Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
27 settembre 2007

Il senso del blog - disquisizione originale

“meglio se te ne stavi dov’eri. Un saccente arrogante in meno nel web
anonimo commentatore a proposito dell’autore di questo blog

Cosa spinge ad aprire un blog?
Questa è una delle domande più originali in cui ci si possa imbattere durante il peregrinare in questo sterminato mondo virtuale.
E se la domanda si ripropone innumerevoli volte, diverse sono le risposte che si potrebbero dare, ma con alcuni punti comuni.
Credo che fondamento essenziale per chi si prende cura di un blog sia una certa dose di vanità, ma anche qui, non credo che questa sia una grande rivelazione.
Vi è una certa soddisfazione nel vedere un proprio scritto che compare sullo schermo, nello scegliere le immagini adeguate, organizzare la presentazione e la resa estetica delle pagine.
Soddisfazione umana, ma in fin dei conti vana, una piccola gratificazione del proprio orgoglio personale.
L’importante credo sia l’esserne consapevoli.
I blog quindi sono scritti per essere letti, altra ovvietà, e poco importa se di volta in volta si desideri un pubblico vasto (nella maggioranza dei casi) oppure attento e selezionato.
Personalmente, oltre alla componente della vanità -ahimè – di cui già si è detto, sono mosso dal desiderio di trasmettere delle informazioni, informazioni di cui sono venuto a capo in questi anni.
Vorrei, lo ammetto, che queste informazioni fossero il più possibile note.
E in un secondo momento chi le riceve potrà, a seconda della propria sensibilità e delle proprie opinioni, giudicare il tutto degno di attenzione o meno.
Nel mio piccolo ho fatto mio il pensiero di R. Winfield

…la mia posizione corrente non è quella di voler vincere le discussioni, il tempo per quello è terminato.
Invece, voglio giusto far circolare delle idee, e se ne siete stimolati o incoraggiati, bene.
Se vi fanno alterare, beh è la vita.
Ma se sentite una curiosità tale che volete scandagliare alla ricerca di differenti modi per interpretare gli eventi correnti, meraviglioso.
Internet vi fornirà molte risorse per le vostre investigazioni.

Ed effettivamente, per me le cose stanno esattamente così.
Ci sono blog curati da autori di gran lunga più competenti del sottoscritto, siti ben documentati e articoli scritti con grande cura dei particolari: queste pagine offrono una sintesi su alcune questioni, vorrebbero offrire degli stimoli per raggiungere quei luoghi, per proseguire la ricerca.
E questo credo che sia lo scopo principale degli scritti qui raccolti, incoraggiare la ricerca personale di chi vi si imbatte.

49 comments to Il senso del blog – disquisizione originale

  • Vi0la

    il mio è un blog-giocattolo-acchiappasogni-amore-odio-e-quant’altro… non saprei categorizzarlo più ormai, mah… ci penserò, ma anche no, dai perchè? ;)

  • qualquna

    Io penso, che aprire un blog, per communicare, dividere emozioni, fatti, informazioni,

    non credo che per “vanità”, ma semplicemente “stare in compagnia”

    ciao!

    Un Bel Giovedi!

  • messier

    mi offese molto la frase di quell’anonimo stronzo

  • freenfo

    Santaruina ho vissuto le stesse emozioni ieri, un commentatore anonimo che ha ridicolizzato i contenuti del mio blog e mi ha invitato a “fare dell’altro”. Ieri sera ero triste perché in fin dei conti, il blog è un luogo aperto a tutti, ma questo non significa insultare chi come me e te, cercano di comunicare o dare una visione alternativa a tutto ciò che circola su tv e giornali. Le critiche se pur costruttive, dovrebbero essere argomentate e ben esposte, altrimenti c’è il rischio di insultare per gioco, persone che mettono passione e impegno in qualcosa in cui credono.

