Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
15 dicembre 2011

La stella a cinque punte nel simbolismo moderno

La stella a cinque punte, detta anche pentacolo, pentalfa o stella fiammeggiante, è uno dei simboli più ricorrenti dell’iconografia moderna.
Rappresenta inoltre uno dei simboli più importanti per la Massoneria, che a sua volta lo ereditò dalla tradizione pitagorica.
Il pentalfa fu infatti il segno identificativo usato dagli allievi della scuola mistica di Pitagora, una figura che al suo interno riproponeva il rapporto aureo, ovvero l’unità di misura del creato.

La stella a cinque punte, inoltre, è simbolo dell’uomo e del microcosmo, della realtà terrena all’interno della quale l’essere umano si inserisce, proiettato verso le realtà superiori.
Nella massoneria moderna, di conseguenza, la stella fiammeggiante con la punta rivolta verso l’alto diviene il simbolo dell’uomo nel suo percorso di elevazione, e la sua immagine sintetizza lo scopo dichiarato della libera muratoria, ovvero quello di condurre il profano verso la trascendenza.
Il simbolo in sé quindi, più antico della massoneria stessa, assume connotati positivi, e si contrappone al pentacolo con la punta rivolta verso il basso: in questo caso tutte le energie vitali presenti nell’essere umano, a loro volta allegoria delle forze che muovono l’universo intero, vengono convogliate verso le profondità.
Il satanismo moderno ha utilizzato il pentalfa rovesciato in questa ultima connotazione, con una chiara dichiarazione di intenti che rivelava la predilezione verso gli aspetti più inferiori dell’essere, più meramente materiali, animaleschi e psichici, in contrapposizione con l’elevazione spirituale.
Nella sua versione “solare”, quindi, la stella fiammeggiante è divenuta segno distintivo della libera muratoria, ed in questa veste è entrata a far parte dell’iconografia contemporanea.
Il suo primo veicolo di diffusione, sul finire del XVIII secolo, furono gli stemmi e le bandiere degli stati-nazione che in quel periodo si andavano formando, nella maggioranza dei casi per mezzo di processi sociali fortemente appoggiati dalle logge massoniche.
Il grande contributo dato dai fratelli massoni nella costituzione di queste nuove entità statali oggi non rappresenta un mistero, e l’uso della stella a cinque punte in numerose bandiere ed in numerosi sigilli degli stati moderni ne è una naturale conseguenza.
Anche l’utilizzo di stelle in ambito militare ha origine proprio all’interno del mondo delle logge, essendo allora come oggi numerosi membri delle alte gerarchie militari affiliati alle logge massoniche.

Il rapporto tra la fondazione degli Stati Uniti e la massoneria è troppo noto per essere ribadito nuovamente.

 

Kemal Ataturk, il padre della Turchia moderna, si formò nella loggia massonica di Salonicco, così come i Giovani Turchi, attuatori della rivoluzione, furono una organizzazione massonica.

 

La stella fu inserita nella bandiera del Marocco per volontà di Louis Hubert Gonzalve Lyautey, governatore militare al tempo del protettorato del governo francese, appoggiato dalla massoneria transalpina.

 

L'ultima creazione massonica in ordine di tempo.

 

In memoria dei padri massoni della patria.

Nello stesso modo, l’uso dei tre colori bianco, blu e rosso, la combinazione più comune nei vessilli nazionali, rappresenta un altro “omaggio” alla massoneria, essendo questi i colori predominanti nei grembiuli massonici.
Il blu è il colore più importante, e il suo uso nei grembiuli e nei stendardi origina dal comandamento di Dio agli israeliti, come descritto in Numeri 15:38:

“Parla ai figliuoli d’Israele e di’ loro che si facciano, di generazione in generazione, delle nappe agli angoli delle loro vesti, e che mettano alla nappa d’ogni angolo un cordone violetto.

Nelle bibbie in inglese violetto viene reso con Blu.
Il blu è anche il colore dei cieli, e ricorda la realtà dei mondi superiori, mentre il bianco rimanda alla purezza d’animo (come bianchi sono i guanti dei fratelli muratori), nonché  all’innocenza, ed è inoltre collegato con l’idea di nascita e resurrezione.
Infine, il rosso rappresenta il sangue e la vita, la guerra e simbolicamente la lotta necessaria per perfezionare se stessi e raggiungere i propri scopi.

La stella a cinque punte è stata anche l’emblema dei regimi socialisti del XX secolo, basti ricordare la stella rossa sovietica e le bandiere degli stati facenti parti dell’orbita comunista.

Nella bandiera della ex Jugoslavia socialista la stella rossa a cinque punte campeggiava su sfondo blu bianco e rosso, i colori panslavi di ispirazione massonica.

Ancora una volta, il collegamento rimandava direttamente alla libera muratoria, essendo il socialismo strettamente connesso con la massoneria: gli stessi ideali di laicità, il concetto dell’abolizione della proprietà privata, l’eguaglianza e la “fratellanza” furono d’altra parte concetti a lungo sviluppati nelle logge massoniche del XVIII secolo, in particolar modo in quelle  più radicali.
Nei tempi correnti la stella a cinque punte è infine divenuta uno dei simboli più utilizzati nel campo del marketing, presente in innumerevoli loghi, ed essendo tale ormai la sua diffusione diviene difficile stabilire in quali casi la scelta sia dettata da precise convinzioni esoteriche o più semplicemente dalla volontà di rappresentare il proprio marchio con una immagine “vincente”.

.

55 comments to La stella a cinque punte nel simbolismo moderno

  • m

    Pentalfa rovesciato:
    European Council on Foreign Relations
    http://ecfr.eu/

    pentalfa
    World Political Forum
    (organo Mondialista fondato dal Premio Nobel Mikhail Gorbachev)
    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/2010/01/il-world-political-forum-analisi-del.html

    pentalfa sempre associato alla falce ed il martello

    invece simbolo trilateral a me ricorda “simbolo della pace”
    “la Y rovesciata circondata dal cerchio (che non è altro che una croce capovolta), sono segni di origine massonica e satanica, e indicano una pace di marchio malefico, una pace in cui l’uomo viene eletto a unico re e signore della vita e del mondo”.
    http://www.trilateral.org/

    ps come si inseriscono le immagini nel nuovo blog?

