Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
31 marzo 2008

Cossiga, Goldman Sachs, Britannia

Il presidente Cossiga, intervenendo telefonicamente ad una trasmissione televisiva, ha lanciato accuse gravissime nei confronti del governatore della banca d’Italia Mario Draghi.
L’intervento di Cossiga viene riproposto dalla trasmissione satirica Striscia la Notizia in maniera scherzosa, ma le dichiarazioni del “picconatore” hanno un certo interesse


L’episodio a cui Cossiga fa riferimento è il celebre incontro avvenuto sul panfilo Britannia nel 1992, un incontro in cui i poteri dell’alta finanza decisero la svendita del settore produttivo italiano, segnando così l’inizio della fase declinante del nostro paese, fase declinante i cui effetti si stanno attualmente sperimentando.
Esponenti della destra e della sinistra, in perfetto accordo, fecero allora la loro parte, obbedendo ai poteri superiori che avevano già stabilito le linee guida per la politica del nostro paese.

…negli splendidi saloni del panfilo si son dati appuntamento oltre centro tra banchieri, uomini d’affari, pezzi da novanta della finanza internazionale, soprattutto di marca statunitense e anglo-olandese.
A guidare la nostra delegazione – raccontano in modo scarno le cronache dell’epoca – proprio lui, Draghi, che ai «signori della City» illustra per filo e per segno il maxi programma di dismissioni da parte dello Stato e di privatizzazioni.
Un vero e proprio smantellamento dello Stato imprenditore.
A quel summit, secondo i bene informati, avrebbe partecipato anche […] Giulio Tremonti, che sul programma Draghi cercò di far da pompiere: «non venne programmata alcuna svendita – osservò – fu solo il prezzo da pagare per entrare tra i primi nel club dell’euro».
Più chiari di così….
[…]
Guarda caso, tra gli invitati “eccellenti” del Britannia fa capolino George Soros, super finanziere d’assalto di origini ungheresi ma yankee d’adozione, a capo del Quantum Fund e protagonista di una incredibile serie di crac provocati in svariate nazioni nel mirino degli Usa, potendo contare su smisurate liquidità, secondo alcune fonti di origine anche colombiana.
E guarda caso, per l’Italia sarà settembre nero, anzi nerissimo, con una svalutazione del 30 per cento che costringerà l’allora governatore di Bankitalia Carlo Azeglio Ciampi (direttore generale Lamberto Dini) a prosciugare le risorse della banca centrale (quasi 50 miliardi di dollari) per fronteggiare il maxi attacco speculativo nei confronti della lira.
continua…

La Goldman Sachs, a cui ancora allude l’ex presidente, è una delle più grandi banche d’affari del pianeta, e conta tra i suoi dipendenti, tra gli altri, lo stesso Draghi e Romano Prodi, che diligentemente si limitano dalle loro posizioni a fare gli interessi della colossale banca.

si veda anche: 1993 Draghi in imbarazzo

39 comments to Cossiga, Goldman Sachs, Britannia

  • iNessuno

    Questo post è una perfetta descrizione del monopolio economico politico (terroristico) mondiale.

    Purtroppo pochi sanno…complimenti!!

  • iperhomo

    poteri superiori che avevano già stabilito le linee guida per la politica del nostro paese.

    La vista m’è un po’ calata. Avevo letto “linee giuda”.

    Ciao. Ipo

  • freenfo

    Avevo letto e visto il video tempo fa. A primo impatto sembra che Cossiga si sia rinco*** dicendo tali cose. Sono affermazioni pesanti e molto dure, come l’ultima sul caso Ustica.

    Sarebbe bello sapere se l’ex-presidente cede il passo alla demenza senile, oppure è stato istruito su cosa dire e cosa rivelare in questo momento dai poteri forti.

