver segnalato i contributi del dottor Barrett e di Silvia Cattori.
Si veda anche:
Attenzione allo Psicopatico, figlio mio.
Sociopatici
Ponerologia, la scienza del male
Perchè i peggiori comandano?

 

149 comments to Psicopatici e potere

  • messier

    Sarò molto lungo, spero mi perdonerai / perdonerete – Intanto, ho la certezza che stai focalizzando il tuo blog su qualcosa di molto preciso (all’interno di ciò che già era puntuale). Plaudo la cosa.

    Seguo le 3 domande principali che poni. La prima: perchè sono i peggiori / psicopatici, a tenere le

    leve del comando, perchè vanno loro “al potere” ? Appunto perchè loro vanno al POTERE, e noi ci

    accontentiamo, anche se non lo sappiamo, di seguire e partecipare alla “creazione creante”, al ciclico,

    lento, silenzioso, perfezionarsi dell’universo. Mentre loro vanno, come scorpioni volanti, al POTERE.

    Cosa è dunque il potere ? E’ la negazione della Creazione, dell’Uno.

    Ognuno di noi è un’emanazione di un qualcosa che cerca, attraverso la moltiplicazione della sua essenza, di perfezionarsi. A ognuno di noi un piccolo scopo, un singolo destino: in ogni caso (anche nel caso che tu faccia molti sbagli), percorrere questa tua “strada” significa non solo scoprire cosa in realtà sei, ma PORTARE AL “tutto” la prova della sua COMPLETEZZA.

    Il “potere” è quella forma di esistenza, di distorsione del proprio singolo destino, a cui pervengono

    tutti quelli che “intercettano” nell’universo il desiderio di evadere completamente dal significato più

    profondo del proprio essere parte di questo “tutto che crea”. Per rispondere alla seconda domanda,

    questo E’ UN SENTIMENTO (il loro, unico, sentimento). Il sentimento di chi non accetta che l’Uno affidi il suo progresso a miliardi di fiammelle “abbandonate da dio”, il sentimento di chi non vuole che

    la morte prevalga sulla vita, nè la vita sulla morte. Non vuole la vita e la morte, non vuole la ciclicità

    dell’atto creante. Vuole l’eternità. E per eternità intende UN ESSERE eterno, non sei miliardi di stronzi che mangiano bevono scopano e poi muoiono.

    Mi sono chiesto pochi giorni fa: ma com’è possibile che certi personaggi DESIDERINO la morte di milioni di persone ?! Non si mettono nei loro panni ? Sembra una domanda banale, ma invece è agghiacciante, se ci immedesimiamo (cosa peraltro impossibile fino in fondo). Ebbene, penso che per loro sia ESSENZIALE distruggere la rete della creazione, dunque sia un ENORME SOLLIEVO annientare il principio che ne è alla base. La creazione dice: io dò la vita a un negretto in Namibia, senza pormi alcuna “domanda umana” sul suo vivere e sopravvivere; io voglio solo che questo negretto porti la

    creazione nel mondo, e riporti il mondo alla creazione, come tutti gli altri esseri umani, animali, vegetali, minerali, atmosferici, planetari, cosmici, eccetera. Lo psicopatico VERO, il vero nemico della creazione, guarda a tutto questo come a una cosa FOLLE, semplicemente ANTITETICA alle sue

    ispirazioni, al suo orgoglio. Per questo, mi rispondevo, egli, la sua organizzazione, la sua famiglia, la

    sua linea di sangue, la sua linea di distruzione pedofila… per questo egli con la massima “nonchalance” si dispone a uccidere la gente.

    Non è ! un atto di “goduria”. Quello che dicono sempre, i veri perpretratori del Male, è: “vogliamo un mondo senza guerre, senza fame, senza morte”. E’ vero, lo vogliono ! ODIANO la sofferenza ! Non godono affatto della sofferenza ! Perchè loro vogliono un mondo e un cosmo che abbia smesso di soffrire, per sempre.

    Che abbia smesso, cioè, di CREARE.

    Così non uccidono per pura sete di sangue, per arroganza e malvagità comunemente intese. Uccidono

    perchè per loro è NECESSARIO, negare la creazione creante. E la si nega anzitutto inceppando il

    meccanismo della riproduzione (naturale) della vita… E inceppando il meccanismo (naturale) della

    morte…

    Guardate le facce di un Cheney o di un Wolfovitz o di un Solana o di un Greenspan… Vi sembrano espressioni che GODONO mentre portano direttamente o indirettamente milioni di persone a soffrire e morire per casua loro ? No. Sono assolutamente schifati da tutto questo spettacolo. Che non abbiano alcun “rimorso”, è ovvio !, ma non hanno neanche alcuna PASSIONE in quello che fanno. Lo fanno perchè hanno intercettato il MALE, in tutta la sua strategia di dominio sull’Essere. Il Male non ha

    passione nel fare quello che fa, perchè la passione è CREANTE. Costoro invece vivono di pura rabbia, di paura infernale.

    Come fanno allora a “contagiare” tante persone, nate e cresciute in seno agli scopi veri della vita e

    dell’universo, e poi plagiate a lavorare CONTRO ? Ce la fanno perchè coltivano da sempre la scienza di separare l’uomo dalla percezione del Creato, e del suo INFINITO scopo. Perchè se siamo frammenti di un Tutto alla ricerca di Sè, costoro (rigidamente organizzati, checchè ne obiettino gli scettici), costoro provocano il moto inverso, riuscendo a far intercettare, ad ognuno di noi – potenzialmente – lo stesso brivido anti-creante che loro stessi hanno implementato da secoli e millenni. Non ci vuole molto, siamo davvero “abbandonati da dio”.

    Ma siamo abbandonati perchè “lui” ci cerca. La creazione ci cerca, dopo averci messo al mondo. Come

    piangiamo a dirotto, dopo la nascita, sorrideremo, rientrando nel ventre. In questo viaggio, l’universo è aperto alla contraddizione. Noi siamo esposti alla caduta. La “Genesi” non è il primo Libro, è

    l’ultimo. E’ il libro che descrive ogni giorno della nostra vita, ora. Dopo i profeti, dopo Cristo, c’è di nuovo, sempre e ancora, la Creazione, e il suo Tradimento…

    E costoro – poi finisco – intercettano questa possibilità in noi, non per “averci dalla loro parte” o per avere “il culo parato” di fronte a certe talune loro “malefatte”. Se ne strafottono, in questo senso: se

    volessero farci tutti schiavi legati a una pietra, DOMANI, lo farebbero. Sono GIA’ padroni del mondo.

    Il Principe si è contrapposto al Principio, fin dall’inizio. Così è voluto….

    Loro plagiano milioni di fiammelle stupide… perchè DA SOLI NON CE LA FANNO. Da qui la tremenda

    paura in cui vivono. Da soli non ce la fanno contro L’UNIVERSO. Hanno bisogno che TUTTE le energie

    creanti si mettano a remare contro il principio della creazione. Hanno bisogno che milioni, miliardi di

    esseri umani costruiscano il MONOLITO della loro supremazia… Se siamo emanazioni del Tutto, se

    siamo qui per partecipare alla creazione, possiamo essere anche i mattoni dell’ANTAGONISTA,secondo loro, possiamo anzi DOBBIAMO invertire il significato del nostro essere al mondo…

    Noi, tutti insieme, creiamo. Noi, tutti insieme, possiamo distruggere, negare la creazione. Se noi siamo la creazione, noi possiamo distruggerla. Questo il loro progetto su di noi. Solo che il progetto

    “del cielo”, anche quando prevede per noi la sofferenza, è sempre un innalzamento della vita, della

    creazione. Anche se è difficile capirlo, per moltissimi di noi, già “plagiati” a sufficienza… Il progetto per noi di questi Orribili Personaggi Schiavi della Paura, invece, sia quando preveda il mantenimento della personalità, sia quando preveda l’annullamento brutale, è SEMPRE ispirato al prevalere del potere sulla vita. Con la stessa facilità ti regalano il tuo “berlusconiano” benessere (o sogno di), oppure di vaporizzano dentro un fungo atomico.

  • 6by9add6add9

    perché sono sempre i peggiori esponenti del genere umano che detengono il potere?

    Bello questo post Carlo., molto bello.

    Si potrebbero trovare risposte di ogni genere a questa domanda.,

    La cosa che mi domando e’ perche’ quasi tutti ci lamentiamo che la vita in generale e’ uno schifo., che la gente che governa fa schifo e poi fa schifo davvero?

    O siamo dei perfetti idioti (la massa che si lamenta) o siamo dei menefreghisti (la massa che si lamenta) o siamo circondati dagli esseri invisibili (la massa che si lamenta) o etc….,

    Sai qual’e’ la verita’?

    “Scendete sulla terra e odiatevi l’un l’altro sino ad un termine fisso”..

    Si salva da questa punizione chi vive nel decreto divino e cerca protezione da chi ha deciso cosi dovesse essere.., per provare davvero che l’uomo se vuole puo’ essere piu’ forte della prova inflittagli., ci vuole pazienza., coraggio e fede in Dio(swt)., anche vivendo nello schifo terreno., uno schifo gia’ programmato e per questo porre a comando chi dello schifo e’ detentore terreno conscio o non conscio di averlo.,

    la legge divina non la si puo’ sconfiggere. :)

    Ti mette alla prova., o ci caschi o non ci caschi.

    se questa spiegazione non andasse bene allora prendi in considerazione che siamo tutti idioti. (la massa che si lamenta).

    Ciao. :)

  • anonimo

    Salud Carlo,

    ottimo post davvero (e assai interessante anche il commento di Messier).

    Trovo (con piacere) un forte mutamento in te, da un di tempo in qua…

    Suerte,

    manolete

  • enzas

    Perchè sono i peggiori esponenti del genere umano che detengono il potere?

    Perchè i Migliori hanno cose più Importanti da fare.

  • anonimo

    Ritengo che la maggior parte di questi personaggi o ha letteralmente ‘venduto’ la propria anima ai demoni in cambio del potere mondano oppure, cosa che mi pare ancora più credibile, siano essi stessi dei demoni incarnati su questa terra. Esempio caratteristico: la moglie di Bush. Secondo me non ha nulla di umano.

    Ciao e complimenti per l’articolo.

    Ric

  • iNessuno

    I tuoi post sono sempre eccezionali.

  • Santaruina

    Angela sei gentile, ti ringrazio.

    A presto :-)

    Ciao Ric, in effetti alcuni di essi le sembianze di “demoni” ce le hanno, specialmente negli occhi..