    • Avevo aggiunto la barra per la formattazione del testo, che permette anche di inserire i link, ma il tasto per le immagini non c’è.
      Cercherò di aggiornare la barra, nel frattempo il testo per immettere le immagini è il seguente:

      <img src="linkimmagine">

       

      (prima di inserirlo bisogna però passare in modalità html (schiacciando il pulsante apposito che compare nella barra)

  • mgl

    La bandiera di isrele era troppo scontata? :D

    Cmq per quanto riguarda la libera muratoria, c’è qualcosa di positivo o è un entità totalmente anti-cristiana?
    Quando mi è capitato di parlarne con qualcuno, la maggior parte insisteva sul fatto che la massoneria tradizionale è positiva, mentre è negativo il suo ramo deviato.

  • Met

    Ciao Mgl,
    Non ho mai creduto che nella massoneria ci fosse qualcosa di buono, peraltro questa ulteriore convinzione la sto avendo tutt’ora leggendo un libro molto interessante che analizza i punti salienti della storia dal 1700 ad oggi.
    Il libro descrive, superando le classiche verità di comodo, i momenti storici più importanti, dalla rivoluzione francese a quella bolscevica, dalla guerra di indipendenza alle guerre mondiali e così via.
    Ti renderai conto che i massoni illuminati hanno da sempre influito sui più grandi avvenimenti storici guidandoli secondo il loro modus operandi e i loro interessi elitari di setta segreta, ovviamente a scapito di tutta la pleblaglia comune, cioè noi.
     
    http://stefanodonno.blogspot.com/2009/10/rivelazioni-non-autorizzate-di-marco.html#!/2009/10/rivelazioni-non-autorizzate-di-marco.html

  • Anonimo

    Se il movimento massonico comincia la propria storia come ordine iniziatico dopo che i movimenti iniziatici legati alla tradizione primordiale si ritirano dall’occidente, si puo’ ben dire che cio’ che rimane loro sono solo le vestigia e i residui di una tradizione che non capiscono piu’, rimane loro il cadavere della vera iniziazione.
    E costruendo un impianto iniziatico su questo,la porta a deviazioni del tipo che si possono osservare adesso.

    Tutto questo e’ una mia interpretazione, tratta da vari libri che ho letto, non prenderlo come oro colato^^.

     

  • Brew

    ciao Santaruina
    cercando qua e la tra vari blog che parlano, tra le altre cose, di massoneria mi sono imbattuto in uno (nwo-truthsearch) che mette alla testa della piramide, ancor prima della massoneria, i Gesuiti. Secondo le ricerche di questo Blogger loro e solo loro hanno influito nella storia del mondo, relegando la massoneria ad un semplice comprimario. Anche il Vaticano sarebbe interamente controllato da loro (non ci sono accenni alle infiltrazioni massoniche nel vaticano).
    Insomma alla fine della fiera sono ancora più confuso di prima.
    Sapresti darmi qualche chiarimento?
    Grazie.

  • probabilmente è davvero un’intenzione di carattere esoterico, leggetevi questa analisi
     http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6036
    io invece ho trovato un pentacolo enorme in un cartone animato, e veniva usato in un rituale per evocare un fantasma
     http://lavocedelrompiscatole.blogspot.com/2011/12/rito-satanico-su-code-lyoko.html
    Il  CCSG, un anno fa quando l’avevo segnalato a loro, mi aveva detto che la mia analisi era giusta
    Santa, potresti dirmi che ne pensi? 

    • Ciao Gabriele

      mi pare che la tua segnalazione sia corretta.
      E a dire il vero rimango sempre sorpreso, nonostante ci occupiamo di queste cose da tempo, della facilità con cui questi rituali occulti vengono presentati in programmi indirizzati ai più giovani..

      A presto

      • in molti cartoni animati, soprattutto i giapponesi anime, sono ricchi di simbolismi occultistici
        io ho provato ad applicare il metodo che usi tu per i video musicali ai cartoni animati, ed ho trovato cose da far rizzare i capelli, e che pian piano metterò sul mio blog
        intanto ti consiglio un interessante filmato youtube su Dragonball
         http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=D_lUxRLkJFY
        buona visione

      • caro Santa,
        mi sono informato  sulla faccenda del pentacolo
        nei vari rituali neopagani si disegnano cerchi o pentacoli sul suolo per creare un’area in cui c’è un maggior contatto con il mondo occulto ed è più facile fare incantesimi
        secondo me la massoneria ha fatto mettere i pentacoli sulle bandiere, simboli delle nazioni, per far in modo che tutta la nazione diventi un’area in cui le forze occulte possono agire più facilmente
         inoltre ho scoperto che il rito che avevo trovato nel cartone è veramente satanico, non neopagano http://lavocedelrompiscatole.blogspot.com/2011/12/aggiornamento-relativo-code-lyoko.html
        è incredibile come tutto quello che ci circonda sia pieno di simboli occulti

        • Ciao Gabriele

          occorre sempre tenere presente però che il pentacolo utilizzato nelle cerimonie sataniche ha la punta rivolta verso il basso, a simboleggiare le energie psichiche che vengono convogliate verso gli stati inferiori della realtà.

          La stella a cinque punte rivolta in alto, invece, come si diceva nell’articolo simboleggia l’uomo che è proteso verso il regno celestiale.

          A presto

  • marco

    “nwo-truthsearch che mette alla testa della piramide, ancor prima della massoneria, i Gesuiti”

    non so Santa ma io non lo considero un sito serio…i gesuiti hanno una storia di persecuzione in Europa, poi ci sono state delle infiltrazioni (ed alcuni teologi veramente eretici)… ma tutta l’impostazione di nwo-truthreseach per me è spazzatura.

  • C’è chi al vertice mette i Gesuiti, chi i Rettiliani, e chi una razza ibrida tra Gesuiti e Rettiliani… non c’è limite alla fantasia :D

    A parte gli scherzi, il filone Gesuita è una vecchia storia che è stata messa in giro inizialmente da alcune sette protestanti, e poi dai Rosacroce. Anche la Società Teosofica attinse a piene mani a questo mito. Chi “remava contro” la società, o si opponeva ad essa in qualche modo, veniva accusato di essere un Gesuita o di lavorare per loro. Guénon ne “Il teosofismo” spende due parole proprio su questa questione:

    Questa accusa del tutto gratuita di “gesuitismo”, negli ambienti “neospiritualisti” è così comune quasi come quella di “magia nera” e non merita che ci si soffermi; vi sono degli occultisti per i quali la paura dei Gesuiti, o dei loro emissari più o meno mascherati, è diventata una vera ossessione (M.me Besant ha preteso di identificare i Gesuiti ai “maghi neri”, chiamati da M.me Blavatsky “Fratelli dell’Ombra” e “Signori dal viso tetro”, ed è arrivata fino ad accusarli di essere stati gli ispiratori di tutti gli attacchi condotti contro la Società Teosofica ed i suoi capi…)

  • La bandiera di israele era troppo scontata?