    Ciao carissimo

  • arcangelica

    il picconatore ha scaricato fardelli di verità che gli pesavano sulla coscienza

    per screditarlo dicono che soffri la demenza senile

    ma i fatti a cui assistiamo sono inconfutabili

    poveri noi……………

  • MINICHINIBLOG

    Siamo in piena plutocrazia capitalista.Il termine che uso è forse improprio ed è associato ad ideologie lontane dal mio modo di vedere , ma non vedo un termine più preciso per descrivere il regime globale in cui stiamo vivendo.Bisognerebbe reintrodurre il concetto di plutocrazia e di dominio dei potri occulti che usano la “democrazia” partitica borghese come marionetta e presa in giro dei popoli.Con i mass media in mano ai capitalisti manipolano la coscienza delle masse , gli ascari del capitale sono i partiti e i politicanti arrivisti che finiscono in parlamento.Dittatura allo stato puro. Un ciao da Roberto Minichini

  • messier

    Fa rabbrividire soprattutto l’alzata di mani finale del … giornalista … luca giurato. Questo soggetto è l’esempio perfetto di ciò che va contestato il 25 Aprile. Quando il potere abusa dei suoi clown per ingannare il popolo…

  • Santaruina

    ciao nessuno, ti ringrazio.

    Caro Ipo, forse la tua vista più che calata si è fatta più “acuta”, col tempo :-)

    Freenfo, Cossiga non è nuovo a queste esternazioni.

    E viene sempre trattato come un povero vecchietto in preda alla demenza senile, effettivamente.

    Ma come dice Arcangelica, tutto quello che dice è documentato.

    Ed è questo che fa riflettere.

    Ogni sua “picconata” ha solide basi.

    La domanda è naturale, “perchè lo fa?”

    Sicuramente è una persona in tutto all’interno dei meccanismi di potere, ancora adesso tra i politici più influenti.

    Io penso che ogni sua “esternazione” serva a colpire determinati obiettivi, all’interno di giochi politici di cui probabilmente noi non verremmo mai a capo.

    Roberto, è la spallata finale della “casta dei mercanti” che detengo ora le chiavi del potere temporale.

    Penso che tutto torni.

    Un caro saluto.

    Messier, è stata davvero una scena triste.

    ora, infierire sul povero giurato non ce la sentiamo :-)

    Però nella sua teatralità non fa che portare agli estremi l’atteggiamento della maggioranza dei giornalisti mainstream, che sentono “bruciare il sedere” di fronte a verità troppo “scottanti”.

    Ed in questo il suo atteggiamento è stato emblematico.

    Un saluto a tutti.

  • padella

    CONTENTO DI ESSERTI STATO UTILE.

    PADELLA

  • padella

    Info tecniche

    Santa come si fa a rendere il link con un filmato you tube in modo che ne appaia sul blog l’anteprima ?

    Padella

  • Santaruina

    Ciao Padella, ultimamente mi perdo molte chicche, fortunatamente c’è chi è più attento di me :-)

    per le questioni tecniche ti ho scritto un pvt.

    A presto

  • anonimo

    Ehi tu, là sopra, ripeti un po’ quelle boiate sul “capitalismo”, così ci facciamo due risate? Magari infilaci anche la borghesia così il quadretto è completo.

    Poi cortesemente vai a raccogliere il caffé nei latifondi, magari la pianta senziente nella piantagione ti spiega qualcosina di economia…

  • Santaruina

    che linguaggio forbito…

    un po’ di creanza, orsù.

  • anonimo

    Ciao Santaruina,

    cosa pensi di Cossiga? Secondo te da che perte sta?

    Per la verita’ da qualche anno a questa parte sto riconsiderando molto le mie opinioni su quasi tutto e tra i personaggi che propendo a rivalutare c’e’ proprio cossiga, ma non ho certezze in proposito.

    ciao.

    SENTIERO

  • Santaruina

    Ciao Sentiero :-)

    Cossiga è sempre stato un personaggio particolare.

    E’ ad esempio un grande ammiratore della Massoneria, ma afferma di non essere massone in quanto non potrebbe mai tradire la sua fede cristiana.

    Una bella contraddizione.

    Personalmente penso che sia sempre stato convinto di avere un ruolo importante nella gestione del potere, ed abbia fatto suo il motto “il fine giustifica i mezzi”.

    Alla fine, penso che si creda molto intelligente, ma col tempo forse si sta rendendo conto di essere stato anche lui strumento di giochi molto più grandi, quei giochi che inizia a denunciare.