    Enza, c’è del vero :-)

    I migliori in assoluto sicuramente se ne stanno ben lontani dalla mondana fiera del potere.

    Ma nemmeno tra coloro che rappresentano “la via di mezzo” non vi è nessuno che riesca a prevalere sui “peggiori”

    Manolete :che sia in meglio o in peggio un cambiamento nel vedere le cose vi è stato.

    Vedremo..

    Suerte, amico.

    Ciao Cinzia

    i fattori della situazione generale sono molti, ma non ultimo metterei proprio il cattivo esempio di chi sta in alto.

    E successo che è diventato comportamento da seguire quello imposto dai psicopatici, e la follia è divenuta normalità.

    Siamo nel mezzo di un ribaltamento dei valori, l’iniquo è diventato accettabile e l’onestà derisa.

    Ma non credo che siamo tutti idioti.

    Forse vi è qualcuno che ha studiato a lungo i modi per agire sulle parti inconsce degli esseri umani.

    Forse vi è una “scienza” dietro questo.

    A presto :-)

  • Santaruina

    Messier, ti ringrazio per il tuo scritto.

    L’ho letto e riletto, e penso che con le tue parole tu abbia intercettato una realtà difficilmente visibile.

    Grazie ancora.

    A presto

  • 6by9add6add9

    Carlo :)

    la vita ha diverse dimensioni., ci sono i manipolanti., i manipolatori e i manipolati.

    segui bene la sequanza e capirai molte cose che molti non capiscono.

    l’illuminazione sta tutta qua’.

    Fragile fragile e’ la mente umana e quando sola e’ piu’ fragile ancora.

  • arcangelica

    da sembre è in atto la guerra tra il bene e il male.

    ogni singolo essere umano nasce luce; lungo il percorso della vita godiamo del libero arbitri c’è chi sceglie il bene, chi il male, ma in ambi due i casi si combatte la guerra personale.

    chi trama sempre per il male sarà ritenuto un intricante. La follia non ha che un pensiero, il peccato! Lo spavaldo è un orrore per gli uomini

    Mondo è, mondo è stato, mondo sarà!

    ciao

  • anonimo

    Carlo,

    non oso giudicare sul meglio o peggio (in fondo dipende dall’allineamento visuale…), personalmente leggo più “distacco” ed anche più serenità,

    (e ne sono felice per te),

    Suerte,

    manolete

  • anonimo

    ah! messier importantissimo “la creazione ci cerca dopo averci messo al mondo” si, noi non lo sappiamo ma Lui é più vicino a noi di quanto non lo siamo noi stessi…ieri leggevo Kabir un santo indiano(1440-1518) che dice; “Colui che stavo cercando mi é venuto incontro, e Quello-La é diventato me, che io chiamavo l’Altro…non so più distinguere l’anima dall’Amato per dire se é l’anima o se é l’Amato che vive in me” (Kabir). Mentre la fonte di energie degli “psicopatici” é il male é più sono cattivi deviati devianti, più sono “forti”, ma non fanno che mentire a loro stessi. Eppure cosi é stato decretato, nel Corano (36, 1-9) c’é proprio scritto non vedranno, non crederano ecc… E noi, invece, useremo sempre le parole magiche della creazione, la parola cosmogonica che crea, diremo bismillah e creeremo cosi universi di luce innamorata….ia orana! jam

  • Santaruina

    Fatma, si cerca di seguire la sequenza.

    E si collegano i puntini. :-)

    Arcangelica, quel che fa riflettere è il vedere la follia assunta a normalità.

    Non so se sia sempre stato così.

    A presto

    Manolete, è un distacco dettato da una fase di studio. :-)

    jam, le parole magiche della creazione.

    Cercando di ricordarle.

    A presto

  • enzas

    Scopo dei Migliori non è quella di prevalere gli uni su gli altri…l’unica Gerarchia che riconoscono è quella Celeste. Ciao Carlo :)

  • anonimo

    Non ho ancora avuto tempo di leggere l’articolo e i commenti, volevo solo dirti che sto leggendo il libro di cui ti parlavo sulla “psicopatologia del potere” (Alex Comfort: “Potere e delinquenza”, ed. Elèuthera).

    Imperdibile.

    _gaia_

  • MINICHINIBLOG

    Santa , grazie per il bell’articolo. Roberto

  • Santaruina

    Enza: vero.

    Ciao :-)

    _gaia_ : se ne dovrà necessariamente trattare…

    Roberto, grazie a te.

    Un caro saluto

    A presto

  • anonimo

    Post davvero interessante, complimenti, meriterebbe un approfondimento.

    Una piccola provocazione: non è che forse sostituendo al più ampio e vago termine di “psicopatico” quello più preciso di “sociopatico” il quadro assume una maggiore coerenza?

  • anonimo

    P.S.: mi era dimenticato di firmare,

    Freeman/Luca.

    PP.S.: http://www.crimine.net/wp/?p=56

    Un altro tassello.

  • anonimo

    Se l’evoluzione la riteniamo vera, dobbiamo immaginare che questi esseri che hanno la parvenza di uomini, in realtà provengono da poco dall’animalità. Sono incarnati in corpi umani, ma la loro coscienza, anzi, incoscienza, è al livello delle bestie feroci. Ecco perchè non provano alcun sentimento nei confronti del prossimo. In realtà non ci vedono come loro simili. Salve

  • Santaruina

    Potrebbe essere un collegamento interessante quello con la “evoluzione”.

    Dal mio punto di vista però, più che esseri umani “meno evoluti” li vedrei come “maggiormente decaduti”. :-)

    Ciao Luca

    in effetti per la patologia in questione probabilmente il termine sociopatico è più adeguato.

    ne avevo parlato in un post che doveva fare da premessa a questo:

    http://www.santaruina.splinder.com/post/17824676/Sociopatici+-+parte+II

    Personalmente la terminologia della psicologia contemporanea credo che vada usata principalmente per semplicità.

    Questo è un campo in cui non è ipotizzabile applicare una scienza esatta.

    Sociopatici o psicopatici, quel che li distingue è l’assenza di coscienza, ed è il fattore che li differenzia dal resto della umanità.

    Proprio perchè non parliamo più di persone più o meno malvagie, ma di individui che non comprendono nemmeno l’esistenza dei parametri bene-male.

    A presto

  • Asno

    Potrebbe essere un collegamento interessante quello con la “evoluzione”.

    Dal mio punto di vista però, più che esseri umani “meno evoluti” li vedrei come “maggiormente decaduti”.


    Evoluzione = decadenza.

    Hai detto l’indicibile, Carlo, cioè la verità.

  • anonimo

    “…perché sono sempre i peggiori esponenti del genere umano che detengono il potere?”

    Una domanda complementare potrebbe essere: perchè la parte restante di popolazione, risparmiata dalla sociopatia, incarna tanto spesso il difetto ad essa più utile: la stupidità?

    Dividere il mondo in potenti-sociopatici e oppressi-vittime è assai ingenuo: si nota piuttosto come coloro che han mandato al potere i primi non ne siano affatto diversi negli intenti e nelle pratiche, cioè il desiderio di vivere a discapito altrui, ma solo nelle capacità realizzative. Lo stupido infatti è sempre limitato, tanto nel bene quanto nel male, e l’unico sfogo a questo limite è il divenire branco.

    Dopotutto, è la ragione per cui da sempre a sostenere un Cesare stanno migliaia di clientes.

    Jorge Perro Liberista.

  • tristantzara

    Per molto tempo mi sono fatto queste domande per tentare di comprendere che cosa scattasse nelle teste di simili persone.Secondo me tutta questa loro folle intraprendenza deriva da un trauma infantile. Un tema andato male con derisione del prof.e della classe intera,un no di una bambina-ragazza,direi che la fascia di età si stabilisca tra i 6-7 fino ai 12-13 anni.L’età dell’apprendimento.Infatti essi non ragionano come gli esseri umani.Sono privi di comprendonio come tu qui scrivi.

  • anonimo

    P.S.: un articolo che merita una lettura in parallelo al presente: “Psychoanalysis as a weapon” su http://mises.org/story/2330.

    Jorge Perro Liberista.

  • Santaruina

    Asno, come ti dissi tempo fa, mi considero un devoluzionista :-)

    Tristantzara, chissà.

    Le motivazioni di tale loro comportamento potrebbero in effetti essere molteplici.

    E il risultato, purtroppo, non cambia.

    Jorge, ho risposto al tuo appunto nel nuovo post.

    A presto

  • anonimo

    Perché sono sempre i peggiori esponenti del genere umano che detengono il potere?

    Una risposta potrebbe essere , perche ci sono i buoni che li seguono.

    I buoni tonti che sono puri come le colombe ma non scaltri come i serpenti.

  • Asno

    Perché scrivere in semi-anonimato?

    Forse per l’enormità della tragedia a cui si accenna?

    Pensavo proprio la stessa cosa, nel leggere l’ultimo post di P. Franceschetti

    http://paolofranceschetti.blogspot.com/2009/02/scie-chimiche.html

    spaventoso come pochi altri, nel quale si delinea – per chi sa – addirittura l’arrivo dell’Anticristo. Arrivo pirotecnico, perché “scenderà dalle stelle” (grazie ad un’immagine olografica, resa possibile dai metalli irrorati nell’atmosfera).

    E come chiude il suo post, il pur valoroso Paolo?

    “Termino questa lunga dissertazione dicendo che secondo me una speranza per il futuro dell’umanità ci può essere solo se tutti noi ci impegniamo non solo nel senso della denuncia, ma anche sul piano personale dell’evoluzione e della crescita spirituale”.

  • Santaruina

    All’anonimo precedente direi che infatti quello che occorre fare come prima cosa è riconoscere i “malvagi” per quello che sono, e indicare agli uomini di buona volontà l’inganno a cui sono sottoposti.

    Sarebbe già un grande passo.

    Asno, l’ultimo articolo di Paolo Franceschetti non l’ho ancora letto, appena ho del tempo me lo guardo con calma.

    A prsto

  • anonimo

    per favore mi dite dove posso acquistare i libri :

    1) Psicopatici e Potere ( twiligh of the Psicopaths) di K. Barrett

    2) Ponerologia Politica (Political Ponerology) di A.M. Lobaczewsky

    grazie.

    il mio indirizzo di posta elettronica è : vittoriomiri@virgilio.it

  • Santaruina

    Ciao

    Twilight of the Psychopaths non è un libro ma un articolo.

    Seguendo il link del post lo puoi raggiungere.

