Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
2 marzo 2008

Il massacro di Gaza

“Come possiamo restituire i territori occupati? Non c’è nessuno a cui restituirli.”
Golda Meir, 8 marzo 1969

L’ultima incursionedell’esercito israeliano nel nord della striscia di Gaza ha provocato più di 100 morti, in maggior parte civili, tra cui diversi bambini e alcuni neonati.
Il governo israeliano ha giustificato l’operazione con la nota frase di propaganda che richiama la necessità dello stato ebraico di difendere il suo diritto all’esistenza.
Israele detiene il terzo esercito meglio armato del mondo, possiede oltre duecento testate atomiche ed è il migliore alleato della più grande potenza militare della storia.
Nondimeno, i suoi governanti non perdono occasione di rimarcare del come si sentano minacciati da uno sparuto numero di razzi kassam e dagli obsoleti katiusha palestinesi di produzione sovietica.
Il ferimento di un israeliano da parte di un missile di hamas giustifica la strage di centinaia di civili palestinesi.
La crudele follia di tali rappresaglie passano inosservate sotto gli occhi delle comunità internazionale, che di tanto in tanto alza la sua flebile voce per suggerire ad Israele un “uso della forza più moderato”.
Gaza è un campo di concentramento a cielo aperto, più di un milione di persone sopravvive a stento privato di acqua e medicine, mentre ospedali e scuole vengono rasi al suolo.
Impossibilitati ad uscire dalla loro gabbia, i palestinesi assistono impotenti al lancio delle bombe israeliane che piovono sulle loro teste, mentre vengono accusati di essere la causa dei loro mali, in una ultima e perversa umiliazione.

“Non esiste una cosa come il popolo palestinese … Non è come se noi siamo venuti e li abbiamo cacciati e preso il loro paese. Essi non esistono.”
Golda Meir, dichiarazione al The Sunday Times, 15 giugno 1969.

Quello che Israele sta portando avanti è una pulizia etnica su vasta scala di stampo razzista, un razzismo che i rappresentanti dei governi israeliani non si sono mai preoccupati di celare.

“[I palestinesi] sono bestie che camminano su due gambe.”
Discorso alla Knesset di Menachem Begin Primo Ministro israeliano, riportato da Amnon Kapeliouk, “Begin and the ‘Beasts’,” su  New Statesman, 25 giugno 1982.

Quello che accade a Gaza rappresenta una delle più grandi vergogne del nostro tempo, una vergogna davanti alla quale non si può volgere lo sguardo.
Uno sterminio incondizionato di un popolo intero, da parte di un governo che adduce motivi di ordine razziale e di fanatismo religioso per giustificare il suo operato.
Ricorda qualcosa?

”Dobbiamo usare il terrore, l’assassinio, l’intimidazione, la confisca delle terre e l’eliminazione di ogni servizio sociale per liberare la Galilea dalla sua popolazione araba”.
— David Ben-Gurion, Maggio 1948, agli ufficiali dello Stato Maggiore.  Da: Ben-Gurion, A Biography, by Michael Ben-Zohar, Delacorte, New York 1978.

____________________


si veda anche: Ebraismo e Sionismo

Per chi desiderasse vedere realmente di cosa si sta parlando, consiglio l’articolo di Mohammed Omer su Comedonchisciotte:
Lettera da Gaza.
(avvertenza: le immagini sono terribilmente crude.)

38 comments to Il massacro di Gaza

  • messier

    cosa mai posso dirti, se non di smetterla di farti le pugnette con sti blog ?!

    http://it.youtube.com/watch?v=pgdlEg9I4mo

  • anonimo

    Veramente poco da dire. Un olocausto al contrario. Gaza, un campo di concentramento all’aperto.

    Ciao, un caro saluto

    Freenfo

  • babilonia61

    A volte mi vergogno di “essere” un essere umano!

    Rino.

  • Santaruina

    ciao Messier

    tu devi smetterla di guardare certe programmi… ;-)

    Freenfo, penso che sia sempre più evidente chi siano i carnefici e chi le vittime.

    Un caro saluto a te.

    Ciao Rino.

    Proprio per non perdere la speranza, prima di questo post ho pubblicato la dichiarazione dei 27 piloti dell’aeronautica israeliana che si rifiutarono di compiere le stragi che il governo israeliano ordinava loro.

    Finchè ci saranno uomini come loro la speranza rimarrà.

    Blessed be

  • elwin

    Io non capisco. Io davvero non capisco!

    Qui tutti a puntare il dito con Israele.. ma delle colpe di Hamas, nessuno ne parla?