    Per quello che posso dirti ti stimo e ti apprezzo, spero questo attimo di scoramento sia solo una breve pausa di riflessione. Con affetto. Freenfo

  • babilonia61

    “(…) queste pagine offrono una sintesi su alcune questioni, vorrebbero offrire degli stimoli per raggiungere quei luoghi, per proseguire la ricerca”.

    Grazie, a me serve davvero, mi stimola ad approfondire, a capire, a riflettere, scoprendo fatti e misfatti ai più ignoti, …

    … continua, ti prego…

    Felicità

    Rino, ignorante.

  • Santaruina

    Ciao a tutti.

    Se devo essere sincero, la citazione dell’anonimo con cui ho aperto c’entra poco con il resto del post.

    In fin dei conti l’ho trovata da subito divertente.

    Non si può certo pretendere di essere simaptici a tutti, ovviamente, specialmente se si trattano dei temi particolari.

    Il resto delle considerazioni sono a se stanti, ogni tanto parlo dello scopo e del senso di questo blog, mi sembra anche corretto nei confronti di chi qui, per un motivo o per l’altro ci capita.

    Un caro saluto a voi :-)

    Blessed be

  • Vi0la

    Ti rispondo qui :)

    quel countdown non sarebbe mai andato a buon fine (cioè speriamo di no!) ma la cosa che più spaventa te, la velocità con cui le cose vanno e vengono qui, è quella che incanta me… è quasi la velocità del pensiero, la mutevolezza dell’essere umano, una sensazione dopo l’altra un desiderio che si cancella e uno che si sovrappone…

    è quello che fa la mente umana in realtà… non credi? :)

  • Vi0la

    Ti perdonerò? :))

    non ti avrei perdonato se non me lo avessi detto… ti capisco comunque per io al di fuori di qui conservo cose dei mie trisavoli…

    (ma sono un caso patologico!)

  • anonimo

    Ciao Santa,

    io aggiungerei un’altra funzione del Blog. Quella di cestino della spazzatura.

    E’ vero, serve a comunicare informazioni, a relazionarsi con altri, è un atto creativo, ma per me è anche uno sfogo.

    Alle volte ho qualcosa che mi gira in testa, che mi fa urlare, e ho bisogno di collocarlo da qualche parte per passare oltre. Nel cestino della spazzatura … il blog.

    Cme quando uno si altera re sbotta e manda a quel paese: ” … Almeno ho detto quello che penso.”

    Nel caso del blog: “Almeno l’ho scritto.” Anche se non ci posso fare niente.

    padella

  • iperhomo

    In effetti, ci sono tanti motivi. Nessuno di quelli che hai elencato, e di quelli aggiunti dai commentatori (compreso l’ottimo Padella), si può escludere. Potremmo aggiungervi 1) l’esigenza di far qualcosa, utile o inutile che sia, in ore altrimenti condannate alla noia e 2) la possibilità di confrontare le proprie opinioni con quelle altrui e, in tal modo, interrogarsi sul proprio conto.

    Parlo del mio caso, evidentemente. Pensa che, quando mi chiedo come faccio ad esser così cretino, proprio allora spunta un commento che mi dà del genio. E, purtroppo, viceversa.

    Ciao. Ipo

  • lupoanziano

    ma tu guarda io nostro caro Santaruina…^^

    quasi quasi ho capito che volto hai!^^

    ti lascio questa poesia…

    leggo sempre i tuoi post!

    tu sì che sai ragionare…

    sti illumiinati ci hanno proprio scocciati…

    occore che qualcuno li spenga! hahaha!^^

    ti lascio questa poesia dal sito di un amica…

    passa da me quando puoi!^^

    Messaggio di Speranza:

    “Le quattro candele”

    Le quattro candele, bruciando, si consumavano lentamente.

    Il luogo era talmente silenzioso,

    che si poteva ascoltare la loro conversazione.