    Nell’articolo “attenzione allo psicopatico, figlio mio” (segnalato tra i link nel finale) si trova la traduzione di ampli stralci.

    Per quanto riguarda Ponerologia Politica è disponibile in Inglese, e lo trovi qui:

    http://www.qfgpublishing.com/

    A presto

  • anonimo

    Sono d'accordo: solo uno psicopatico privo di empatia può anteporre il profitto al benessere, alla salute, alla vita di un essere umano ( e al resto dei viventi, aggiungo).
    E penso che l'opera di manipolazione per raccogliere il consenso dei più sia resa possibile e facilitata dal fatto che in ogni persona c'è una parte di psicopatologia, sulla quale chi non ha scrupoli può far leva.
    Anche chi non comanda è responsabile, quanto meno di "fare pulizia interiore".

  • anonimo

    Quello che viene espresso in questo blog e' purtroppo la sacrosanta verita',ma non e' una triste realta' da riferire soltanto in ambito delle persone che detiene i poteri piu' grandi del mondo,ma ancor peggio a mio avviso e' rendersi conto,di esserne in contatto ogni giorno sul luogo di lavoro,e che anche quando si lavora da soli,si e' consapevoli di essere discriminati e di aver subito una forte disparita' di trattamento sociale all'interno dell'azienda in cui si opera, a causa degli psicopatici arrivisti e senza scrupoli,che sono riusciti perfettamente nell'intento di soggiogare un consigliere di amministrazione,magari poi per un'obbiettivo al quale aspirava che andava ben oltre a quello che sono riusciti a ottenere,ma essendo che come da voi stessi ben detto chi detiene il potere e' sicuramente psicopatico,probabilmente sa' anche quando e' l'ora giusta per stoppare le ambizioni del subordinato e sa anche riconoscere come fare per speculare su un suo simile per illuderlo di accondiscendere alle lusinghe e agli atteggiamenti leziosi,ma uno psicopatico non si fara' mai scalzare da un'altro psicopatico la prestigiosa e privilegiata posizione gerarchica ed economica raggiunta all'interno di un'azienda.Resta pero' il fatto che comunque lo psicopatico subordinato riesca senza meriti professionali,o di capacita' dimostrate sul campo,o di attitudini particolari,o di essere in possesso di talento, a ricoprire un ruolo privilegiato all'interno dell'azienda,anche se l'obiettivo che aveva premeditato senza minimamente avere la benche' minima percezione di mancare di rispetto agli altri,o di porsi delle doverose domande riguardo alle sue reali potenzialita',nel confronto con gli altri,e quindi dare fastidio al prossimo,consistevano addirittura di raggiungere l'apice della piramide aziendale,e quindi si crea una condizione paradossale,poiche' contemporaneamente al fatto di accettare volentieri lusinghe e carismatici apprezzamenti da parte dell'interlocutore potente,dall'altra parte lo stesso non si rende conto che erano formulate da uno psicopatico che propedeuticamente stava cercando di scalare la salita cercando di arrivare al vertice e quindi di invertire poi i ruoli.Ma l'aspetto piu' preoccupante di tutto questo di cui sopra consta nel fatto che non se ne accorge nessuno,quindi sarebbe da porsi un inquietante quesito:non se ne accorgono perche' avrebbero,se avessero potuto,farlo anche loro?O invece non se ne accorgono perche' sono oramai tutti plagiati?O e' anche perche' il sistema di oggi prevede di concedere una posizione invece di conquistarsela con la concretezza?E se esiste come purtroppo ho visto di persona e sofferto le conseguenze,chi bisognerebbe ringraziare? Secondo me a prescindere dagli illuminati,ci sono troppe cose che nel sistema sociale moderno sarebbero da cambiare categoricamente,a partire dalla scuola,nella quale si insegna,ma non si applica mai cio' che si e' imparato durante il percorso formativo.E' del tutto inutile imparare a memoria per il compito in classe o l'interrogazione o l'esame finale e non aver capito concretamente e significativamente nulla di cio' che si e' studiato,nel senso di riuscire poi ad applicare le nozioni in modo pratico nel mondo del lavoro quando e' opportuno ed idoneo usarle,perche' si spiana la strada l'arrivista psicopatico partendo dallo stesso blocco di partenza,cioe' non esiste una vera valutazione delle qualita' di talun soggetto,a causa a mio avviso che possono essere solo,nella maggior parti dei casi doti acquisite attraverso il percorso di vita che ognuno di noi ha fatto,piu' tortuoso o meno,quindi piu' autonomo o piu' dipendente,che poi sarebbero le piu' congrue per ricoprire un ruolo di responsabilita',ma questo nell'era moderna ai consiglieri di amministrazione non interessa.

  • Santaruina

    non se ne accorgono perche' avrebbero,se avessero potuto,farlo anche loro?O invece non se ne accorgono perche' sono oramai tutti plagiati?O e' anche perche' il sistema di oggi prevede di concedere una posizione invece di conquistarsela con la concretezza?

    In un sistema in cui il concetto di "successo" è stato associato allo "scalare le posizioni" a qualsiasi costo, diviene "naturale" comportarsi di conseguenza.
    Gli esseri umani sono prima di tutto conformisti, e le prassi comunemente accettate e diffuse divengono anche di conseguenza "lecite".

    Qui sta il vero problema.

    A presto

  • anonimo

    Carissimo,per un'altra volta sono obbligato a darti la sacrosanta ragione,difatti io mi reputo anticonformista.Ho avuto la sensazione di dovermi quasi vergognare in una circostanza nella quale ho fatto presente di esserlo,in quanto la replica del mio interlocutore e' stata di una sottile quanto umoristica derisione,ma probabilmente nonostante quest'ultimo sia in possesso di un grado di cultura elevato non e' al corrente che i piu' grandi geni della storia del rinascimento italiano ed europeo,e anche i ricercatori migliori della storia contemporanea,lo sono stati e lo sono.Del resto seguendo disposizioni e regole imposte da chi non possiede talento,non puo' arrivare sicuramente a inventare o a scoprire nuove e sorprendenti innovazioni tecnologiche o eseguire rivoluzionarie ricerche scientifiche.La stessa cosa a mio modesto avviso vale anche se ridotta al quotidiano nel mondo lavorativo,cioe' eventuali miglioramenti per il bene comune delle persone che operano nello stesso campo,possono scaturire non da chi e' ligio al "dovere" delle disposizioni di un consigliere di amministrazione,ma chi cerca di esserlo anche proponendo delle alternative per l'eventuale soluzione al determinato problema,o e' in grado di vedere il contesto dell'episodio da un'altro punto di vista,suggerendo e/o consigliando attraverso uno o piu' pareri afferenti la contestualizzazione del problema o dell'obiettivo da raggiungere,o con quali metodi eventualmente districarsi da croniche e persistenti difficolta' gestionali.Per poter riuscire a esserne capaci,credo che almeno un minimo di anticonformismo sia necessario,altrimenti l'errore,lo sbaglio,oltre che persistere diventa di proporzioni sempre piu' grandi e massicce fino a coinvolgere sempre piu' persone,le quali diventeranno sempre piu' succubi di un meccanismo sbagliato,il quale degenera in sistema diabolico,in quanto come ben tutti sappiamo: sbagliare e' umano,ma perseverare e' diabolico,quindi purtroppo secondo la mia modesta opinione,non occorre l'esoterismo delle sette dei potenti che invocano satana per acquisire potere attraverso la conoscenza,ma il sistema luciferiano o satanico,lo viviamo tutti i giorni,ma come ho gia' detto nel mio precedente messaggio,pochissimi se ne rendono conto,e i plagiati non abbisognano di una grande rassegnazione,come invece chi queste cose le percepisce e le sente tangibili.La rassegnazione vorrei ricordare,e' il danno morale piu' grande che deve sopportare un'essere umano.Grazie.

  • anonimo

    Ciò che colpisce in questo blog (che non conoscevo), oltre al fatto che i post sono… direi… "nutrienti", è che anche i commenti si contraddistinguono per profondità e disponibilità al sincero scambio di idee e informazioni.
    Non ultimo, colpisce l'assenza di insulti (fatto raro in rete).
    Acquisendo che non vi è alcuna forma di "moderazione" degli interventi, evidentemente il curatore del blog è riuscito a coagulare uno spazio virtuale (ma reale al medesimo tempo) che catalizza omeopaticamente queste persone/anime/energie.
    Complimenti a tutti.
    Silvio

  • […] e la propagazione di tali informazioni in lungo e in largo e il più velocemente possibile. Fonte: Santaurina Share this:FacebookFacebookTwitterEmailStampaLike this:LikeBe the first to like this post. […]

  • Maddalena

    Siamo più folli noi che lasciamo tutto in mano agli psicopatici,anche perchè tanti si rendono conto di quello che ci succede intorno,…..Perchè signori la colpa è soprattutto nostra,loro possono anche averci “ipnotizzati”,ma il sistema siamo noi,nostra è la colpa.

  • Ciao Maddalena

    Quando c’è un inganno sia colui che inganna sia l’ingannato fanno la loro parte, ma forse non è del tutto corretto parlare di “colpe”.
    E “noi”, siamo in tanti, e tutti diversi :-)

    A presto

  • alfridus

    Il vecchio barbagianni amava dire che il potere corrompe chi non ce l’ha.
    Ma la verità è un’altra. E cioè che il potere corrompe chi ce l’ha.
    Naturalmente, ci sono diversi gradi di potere, che comportano diversi gradi di corruzione.
    A piccoli poteri, diciamo di livello familiare, corrisponde una corruzione dell’animo umano che può essere intollerabile per i pochi che ne siano oggetto, ma non interferisce con il normale andamento del creato.
    A grandi poteri, invece, che per il nostro metro di valutazione interferiscono in misura più o meno grande con quella fettina di mondo che interessa nel suo piccolo ciascuno di noi, corrisponde una corruzione più articolata ed evoluta nel suo egoismo, che si soddisfa di una cattiveria piuttosto pronunciata.
    A gradi decisamente superiori ai livelli, diciamo, nazionali, il potere inizia a modificare la visione/percezione delle azioni che si mettono in campo per preservarlo dagli attacchi rivoltigli da  altri poteri coesistenti e consimili, che difendono a loro volta gli spazi conquistati, oscurandone le conseguenze remote ed annebbiandone gli effetti, di modo che siano considerabili corretti ed auspicabili quando risultimo validi alla propria difesa.
    A gradi decisamente macroscopici di potere, la loro intriseca capacità decisionale distacca totalmente colui che lo detiene dalla realtà esterna, costretto com’è a passare il proprio tempo a difendere strenuamente la propria posizione preminente, che costituisce l’ultima trincea del proprio equilibrio mentale, del quale è l’ultimo residuo, prima della pertita totale.
    A questo punto la situazione dell’individuo è già compromessa da tempo in maniera irreversibile: la razionalità, che dovrebbere sovraintendere alla scelta delle proprie azioni, è completamente sconvolta dalla tempesta di attacchi cui il potente deve reagire continuamente in modo efficace per soverchiare l’avversario, e la sua mente ha perduto ogni freno.
    Forse il termine ‘psicopatico’, a questo punto, è fortemente riduttivo, perché ci troviamo invece in presenza di un paranoico schizofrenico.
    Non sarebbe il primo caso, nella storia.