    Nella bandiera di Israele campeggia la Stella di Davide, detta anche Sigillo di Salomone, ovvero la stella a sei punte, che curiosamente compariva anche nella precedente versione della bandiera del marocco, prima di essere sostituita dal pentalfa.

    Per quanto riguarda la questione della massoneria, il discorso è, come si può immaginare, assai complesso, e più volte mi ero riproposto di scrivere qualcosa a proposito (uno dei dieci, o venti, articoli che ho sempre nella lista da tempo).

    Comunque, in sintesi, si tratta di distinguere tra la massoneria moderna quale istituzione e il simbolismo di cui fa uso.
    C’erano nel medioevo in occidente degli ordini iniziatici regolari, ovvero che non operavano in contrasto con la chiesa cattolica, e si svilupparono attorno agli ambienti dei maestri costruttori delle cattedrali.

    La maggior parte dei simboli che la massoneria moderna utilizza sono gli stessi che questi ordini avevano addottato, e si riferivano evidentemente al loro mestiere.
    A proposito di questi ordini medievali, si può parlare di massoneria operativa, ed il vero momento di rottura con la massoneria moderna si è avuto nel XVIII secolo.

    Senza entrare troppo nei dettagli, i principali punti di distacco sono i seguenti:

    – abbandono della pratica operativa e trasformazione dei massoni moderni in puri “speculativi”
    – distacco ed in seguito netto contrasto con la chiesa cattolica
    – avvicinamento all’ideologia manichea – luciferiana ed abbandono della ortodossia.

    Sono molti i massini che ancora oggi cercano nella libera muratoria quel sapere tradizionale che effettivamente nella sua simbologia è ancora custodito, ma è altrettando evidente, a parer mio, la totale deviazione operata negli ultimi tre secoli dai suoi vertici.

  • Per quanto riguarda il filone gesuita, a me personalmente non ha mai convinto per nulla.
    Ho sempre e solo letto tante ilazioni e molta propaganda, ma pochi fatti.

    Come ricordava Josephuss, questo filone si sviluppa principalmente in ambienti protestanti, ma le sue origini risalgono alla predicazione dei movimenti teosofici-neospiritualisti del XIX secolo.

    Anche il voler individuare a tutti i costi chi stia in cima alla piramide è eserzizio assai vano, e penso anche sia un po’ pretenzioso pensare di aver scoperto i “vertici” dopo aver semplicemente navigato per qualche tempo in internet.

    A presto

     

  • Hadi

    @ MET: lascia stare il libro di Pizzuti che è pieno di inesattezze, è approssimativo e ha una bibliografia molto scarna, basata soprattutto su documenti del web. L’autore è il classico esempio dello scrittore odierno che pretende di scrivere un libro su tematiche storiche senza mai scollarsi dal pc. Se vuoi un libro serio su queste tematiche di consiglio di prendere “Massoneria e Sette Segrete” di Epiphanius, 1000 pagine minuziosamente documentate, con una bibliografia immensa, che vanta anche alcuni documenti provenienti da collezioni private.
     
    @ MGL: la stella a sei punte, come giustamente detto da Carlo, è il sigillo di Salomone, che oltre ai significati già descritti, per la Massoneria è anche un simbolo rappresentativo della dualità degli opposti in cui il bene (triangolo superiore) e il male (triangolo inferiore) si fondono in una perfetta sintesi (rappresentata dall’intersezione dei 2 triangoli)
     
    Sulla favoletta dei Gesuiti e della massoneria bianca e nera hanno già risposto molto bene gli altri.
     
    Infine Carlo, riguardo l’origine della Massoneria, si è scritto molto, ma in pochi lo hanno fatto seriamente. Iannaccone giustamente scrive che quella “speculativa” (ancora attva oggi) è una diretta derivazione dell'”operativa” che costruì le cattedrali gotiche (comprensibile visto la condivisione della simbologia), ma che aveva ben poco a che fare con tematiche metafisiche. L’arrivo dell’Ermetismo e dello Gnosticismo in Europa tramite l’Islam e i circoli ebraici (lo Zohar e il Talmud sono intrisi di gnosticismo, come Epiphanius ha dimostrato) dall’VIII al X secolo potrebbe aver dato origine a dei circoli “intellettuali” segreti (non potevano essere altrimenti, vista la ferrea tradizione cattolica dell’Europa dell’epoca) in cui queste pseudo conoscenze elitarie hanno cominciato a diffondersi come un cancro. Forse questi circoli erano dei primordiali “Rosa Croce” (anche se la loro reale esistenza è ancora tutta da dimostrare).
    Comunque, se già Dante nel Trecento scriveva la Divina Commedia, mascherando palesi dottrine ermetiche dietro un’apparente opera cattolica (vd. Guenon e Renato Cuccia), vuol dire che tali filosofie sulferee avevano già permeato gli ambienti elitari dell’Europa da un po’. Ora stabilire con certezza quando e quale fu la scintilla che segnò il passaggio da una massoneria operativa “innocente” ad una speculativa rivoluzionaria è abbastanza complesso. Sicuramente bisogna retrodatarne la nascita rispetto la data ufficiale del 1717, perchè, come dimostrato, già lo scisma protestante fu opera massonica, così come già nel ‘600 molti protomassoni si appropriano della vicenda dei templari, assurgendoli al ruolo di martiri e novelli prometei in lotta contro le istituzioni dell’epoca (vd. Elias Ashmole).
    Per far luce sul passaggio cruciale da Massoneria operativa a speculativa servirebbero altri ricercatori del calibro di Henry Coston, ma, ahimè, ci dobbiamo accontentare dei vari Icke e surrogati.
    Saluti.

  • Hadi

    Dimenticavo: il collante tra idee ermetiche (filone rosicruciano) e idee gnostiche (filone massonico) fu nella seconda metà del ‘600, la Royal Society di Londra, in cui gli imparruccati discendenti di nobili dinastie si autodefinivano già il “collegio invisibile“, evocando l’ormai nota immagine di un elite in possesso di conoscenze segrete e quindi in diritto di governare la plebaglia.
    Ma ribadisco, se queste idee erano già presenti nell’immaginario dei rampolli di nobili dinastie, vuol dire che il cancro era già presente da tempo…
    Saluti.

