Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
27 maggio 2013

Il nemico assente - reprise

 (articolo inizialmente pubblicato il 4 Luglio 2011)

Sleeping Warrior

 

[…]

Chi sulla rete pensa di fare “controinformazione”, chi dedica del tempo nel descrivere e denunciare questa o quella fonte di potere, vorrebbe, in cuor suo, avere nel suo piccolo un ruolo attivo nello “scardinamento” del sistema.
E’ un sentimento umano e comprensibile: nel rendersi conto delle grandi ingiustizie e delle storture del mondo reale, ognuno vorrebbe dare il proprio contributo per “combattere” l’apparato del potere.
Ecco quindi che l’idea che il proprio lavoro possa essere “censurato”, che i propri scritti “oscurati”, dà la sensazione di avere davvero un ruolo in questo gioco, di essere, anche nel proprio piccolo, “temuti”.

Si tratta, in qualche modo, della necessità di dare un volto al nemico: che sia il governo per mezzo di una sua agenzia, un ricco imprenditore che controlla i mezzi di informazione, oppure, salendo di livello, gli illuminati o i gesuiti in persona, è forte la necessità di avere un punto di riferimento quando si porta avanti una “lotta”, una entità concreta che ci consideri quali “avversari”, e che possa rivalersi su di noi.
Purtroppo, questo nemico non esiste, o per meglio dire, non gli si può assegnare un volto.
La vera tragedia del mondo occidentale di questi tempi, infatti, per tutti coloro che percepiscono una malattia di fondo dell’intero sistema, è l’impossibilità di definire un vero e proprio bersaglio contro cui scagliarsi.


E’ frustrante analizzare i meccanismi del potere, e poterli esporre, senza che nulla accada.
Senza che “il potere” reagisca in nessun modo, senza che nemmeno un minimo accenno di censura venga applicato.

Durante i totalitarismi del passato, era sufficiente mostrare un piccolo segno di insofferenza nei confronti del dittatore di turno che subito si veniva prelevati e tratti in arresto.
Si trattava di situazioni orribili, e noi siamo sicuramente fortunati nel non dover vivere in regimi del genere.
Ma, da un altro punto di vista, chi all’epoca era davvero un uomo, aveva la possibilità di mostrare fino in fondo la sua natura.
C’era qualcosa di concreto contro cui lottare, un senso da dare alla propria sete di giustizia.
Oggi, a noi, questa possibilità viene negata.

Nonostante percepiamo chiaramente l’essenza ipocrita e subdola del sistema di potere corrotto a cui sottostiamo, sappiamo anche che non abbiamo nessuna via veloce ed “eroica” di reagire.
Sfogandoci al massimo davanti ad uno schermo, vorremmo per qualche momento convincerci di stare facendo davvero qualcosa di “sovversivo”.
Ma così non è: a differenza dei totalitarismi del passato, quello in cui attualmente viviamo si è fatto molto più sottile, ed all’oppressione diretta ha sostituito un generale velo di indifferenza, coperto da un oceanico rumore di fondo generato dall’infinito flusso di informazioni spazzatura e da distrazioni che gli odierni sistemi di comunicazione sono in grado di creare.

Non è tempo di eroi, questo, non riusciremo mai a vedere negli occhi il drago da combattere.

 


Give me a sword, a maiden to protect, a sea of enemies and this song

537 comments to Il nemico assente – reprise

  • Manfred


     
    Per l’esattezza, il termine socialdemocrazia dovrebbe venir sostituito da massondemocrazia.
     
     

  • cristiano

    Ciao Santa, ai tempi in cui l’avevi scritto ero concorde con la tua analisi ma poi, riflettendo e leggendo, ho “capito” che il nemico è sempre quello (o meglio ci sono vari nemici in lotta fra loro ma per noi questo cambia poco) e cioè l’incertezza sulle nostre origini e su cosa ci aspetta dopo la morte per cui siamo ancora in balia dei nostri “allevatori” i quali si divertono a giocare con noi trasformando in continuazione le cose ma rimanendo sempre loro a comnadare il gioco.
    Che sia il paradiso, il nirvana, la medaglia o la pensione (oppure l’inferno, l’oblio, la condanna o il fallimento) siamo sempre in attesa che qualcuno premi o punisca le nostre azioni sulla base però di regole spesso false e con secondi fini ma soprattutto decise da altri.
    Il nemico è tutto il nostro sistema basato sulla competizione e sulla ambizione personale, sulla ricerca della richezza, della fama e del potere totale (cambiano solo le forme del potere non la sua anima nera di sopraffazione) insomma una disperata ricerca di immortalità … ma non lo siamo già immortali?
    Il rifiuto totale di questo sistema ed un pieno impegno per realizzare una società gilanica orizzontale basata sulla condivisione e sulla compassione è sempre stata la vera strada dell’eroe, moderno o antico che sia … il resto è solo propaganda.
    Siamo noi, con le nostre paure, che diamo l’appoggio al LORO potere e continuiamo a credere che il nostro stato di schiavitù sia quello migliore possibile vsito che siamo “evoluti” rispetto all’uomo delle caverne, sempre che sia veramente esistito un vero e proprio uomo delle caverne.
    E’ ovvio che solo quando la maggioranza delle persone avrà cambiato paradigma potrà esserci un cambiamento nella nostra società … e qui che il problema diventa insuperabile e il tuo post trova la giusta collocazione perchè fino a che avremo bisogno di leggi e comandamenti scritti, di capi e pastori non potremmo che essere un gregge di pecore che alla fine trascina con sè anche le poche pecore nere. La mia impressione è che purtroppo da secoli vi sia carenza di eroi, anche perchè spesso li ammazzano a mò di avvertimento per l’intero gregge al quale comunque basta qualche partita, un paio di tette ed un omicidio morboso per “non pensare e non vedere” fino a farsi irrorare dalla mattina alla sera . La tua analisi è proprio ciò che LORO vogliono raggiungere: la più grande confusione (grazie alla tecnologia la quale non è altro che una LORO nuova meraviglia) per imporre un nuovo ordine mondiale … se non c’è cambiamento non c’è divertimento.
    Personalmente mi piacerebbe vivere nella contea degli hobbit, dopo la sconfitta di Sauron.
    PS concordo pienamente con manfred

    • Hiei

      “Il rifiuto totale di questo sistema ed un pieno impegno per realizzare una società gilanica orizzontale basata sulla condivisione e sulla compassione è sempre stata la vera strada dell’eroe, moderno o antico che sia … il resto è solo propaganda.”
       
      Proprio come la tua, che sostieni che TUTTI dovrebbero vivere come vuoi TU nella società che piace a TE con le regole che stanno bene a TE.
       
      Ergo, non sei in niente differente da LORO.
       
      Vedi te se uno non diventa un troll…a fuoria di dar la caccia al CdA dell’allevamento costantemente circondati ed ostacolati da pecore belanti ogni tanto prenderne un po’ a calci non è solo rilassante: è anche terapeutico! :’D
      (cit.)

    • Ciao Cristiano

      hai usato più volte il termine “LORO”, ed ancora una volta occorrerebbe una vita intera per stabilire chi siano questi “loro”.
      Io personalmente in un estremo bisogno di “concretezza”, penso che un primo sguardo occorra riservarlo a quel 5% della popolazione totale composto dagli psicopatici.
      il modello imperante, a cui la maggioranza si è da secoli (millenni?) adeguata è frutto del loro mdo di concepire il mondo, come terreno di conquista, dove l’avanzamento di uno deve per forza passare sul cadavere del suo vicino.
      Io mi sto sempre più convincendo che comprendere e riconoscere queste persone sia il primo passo da fare.

  • daouda

    Riporto l’intestazione del blog di Cabasilas.Credo meriti:
    “Se anche nel pieno della confusione generale stai cercando di scoprire quello che è giusto, in mezzo a persone che non sanno più distinguere il bene dal male, allora hai già fatto molto”
    (Olavo de Carvalho)
     
    Per il resto mi chiedevo come mai nel corso di tanti anni, passata via la chiusura tipicamente paranoide, sia subentrato un infiacchimento. Eppure mi sentivo molto più coerente e vivo, preso in quel che facevo, motivato dalle convinzioni profonde che riuscivano a superare anche l’inconveniente dell’affrontare un nemico tanto potente da essere aleatorio ( a differenza dell’isterismo tipico dei succubi propagatori di questo sistema, che si creano nemici fittizzi e fanno la parte dei perseguitati quando sono loro quelli dalla parte vincente, tecnica per rinsaldare le fila per non sentire che segue una via innaturale e rinsaldarsi davanti a tale nemico ). La certezza della vittoria, come il fatto che questo mondo occupi il momento ed il ruolo che deve avere nel corso della storia, mi ha fatto vivere meglio , eppure mi sento ora un tiepido vomitato dalla bocca dell’Agnello.Mi chiedo ancora se non sia meglio il passato, per dire.Evidentemente anche quel passato era utile a rinforzare la mia unità dalle tristezze della vita, ed era un idolo, cosa di cui spesso in generale abbiamo discusso, e per questo è morto. La verità è che si ha paura di essere anonimi.Io credo che l’unica realtà,ad oggi, veramente anti-sistemica, in tutti i sensi possibili, sia la resistenza monastica ed ogni homo dovrebbe provare a renderla il più possibile simile a tali realtà la propria esistenza.Ciò è veramente eroico, poiché è un lavoro solitario , non riconosciuto e difficile.

    • Hiei

      “La verità è che si ha paura di essere anonimi.Io credo che l’unica realtà,ad oggi, veramente anti-sistemica, in tutti i sensi possibili, sia la resistenza monastica ed ogni homo dovrebbe provare a renderla il più possibile simile a tali realtà la propria esistenza.”
       
      Vedi sopra.
       
      “Ciò è veramente eroico, poiché è un lavoro solitario , non riconosciuto e difficile.”
       
      Notiamo come tutti questi eroici commenti prevedano l’imposizione dello stile di vita gradito al commentatore e sono totalmente privi non solo di qualsivoglia accenno al COME dovrebbe portare qualche risultato, ma come l’ottenere risultati non sia neanche preso in considerazione.
       
      Ti dicono “fai così che sei figo”.
       
      Tipicamente nello schema della propaganda.

    • Hiei, qua penso che ti sbagli.

      Daouda stava facendo una riflessione personale, che o trovo anche condivisibile, non stava proponendo ad alcuno un modo di vivere, nè invitava alcuno a seguirlo.

      C’è una differenza enorme tra il riflettere su una via personale da seguire e l’immaginare di imporre utopie agli altri

    • daouda

      “Chi ha raggiunto la saggezza e ne ha gustato il dolce sapore, non crede più al demone della vanagloria, anche se gli offrisse le delizie mondane. Qual dono più grande può esistere della contemplazione? Finchè non abbiamo raggiunta la saggezza, siamo tenaci nel l’impegno ascetico per testimoniare a Dio il nostro intento di far tutto il necessario al raggiungimento della conoscenza di Lui. La latitudine di questa conoscenza è proporzionata allo sviluppo essenziale della mente singola, ed è segnata dalla vita eterna che le conferisce un senso di perfetta beatitudine.”

      Evagrio Pontico

      p.s. Tipicamente nello schema della propaganda…

      • Hiei

        Abbastanza tipicamente:
         
        “Qual dono più grande può esistere della contemplazione?”
         
        Ancora una volta, si suggerisce che la cosa migliore da fare sia non fare un cazzo.
        Che mi fa pensare al detto “perchè il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione”.
         
