Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
24 gennaio 2013

Comunicazione: nasce il Club Capretta

Informazione Scorretta di Felice Capretta è stato uno dei blog più interessanti nel panorama italiano per quanto riguardava le analisi geopolitiche ed economiche di questi intensi tempi.
A distanza di un anno dalla sua chiusura, l’amico Felice dà inizio ad un nuovo sito, dalle ampie prospettive.
Ricevo e quindi volentieri pubblico la presentazione di questo nuovo progetto.

 

Oggi, 24 Gennaio 2013, festeggiamo l’Happy Day, giorno di felicità, giorno di festa.
Oggi parte ufficialmente il Club Capretta.

Perché di questi tempi, ormai, giorni di festa se ne vedono pochi. Sono giorni in cui vediamo l’ordine antico sfaldarsi, crollare imperi, il disordine montare e le neodittature consolidare il loro potere, cadere e forse ritornare.

In questo momento epocale di scontro tra il bianco ed il nero, dopo una pausa di riflessione dal blog Informazione Scorretta lunga ormai un anno, è giunto il tempo di dare fuoco alle polveri felici e restituire agli affezionati lettori il piacere di leggere il presente, con un occhio al passato ed un occhio al futuro.

Il Club Capretta è il risultato di questo anno di riflessione.

Il Club raccoglie i nuovi articoli di Felice Capretta e del team di collaboratori e coinvolge i nostri più fedeli lettori, grandiosi anticipatori, in un progetto di attiva collaborazione. Presentiamo traduzioni da grandi testate giornalistiche di tutto il mondo, traduciamo come sempre il GEAB, affrontiamo complotti ed analizziamo i complessi equilibri di potere sullo scacchiere mondiale.

Ogni tanto ci mettiamo qualcosa di green economy, di decrescita, cambiamento di paradigma, vita eco-bio-sana, salute e benessere. E occasionalmente ci buttiamo dentro un po’ di humor. O di utopia, come diceva il famoso capolavoro della commedia italiana.

Sul Club facciamo anticipazione macroeconomica e geopolitica, studiamo i fatti, li analizziamo e li rendiamo commestibili ai più. Dunque facciamo tre cose: 1. Segnalazione degli eventi rilevanti. 2. Analisi degli eventi 3. Pubblicazione delle analisi e diffusione al grande pubblico.

In sostanza, da oggi 24 Gennaio in poi potrai collegarti al Club Capretta e ogni giorno:

* leggerai le interpretazioni degli eventi del mondo con un taglio brillante ed autorevole

* sentirai la direzione del vento e anticipare gli eventi prima che si manifestino

* metterai al sicuro la tua vita, i tuoi risparmi, le tue cose, o almeno essere pronto a muoverti rapidamente per difenderli

Attenzione pero’: non tutti gli articoli saranno pubblici, e nemmeno il forum. Il Club è infatti riservato ai membri, e chi ne fa parte deve avere voglia di fare qualcosa per il Club.

Segnalare, analizzare, preparare articoli, qualunque delle tre aree va bene, ma bisogna essere attivi.

Quindi, se hai voglia di far parte del laboratorio più avanzato d’Italia per anticipazione macroeconomica e geopolitica, se hai voglia di impegnarti e fare qualcosa di buono per te e per il mondo, bussa, presentati, e forse ti sarà aperta la porta.

A tutti gli altri, ben ritrovati.

Saluti felici

Felice Capretta | Club Capretta

Happy Day! 24 Gennaio 2013
Lancio ufficiale Club Capretta
www.clubcapretta.it

39 comments to Comunicazione: nasce il Club Capretta

  • Hiei

    P.S.: La “pausa di riflessione” è CASUALMENTE coincisa coi fatti sopra esposti e col fatto che dato che lo sverniciavo di brutto sulla esplicita propaganda pro-sistema che si è messo a fare (come altri che sono stati piazzati lì apposta, vedi Mazzucchino che è passato dal trovare all’istante anche l’ultimo bullone compromettente delle torri gemelle ad avere la lingua perennemente infilata nel culo di Obama e divulgarne la propanda “non vedendo più” manco le cose più ovvie) ha messo la moderazione ed è passato alla censura sistematica, provocando così l’abbandono da gran parte degli utenti storici.
     
    Erano rimasti praticamente solo i quattro fetecchioni new-age affiliati al suo blog, e tu ne sai qualcosa della nuova religione new-age mi pare, con la loro dose di proganda relativa annessa, incluso l’idiota di indopama a cui son riusciuto un volta a far dire esplicitamente che secondo la sua visione newaggeabbestia i bambini palestinesi spappolati dalle bombe israeliane in fondo se la erano voluta loro: giuro!
     
    Se i vecchi post di Informazione Corretta non sono stati cancellati è ancora tutto lì, verificabile nero su bianco! Non ci credo che ti metti a pubblicizzare questa banda di ignobili spacciatori di fuffa di regime e religione newage dai risvolti che ben conosci…oh, se lor signori hanno qualcosa di ridire su quanto ho scritto siamo qui apposta per un bel confronto diretto in terreno neutrale dove non possono censurarmi come ai vecchi tempi, naturalmente!
     
