Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
1 marzo 2007

Contro la democrazia. Parte IV

Quarta e ultima digressione sul tema della democrazia moderna

“Probabilmente dovremo avere dei governi molto forti, che siano in grado di far rispettare i piani cui avranno contribuito altre forze oltre a quelle rappresentate in parlamento;
probabilmente il potere si sposterà dalle forze politiche tradizionali a quelle che gestiranno la macchina economica;
probabilmente i regimi tecnocratici di domani ridurranno lo spazio delle libertà personali.
Ma non sempre tutto ciò sarà un male.”
Gianni Agnelli, intervista al Corriere della Sera, 30/1/1975
_

Le dittature vecchio stampo hanno fallito.
Per meglio assoggettare le masse oggi occorre convincerle di essere libere, di essere in grado di decidere per la propria sorte.
La farsa del voto serve semplicemente a questo, per formare una sorta di governo espressione della volontà popolare che possa attuare le decisioni prese da “altre forze oltre a quelle rappresentate in parlamento”, usando l’espressione del noto “complottista” Gianni Agnelli.
L’importante sarà che il popolo non si renda conto di tutto questo, e se ne stia calmo e tiepido nella convinzione di detenere il potere.
E’ un sistema geniale.
Sopprimere le voci dissidenti è controproducente, molto meglio lasciarle sfogare nell’indifferenza generale.
Fino a un certo punto, ovviamente.
Qualcuno è molto affamato lassù, e il nostro voto è il suo cibo.
Don’t feed the beast.

_

Storiella zen

Due bambini assistono ad un teatrino di burattini.
Lo spettacolo è deludente.
Uno dei due decide di cambiare un burattino, per ravvivare la rappresentazione.

– Guarda che finchè il burattinaio è lo stesso lo spettacolo sarà sempre mediocre, puoi sostituire quanti burattini vuoi ma non cambierà niente.
– Quale burattinaio, scusa?
– Ma secondo te i burattini si muovono da soli?
– Non lo so, io intanto cambio il burattino stanco che magari lo spettacolo migliora.
– Ma non ti rendi conto che è inutile?
– Ma almeno io faccio qualcosa, tu te ne stai solo li a criticare e non fai niente!

(morale: cornuti , mazziati, e litiganti. In sottofondo si sentono le grasse risate del burattinaio)

_

”Si può perfettamente concepire un mondo dominato da una dittatura invisibile nel quale tuttavia siano state mantenute le forme esteriori del governo democratico”
Kenneth Bouldin

_

La differenza tra dittatura e democrazia è che in democrazia prima si vota e poi si prendono ordini, in dittatura non dobbiamo sprecare il nostro tempo andando a votare.
Charles Bukowski

_

7 comments to Contro la democrazia. Parte IV

  • babilonia61

    poveri burattini e poveri burattinai e, peggio ancora, poveri spettatori che vedono, guardano, capiscono, ridono, piangono, ma non sanno che il vero spettacolo sono le loro emozioni: e gli altri stanno a guardare…

    felicità

    Rino, cercando di capire qual’è la miglior forma per governare-dirigere un popolo decadente

  • ikalaseppia

    Caro Rino, ma “cambiare forma di governo” non è un pò come cambiare scenografia nel teatro dei burattini e magari l’ordine d’apparizione, il problema resta…il burattinaio perde il pelo ma ma non il “vizio occulto”

    allora, ancora una volta il problema resta schiacciato in un orizzonte spettacolare che, nelle condizioni attuali non può che aver esisti tragici o forse tragicomici

    cordialmente

  • luciamerli

    Diceva Disraeli (ma non so ripetere le parole esatte) che il mondo della realtà storica vede solo gli attori sul palcoscenico ma non gli autori ed i registi dello spettacolo…

    ciao

    Lucia

  • Santaruina

    Ciao Lucia.

    Disraeli è qui citato più che a proposito…

    “Il mondo è governato da tutt’altri personaggi che neppure immaginano coloro il cui occhio non giunge dietro le quinte”

    Blessed be

  • anonimo

    Salve a tutti.

    Tempo fa ho sfiorato, diciamo così, le idee di Steiner sulla tripartizione dell’organismo sociale: non ho avuto modo di approfondire ma mi sono sembrate interessanti.

    Cordialità.

    Sergio

  • Santaruina

    Ciao Sergio

    di Steiner si potrebbe parlare a lungo, magari si farà.

    La tripartizione dell’organismo sociale che Steiner riprende origina nell’antica concezione tradizionale che vorrebbe la società composta dalla classe sacerdotale, da quella guerriera e da quella produttiva, a sua volta divisa in “commercianti” e “produttori diretti”.

    Storie di altri tempi, o forse no. :-)

    Blessed be

  • anonimo

    Grazie per la risposta.

    Continuo a seguirti con interesse.

    Sergio

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>