        Ma naturalmente è un caso e poi sono un troll… :’D

        • daouda

          Sapevo che avresti risposto così! :-D

          Ad ogni modo è la cosa migliore da fare solo per chi ha una natura adatta a tal compito.
          Per il resto agire ed azione non sinonimi, ma è un concetto inesplicabile a chi ritiene stupidamente che il mondo sia solo qualcosa di materiale.
          E’ ovvio che non ti spiegherò niente di tutto ciò, essendo intrinsecamente inutile, :-D

        • daouda

          Sei contento no? :-D

        • daouda

          Cavolo non pensavo ti concentrassi su quella riga…diamine! Speravo ti cascasse la risposta sull’agire e l’azione, così ti avrei risposto , come ora faccio, che avevo sbagliato apposta per divertimento mentre in verità avrei dovuto scrivere attività al posto di agire. E mi ritrovo qui a fare il deficiente da solo…
          Ti rispondo “sti cazzi”. Non comprendo sinceramente a cosa vuoi riferirti, sembra che tu devi per forza trovarci del marcio dentro( oltre ovviamente a mettere bocca su tutto ) mentre la questione è molto più semplice: chi ha una determinata natura combatte battaglie più nobili di altri, non mi sembra ci sia niente di riprovevole.Fossero dei coglioni , come tu ritieni, ciò dipenderebbe ugualmente dalla loro natura, alché la tua domanda si svela per quel che è: una semplice rottura dei cosidetti che merita la risposta su data!!!
           

        • Hiei

          “Ad ogni modo è la cosa migliore da fare solo per chi ha una natura adatta a tal compito.”
           
          Ah. sì? E gli altri?

  • francesco da pisa

    Ma il nostro unico nemico è l’ignoranza di chi siamo, noi, la non conoscenza di se stessi. Anzi, non è neppure un nemico, questo termine rientra nella polarizzazione della mente, che è tutto ciò che prima di tutto ti ha insegnato il sistema di controllo….
    Infatti nessuno di noi quando viene al mondo è conformista. E’ un grazioso animaletto pieno di anima, ma di sicuro non è conformista. Lo diventa. Qualcuno (cioè praticamente TUTTI, attorno a lui) gli insegnano a dimenticarsi di porsi le domande, gli insegnano a dimenticare di percepire addirittura la propria presenza, soprattutto gli insegnano ad oscurare la propria energia vitale, in cambio della accettazione degli altri. Questo è tutto. Le malefatte del “potere” iniziano lì, quasi nella culla. Camminano su questa terra degli architetti metodici di questa prigione infernale di infelicità, o questa condizione è solo frutto dell’inerzia e dei bassi impulsi delle persone? Certo, ci sono i responsabili di tutte le “giustificazioni”. E come ti dice Hiei, ti costringono a ricevere gli agenti delle entrate. E come dici tu Santa, a questa gente non gli puoi fare un baffo, perchè è un dragone che scivola via, non puoi guardarlo direttamente negli occhi, tantomeno eroicamente combatterlo.
    E chi parla di combatterlo? Lascialo morire. Sai come? Non gli dai più la tua energia. Rimani nel mondo, ma non sei più del mondo. E come si fa? Guarda dentro te stesso. Scoprirai che tutto ciò di cui hai bisogno è lì. Per esempio, non hai bisogno che NESSUNO ti capisca o condivida quello che vivi tu o quello che scegli tu o che scrivi tu.
    Quando in ” Majesty ” facevo quella domanda sul Sistema, intendevo tutto questo. La perfetta domanda che ti facevi di là, Santa: qualcosa di nuovo si verifica quando un essere umano si accorge che qualcosa nel mondo non va. Sì ok ma qual è questa cosa? Che esistono i cattivi? No. Che tu non fai niente contro i cattivi? NO. La cosa sconvolgente che uno vede è questa: cazzo, non sono “loro” che controllano me, in realtà sono io che gli sto dando tutta la mia energia. Sono io che tengo in vita questa catena. MA com’è possibile tutto ciò? E non parlo di posto di lavoro o bollette e multe, come fa hiei. Parlo delle EMOZIONI, dei PENSIERI, e delle SENSAZIONI. Con queste tre cose stiamo pregando il sistema ogni minuto, di non lasciarci soli, di non abbandonarci. Perchè da soli abbiamo troppa paura di rimanere. Come in quella culla, dove tutto, per noi, è iniziato. Questo è l’inizio della rivoluzione. Capire questa cosa. E prendersi tutto il tempo per smettere di pensarla, e cominciare a viverla.

    • Hiei

      “E non parlo di posto di lavoro o bollette e multe, come fa hiei.”
       
      Evidentemente hai qualcuno che ti dà le crocchette per vivere per raccontare in giro che non c’è nessun nemico, di non badare agli uomini dietro al sipario, che basta che lo lasci morire non dandogli la tua “energia” PERO’ restando nel mondo cioè vivendo come vogliono LORO, facendo tutto quel che ti dicono LORO, lavorando per LORO servendoli e riverendoli altrimenti ti arriva da loro un po’ di energia cinetica in forma di manganellate – almeno fino al “cambio di paradigma”, altra parola magica delle propaganda che significa precisamente “transizione finale al NWO”.
       
      Ma volete andare a zappare? :’D

  • E’ triste dover convenire con la tua analisi, tuttavia non posso togliermi la Speranza per una semplice fredda razionale analisi di una certa realta’.
    Spero tanto che gli spiriti del Manzoni, di Hugo, di Dante soffino forte su di noi per spazzare tutta questa nebbia Reale-Surreale, per poter vedere oltre.
    E’ proprio in questi frangenti che la Forza della Fede mostra tutta la sua valenza.
    Io credo che quando piove l’acqua sale dalla Terra verso il Cielo, nonostante tutta l’evidenza empirica dimostri il contrario.
    Saluti Giovanni e cerca di farci coraggio se ti e’ possibile

  • miriam

    Ciao Carlo,
    secondo me invece tutto questo lavoro per cercare di aprire gli occhi al prossimo serve, anche se la percentuale di quelli che si sveglieranno è piccola e variabile. Se nessuno censura non è detto che sia perché si è indifferenti, ma penserei piuttosto al sistema dell’informazione per cui se un argomento o un problema non c’è sui giornali o in Tv non è perchè non esiste, ma perché “non deve esistere”.
    Poi come qualcun altro ha detto molto, forse tutto, parte da noi stessi. E’ il conoscersi che ci rende sempre più liberi dall’Ombra che c’è in noi, e più si è liberi più si riesce ad amare (o almeno a benvolere) se stessi, il creato, il prossimo, Dio stesso. Come dice Gandalf in “Lo Hobbit”, non sono i grandi eroismi, ma le piccole azioni di gentilezza che facciamo ogni giorno che combattono il male (cioè il “sistema”).
    Miriam

  • Anonimo

    Il nemico diviene l’uomo che non crede in Dio nel esercizio della sua libertà.
    Col suo rifiuto attivo si fa misura stessa del suo mondo e degli altri e se non cade direttamente nelle grinfie dell’avversario, se ne fa un ambasciatore.
    Col suo rifiuto passivo cade nell’ignavia e il mondo lo travolge senza speranza alcuna.
    Il potere e’ concesso, non esiste di per se’ come assoluto nella realtà del mondo, l’unico potere e’ ovviamente Dio, da Dio e in Dio, ma nel gioco delle concessioni e appropriazioni ne approfitta chi se lo procura da chi e’ passivo in questo mondo.
    Per un cristiano la morte stessa, il dolore e’ per Dio e’ in Dio.Martirio.
    Non c’e’ o non ci dovrebbe essere paura nel cristiano, e, non c’e’ allora signoria se non quella Divina.
    L’apostasia e’ la condanna del mondo dell’uomo e dell’uomo stesso.
    Cosa c’e’ allora da combattere?
    Come ha combattuto nostro Signore?
    Amore senza fine.Sempre.Per tutti.Testimoniarlo nell’umilta’ a Sua gloria, mostrando al mondo il Suo amore infinito.
    XYZ
     

  • Fabrizio Fv

    E’ passato un secolo, la controinformazione non è più repressa, anzi è molto gradita e fornisce nutrimento alle grandi macchine di intelligenza artificiale che la analizzano e poi la inglobano in un “nuovo paradigma” (bleahhhhh) di potere …….. vedi Peppe e Gianroberto.
    Se siete degli youtube adicts, guardate attentamente la colonnina dei suggerimenti a destra .
    Società gilaniche sono la nuova moda new age del decennio, così come la fisica quantistica al miele d’acacia era la moda degli anni ’00.

  • francesco da pisa

    @ HIEI
    ” Notiamo come tutti questi eroici commenti prevedano l’imposizione dello stile di vita gradito al commentatore e sono totalmente privi non solo di qualsivoglia accenno al COME dovrebbe portare qualche risultato, ma come l’ottenere risultati non sia neanche preso in considerazione “.
    |
    Sei accecato da quello che vuoi vedere tu, perchè non c’è una sola persona qua dentro che si sia espressa per imporre qualcosa a qualcuno. Inoltre, qua e là si indica chiaramente da dove iniziare, per riuscire a deporre l’ascia del conflitto e cominciare a ottenere qualche risultato. L’abbiamo proprio scritto, solo che tu non leggi…

    • Hiei

      “solo che tu non leggi…”
       
      Tradotto: “solo che tu non ti fai prendere per il culo, accienti…”. :’D
       
       “perchè non c’è una sola persona qua dentro che si sia espressa per imporre qualcosa a qualcuno”
       
      Società glianiche e sacre scritture e adorazioni di dei a parte, suppongo…

  • francesco da pisa

    Hiei,
    tu cosa proponi di fare ?

    • Hiei

      Io non “propongo” niente. Io faccio.
       
      Chi ha bisogno di star lì tutta la vita ad aspettare che qualcuno gli dica cosa fare sarà sempre e comunque schiavo, e di simili pesi morti si fa sempre volentieri a meno.
       
      Tu fra l’altro eri arrivato qui glorificando la presunta alternativa a 5 stelle se ben ricordo: complimenti ancora per la scelta, a proposito! :’D

  • francesco da pisa

    Io non glorificavo un bel niente. Testone. Testone due volte perchè non ti ho certo chiesto tu cosa proponi di fare per farmi dire da te o da chiunque altro cosa potrei fare.
    Allora? Cosa è che fai ?

    • Hiei

      “Allora? Cosa è che fai ?”
       
      A che ti serve saperlo, stante quanto appena affermato?

      • francesco da pisa

        Testone tre volte, non te lo sto chiedendo PER ME, ti sto suggerendo a te di farti quella domanda, così almeno la smetti di scassare la minchia agli altri, da dietro una tastiera poi !

        • Hiei

          Se qualcuno aveva capito i deliri dell’involuto alzi la mano… :’D
           
          Tu vai in giro a far domande alla gente per poi rompergli le palle dicendo che devono rispondersi da soli come Marzullo? E non ti hanno ancora arrestato? :’D
           
          Certo che i testimoni di Jeovah ti fanno un pippa…

  • Manfred

    Ho “postato” questo video dove in chiusura la data di pubblicazione “1977” della canzone è ben visibile.
    Perché l’ho fatto? Il motivo è molto semplice: in rete, più specificatamente nei blogs che frequento e frequentavo, ho e ho avuto la sensazione che la maggiore parte degli utenti, i più giovani ma anche di altre età,
    pensino che certi argomenti non siano mai stati discussi da alcuno prima dell’avvento dei social networks, che siano una prerogativa di certe “avanguardie” formatesi in rete.
    Voglio anche aggiungere che nel suddetto anno avevo, già da parecchio tempo, letto, per esempio, sia “Il mattino dei maghi” che i primi volumi di archeologia spaziale di Peter Kolosimo e condiviso con vari compagni queste informazioni che comprendevano anche le prove dell’esistenza delle società segrete, quali la Thule e Illuminati. Inoltre nella nostra cerchia di amici davamo per certo il coinvolgimento della CIA nel colpo di stato dell’11 settembre del 1973 in Cile, come altresì eravamo sicuri che i membri della “Baader-Meinhof” fossero stati suicidati nel carcere di Stammheim, ecc… senza dover attendere né l’avvento di Mazzucco e tantomeno di Icke e Grillo, per comparare queste conoscenze con la realtà del momento.
    D’altronde certe, non tutte, erano notizie largamente diffuse dalla stampa alternativa d’allora.

  • Francesco, Giovanni e Miriam

    in effetti ci sono due battaglie da portare avanti, in questo mondo: la grande guerra e la piccola guerra, per usare una espressione (medio) orientale.
    E non a caso la grande guerra è proprio quella dentro noi stessi, “contro” il proprio ego, una battaglia a confronto della quale quella rivolta contro le ingiustizie del mondo esterno diviene minima.
    E se la prima non è risolta, sarebbe bene non avventurarsi oltre.
    D’altra parte, le due battaglie a volte si incontrano, e la via dell’una passa per il sentiero dell’altra.