    La prima diceva:

    “IO SONO LA PACE,

    ma gli uomini non mi vogliono:

    penso proprio che non mi resti altro da fare

    che spegnermi!”

    Così fu e, a poco a poco, la candela si lasciò spegnere completamente.

    La seconda disse:

    “IO SONO LA FEDE

    purtroppo non servo a nulla.

    Gli uomini non ne vogliono sapere di me,

    non ha senso che io resti accesa”.

    Appena ebbe terminato di parlare, una leggera brezza soffiò su di lei e la spense.

    Triste triste, la terza candela a sua volta disse:

    “IO SONO L’AMORE

    non ho la forza per continuare a rimanere accesa.

    Gli uomini non mi considerano

    E non comprendono la mia importanza.

    Troppe volte preferiscono odiare!”

    E senza attendere oltre, la candela si lasciò spegnere.

    …Un bimbo in quel momento entrò nella stanza

    e vide le tre candele spente.

    “Ma cosa fate! Voi dovete rimanere accese,

    io ho paura del buio!”

    E così dicendo scoppiò in lacrime.

    Allora la quarta candela, impietositasi disse:

    “Non temere, non piangere:

    finchè io sarò accesa, potremo sempre

    riaccendere le altre tre candele:

    IO SONO LA SPERANZA”

    Con gli occhi lucidi e gonfi di lacrime,

    il bimbo prese la candela della speranza e riaccese tutte le altre.

    CHE NON SI SPENGA MAI LA SPERANZA

    DENTRO IL NOSTRO CUORE…

    …e che ciascuno di noi possa essere

    lo strumento, come quel bimbo,

    capace in ogni momento di riaccendere

    con la sua Speranza,

    la FEDE, la PACE e l’AMORE.

  • ikalaseppia

    Per me scrivere è anche un modo di pensare e il blog un’occasione di studio, che, come dice il buon Ipo può colmare certi vuoti in ambienti in cui è difficile dedicarsi ad altro senza destare sospetto. Tuttavia stiamo toccando questioni così impegnative che meriterebbero sempre una presenza piena, per cui sto nuovamente pensando si chiudere la baracca. Ciao

  • Santaruina

    Senza dubbio l’effetto cestino ricordato da Padella è anch’esso tra i componenti principali di un blog.

    A volte può anche avere degli effetti benefici.

    E l’esigenza di far qualcosa, ovviamente, come ricorda Ipo.

    Per quanto riguarda lo “scambio” di opinioni, ho notato che nei blog è cosa rara.

    Ve ne sono alcuni in cui lo scambio avviene realmente, penserei ad esempio a kelebek di Miguel Martinez.

    Ma affinchè vi sia scambio occorre anche mettere a confronto pareri diversi, che però abbiano in comune una certa propensione al dialogo e al rispetto degli altri.

    In kelebek e in pochissimi altri ciò si ritrova.

    Vi sono poi blog con tantissimi commenti, a volte centinai, in cui però non vi è scambio, ma un allegro “cazzeggio” in compagnia.

    Il che, sia chiaro, può anche avere un’ottima funzione, essere un piacevole passatempo.

    Lo scambio vero e proprio non si ritrova sui blog, quanto piuttosto nei forum di discussione.

    Quando ho aperto questo blog venivo da tre anni di infinite discussioni su Luogocomune, a mio parere la migliore palestra dialettica che si trova nel web.

    Dove sono messi a confronto le idee più distanti, e proprio per questo risulta essere uno strumento di arricchimento impareggiabile.

    Ma, personalmente, nel blog vi vedevo più un approdo pacifico, una sorta di porto in cui fermarsi e tirare delle conclusioni.

    Blessed be

  • Santaruina

    Lupoanziano: ti ringrazio per questo bel scritto:-)

    A presto.

    Caro Ika

    capisco cosa intendi a proposito delle questioni impegnative.

    Ma non occorre, penso, una presenza continua.