    Ci chiediamo perchè sopportiamo che individui simili possano governarci?
    Innanzi tutto, perché ci rendiamo conto che le sue reazioni sarebbero incontrollabili (anche questo non costituirebbe una novità storica).
    In secondo luogo, per il fascino sinistro che illumina di arcano individui siffatti, che non temono più nulla, e tanto meno il giudizio altrui, del quale semplicemente si disinteressano.
    Ed infine, per un senso di colpa, d’aver concesso una rapida ed eccezionale carriera ad un essere che, all’ultimo, si è rivelato una scelta sbagliata.
    Ma pur sempre una scelta, sbagliata quanto si vuole, ma che è derivata da un consenso che non avrebbe dovuto esprimersi fin dal principio. E del quale ciascuno crede di essere responsabile: e questa è la differenza fra chi ha preservato un qualche equilibrio, e chi invece l’ha perduto irrimediabilmente del tutto.

  • Bella aggiunta Alfridus.

    A presto.

  • Nilus

    Ciao Santaruina, conosci Wilhelm Reich?, non credi che almeno sul piano materiale abbia scoperto l’origine del male di questi mostriciattoli che ci governano?
    http://www.filosofico.net/wilhelmreich.htm
    Mi rendo conto che su un blog che tratta di spiritualità qualcuno potrà storcere il naso di fronte alle credenziali di questo signore, ma credo veramente che abbia trovato e analizzato il regno del demonio, proponendo anche delle soluzioni per ridurre queste influenze nella società.

  • Ciao Nilus

    sì, conosco l’opera di Reich.
    Non condivido tutte le sue idee, ma penso che abbia intuito qualcosa di importante.

    Il concetto di energia che fluisce, una energia che pervade tutto il creato e che attraversa anche gli esseri umani, che deve fluire per generare legami e ricchezza e permettere la crescita sana dell’individuo è una intuizione molto centrata.
    così come la consapevolezza che una volta bloccata ed imprigionata questa energia in qualche modo marcisca e si trasformi in “malattia”.

    Si tratta in qualche modo di una verità antica che Reich ha cercato di formulare usando i termini limitati della psicologia moderna.

    a presto

  • Gazurmah

    Blog purtroppo veritiero..

  • joint endeavour

    Mi sento di ringraziare Carlo che seguo da anni, nel mio percorso di vita ho trovato un grande aiuto a tante domande, ringrazio anche tanti utenti che ormai mi sono familiari :) grazie a tutti! 

    p.s. scarsino come primo post lo so, ma sentivo prima di tutto di dover ringraziare 

  • Ciao Joint Endeavour

    grazie a te :-)

    A presto

  • orange

    busso alla tua porta Santaruina..perchè vengo da lontano..e ho molta polvere sul viso e fango sui sandali..da dove vengo io,lo scopriremo insieme..dove sto andando,lo saprò presto..in questo luogo mi sento come a casa mia..spero sia ospitale..perchè la trappola si cela sempre un metro prima del traguardo..

  • Ciao Orange.

    Aggirati con calma e prendi quello che ti garba. :-)

    A presto

  • orange

    Salve Santaruina,chissà la NSA che archivi conserverà del tuo blog..roba da leccarsi i baffi..spero che tu non ti senta troppo inorgoglito dal fatto che tutti i blog che parlano di cospirazioni sataniche ed altro ancora vengano tenuti in somma considerazione dai controllori del NWO in quanto si acchiappa più sulla tela che in camera caritatis..:-)..

  • orange

    @ HIEI
    sono altamente stipendiati..e non è detto che in un mare di “bufale” non esistano verità..
    a volte per far suonare la campanella dell’alert basta una sola parola..ipotizza che tu conosca un grande segreto..a chi lo riveleresti?..ai preti?..ai magistrati?..tanta gente in America vorrebbe parlare dell’11/9..ma non la fanno parlare..direi che al contrario non c’è alcuna giustizia poetica purtroppo..

    • Hiei

      Io lo conosco un grande segreto, e lo uso a mio vantaggio, ma non importa.
       
      Dovresti avere un’altra filosofia nei confronti di queste cose, secondo me, per dire è vero che non è che ci sono dei poveretti che ascoltano ogni cazzata che dici bessì viene più o meno tutto registrato e poi ettari di computer ad alte prestazioni filtrano i contenuti tramite algoritmi e parole chiave per segnalare solo il traffico “consistente” – a meno tu non sia già sotto specifica osservazione – e in questo caso:
       
      BOMBA!
      TERRORISMO!
      ANARCHIA!
      ALLAHU AKBAR!!
       
      …ho avuto la vostra attenzione? Bene:
       

  • orange

    Forse il fatto che io abbia esordito sul blog degli psicopatici non depone a mio favore..eheh..tuttavia il sapere che Hiei sia sempre presente e arguto mi fa ritenere di essere in  ottima compagnia..quindi scherzi a parte..se ho ben capito..apparecchiature registrano sui siti solo termini specifici..quindi se usano i cattivi un codice tipo pizze e supplì gli va di gran culo..a meno che..beh..un pò riduttivo se spiano pure gli eskimo..che in codice parleranno di trichechi e culi di balena..per cui ne sparerò cosi tante di cazzate da mandargli in tilt pure gli android..eh eh..

  • orange

    il pm Ingroia pochi minuti fa ha denunciato come tutte le idee della P2 stiano per essere realizzate come la modifica della costituzione e la soppressione del parlamento..qualcuno di noi può considerare lucio gelli uno psicopatico al potere(nemmeno tanto occulto)?..o è un convertito ad una causa della quale ci(VI)sfuggono i contorni?..tutta questa gente e mi riferisco ai cosidetti servizi segreti deviati,agisce solo perchè deve obbedire o ha altri fini?..dove vogliono condurre il gioco?..cosa c’è in arrivo a breve termine?..un uomo forte in un momento assai difficile?..sicuramente un periodo dove uno deciderà per tutti..e 2 schieramenti mondiali opposti..e poi?..e poi..

  • orange

    il potere sta agli psicopatici come il cacio ai maccheroni..

  • […] hanno alcuna remora morale. Non è un problema di USA contro il resto del mondo, è un problema di psicopatici al potere contro il resto del popolo che cercano di soggiogare con catene […]

  • orange

    secondo lei qual’è il motivo?…la congiura dei pazzi?..

  • orange

    vede..l’articolo chiarisce ampiamente che il controllo su tutto e tutti da modo a costoro di tenere tutti per le palle..ed è vero..ma proprio ora che preparano il grande KAOS..a che gli serviranno miliardi di dati’?..forse in realtà cercano qualcosa che a loro sfugge..o è sfuggito..perchè nemmeno loro sono perfetti..

  • alessandro

    la logica dice :
    se voglio, posso immaginare tutto cio’ che voglio , posso scegliere tutto quello che voglio pensare, questa e’ la bugia che ci diciamo senza accorgerci.

    perche’?
    la logica dice: il male non e’ buono non lo voglio
    sempre la logica dice: combattere per eliminare il male
    sta’ facendo quello che in realta’ vuole combattere?!?!?!
    e’ qui si crea perche’ te lo imponi, un cortocircuito , qui c’e’ un problema di programmazione, la logica non puo’ sbagliare perche’ e’ logico.
    per logica non dovrei pensare di combattere ma dovrei trovare una soluzione pacifica perche’ per logica la pace e’ bene .
    devo trovare un modo buono per eliminare il male .

    allora la ragione pensa: c’e’ effettivamente un difetto ed e’ innegabile , e va’ corretto, se non c’e’ logica come posso aver ragione?.

    riprogrammiamo:
    la logica adesso dice : il male e’ male non lo voglio
    la logica adesso dice: perdono il male.
    allora la logica trova conferma: perdonare e’ bene.

    e allora la paura entra di forza , urlando contro la ragione.
    che stai facendo!!!!! guarda che questa e’ pazzia!!! tu non puoi perdonare !! chi pensi di essere?
    non vale immaginare di perdonare il male , eee si troppo facile cosi ecc… la paura cerca di mettere paura alla ragione.

    adesso pero’ la logica sa’ di poter sbagliare ed e’ piu precisa ragiona molto di piu sulle cose
    perche’ ora sa’ di poter sbagliare e sta’ piu attenta e dice alla ragione:

    per logica se ho paura di quello che penso, vado ancora in cortocircuito, perche’ la paura e’ male.

    allora arriva la fede e dice: e no, devi aver fede.

    e la logica che oramai sa’ bene che c’e’ un bel casino nell’impianto dice:

    la fede mi sta’ dicendo che anche se’ so’ per logica di avere un guasto, e che non c’e’ ragione senza logica ,
    non devo ripararlo anche se per logica ho tutti gli strumenti per ripararlo.
    ho un dubbio……
    non e’ che e’ sempre la paura che parla?
    e’ logico perche’ la fede mi ha sempre detto di liberarmi dal male.
    allora per logica qualcuno non dice la verita’.
    allora per fede nella fede cambio modo di pensare e riparo il guasto , perche’ per logica non posso fidarmi di me stesso.
    per logica se mi faccio buono sono buono, per fede se sono buono sono buono, per la ragione se sono buono sono buono.
    ora siamo tutti d’accordo .
    reset.
    dopo aver resettato il sistema , lo userai come prima e’ sarai molto piu preciso di prima perche’ non ti fiderai piu di te stesso.
    alla fine della storia chi e’ che ti ha riprogrammato?
    la fede.
    ti sei lasciato andare completamente ad una fede che non hai mai conosciuto e lo hai fatto per fede.
    ora sei guarito.

    non e’ facile e’ un bel combattimento psicologico interno nel pensiero profondo non puoi solo dirlo o pensarlo ci devi credere.
    c’e’ un circolo vizioso dentro ogniuno di noi che va’ sbloccato puoi ignorarlo e continuare cosi, oppure scegliere di ripararlo
    la scelta e’ tua, nessuno puo’ importi come o cosa devi pensare, sei tu ha scegliere.
     