  • Fabrizio

    E’ passato un secolo, la controinformazione non è più repressa, anzi è molto gradita e fornisce nutrimento alle grandi macchine di intelligenza artificiale che la analizzano e poi la inglobano in un “nuovo paradigma” (bleahhhhh) di potere …….. vedi Peppe e Gianroberto.

    Sembra quasi che nel “sistema” totale, questa controinformazione sia un ingranaggio necessario per il buon funzionamento del tutto..

    _______________________

    Manfred

    la differenza sta tutta nei numeri
    se negli anni 70 le realtà che tu citi erano note ad un piccolissimo numero di “persone informate”, che dovevano in ogni caso andare a cercarsi le informazioni con un certo impegno, oggi tutto è accessibile a tutti, e della skull and bones te ne pala Raz Degan su italia 1, in prima serata.

  • Manfred

    Infatti si vuole che tutti possano accedere alle informazioni ma, diversamente da allora, sono in pochissimi a capirne il vero significato e soprattutto ad afferrarne le implicazioni e i collegamenti con il quotidiano usando le analogie per comparare le situazioni e lo schema con cui si ripetono, affare Grillo docet.
     

  • VHS

    si, comunque il mezzo è potentissimo. l’unico possibile problema è che a furia di stare a viverti, in tempo reale, quello che accade dall’ altra parte del mondo, si rischia di perdere contatto con quello che ci accade sotto ai piedi.
    Indubbiamente, certi aspetti della vita, possibilmente in meglio, la rete te li cambia per sempre.

    • Hiei

      “Indubbiamente, certi aspetti della vita, possibilmente in meglio, la rete te li cambia per sempre.”
       
      Adesso, quando fai una figura di merda, lo può sapere il mondo intero.
       
      Prima, per sapere le cose dovevi studiare, ora c’è Google.
       
      Vuoi vedere il mondo? E perchè uscire di casa?
       
       

  • Mikhail Alexandrevic

    O forse questo totalitarismo è molto, molto più evoluto e raffinato di quelli che l’hanno preceduto. D’altra parte ora si fanno “spontanee” rivoluzioni di primavera  invece che rozzi e visibili colpi di stato a suon di cannonate come un tempo. Così, come si diceva, ora sono le vittime stesse ad essere così ammaestrate da diventare zelanti carnefici per conto terzi. Il dogma del Pensiero Unico fa il resto. Orwell 1984 non è più solo alle porte ormai. Quindi in un sistema così perfetto il Dittatore non si affaccia al balcone ma può regnare completamente celato dalla più completa Oscurità mandandoti perfino a votare (oppure facendoti indebitare per comprare l’ultimo inutile balocco…).
     

  • Si direbbe che siamo arrivati ad una frontiera abbastanza precisa, benché qualcuno pensi ancora ad un’azione di qualche genere, (non so se sovversiva o autotutelante), in molti si fa presente questa vacuità del nemico, che è così compenetrato nel vivere quotidiano che arriva ad assumere il nostro volto.
    Mani, riceveva gli “ordini” dal suo volto riflesso in uno specchio d’acqua, e formulò una concezione dell’esistente che tramite il povero Sant’Agostino e altri gnostici eretici come Tertulliano, ha aperto la strada all’occidente come lo conosciamo oggi, cioè un mondo in cui il corpo, la materia sono essenzialmente cattivi, peccaminosi e desiderabili e l’anima e le cose celesti buone quanto noiose e distanti. inculcare questa visione aberrante ha avuto bisogno di sacrificare quella che è stata la miglior forma di potere che abbiamo avuto modo di conoscere dalla storia, il diritto romano, che concedendo il diritto privato di credere in quello che si vuole, insieme costringeva la dimensione pubblica di ogni cittadino a sottostare alle leggi dello stato, imperatore e vescovi compresi.
    A questo si è arrivati con massacri di decine di migliaia di uomini nel nome di chi invece ha dato la vita per loro, fino al punto che il consesso umano ha rifiutato quella fede per risolversi a costruirsene una propria, drasticamente duale e concreta, ma ancora più illusoria.
    Oggi questa attitudine a riformare il male per ottenere il peggio, mascherando il peggio con i panni del meglio è entrata con l’informatica, il welfare e la psicanalisi, dentro la vita delle persone.
    Rimangono però ben visibili dei segni inconfondibili, quello che si è raggiunto in termini di libertà di pensiero (teorica), e di comportamento, tutto questo è punteggiato da massacri, sangue e schiavitù, decentrati in altri luoghi sempre più vicini.
    Ora non c’è modo migliore di capire il valore delle cose che misurare il sangue altrui grazie al quale possiamo godercele, ogni volta che usiamo un telefonino e non dobbiamo sbatterci per trovare una cabina telefonica, spendiamo il sangue di migliaia di congolesi che vivono in stato di guerra per tenere alto il costo del coltan, e così via.
    A questo punto ognuno è libero di fare ciò che vuole, mai nel mondo c’è stata una condizione così propizia a chi voglia dedicarsi alla vita spirituale, l’unica cosa che gli si oppone strenuamente, è dentro di noi.

    • daouda

      Questo si nota soprattutto nello gnosticismo marxiano.
      Ad ogni modo con il tuo accenno alla politica romana credo si possa ben capire come sia stata possibile la cosidetta “inculturazione” del cristianesimo in essa, per via del suo universalismo.
      In ultima analisi, in effetti, la vita DI STILE monastico sembra essere non solo sul piano spirituale ma anche sul piano materiale una scelta in un certo senso obbligata

  • Hiei

    “In ultima analisi, in effetti, la vita DI STILE monastico sembra essere non solo sul piano spirituale ma anche sul piano materiale una scelta in un certo senso obbligata”
     
    Pensandoci bene, con tutti chiusi in casa ad adorare uno schermo è già una vita a suo modo monastica: ‘sta a vedè che c’ha raggione Casaleggio… :’D

    • daouda

      Spero tu ti comprenda nel simpatico paragone ;-)

      • Hiei

        L’adoranzione come sai non rientra nel mio stile di vita, per questa mano passo… :’D

        • daouda

          Eh beh, se ne va col doppio passo! :-)

        • Hiei

          Non adoro i vostri dei iracondi nonostante le reiterate minacce di sofferenza eterna senza scampo, ti pare che mi metto ad adorare un citrone in streaming pettinato come Napo Orso Capo?
           
          Dai, seriamente… :’D

        • daouda

          Un padre è severo per farti crescere. Fossi al posto tuo mi spiegherei la malignità di Dio nell’aver creato l’universo facendo permanere la distinzione creatore / creatura per farsi adorare, giust’appunto, e sarebbe almeno un porsi ad un livello più alto rispetto all’ateismo dilagante alquanto rudimentale di cui nella tua nebulosità finisci per farti banditore. 
          E non venirmi a scrivere che l’ateismo non è un’ideologia preconfezionata appositamente all’uopo :-)

        • Hiei

          “Fossi al posto tuo mi spiegherei la malignità di Dio nell’aver creato l’universo facendo permanere la distinzione creatore / creatura per farsi adorare”
           
          Ma davvero non capisci?
           
          L’uomo ha creato dio, non viceversa.
          La banda di dementi che vuole farsi divinità, il “nemico assente” in realtà molto presente – solo che, alla faccia delle ridicolaggini sulla “quantità di informazioni oggigiorno” come se l’immondizia fosse informazione, nessuno semplicmente ha la minima idea di chi siano – l’ha creato per suo uso e cosnumo.
           
          Pensaci bene: cos’è un dio senza nessuno che l’adori? Per poter diventare dei dovevano prima creare il concetto di dio nella mente dei sudditi! Da qui le religioni e poi l’unificazione delle stesse nella religione totalitaria del cosiddetto NWO.
           
          L’acquisizione dell’onnipotenza tramite il controllo di tutto ciò che esula dalle reazioni meccaniche del mondo inanimato ovvero la volontà individuale di chi, come rozzamente dite voi “ha un’anima”, ciò avviene tramite controllo mentale, ovvero modulando tale volontà sul concetto di una unica volontà, quella appunto “di dio”.
           
          Quando hai creato quest’immagine basta sovrapporci la tua è il gioco è fatto.
           
          Resta comunque divertente vedervi cercare l’arma contro il “nemico assente” proprio nell’inganno che esso ha creato per soggiogarvi… :’D

        • daouda

          “Cos’è un dio senza nessuno che l’adori” è il discorso che Celso rimprovera in definitiva ai cristiani e Origène confunta mostrando che tali dei altro non sono che le potenze o angeli che si rifiutano di lasciarsi sopravanzare dal Verbo.
          E’ certo scritto che dio cerca degli adoratori, precisamente in spirito e verità, ma tale adorazione altro non è che un’identificazione in Dio,con Dio,attraverso/per Dio quindi non fà derivare alcuna distinzione o discontinuità sconfessando a priori ogni detestabile concezione di supremazia.
          Per giungere a questo, per comprenderlo, si deve ascendere.La prova empirica è data da chi ci è già riuscito, la prova teorica è data dalla continuità-contiguità degli stati dell’Essere. E’ semplice applicazione dei principi universali più elementari, non dovrebbe esserti così difficile perquanto il tuo rifiuto fideistico non ne permetta l’intuizione immediata.
          Sembra poi che tu abbia una evidente affezione/afflizione dell’ideologia democraticista che ti fà credere che la massa abbia un ruolo indipendente, cosa che il popolo non ha né avrà mai, misto ad un certo individualismo che è per definizione contraddittorio che si scontra con l’evidenza stessa laddove ogni individuo non costituisce per sé la sua propria ragion sufficiente.
          Il potere si può usare per il bene , inteso in senso platonico ergo al di fuori di ogni dualismo, oppure per i propri interessi ( altruistici od egoistici poco importa , giacché è il medesimo ) ; il tuo rifiuto del Potere e quindi di ogni legittimità , anche sul piano politico, deriva da un’influsso gnosticistico che questo, veramente, è tipico del NWO e del suo dualismo.
          Il problema non è quindi che ci sia un inganno, ma che a che fine esso conduca.D’altronde tecnicamente ogni cosa che non sia Dio stesso è un inganno, una illusione, ed è questo il significato del velo di Maya.

          La questione della religione mondiale invece palesa del tutto l’inversione del NWO rispetto alle altre religioni ortodosse.
          Allontanandosi dal principio le vie, che ai primordi erano una, non potettero che aumentare per via dell’allontanamento dall’unità principiale che ha investito il creato ( la cui ortodossia dipende dalla fedeltà ai principi e quindi dalla loro efficacia ).
          E’ questo il segno nettamente demoniaco e parodistico della faccenda, giacché ogni tradizione sacra per quanto completa o no, non è che una via verso l’Infinito mentre tale invenzione umana, l’NWO, mira a fermarsi e portare solo verso il basso cercando di imitare l’unità originaria ma essendogli ciò impossibile, non può che farlo poggiandosi sull’uniformità, che ne è l’esatto contrario.

        • Hiei

          “Fossi al posto tuo mi spiegherei la malignità di Dio nell’aver creato l’universo facendo permanere la distinzione creatore / creatura per farsi adorare, giust’appunto”
           
          “è il discorso che Celso rimprovera in definitiva ai cristiani e Origène confunta mostrando che tali dei altro non sono che le potenze o angeli che si rifiutano di lasciarsi sopravanzare dal Verbo.”
           
          Il bello è che te la fai e te la conti da solo: ho capito che cerchi di mettermi in bocca le argomentazioni che vuoi tu per avere gioco facile a smontarle, io però ho detto ben altro. :’D
           
          “Il potere si può usare per il bene , inteso in senso platonico ergo al di fuori di ogni dualismo, oppure per i propri interessi”
           
          Ergo i propri interessi sono sempre il male?
          Beh, almeno un minimo di finezza c’è…ma devi impegnarti di più.
           
          “il tuo rifiuto del Potere e quindi di ogni legittimità , anche sul piano politico, deriva da un’influsso gnosticistico che questo, veramente, è tipico del NWO e del suo dualismo.”
           