    Il piacere è tutto mio! :’D

  • Felice è prima di tutto un amico che conosco di persona, ed Informazione Scorretta era uno dei pochi blog rimasti in cui certe tematiche venivano ancora approfondite.
    Quindi, questo annuncio è rivolto a coloro che fossero interessati al nuovo progetto, come descritto.

    Per il resto, lo spazio di Tra Cielo e Terra è sempre a disposizione per qualsiasi confronto, ma presupposto essenziale è il rispetto degli interlocutori, il che significa che insulti ed appellativi offensivi non sono ammessi.

    Se tu, Hiei, riuscirai a seguire questa unica regola, non avrai mai problemi qui.
    Però vedo che non sempre è per te cosa semplice.

    • Hiei

      ” Però vedo che non sempre è per te cosa semplice.”
       
      No, con i criminali mi riesce difficile, lo ammetto.
      Con chi incitava ad appoggiare i criminali tagliagole che hanno messo a ferro e fuoco la Libia al grido di “guardate Al-Jazeera, che è tutto così chiaro”, con chi sostiene le rivoluzioni pilotate di Soros, con chi incitava a linciare l’ambasciatore libico in Italia perchè non rinnegava Gheddafi, con chi tutela chi sostiene che i bambini palestinesi mutilati dalle bombe israeliane se lo meritano, “in fondo lo vogliono loro” mi riesce proprio difficile.
       
      A te invece va bene?

    • Hiei

      Per la cronaca, anche tu quando dai ai detentori del potere dei sociopatici e ai satanisti degli psicopatici criminali manchi di rispetto a costoro con appellativi ingiuriosi e offensivi, peccato che il punto sia che questi corrispondono alla realtà, esattamente come quanto ho detto del Capra corrisponde alla realtà – sia tuo amico o meno (dai nemici mi guardi iddio che dagli amici mi guardo io) e non ho difficolta a dimostrarlo, quindi a tua volta sei pregato di non insultare la mia intelligenza con scene da santerellini ipocriti che davvero non ti sono proprie…

  • Per quanto si sia lontani dalle posizioni degli interlocutori, la vera sfida consiste nell’argomentare facendo uso di un linguaggio pacato.
    Se davvero si pensa di avere delle argomentazioni valide, gli insulti non sono necessari.
    Al contrario, distolgono l’attenzione dal nostro messaggio, concentrandola sui termini coloriti.

    Alla fine, qualsiasi cosa si abbia detto, rimarrà solo l’insulto.

    Aggiungo anche che il web offre una possibilità unica in questo caso, dal momento che a differenza della comunicazione verbale ci dà la possibilità di rileggere quanto scritto e quindi rivedere i termini emotivi, lasciando spazio al puro argomentare.

    • Hiei

      Non mi hai detto se dare del criminale psicopatico a qualcuno è un’insulto oppure no, altrimenti devi un bel po’ di scuse ai satanisti, in teoria.
       
      Detto questo, er Capra non è un segreto (andiamo a esaminare post per post? Non ho problemi, non comincio il copia e incolla per amor di brevità) abbia sistematicamente diffuso propaganda della religione newage da te definita satanista, propaganda sionista o sostenuto indivui come indopama – altro grande araldo newage – che la spargevano a piene mani, fatto da megafono alla propaganda dei criminali – anch’essi secondo te satanisti – genocidi e dei loro media di regime come Al-Jazeera, insultato – secondo i tuoi parametri di insulto – gente a piene mani, ricorso alla censura, difeso chi giustificava l’infanticidio in Palestina e istigato al linciaggio per motivi politici diffondendo i dati personali in spregio al diritto di privacy della persona interessata.
       
      Tutto molto cristiano, immagino.
       
      Davvero ti stupisci che sia sconcertato che tu gli faccia una smaccata pubblicità o del mio palese disprezzo per un individuo che ritenga avere sacrosante ragioni da giudicare vile e meschino? Porta pazienza, à amico tuo, non mio ed essendo secondo le intrepretazioni del tuo blog un probabile affiliato ai satanisti ne renderai poi conto tu al tuo principale, fra l’altro… :’D
       

      • Hiei

        Solo una, per il gentile pubblico, a sostegno delle mie affermazioni, da “Informazione Scorretta”:
         
        “L’ambasciatore libico in Italia continua a non volersi dimettere. Questo fa di lui un sostenitore del futuro ex regime e dovrà fronteggiare l’accusa di genocidio se e quando sarà formulata.
         