    Proprio oggi l’operazione di Israele si è conclusa, e cosa subito Hamas? Li a festeggiare come se quella di Israele fosse stata una fuga, per non parlare del continuo lancio di razzi sulle città di Sderot e di Asqhelon, che non si è mai interrotto.

    Sono pazzi, o che cosa? Cosa diavolo tenta di ottenere Hamas? lo sterminio del popolo che tanto vuole difendere? E l’ANP in tutto ciò, che ruolo ha? Parla, blaterà, ma continua a mantenere un’ambiguità che non si può permettere, senza parlare delle sue inutili e ridicole prese di posizione.

    Arriva sempre il momento in cui bisogna accettare la realtà: hamas non otterrà mai nulla con la sua folle “politica”… un moscerino in lotta, troppo orgoglioso, che si sta autodistruggendo da solo.

    Quello che è successo è terribile. Tante vite innocenti spezzate… la mano israeliana è calata con troppo durezza, e non ci sono parole per piangere tutto il sangue versato. Ma bisogna, sottolineo “bisogna”, guardare al tutto con fare oggettivo, senza farsi prendere dalle emozioni.

  • Sintagm

    Oggi ho avuto modo di vedere le foto dei mutilati e dei caduti palestinesi negli ultimi raid. Vorrei che quelle immagini fossero trasmesse in mondovisione in modo che tutti capiscano cosa significa quando “Israele ci va un pò pesante”. Altro che ragionare a mente fredda: invece avremmo proprio bisogno di vedere cosa sta succedendo! Sono indignato del fatto che oggi qualunque telegiornale abbia riservato all’accaduto 2 minuti scarsi di servizio con video di repertorio e toni pacati.

  • umargamal

    Credo che l’unico modo per vedere in modo chiaro cosa realmente è avvenuto, sta avvenendo

    (e soprattutto avverrà)

    in quella che si chiama Terra Santa sia di considerare il “fattore-Dio” e il destino che Egli ha scritto.

    In questa prospettiva

    le sofferenze e le atrocità

    prendono una luce particolare, diventano talmente evidenti

    che pretendere di vederle in altro modo può dipendere, a mio avviso,

    solo dalla necessità di avere una prova a proprio carico per la “conquista” del Fuoco

    in sede di Giudizio.

    Saluti a tutti

  • Santaruina

    Ciao Elwin

    io penso che in pochi casi come questo sia semplice valutare cosa sta succedendo.

    L’altro ieri ho visto un servizio del tg1.

    Intervistavano delle studentesse israeliane nelle loro case lussuose, mentre ben truccate e belle nella loro gioventù si lamentavano del fatto che capita che vengano svegliate di notte dalle sirene che annunciano l’arrivo dei missili katiusha.

    Sicuramente una scelta poco ragionata, quella di mandare in onda un servizio del genere.

    Nel frattempo dall’altra parte della frontiera era un ballo di gambe mozzate che volavano e neonati sterminati nella loro culla.

    Ovviamente il tg1 aveva incentrato il suo servizio sulle giovani studentesse e sul loro dramma di esser svegliate di notte.

    Nemmeno una mezza immagine da gaza.

    Questa è follia.

    Sintagm, appunto: la “copertura” dei media sui fatti è vergognosa, tutti troppo timorosi di offendere persone “importanti”.

    Ciao Umar, era tutto scritto.

    Come il carattere blasfemo di questo nuovo Israele, nato violando le disposizioni di Dio.

    Blessed be

  • elwin

    Idee

    [..] Gentile lettore, in questi tristi giorni in confronto con due persone speciali (un Amico ed una ex-Amica), mi ha indotto alcune riflessioni. Mi ritiro nel silenzio per riflettere attentamente. Ho sempre considerato il blog come una parte di me stesso, [..]

  • elwin

    Idee

    [..] Gentile lettore, in questi tristi giorni in confronto con due persone speciali (un Amico ed una ex-Amica), mi ha indotto alcune riflessioni. Mi ritiro nel silenzio per riflettere attentamente. Ho sempre considerato il blog come una parte di me stesso, [..]

  • elwin

    Idee

    [..] Gentile lettore, in questi tristi giorni in confronto con due persone speciali (un Amico ed una ex-Amica), mi ha indotto alcune riflessioni. Mi ritiro nel silenzio per riflettere attentamente. Ho sempre considerato il blog come una parte di me stesso, [..]

  • chirieleison

    Fra palestinesi e israeliani il conflitto è talmente antico e radicato nella loro mentalità che, secondo me, hanno perso per strada lungo i secoli il motivo del contendere.