          Capito?
          Se rifuto la dittatura è perchè sono tipicamente un dittatore. Logico, no? :’D
           
          Ma per favore…
           
          “Il problema non è quindi che ci sia un inganno, ma che a che fine esso conduca.D’altronde tecnicamente ogni cosa che non sia Dio stesso è un inganno”
           
          La schizofrenia al potere…

        • daouda

          E’ tutto molto più semplice…non articoli mai un discorso e non esponi mai un tuo pensiero, ma non volevo usare Celso per farti dire cose a te, cosa che striderebbe di per sé essendo Celso un tradizionalista pagano neo-platonico e tu evidentemente nulla di tutto questo, era , nello specifico, per fini didattici all’esposizione più generale che poi ho fatto.
          Tecnicamente in un discorso non dualistico non esistendo il male la deduzione che ne ricavi è fallace.Semmai essendo il bene Uno ed Universale, tanto meno è uno ed universale tanto meno bene sarebbe, ma ciò a libera discrezionalità della volontà umana che voglia o no seguirLo, dacché comunque non farebbe che inchinarvisi ugualmente in ogni caso giacché ogni cosa concorre all’equilibrio totale.
          Hiei ma che torniamo alle elementari? Ora Potere è per antonomasia dittatura? Suvvia.
          Per il resto un padre ai figli non spiega le cose come stanno, ma mentisce a fin di bene. Così devi interpretare la cosa, che è del tutto diverso dal tipo di inganni contro cui ti scagli tu.Questo perché la verità è Dio stesso e per essere tali bisogna compartecipare della sua natura, cosa che successe agli apostoli quando lo Spirito santo gli rivelò “la verità tutta intera” di cui parlava Gesù.

        • Hiei

          “E’ tutto molto più semplice…non articoli mai un discorso e non esponi mai un tuo pensiero”
           
          Tanto quando lo faccio, come due commenti fa, lo ignori da cima a fondo… :’D
           
          “Ora Potere è per antonomasia dittatura?”
           
          E’ l’accezione del potere che ne hai dato tu dicendo che lo rifiuto, ovvero che ne rifiuto l’arbitrario esercizio dello stesso sulla mia persona: se imposti male il discorso in partenza poi non prendertela con me…
           
          “Per il resto un padre ai figli non spiega le cose come stanno, ma mentisce a fin di bene.”
           
          Solo se è un ipocrita pusillanime e incapace: solo i deboli hanno bisogno delle menzogne…dall’essere perfetto mi aspetterei qualcosina di più, eh… :’D

        • daouda

          a) io non ho dato alcuna accezione del potere
          b) tu cerchi troppo di accollare all’Essere le manchevolezze della tua e nostra comune natura.Questo era (era) il succo.

        • Hiei

          “a) io non ho dato alcuna accezione del potere”
           
          Quindi sparlavi di me e basta, a casaccio? :’D

          “b) tu cerchi troppo di accollare all’Essere le manchevolezze della tua e nostra comune natura.”
           
          Per i difetti del prodotto di solito si chiama in causa il produttore… :’D

        • daouda

          Ancora svaghi? E’ per questo che ho scritto che non argomenti mai.

        • Hiei

          “E’ per questo che ho scritto che non argomenti mai.”
           
          Non è che una minchiata se la metti per iscritto diventa vera, sai?
          Son cambiati un po’ i tempi rispetto a diversi secoli fa… :’D

        • daouda

          Bah. Fossi un analfabeta ti prenderei a pugni in faccia :-)

  • Anonimo

    hiei ha scritto:



    Siamo a posto così?

    A postissimo. Dalla mia poltrona ti vedo verde e rotondo. Non disturbarti a rispondere alla domanda su cosa tu faccia di concreto. Si è fatto tardi e a concentrarti su come uscirne fuori potrebbe scoppiarti un embolo. D’altra parte il tuo freeclimbing sugli specchi potrebbe rivelarsi più divertente del triplo carpiato di una scimmia circense. Fai un po’ tu insomma, e che risponda o meno, sono certo che continuerai a dar mostra di quanto sei  verde e rotondo…

    • Hiei

      “Dalla mia poltrona ti vedo verde e rotondo.”
       
      Gli acidi possono fare questo effetto. :’D
       
      “Non disturbarti a rispondere alla domanda su cosa tu faccia di concreto.”
       
      Non ho mai avuto nessuna intenzione di farlo!
      Primo: non ho nessuna valida ragione per farlo – forse tu ti credi di essere ancora all’asilo e che qui siamo a fare a gara di storielle per impressionare gli amichetti ma sono solo problemi tuoi.
      Secondo: se uno sta facendo qualcosa di realmente dannoso per il regime, sarebbe veramente un idiota allo stadio terminale a venirlo a raccontare pubblicamente con un mezzo supercontrollato e totalmente tracciabile come internet, in particolare per andarsi a bullare con un perfetto sconosciuto che per giunta finora ha fatto propaganda funzionale al regime stesso.
      Tu per primo se non ti rendi conto di questo semplice particolare o sei un cretino all’ultimo stadio o ci marci…
       
       
      “Si è fatto tardi e a concentrarti su come uscirne fuori potrebbe scoppiarti un embolo.”
       
      Ti svelo un segreto: non a tutti pensare provoca tali effetti collaterali come evidentemente succede a te…però quella del freeclibling sugli specchi è nuova, neanche malaccio – consolati che non ti sei fatto venire un embolo per niente! :’D

      • francesco da pisa

        “se uno sta facendo qualcosa di realmente dannoso per il regime, sarebbe veramente un idiota allo stadio terminale a venirlo a raccontare pubblicamente con un mezzo supercontrollato e totalmente tracciabile come internet”
        |
        Ah ah ma tu non hai veramente capito niente……. Pensi davvero che una persona che vuole diventare LIBERA, abbia paura di internet ? Ma tu sei fuori…. Senti un po’, hai voglia di essere un minimo coerente nella tua vita ????? Visto che stai qua a menare il can per l’aia, perchè non ci metti un minimo di faccia ? Scrivi un po’ il tuo nome, dove abiti, almeno la città, o l’isola o quel che è, e già che ci sei pubblica anche il tuo numero di cellulare, se ce l’hai. Qui adesso.

        • Hiei

          “Pensi davvero che una persona che vuole diventare LIBERA, abbia paura di internet ?”
           
          A vedere voi direi piuttosto che un sacco di gente su internet ha paura della gente che vuole diventare libera.
          Nota per te, idiota: io non voglio diventare libero. LO SONO.
           
          E dall’alto della mia libertà che i chiwawa da riporto di regime come te ci stai ancora una volta mostrando quanto invidino in modo insopportabile, ti dò un’altra lezioncina: Internet è uno strumento, solo un idiota ha paura di uno strumento, uno furbo lo usa nel modo PIU’ CONVENIENTE.
           
          Scrivitelo e schiaffalo sotto “lezioni imparate a calci nel culo”. :’D

        • Hiei

          P.S.:
          “Senti un po’, hai voglia di essere un minimo coerente nella tua vita ?????”
           
          Lo sono sempre e non ho certo bisogno di renderne conto a te…
           
          “Visto che stai qua a menare il can per l’aia, perchè non ci metti un minimo di faccia ?”
           
          Dimmelo tu: perchè dovrei?
          Visto che parli di coerenza, perchè non ci metti tu la tua per primo postando scansione fronte-retro di un documento di identità valido?
           
          …così mi stampo la foto su un rullo di carta igienica. :’D
           
          “Scrivi un po’ il tuo nome, dove abiti, almeno la città, o l’isola o quel che è, e già che ci sei pubblica anche il tuo numero di cellulare, se ce l’hai. Qui adesso.”
           
          Stai vagamente, ma proprio vagamente, alludendo al fatto che secondo te uno ha diritto di “libera” espressione SOLO a patto di essersi prima fatto identificare biometricamente dalla più vicina autorità competente come manco in Corea del Nord?? :’D
           
          Su TUTTI i blog TUTTI i giorni sento questa stessa stronzata fascista: a voi pupazzetti di regime vi modellano proprio con lo stampino…Santa, so che su questo la vediamo molto diversamente ma se questi ritardati vogliono davvero eliminare il 90% della popolazione ogni giorno di più non posso che pensare “CAZZO, MA CHE SI SBRIGHINO…”.

  • Hiei

    Ah, Santa, mentre qui si ride e si scherza sembra che Israele sia alle minacce dirette contro la Russia…
     
    http://investmentwatchblog.com/war-drum-israel-preps-for-ballistic-missile-attack-russian-warplanes-go-on-24-hour-duty-in-snap-alert-drill/
     
    “JERUSALEM — Israel’s defense chief said Tuesday a Russian plan to supply sophisticated anti-aircraft missiles to Syria was a “threat” and signaled that Israel is prepared to use force to stop the delivery.”
     
    Mi piace particolarmente questa dichiarazione di Benny Nethanyeu: “At this stage I can’t say there is an escalation. The shipments have not been sent on their way yet. And I hope that they will not be sent,” he said. But “if God forbid they do reach Syria, we will know what to do.”

  • Certo che non è che si dà un bell’esempio nemmeno da queste parti, se basta qualche ora di assenza del “gestore” per far spiccare il volo della poesia tra i commenti.
    Nevvero? :-)

    Questi giorni purtroppo la mia sensibilità è elevata, e vorrei che almeno non debba preoccuparmi di queste cose, almeno qui.
    Spero che l’escalation tra i commenti finisca qui, davvero.
    Perchè non è che siccome il “nemico è assente” allora dobbiamo per forza cercarlo tra di noi: per quanto diversi noi siamo, e per quanto diverse siano le scelte che facciamo, da queste parti siamo tutti nella stessa barca.

    Sono sicuro che non sarà necessario, ma visto l’umore, eliminerò ogni ulteriore intervento che in qualche modo rappresenta un attacco diretto ad un’altro interlocutore.
    Ma penso che non sarà necessario.

    Per Hiei: io capisco il tuo punto di vista e il tuo modo di esprimerti, ma tieni sempre conto che ti rivolgi a delle persone, che non sempre sono obbligate ad accettare il tuo stile “pungente”.
    Ti chiedo solo di non calcare eccessivamente la mano: può essere un esercizio anche per te.

  • Nel frattempo vorrei porre l’attenzione sull’intervento di Mario – Rififi, che come sempre aggiunge pensieri centrati.

  • francesco da pisa

    Carlo, ti chiedo scusa. E chiedo scusa pure a te, Hiei.

  • Non c’è problema Francesco :-)

    a presto

  • kristen

    Volendo un po’ sdrammatizzare sullo scambio di idee a volte un po’ troppo vivace tra alcuni commentatori, direi che alcuni commenti e il modo in cui vengono espressi mi hanno regalato un po’ di sorrisi.. e il cielo sa se di sorrisi c’è bisogno ora come ora…

    Grazie per questo sito Santa, lo seguo da qualche anno ormai ed è stato grande fonte di ispirazione e riflessione

  • Grazie a te Kristen, mi fa davvero piacere :-)

    a presto

  • Nesun obbligo, mai, libertà a tutti di fare le scelte che credono opportune, se poi queste infrangono delle leggi avranno delle conseguenze visibili, circa le conseguenze invisibili, ho già abbastanza grattacapi per quello che riguarda le mie, quelle degli altri non ho modo ne motivo di sanzionarle o condannarle, mi limito a disapprovare quelle che vanno contro la mia fede.
    La via monastica è una morte, questo non va dimenticato mai, ne consegue che da nessuna parte sta scritto che uno è obbligato a morire, ma è una scelta volontaria e cosciente di seguire Gesù nella sua passione e morte, dunque non è una alternativa che dipende da alcuna necessità, epocale o psicologica che sia, sta solo nell’accettare incondizionatamente le parole del Vangelo, adesso come mille anni fa.
    Se c’è una cosa che ho imparato frequentando i monaci è l’assoluta indifferenza verso l’attualità, ma non verso le sofferenze degli uomini, che non sono mai mancate.