        Potete fargli sapere quello che pensate chiamando l’ambasciatore, Hafed Gaddur, al numero 06 86320951. Gli affezionatissimi romani che volessero fargli un salutino di persona lo trovano al suo ufficio sulla Nomentana al civico 365. Di seguito invece le email, più pratiche.”
         
        http://informazionescorretta.blogspot.gr/2011/02/gheddafi-disoccupazione-e-materie-prime.html
         
        Consiglio di leggere tutto il post originale, che sarebbe stato assolutamente degno di essere pubblicato su un giornale fascista ai tempi dell’altra guerra italiana in Libia…per le mie critiche a tutto ciò fui bannato dal Caprone IN QUANTO TROLL, OVVIAMENTE! :’D
        I love it! :’D

  • Quano io uso il termine “psicopatico” è per definire una precisa condizione d’essere, caratterizzata da assenza di emozioni e sentimenti.
    Allo stesso modo, il termine “criminale” è riservato a coloro che si macchiano di delitti.
    I termini sono importanti, e proprio per questo non vanno usati a sproposito.

    E vista la confusione generale dei tempi in cui ci troviamo a vivere, non bisogna mai confondere i propagatori consapevoli della deviazione moderna con chi ne cade vittima.

    Detto questo, avendo seguito all’epoca con regolarità le discussioni su Informazione Scorretta, diei che il tuo ban era dovuto al tuo modo di argomentare, piuttosto che al contenuto di quanto da te sostenuto.
    Io lo dico sopratutto per te, nel caso ti interessasse.

    Quando decidiamo di partecipare ad un dibattito, infatti, dobbiamo considerare lo scopo che ci prefiggiamo.
    C’è chi scrive perchè vuole controbattere a delle imprecisioni, chi vuole per mezzo del ragionamento esporre una considerazione, e chi lo fa solo per sfogarsi.

    Nei primi due casi, occorre fare il possibile per raggiungere il proprio scopo, ed usare un linguaggio il meno possibile emotivo.
    Nel terzo caso invece ci si lascia andare, ma poi non ci si si deve sorprendere se il messaggio non viene accolto a dovere.

    • Hiei

      “Quano io uso il termine “psicopatico” è per definire una precisa condizione d’essere, caratterizzata da assenza di emozioni e sentimenti.
      Allo stesso modo, il termine “criminale” è riservato a coloro che si macchiano di delitti.
      I termini sono importanti, e proprio per questo non vanno usati a sproposito.”
       
      Ma quando tu chiami uno criminale o psicopatico, se questi non lo è, non lo stai forse insultando tanto quanto?
       
       
      “E vista la confusione generale dei tempi in cui ci troviamo a vivere, non bisogna mai confondere i propagatori consapevoli della deviazione moderna con chi ne cade vittima.”
       
      E Capretta è uno di questi, devo portare altre prove? Ne abbiamo a mazzi.
      Quindi perchè lo stai difendendo?
       
      “Detto questo, avendo seguito all’epoca con regolarità le discussioni su Informazione Scorretta, diei che il tuo ban era dovuto al tuo modo di argomentare, piuttosto che al contenuto di quanto da te sostenuto.”
       
      E questo per me è un insulto, caro mio, ora come la mettiamo?
      Come detto dipende dalla realtà dei fatti e dato che i post e molti miei commenti sono ancora lì direi che adesso dovresti provare, coi fatti, la tua affermazione oppure presentare le tue scuse.
      A sostegno ulteriore della mia posizione ti chiedo questo: come mai molti lettori di vecchia data del Capra di fronte al trattamento da me riservatomi se ne sono andati dichiarando apertamente che era censura di legittimo dissenso?
      Ti trovo i commenti, salvo siano stti da allora cancellati.
       
      Ultima domanda: ti è chiaro che stai difendendo un sostenitore dell’infanticidio, del genocidio e del regime satanista di fronte a chi lo smaschera pubblicamente, prove alla mano? O per dirla in un’altra maniera: chi sei tu e cosa ne hai fatto di Santa? :’D
      Aho, Caprè, sei tu? Forza, libera l’ostaggio e arrenditi pacificamente e nessuno si farà male… :’D

      (fortuna che il tempo fa schifo e c’ho il ragù sulla stufa…il giovedì escono le scanlation dei miei manga preferiti però, mi hai guastato la lettura con ‘sta sparata – la prossima volta scegli un giorno diverso per favore… :’D ).

    • Hiei

      P.S.: Seguivi con regolarità la discussione quindi l’apologia del genocidio dei criminali della NATO e il saccheggio colonialista, nonchè la grancassa dei media di regime e l’orrida apologia degli infanticidi sionisti in Palestina e mantra newage-satanisti hanno la tua approvazione, ne eri perfettamente al corrente??
       
      Dai, Caprò, ormai ti abbiamo smascherato, vieni fuori con la tastiera bene in vista… :’D

  • Boh Hiei, direi che abbiamo idee diverse sul conto di Felice.
    Qualche volta anche io non sono stato del tutto d’accordo con le sue analisi, ma questo è più che normale.
    Ma la sua buona fede e la sua sincerità per me è fuori conclusione.
    Lo conosco di persona, ed è una persona straordinaria.