    Ricevendo in cambio indifferenza.

    Blessed be

  • frankad

    Non è semplice inquadrare il personaggio Cossiga. Dotato di un’intelligenza non comune, sin dal liceo traduceva, senza alcun vocabolario, i testi dal latino al greco e viceversa. Adesso sembra parlare con un certo supporto “alcoolico”. Sicuramente è a conoscenza di tante cose. Non credo lo lascerebbero vivere se davvero fosse ritenuto fonte di pericolo per il sistema.

  • Paxtibi

    Io credo che Cossiga, semplicemente, stia lavorando alla dissoluzione. Come tu Carlo ben sai, l’istituzione del Nuovo Ordine deve passare forzatamente per la distruzione violenta di quello vecchio.

    Le esternazioni di Cossiga, che rivela con nonchalance segreti tremendi a masse la cui massima partecipazione culturale coincide con il televoto per il Grande Fratello, servono a instillare nel subconscio collettivo frammenti di verità che, coscientemente, tali masse non sono in grado né di elaborare, né di collegare tra loro per inquadrarle nel loro giusto contesto.

    E infatti vediamo come la rabbia cresca e si diffonda velocemente senza che per questo nessuno si sogni di mettere in dubbio la necessità dell’uomo di essere governato come un animale da cortile: invece di assegnare a ciascuno le proprie responsabilità si incolpano determinate caratteristiche umane – guarda caso quelle più scomode per il potere – caratteristiche che, sebbene in certi loro eccessi e distorsioni possano rivelarsi deleterie, hanno chiaramente una loro ragione d’essere – e del resto sono quelle che definiscono l’uomo – ma soprattutto sono, ricordiamolo, soltanto concetti astratti che in nessun caso possono ritenersi responsabili di crimini decisamente concreti.

    Si vuole riplasmare l’uomo, e per questo scopo non c’è strumento più efficace della verità: applicata sapientemente su una massa ignorante equivale a scolpire un pane di burro con un coltello rovente.

    Allacciate le cinture: stiamo per atterrare all’aeroporto di Denver.

  • frankad

    Dal sito preferito di Linucs (:-)

    Domanda a Cossiga:

    Il Presidente Giorgio Napolitano ha in diverse occasioni dichiarato che occorre istituire un “Nuovo Ordine Mondiale” come strumento di risoluzione delle controversie internazionali. A che tipo di struttura crede si stia riferendo?

    Cossiga:

    Penso che Egli auspichi ad un rafforzamento dei poteri delle Nazioni Unite, e cioè praticamente del Consiglio di Sicurezza.

    L’acquavite sarda è una bomba!!

    p.s.

    Ciao Pax

  • Paxtibi

    Ehilà Frank, non ti avevo visto! :-)

    Piacere di rivederti.

  • anonimo

    e’ la seconda volta in poco tempo che cossiga ci ritorna su, ehm….

    http://www.adusbef.it/consultazione.asp?Id=6302&T=A

    vincenzo

  • Santaruina

    Frankad :-)

    sulla grande intelligenza di Cossiga credo che tu abbia ragione.

    Bisognerebbe vedere a favore di quale causa l’abbia utilizzata..

    Un caro saluto a te :-)

    Vincè…

    in effetti ci tiene molto a “ribadire il concetto”.

    E stupisce anche la nonchalance con cui lancia mazzate pesantissime, che minano in profondità la “credibilità del sistema democratico italiano”, per dirla alla Napolitano..

    Penso infine che l’analisi di Paxtibi sia molto precisa.

    Dopotutto, come si disse a suo tempo, questo è il periodo del “finale di partita”, il momento in cui i “cattivi” espongo apertamente i loro piani, certi ormai del loro successo.

    Un po’ come in alcuni polizieschi di serie b, in cui il cattivo di turno spiegava all’eroe intrappolato il suo piano diabolico.

    Nei film di solito succedeva qualcosa di inaspettato, il cattivo faceva sempre un piccolo errore che lo condannava, l’eroe si riprendeva e giustizia era fatta.

    Così nei film.

    Chissà.