    nel circolo scientifico le opzioni sono 3:
    inteligenza
    ignoranza
    stupidita’
    nel circolo meccanico le opzioni sono 3:
    perfettamente fuzionante
    parzialmente funzionante
    guasto
    nel circolo umano le opzioni sono 3:
    bene
    ignoranza
    male
     
    come la metti metti una cosa e’ certa siamo guasti.
    il cervello ci sta’ ingannando continuando a ripetersi.

    la difficolta’ di fare questo percorso sta’ nell’impossibilita’ di perdonare perche’ la fede ti dice che solo dio puo’ fare questo, allora come faccio?
    qui devi utilizzare tutto quello che hai e cioe’ la logica , l’immaginazione , il pensiero e la ragione. qui devi armonizzare tutti e 4. come?
    tutti sappiamo che dio e’ ogni cosa ,che e’ tutto cio’ che esiste, e che tutto gli appartiene ,senza dio nulla esisterebbe ,dio e’ onnipotente.siamo tutti d’accordo.
    per logica se dio e’ ogni cosa che esiste, allora il male non puo’ esistere perche’ dio e’ buono in ogni sua forma, non dimentichiamo che e’ ogni cosa.
    il pensiero ora parte per l’inferno e insieme all’immaginazione ti portano l’immagine del male.
    se per logica posso immaginare cio’ che voglio, e per logica e per fede so’ che dio e’ ogni cosa , l’immagine che mi sono fatto del diavolo deve essere per forza
    errata e’ logico qui c’e’ un’altro cortocircuito, se tutto ti e’ chiaro sai che non c’e’ male nell’immaginare di abbracciare il diavolo perche’ riconosci
    che in realta’ e’ sempre dio perche’ dio e’ ogni cosa, e’ qui per logica capisci che dio e’ ogni persona ed ogni cosa che vedi e non vedi e’ tutto ed e’ anche il nulla.
    ora capisci che non stai perdonando il male perche’ non c’e’ mai stato un male.
    ne sai una piu del diavolo.
    qui ogni senso trova il suo centro e tutto si armonizza .
    benvenuto!

  • alessandro

    se fossi cosi pazzo da pensare ad immaginare e arrivare a convincermi perdendomi nella follia di credere di essere Dio!!!!
     
    la prima cosa che farei e darvi tutto il mondo e l’universo e l’eternita’ a tutti ,scusate mi vergogno…….
    ma  avrei troppa paura di rimanere solo, qui e’ tutto troppo infinito.

  • alessandro

    a volte quando sento la paura l’istinto mi dice di scappare , ma poi penso….. ma che faccio? scappo da mia sorella?!? ma che sono?! folle?!?.

  • alessandro

    ci siamo limitati a e ci siamo accontentati di avere solo tutto il mondo , meritate di piu , lo meritate tutti.

  • alessandro

    la vostra mente e’ la vostra chiave , fidatevi di voi stessi.

  • alessandro

    voi siete vostro padre, vostra madre, vostra sorella,vostro fratello il vostro migliore amico , voi siete bellissimi , siete una bellezza senza confini , amatevi ma non guardatevi con gli occhi , guardatevi dentro , chiamatelo il vostro secondo io , chiamatelo padre, chiamatelo dio, chiamatelo nulla , chiamatelo tutto , chiamatelo infinito , ma sta’ dentro tutti voi  , credetemi chiunque sia vi ama tutti e non avete scampo non pensate di poter scappare vi prendera’ tutti come un exstasy come una follia come ogni cosa dentro un vortice un urugano di amore senza fine siete condannati!!!!!!

  • alessandro

    leggo qui di preoccupazioni di ogni sorta, tutti spaventati dal nulla , cose che vi entrano in testa ,che vi comandano la testa oooooo…. ma perche’, ma perche’ fate cosi?  vi prego, vi amo, non rattristatemi con storie tristi , vi prego , vi amo , sono dentro di voi non vi lascio mai qualsiasi porcheria la perdono io al posto vostro e voi non mi cagate di striscio , sono il nulla nei vostri pensieri, tu tu che leggi tu sei la perfezione piu grande che ci sia in tutto l’universo conosciuto tu sei tu sei il tuo universo cercati perche’ giuro sei dentro di te..sei nel nascondiglio migliore quello che nessuno si immaginerebbe nemmeno di poter immaginare

  • alessandro

    oooo non farti l’idea che io sia un santarellino .
    cosa pensi che abbia l’aureola? mi incazzo come una bestia se mi fanno girare le balle ,
    che pensi che sia tutto casa e’ chiesa? mavaff… vivi zio vivi

    lui viene e va’ quando vuole , normalmente devo faticare per trovarlo , ma quando faccio vivere mia sorella in me , viene subito a trovarmi , voi l’avete condannata…..ma perche’? ditemi perche’!!!!!! marijuana vi ama

  • alessandro

    tu stai cercando da secoli te stesso, da qualche parte ,su ,giu a destra a sinistra , ma sei qui, sei tu, tu ,e nessun altro, sei sempre stato tu , tu fai parte di tutto , di ogni cosa, e sei il figlio della pace , non devi cercarla tu lo sei , tu sei tutto e sei anche il nulla e se sei un credente, senza paura dio sara’ sempre piu grande di te non pensare di offenderlo ponendoti a quello che credi essere il suo livello , il livello che tu pensi e’ solo un gradino visto con gli occhi di un uomo, gli occhi non arrivano fin la su’ .
     

  • alessandro

    signori ho parlato di queste cose a casa mia, poco ci mancava che mi facevano rinchiudere per pazzia ahhahhahahah saro’ mica psicopatico? boh , vabbe comunque sia, va bene cosi.
    ora non parlo piu di queste cose a casa, le tengo per me,me le tengo segrete, cosi stanno tutti tranquilli,se parlo cosi ogni diavolo si incazza e mi sputa sentenze, mi umilia, mi da’ del pazzo, mi fa’ passare per folle , o forse lo sono e non lo so’ , forse sono in coma e penso di essere qui forse sono in una matrix come il film forse sono dio forse sono un poveraccio esaltato, forse ho fumato troppo  , forse , forse , forse , lunica cosa della mia vita che ho capito ,e che posso urlare fiero di aver capito e………che non lo so……io non lo so, questa e’ la verita’ che posso urlare io non lo so.

  • alessandro

    e’ come svegliarsi al mattino e avere un’idea, e cercare durante la giornata di portala a termine, solo lei quell’idea, quella che ti piaciuta di piu, quella che al mattino ti ha fatto sorridere, quell’idea, e’ lei, pensa a lei durante tutta la giornata .
    e se domani aprirai ancora gli occhi e capisci di essere ancora qui, allora domani sara’ un’altra idea a farti sorridere, e allora seguirai quella, e ogni mattino avrai un’idea la scieglierai e prenderai solo la migliore, te la vivrai tu, e nessun altro, solo tu, e’ la tua idea difendila, quella e’ l’unica cosa realmente tua qui, se c’e’ un domani non lo puoi sapere, questa e’ una legge universale, nessuno di noi e’ eterno, e’ una cosa chiara come il sole, non lo sai se sarai qui domani e’ una verita’, percui quell’idea e’ la tua unica vita, vivila , se tu ti abbatti lei non potra’ mai vivere, senza di te non puo’,puoi lasciarla andare oppure viverla tu sei suo padre, sua madre, sua sorella, suo fratello, e’ tua e di nessun’altro e lei e’ tua figlia e’ il tuo cane, il tuo gatto e’ tua moglie e’ tuo marito sono i tuoi figli e’ la tua terra e’ tutto cio’ che conosci e che non conosci, vola alto l’asciandola esprimere, stai a guardarla, perche’ al primo impatto sembra magia,ma poi cambia e sembra inteligenza,e se la guardi ancora piu a fondo ti accorgi che non ha fine e allora la guardi aprendo tutti i tuoi occhi e ti accorgi che e’ tutto.
    e vivi in pace e serenita’, capisci che domani ci sara’ sempre? , domani e’ adesso, venite avanti come un bambino che fa’ il suo primo passo e’ solo un passo,
    il resto e’ infinito ,non lo conoscerai mai l’infinito, stai cercando e continui a trovare e non avrai mai pace perche’ tu cerchi una fine che non esiste.

  • francesco da pisa

    @ Alessandro
     
    La parola chiave che ti ossessiona è “paura”. Oddio non è proprio soltanto una parola, è come un ESSERE infilato dentro di te, che tu giustamente senti estraneo, e che però senti TUO.
    Molto umilmente ciò che ho imparato di recente è = la paura non è “di qualcosa”. Da secoli e millenni si sbaglia persino nel dare un contesto alla paura “sovrana”, quella della morte. Che in sè per sè non esiste, è una cazzata, non intendo la morte, ma la paura della morte.
    No, la paura è la paura. Non di qualcosa. Ma la paura… MOLTO DIVERSO….
    Poi noi ci facciamo i fiocchi come i pacco-regalo, e le inventiamo ogni RAGION d’essere. No, è la paura, punto.
    Ed è solo una cimice. Che ti hanno messo dentro la pancia, per controllarti. Questo è tutto ciò che posso dire. Per esperienza.
     

    • alessandro

      ciao scusami forse non mi hai proprio compreso :) non esiste paura , la paura sta’ dentro ogniuno , la paura e’ ogniuno di noi , l’unica paura che si puo’ avere e’ quella di se stessi , sei il tuo miglior amico, e il tuo peggior nemico.
      a casa mia la paura sta’ seduta a tavola con il sorriso in faccia , a casa mia la paura e’ un amica , il discorso e che non devi avere paura di nulla perche’ non c’e’ paura .
      io sono molto credente e la mia paura e’ proprio quella di aver paura ripeto se questa onnipotenza e’ tutto e’ ovunque guardi se pensi che questa onnipotenza aver paura di qualcosa e’ come reputare malvagia l’onnipotenza , per questo dico l’unica paura che puoi avere e’ quella di te stesso . quello che hai intorno e’ solo bonta’.
      una cosa e’ certa comunque non e’ possibile fare un discorso che contenga solo parole per spiegarlo non ci si capira’ mai cosi , diventa un combattimento senza fine.
      credi solo in te stesso e nessun’altro.