    Quindi, per me la questione si può concludere qui, rimanendo con la nostra disparità di opinioni.
    Lo spazio per dire la tua l’hai avuto, ed è ancora a tua disposizione se vorrai aggiungere qualcosa, sempre tenendo presente quanto prima detto.

    A presto

  • Hiei

    “Ma la sua buona fede e la sua sincerità per me è fuori conclusione.
    Lo conosco di persona, ed è una persona straordinaria.”
     
    E sei andato a “fare una visitina” all’ambasciatore col tuo camerata, già che ci siamo?
    Se ti rifugi nel politichese per difendere il tuo “amico” contro ogni evidenza, delle prove non vuoi proprio parlarne, avrai i tuoi motivi…non è che devo convincerti di niente.
     
    Mi divertiva però l’idea di vedermela direttamente col diretto interessato dove non potesse censurarmi, ma in elogio a chi è sicuro dei propri argomenti in questa storia, non succederà manco per caso, nevvero? :’D
    (è la tua ultima possibilità Capretta: libera l’ostaggio e rilascia il blog, vieni fuori con la tastiera e le corna bene in vista o facciamo irruzione!! :’D ).

  • Anonimo

    hiei, hiei, hiei, hiei…

  • INTRUTHWETRUST

    strano comunque che questo misterioso personaggio abbia scelto proprio la capra per proporsi al pubblico… perchè si tratta di uno dei più noti simboli satanici e i disinformatori si riconoscono anche dai simboli che adottano, come, ad esempio, il sito anticospirazionista “perle comoplittiste” nel cui logo appare la farfalla monarch… solo coincidenze? mah…

    • Hiei

      Guarda, sto bazzicando un po’ per i commenti, quanto mi sono divertito quando ancora c’era qualche falla nel controllo di internet! C’era una tale massa di debosciati su IS che non me li ricordavo più e momenti magici tipo quando er Capra dichiarava “tutta la sua stima” per un utente che sosteneva che gli arabi “sono tutti pecorai ignoranti, che devono solo ringraziare gli israeliani che li stanno civilizzando” o che, al tempo di piazza Tahrir si augurava che agli egiziani “ci pensasse un nuovo Pinochet” – tutto letterale, eh! :’D
       
      Che spettacolo…

  • Anonimo

    comunque sui simboli andiamo male… >
    http://www.clubcapretta.it/index.php?option=com_zoo&task=item&item_id=83&Itemid=206
    ….stelle
    http://www.santaruina.it/?s=stella&submit.x=8&submit.y=10
    ….e y arovesciate
    la Y rovesciata circondata dal cerchio (che non è altro che una croce capovolta…

    L’altra faccia del simbolo della pace

  • nella discussione noto che l’equilibrio è solo da una parte: quella che merita stima, rispetto ed amicizia.
    dall’altra, sostanzialmente c’e’ solo diffamazione e radicale distorsione della verità.
    ma tant’e’, non si puo’ essere amici di tutti.
    bastano le persone giuste. 

    grazie santa per la pubblicazione :-)

    • Hiei

      ” dall’altra, sostanzialmente c’e’ solo diffamazione e radicale distorsione della verità.”
       
      Neghi di aver appoggiato i tagliagole NATO e scritto di tuo pugno l’incitamento squadrista ad “andare a trovare” l’ambasciatore libico, di fronte all’evidenza? Neghi di aver dichiarato tutta la tua stima all’utente luigiza i cui commenti esplicitamente razzisti e incitanti alla pulizia etnica sono tutti presenti sul tuo vecchio blog, posso facilmente linkarli?
       
      Berlusconi vi ha insegnato bene le vie dello sforzo, vedo… :’D
       
      Vieni in territorio neutrale a fare un bel confronto alla pari? Posso smontarti pezzo per pezzo in modo pacato ed educato e guarda, mi va anche bene Santa come mediatore (sarebbe chiedergli troppo, comunque, d’altra parte ti ha fatto lui pubblicità…), parliamo della tua religione newagge che secondo Santa è satanista, dei tuoi amici indopama e l’altro non mi ricordo come si chiamava, vuoi?
       
      Forza, mostra la tua grandezza, la potenza dei tuoi argomenti, dsitruggimi in un confronto aperto invece di fare il chiagni e fotti e nasconderti nella censura e dietro a Santa, coraggio! Fai vedere che la capretta può sconfiggere il lupo! :’D

  • Ciao Felice, è stato un piacere :-)

    ______________________

     

    Hiei
    secondo me dai un po’ troppa importanza all’idea di “confronto” qui su internet.
    E’ solo un mondo virtuale, e forse è il caso di utilizzare questro strumento per cose più utili.
    Solo un parere, ovviamente.

    A presto

  • Hiei

    “E’ solo un mondo virtuale, e forse è il caso di utilizzare questro strumento per cose più utili.”
     
    Tipo la propaganda?
    Curioso come la “controinformazione” su internet e la rete come “mezzo di democrazia” sia stato sdoganato con la retorica “tv e giornali” sono mezzi unidirezionali: ti dicono quello che vogliono e non puoi replicare mentre il rete c’è confronto con gli utenti! E’ democratico!
    Come Grillo che ai tempi si vantava della democrazia “dal basso” perchè il politico che provava ad aprire un blog lo doveva chiudere perchè gli riempivano l’aria commenti di pernacchie.
     