  • anonimo

    torno un attimo agli antichi aenigmi che mandano in sollucchero il caro Ipo

    :-)

    speriamo ancora, e preghiamo, per il grande berto, che mi pare un cossiga esponenziale. preghiamo anche che ci sia qualcosa di utilità immediata, oltre che di imperituro, nell’imminente lettera circolare, momentaneamente rimandata.

    andrea aenigmatico ma non troppo

  • anonimo

    …anche perchè c’è una variante al film del cattivo di turno che si sente impunito: l’eroe fa vedere prima lui al cattivo che ha capito tutto, il cattivo reagisce disperato, ma la polizia è già avvisata.

    andrea b-movie

  • iperhomo

    Andrea mi sopravvaluta.

    Chi è Berto? Non vado al cinema da vent’anni e non ho mai guardato la TV. Non leggo giornali. Quel po’ di mondo moderno che conosco lo devo ad internet.

    Ho cercato in Google “lettera circolare berto”, senza successo.

    Ma non era Tarcisio, per noi?

    È però significativo il passaggio dal 1° aprile (del tuo penultimo commento) al 2 del tuo ultimo. Questo sa infatti assai meno di pesce d’aprile. Sebbene “b-movie” mi sfugga, devo dire che questa tua sortita fa il paio con quella che smentiva – a Santa ed a me – la veste di consigliere di Kissinger.

    Ed anche stavolta smentisci sia Santa che me, entrambi di poca fede, evidentemente. A non parlare del Pax #16, la cui lucidità fa rabbrividire.

    Un abbraccio a tutt’e tre i succitati.

    Ciao. Ipo

  • Santaruina

    Andrea davvero enigmatico… :-)

  • anonimo

    intendevo ovviamente bert-one.

    dalle sue parti le lettere circolari le chiamano mi pare enc.. encl..enci…qualcosa del genere.

    credo che volesse far mandare dal suo principale una circolare finalmente un po’ chiara e dura su draghi, orsi, presta-tori e tutti gli amici del circo barnumke.

    hanno tenuto la lettera in sospeso, vedremo più avanti.

    intanto cossiga dice che draghi dovrebbe fare il presidente del consiglio, tanto per togliercelo dai piedi.

    andrea

  • luciamerli

    kossiga non sapeva di questo quando draghi fu nominato governatore? e perche’ ha continuato a sostenere prodi? del convegno su brittania si parlo gia’ ai tempi, ma su pubblicazioni marginali. ancor oggi la grande stampa non ne fa cenno

  • Santaruina

    Cossiga all’epoca sapeva bene, ed approvava.

    Chissà perchè.

    Blessed be

  • umargamal

    Argomento scottante e di grande interesse temporale.

    Ho l’impressione che ad un certo punto le strade diventino solo due:

    o si è complottisti o non lo si è.

    Ora il termine stesso, complottista, mi pare non sia adatto a definire la realtà ma in mancanza di adeguata possibilità di cercarne un altro migliore

    (e soprattutto di vederlo diffuso stante la mancanza di mezzi;-)

    e più rappresentativo

    (stessa sorte tocca al cosiddetto negazionismo)

    prendiamolo per buono.

    Se si fosse complottisti

    come alla fine mi ritrovo,

    malgée moi, ad essere

    un filo rosso

    apparirebbe

    all’orizzonte e nessuna,

    ripeto nessuna,

    notizia data da qualsiasi organo di informazione cosiddetto ufficiale, risulterebbe liberamente data

    e neppure vera.

    Il male cioè, visto che il male esiste per i complottisti,

    sarebbe doppiamente trionfante:

    Satanasso maledetto si celerebbe dietro ogni angolo,

    sarebbe socio fondatore delle scellerate imprese di capitali e idee (che fondamentalmente producono fame mediante la guerra)

    in cui gli uomini si cimentano per soddisfare la propria sete di potere

    e al tempo stesso ispiratore, regista, sceneggiatore della telenovela che quotidianamente i media mandano in onda per mantenere i comuni mortali

    (le vittime sacrificali insomma) nello stato in cui versano attualmente.