    • daouda

      A me sembra invece che la verità obblighi per sua necessità. Non è un problema di coscienza ma di principio. Una volta assimilate certe cose non ti puoi tirare indietro, si farebbe la fine degli ignavi. Chi veramente ha compreso certe cose vive in un certo modo, a maggior ragione ciò potrebbe valere per la via monastica. La questione della scelta subentra dopo e dipende certo dalla propria vita. Questo intendevo, non c’era alcun intento di ritenere generalizzabile e preferibile in sé un tal caso.

  • Hiei


     
    Video molto raffazzonato ma alcuni dettagli sono curiosi, diciamo…

  • Manfred

    Santa ho visto il tuo intervento su LC, pare che anche Luogocomune dopo aver raggiunto l’apice stia iniziando la precipitosa discesa, a cosa è servito discutere di complotti per 9 anni? A rendere le persone incapaci di riconoscere il complotto che stavano attuando proprio chiedendo la loro collaborazione?

    • Luogocomune è frequentato da migliaia di persone, e gli utenti che partecipano alle discussioni sono sempre diversi.
      diciamo che regolarmente c’è un giusto ricambio generazionale :-)

      Attualmente pare che molti ripongano fiducia nel movimento 5 stelle.
      E sono passati effettivamente diversi anni da quando nei forum di LC si analizzava quel fenomeno noto come “nuovo ordine mondiale”: forse all’epoca alcune caratteristiche del movimento 5 S sarebbero state viste con occhio diverso.

      • Hiei

        Se qualcuno non s’è ancora accorto che Mazzucchino “quanto è figo Obama infatti non ne parlo mai male pure se sta facendo di tutto e di più peggio di Bush che impallinavo quotidianamente” è un gatekeeper dei più classici – e c’era da accorgenersene anni fa, quando ci fu il “ricambio generazionale” in forma di purghe degli infedeli… :’D
         
        “Attualmente pare che molti ripongano fiducia nel movimento 5 stelle.”
         
        E come non averne? Se le cose non sono andate bene l’ha detto Grillo: è colpa della stampa comunista, degli imbecilli che non lo votano e che non hanno saputo spiegare bene agli italiani tutte le cose belle che hanno fatto finora.
        Il milionario mitomane sceso in campo ormai parla esattamente, parola per parola, come l’altro milionario mitomante sceso in campo, chi l’avrebbe mai detto a parte noi troll, eh? :’D
         
        Grilliiiiiini? PSPSPSPSPSP?? Com’è che non se ne trova più in giro uno? :’D
        Venite che il troll ha fame! Pure l’ONU ha detto di mangiare insetti per il bene del pianeta, vorrete mica sottrarvi al vostro dovere? :’D

  • Hart

    Non sono molto concorde nel ritenere che il “sistema” non abbia oggigiorno i mezzi per eliminare gli anticorpi fastidiosi o potenzialmente pericolosi. Il rumore di fondo che ottenebra le menti che non si pongono domande, c’è e pure efficace. Ma non dimentichiamo che qualcuno si può sempre svegliare dalla melma di facebook, o della TV, etc.
    CONDIZIONAMENTO -Nella tua battaglia pubblica ti affiancano individui atti a infiltrare le idee e soluzioni proposte con “polpette avvellenate” che fanno parte degli obittievi proprie del sistema che ti sei deciso a combattere. Parola d’ordine: annacquare e confondere.
    PROPOSTA – Il secondo livello giunge se falliscono le prime azioni di condizionamento. Velatamente o meno, ti viene proposto di annacquare tu direttamente le tue azioni, confondendo i destinatari del tuo messaggio. In cambio avrai i diritti che verranno negati alla massa, come sempre, ma dovrai venderti l’anima e la coscienza per i vantaggi terreni acquisiti.

    “TERRA BRUCIATA” – Il personaggio che ha dato fastidio parlando magari in sedi istutuzionali come consulente raccontanto spesso l’ovvia ma inenarrabile realtà. viene fatto oggetto di speciali attenzioni. I primi amici (quelli che hanno il fondoschiena al caldo in sindacati, amministrazioni, enti vari) cercano di convincerti che la tua battaglia è utopica o non giusta. Saranno i primi a isolarti. Possono persino condizionare la tua famiglia attraverso altre pedine sul territorio. I grembiulati ne hanno sempre quasi dovunque. Possono isolarti senza tu te ne renda conto per mesi di cosa sta accadendo. E quando realizzi è troppo tardi per qualsiasi contromisura.
    CONTROLLI FISCALI O SANITARI con esito “scontato”, sulla propria attività o di amici / famigliari che ti supportano
    INTERNAMENTO – Carcere con accuse di pedofilia o droga, più frequentemente TSO
    “INCIDENTE” – sul lalvoro o stradale
    “SUICIDIO” – v. Kleeves
    PS
    Perdonatemi se non ho il tempo di leggere tutti i commenti precendenti eventualmente ripetendo quanto gà detto, ma credo sia importante ribadire il meccanismo di repressione e isolamento oggi più ampiamente addottato.

  • Ciao Hart

    non nego che tali sistemi possano venire applicati.
    però vi sono diversi “livelli” di potere.
    Ad un livelo intermedio, e assai concreto, può capitare, effettivamente, di “dare fastidio” a qualche personaggio o organizzazione potente, e subirne le conseguenze.
    Ma stiamo parlando di un livello intrmedio.

    Ad un livello più alto, questo “potere” assume oggi contorni tanto indistinti da risultare difficilmente scalfibile.

    • Hiei

      “Ad un livello più alto, questo “potere” assume oggi contorni tanto indistinti da risultare difficilmente scalfibile.”
       
      Proprio perchè a livelllo intermedio, prima ancora di cercare l’ago nel pagliaio, sono ben addestrati a eliminare all’istante anche solo chi si pone la domanda “ehi, e se cominciassi a cercare il pagliaio?”.
       
      Capiscim’ammè.

  • Calvero

    Il virus pericoloso che ha avuto successo trasforma e trasfigura il corpo, nonché la psiche indirettamente; il corpo malato, e in maniera “automatica”, genera disfunzioni che in apparenza potrebbero non far risalire al pericolo di origine. Purtroppo però quanto si scatena successivamente, per quanto in apparenza indipendente, corrobora la causa del virus d’origine.

  • Manfred

    Casaleggio ha scelto Grillo perché è l’esatta fotocopia del Mule Asimoviano.
    Potrebbe essere una battuta su cui riflettere.

  • Manfred

    Comunque il potere arriva fino al livello del terreno, altrimenti non sarebbe potere, se solo sei capace di capire gli effetti al suolo delle loro mosse già ti avvertono di non scherzare.Poi se prosegui….

  • Anonimo

    di Sergio Di Cori Modigliani
    Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono” Malcolm X, fondatore e leader del movimento Black Panthers
     
    L’altro ieri Wellington a Trafalgar
     
    Questi stanno riscrivendo la storia?!

  • Manfred

     
    http://www.beppegrillo.it/

    E’ un dromedario e finora tra gli utonti se n’è accorto uno solo.
    Poi dicono che l’MKUltra è una invenzione!
     
     
     

  • Manfred

    Hanno tolto il dromedario e messo una foto dove si vede solo la testa di un camelide, classico esempio 
    di trasformismo italiano.

  • gianbattista

    @manfred
    classico esempio di ti mostro la luna e tu guardi il dito

  • Manfred

    Questo si poteva dire prima dell’avvento della rete, quando sia il dito che la luna erano reali, ora nel mondo virtuale il mezzo è diventato il messaggio, di conseguenza non è lecito fare errori e poi cancellarli come se niente fosse avvenuto. Quindi sei tu che ti fermi all’apparenza perché in sostanza  è rimasto solo il mezzo su cui commentare, può sembrare un controsenso invece è l’esatta dimensione di questi proclami atti solo a valutare il grado di sottomissione dei propri accoliti (1984 docet). 

  • gianbattista

    Si certo, ma credo ci sia una bella differenza tra il riscrivere la storia falsando le immagini per ottenere uno scopo (una per tutte che sto seguendo da anni: i cieli naturali dei film vengono sostituiti con cieli trattati con operazioni di geoingegneria, in modo che lo spettatore pensi che quel tipo di cielo sia natuarale, sia sempre esistito) e prendere una cantonata; scomodare l’MKUltra perchè uno ha confuso un cammello con un dromedario mi sembra francamente eccessivo. 

  • Manfred

    E’ una somma di inesattezze, volutamente non controllate, distribuite su tre post consecutivi, che sono state notate da pochissimi e solo nei due casi più eclatanti corrette come se nulla fosse avvenuto, mentre una moltitudine di ignoranti continua ad arrogarsi il diritto di disquisire sulle sorti non solo dell’Italia ma del mondo intero.
    Questo coltivare la faciloneria è uno dei primissimi gradini di qualsiasi processo manipolatorio.

  • tristantzara

    Sì ok santa ma con le ragazze come si fa allora ?….

  • Manfred

    Casaleggio ha scelto Grillo perché è l’esatta fotocopia del Mule Asimoviano

    Non male come paragone.

    ______________________

    Tristan

    dici che dovrebbe essere quella la prima nostra preoccupazione? :-D
    Non è da escludere a priori :-)

  • Manfred

     Un utente sul blog di Repubblica, il quale sta diventando molto più interessante dei siti “complottisti”.
     
     
    sinapsi81
     
    56 Fan
    22 minuti fa (10:33)
    Annunziata forse invece di lisciare il pelo al grillismo avreste dovuto prendervi in mano un libro di storia per studiarvi le tecniche di propaganda nazional-socialista formulate da Goebbels: 
     
    1. Principio della semplificazione e del nemico unico.
    E’ necessario adottare una sola idea, un unico simbolo. E, soprattutto, identificare l’avversario in un nemico, nell’unico responsabile di tutti i mali.
     
    2. Principio del metodo del contagio.
    Riunire diversi avversari in una sola categoria o in un solo individuo.
     
    3. Principio della trasposizione.
    Caricare sull’avversario i propri errori e difetti, rispondendo all’attacco con l’attacco. Se non puoi negare le cattive notizie, inventane di nuove per distrarre.
     
    4. Principio dell’esagerazione e del travisamento.
    Trasformare qualunque aneddoto, per piccolo che sia, in minaccia grave.
     
    5. Principio della volgarizzazione.
    Tutta la propaganda deve essere popolare, adattando il suo livello al meno intelligente degli individui ai quali va diretta. Quanto più è grande la massa da convincere, più piccolo deve essere lo sforzo mentale da realizzare. La capacità ricettiva delle masse è limitata e la loro comprensione media scarsa, così come la loro memoria.
     
     
    6. Principio di orchestrazione.
    La propaganda deve limitarsi a un piccolo numero di idee e ripeterle instancabilmente, presentarle sempre sotto diverse prospettive, ma convergendo sempre sullo stesso concetto. Senza dubbi o incertezze. Da qui proviene anche la frase: “Una menzogna ripetuta all’infinito diventa la verità”.
     
    7. Principio del continuo rinnovamento.
    Occorre emettere costantemente informazioni e argomenti nuovi (anche non strettamente pertinenti) a un tale ritmo che, quando l’avversario risponda, il pubblico sia già interessato ad altre cose. Le risposte dell’avversario non devono mai avere la possibilità di fermare il livello crescente delle accuse.
     
    8. Principio della verosimiglianza.
    Costruire argomenti fittizi a partire da fonti diverse, attraverso i cosiddetti palloni sonda, o attraverso informazioni frammentarie.
     
    9. Principio del silenziamento.
    Passare sotto silenzio le domande sulle quali non ci sono argomenti e dissimulare le notizie che favoriscono l’avversario.
     
    10. Principio della trasfusione.
    Come regola generale, la propaganda opera sempre a partire da un substrato precedente, si tratti di una mitologia nazionale o un complesso di odi e pregiudizi tradizionali.
    Si tratta di diffondere argomenti che possano mettere le radici in atteggiamenti primitivi.
     
    11. Principio dell’unanimità.
    Portare la gente a credere che le opinioni espresse siano condivise da tutti, creando una falsa impressione di unanimità.
     