    Adesso se contesti qualcosa sei un troll e vieni bannato. Tutto è moderato e si può solo assentire bovinamente, se provi a confrontare qualche idea – che evidentemente invece deve venire dal blogger sacerdote e calare a riempire le zucche vuote dei lettori – te lo vengono a sconsigliare, che “è un mezzo più utile a fare altro”. E cosa, guardare pornazzi?
     
    Il mezzo è tornato ad essere unidirezionale. Ogni informazione utile scomparsa. Ogni dissenso sedato. E tutti i beoti che “oooh, se è su internet dev’essere vero” come prima “se p in televisione dev’essere vero”, come prima “se è alla radio dev’essere vero” come prima “se è sul giornale dev’essere vero” come prima “se l’ha detto il sacerdote dev’essere vero” e il mezzo è finalmente tornato a essere il messaggio, la transizione è compiuta.
     
    Più le cose cambiano più restano le stesse.
     
    Perchè invece non mi dai un parere sulle belle cosucce che scrive il tuo amico filosatanista, Santa, che dici? Senti anche questa:
     
    “Stiamo aspettando pazientemente la notizia della cattura, delle dimissioni o della fuga di gheddafi. Nel frattempo, scene di festeggiamenti in tutta la Cirenaica in attesa della caduta definitiva del futuro ex presidente. A Bengasi i negozi sono di nuovo aperti, internet è attiva e la vita scorre di nuovo normale.”
     
    http://informazionescorretta.blogspot.gr/2011/02/in-attesa-della-caduta-di-gheddafi.html
     
    Dai, dimmi qualcosa, non essere timido! :’D
    Usiamo il mezzo per “qualcosa di più utile”!

  • Caro Hiei, non è un segreto che tu mi sia simpatico, e credo che tutti ci meritiamo che ci sia un Hiei a scuotere le nostre coscienze a volte intorpidite.
    Quando gli USA invasero l’IRAQ, mi ricordo che di tutte le scene di saccheggio e rese dei conti in strada che le televisioni mostravano per far vedere quanto quei popoli siano barbari, ci fu un’immagine che nonostante il mio giudizio più che negativo sull’invasione mi mise di buon umore.
    Si trattava di una decina di uomini che con delle funi abbatterono una grande statua di Saddam.
    Ora, la fine di un dittatore è sempre una cosa bella da vedere, isolatamente dal contesto, e non si può dire che Gheddafi non fosse un dittatore.

    Io ho amici che tra di loro non starebbero insieme, dall’agnostico integralista a l cattolico razionalista, al cattolico integralista, musulmani, ebrei, comunisti anarchici, buddisti e fighetti.
    Sono miei amici e sanno esattamente come la penso, non ho problemi a dire che un’idea o un’altra per me sono aberranti e condannabili, quello che rimane illeso è il giudizio sulla persona, nel senso che se le sue idee prendono il sopravvento sul rapporto umano viene meno la ragione per cui ci si parla o ci si incontra.
    Il modo in cui questo succede dipende da molti fattori, io propendo per un distacco più indolore, più di una volta ho dovuto ricredermi su una persona oppure l’ho trovata anni dopo cambiata.

    Ora, io concordo assolutamente con te sul fatto che la “primavera araba” non è altro che l’attuazione di golpe a catena gestiti e finanziati in ambienti NWO, e che certamente quello che segue queste pseudorivoluzioni è infinitamente peggio dei regimi caduti, questo modo di pensare però lo desumo da quanto e come sono stato in grado di informarmi, e non essendo libico, ne siriano ne iracheno, la mia risulta essere una posizione teorica, un’opinione.
    Un’altra persona può essere di parere diverso, mio padre ad esempio, cosa devo fare rompere i rapporti con mio padre perchè non crediamo alla stessa versione dei fatti, perchè la sua visione implica ineludibilmente il razzismo o giustifica la sopraffazione di un popolo?
    Anche con te non sono d’accordo, per esempio in materia di fede, ma fintatnto che la tua posizione non supera il limite della bestemmia, mi fa piacere parlare con te, altrimenti ti ignorerei, (non sono islamico ne cattolico integralista e la bestemmia non credo vada punita).

    Che dobbiamo fare, la tua animosità è perte del tuo modo d’essere, però non puoi imporre a Carlo di rompere un’amicizia su una questione come questa, perchè se è vero che il medium e il messaggio sono due dimensioni diverse del linguaggio, alla fine il linguaggio è uno, ed è composto da tutte le sue parti, e la capacità di comunicare del linguaggio dipende anche da come queste parti sono composte, così come i livelli di confronto non necessariamente devono essere determinati dal personale.