    In fondo si possono pubblicare i propri articoli secondo le proprie esigenze, senza scadenze precise.

    Capisco però che quando dagli articoli si generano discussioni interessanti non si possa lasciare il lavoro a metà, e in questo senso la presenza occorre.

    Blessed be

  • ZanShin

    Bella domanda, forse il blog serve per far vedere che ci siamo anche noi: quello del PC è l’ unico schermo dove fra videocommunities e blog oltre ai soliti “famosi” ci siamo anche noi … Anzi: possiamo sfidarli e sentirci migliori di loro, ad esempio facendo le nostre battute che un lettore trova più divertenti di quelle che sente in TV, oppure videoconferenze caserecce in cui facciamo un “Porta a Porta” con gli amici meglio di qualunque salotto TV_

    Sì,insomma, forse il discorso è relativamente semplice:

    BLOGGO ERGO SUM ;-) ;-) ;-) ;-)

  • MINICHINIBLOG

    Il mio blog svolge semplicemente una funzione provvidenziale. Roberto

  • anonimo

    Io voglio esprimere tutta la mia invidia per avere un anonimo lettore come quello di Carlo. Io ho un blog da molto prima che Carlo, eppure nessuno mi ha mai trattato così. Certo, una volta è arrivato un filosionista, ma dopo due commenti insipidi e alla prima risposta del sottoscritto si è dileguato.

    Perché dobbiamo essere onesti: un blog funziona non quando in tanti commentano complimentandosi, ma quando sai che c’è gente che ti odia personalmente, che riesci ad urtare loro i nervi; ed in maniera così acuta che queste persone, invece di non leggerti, ti leggono più degli altri e usano il loro tempo per postare degli insulti.

    Questo è il successo: stare sul cazzo alla gente per quello che scrivi.

    Ti invidio Santaruina, ti invidio davvero.

    (Anche se non è giusto: tu che sei così calmo e riflessivo hai la gente che ti odia, io invece nemmeno mezza pernacchietta.)

    Giorgio

  • anonimo

    per quel che mi riguarda sei riuscito benissimo nei tuoi intenti.

    intervengo raramente perchè ho sempre poco tempo e non riesco a scrivere come vorrei, insoma sono ZOT e finisco per essere OT.

    Con grande simpatia.

    Sandro

  • Santaruina

    Zanshin, sul fatto che molti blog siano più divertenti e più competenti di quello che passa la tv siamo totalmente d’accordo. :-)

    Roberto, cosa intendi esattamente per “provvidenziale” ?

    Infine, caro Giorgio, credo che l’assenza di insulti sia una mancanza grave del tuo blog che va assolutamente colmata.

    Magari quando passo da te te lo lascio io qualche insulto, dai, non fare così.

    Gli amici servono anche a questo. :-P

    Blessed be

  • Santaruina

    Sandro, grazie per la tua gentilezza.

    Blessed be

  • PaulTemplar

    Già,perchè ho aperto un blog?

    Anzi,due?

    Mi piace scrivere.

    Mi piace conoscere gente.

    Mi piace raccontarmi,prendermi in giro.

    Mi piace essere preso in giro.

    Vanità?

    Non credo.

    Più che altro un senso di legittimo orgoglio quando quello che dici è apprezzato.

    Ciao

    Paul

  • DarkTizy

    la fine del mondo è prossima Blogger: Santaruina
    uyauhauhauhuhauhauhuha sisi fatti esplodere che dio ti salva muauhauhuhsauhsauhsauhsausahsauhsuhsauhsauhsauh xD

    Blogger: DarkTizy

    ps: se finisce il mondo crepi pure tu, che stupidità credere in qualcosa d’astratto. TEMPO PERSO GODITI LA VITA CAZZO

  • Santaruina

    Paul

    tutti motivi più che validi, direi :-)

    DarkTizy, un po’ di sense of humor, orsù…

    Non prendere tutto così sul serio :-)

    Blessed be

  • qualquna

    Io aperto il mio blog, anche

    per poter salutare, come faccio ora e augurarti una stupenda fine settimana!

    ciao!

    il blog è comunicazione, amicizie, esprimere, conoscere, discutere, scoprire ….e tante altre cose inviduale…,

    ciao e buon proseguimento!