  • Anonimo

    simbolo trilateral: Y rovesciata dentro una piramide a sua volta racchiusa in un cerchio

  • Andrea

    E’ lodevole studiare e cercare di capire chi sta al vertice,ma (questo lo dice anche la massoneria)è stato creato un caos voluto,affinchè anche le menti più sublimi,non riescano a capire chi sta in alto.
    Allora vediamo il club Bilderberg,i suoi vari componenti,che ormai son stati quasi tutti svelati,si pensi che ne fanno parte anche alcuni ministri italiani!!
    E così si continua,fra rettiliani,alieni distruttori,ricchi petrolieri,massonerie deviate,apparati militari deviati,ma tutto questo è solo la facciata.
    Chi sono io per permettermi di parlare così,dopo che attenti studiosi,sui loro blog hanno ampiamente parlato del NWO facendone ormai una realtà nota a livello della rete e ormai anche fuori dalla rete,anzi ci siamo sentiti dire perfino dal nostro Presidente della Repubblica e dal Vaticano che esiste questa realtà,che tutti prima o poi dovremo accettare.
    Io non sono nessuno,sono come voi,un cittadino che cerca di capire,legge,si informa,il più possibile,vagliando sia le fonti ordinarie,che quelle alternative.
    Ma anch’io mi pongo alcune domande e penso,e se la verità fosse più semplice di quella che noi ci immaginiamo?
    Le varie corporazioni e lobby,per agire in segreto un tempo si parlavano coi simboli e ancor oggi quei simboli sono rimasti intatti fino ai nostri tempi,nonostante sia cambiato il significato e lo scopo delle associazioni,si sono cioè adattate ai tempi.
    E se la verità fosse sotto gli occhi di tutti?Se la grande quantità di informazioni che ci viene fornita,fosse solo un modo per confondere le idee?
    Potrebbe al tempo stesso essere una grande iniziazione,quello che stiamo vivendo oggi.
    Ci stupiamo dei fatti che stanno acadendo nel nostro paese,ma se diamo un’occhiata alla storia recente si può dedurre che è stato tutto pianificato,è anche questa una iniziazione,la distruzione di tutti i valori morali e civili,di quelli religiosi,che si voglia o no,la chiesa è morta per rinascere in una nuova chiesa,è facile dedurlo,basta guardarsi intorno.
    Dio sta dove c’è semplicità e umiltà d’animo,non dove regna il potere e la soppressione dei valori.
    Certo la massoneria speculativa ha contribuito molto allo sgretolamento della chiesa,le gerarchie stesse,non dovrebbero caratterizzare nessuna istituzione che voglia presentarsi come libera e democratica.
    In una democrazia vera,non dovrebbero esistere classi sociali così distinte e allora cos’è  che dobbiamo fare?Io parlo per me,ragiono più col cuore e con la sensibilità di cui tutti noi siamo dotati,anzichè con la sola ragione e la logica perchè solo così riesco a muovermi libero senza ritrovarmi in una giungla di informazioni in cui c’è sicuramente del vero,ma ho l’impressione che mescolato ad arte ci sia un’informazione che ci svia dal conoscere il vero vertice che comanda gli avenimenti di oggi,o forse scopriremmo in futuro che un vertice non esiste proprio?
    Chi lo sa mentre qui ne discutiamo confrontandosi democraticamente staremo a vedere se il vertice si rivelerà o rimarra celato.
    Andrea

  • m

    sulla bandiera d’europa c’è anche tesi sia riferita alle 12 stelle di Maria SS (anche se dovevano essere bianche)
    “..Alla gara partecipò pure Arsène Heitz, un allora giovane e poco noto designer. Heitz, come moltissimi cattolici, portava al collo la cosiddetta «Medaglia Miracolosa», coniata in seguito alle visioni, nel 1830, a Parigi, di santa Catherine Labouré…”
    http://www.santuarionsmontallegro.com/easyNews/NewsLeggi.asp?IDNews=272
    http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=article&sid=2501

  • Met

    @ Hadi
    Guarda io il libro di Pizzuti l’ho trovato molto interessante, è chiaro che da profano con ancora una scarsa conoscenza storica sulla massoneria è difficile farsi un’idea precisa su ciò che è esatto e ciò che è inesatto.Ti ringrazio per la segnalazione. Il libro di cui parli “massoneria e sette segrete” lo avevo già notato su amazon e avevo intenzione di acquistarlo successivamente, proprio perchè cerco sempre di sentire più campane e di sintezzare con la mia testa quello che leggo e che vedo. 
     

  • Faurio

    Scusa se posto un a domanda assolutaemnte off tipic;
    Hai mai sentito parlare di Hidden Hand?
    Hai mai letto il Ra Material?
    Io sono molto acerbo di tutto quello che riguarda l’esoterismo e vorrei un parere da te su queste cose.
    In particolare sul materiale di Hidden Hand che dice cose a mio parere molto interessanti.
    Seguo il tuo blog da parecchio e non mi sembra che tu abbia mai pubblicato un articolo su questo
    ciao
    Faurio
     
     

    • No, a dire il vero non li conosco.

      Ho cercato ra material su google è mi è apparso questo come primo risultato:

      “The Ra Material” è probabilmente l’opera più profonda e più riconosciuta che sia stata pubblicata dalle sedute di canalizzazione della L/L Research.

      E quando leggo “canalizzazione” mi dileguo sempre a velocità sostenuta :-)

      A presto

  • Ciao Hadi

    Comunque, se già Dante nel Trecento scriveva la Divina Commedia, mascherando palesi dottrine ermetiche dietro un’apparente opera cattolica (vd. Guenon e Renato Cuccia), vuol dire che tali filosofie sulferee avevano già permeato gli ambienti elitari dell’Europa da un po’.

    il tuo intervento è sostanzialemtne corretto, a parer mio, ma la questione è un po’ più complessa. innanzitutto, questioni esoteriche non necessariamente significa questioni sulfuree. La ricerca esoterica è stata per millenni complementare con la religiosità essoterica, e fu così anche per il cristianesimo occidentale, fino alla fine dell’epoca medioevale.

    Poi il cattolicesimo troncò ogni legame con la ricerca esoterica, e fu da quel momento che gli ordini iniziatici occidentali iniziarono il loro percorso verso la deviazione. Nell’opera e nel simbolismo dei maestri costruttori medievali, ad esempio, c’è molto più di una mera questione pratica: la costruzione era in primis un percorso spirituale, e all’operatività era affiancata anche la “speculazione”.

    Le cattedrali sono enciclopedie esoteriche, e sono totalmente cristiane.

     

  • daouda

    Santo Vangelo di san Matteo 11, 25-27
    “In quel tempo Gesù prese a dire: «Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai savi e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli fanciulli. Sì, o Padre, perché così ti è piaciuto. Ogni cosa mi è stata data in mano dal Padre mio, e nessuno conosce il Figlio, se non il Padre; e nessuno conosce il Padre, se non il Figlio e colui al quale il Figlio avrà voluto rivelarlo.”
    Mi si venga pure a scrivere che conoscere non è inteso in senso gnostico, ma ciò è un semplice arrampicarsi sugli specchi.