    Mettila così, ti trovi ad un concerto in cui dei passaggi musicali non solo non ti piacciono, ti disgustano, io credo che puoi uscire, o restare ad ascoltare riflettendo sull’insieme della composizione e alla fine confermarti nel tuo giudizio o modificarlo, come credi, quello che non dovresti fare è interrompere l’esecuzione perché non avviene in una tua dimensione privata ma appartiene a tutti quelli che vi partecipano. 
    Sembra banale dirlo. 

    • Hiei

      “Che dobbiamo fare, la tua animosità è perte del tuo modo d’essere, però non puoi imporre a Carlo di rompere un’amicizia su una questione come questa”
       
      Scusa, dov’è che avrei chiesto a Santa di fare alcunchè?
      Io non metto mai in mezzo terzi, se ho una questione aperta con qualcuno me la vedo con quel qualcuno, faccia a faccia e a viso aperto: ho persino proposto alla Capra (che oltre alla questione Gheddafi ce ne sono altre, inclusa come detto la sua stima dichiarata per un utente che ripetutamente dichiarava tutti gli arabi “pecorai ignoranti ed incivili che dovrebbero solo ringraziare gli israeliani che li stanno civilizzando” e la propaganda newage sua e dei soci come indopama “i bambini massacrati dai missili isreliani in fondo lo volvevano loro” – cerca pure i commenti, tra fine 2010 e inizio 2011 direi) di smentirmi pubblicamente, tet-a-tet lui e io con Santa che pure lo difende ed è suo amico come moderatore!
       
      Più di così che altro posso fare?
       
      Santa ha ritenuto di fare pubblicità al suo amico, io ho ritenuto di far sapere a coloro che valutassero di frequentare quel sito cosa ho avuto esperienza esserci dietro portando le prove di ogni singola cosa detta.
      E finora a smentire i fatti abbiamo solo avuto retorica di circostanza in pessimo politichese.
       
      Cosa vuoi, forse Capretta avrebbe dovuto scegliere come nick Coniglio piuttosto. :’D
      Peccato. speravo di divertirmi ancora un po’.

    • Hiei

      Dimenticavo: se un ateo bestemmiasse non sarebbe un vero ateo, no? :’D

  • Cangrande

    Riguardo alla “diatriba” tra Hiei e Capretta, il mio punto di vista:
    il sito di Felice lo reputavo, a suo tempo, un “faro” della vera e libera informazione.
    Inoltre apprezzavo la sua indubbia intelligenza ed ironìa nell’esporre anche argomenti difficili da digerire.
    Devo però concordare con Hiei. Pure a me sono cascate le braccia e sono rimasto basìto nel leggere certe cose di cui alcuni esempi li espone Hiei.
    Considerando l’indubbia intelligenza e acume di Capretta, sono giunto alla conclusione che lui NON PUO’ NON SAPERE la Verità (con la “V” maiuscola). Solo che non ne capisco il perché: o cooptato o blandito o minacciato. Non lo so.
    Fatto sta che Hiei ha ragione pienamente. E’ evidente e provato nei FATTI !!!!!
    Si può non condividere il modo accorato e colorito in cui espone il suo punto di vista.
    Ma se io fossi un padre di un bambino maciullato dagli “esportatori di demoKrazia”, forse penserei di armarmi.
    Altro che “toni forti”……
     
     

  • Cangrande

    Dimenticavo…… Nel sito di Capretta, mi sembra riguardo gli avvenimenti libici, inviai un commento facendo presente la VERA natura dell’invasione e del massacro del popolo libico da parte dei servi dei satanisti. Con toni pacati ed elementi INCONTROVERTIBILI.
    Mi è stato censurato.
    Da lì ho capito…….. Anche se non conosco il vero motivo per cui Felice si è ridotto a fare da cassa da risonanza ai satanisti.

    • Hiei

      Ma anche fosse “in buonafede” sarebbe un allocco di proporzioni epocali… :’D
      Uno che prende una serie di cantonate ciclopiche del genere in spregio stolido di tutti quelli che gli dimostravano i suoi errori che ora si presenti come “laboratorio più avanzato d’Italia per anticipazione macroeconomica e geopolitica” è un farsa ignobile! :’D


      Come no, cazzo, la macroeconomia! Me li ricordi i discorsi deliranti “il debito pubblico è ricchezza” sul suo vecchio blog! Il GEAB vacca miseria, ne avessero MAI presa una anche quelli del GEAB che poi erano quelli che proponevano come soluzione alla crisi “una moneta unica mondiale”, surprise! Chi ci sarà mai dietro? :’D
       
      “* leggerai le interpretazioni degli eventi del mondo con un taglio brillante ed autorevole”
       
      Tipo: “guardate Al-Jazzera, che è tutto così chiaro”
       
      * sentirai la direzione del vento e anticipare gli eventi prima che si manifestino
       
      A Bengasi per esempio, la vita è tornata normalissima e in Libia tutti sono felici e ringraziano i ribelli per aver portato la democrazia!
       