  • ikalaseppia

    Santa, credo che il commento di Robero #16 fosse ironico, credo, sono certo che è un ottimo musulmano ma ha un sense of humor balcanico :-)

  • iperhomo

    Vecchio Santa, calmo e riflessivo,

    hai dato la stura ad una bella fonte d’allegria. Il commento di Giorgio, al 17, è spassosissimo. E quello precedente, di Roberto (che sicuramente voleva dire “provvidenziale [nei miei stessi confronti]”, il che vale anche per me, beninteso)? Anche Paul dice bene.

    E Ika? È vero che si tratta di temi delicati ed impegnativi, ma, insomma, una porta non dev’essere necessariamente chiusa o necessariamente aperta. In casa mia sono sempre tutte socchiuse, ovvero semiaperte (anche quella del bagno, talvolta anche quella d’ingresso).

    Ciao. Ipo

    P.S. Dimenticavo un altro fine del blog, che è giocare col template (per poi contemplaterselo).

  • MINICHINIBLOG

    Gentile Santaruina , volevo risponderti ma vedo che ci ha già pensato Ika nella risposta al nr.25. Saluti a tutti ! Roberto Minichini

  • ikalaseppia

    IPo, ma non sei un po’ grandicello per questi giochi con-template-ivi?

    Sulle porte semisocchiuse non saprei, non si capisce mai se si è benvenuti oppure no.

    A proposito, il tuo Duca ha scritto che i tuoi commentatori sono algidi! E tu non ci hai difesi! PROTESTO (ma prometto non abuserò più del maiuscolo, in effetti l’ho pensato come normale sottolinatura ma l’effetto è della voce alzata, ci pensavo ieri notte…) ciao e mi scuso con Santa per essere andato, come si diceva, fuori post…?

  • anonimo

    Ciao Santa

    Vedo che anche a te non mancano i commenti al vetriolo ;)

    Maremma.. Ce ne fossero di più, in giro, di “saccenti” come te!

    Quoto e sottoscrivo il punto di vista di Winfield che hai riportato.

    Credo che il tuo blog sia assolutamente all’altezza dei tuoi intenti, che riesca a instillare quella sana curiosità che spinge ogni singolo lettore a intraprendere una sua personale ricerca, ad approfondire i temi e gli spunti trattati nei tuoi post.

    Argomenti non facili, ne’ scontati, ma di fondamentale importanza.

    Continua così!

    _gaia_

  • Santaruina

    Nessun problema ad andare ot, caro Ika :-)

    E devo confessare che anche io come Ipo mi diverto a giocare con il template

    Roberto, ora quel “provvidenziale” è più chiaro :-)

    Un saluto anche a Qualquna :-)

    Blessed be

  • Santaruina

    Ciao _gaia_ , guarda che la birra te la offrivo comunque :-D

    a presto…

  • anonimo

    mi piace un sacco il tuo blog. Lo controllo ogni giorno. E’ molto affascinante per chi “ne ha lo spirito”. Però, ti confesso, sogno da troppo un articolo, lunghissimo, intitolato “MIAPERSONALISSIMAVISONEDELTEMPOEDELLUNIVERSO”. Senza citazioni; solo le tue conclusioni. Ovviamente temporanee.

  • anonimo

    sorry, dimenticato la firma….andrea

  • anonimo

    …diavolo d’un Santa…

    sgrunf.

    :D

    PS: buon fine settimana a te e a tutti i tuoi lettori (..sì, anche quelli a cui non stai simpatico)!