  • Anonimo

    Il grande dibattito del nostro tempo, non è di natura politica o economica, ma culturale, morale e, in ultima analisi, religiosa. Si tratta del conflitto tra due visioni del mondo: quella di chi crede nell’esistenza di principi e di valori immutabili, iscritti da Dio nella natura dell’uomo, e quella di chi ritiene che nulla esista di stabile e di permanente, ma tutto sia relativo ai tempi, ai luoghi, alle circostanze. Se però non esistono valori assoluti e diritti oggettivi, la volontà di potenza dell’individuo e di gruppi diventa l’unica legge della società e si costituisce quella che benedetto XVI ha definita la “dittatura del relativismo”.
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-smantellare-la-dittatura-del-relativismo-5405.htm
     

  • Manfred

     
    Leggendo attentamente Goebbels si ha una immagine  chiara, sorprendentemente chiara da poterci abbinare dei connotati fisici, facilmente riconoscibili in personaggi d’attualità.

  • tristantzara

    @santa : potresti però farlo un post al riguardo, il titolo ce l’hai già te lo concedo che è “Già, ma con le ragazze come si fa allora ? ” guarda che questa faccenda è molto più sottile di ciò che credi, persino metafisica no ? la mutazione che è avvenuta nei loro interessi e conseguenti comportamenti andrebbe valutata seriamente, loro sì che dislivellano gli equilibri sociali. ciao D

  • Manfred

    @tristantzara
    Non ho afferrato benissimo cosa chiedi a Santa ma mi hai fatto ricordare che i giostrai alle ragazze regalavano i gettoni per l’autoscontro, un motivo doveva esserci?
     

  • ikalaseppia

    Caro Santa, mai censura è stata più perfetta. Ieri vado alle poste e, tra i libri per bambini e di cucina, trovo i video con le interviste esclusive ad adam quadmon (sic).E son venuto “tra Cielo e terra” a vedere se lo prendevi per i fondelli, quest’uomo primordiale :-)  Certo finire nel circuito delle poste NON è facile… Ormai i frammenti di verità destabilizzanti sono una caratteristica costituente del sistema di dominio spettacolare in cui viviamo e va gestito… Lavoro sporco, ma ormai… La molteplicità caleidoscopica dell’Avversario sarebbe stupefacente se non si rivelasse presto comunque noiosa, nella sua prevedibile tendenza a precipitare verso il basso. Un abbraccio a pieno cuore. Ika
     
    ps. Ogni epoca ha gli eroi che merita. E nella nostra piccoli meriti valgono dieci. 

  • tristantzara

    @manfred : consideravo che le elitès politiche sono sempre in misura principale di sesso maschile, nel mentre dovremmo riflettere il perchè una donna intelligente varrebbe 10 di essi al loro posto. In sintesi.

    • Hiei

      “nel mentre dovremmo riflettere il perchè una donna intelligente varrebbe 10 di essi al loro posto.”
       
      Davvero?
      Allora il popolino è fortunato: se fossero tutte donne nelle elite sarebbero fottuti 10 volte tanto!

  • Ciao Ika :-)

    e, tra i libri per bambini e di cucina, trovo i video con le interviste esclusive ad adam quadmon (sic)

    ho avuto il tuo stesso pensiero quando ho visto il dvd di kadmon negli scaffali del supermercato, accanto alle previsioni dell’oroscopo ed un libro che garantiva vincite sicure al lotto.
    Ho alzato le spalle, ho guardato il carrello e ho controllato se mi serviva ancora qualcosa per la carbonara che avevo intenzione di preparare la sera.
    Che altro si può fare?

    a presto :-)

    • Hiei

      “Che altro si può fare?”
       
      Magari riconsiderare le isole greche: se pensi che io non ho la più vaga idea di chi sia ‘stokatz di Adam Kadmon che sento nominare da un po’ in giro per la rete… :’D
      (non è una battuta e NON lo voglio sapere, grazie. Comunque, no grazie! :’D ).
      FUGGITE, SCIOCCHI! :’D
       
       

  • Manfred

    Mi sà che erano stati diffusi dei virus in rete a suo tempo, c’è Mazzucco che pare abbia preso la deriva di Grillo con i dissidenti, ora sta “bannando” gli ultimi non allineati, resiste solo Calvero ma è stato già avvisato, come per M5S ne vedremo delle belle anche su Luogocomune.

  • francesco da pisa

    E’ tutto un gioco…….. Ho deciso di non frequentare più la rete, per un po’ di tempo, ci sono cose vive che si muovono che ti guardano negli occhi, qua fuori, che mi interessano di più, che sono la mia naturale ragion d’essere, totalizzante, perchè l’essere non è parziale, e nemmeno la sua ragione, il suo spirito, lo sono; a me piacciono due cose nella vita: le stelle (chi mi conosce lo sa) e gli occhi degli esseri umani; la stessa luce, in fondo…. Per ora vi saluto tutti, augurandovi un buon autunno (la stagione alle porte), con questo videino, giusto per ricordarci che è “ganzo” vivere ed è pure un gioco, se hai il METODO del gioco…. L’Arte…. A presto. Ciao Carlo. Radicatevi in qualcosa di meraviglioso, magari, la filmografia invisibile della coscienza.

     

    • Hiei

      Con Grillo arrivato, con Grillo ripartito…
       

      • francesco da pisa

        Ma veramente guarda sono qui dal… boh… 2007 mi sembra; sei tu che non ci sarai più, quando tornerò io. Te lo do per sicuro, perchè te sei uno che non ha futuro. Perlomeno qua dentro. Magari fuori, te lo auguro. Ciao ciao.

        • Hiei

          E quando si rosica al punto da non aver altro che gufare il prossimo, buona camicia a tutti! :’D

  • Manfred

    Grillo o meglio chi per lui gira dal 2004 nei blogs. 
     

  • Hiei

    …se non torna Santa non posso neanche abusare delle nuove features, però.

  • Francesco, a presto allora :-)
    C’è un momento per ogni cosa, e del virtuale è giusto cogliere quanto basta :-)

  • Anonimo

    La rivolta contro il “fratello” Erdogan
    di Thierry Meyssan
    http://www.voltairenet.org/article178921.html

  • Anonimo

    Devo fare i miei complimenti al titolare di questo blog, perché a tratti mostra di avere la capacità di intuire, per lo meno, cose che vanno oltre un pesante velo che copre ogni vista agli uomini di quest’epoca
    Devo anche aggiungere questo:
    1) Senza dubbio è vero quello che si è sostenuto in alcuni commenti: la rivoluzione più potente e “pericolosa” per le potenze che dominano questo mondo è quella che si può fare su se stessi, nella propria interiorità. Si tratta dell’unica vera attività possibile, l’azione essendo confinata nel campo delle cause secondarie e delle conseguenze: chiunque pensi d’agire dove il suo essere non è, ha un pensiero assai contraddittorio e difficile da giustificare. Allora per agire bisogna prima essere. Per fortuna, l’essere individuale non è immodificabile come sembra che molti pensino: l’essere nuovo può realizzarsi solo attraverso la Conoscenza. E’ soltanto a partire da questo che la rivoluzione contro l’impero del male può essere compiuta.
    2) Rispetto a questo ogni sforzo che si diriga a contrastare inganni o illusioni può essere utile.
    3) occorre tenere conto però che le illusioni e gli inganni non hanno due dimensioni, ma tre: essi hanno la struttura delle scatole cinesi e la soluzione che viene più immediatamente sotto mano ad ogni inganno è spesso un nuovo inganno.
    4) Non è vero che il sistema non reagisce. Reagisce il più delle volte senza che ci si accorga di questo, neutralizzando semplicemente i pensieri e le iniziative più pericolosi per chi lo dirige.
    5)Occorre avere presente che lo strumento di un blog, pur essendo tutt’altro che inutile, se ben condotto, ha dei limiti intrinseci.
    6) Ciò non vuol dire che esso non possa divenire a volte molto fastidioso per certe questioni più o meno secondarie, ma che hanno ad ogni modo la loro importanza. Non vuole neanche dire che non possa veicolare elementi per l’inizio di una vera “ricerca”.
    7) Quello della ricerca è un tema importante perché significa: non fermarti laddove hai trovato qualcosa; devi essere consapevole che quella è solo una traccia da seguire e che vi sono molti veli successivi ancora da attraversare, molti inganni che subentrano a inganni da superare.
    8) un esercizio per nulla inutile per un blogger sarebbe quello di raccogliere i commenti ai propri post ed analizzare il loro andamento per elementi “formali”, quali il tipo di argomento, lo stile della risposta, la maggiore o minore attinenza con l’argomento principale: si tratta di un primo modo per potere rilevare alcuni spunti sul perché un’osservazione o un’intuizione che si mostra importante non sembra condurre a volte a qualcosa di più concreto.
    9) La sensazione di impotenza è in parte voluta e indotta dal sistema, in parte, in questi ultimi tempi, origina dal chiudersi progressivo di certi “varchi spirituali” sotto l’azione delle potenze di cui ho parlato. Queste potenze per l’ignoranza insita nella loro stessa natura, ignoranza che per esse è assolutamente invincibile, non possono però comprendere che, per ogni varco che si chiude, un’altro se ne aprirà e dunque non si deve disperare.
    10) Se si giungesse a dare fastidio al sistema, senza che questo riesca a neutralizzare l’attività così condotta, se questa attività fosse ancora esteriore, come è per forza di cose il caso di un blog su internet, dunque più esposta al potere malefico, bisognerebbe aspettarsi reazioni molto dure, sicuramente più di quanto non si riesca facilmente ad immaginare. Occorre dunque essere preparati veramente a questa eventualità, oppure accontentarsi di un’azione molto più debole che comunque, oltre la neutralizzazione, potrebbe avere ancora qualche effetto non controllato dal potere del sistema.

  • Manfred

    “9) La sensazione di impotenza è in parte voluta e indotta dal sistema, in parte, in questi ultimi tempi, origina dal chiudersi progressivo di certi “varchi spirituali” sotto l’azione delle potenze di cui ho parlato. Queste potenze per l’ignoranza insita nella loro stessa natura, ignoranza che per esse è assolutamente invincibile, non possono però comprendere che, per ogni varco che si chiude, un’altro se ne aprirà e dunque non si deve disperare.”
     
    Esattamente, l’armonia che la terra dopo tanto ri-sprigiona in queste prime calde serate (per anni non era avvertibile) è una conferma di quello che scrivi.
     
     

  • ” Si tratta del conflitto tra due visioni del mondo:”
    Io non ci credo, risolvere la modernità in conflitto tra tradizione teista e relativismo materialista è uno degli abbagli più grandi, e lo stanno dimostrando i comportamenti delle grandi teocrazie del mondo che si oppongono alla dittatura liberista e relativista.
    Siamo sempre nella trappola del dualismo cartesiano, o manicheo, o gnostico, questi due aspetti non sono che le due facce della stessa medaglia, vale a dire è un conflitto tra idolatrie.
    Quello che si va profilando in un futuro più o meno prossimo è proprio questo orizzonte della coscienza che verrà chiamata ad essere: “Con noi o contro di noi” e qualunque scelta verrà fatta in proposito significherà approvare o direttamente macchiarsi del sangue del prossimo.
    Gog e Magog sono due idoli e si nutrono di sangue umano.

  • forse i cristiani massacrati in siria egitto nigeria irak eccetera, sono dei relativisti assoluti perchè non creano un esercito per difendersi o per difendere la loro fede? forse morire perchè non si accetta ciò che è contrario alla propria fede è relativismo, è evidente che abbiamo catechismi diversi.
    http://www.silviaronchey.it/articoli/interviste/styled-49/partriarca_bartolomeo_ilsole24oew.html

    • Hiei

      Guardandola da un altro punto di vista, diverse centinaia di migliaia di musulmani sono stati massacrati – incluse donne, vecchi e bambini – negli ultimi anni da eserciti di paesi cristiani, che annoverano cristiani ferventi nelle loro fila tanto che questi incidono i passi della Bibbia sui loro fucili. Ma quelli non li caga nessuno…
       
      Tutto relativo, no?

      • Anonimo

        leggiti questo:
        http://www.kelebekler.com/occ/copert01.htm
        vediamo di non confondere il cattolicesimo con altro (wasp massoneria made in usa).
        L’analisi non è così semplice come da voi proposto. m

        • Hiei

          Certo, perchè i musulmani sono SEMPRE quelli “cattivi”, invece i cattolici sono SEMPRE quelli “buoni” che quando accoppano negretti, ingroppano bambini, rubano, manipolano e truffano e trafficano in armi o sono collusi con la mafia se non capibanda non sono “veri” cattolici. Neanche se sono alti prelati, naturalmente (in quel caso è tutto un gomblooootto che “tuto mondo odia, TUTO!”).
           