      “* metterai al sicuro la tua vita, i tuoi risparmi, le tue cose, o almeno essere pronto a muoverti rapidamente per difenderli”
       
      E chi è che provoca crisi, caos e violenza di solito per speculare su ansia e terrore e spingere le sue soluzioni? Riconosciamo lo stile? No? Allora leggiamo ancora:
       
      “Ogni tanto ci mettiamo qualcosa di green economy, di decrescita, cambiamento di paradigma”


      Cioè le parole chiave degli ecofasciti malthusiani alla Obama araldi della newage consapevol-Napolitana satanista.
       
      Veramente, mi sento in imbarazzo io per Santa che ospita porcate del genere…anche se resto sull’idea dell’ostaggio, in verità, mi sembra più sensata… :’D

  • Il fatto è che non basta essere in disaccordo con qualcuno in un argomento per trasformarlo in un accerrimo nemico.
    Si possono avere anche pareri divergenti, senza per questo vedere nell’altro un “servo di satana”.
    Non occorre esagerare.

    Se proprio vogliamo avere un metro di giudizio, quello è rappresentato dalla buona fede, e su questo Felice personalmente non lo metto assolutamente in discussione.
    Inoltre, Felice è presente sul web con analisi attente ed approfondite da diversi anni, e il caso della rivolta in libia e delle primavere arabe è solo uno dei cento o mille che ha trattato.
    Nemmeno io ero d’accordo con quella sua specifica analisi, ma questo non significa niente.
    Le altre centinaia di articoli che ha pubblicato le ho sempre lette con grande attenzione, ogni volta venendo a conoscenza di informazioni che altrove non si incontravano.
    Penso che nemmeno chi legge questo di blog si troverà d’accordo con quello che scrivo 100 volte su cento.
    E’ una cosa normale, non esistono due teste identiche, da nessuna parte.
    Quindi penso di non avere altro da aggiungere sulla questione.

    La cosa più intelligente che uno può fare è andare a leggersi il nuovo sito di Felice e decidere con la sua testa.
    Se lo trova interessante, lo segue, se no, non lo segue.
    La cosa è talmente semplice da risultare elementare.

    A presto

     

    • Hiei

      “Il fatto è che non basta essere in disaccordo con qualcuno in un argomento per trasformarlo in un accerrimo nemico.”
       
      Se questo disaccordo dipende dal fatto che l’opinione su cui dissento è quella volta a ridurmi in schiavitù…per esempio, prendiamo l’opinione: “tutti i cristiani sono infedeli e/o invsati pedofili mentalmente instabili e andrebbero rinchiusi e/o giustiziati”.
      Che sfumatura assumerebbe il tuo disaccordo?
       
      Non hai ancora fatto UN solo esempio della buona fede di Caprette, io e non solo io te ne stiamo portando a pacchi: non c’è soltanto Gheddafi – anche se già notare che fai finta di nulla sugli appelli squadristi con linguaggio fascista – e il fatto che ripetutamente gli utenti hanno segnalato la sua visione chiaramente distorta della vicenda, ci sono mille altri argomenti come hai detto tu: la sua cerchia di soci che adesso infatti sono redattori a quanto pare che facevano commenti razzisti e islamofobi – che ho citato – propaganda sionista inneggiante al genocidio e infanticidio – che ho citato, la grancassa ai media di regime come Al-Jazzera, la proaganda sistematica della reglione newage la quale TU sostieni nel tuo blog essere satanista.
       
      Che cavolo Santa, LUI fa riporovatamente diffusione delle minchiate newage, TU sostiene che quella è propaganda dei satanisti e sono IO quello diffama? :’D
      E il fatto che i diversi utenti che gli mostravano le prove dei sui errori siano stati tutti zittiti fino alla censura completa e alla chiusura del blog sarebbe prova della sua buonafede? Qui più che altro con questa difesa a oltranza a spada tratta contro l’evidenza e senza fatti a tuo favore – o almeno non ne hai ancora portati, non fai che ripetere che persona squisita sia di persona come fa Berlusconi con Dell’Utri – ti stai giocando anche la tua piuttosto.
      Avrai i tuoi motivi, sarà la tua nobiltà d’animo (Friendship is magic? :’D ), ma perdere l’obiettività non aiuta di solito: avevamo già detto tutto quel che c’era da dire, perchè insistere ancora?
       
      Non ti pare che basti così? Se no di questi famosi mille altri argomenti portane almeno UNO e vediamo COSA si diceva nel dettaglio…
       
      Ah, cavolo, è stato proprio un venerdì “nostalgia tour” che ne ho approfittato pure per dare una bella ripassata a quell’altro cialtrone FunnyKing grazia alla bufalone di Debbie sulle nebbie di Atene…comunque, in generale, andiamo proprio malissimo.

  • Questa me la sono persa, com’è la storia delle nebbie di Atene? ho visto la notizia da qualche parte e mi sembrava drammatica, invece è una bufala?

