Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
27 febbraio 2007

Contro la democrazia. Parte III

Una piccola divagazione
L’altro giorno, nella strada sotto casa un pastore faceva transitare le sue pecorelle, qualche centinaio, più o meno.
Uno spettacolo raro e interessante.
La scena era emblematica, quasi una sintesi del nostro discorso: il pastore con il suo bastone camminava davanti al corteo, e diligentemente le sue bestie lo seguivano con calma e rassegnazione; qua e là qualche pecorella un po’ più vispa si permetteva di staccarsi dal gruppo, correndo allegramente o fermandosi a brulicare sul campo al lato della strada.
Ed ecco allora che con somma maestria intervenivano i cani del pastore che abbaiando e rincorrendo le pecorelle le facevano rientrare nel gruppo.
Mi immaginavo i dialoghi tra le pecorelle:

– Certo che è pesante seguire sempre il tipo con il bastone, dobbiamo sempre fare quello che ci dice…
– Guarda che se non fosse per lui qua moriremmo tutte di fame, lui sa dove c’è il cibo…
– Ma non lo fa mica per noi; non lo sai che a lui interessa solo il nostro latte e la nostra lana?
– Sarà, ma intanto ci fa mangiare…
– Una mia cugina che vive sulla montagna mi diceva che loro non hanno nessun pastore, mangiano l’erba dei pendii e non rendono conto a nessuno…
– Sì, le ho sentite anch’io le storie dei montanari… per me sono tutte favole…
– Ehi! Guarda la Rina, si è ancora fermata a pascolare per i cavoli suoi…
– Infatti Rex l’ha subito rincorsa e le sta abbaiando dietro..
– Che noia quel Rex, ci sta sempre alle costole, non ci lascia godere un attimo dell’erbetta dei campi che incontriamo per strada… non è giusto…
– Giusto o non giusto, Rex ha i denti aguzzi…
– Ma come ci siamo finiti qua dentro?…

A pensarci bene, finché il problema è mangiare, un pastore vale l’altro.
Ci sarà poi il pastore che picchia le sue pecore per farle rigare diritto e quello che cercherà di prenderle per le buone, ma tutti da loro vorranno la lana e il latte.
La faccenda si complica quando comincia a venir voglia di pascolare un po’ per i fatti propri, e ci si rende conto che questo il pastore non lo permette, e i cani sono lì apposta…

6 comments to Contro la democrazia. Parte III

  • babilonia61

    povera la pecorella Rina, desiderava solo pascolare altrove, magari in quel posto l’erba era più verde e saporita: beh! questo succede quando si è ex-gregis

    il pastore faceva la sua parte: semplicemente badava a che non si smarrissero, che mangiassero bene e che dopo gli dessero un bel prodotto…

    Rex, lui, sì, è un buon cane pastore, magari di discendenza tedesca, ja-ja, schnell, anche lui faceva la sua parte…

    e qui mi domando: chi sorvegliava il pastore, le pecorelle e rex?

    mah!

    felicità

    Rino, riflessivo e riflettente

  • Santaruina

    Alla fine nessuno nella storia è “cattivo”, tutti fanno il loro dovere.

    Ma la povera pecorella che vuole esplorare i campi per i fatti suoi, non lo può fare.

    E la vera domanda è quella finale: “ma come ci siamo finiti qua dentro?

    Era davvero l’unica via?

    Blessed be.

    p.s: un saluto anche a te Fantart, tra pecorelle e gattini questo blog cospirazionista oggi si sente più tenero. :-)

  • Vautrin

    tanto belli, quanto condivisibili questi post li linko nel mio blog :)

  • ikalaseppia

    La bestia, dopo una vita in batteria, avverte che il momento è giunto, ma è troppo tardi,

    tardi, non c’è altra strada se non quella del macello,

    il momento è giunto (forse è meglio cos’ì) e non c’è sacrificio: nessuna pasqua, né gloria, (nessuna santità) ma solo l’orrore del non senso. Perché erano pecore anche i macellai vittime imbecilli di più oscure mattanze…

  • Santaruina

    “perchè erano pecore anche i macellai”…

    già…

    Blessed be

    p.s: Signor Vautrin, troppo onore :-)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>