    La vera religione è gnosi, agape e prassi. Ed i luciferiani sono meri traditori, sobillatori e bugiardi come il loro capo, sin dal principio.


    saluti

  • Ric

    Ciao! Anche la bandiera della Germania est mi pare non lasci dubbi sulla sua origine: http://www.world-flags-symbols.com/_img_nations3/east_germany_flag.png . Ric

  • Hadi

    Avevamo già parlato in passato riguardo queste tematiche.
    @ Carlo
    Se il cristianesimo avesse una matrice esoterica imploderebbe dopo 30 secondi. Il messaggio di Gesù, e il significato della Redenzione verrebbero così stravolti, dando adito alla solita favola di loggia secondo cui Gesù sarebbe stato solo un uomo che aveva raggiunto il gradino più alto della piramide della conoscenza.
     
    @ Daouda
    Quel passo del Vangelo è esplicativo della lotta che Gesù aveva intrapreso contro i farisei, tronfi nella loro superbia e convinti di essere depositari della Verità. Tant’è che Gesù sceglie come suoi apostoli persone di origini modeste, tra cui alcuni di loro erano completamente illitterati.
    Ed una storia che si è sempre ripetuta nei secoli. Basta pensare all’età e l’estrazione sociale dei veggenti a cui è apparsa la Beata Vergine Maria.
    Poi ognuno è libero di interpretare la Bibbia a modo suo, ma solitamente è una pratica cara ai protestanti, che hanno letteralmente stravolto il senso della coscienza pur di divincolarsi dagli obblighi che hanno nei confronti del Signore, in quanto sue creature. Per fare ciò arrivano a dire che l’animo del lettore delle Sacre Scritture è già in contatto diretto con la divinità. Prova a riflettere sulla vicinanza di questa dottrina con quella gnostica della “scintilla divina”
    Saluti

  • daouda

    Hadi, se tu non avessi la scintilla divina, se tra ogni grado della realtà non si avesse una continuità/contiguità, tu saresti limite a Dio.
    Lo gnosticismo è dualista, egoico e settario, ricettacolo di vizi. La vera gnosi non ammette queste distorsioni.
     
     

  • Doulos

    Direi, da protestante, che le cose vanno nel Protestantesimo assai peggio di come dice Hadi.
    Non soltanto la nazione egemone e garantista di ogni sopruso occidentale del mondo è saldamente fondata su una cultura protestante, ma la base stessa del colonialismo nel mondo ha avuto come pilastri società protestanti – le corone prussiana ed inglese. Puoi trovare in giro per il mondo chiese-ghetto protestanti di soli gay, lesbiche e transgender, o altre che predicano che se non hai un conto in banca a 4 zeri non sei figlio di Dio; protestanti sono i primi matrimoni intragenere, protestanti sono immense società dedite alla sola raccolta di fondi per il finanziamento del peggiore sionismo, protestante è la base culturale del KKK, protestante fu la copertura di mezzo secolo di apartheid in Sudafrica, protestante è la culla del capitalismo terminale, così come della peggiore ricerca sistematica del contatto con l’occulto che portò allo spiritismo scientifico e, in ultima analisi, a tutti i movimenti di neo paganesimo moderno – non a caso fondati sull’idea di fare/essere ciò che si vuole.
    Dal ventre del pensiero protestante è nata la bestemmia dell’ermeneutica storico critica: Schleiermacher, Bultmann, Barth, Gadamer e tutti gli altri traditori dell’ispirazione divina dei testi hanno avuto porte aperte a pochi secoli dalla Riforma, e non certo nell‘alveo del cattolicesimo. Ecco poi le teorie tutte protestanti del Cristo omosessuale, del Cristo figlio illegittimo, del Cristo marxista, del Cristo mago esseno e chi più ne ha più ne metta. Che dire poi del relativismo che ha permeato tutto l’occidente? Non è forse stato alimentato anche dalla pretesa rivincita su Dio stesso, nata in seno al protestantesimo, per il quale, in completo spregio del rispetto per la sacralità, chiunque si sente in dovere di proiettare sulla divinità qualsiasi fra le proprie nevrosi? Così è se mi pare…

    Il cammino della relazione diretta con l’Assoluto è il più sublime, ma pure il più pericoloso: Lucifero cadde dall’alto della sua magnificenza per arroganza, non per mediocrità. A chi più è dato più sarà chiesto.

  • Hadi:

    Se il cristianesimo avesse una matrice esoterica imploderebbe dopo 30 secondi.

    Non si tratta di “matrice esoterica”.

    Essoterismo ed esoterismo sono conoscenze complementari, ed è così per tute le religioni tradizionali.
    Ripeto, nel caso del cristianesimo basta entrare in una cattedrale gotica, e non ci dovrebbe essere più nessun dubbio su questo.

    Non solo: nel cristianesimo orientale, ovvero quello che per circostanze storiche ha mantenuto la maggiore vicinanza con il cristianesimo delle origini, e con il rito antico, esiste tuttora una pratica esoterica perfettamente integrata nella dottrina, l’Esicasmo.

    L’Esicasmo si pratica ancora oggi nel Monte Athos, uno degli ultimi baluardi del cristianesimo, e si fonda sulla Preghiera del Cuore, rivolta a Gesù Cristo.

    Lo ripeto ancora una volta: se in occidente hanno potuto prendere piede e diffondersi in maniera incontrollata le dottrine neospiritualiste e neognostiche è anche perchè le Chiese Occidentali dopo il medioevo hanno tagliato i ponti con l’Esoterismo autentico e regolare, che prima torvava posto all’interno della dottrina.

    A presto

  • Sal Paradise

    Viene da chiedersi se la stella a cinque punti rappresenti un simbolo vincente proprio perché rimanda al’eclittica del pianeta Venere….voglio dire…il potere vero risiede nelll’oggetto rappresentato…la forma simbolica del potere rappresentato porta con se un certo residuo di valenza simbolica…ho trovato questo argomento anche in altri blog su splinder ultimamente…secondo me al di là dei simbolismi e delle varie “squadre di calcio” spirituali verso cui si propende (perchè parliamoci chiaro, in giro di discernimento non ce ne è neanche quando si affronta l’argomento) bisognerebbe insistere sull’aspetto emulativo della religione…del prendere e  cedere simboli a altri campi semantici…del grande lavorio della mente umana per incasellare, ordinare, rassicurare…e, d’altro canto, la natura paralellela del potere che passa di mano in mano e di mente in mente….mi sembra che l’argomento fosse trattato da un certo Wulf/qualcosa. Non posso mettere il link perché il blog è bloccato ormai…a quanto pare di questi tempi conviene nascondersi piuttosto che mostrarsi…la verità non è e non deve essere per tutti. Non è roba da bambinoni. Questo è poco ma sicuro. Ma è meglio tacerla completamente che parlarne fino a farle perdere senso. Questo è il vero male che divora il mondo. La superficialità e l’assenza totale di rispetto per un silenzio salutare e rispettoso.