          Se un musulmano uccide un cristiano, è perchè è musulmano, se un cristiano uccide un musulmano, allora è neoconwaspmassonsinoistalluminatopizzafichi.
           
          Tutto relativo, appunto…o meglio: tutto il mondo è paese.

        • Anonimo

          FAI FINTA DI NON CAPIRE – COME SEMPRE – CHI HA MAI DETTE LE CORBELLERIE CHE AFFERMI?? M 

        • Hiei

          “Beati i mansueti, perché erediteranno la terra.”
          Matteo 5:5
           
          Non mi sembri molto mansueto, sarai mica relativista? :’D

        • Anonimo

          ironia da 4 soldi. A volte bisogna saper ascoltare invece ti ritieni super competente in tutto e non è così…
          Lo “scontro di civiltà” è stato pianificato da circoli ben identificabili come rilevava l’articolo di Copertino da me citato (e che di sicuro NON hai letto caro so tutt’io).
          O vedi il Papa a capo di una specie di crociata ( andrebbero anche le vecchie riconsiderate per quelle che erano e non come certa storiografia vorrebbe far passare) in Medioriente?
          La Chiesa cattolica ha dialogo con l’Islam (e le altre religioni)
          http://www.maranatha.it/Testi/TestiVari/TestiV02Page.htm
          in Medioriente fino al casino fatto dagli usa and company comunità cristiane non hanno avuto problemi di convivenza con i musulmani (in siria, iraq etc).
          Ed anche tra i musulmani occorre far distinzioni (vedi wahabiti). m

        • Hiei

          “ironia da 4 soldi.”
           
          Perchè, credi di valere di più?
           
          “A volte bisogna saper ascoltare invece ti ritieni super competente in tutto e non è così…”
           
          Dice il presuntuoso che tutti dovrebbero ascoltare muti e adoranti (secondo lui) mi par di capire: come si dice, da che pulpito! :’D

          “Lo “scontro di civiltà” è stato pianificato da circoli ben identificabili come rilevava l’articolo di Copertino”
           
          E se questo non dimostra come le religioni siano strumenti di controllo di massa…
           
          “O vedi il Papa a capo di una specie di crociata ( andrebbero anche le vecchie riconsiderate per quelle che erano e non come certa storiografia vorrebbe far passare) in Medioriente?”
           
          Voglimo ricordare il magico momento in cui Papa Ratzi ringraziò pubblicamente GEORGINO W BUSH per la sua “difesa dei valori cristiani”, ora, per un momento? :’D

        • Hiei

          Tanto per ridere:
           
          “In questo quadro si inserisce anche una polemica dei cristiani siriani nei confronti di Paolo Dall’Oglio, il gesuita fondatore della comunità di Mar Musa, in Siria, espulso nel 2012 dal governo Assad. Dall’Oglio ha fatto nei giorni scorsi dichiarazioni che hanno provocato reazioni negative nella comunità cristiana del Paese. Ha detto Dall’Oglio, fra l’altro: “Gli italiani chiedano di prendere una posizione chiara e forte sulla necessità di offrire al popolo siriano la possibilità di difendersi concretamente e militarmente dal regime Assad…E’ un anno e mezzo che parliamo della necessità morale o di un intervento diretto come avvenuto in Libia o indiretto, con la scelta di dare le armi giuste per bloccare il bombardamento sistematico del regime siriano, che è un regime mafioso”.”
           
          Gesuita come l’attuale papa, mi pare…no, nessuna crociata qui… :’D

        • Anonimo

          come già rilevato in passato con te inutile discutere. BONA. m
           

  • Manfred

    [youtube http://www.youtube.com/watch?v=AdPhAKqZLqM&w=420&h=315%5D

    L’ho inserita sul ” portico”, ma voglio farlo anche qui, perché questa canzone, visti i tempi, è ritornata prepotentemente attuale.
     
     

  • Manfred

    dal blog di Grillo un “Troll”, si fa per dire
     

    discutere con un grillino è come giocare a scacchi con un piccione: potresti essere il più grande giocatore di scacchi del mondo, ma il piccione continuerà a rovesciare tutti i pezzi, cagherà sulla scacchiera e camminerà impettito andando in giro con aria trionfante

    adriano vemando, budroni  18.06.13 16:09| 

     

  • Manfred

    Parabola che avrebbe dovuto essere estesa agli acculturati nei mitici anni ottanta e poi al99% per cento di chi scrive in rete.

  • Anonimo

    L’espansione di liquidità delle banche centrali ha raggiunto un punto di non ritorno. Un passo in avanti o indietro avranno lo stesso effetto, quello di accelerare il collasso
    http://www.movisol.org/13news107.htm
    Una triplice crisi rischia di portarci alla Guerra mondiale
    http://www.movisol.org/13news106.htm

  • Hiei

    ” Una triplice crisi rischia di portarci alla Guerra mondiale”
     
    Da anni e anni.
    Sarebbe anche ora di muoversi, che c’è chi è morto aspettando…

  • Anonimo

    il Mercato comune Transatlantico, in gergo orwelliano Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP). Ossia la creazione degli Stati Uniti Useuropa, con l’inglobamento del nostro continente nel sistema giudiziario, brevettuale, poliziesco americano, compresa l’estrema liberalizzazione finanziaria vigente in Usa.
    http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=133&aid=256784
    http://www.voltairenet.org/article160374.html

  • Fabrizio Fv

    ” l’estrema liberalizzazione finanziaria ”
    Hmmmm vediamo un po’ :
    1) Agosto 2011 aumento dell’imposizione sui capital gains da 12,5 a 20% , pari ad un aumento relativo del 60%
    2) Luglio 2012 entrata in vigore dell’INFAME TOBIN TAX sulle transazioni finanziarie (quella che tassa anche le perdite, visto che gli utili sono sempre meno) in Francia.
    3) Marzo 2013 entrata in vigore anche in ItaGlia sulle transazioni dei titoli azionari.
    4) Luglio 2013 entrata in vigore della stessa tassa (rapina) sui derivati degli indici azionari.
    Interessante vedere come siamo sempre più incatenati, ma la causa è il LIBERismo, le LIBERalizzazioni ……. insomma a quanto vedo l’opera di inversione dei circuiti cerebrali è molto più avanti di quanto si creda.

  • Manfred

    Blondet  mi sembrava interessante, poi ho capito che con le sue paranoie tira la volata al NWO come qualsiasi altro giornalista che ha un minimo di seguito. 

    • Hiei

      Il che non vuol dire che alcune cose (le mezze verità che tali gatekeeper usano come esca per attirare pubblico) non corrispondano.

  • Manfred

    Certamente, ma preferisco estrapolarle leggendo la stampa così detta “normale”, vuoi mettere la soddisfazione di verificare costantemente l’intuito e la logica che segue, senza essere ammorbato dalla melassa raccogli proseliti.  

  • Manfred

    Basta saper leggere tra le righe, molte volte quello che non viene detto (che per logica dovrebbe essere detto), o come viene detto è più illuminante di una mezza verità.

  • Anonimo

    Per tornare un po’ all’argomento principale del post che mi sembra ancora degno di ulteriori riflessioni, un’articolo scritto molti anni fa da qualcuno che aveva una visione del mondo molto diversa dalla mia, ma anche capace di intuizioni molto interessanti:
    http://www.pasolini.net/saggistica_potere-senza-volto.htm

  • Anonimo

    Blondet può, a volte (per me raramente), sbagliare valutazione ma classificarlo come “gatekeeper” mi sembra molto azzardato (e non credo abbia sbagliato nemmeno la definizione di ” liberalizzazione finanziaria”)
     

    • Hiei

      Azzardato ed errato son due cose diverse.

    • Fabrizio Fv

      Sbagliatissima invece, quello che vuole intendere si chiama PRIVILEGIO finanziario (per gli amici del potere), e ULTRAPROIBIZIONISMO per tutti gli altri.
      Un po’ come dire “con il mio giocattolo faccio quello che voglio, ma tu non provare neanche a toccarlo”.

      • Anonimo

        fatti una ricerca… è l’ideologia secondo cui il mercato si regola da sé ed è strettamente legata alla globalizzazione.

        • Hiei

          Abbiamo presentato: la banalità del giorno.
           
          Grazie di aver partecipato.

        • Anonimo

          Banale, logorroico – muezzinico in questo blog spesso sei te.

        • Hiei

          Una riga scritta: “logorroico”. Beh, sei coerente con te stesso, diciamo.

        • Anonimo

          datti una calmata, tuoi interventi spesso inopportuni…non ti meravigliare delle risposte se sei sempre te a provocare.
          Logorroico? conta i commenti a firma “Hiei” in questo ed altri post.

        • Hiei

          Niente soldi per andare in vacanza, eh? :’D

  • Manfred

    Finché arriviamo all’anarco-capitalismo tanto caro ai liberisti aglo-sassoni, dove il gossip attorno la famiglia reale è istituzionalizzato da secoli, altro che l’Italia dove a Berlusconi non si vuole riconoscere l’alto spessore di statista.
     

    • Anonimo

      L’economia reale non c’entra con la borsa
      l’economia degli USA è la fonte della liquidità globale e che a causa del perdurante deficit americano l’economia mondiale ha accumulato ingenti riserve di dollari utilizzate per espandere la liquidità.
      Riversandosi sui titoli azionari, obbligazionari e confratelli vari come opzioni, futures e derivati ne sostiene il valore facendo sembrare che godano di buona salute.
      Questa espansione ha innescato un lungo ciclo inflazionario che si è manifestato nei mercati finanziari rafforzandosi con i deficit spending fuori controllo dei governi la cui metà è finanziata dal mercato obbligazionario.
      L’inflazione non si è ancora propagata all’economia reale, ma la dimensione dei sistemi bancari (negli USA è di 12 trilioni di dollari, quasi l’intero prodotto lordo e in Europa di 46 trilioni, addirittura quasi tre volte superiore all’intero Pil) lascia pochi dubbi sulla prospettiva generale.
      Una situazione potenzialmente esplosiva
      ………..
      http://www.ilgrandebluff.info/2013/06/stiamo-peggio-del-2008-leconomia-reale.html

    • Anonimo

      che un sito spazzatura pro massoneria e pro kabbalah critichi il cattolico blondet non può certo sorprendere..

      • ikalaseppia

        sito spazzatura non direi proprio, io non sono massone, ma quel sito (a differenza del Blondet) è molto serio e ben documentato. Sorprende del resto la prontezza della sua anonima risposta, sembra proprio che questo blog sia sottoposto a costante sorveglianza. Per fortuna qualcuno che si documenta e ragiona ancora c’è anche se, mediaticamente, è molto difficile rettificare le menzogne seminate ad arte dagli agenti della dissoluzione (consapevoli o meno del loro ruolo)… 

  • Anonimo

    visto che lo apprezzi dimmi un tuo parere sulla kabbalah e sulla massoneria.
    ps qua non c’è nessun james bond.