      • francesco da pisa

        @ ALessandro io lo capisco che tu sei molto emotivo ma …
        scrivi ” non esiste paura ”
        e subito dopo: ” la paura sta’ dentro ogniuno , la paura e’ ogniuno di noi (….) e la mia paura e’ proprio quella di aver paura ”
        e meno male che non esiste paura, e se esisteva come eravamo messi ?

        • alessandro

          francesco se non riesci davvero a capire cio’ che dico posso provare a riesprimerlo , ma fai attenzione alla tua ragione perche’ se e’ la ragione che cerchi posso parlare per secoli che non capirai mai quello che dico, ripeto la paura, il male, chiamalo che vuoi, non esiste, sei tu ,e’ ogniuno di noi, il problema non esiste ,l’unico problema che c’e’ al mondo e’ l’uomo che si intestardisce a non capire .
          non c’e’ da combattere nulla fuori , se proprio pensi di dover fare una guerra la devi fare dentro di te per prendere possesso di te stesso .
          in questa guerra nessuno puo’ vincere
          si puo’ solo fare pace percio’ se ancora hai paura trova un modo per farci pace . auguri

  • francesco da pisa

    La paura non è l’unico nemico nascosto nella carne (e ripeto la Carne) degli uomini, ce ne sono altri, ma la paura è il nemico per eccellenza. E’ contro la vita, arcinemico della creazione, è puro abisso che divora ogni cosa. La paura è capace di
    trasformare un sentimento in una emozione
    tradurre una emozione in un pensiero
    verificare un pensiero in una reazione
    cristallizzare una reazione in una delusione
    cioè in un ricordo perenne di anti-vita
    e tutto questo non è semplicemente maligno, è molto di più 

    • Hiei

      A dire il vero la paura è funzionale alla vita dato che di base, è l’istinto che spinge a evitare il pericolo. Seghe mentali a parte. Solo gli idioti non hanno paura, l’essenziale è come per il resto degli istinti è di non esserne dominati.
       
      In sè la paura non è un “nemico”, è una brutta bestia che va addomesticata.

      • alessandro

        scusami forse non sarai d’accordo con me , ma per come la vedo io queste sono le parole di chi ha paura di non avere paura .

        • Hiei

          Non parlavo con te.

        • alessandro

          a scusami un’altra cosa vorrei dirti , non guardarti come un animale , quando parli di istinto non lo vedo corretto (tengo a precisare e’ solo una mia opinione e io sono nulla) l’istinto sta’ negli animali tu sei molto di piu non guardarti come un animale , tu gli istinti li puoi controllare perche’ sei un uomo tu devi essere padrone di te stesso non devi farti sfuggire nemmeno un pensiero senza il tuo consenso so’ che sembra impossibile , ma pensaci bene il cervello e’ tuo o no? sei in grado di comandarlo e di fargli pensare solo quello che tu vuoi? non e’ fantascienza e’ solo questione di allenamento , credimi quando ti dico che ti auguro ogni bene lo credo col cuore scoppierei di felicita’ sapendo che tu sei diventato il migliore tra i migliori e sarei qui e ti contatterei per per farmi insegnare cio’ che hai imparato.

        • Hiei

          “tu gli istinti li puoi controllare perche’ sei un uomo”
           
          Che è esattamente quello che ho detto io, a saper leggere.

        • alessandro

          hide la differenza se guardi piu a fondo la vedi, tu dici che  la paura è funzionale alla vita
          qui a mio parere c’e’ qualcosa che non va’ , poi vedi tu.

    • alessandro

      da quello che hai scritto comunque , prova magari a rileggerlo, la cosa e’ cotraddittoria.
      tutte queste cose emozioni ,pensieri ecc…. di cui parli ….te lo sei scritto da solo che nasce tutto dalla paura.
      per logica ti stai contradicendo da solo elimina la paura e ai eliminato tutti i suoi derivati emozioni pensieri ecc..
      percui la cosa e’ 1 sola ,non piu cose, e’ la paura e’ basta tutto qui nulla di piu.

      • francesco da pisa

        @ Alessandro
        Cit: “da quello che hai scritto comunque , prova magari a rileggerlo, la cosa e’ cotraddittoria.
        tutte queste cose emozioni ,pensieri ecc…. di cui parli ….te lo sei scritto da solo che nasce tutto dalla paura.”
        Uhm, no. Non ci siamo proprio. La cosa che ho descritto è completamente diversa, solo che non è facile spiegarsi da dietro uno schermo. Ma questo non lo sapevamo quando siamo venuti al mondo.

  • francesco da pisa

    E’ veramente terribile perchè
    LA PAURA E’ COME IL CEMENTO CHE FONDA LE NOSTRE PARETI NEL SOTTOSUOLO
    essa lega il nostro essere a quello che chiamiamo “amore”
    che in realtà è di solito una pagliacciata da pedate nel culo
    essa lega il nostro essere all’arte !
    che di solito è un minestrone di riflussi gastrici che ci condannano al vomito
    essa ci lega alla nostra stessa Coscienza !!!
    che di solito è un chiacchiericcio tipo l’autoradio che blatera mentre facciamo benzina….
    per rimuovere questo INVASORE
    ci vuole una spinta quasi sovra-umana inutile nasconderlo
    ci vuole quasi la potenza di Dio stesso, se non fosse che la Paura spesso si traveste da Dio (…)
    ci vuole la DOMANDA che ti spacca dentro
    “ma io veramente sono nato solo per farmi tutte queste pippe ?”
    e poi ci si prova a dare una risposta, che muoverà tutto quello che c’è da muovere, nei tempi e luoghi che abbisognano, naturalmente
     

    • alessandro

      ciao francesco da quello che scrivi ti riconosco o almeno cosi credo , allora vorrei farti una domanda , anche tu ti accorgi di tutti gli insegnamenti che ci circondano? es: i canti , le poesie, le riflessioni , le parole ascoltate di sfuggita da una persona che non conosci ma che passava di li giusto per caso , e non capisci perche’ le ricordi , ogni cosa che vediamo e sentiamo e’ li per insegnarci . 
       te lo chiedo perche’ a me capita , non voglio essere arrogante ma e’ come se il mio mondo ora sia diviso,
      riconosco gli angeli dalle parole e riconosco chi ancora non sa’ ,dalla paura nascosta nelle parole , e ringrazio dio dal momento che sono un credente ma se tu non sei un credente e credi per esempio all’universo va bene comunque l’importante non e’ cosa credi ,l’importante e’ evolvere .

      • francesco da pisa

        Sì Alessandro anche io mi imbatto in tanti insegnamenti. Così come riconosco alla prima chi vuol mettere zizzania, separare, secare, fare le veci del diavolo senza nemmeno averne la delega (è proprio il colmo….), così riconosco chi o cosa, senza neppure prestare attenzione a ME, mette lì una cosa, anche minuscola, che IO posso raccogliere. E farne buon uso.

        • alessandro

          ti amo fratello giuro , scrivi qualsiasi cosa quando la senti  facci partecipi , almeno io vorrei conoscerla qualunque cosa sia va bene anche solo un pensiero , amo sentirne la voce , ciao francesco :)
           

        • alessandro

          rileggi quello che hai scritto!!! guardati e giudicati solo tu puoi farlo , guarda quello che hai scritto
          e’ pieno zeppo di parole come zizzania, separare,fare le feci, diavolo azzarola ma ti vedi come scrivi?
          cambia modo di scrivere elimina ogni parola negativa , a me qui arriva la vibrazione e quasi mi fai venire il mal di testa , tu sei che butti energia negativa per il mondo , ferma te stesso , non fermare il mondo ferma te stesso. vivi cazz vivi beato stai sereno viviti la vita anche se fa’ cagare non fa’ nulla qualcosa di bello o di minimamente carino ci deve essere c’e’ per forza , di voglio bene fratello fallo per te stesso , sii positivo la tua energia positiva e’ l’energia pura , l’energia infiniti sei tu trovati fratello trovati

        • francesco da pisa

          Eliminare parole negative è una negazione a sua volta. Io non elimino, io vivo, come mi consigli giustamente tu.

        • alessandro

          francesco sei tu a scegliere quello che del tuo carattere va o non va bene non sono io che posso scegliere per te , se pensi che vada bene cosi , cosi sia , non posso che augurarti amore ,pace e bene , nessuno sceglie per te .
           

  • Casualmente proprio oggi ho visto una immagine che sintetizza alla perfezione il concetto di “paura”.

    Paura di volare, nello specifico.

    Un saluto a tutti :-)

     

  • orange

    la vera paura è la conoscenza..
    la falsa paura è l’ignoranza…

  • alessandro

    la mia unica paura difficile da abbattere e’ quella di pensare  che ci siano ancora persone che non vogliano fare nemmeno il primo passo , ma non so’ , credo di non poterci fare niente , forse non e’ compito mio , non sono sifficientemente pronto ancora ho da imparare molto , scrivo giusto qualche frase qua e la’ sapendo che verra’ letta ed etichettata da molti come arroganza.
    ma in realta’ questa e’ la mia tristezza piu profonda.
     

    • francesco da pisa

      Il primo passo verso dove, Alessandro ? Quello che è il primo passo per te non è detto sia il primo passo che sta davanti ai piedi degli altri. Regola numero uno, ogni via è unica, perchè siamo tutti esemplari unici. Non tanto nel corpo (io sono gemello identico, per esempio!) ma in quell’altra cosa, che pilota questo corpo. Quella entità che tu, dici più sopra, può decidere cosa “pensare”.
      A me sembra di vedere che le persone stanno diventando più “consapevoli”, e non è merito della crisi materiale, quella anzi potrebbe farle diventare ancora più ottuse…. No, in un modo o nell’altro moltissimi esseri umani (li vedo…..non parlo per spirito poetico) stanno affrontando il LORO primo passo, quello che li metterà di fronte a loro stessi.
      Ognuno di noi che fa il suo primo passo è solo l’ultimo di tanti, e il primo di molti.

      • alessandro

        quando dico passo intendo dire riuscire a comprendere in qualsiasi modo tu preferisca che il male non esiste , siamo noi a distruggere il mondo non il male, il male e’ solo una scusa che l’uomo si da per liberarsi dalle colpe di tutto quello che di sgradevole lo circonda , questo e’ il primo passo, comprendere che ogni colpa e’ tua e di nessun’altro .
        e per come la vedo io questo e’ un passo comune non singolo pero’ ripeto io sono nulla e sbaglio e questo mio dire puo’ avere  senso e nessun senso.

        • francesco da pisa

          Certo che il male esiste, è un’istanza presente in ognuno di noi. Ed è ovvio che la responsabilità per le cose sgradevoli è nostra, e di chi sennò? Quando tu ti identifichi in quella istanza, chi dovrebbe assumersi la colpa, se non tu medesimo?