  • Anonimo

    Ho scritto io quel blog Sal. O meglio…non l’ho scritto io…ho solo riportato stralci di fonti…ho sempre pensato che la verità parla da sola a chi sa intendere (attraverso qualsiasi espressione)….ho chiuso il blog perché la rete è molto più insidiosa di quanto sembri…e qui mi fermo.
    Buona giornata

  • Doulos

    Carlo, scusa, ma è per evitare il casino ed intendersi: che definizione di esoterismo dai? Cosa è esoterico e chi ne è un seguace? E cosa definisci come mistero? Nei testi della rivelazione giudaico-cristiana esiste solo quest’ultimo e il termine è piutosto confinato…
    Più in generale mi pare che ci sia bisogno di comprendersi, con riferimento condivisi,operativi, non ambigui, a me pare che esoterico sia la classica foglia di fico stesa sull’occultismo.
    Non c’è nessun dubbio, inoltre, che nelle lettere di Paolo ai Romani, ai Corinzi e nell’Apocalisse di Giovanni si faccia una polemica crudissima verso l’esoterismo (un certo dirai tu). Ecco, per capire, perchè non trovo nei tuoi vecchi post un riferimento univoco, ed anche la definizione piuttosto tarda di Faivre è quantomeno parziale (ma se adottata mette subito il soggetto alla porta dei testi biblici, anzi in odore di lapidazione nell’AT ;-) ).

    • Esoterica è una conoscenza che si trasmette soprattuto mediante il simbolismo; l’esoterismo è sostanzialmente un linguaggio, un linguaggio che comunica direttamente all’intelletto.
      Nulla di “oscuro”.

      a me pare che esoterico sia la classica foglia di fico stesa sull’occultismo.

      No, qui siamo completamente fuori strada.

      L’occultismo è l’arte oscura di manipolare le “forze immateriali” a proprio beneficio.
      Esoterismo è concentrarsi sulla via per raggiungere Dio, per annullare il proprio sè nel Principio creatore.

      L’occultista invece cerca di ottenere benefici materiali, in questo mondo.

      La Preghiera del Cuore dei monaci del monte Athos è una pratica esoterica, e se in occidente si è persa la capacità di comprendere la differenza tra una pratica come l’Esicasmo e l’occultismo, allora possiamo anche capire uno dei motivi della confusione che constatiamo oggi.

      • Doulos

        ti ringrazio, la mia formazione è completamente altra, e ti assicuro che nel mio personale e limitato ricercare esoterico ha sempre coinciso con occulto, dalla meditazione trascendendale alla glossolalia. Ma mi sfidi su una strada che non conosco, prenderò più informazioni, esicasmo è un termine che praticamente imparo qui in casa tua.
        Per quanto attiene al sufi la sola persona che conosco esserci dentro manifesta nella vita tendenze che me ne farebbero stare mille miglia alla larga. Forse, mi rendo conto, è proprio la dimensione della prassi quella che poi diventa l’ultimo traguardo sul quale maturare una valutazione – dai frutti loro li riconoscerete. E da questo punto di vista qualsiasi pratica nascosta o relegata al mondo clausurale diventa di per sé insottoponibile alla valutazione umana (questa è una forza ma anche un limite).
        Ma ogni cosa al suo momento: ora studio.
        Intanto il migliore augurio per le feste e l’anno che viene, un passo più vicini al piano che Dio ha per ognuno: Colui che fu bambino vulnerabile e debole siede ora nella gloria del nome al di sopra di qualsiasi altro.

        • daouda

          Guarda, ogni religione oggi ha deviato dalla propria essenza. Le confraternite sufi sono piene di ciarlatani, si dice.
          E’ comprensibile essere diffidenti al riguardo, ma la conoscenza metafisica non ha nulla di oscuro ed il suo essere a disposizione solo di stette cerchie , molto riservate, è sia per prevenire certi attacchi sia certe incomprensioni. Se oggi molti cianciano sul “diventare Dio” è proprio per il fraintendimento e pervertimento di determinate verità su cui gli sciacalli speculano.
          D’altronde le profonde verità della dottrina non sono fruibili nella loro limpidezza a tutti senza un’adeguata preparazione e sappiamo che lo Spirito agisce ben più potentemente delle forze materiali cosicché il problema numerico non sussiste.
          Quel che provano a fare, i servitori del diavolo, è creare continue fratture , privare di credibilità ed infiltrarsi. Solo così si distrugge una religione.
          E’ per questo che aspettiamo il Signore poiché ormai la restaurazione non può avvenire, secondo me, senza di Lui.
          ciao.

  • Hadi

    Ciao Carlo, scusa se rispondo solo ora ma ero alle prese con la tesi di laurea
     
    Essoterismo ed esoterismo sono conoscenze complementari, ed è così per tute le religioni tradizionali.
    Ripeto, nel caso del cristianesimo basta entrare in una cattedrale gotica, e non ci dovrebbe essere più nessun dubbio su questo.
     
    La questione è ancora molto dibattuta e potrebbe essere interpretata come la classica domanda “viene prima l’uovo o la gallina?”
    Ora noi sappiamo che parteciparono alla costruzione delle cattedrali gotiche coloro i quali fondarono la Massoneria operativa, ovvero, come detto, corporazioni di operai che scambiavano tra di loro nozioni tecniche in campo ingegneristico-architettonico. Molte simbologie adottate da essi vennero poi riprese dalla Massoneria speculativa con tutt’altri scopi. Sostenere però che essi avessero voluto celare chissà quale segreto occulto in quella simbologia è abbastanza affrettato, in quanto quei simboli potrebbero essere stati semplicemente derubati e riadattati come poi succederà con altri archetipi nel corso dei secoli (vedi mito dei templari, simbolo della rosa+croce, croce patente, croce a otto punte dell’OTO, ecc.)
    Ti pongo quindi un quesito. Ipotizza che tra 1000 anni una persona completamente a digiuno di storia del Cristianesimo e del ruolo delle sette segrete e Massoneria all’interno della storia, entrasse nella chiesa di San Giovanni Rotondo, progettata da Renzo Piano, e dedicata a San Pio da Pietralcina. Cosa dovrebbe pensare? Che alcuni cattolici hanno deciso di celare all’interno di una chiesa simbologie pagane e sataniste, in quanto custodi di conoscenze superiori ed esoteriche?
     
