Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
2 Novembre 2008

Né saggio oltre misura

 

Non esser troppo scrupoloso
né saggio oltre misura.
Perché vuoi rovinarti?
Non esser troppo malvagio
e non essere stolto.
Perché vuoi morire innanzi tempo?

Tutto questo io ho esaminato con sapienza e ho detto:
«Voglio essere saggio!», ma la sapienza è lontana da me!

Ciò che è stato è lontano e profondo, profondo: chi lo può raggiungere?

Mi son applicato di nuovo a conoscere e indagare e cercare la sapienza e il perché delle cose e a conoscere che la malvagità è follia e la stoltezza pazzia.

Vi è una sorte unica per tutti,
per il giusto e l’empio,
per il puro e l’impuro,
per chi offre sacrifici e per chi non li offre,
per il buono e per il malvagio,
per chi giura e per chi teme di giurare.
Và, mangia con gioia il tuo pane,
bevi il tuo vino con cuore lieto,
perché Dio ha già gradito le tue opere.

In ogni tempo le tue vesti siano bianche
e il profumo non manchi sul tuo capo.

10 Giugno 2008

In sintesi

-o- Tutto mi è lecito, ma non tutto giova -o-
Corinzi 6:12
Forse la miglior definizione di libertà giunta fino a noi.

 

10 Febbraio 2008

Sete

I pesci andarono dal pesce saggio
per farsi dire cosa fosse l’acqua.
Disse loro che era la profondità
e tutto ciò che li circondava.
Ma essi continuarono ad essere assetati.

 (Nasafi)


Come pesci assetati immersi nell’acqua, un eterno vagare alla ricerca di ciò che ci circonda.
Il sapere moderno ha voluto fondarsi su quello che i sensi percepiscono, e su nient’altro, ma anche i nostri cinque sensi ci stanno tradendo.
Sensi sempre meno attenti, sempre più limitati, deboli, questo è il tempo in cui non sappiamo comprendere nemmeno ciò che riusciamo ad afferrare.
Ci è estranea la materia, figuriamoci l’essenza.
Un ottimo motivo per continuare a nuotare.

4 Dicembre 2007

Hafez

Sebben tutto sommerga del mondo l’alluvione
Mestizia non t’affoghi, che Noé regge il timone
Non t’aspettar lealtà dalla mondana fiera
Che mille volte sposa è una megera

Hafez
10 Ottobre 2007

Angeli caduti


Lucifero
, la creatura più bella e splendente del Regno dei Cieli, fu scacciato da Dio a seguito di una rivolta, una ribellione che lo stesso angelo della luce capeggiò, e che ebbe un esito tragico, per lui e per gli angeli che a lui si unirono.
Si narra che Lucifero peccò di orgoglio, che volle farsi pari al suo creatore.
La vicenda della caduta è nota, ma in verità vi sono diverse versioni a noi giunte, sulle sue reali cause.
Nell’ Antico Testamento l’unico riferimento alla ribellione di Lucifero si trova in Isaia, precisamente nel 14° capitolo, versetti 12-15:

Come mai sei caduto dal cielo, Lucifero, astro mattutino, figlio dell’aurora?
Come mai sei stato steso a terra, signore di popoli?
Eppure tu pensavi: Salirò in cielo, sulle stelle di Dio innalzerò il trono, dimorerò sul monte dell’assemblea, nelle parti più remote del settentrione.
Salirò sulle regioni superiori delle nubi, mi farò uguale all’Altissimo.
E invece sei stato precipitato negli inferi, nelle profondità dell’abisso!

Lucifero viene quindi punito per il suo orgoglio.
Isaia non aggiunge altre informazioni, ma si comprende che all’epoca in cui scriveva la vicenda dell’angelo caduto fosse di patrimonio comune.
Vi sono infatti altri libri contemporanei o posteriori ai testi dell’Antico Testamento che trattano la caduta in maniera più approfondita.
Si tratta dei cosiddetti Apocrifi del Vecchio Testamento, libri che non entrarono a far parte della Bibbia, ma che ne riprendono i temi, spesso apportando informazioni preziose.
Il Libro di Enoc richiama i primi versi del sesto capitolo della Genesi:

Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero.
Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni».
C’erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi.


Identificando nei figli di Dio  gli Angeli del Cielo, in Enoc si narra di queste creature celesti che scendono sulla terra e si innamorano delle donne, le figlie degli uomini, e rimangono con loro.
Il peccato degli Angeli ribelli sarebbe quindi non l’orgoglio, ma la cupidigia, e la rinuncia al loro ruolo celestiale in virtù dell’amore terreno.
Lo stesso tema è ripreso in un altro apocrifo, Il Testamento dei 12 Patriarchi, e precisamente nel Testamento di Ruben, nel V capitolo:

Dunque, figlioli miei, fuggite l’impudicizia e ordinate alle vostre mogli e alle vostre figlie di non adornare le loro teste e i loro sguardi per non ingannare le menti; ogni donna che si serva di questi inganni é destinata alla punizione eterna.
Fu in questo modo infatti che ammaliarono i Vigilanti, prima del diluvio. Perché quelli le guardarono a lungo e così ne ebbero il desiderio e concepirono l’azione nella mente. Presero forma umana e apparvero loro, mentre erano unite ai loro mariti.
Esse concepirono nella mente il desiderio delle loro immagini e dettero vita ai giganti; ché i Vigilanti erano apparsi loro alti fino al cielo.

Gli Angeli del Cielo vengono chiamati Vigilanti, come in Enoc, ed ancora si rimarca come caddero in disgrazia a causa del loro debole per le donne degli uomini.
Il Libro dei Giubilei, considerato canonico dalla Chiesa Copta, ancora riporta la medesima versione, e in esso i capi dei Vigilanti sono chiamati Mastema (Satana) e Belial; insieme alle altre creature celesti scendono sulla terra con l’intenzione di trasmettere la conoscenza agli uomini, ma finiscono per concupire le loro figlie:

…ai suoi tempi, scesero sulla terra gli Angeli del Signore, chiamati “vigilanti”, ad insegnare ai figli dell’uomo a fare giustizia e rettitudine sulla terra. […]
E fu quando i figli dell’uomo cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero ad essi delle figlie (che) gli angeli del Signore le videro nell’anno uno di questo giubileo (e), poiché erano belle a vedersi, si presero mogli fra tutte quelle che scelsero ed esse generarono loro dei figli e questi erano giganti .
E crebbe la malvagità sulla terra e tutti gli esseri corruppero il loro modo di vivere, dagli uomini agli animali, alle fiere, agli uccelli e fino a tutti quelli che si muovono sulla terra.
Tutti corruppero il proprio modo di vivere e le proprie regole e presero a divorarsi fra loro; la malvagità aumentò sulla terra e i pensieri della mente di tutti (furono) egualmente, in ogni tempo, malvagi.
(Libro dei Giubilei, 4, 14 5, 1-2)

Gli apocrifi quindi suggeriscono una visione alternativa della caduta degli Angeli, parlano di un qualcosa avvenuto molto tempo fa, un qualcosa a noi poco noto.