        • alessandro

          continui a pensare che il male sia qualche cosa di distaccato da te , quando dico da te intendo da l’uomo , la vedi cosi: io sono io e il male e’ il male . fai attenzione , e’ la stessa cosa non due cose separate e’ una cosa sola.
          devi cambiare te stesso e non qualcun’altro.
          ma siamo troppo abbituati a scaricare la colpa agli altri tanto da inventarci un male solo immaginato e lo hai immaginato e gli hai caricato la tua croce sulle spalle , cerchiamo sempre di metterci comodi .

  • alessandro

    non e’ il passo verso un luogo , non c’e’ una fine che possa essere compresa e spiegata perche’ in realta’ e’ tutto e niente allo stesso momento , ma ripeto non puo’ spiegarsi a parole o lo vivi o non lo vivi .
    una cosa penso di poterla consigliare la meditazione ha una grande importanza imparare a meditare fino ad arrivare a riuscire a meditare senza dover sentire musica o doversi mettere in posizioni strane riuscire a meditare a comando ovunque ti trovi.

  • alessandro

    ecco così quel 666, segno che contraddistingue il famosissimo Satana
     
    te lo ripete per ben 3 volte ma non ti entra comunque in testa , per il fatto che sei arrogante e ti credi buono mentre sai benissimo in te stesso che sei un peccatore , qualcuno diceva: chi non ha peccato scagli la prima pietra,  percio’ sai benissimo che di regola se sei un peccatore in  paradiso non ci puoi entrare , eppure ti continui a dire , manoooo il mio dio anche se ho qualche peccatuccio mica mi condanna all’inferno
    e cosi ti perdoni da solo e vai avanti ed ecco qui tu 666 arroganteeeee tu ti fai dio di te stesso , svegliatiiiiiiiii

  • alessandro

    ma quanto siamo piccoli in questo universo?
    siamo un microscopico granello di polvere che vaga nell’universo .
    ora guardati intorno………………………………………immaginavi fosse cosi?
    lo vedi quanto e’ tutto immenso?
    ma chi ti credi di essere? ahhahhahahhahhaha sei un nulla a confronto a questa immensita’
    ma chi ti credi di essere!
    goditi a papa’ che e’ una figata !!!!

  • alessandro

    siamo qui per vivere la vita non per costruirla!
    siamo qui per vivere la vita non per ucciderla!
    siamo qui per vivere la vita non per farci proprietari della vita!
    siamo qui per vivere e basta!

  • alessandro

    nostradamus:
    L’Occidente libera le Isole Britanniche
    La ricognizione passare il basso, poi alto
    Non contento triste Rebel corsaro Scozzese
    Poi ribellarsi per più e per notte calda.

    traduzione:
    TU, l’occidente, tu nel senso di tu, tu l’io che sei .
    libera le isole britanniche ,    tu liberi il tuo io
    la ricognizione passare il basso , poi alto ,  tu controllerai te stesso e giudicherai la tua parte buona e la tua parte cattiva.
    non contento triste rebel corsaro scozzese , nel giudicarti non sarai contento di te stesso.
    poi ribellarsi per piu’ e per notte calda, ti ribellerai a te stesso e non vorrai piu aver a che fare ne con tu e nemmeno con io.
     

  • alessandro

    nostradamus:
    Saranno confusi molti dal loro pregiudizio, 
    Agli abitanti non sarà perdonato:   
    Che ben penseranno perseverare l’attesa,
    Mai grande comodità loro sarà donata.
    siamo confusi dal nostro pregiudizio , siamo convinti e certi di sapere quel che c’e’ da sapere.
    se sei felice di quel che vedi intorno e ci abiti tranquillamente.
    se ancora pensi di dover aspettare che dio venga a salvarti .
    non sarai mai comodo , continuerai ad aspettare sempre e sempre e sempre.
    aggiungo: tu devi fare il primo passo verso dio e non viceversa.
    azzarola mi dico e’ semplice non e’ un cosa complicata loooool
    non c’e’ bisogno di sacrifici o robe simili , basta 1 passo, uno non mille, unooooo.
     

  • alessandro

    questo e’ l’amore che ha delle sue anime.



    di chi pensi che siano queste parole ? ti parla ovunque in tutti i modi possibili e impossibili

  • alessandro

     se vieni invitato a partecipare ad una festa, almeno dai una mano ad  apparecchiare i tavoli.
    altrimenti quando inizia e vieni a sapere che tutti gli altri sono arrivati prima di te e hanno dato una mano, chi piu, chi meno, ma almeno un bicchiere sopra un tavolo lo hanno messo , non la prenderai proprio bene , si certo festeggierai ma con una traccia amara in volto.

  • alessandro

    la voce di un angelo la riconosci perche’ ti fa’ battere il cuore attenzione a scambiarla per paura il cuore batte piu forte perche’ lo riconosce sei tu che non lo riconosci
    ma il tuo cuore batte per avvisarti ,il tuo cuore e’ dalla tua parte fidati.
    il tuo cuore batte piu forte, sia se tu provassi ad immaginare il diavolo, sia se tu provassi ad immaginare dio, tu provi un emozione diferrente, ma il tuo cuore lo riconosce sempre, e’ questo il bene e il male, le tue emozioni. se’ giudichi male il tuo prossimo, chiunque esso sia non importa ,non c’e’ un ordine di grandezza,
    ti invii una brutta emozione e quando provi un’ emozione brutta ,automaticamente ti invii immagini brutte, tutta questa energia negativa
    te la invii tu ,sei tu ad inviartela da solo, non e’ colpa di nessun’altro e’ tua , se elimini la paura l’energia fluisce dentro e fuori te, senza stupidi blocchi mentali.
    guardare alle forme del toro l’arte universale dell’infinito.

  • daouda

    Un articolo di Olavo de Carvalho
    Logica dell’isteria

    • alessandro

      bello , un po’ complicato ma perfetto.
      Gettare le proprie colpe sugli altri è, nello psicopatico, un istinto innato e’ una delle basi del proprio potere personale

  • orange

    Parli del Cavaliere?..n’est-pas?..eh eh..

  • alessandro

    oooo ma qui non scrive niente nessuno?
    ma sono io l’unico psicopatico qui? hahahahahhah
    viva gli psicopaticiiiiiiiii
    a parte gli scherzi dai, cioe’ che sono psicopatico sara’ anche vero boh tutto e’ possibile , ma a parte questo dai ,stasera al bar e’ partita una mega discussione, la domanda era questa:
    sei d’accordo al fatto che i gay possano adottare dei bambini?
    parto io, ma vediamo di collaborare signori, altrimenti cambio sito ,vado a cercare quello per malati di mente ;) io credo che non ci sia nulla di male, (e premetto che ,primo, io non sono gay, anzi a dirla tutta mi fa’ un po’ schifo il pensiero ) pero’ penso anche questo…. ma chi sono io per giudicare gli altri? ma chi sono io? insomma in verita’ non so’ se e’ giusto o sbagliato ma credo anche che sia un attrazione sessuale diversa ok, ma diversa da cosa? ok e’ diversa da come la penso io questo lo riconosco ,ma arrivare a dire che 2 gay non possano essere 2 buoni genitori e che non siano in grado di crescere un bambino con i giusti principi e tutti i contorni della vita , dire questo a mio parere e’ arroganza  , la verita’ e’ che tu non lo sai come non lo so’ io, e chi crede il contrario e’ uno psicopatico ;) ahhah ciao belli ;)

  • alessandro

    non voglio essere dio , voglio essere come dio.

  • alessandro

    viaggio psichedelico nella ragione:
     
    stiamo facendo questo viaggio , perche’ volevamo giocare a chi avra’ ragione?
    bellissimo sto gioco , pero’ mi sono stufato dai bom basta , non gioco piu’
    chi vuole continuare questo gioco , si tenga la sua ragione , da parte mia sono d’accordo con tutti avete tutti ragione bravissimii godetevi la vostra ragione , a me interessa la pace.