  • ikalaseppia

    innanzitutto l’articolo postato non è del sito, ma ripreso dalla Rivista di studi tradizionali
    nell’ambito delle dottrine tradizionali i pareri contano poco, dal mio punto di vista, (e non mi sogno di rispondere in qualche battute alla domanda posta) quel che posso dire è che – di questi tempi – intendo negli ultimi secoli – quasi tutte le tradizioni mostrano segni di decadenza più o meno marcati, e, sfortunatamente il cristianesimo romano (che conosco meglio della tradizione ebraica) non fa eccezione. Ciò non toglie che tutti gli uomini di buona volontà dovrebbero fare lo sforzo di salvare il salvabile della tradizione di appartenenza, innanzitutto recuperandone lo Spirito. Ma per tornare al tema del post, questa non sembra essere un’epoca di eroi, e si preferisce far la guerra a ciò che non si capisce all’esterno, anziché sconfiggere l’Avversario nel proprio cuore. 

    ps. non mi preoccupano gli agenti di sua maestà britannica ma quelli della spectra

    • Anonimo

      probabilmente abbiamo prospettive diverse: tu parli di:
      “dottrine tradizionali” (quali?)
      “negli ultimi secoli – quasi tutte le tradizioni (quali?) mostrano segni di decadenza più o meno marcati”.
      Io parto dal punto di vista cattolico per giudicare l’evoluzione storico-filosofica degli ultimi secoli (del resto non è un caso la Fides et ratio di G.P.II ed il magistero della Chiesa va tenuto, nel suo insieme,  comunque presente).
      Ritengo inoltre che se non si parte da un dato certo (Via Verità e Vita) sia impossibile comprendere gli accadimenti attuali (le cui premesse che stanno nei secoli passati)
      Non esiste per me equiparazione di “dottrine tradizionali” (ancora una volta specifica quali sennò resta un discorso campato in aria…. ) di sicuro massoneria, qabbalah ebraica (interna anche alla stessa massoneria) sono nel campo opposto rispetto al cattolicesimo (e dall’inizio…”dai loro frutti li riconoscerete”).
      Quanto alla crisi della Chiesa cattolica, bisogna sempre tener presente che viviamo in tempi di grande apostasia (preparata da tempo da determinate “forze” che hanno pianificato anche la grande corruzione di massa)…la chiesa avrà il suo calvario come lo ha avuto il suo Fondatore (lo dice chiaramente lo stesso Catechismo al n. 676)..prima del definitivo trionfo. Ciao. m

      • daouda

        E’ inspiegabile il tutto finché non si affronta la problematica Cristianesimo e relativa tradizione nell’impostazione guénoniana, come al solito.
        Ad ogni modo questa apostasia, seppur è vero che ci saranno gli avvoltoi laddove sarà il cadavere, ha avuto un motivo per palesarsi…

        • Anonimo

          ritengo anch’io guenon imprescindibile per affrontare certe analisi MA sicuramente si sta parlando di un iniziato, e questo non va mai dimenticato…anche la “conversione” ultima al Corano dimostra che per lui le religioni erano considerate “realtà essoteriche” (del tutto indifferente quello che si mostra esternamente…) di un’unica “verità esoterica” riservata ai “pochi”…
          Tutto ciò è lontanissimo dalla concezione cattolica (e cristiana in generale). m

        • ikalaseppia

           
          Caro m,
          mi scrivi:
          “probabilmente abbiamo prospettive diverse”
          – questo è evidente
          “tu parli di:
          “dottrine tradizionali” (quali?)
          – Per rimanere alle maggiori: Induismo, buddhismo, ebraismo, cristianesimo e islam, ma non bisogna scordare che le dottrine tradizionali, in un mondo normale (cioè integralmente orientato al principio) non sono solo religiose ma investono ogni ambito, anche il più umile, delle attività umane (per cui le iniziazioni di mestiere sono/erano perfettamente normali in un mondo tradizionale)

          “negli ultimi secoli – quasi tutte le tradizioni (quali?) mostrano segni di decadenza più o meno marcati”.
          – vedi sopra. Naturalmente il Cristianesimo è decaduto in modo più grave, come mostra la nascita del mondo moderno, l’individualismo, il mare di sangue moro nella penisola iberica e la tabula rasa in sud america, forse questo era prefigurato nei molteplici tradimenti subiti da Cristo, ma non spetta a me giudicare, quel che è certo è che i vertici della Chiesa cattolica appaiono oggi ai miei occhi delle “guide cieche” come le definì Guénon.
          Per inciso la Fides et ratio di G.P.II ha il gravissimo difetto di eliminare ogni possibilità di “intuizione intellettuale” ciò di Conoscenza non razionalistica il che pone il cattolicesimo in una posizione di anomalo modernismo non solo rispetto alle tradizioni orientali (salvo le forme più “fondamentaliste” ed “esteriori” dell’Islam e dell’ebraismo) ma anche rispetto alla dottrina ortodossa da cui le molteplici critiche delle autorità athonite che non hanno, ancora una volta, esitato a parlare di dottrina anticristica.
          Mi rendo conto che queste verità sono scomode e che sia difficile essere un buon cattolico oggi, credo anche sia ancora, tutto sommato, possibile, specialmente se non si hanno pretese iniziatiche, salvarsi l’anima da cristiani cattolici e romani, bisognerebbe avere però l’intelligenza e, direi, il pudore, di non scagliare la prima pietra … alla cieca.
           

  • Manfred

    Questi nella loro grande erudizione non sanno nemmeno di cosa stanno parlando, classico degli iniziati nelle materie specifiche, non conoscono il vertice ma proprio a causa dell’iniziazione non possono più osservare gli effetti a terra e trarre le naturali deduzioni, disinformazione nella disinformazione.

  • Me lo ricordo quell’articolo segnalato da Ika.

    Ci sono cose che non mi convincono (ad esempio, dubito che un “iniziato” scenda a fare polemica con un autore dopo averne letto il libro), ma l’argomentazione merita comunque una lettura.
    E in questi argomenti, è sempre bene avere presenti più punti di vista.
    Non necessariamente per prendere posizione, ma per avere una visione più ampia.

    Per quanto riguarda il libro di Blondet, come dissi un’altra volta, penso che vadano tenuti separati i dati che l’autore elenca dalle opinioni dello stesso.
    Se letto con criterio, risulta un libro davvero prezioso.

    A presto

    • Hiei

      Santa, sei in vacanza?
      Tanto per sapere che ripasso direttamente in autunno…tanto per star qua a vedere spammare robaccia dei blogger più cialtroni del paese e darsi del massone a vicenda…tutto ciò offende il mio senso estetico (trolling is a art!). :’D

    • Non, non sono in vacanza.
      Intervengo poco, ma seguo sempre tutto con interesse, ovviamente :-)

    • ika

      Lo stesso Guénon recensì senza risparmiare critiche molti libri di varia qualità nel tentativo di rettificare ad ogni occasione esposizioni distorte di verità tradizionali. 

  • ikalaseppia

    Manfred il tuo commento è semplicemente illeggibile… non è una polemica, proprio non si capisce cosa vuoi dire
    Santa a parte il fatto che “iniziato” non significa un realizzato… peraltro, non solo lo stesso Guénon, ma perfino moltissimi padri della Chiesa non esitarono a “polemizzare” 
    il problema dei disinformatori di professione è che per far rendere il loro lavoro efficace hanno sempre un certo numero di informazioni “spendibili” 
    saluti
     

    • Anonimo

      e dall’altro lato, in contemporanea, le rivolte colorate-coordinate (brasile, turchia…l ed i “ribelli- mercenari” a soldo cia quatar ecc in Siria.

  • Manfred

    “Questi nella loro grande erudizione non sanno nemmeno di cosa stanno parlando”
     L’uso della retorica per spacciare come sapere universale il frutto dell’indottrinamento subito.
     
    “classico degli iniziati nelle materie specifiche”
    Ogni specializzazione richiede una specie di iniziazione, del tutto simile all’apprendistato nei lavori manuali.

    “non conoscono il vertice ma proprio a causa dell’iniziazione non possono più osservare gli effetti a terra e trarre le naturali deduzioni,”
    Come tutti gli apprendisti non hanno la minima cognizione di quale sia la realtà al vertice dell’azienda e dal momento che sono entrati a far parte dell’azienda stessa, non hanno più nemmeno la capacità di osservare dal di fuori e farsene una idea personale.

    “disinformazione nella disinformazione”.
    Gli scopi a cui mira la propaganda con l’uso di suddetti individui.

    Mi scuso se ho usato per emulazione un linguaggio iniziatico pur non essendo un iniziato.

  • ho una bellissima immagine per te, fresca fresca, scattata ieri in un parco meraviglioso…
     
    è un bellissimo angelo…:-)

  • Ciao Carla

    E’ davvero bella :-)

    a presto

  • orange

    eh si..il senso estetico di questa statua accontenterebbe chiunque..lo possegga..
    io credo che in questo magnifico acquario ogni pesce abbia un suo perchè…
    quando vengono pescati..molti pesci ignorano il pescatore..
    loro guardano il loro ambiente..qualcuno forse vede le reti..
    ma la maggioranza ignora le fabbriche di inscatolamento..
     

  • ikalaseppia

    Caro Manfred
    grazie per la chiosa che è effettivamente meno oscura anche se, come appare evidente, il collegamento tra le prime e le seconde non è affatto immediato
    “Questi nella loro grande erudizione non sanno nemmeno di cosa stanno parlando”
     L’uso della retorica per spacciare come sapere universale il frutto dell’indottrinamento subito.
     
    – Questi chi? Nessuno dei commentatori ha presentato un patentino di iniziato, o sbaglio?
     
    “classico degli iniziati nelle materie specifiche”
    Ogni specializzazione richiede una specie di iniziazione, del tutto simile all’apprendistato nei lavori manuali.
     
    – qui le parole vanno in libertà, è vero che il termine “iniziazione” può essere usato in senso allargato, così ci può essere un’iniziazione all’amore, il primo bacio ecc… ma mi pare fuori tema. Il punto è che l’iniziazione di mestiere mirava a ricollegare l’attività economica ai principi, cosmologici innanzitutto e poi spirituali, il che non c’entra nulla con le “iniziazioni” profane alla vita ed ai vari lavori specializzati nel nostro mondo
     
    “non conoscono il vertice ma proprio a causa dell’iniziazione non possono più osservare gli effetti a terra e trarre le naturali deduzioni,”
    Come tutti gli apprendisti non hanno la minima cognizione di quale sia la realtà al vertice dell’azienda e dal momento che sono entrati a far parte dell’azienda stessa, non hanno più nemmeno la capacità di osservare dal di fuori e farsene una idea personale.
     
    – immagino che tu stia parlando dei massoni. Credo di capire cosa tu voglia dire, ma in effetti da quel che ho capito (dall’esterno) ogni loggia è un mondo a se, molto più libera dai vertici di quanto qualsivoglia parrocchia sia dal Vaticano.
     
    Mi scuso se ho usato per emulazione un linguaggio iniziatico pur non essendo un iniziato.
     
    – non mi pare tu abbia emulato alcun linguaggio iniziatico, solo sembri non aver alcun timore a parlare di cose che da quel che leggo conosci davvero poco, 
     
    ciao 

  • ikalaseppia

    è interessante notare che la prima scomunica alla massoneria sia piuttosto tarda. La firmò un papa “buono” come Clemente XII, ma quando lo fece nel 1738 era quasi cieco e circondato da avvoltoi e cattivi consiglieri (e anche assai influenzabile secondo quanto scrive lo storico cattolico Alec Mellor), gente come il Corsini fatto cardinale a 17 anni e privo di alcun interesse teologico. L’ordinanza ufficiale dovrebbe far riflettere, eccone dei brani:
    “Nessuno osi riunirsi… nelle … congregazioni di muratori… né ritrovarsi presente a tali riunioni o assemblee, SOTTO PENA DI MORTE E DELLA CONFISCA DEI BENI … DEMOLIZIONE DELLA CASA O DEGLI EDIFICI DOVE SI FACESSERO TALI RIUNIONI …” 

  • Ho eliminato un commento che attaccava Ika a livello personale.
    Non era un attacco violento, ma nondimeno non entrava per nulla nel vivo della questione.

    Ika ha espresso il suo pensiero in maniera coerente e lineare; sì può non essere d’accordo con quanto afferma, ma nel caso si voglia controbattere occore farlo rimanendo in tema ed usando la stessa pacatezza.

    • Hiei

      E porca miseria, io che già pregustavo una bella flame war… :’D
       
      Non puoi segarmi così la concorrenza, poi ti accusano di favoritismi! Liberalizziamo i troll, alla faccia di Blondet, ecco! :’D

    • Per una volta che tu non c’entravi niente :-D

      Comunque in questo periodo preferisco che i toni rimangano pacati.
      Lo preferisco anche negli altri periodi, ma anche in questo. :-)

  • Manfred

    Le parole non vanno mai in libertà altrimenti non sarebbero parole ma grugniti.
    La realtà ha un altro senso che esula qualsiasi forma retorica in cui ti senti obbligata a racchiuderla.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>