  • anonimo

    ..ahah! Anch’io come Andrea.. Questo splinder a volte mi fa impazzire!

    _gaia_

  • anonimo

    In questi casi è necessario ricordare di contemplare una verità fondamentale:

    a) Non è necessario essere simpatici a tutti;

    b) In particolare, non è necessario essere simpatici agli scarafaggi.

    Meditando su queste semplici considerazioni possiamo recuperare immediatamente la meritata serenità.

  • lupoanziano

    Uniamoci..restiamo unito…alziamo lo guardo e le mani al Cielo ed insieme invocheremo il Grande Spirito…

  • Vi0la

    Vado in un super OT e ti auguro un buon fine settimana occupando solo tre righe dai va bene lo stesso vero? :)))

  • chirieleison

    I motivi per cui si apre un blog sono i più disparati e il bello è proprio questo.

    Il tuo offre molteplici spunti di riflessione e dibattito, ma anche uno stimolo ad approfondire autonomamente gli argomenti interessanti che tratti.

    Si discute, si dissente, si conviene, ma sempre con garbo e rispetto delle altrui opinioni.

    Per questo ti rinnovo la mia simpatia e stima.

    Buon fine settimana :-))

  • Santaruina

    Andrea, non so se sarebbe poi così interessante.

    E non lo dico certo per finta umiltè :-)

    Buon fine settimana _gaia_ :-)

    (il signor Splinder fa quel che può…)

    Lupoanziano, bella immagine.

    Purtroppo so troppo poco della spiritualità degli indiani.

    A presto .-)

    Buon fine a settimana anche a te Vi0la

    Chirie, sei gentile.

    E in effetti la disparità di opinioni per me non mai stata un problema.

    Blessed be

  • AntigoneStella

    Santa :)

    Ma si può anche aprire un blog senza dover spiegare a chicchessia perché?

    Pat( anarchica-mente on)

  • ipsediggy

    il mio è una mia valvola. anzi più di una. è miscelatrice, a spillo, motorizzata, a serranda, ad otturatore, a riarmo manuale e di sicurezza. ma anche altro.

    d’altr’onde tutte le buttanate che mi sovvengono dovrò pur metterle da qualche parte, no?

    senti, cioè, leggi, ti ho linkato. ho potuto?

  • Santaruina

    Pat: ma ovviamente!

    :-)

    Ciao Ipsediggy, grazie per l’aggiunta.

    A presto

    Blessed be

  • anonimo

    Santa, magari non sarebbbe interessante per tutti, ma lo sarebbe per me…

    Andrea (e riflettici! Tu e la disquisizione originale!) :-D

  • Vautrin

    Coincidenza: proprio in queste due settimane di pausa ho riflettuto sull’argomento; ne parlerò nel prossimo mio post.

    Personalmente (penso insieme a una nutrita minoranza) sono interessato a comunicare idee e a discuterne, o a costituire stimolo per altre riflessioni; non scrivo in un blog per “segnalarmi” o

    incensarmi… né, per la verita, ho cominciato a scrivere un blog per comunicare ad una generalità di persone, ma a una sola in particolare, con la quale potevo comunicare solo dietro a una maschera (da qui il nickname Vautrin, personaggio che nasconde la porpria identità). Poi ho conosciuto altri blogger, e ci ho preso gusto :)

    Felicissimo di ritornare a leggerti.

  • Santaruina

    Andrea, magari a breve, un tirare delle somme :-)

    Signor Vautrin, benritrovato :-)

    Blessed be

  • poetarainer

    Complimenti! Uno spazio dove esercitare l’arte di interrogarsi e la dialettica ad essa connessa, è davvero benefico..Siam di passaggio e dare un senso e una valenza a questo accadimento, è un esercizio utile e mai banale..Tornerò a fare il peritatetico da te,prossimamente…Ciao per ora..

  • Santaruina

    Un saluto a te poetarainer

    Blessed be

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>