  • alessandro

    ogniun per sè e Dio per tutti:
    erano una popolazione composta da 100.000mila abitanti , 90.000mila abitanti avevano un credo , una fede e avevano un ragione , gli altri 10.000mila abitanti avevano lo stesso credo e la stessa fede ma a differenza degli altri 90.000mila loro credevano che fosse gia’ tutto qui, percio’ non credevano in  una  ragione , avevano accettato il fatto di non poter essere certi di nulla , non c’e’ bisogno di litigare per nulla di materiale , questa gente sorrideva sempre , erano sempre felici sapevano accontentarsi di ogni cosa. passarono gli hanni su questa terra , e questi 10.000mila abitanti con questo :
    “credo, sono sicuro , ho ragione a non voler ragione” , diventarono 30.000mila , e passarono altri anni e diventarono 60.000mila abitanti con questo credo.
    era il tempo delle rivolte ma anche sè solo in 40.000mila credevano ancora che fosse impossibile che fosse gia’ tutto qui ma che bisognava aspettare un segno , loro
    anche se in minoranza impugnavano le armi per difendere il loro credo , questi abitanti litigavano tra di loro , cercando una ragione al perche’ gli altri 60.000mila
    non aspettavano? dovevano aspettare , come stiamo aspettando noi.
    era gente triste , loro non erano felici , ma pregavano qualcuno che portasse loro la felicità.
    passarono altri anni e i 60.000mila abitanti diventarono 80.000mila abitanti a credere che non bisogna dubitare di nessuno e vivere felici , questa gente viveva in fratellanza , tutti si fidavano di tutti.
    era troppo bello per essere vero ma i 20.000mila abitanti che ancora pensavano di dover aspettare, guardavano incuriositi tutti gli altri , allora in 19.999 abitanti cominciarono a pensare che forse nel voler ragione ci fosse qualcosa di sbagliato e si convertirono.
    1 solo abitante sulla terra era rimasto ostinandosi a pensare di dover aspettare , perche’ ancora non era arrivato nulla , lui non aveva visto niente,
    percui secondo lui , il mondo era invaso da folli che danzavano per le strade in allegria .
    poi venne il giorno…le nuovole si aprirono e un bagliore bianco scendeva , il mondo si illumino’ di una luce di un bianco lucente , un giorno di luce che dava l’idea
    che la notte non potesse mai piu tornare, cosi questa luce divento’ un fascio , e questo fascio di luce si diresse dall’unico uomo che ancora aspettava ,
    e la luce parlo’ e disse all’uomo: dimmi uomo , cosa pensi?
    e l’uomo rispose: sia fatta la tua volontà padre , benedetto sia il tuo nome sempre, ti ho sempre aspettato ed ero certo che un giorno sarerti venuto
    a prendermi grazie signore grazie .
    la luce disse: dimmi … cosa mi dici dei tuoi fratelli?
    e l’uomo disse: padre gli uomini, i miei fratelli pensavano che tu fossi gia’ qui e non ti hanno aspettato, sono stati un po’ ribelli , hanno vissuto ballando per le strade tutti felici pensando che il mondo fosse tutto qui , loro non hanno avuto fede nell’attendere il tuo arrivo , e si sono rallegrati di qualcosa che grazie a te padre io non ho mai conosciuto.
    la luce disse: ecco, io sono qui , e non andro’ mai piu via , e tu vivrai in enterno , non sarai mai piu ridotto in catene da nessuno , tu sei mio figlio ,
    e ogni cosa adesso ti appartiene , ecco ti dono la vita e il libero arbitrio sei libero figlio mio , ora vivi felice e in pace, sei libero.
    e la luce svani’ nel cielo e mentre svaniva la voce ripeteva saro’ sempre qui con te ,saro’ sempre qui con te fino a svanire.
    adesso l’uomo sapeva, lui aveva visto e sentito , solo lui aveva sentito , perche’ lui era l’unico uomo sulla terra che aveva atteso,
    nessun’altro aveva conosciuto , perche’ tutti gli altri si erano ingannati, credendo che fosse tutto gia’ qui.
    cosi vennè il giorno che non finisce mai , e l’uomo incontra un’altro uomo , si ricorda di questo uomo , lui era uno  di quelli che credevano che fosse gia’ tutto qui.
    allora si avvicinò all’uomo e gli disse: ciao fratello! ce l’hai fatta anche tu vedo.
    e l’uomo rispose che non sapeva di cosa stava parlando , disse: ce l’ho fatta a fare cosa?
    e l’uomo che parlo’ col padre rispose: se tu avessi aspettato, se tu avessi avuto fede adesso sapresti che dio e qui con noi.
    e l’uomo che non vide mai arrivare nessuno rispose: perche’? avevi dei dubbi?
    allora l’uomo che aspettava si disperava , tu non hai visto , e non lo hai sentito , perche’ non hai avuto fede e non hai aspettato che arrivasse , e ancora adesso ti inganni pensando che dio sia sempre stato qui , quando invece e’ arrivato adesso ..cioe’ prima , io prima ci ho parlato e l’ho visto.
    e l’uomo che non aveva atteso dio disse: ah , tu ci hai parlato prima, e lo hai anche visto? e adesso dovè?
    e l’uomo  che aveva atteso disse: e qui con noi , non lo vediamo adesso ma e’ qui con noi, per sempre , in eterno.
    e l’uomo che non aveva atteso disse: lo so’ fratello.
    e cosi l’uomo che aveva sentito e aveva visto , non riusciva a darsi pace , non c’era modo di far capire a chi non aveva visto che lui invece aveva sentito e visto.
    nessuno gli disse mai la parola che tanto aspettava “avevi ragione”
    cosi visse in eterno sapendo che lui era l’unico ad aver avuto ragione.
    lui era l’unico uomo ad aver ragione, adesso lui credeva , perche’ sapeva , mentre gli altri erano solo felici, ma senza sapere , loro ci credevano soltanto ,
    anche se non avevano mai visto o sentito nulla , loro avevano soltanto fede , avevano soltanto fede che dio fosse gia’ qui da sempre , invece che sapere.
    l’uomo che sapeva era triste , tutti credevano alle sue parole , ma nessuno credeva in lui.
     

  • orange

    chi di pioppo chi di noce..ognun porta la sua croce..eh eh..

  • alessandro

    siamo un unico organismo, che si divide in molteplici pensieri e idee:
    soffocare un pensiero, imponendosi un blocco mentale ogniuno di noi nella mente stessa ,
    impediamo alla mente di sviluppare ,
    il mondo come lo vediamo oggi , è la causa del nostro comportamento aggressivo come le guerre.
    bloccare il corretto flusso di energia causa in noi un grosso accumulo di energia negativa che prima o poi andrà scaricata ,
    continuando a bloccare la mente , impedendoci di lasciar scorrere le idee come un flusso di energia libera , (se ci pensi bene , lo sai che un pensiero e’ energia)
    cosi facendo , l’energia non varca mai i confini che ti imponi di bloccare , e se immaginiamo un cervello con tutte le sue rughe venette ecc.. , l’energia il pensiero
    che avevi, ma hai bloccato , non svilupperà mai quella parte del cervello , e magari la soluzione ai tuoi problemi stava proprio in quella parte di cervello
    che con un buon esercizio poteva sviluppare e svilupparti , facendoti arrivare alla soluzione di molti tuoi problemi e blocchi mentali.
    bloccare la mente è come morire , si resta fermi , quello che vediamo fuori nel mondo , continuerà a ripetersi all’infinito fino al punto 0.
    lasciar scorrere l’energia qualsiasi essa sia , positiva o negativa, non conta , una lampadina funziona grazie alle due polarità , lasciandola scorrere senza bloccare
    i pensieri , significa svilluppare nutrire la mente ,caricarla di energia in abbondanza , una mente nutrita di energia positiva sarà serena ,felice ,gioiosa , saggia ,
    affettuosa , sincera , libera da ogni cosa che opprime questo mondo.
    una mente bloccata invece non potrà mai sviluppare , perchè ogni blocco nasce da una paura , e l’energia della paura ci intossica.
    ci stiamo intossicando paese con paese , nazione con nazione , ogniuno portandosi dietro le paure del proprio luogo , questa energia negativa porta pensieri e idee negative in giro per il mondo , facendo nascere fanatismo guerre e morte.
    prima o poi si litigherà, magari tra mille hanni ma succederà ,sarà una guerra mondiale , che porterà le nazioni a divindersi in due parti
    meta’ mondo pensando in un modo e l’altra metà che la penserà in un’altro.
    i vincitori di questa guerra , diventeranno i proprietari di questa terra.
    vincerà un idea con tutti i suoi blocchi mentali?
    oppure vinceranno i pensieri e le idee libere da ogni forma di restrizione mentale?
    una mente libera può sentire e vivere e conoscere tutte le emozioni, perchè le lascia scorrere, cosi facendo le può studiare ,le può pensare e può valutarle e può scegliere quello che meglio crede.
    una mente bloccata non può vivere questo sapere e non può conoscerlo, così potrà solo negare, senza sapere e senza svilupparsi.

  • orange

    la prima che hai detto..

  • alessandro

    quale sarebbe il pensiero migliore per incatenare un mondo in un idea?
    la strategia migliore sarebbe quella di far credere ad ogni singolo individuo , che ci sia un qualcosa che impone delle regole che non vanno varcate.
    riempire il mondo di regole , di limiti invalicabili , ma la cosa piu insinuosa è proprio quella di bloccare anche le menti con regole che rispecchiano la vita esterna , cosi da internare le menti , e condannarle a non pensare. o almeno….a pensare solo a quello che impongo io , perche’ queste sono le mie regole, e tu devi vivere secondo le mie regole .
    io con un Dio che non accetta i miei difetti non ci stò , ei bello tu sei dio ,non io, io non sono perfetto come te , io sono nato cosi , io sbaglio , se non ti stà bene fammi perfetto , altrimenti sai che ti dico?
    accontentati come mi accontento io.

  • alessandro

    ahhahahh il grande vasco, si esprime come pochi altri, grande vasco sei nei nostri cuori.


  • alessandro

    pensiero:
    il mondo gira intrappolato,
    come il pensiero che hai imprigionato,
    fallo felice e lascialo andare,
    solo cosi potrai imparare,
    un’altra vita esiste già,
    è lei che aspetta l’eternità.
    e tu sei il grande spettatore!
    sei l’architetto e l’ideatore,
    ogni pensiero vive per te,
    tu sei suo padre, tu sei il suo rè,
    lascia che viva , nella sua gioia e nella sua pace ,
    credi di esserne capace?
    solo un’idea ti può svegliare ,
    quella che credi sia bene e male,
    cambia l’idea e vivila al centro ,
    tu non lo sai , ma è il tuo momento.

    • Hiei

      E in mezzo alla piazza
      c’era una bella pupazza.
       
      Vabbè, Santa, auguri eh…a tutti quale che sia il vostro amico immaginario… :’D

  • alessandro

    e’ il cuore che deve pensare
    il cervello serve solo ad elaborare non deve pensare ,
    la mente stà nel cuore non nel cervello
    bisogna solo sforzarsi di ascoltarlo
    buon natale a tutti ;)

  • alessandro

    avevo fatto pace con il diavolo all’inizio sembrò funzionare
    ma quando arrivammo alla luce satana abusò della luce
    cosi ci separammo nuovamente
    ma io volevo tornare alla luce
    e non potevo più fidarmi del diavolo (è ho visto che quando il cuore del diavolo si apre ne esce solo male la sua luce era nera)
    cosi facendo a ferito luce!
    non è possibile fare coppia con il diavolo per andare alla luce
    cosi l’ho sfidato
    e l’ho mangiato.

  • alessandro

    io vi farò aver sete del padre mio,
    cosi che non potrete resistere,
    volete davvero morire di sete?
    hahahhahhahah
    venite a bere senza paura!!
    portatevi anche le vostre paure..
    e i vostri peccati,
    venite che ci penserò io
    è ora del raccolto,
    nessuno di voi perirà,
    io sono la vita
    e cosi ho deciso.
    voi entrate nessuno escluso,
    ai vostri peccati ci penso io,
    fidatevi…
    se stò mentendo potete andare alla luce è dirgli:
    è stato alessandro a dirmelo
    diceva che era gesù ,scriveva al posto suo…
    ha mentito spudoratamente e ci ha ingannati.

  • alessandro

    per chi fosse indietro :
    vi dico , imparate a meditare , imparate la meditazione come primo gradino .
    poi focalizzate il pensiero all’universo , meditate sull’universo , fatevi delle domande
    e chiedete di voler capire .
    questo e’ un gradino di una scala infinita
    immaginate se davanti ai vostri occhi fin’ora ci fosse stato il libro della vita,
    adesso posate il libro e interrogatevi
    az mi dispiace avete studiato tutta la vita per niente
    oggi la professoressa non viene perchè è malata
    e voi avete una verifica di scienze
    percui eccovi il libro eterno studiatelo subito
    perchè domani si interroga.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>