    • Hiei

      Quella … di Debbie Billy ha pubblicato la foto di un nebbione di Atene dell’inverno 2006 spacciandola per “terribile smog dovuto agli ateniesi che per disperazione bruciano mobili, immondizia e scarti di plastica nelle stufe e nei camini”, il resto del circolo prezzolato dei blogger di regime ovviamente subito dietro nonostante avessi già sbufalato la cosa (d’altra parte l’onestissima blogger aveva prontamente oscurato l’area commenti, adesso che mi sono giocato gli ultimi account per sputtanare la storia a 360° nella blogsfera l’ha riaperta, senza peraltro postare rettifiche):
       
      http://petrolio.blogosfere.it/2013/01/crisi-grecia-atene-sotto-una-nube-di-fumo-di-legna-e-non-solo.html
       
      Nei commenti ho lasciato le prove del caso, tutto questo dimostra come più le cose cambiano più restano le stesse, cazzarola – a parte la ripugnanza dello sciacallaggio in sè – non ce n’è stato uno che fosse uno a parte me che abbia fatto la semplice operazione cercare la webcam di Atene e guardare coi suoi stramaledetti occhi!
      Si può pubblicare in rete qualunque fesseria immonda e la gente si beve tutto esattamente come prima davanti alla televisione…su questo prosperano in fondo: sopra il pecorone la capretta campa, sotto il trollone la capretta crepa!
       
      Santa faceva meglio a pubblicare questo piuttosto:
       
      http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=11388
       
      Molto più concreto e con molta più sostanza che non certe questioni di…lana caprina!! :’D

  • daouda

    Forse Hiei non ti rendi conto che l’anomalo sei tu per il semplice fatto che da “ateo” la tua posizione è difficilmente sostenibile.E’ un gran pregio perché tranne la critica irriducibile e non ponderata ad ogni sacralità non mi pare di ricordare un tuo cedere a qualsivoglia ideologismo. Ad ogni modo è ancora una posizione falsa essendo l’Unica vera quella VERAMENTE atea dell’apofatismo.
    Avere una posizione alla Felice non è poi così difficile ma bisogna anche valutare che la maggior parte di coloro che non si adeguano al progressismo, perché di questo e dei suoi corollari si tratta, spesso deviano nella paranoia e nell’angoscia. Per questo dico che è difficile riuscire a mantenere certe posizioni, come tu, comunque sia, riesci a fare.
    C’è colpa nell’errore. Sì , c’è anche colpa, visto che d’altronde l’errore presuppone la possibilità di correggersi e la correzzione si ottiene solo volendola. Su questo infatti non sono d’accordo con Carlo. Felice Capretta laddove sbaglia non può essere in buona fede, che è un mero artificio retorico. La buona fede si ha nella fedeltà ( fides ) alle cose buone. Chi crede stronzate asseconda la propria natura fallata che tali stronzate è andata a cercare. Quindi una parte di responsabilità e colpa propria c’è sempre, nonostante ciò dipenda dalla propria natura ( e si torna a bomba su quel che si diceva sul post del libero arbitrio ).

    • Hiei

      Insomma: meglio satanista che ateo, eh?
      Immagino perchè l’ateo rispetto al credente e al satanista è l’unico che non si sottomette servilmente a qualcuno, quindi tutti addosso! :’D
       
      E per fortuna che ero sempre io a mettere in mezzo dio, eh?? :’D
       
      (in altra sede se vuoi ti faccio rivedere quanto poco sostenibile è la mia posizione, non qui: non sono così gonzo da abboccare, fattene una ragione…).

  • Dauda, ma sei un testimone di geova? li ho avuti come vicini per qualche anno e parlano un po’ come te, per conclusioni logiche che non hanno riscontro se non nei loro assunti statutari.
    La vita ha qualche sfumatura in più.

    • daouda

      Ahahah. No è che provo ad essere il più generale possibile magari con espressioni poco felici…ti ha dato fastidio il soffermarmi sulla “colpa”? Era più che altro per sottolineare che la buonafede non esiste di per sé ed altro non si tratti che di ingenuità, il più delle volte.

  • No, figurati con la colpa ci ho a che fare spesso, è questo distinguere il mondo in atei e credenti che mi fa specie, di per se sono due posizioni teoriche opposte e sul piano della logica si equivalgono, quindi ho smesso da tempo di giudicare rispetto a questo tipo di affermazione.
    Per quanto mi riguarda è solo l’attendibilità dei testimoni diretti che mi dice se una strada è da seguire oppure no, quando sono in grado di seguirla… 

    • daouda

      Concordo con la tua ultima frase, che comunque và riportata ad una rivelazione divina primordiale.
      Rifletterò sulla cosa sai…grazie.Comunque sia paradossalmente elogiavo Hiei perché comunque ha una posizione difficile da mantenere molto più pesante essendo ateo, il che significa che è veramente coriaceo con un gran serbatoio d’ironia ! :-)

      • Hiei

        L’adulazione non attacca, se non altro mi hai risparmiato di aggiungere “si vede che sapendolo, dio l’avrà fatto cazzuto apposta” o qualche del genere… :’D
         

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>