    Non c’è dunque destra o sinistra, democrazia o dittatura etc: ogni sistema, per il fatto stesso di essere “umano” è preda del male.

    Un caro amico quando si trattava di dissodare con validi argomenti il terreno mi disse di non aver trovato risposta neppure in Blondet, che pure stima come giornalista (come io stesso stimo). Posso testimoniare la stessa cosa. All’inverso stessa cosa succederebbe con Giulietto Chiesa, tanto per fare un esempio, senza nulla di personale con costoro che ho citato. Fanno un mestiere, tutto lì, basta saperlo.

    Il buon Ipo mi pare come al solito di sano intelletto:

    come lui non vedo tv,

    da vent’anni non vado al cinema, non leggo giornali e mi informo solo mediante il web (senza troppo capire di cosa si tratti e senza conoscenze tecniche specifiche).

    Per il resto leggo solo libri.

    Senza voler esser melenso devo dire che attraverso il web almeno qualcosa di autentico sta cercando di uscire, fosse anche solo semplice comunicazione fra esseri umani.

    A volte è di più, si tratta di riflessioni, di punti di vista che non otterrebbero credito altrove e neppure sarebbe possibile render noti,

    insomma se guardassimo ai suoi natali (militari) anche per internet potremmo ricordare che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, come al solito.

    Il discorso sarebbe molto lungo ancora ma non vorrei approfittare della vostra pazienza.

    Un caro saluto a tutti.

  • Santaruina

    Ciao Umar

    a noi tocca per adesso il ruolo di osservatori, ed ogni tanto si prende qualche appunto.

    la reale radice degli avvenimenti si scorge a malapena.

    Per adesso, ci si limita a descriverli, poi ognuno trarrà le proprie conclusioni.

    Blessed be

  • anonimo

    santa,

    non sono d’accordo col tuo 27.

    cossiga si dimise anticipatamente da presidente della repubblica un paio di mesi prima dell’incontro sul britannia.

    cossiga ne veniva da due anni di “esternazioni” (proprio con lui la parola prese il significato esorbitante che gli diamo oggi) dopo cinque anni discreti e notarili.

    allora non eravamo abituati alla politica spettacolo, tantomeno da un presidente.

    lui non era mai abbastanza chiaro per il grande pubblico, e tuttavia in pubblico mandava messaggi per addetti ai lavori.

    col senno di poi, il senso delle sue esternazioni mi sembra questo: un disperato allarme di chi vedeva gli attacchi interni ed esterni volti a distruggere la repubblica com’ era esistita fino allora. un tentativo di pressione su altri politici e poteri, senza dover ricorrere a vie oridinarie. credo sperasse che qualcuno facesse fronte con lui, fece l’errore di voler scaricare i socialisti come capro espiatorio,

    ma la repubblica crollò sotto tangentopoli, sotto il britannia, e i politici con la pistola della magistratura puntata alla tempia, firmarono maastricht

    andrea

  • Santaruina

    potrebbe essere stato anche così, caro Andrea occorrerebbe ammettere che Cossiga fu per molto tempo un grande ingenuo.

    Probabilmente ad un certo punto si rese conto che più che protagonista era anche egli una comparsa, nei grandi giochi che credeva di condurre.

    Blessed be

  • anonimo

    La “cosa” che mi affascina è il fatto che la notizia del “britannia” presentata così al grande pubblico con 15 anni di ritardo non fa nessun effetto.

    Anzi contribuisce a rafforzare le convinzioni degli uomini di potere, che vedono “certificare” dal grande pubblico e dal mainstream il loro operato nefando.

    Vi leggo tutti con immenso piacere.

    SirPaint

  • Santaruina

    Ciao Sirpaint.

    Hai proprio ragione, ed è la nota questione del “complottismo” che a distanza di anni diviene semplicemente “storia accertata”.

    Verità al momento sconvolgenti presentate a distanza di anni suscitano indifferenza.

    A presto :-)

  • iperhomo

    Andrea #25, col suo “circo barnumke”, si mostra in ottima forma. Bert-one l’avevo capito, quel che non sapevo era la circolare enciclopedica del paparazzi sulla dolce vita della Banca. Ma tu pensi davvero che la Chiesa sia ancora in grado di lanciare anatemi contro l’usura?