    Non solo: nel cristianesimo orientale, ovvero quello che per circostanze storiche ha mantenuto la maggiore vicinanza con il cristianesimo delle origini, e con il rito antico, esiste tuttora una pratica esoterica perfettamente integrata nella dottrina, l’Esicasmo.
     
    Col rischio di sollevare un polverone, mi fa piacere sottolineare che questo è un mantra che si continua a ripetere spesso nel mondo ortodosso. Senza entrare nello specifico, che meriterebbe una trattazione a parte molto ampia, faccio notare un particolare.
    Nella liturgia ortodossa, durante la celebrazione della Messa, si utilizza come specie di quello che poi diventerà il Corpo di Cristo a seguito della transustanzazione, una pagnotta lievitata. Nella liturgia cattolica invece del pane azzimo, non lievitato, sottoforma di ostia.
    Gesù nell’Ultima Cena, nella quale istituì il Sacramento dell’Eucarestia, utilizzò del pane azzimo, in quanto si celebrava la Paskha ebraica (transito) , in memoria della cena che fecero gli ebrei prima del ritorno in patria dall’Egitto,  durante la quale venne consumato del pane azzimo per la fretta dei preparativi (non c’era il tempo di far lievitare il pane).
    Con ciò non voglio aprire nessun feroce dibattito intra-confessionale, e lo dico da cattolico tradizionalista incazzato nero per la brutta deriva che ha preso la Chiesa cattolica dal CVII in poi…
     
    Esoterismo è concentrarsi sulla via per raggiungere Dio, per annullare il proprio sè nel Principio creatore.
     
    Probabilmente interpreto male io, ma detta così sembra la dottrina panteistica che anima le religioni asiatiche…
     
    Cordiali saluti e auguri di buon Natale a tutti gli utenti :)

  • Ciao Hadi

    Nella liturgia ortodossa, durante la celebrazione della Messa, si utilizza come specie di quello che poi diventerà il Corpo di Cristo a seguito della transustanzazione, una pagnotta lievitata. Nella liturgia cattolica invece del pane azzimo, non lievitato, sottoforma di ostia.

    Io sono il primo a non aver mai voluto trattare delle “differenze” tra chiesa cattolica e chiesa ortodossa, quindi capirai che è un “polverone” in cui non vorrei mai addentrarmi, specialmente la vigilia di Natale.

    Tuttavia, farei eccessiva violenza a me stesso se non facessi notare che la comunione nel rito ortodosso si compie con pane e vino, mentre nel mondo cattolico il vino manca (escluso il sacerdote).
    Soffermarsi quindi sulla questione del pane azzimo, tradizione ebraica, mi pare, come dire, un po’ fuori luogo.
    Su altre mille questioni in cui il rito occidentale si è allontanato dal rito originale sorvolo, perchè, ripeto, non voglio addentrarmi.
    Va detto, comunque, per amore di verità, che se si porta la discussione sul quale chiesa sia più “tradizionalista”, allora mi pare che ci sarebbe ben poco da discutere.

    Sostenere però che essi avessero voluto celare chissà quale segreto occulto in quella simbologia è abbastanza affrettato, in quanto quei simboli potrebbero essere stati semplicemente derubati e riadattati come poi succederà con altri archetipi nel corso dei secoli (vedi mito dei templari, simbolo della rosa+croce, croce patente, croce a otto punte dell’OTO, ecc.)

    Non me ne volere, ma questa tua affermazione dipende solo dalla non conoscenza dell’argomento.
    E’ come se io mi trovassi davanti agli occhi un testo in giapponese, e poichè non so leggerlo ne deducessi che si tratti solo di scarabocchi.

    Ti pongo quindi un quesito. Ipotizza che tra 1000 anni una persona completamente a digiuno di storia del Cristianesimo e del ruolo delle sette segrete e Massoneria all’interno della storia, entrasse nella chiesa di San Giovanni Rotondo, progettata da Renzo Piano, e dedicata a San Pio da Pietralcina. Cosa dovrebbe pensare? Che alcuni cattolici hanno deciso di celare all’interno di una chiesa simbologie pagane e sataniste, in quanto custodi di conoscenze superiori ed esoteriche?

    Uno studioso attento di simbolismo ne dedurebbe che all’inizio del terzo millenio la chiesa cattolica aveva stravolto la sua dottrina rispetto alle sue origini.
    Il chè è l’unica cosa da dedurre.

    Probabilmente interpreto male io, ma detta così sembra la dottrina panteistica che anima le religioni asiatiche…

    Probabilmente non conosci bene l’argomento.

    A presto

    • Hadi

      Provo a rispondere per l’ultima volta, poi lascio perdere perchè mi sembra ti sia un pò stizzito.
       

      Tuttavia, farei eccessiva violenza a me stesso se non facessi notare che la comunione nel rito ortodosso si compie con pane e vino, mentre nel mondo cattolico il vino manca (escluso il sacerdote).

       
      L’anamnesi e l’offertorio sono da sempre celebrati con il vino. Al vino che si consacra nella Messa vengono inoltre aggiunte alcune gocce d’acqua, per significare l’unione della natura umana alla natura divina in Cristo, e l’unione dei fedeli a Cristo come membra del Corpo mistico al loro Capo.
      Anche nell’orribile mens di Paolo VI il vino è rimasto parte integrante della liturgia e spesso viene anche dato ai fedeli per intinzione, come avviene nella liturgia ortodossa
       

      Soffermarsi quindi sulla questione del pane azzimo, tradizione ebraica, mi pare, come dire, un po’ fuori luogo.

       
      Come detto, è Gesù stesso che istituisce il Sacramento dell’Eucarestia con le specie del pane azzimo e del vino d’uva. Quindi la tradizione ebraica, in questo caso non c’entra nulla.
       
      Non me ne volere, ma questa tua affermazione dipende solo dalla non conoscenza dell’argomento.
      E’ come se io mi trovassi davanti agli occhi un testo in giapponese, e poichè non so leggerlo ne deducessi che si tratti solo di scarabocchi.
       