    La religione ormai è solo un pretesto per camuffare l’odio atavico di razza. E non è vero che le grandi potenze stanno a guardare senza intervenire: fomentano, vendono armi, aiutano a distruggere per ricostruire…e fanno business.

    Sai che guaio economico se nel mondo cessassero per sempre i conflitti!

  • AFNAN

    PER SANTARUINA

    Posso permettermi di farti notare che il direttore del TG1 è ebreo? O forse lo sai già…Comunque si, concordo con chi dice che bisognerebbe essere li, a Gaza ma anche a Jenin o a Ramallah, per vedere e soprattutto sentire cosa sta succedendo in quella terra!!

    Ciao a tutti

  • qualquna

    ciao!

    è vero! il post precedente ci da la speranza, che finiranno prima o poi

    queste guerre disumane!

    un caro saluto

    Buon Martedi!

  • 6by9add6add9

    Ne continuiamo a parlare e li si continua a morire., li si muore e qua si parla.

    blassed you.

  • elwin

    Posso permettermi di farti notare che il direttore del TG1 è ebreo?



    questo è un genere di commenti che poco mi piace.

    E’ allora? vuoi dire che Gianni riotta è uno sporco ebreo che gioca con il suo tg per portare consenso a Israele?

    Ma dai……..

  • anonimo

    è come se un tipo di 90 kg desse dei pugni a me che ne peso 47 e poi s’incavolasse ancora di più e raddoppiasse la dose, soltanto perchè anch’io per difendermi ho cercato di colpirlo. E’ chiaro che il mio pugno per lui è un solletico, ma quello che lo fa incavolare è il pensare che un microbo come me, possa avere l’audacia di ribellarsi ad un gigante come lui. Ecco israele armato fino ai denti di armi ultra sofisticate, ed i palestinesi invece con i loro razzi ‘mekkacola’ come volessero augurare all’ israele ufficiale di risvegliasi dal torpore intellettuale etico e morale nel quale è caduto. Perchè non è proprio vero che i due popoli si odiano, e quei piloti ne sono la prova, l’inimicizia è fomentata voluta e fabbricata da chi detiene il potere e più che la pace, vuole una supremazia totale L’ israele ufficiale si è autocreato un momento drammatico e perde le staffe a non finire anche perchè è, in un certo modo, consapevole di commettere molti errori, ma l’ingordigia per i beni terreni e l’orgoglio di non voler analizzare a fondo la situazione e dare ai palestinesi quello che è nel loro sacrosanto diritto,lo mettono sul binario della menzogna. Cioè continuano ad assecondare le interpretazioni settarie della bibbia, criminalizzando i figli di Ismaele e rendendoli responsabili delle guerre che nasceranno alla ‘fine dei tempi’.Mi sembra che la storia recente ci stia dimostrando il contrario: chi vuole la guerra è israele ed il sionismo.Ma loro hanno bisogno di trovare qualche ‘profezia’ per legittimare la loro sporca condotta. E qui gli uomini dotati d’intelligenza capiscono che non si puo’ voler annientare l’altro completamente anche perchè Mosè ha detto, non uccidere, e il profeta Mohammed dice : ‘nessun uomo è superiore ad un’altro se non per la pietà. E’ la pietà di un uomo che ne determina la nobiltà.’ ciao, jam

  • anonimo

    nessuno ha detto che il direttore del telegionale è uno sporco ebreo. Si è detto soltanto che è ebreo, e non sporco, e mi sembra ci sia una bella differenza! giornalismo parziele ed imparziale……. ciao! jam

  • Santaruina

    Elwin, la saggia Jam mi ha preceduto.

    Nessuno qui ha parlato di “sporco ebreo”, e a dire il vero mi dispiace che sia stato tu il primo ad usare questa pessima espressione su questo blog, seppur in modo ironico.

    Io non ne avrei a male se qualcuno dicesse che sono cristiano, è vero, ed allo stesso modo non vedo nulla di male del dire che un direttore è ebreo (anche se credo che Afnan si riferisse a Clemente Mimun, direttore del tg5)

    Purtroppo siamo tutti condizionati da una cert isteria di sottofondo, per cui semplicemente accennare ad un fatto del tutto banale come chiamare ebreo un ebreo evoca “spettri e rigurgiti” che vengono da lontano.

    Personalmente nel mio post non ho nemmeno usato il termine “ebreo”, perchè la mia critica è rivolta esclusivamente al governo criminale israeliano.

    E come Jam penso che non esista nessun odio atavico e innato tra ebrei e palestinesi, in quelle terre ebrei musulmani e cristiani hanno convissuto in pace per secoli.

    In pace.

