Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
8 aprile 2009

Al servizio dei cittadini

…to serve and to protect…

Il sito del Guardian ha pubblicato un breve video in cui compare Ian Tomlinson, l’edicolante morto nel giorno in cui nella capitale inglese era in corso lo svolgimento del G20.
Nelle immagini si vede il signor Tomlinson che cammina con le mani in tasca volgendo le spalle ad un gruppo di poliziotti, e viene violentemente scaraventato a terra da uno di essi.
Tomlinson morirà per infarto dieci minuti dopo.

Quello che colpisce è l’uso totalmente gratuito della forza da parte dei poliziotti inglesi, nei confronti di un cittadino che non rappresentava nessun tipo di minaccia.
Questo episodio ha avuto un epilogo tragico, non si sa se in qualche modo collegato con l’azione del tutore dell’ordine inglese, ma tali situazioni non rappresentano certo una eccezione.
La propaganda cui siamo sottoposti quotidianamente ha lo scopo di convincerci che le varie “forze dell’ordine” abbiano il compito di servire e proteggere il “cittadino”.

In realtà, da sempre la funzione della polizia è quella di tutelare il potere costituito a spese del suddito.
La polizia controlla e reprime la popolazione, quello è il suo scopo, e gli avvenimenti della settimana precedente non sono stati che l’ennesima conferma di questa banale verità, una verità ben nota alle generazioni passate, e che si sta via via dimenticando.

26 comments to Al servizio dei cittadini

  • anonimo

    Ebbene, io lo scrivo.

    ACAB.

    Di quanti altri illuminanti esempi ci sarà ancora bisogno, perché la gente veda ciò che è tanto palese? cioè che le forze del disordine sociale sono create e foraggiate non per difendere i bravi cittadini dai criminali, ma per difendere lo Stato criminale dai bravi cittadini?

    gaia arrabbiata

  • Santaruina

    alla fine fanno quello che dicono di fare: servono e proteggono.

    solo che non specificano chi servono; il loro problema siamo noi.

    A presto

  • anonimo

    E pensare che c’è anche chi afferma che a vedere crescere il numero di poliziotti che si aggirano per le strade provi un piacevole senso di protezione.

    Fabiano

  • gigipaso

    ciao Carlo….

  • anonimo

    … the right of the People to keep and bear arms shall not be infringed.

    Mai dare le spalle ad un gruppo di facinorosi col volto coperto armati di bastoni.

    Tra l’altro l’uso di cani da pastore per l’ordine pubblico non ricorda vagamente qualcosa?

    Giorgio

  • anonimo

    Scusa gaia comprendo la tua rabbia ma c’è differenza tra polizia e poliziotti.

    Quell’ACAB proviene dagli stadi.

    Potremmo forse dire, seguendo ciò che scrivi, che gli ultras scontrandosi in ogni stadio contro la polizia siano i più fervidi paladini della Libertà?

    Forse si può anche dire.

    Ma se non è la polizia il problema, lo è forse lo stato?

    Indubbiamente, ma non si arriva ancora alla causa scatenante.

    Arrivati più o meno ad essa, ci si può anche rilassare dato che alla fine, “è necessario che ci sia lo scandalo”.

    Spesso sembra quasi una rassegnazione mentre invece è sacrosanto che sia così, e va bene, è giusto.

    Mi viene da scrive “Don’t Worry be happy”, anche alla luce di quest’ultimo avvenimento.

    Vi prodigate tanto nella denuncia, ma poi questo benedetto finale di partita ci attenaglia tutti, sia nell’informare-complicistico e sia nelle emozioni che ci pervadono e si alimentano.

    Ma è inevitabile.

    Eppure la soluzione è veramente semplice.

    Nella crisi del mondo moderno Guénon parla proprio di coloro che, avendo ancora attaccamenti al mondo, non riescono a dare piena realizzazione ai propri moti di libertà e Giustizia, alla propria ripulsione per questa mostrusità moderna.

    dato espresso anche e soprattutto da ben altri Maestri.

    Se poi, in sincerità, abbiamo le stesse informazioni che “loro” ci vogliono dare ma, in verità, questo “loro” non esiste poiché viviamo in un illogismo autoalimentantesi, starci appresso è buffo.

    Sarebbe ora di vivere più naturalmente e farsi due risate…oppure cercare la luce.

    Lo dico a voi, ma anche a me.

    La vita del complottista non solo è dura, ma più stupida ritengo di quello che non “sa” nulla di tutto ciò.

    D.

    p.s. Alla fine Santa, sto da un po’ scrivendo le stesse cose, non so neanche troppo perché.

    Va bien.

  • tristantzara

    …sento aria di rivoluzione…i sistemi imperiali autoimplodono,fanno prima loro.Io tifo sempre per l’Ecuador e la sua modernissima costituzione approvata solo pochi mesi fa.

  • rrrrr

    ho fatto domanda per entrare in polizia ma mi hanno scartato perché ci volevamo dieci decimi di vista e un metro e ottanta di altezza. allora ho fatto domanda per entrare nella malavita ma non mi hanno preso perché ci volevano dieci decimi di vista e un metro e ottanta di altezza. (w. allen) r.