      Io sicuramente sarò ignorante, però grandi luminari di esoterismo e antropologia hanno preso numerose cantonate con la simbologia di Rennes le Chateux e dei Templari, scambiando palesi simboli cristiani con non-ben precisate culture pagane, semplicemente perchè non avevano mai aperto un libro di catechesi cristiana ed erano a digiuno di storia del Cristianesimo. Tu sei sicuro di “essere a conoscenza dell’argomento?
       

      Uno studioso attento di simbolismo ne dedurebbe che all’inizio del terzo millenio la chiesa cattolica aveva stravolto la sua dottrina rispetto alle sue origini.
      Il chè è l’unica cosa da dedurre.
       

      Attenzione. Io ho parlato di simbologia e non di dottrina. Così come ho ipotizzato che lo studioso fosse ignorante per quanto riguarda la storia del Cristianesimo e il ruolo delle sette segrete nel plasmare la storia, ma ben preparato sul discorso dei simboli.
      Per capirci provo a fare un esempio semplice: prendi il caso del triangolo con inscritto un occhio. Sin dalla tradizione giudaica (spesso vi si trovava inscritto il tetragramma biblico YHWH o la parola IOD) esso ha simboleggiato Dio (la SS. Trinità per i cristiani). Oggigiorno complottisti di serie B e presunti dottori in antropologia hanno cavalcato l’onda del mito dei Gesuiti (come regolatori del NWO) a causa della presenza di tale simbolo in molte chiese cristiane, ricollegandosi al fatto che esso si trova anche al vertice della celebre piramide massonica. Risultato? Il cristianesimo è satanico, a servizio del Nwo ecc.
      Possibile che la Chiesa Cattolica di allora, che di sicuro non era allo sbaraglio come oggigiorno, non si sia accorta che sorgevano enormi cattedrali con simbologie che non collimavano con il cattolicesimo?
       

      “Probabilmente non conosci bene l’argomento.”
       

      Dato che, come detto, io sono ignorante e un pò macchinoso nel comprendere, potresti argomentare quello che dici? Perchè sai, è diventata una moda dell’internauta bollare tutti come ignoranti senza però mai argomentare.
      Ciao e Buon Natale.

      • daouda

        Si Hadi ma la simbologia è di per se stessa un “linguaggio” esoterico. E l’esoterismo ad altro non serve che a realizzare l’unione in Dio, con Dio, attraverso Dio.
        Le dottrine asiatiche si sono perverse nel panteismo solo di recente. Nei loro nuclei dottrinari non sono moniste o dualiste né panteiste.
        Sai anche tu che se Dio non fosse nel mondo il mondo non potrebbe sussistere ontologicamente. Inoltre questo limiterebbe Dio stesso se fosse privo della sua presenza. Dio in quanto infinito, non può che essere tutto quel che può. Solo Lui c’è, in realtà ma è pur vero che se io non fossi nato, Dio non sarebbe mai stato tale ergo l’universo non sarebbe. Io sono quel poco che sono e tale sono, ringraziando Dio. Ma Dio sovra è ( alla Dionigi areopagita) e non c’è contraddizione alcuna.
         

  • Per Hadi

    spero tu non interpreti la mia mancata risposta come una mancanza nei tuoi confronti.
    Il tema che hai aperto merita le adeguate risposte, e si tratta di temi più che degni di essere dibattuti.
    In questi giorni però fatico ad occuparmi di argomenti impegnativi.

    Ma una risposta ti spetta, e riprenderemo il discorso al più presto.
    Sei anche invitato a sollecitare la mia risposta, nel caso questa ritardi (magari dopo il 2 gennaio :-)

    A presto

  • […] La stella a cinque punte nel simbolismo moderno […]

  • alex

    Ciao navigando casualmente ho trovato questa immagine della bandiera Greca della partita di calcio di ieri, avendomi ricordato un film con tommy lee jones l’ho notata e incuriosito, e ricordandomi di questo post volevo domandare se ha qualche significato perticolare http://www.vavel.com/files/610x_237178451.jpg
    Ciao :)

  • Ciao Alex

    per quanto riguarda la bandiera greca, penso che la “versione ufficiale” ne spieghi in modo sufficiente l’origine.
    (inizialmente la bandiera era composta solo da una croce bianca su sfondo azzurro, a simboleggiare l’ortodossia, ed in seguito vennero aggiunte le nove striscie, che secondo la tradizione popolare rappresentano le sillabe della frase “elefteria i thanatos”, ovvero “libertà o morte”; della scelta dei colori si sa poco, pare che durante la rivoluzione si sia deciso di evitare l’uso del rosso e del verde che rimandavano all’impero ottomano)

    Significati “alternativi” a quelli ufficiali per adesso non ne ho incontrati :-)

    A presto

  • alex

    Intendevo il fatto che fosse rovesciata.
    Non ricordavo il film si intitola Nella valle di Elah, dove si cita davide contro golia, e parte della trama è sul fatto che la bandiera è al contrarioa significare una richiesta di aiuto, mi chiedevo se aveva altri significati il rovesciamento, o è normale porre la bandiera greca così? visto che nel sito delle news ho trovato altre due foto con la bandiera così.
    Ciao :)

  • ah, ok :-)

    sì, porre la bandiera all’incontrario ha quel significato (a proposito, nella valle di elah è un gran bel film).

    Ma in questo caso penso si tratti solo di tifosi sbadati che nel momento di srotolare la bandiera non si erano accorti della sua direzione. :-)

  • alex

    Mi scuso se non ho specificato subito il “rovesciamento”. Ero incuriosito magari come la stella se ribaltata.
    Sono incuriosito da un’altro simbolo usato nelle bandiere che ho già visto citata su altri post, l’aquila bicipite, in questi giorni stò leggendo un libro sugli Ittiti e già loro la utilizzavano mi chiedevo se prima o poi farai un post su questa.
    Ciao :)
     

  • Quella che è giunta fino a noi risale, come è noto, all’epoca in cui l’impero romano si divise in due.
    Poi fu l’impero romano d’oriente, quello “bizantino” a tramandare il simbolo, una volta che i fratelli occidentali cedettero il passo agli stati latino-germanici.
    E’ un simbolo davvero bello, emblema del punto di incontro tra oriente ed occidente :-)

  • Anonimo

    Si è un “logo” molto interessante, ed è incredibile che dal neolitico Ittita sia arrivata fino ad noi praticamente identica, questa è presa dal sito di alacahöyük http://www.greatcommission.com/hittite/AlacahoyukIMG_0763.JPG
    Ciao :)

  • Quel sito è straordinario, ci sono da riscrivere millenni di storia..

  • Anonimo

    < 1 v 2 ^ 3 v 4 > 5
    <v^v> <v^v> <v^v> <v^v> <v^v>
     
     

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>