    L’odio è alimentato dai criminali del governo israeliano e dagli indegni leader palestinesi, a spese delle loro popolazioni.

    Fatma Cinzia: hai ragione qui noi si parla, e si parla.

    E’ il minimo, denunciare, e vale poco meno di zero.

    Peggio c’è solo il silenzio.

    Come dice Afnan, bisognerebbe essere lì per capire cosa realmente succede.

    Blessed be

  • AFNAN

    SI infatti, io non ho detto che è uno sporco ebreo, ho detto solo ebreo, come lo sono Mentana, Lerner e molti altri. Volevo solo far notare che ci poteva essere da parte sua una mancanza di obiettività nel dare le notizie nei confronti di Israele. Tutto qui!

    ciao

  • AFNAN

    solo ora vedo e confermo, parlavo di Mimum…è che qui, cambi telegiornale per qualche mese e ti ritrovi il direttore da un’altra parte ihihih

    ciao

  • anonimo

    (ops, scusate il corsivo esteso oltre la citazione.. dovrebbe capirsi lo stesso)

    la _gaia_ scienza dell’imbranataggine al pc :-/

  • anonimo

    Jam:

    non è proprio vero che i due popoli si odiano, (..) l’inimicizia è fomentata voluta e fabbricata da chi detiene il potere

    Questo è un punto importante, e ha fatto bene Santa a rimarcarlo più oltre.

    Ricordo un vecchio dossier, apparso su un numero del National Geographic in italiano che ora non ritrovo più (ma la “caccia” continua): era la riedizione di un articolo apparso se non erro negli anni ’20 (o ’30) del secolo scorso, che dipingeva la situazione della Gerusalemme del tempo.

    Beh, a leggerlo oggi vengono i brividi.

    Una città in cui le tre grandi religioni monoteiste convivevano tranquillamente, dove non c’era bisogno di muri e carri armati ed eserciti che sparassero a vista.. Dove, per esempio, quando c’era una processione cristiana, gli abitanti delle vie mettevano lumi alle finestre, per rispetto di chi stava partecipando, anche se non erano cristiani; e così vicendevolmente, le tre religioni convivevano nel rispetto reciproco.

    Oggi ai bambini israeliani insegnano che i palestinesi sono bestie e che è giusto farne piazza pulita..

    L’odio è voluto, creato, e abilmente fomentato.

    I leader israeliani e palestinesi se ne fregano dei rispettivi popoli, stanno portando avanti un gioco che favorisce solo il potere e non può che portare sempre altro odio, e altri morti, e altro odio.. in una spirale assurda.

    (Solo che, come diceva jam, si tratta di un tizio di 90 chili, armato di tutto punto, che se la prende con un bruscolino da 40 dotato solo delle sue mani.. e per giunta rinchiuso in una gabbia con sempre meno mezzi per vivere.)

    _gaia_

  • Santaruina

    _gaia_ : ho ripostato il tuo commento senza il corsivo, perchè splinder è un po’ rognoso in questi casi, e avrebbe reso corsivi tutti i post che sarebbero seguiti, se c’era un codice aperto.

    un commento che arriva puntuale il tuo, pensavo proprio a quel dossier di cui mi avevi parlato nel rispondere in precedenza.

    L’odio si può coltivare, e questo è noto.

    Afnan: sembra un po’ la campagna acquisti delle squadre di calcio…

    Blessed be

  • 6by9add6add9

    scusa Santaruina se non centra niente con il post ma la curiosita’ mi prende la mano..,

    perche’ hai cambiato da blassed me a blassed be., potrei intuirlo ma non volendo arrivarci da sola sbagliando preferirei una tua delucidazione se me lo permetti.

  • Santaruina

    Ciao Fatma

    a dire il vero ho sempre scritto blessed be, anche perchè “blessed me” mi pare un po’ egocentrico :-)

    a presto

  • anonimo

    si, gaia, diciamocelo come se fosse il petalo di un fiore, od una goccia di pioggia oppure un granello di sabbia, oppure un profumo misterioso…..siamo qui, su questo pianeta per l’amore. Ciao, jam

  • 6by9add6add9

    Perdonami..

    Devo mettere gli occhiali., :)

    blassed you.

  • anonimo

    Aggiungo un dubbio ulteriore.

    Ma con tutto questa esibizione di criminale tecnologia militare, proprio non si riesce a fermare il lancio dei razzi Kassam?

    Ma non sarà un po’ strano?

    Non dovremmo anche qui parlare di LIHOP o MIHOP?

    In fondo si tratta dei soliti sospetti….