    Umar #28 dice bene. Alla fine vedi il male dovunque, col che Satana ha bell’e vinto. Quando mi vince la stanchezza, infatti, mi consolo con l’agliuto.

    Andrea #30, come dargli torto? È vero che “la repubblica crollò sotto tangentopoli, sotto il britannia, e i politici con la pistola della magistratura puntata alla tempia, firmarono maastricht”. Eppure sono convinto che la nostra repubblica fosse già marcia sul nascere e che anche la nostra monarchia fosse già fradicia (tranne, forse, un Eugenio Savoia-Carignano). Dove c’è lo zampino degli inglesi, lì c’è l’unghia fessa e la puzza di zolfo. E torniamo al punto precedente.

    Santa #33 definisce egregiamente il complottismo: quello di ieri è la storia d’oggi e quello d’oggi è la storia di domani. Non la storia, però, che si impara a scuola. Hai presente la spigolatrice di Sapri? Ricordo ancora qualche compagno di classe che ci piangeva, su quei trecento fuoriusciti e su quel farabutto di Pisacane.

    E il tuo Totò? Eccezionale. Questo sì che è complottismo, ma da Oscar.

    Ci siamo ridotti al punto che il principe Antonio Focas Flavio Angelo Ducas Comneno De Curtis Di Bisanzio Gagliardi, costretto a fare il comico, ti ricorda che il sangue non è acqua. Ti ricorda, insomma, che un re incapace di guarire gli ammalati non è un re. Figuriamoci, quindi, sia i savoiardi di ieri che i cosiddetti «politici» d’oggi.

    Ciao a tutti.

    Ipo

  • Santaruina

    quanto mi piace leggere Ipo quando lascia un po’ scorrere i suoi pensieri :-)

    Blessed be

  • iperhomo

    Grazie, Santa, ma non farmi inorgoglire. Piuttosto, la tua immagine dello scorrere è assai pertinente, specie se pensi ad uno scorrere rotondo, circolare, ciclico come quello di una fontana “a circuito chiuso”. È un po’ la splendida rosa che pubblichi oggi. Fa pensare al feng-shuei, laddove c’è il divieto dei percorsi lineari (i soli percorribili – già ne parlammo a suo tempo – dalle energie maligne).

    Béccati i soliti versi.

    La retta Via, rotonda,

    è la via che indietreggia,

    arrendevole, debole

    come il braccio sinistro del saracino (quello

    il cui scudo non oppone alcuna resistenza).

    La retta Via, rotonda,

    è la via del ritorno,

    il ritorno del braccio destro del saracino

    (quello che impugna la mazza chiodata).

    Ciao. Ipo

  • anonimo

    ipo,

    non è che io abbia informatori particolari. risulta che paparazzi abbia in cantiere una “circolare” sociale. risulta che bert-one (da non confondere con berti-nights) pur non essendo uno specialista, ci tenesse ad infilare qualcosa di birichino.

    rispondo alla tua domanda dicendo che bert-one, ai tempi che abitava qui di fronte, ha già provveduto a pubbliche esternazioni kossighiane “contro le grandi istitutuzioni internazionali sostanzialmente usurarie che distruggono la dignità umana”.

    Quindi la Chiesa non è che non osi.

    diciamo che i media danno un risalto lievemente diverso all’esternazione testè citata, rispetto chessò, l’ultimo recente intervento di Benedetto sul divorzio, o all’ultimo divorzio di qualche prete.

    Andrea

  • Santaruina

    Ipo, grazie per i “soliti” bei versi.

    Mi hai fatto ricordare che va ancora approfondito il discorso delle città medievali, a proposito di “strade tortuose” :-)

    Andrea, sto ancora ridendo per berti-nights…

    Blessed be

  • iperhomo

    Andrea è sempre confortante. Grazie.

    Davvero, Berti-nights è agli antipodi di Bert-one, oggi come ieri (quando la Berta filava e il Fausto strombazzava [nel megafono]). Berti-two, quest’ultimo, di bastoni, con la briscola a denari.

    Ciao. Ipo

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>