  • gigipaso

    “se non esistessero i ladri, esisterebbero i polizziotti… ?

    così potremmo dire anche della medicina, e di tante altre cose…..

    quindi credo che gli uni siano complementari con gli altri….

    è da un pò che rifletto su questi parallelismi…. e più ci rifletto,e più sono convinto che ladri e polizziotti siano simbiotici come il paguro bernardo…

    ciao a tutti

  • anonimo

    Bisogna anche considerare l’ipotesi che l’edicolante sia figlio di borghesi

    e i poliziotti figli di povera gente.

    Poi l’edicolante era anche un ladro, perchè teneva le mani in tasca sicuramente per nascondere qualcosa.

    Pyter

  • anonimo

    Questi facinorosi vestiti di giallo, i cani lupo, la violenza insensata, quell’uomo inerme.

    Questo filmato davvero mi ha angosciato.

    Tangibile paura del futuro.

    Anonimo al nr. 6: non ho capito un’acca. Dici che è da un po’ che stai scrivendo le stesse cose?

    Autminric

  • qualquna

    un pò di respiro dai probblemi , che non finiscono mai

    augorandoti una felice Pasqua!

    Photobucket

  • qualquna

    un pò di respiro dai probblemi , che non finiscono mai

    augorandoti una felice Pasqua!

    Photobucket

  • qualquna

    un pò di respiro dai probblemi , che non finiscono mai

    augorandoti una felice Pasqua!

    Photobucket

  • Santaruina

    Penso che pubblicherò a breve un post che riprende in qualche modo le riflessioni di D.

    Un saluto a tutti.

  • anonimo

    Stasera ho guardato un film che si chiama Invasion.

    Tratta di un virus alieno che trasforma le persone in zombie ma buoni. la Kidman lotta contro gli alieni per salvare suo figlio dagli alieni che stanno rendendo pacifica la società (uno dei simboli è la pace tra bush e chavez). C’è un personaggio nel film che cita queste parole come cadute dall’alto della saggezza:

    “Per me immaginare un mondo nel quale una crisi non si traduca in nuove atrocità, nel quale un giornale non sia pieno di guerra e violenza, significa immaginare un mondo in cui gli esseri umani cessano di essere umani”.

    Il film si chiude con queste parole dopo che i “buoni” umani hanno interrotto l’epidemia e la kidman ha salvato suo figlio dagli alieni conformisti.

    Morale: i buoni sono zombi conformisti, i cattivi che uccidono, fanno stragi sono “umani”

    E hollywood è il ministero della verità!

    Anche qui lo zampino dell’USIA? Anche qui l’NWO?

  • anonimo

    firma sopra

    Federico

  • CeciAlcyone

    ricordo ancora con disgusto quando vidi il film di praga 2000 sugli scontri che avvennero nelle strade in occasione del meeting internazionale. i manifestanti erano divisi in tre sottogruppi: rosa=pacifisti completamente disarmati, gialli=tranquilli ma pronti a difendersi con armi improprie portate di nascosto, blu=black block. la polizia si accanì soprattutto sui rosa, che in massa maggiore venivano trasportati negli ospedali, i quali non avevano alzato un dito contro nessuno nemmeno per difendersi.

    se le forze dell’ordine non se ne stanno a commettere ingiustizie duante questo tipo di manifestazioni, o a fermare auto guidate da solitarie donne giovani per presunti controlli, di solito puoi trovarli al bar a prendere un caffè, con l’auto parcheggiata rigorosamente in sosta vietata.

    e dire che c’è chi vorrebbe aumentarne le unità.

  • Santaruina

    Federico, curiosa apologia della dissoluzione

    Interessante.

    ________________

    Ciao Ceci

    un altro caso emblematico.

    Ed ovunque si siano verificati tali episodi, il comportamento delle forze dell’ordine ha seguito lo stesso copione.

    Blessed be

  • anonimo

    a polizia si accanì soprattutto sui rosa, che in massa maggiore venivano trasportati negli ospedali, i quali non avevano alzato un dito contro nessuno nemmeno per difendersi.

    The right of the People…

  • anonimo

    dice un vecchio provebio: chi pecora si fa il lupo se lo mangia

    in questi casi è importante far sentire di non essere indifesi, essere pronti a ringhiare e allora il lupo (poliziotto) tende a evitarti per lanciarsi su altri meno pericolosi. si potrebbe approfondire

  • Santaruina

    Nella nostra epoca i lupi maggiori si sono confezionati dei bellissimi vestiti da pecora..

  • Santaruina

    Grazie _gaia_, mi era proprio sfuggito.

    Un chiaro esempio di come funziona l’ informazione.

    A distanza di due settimane questa diviene una notiziola da niente, dopo che una bugia è stata diffusa deliberatamente in un momento in cui la verità avrebbe avuto ben altri effetti.

    Davvero triste.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>