  • vituccio72

    06/03/2008

    Attentato a Gerusalemme Ovest: 8 morti in una scuola rabbinica:

    Travestiti da studenti religiosi ebrei hanno seminato morte e terrore nel più importante collegio rabbinico di Gerusalemme. Sono 8 le vittime di un attentato avvenuto nella parte Ovest della città santa. Le persone ferite sarebbero almeno 35.

    Alcuni estremisti palestinesi hanno fatto irruzione nella scuola religiosa. Gli attentatori – sarebbero state due persone secondo le prime indicazioni -erano equipaggiati con cinture esplosive. Le vittime sono state tuttavia uccise da colpi d’arma da fuoco.

    I due estremisti sarebbero rimasti uccisi. Secondo altre indicazioni, uno di loro sarebbe invece fuggito.

  • Santaruina

    violenza chiama violenza, dove starebbe la novità?

    come ben sapeva Sharon il giorno in cui fece la sua celebre passeggiata sulla spianata, scatenando l’intifada.

    Il governo di Israele ha un bisogno vitale di questi gesti, non è nemmeno un segreto che il mossad ha creato e alimentato il movimento di hamas.

    attraverso l’inganno…

    Blessed be

  • vituccio72

    “Il governo di Israele ha un bisogno vitale di questi gesti, non è nemmeno un segreto che il mossad ha creato e alimentato il movimento di hamas. ”

    SENZA PAROLE.

  • Santaruina

    come credi.

    Google è tuo amico, se ti serve qualche suggerimento per cosa cercare non hai che da chiedere.

    A presto.

    Blessed be

  • AFNAN

    Ma scusa vito..veramente a volte non capisco se fai seriamente o se ci vuoi fare!!Vuoi dirmi che non immagini quanto contento sia Israele di poter piazzare in prima pagina una notizia del genere! 8 morti e 35 ferit!i Tra l’altro non casuali, ma rabbini che guarda a caso sono la categoria che più sfegatatamente sostiene il governo di ultra destra che detiene ilpotere..sono quasi soldati (i palestinesi finchè possono cercano di attaccare militari o para militari o in questo caso rabbini, i civili sono l’ultimo degli ultimi degli obbiettivi)! Mentre delle centinaia di morti tra gli animali a due gambe in Palestina ..niente, zero assoluto!!Il mondo chiede il perchè di questi gesti che minano le possibilità di pace….ma..forse che io vivo in un mondo parallelo? Scusate, ma veramente non ci capisco più nulla!Ciao

  • umargamal

    http://cpeurasia.etleboro.com/?vid=2089

    Caro Carlo,

    non so come si possa fare per trasferire questo video ma vedo che tu sei competente,

    credo che meriti di essere visto.

    Lo evidenzierei perchè è il vero motivo per cui è stato messo fuori gioco Craxi, unico europeo con DeGaulle a non esser servo contento del padrone americano-sionista.

    La dice lunga su un pezzo importante di storia appena trascorsa, il fatto che le cose appaiano molto diverse oggi mi fa pensare molto male: è un segno terribile di come i media possano recitare il ruolo dello ‘nfamone della commedia napoletana, del kapò del lager.

    Già che ci siamo aggiungo un articolo del caro Enrico Galoppini, una delle rare teste ancora liberamente pensanti che si possano leggere.

    Ciao!

    http://www.rinascita.info/cc/RQ_Mondo/EkpulplVpADThglYBj.shtml

  • Santaruina

    ciao Umar

    craxi era un politicante a tutti gli effetti, nella piena accezione del termine, e quindi nella peggiore, ma sottovaluto l’influenza che i poteri esterni avevano nelle vicende dello stato italiano.

    Pensava di poter agire per conto suo.

    Per quanto riguarda Enrico Galoppini, direi che fa spesso delle analisi molto interessanti, mai banali.

    A presto :-)

  • CeciAlcyone

    eccomi di nuovo qua, reduce da una piccola battaglia sul medesimo argomento che si è infiammata poco tempo fa in un blog di nostra conoscenza… :-)

    ho letto attentamente tutti commenti, e soffermandomi su qualcuno non ho potuto trattenere un sorriso: fortunatamente non capita solo a me di essere mal interpretata non appena viene nominata la parola “ebreo”…

    comunque, concordo ancora con te su tutte le tue considerazioni riguardo alla situazione israelo-palestinese.

  • Santaruina

    il problema nell’affrontare questo argomento è che scattano sempre dei meccanismi condizionati, quasi pavloviani.

    Anche per questo è difficile giudicare i fatti con freddezza.

    Ma i fatti restano.

    Un saluto a te :-)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>