Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
1 dicembre 2006

L'esoterismo cristiano - II

vai alla prima parte


Se esistono verità che possono essere capite sia exotericamente sia esotericamente, secondo sensi riferentisi a gradi diversi di realtà, altre ce ne sono che, facendo esclusivamente parte dell’esoterismo e non avendo nessuna corrispondenza al di fuori di quest’ultimo, diventano, come già abbiamo detto, totalmente incomprensibili quando si cerchi di trasporle nel campo dell’exoterismo, e allora ci si deve di necessità limitare a esprimerle in modo puro e semplice nella forma di enunciazioni “dogmatiche”, senza mai cercare di dare di esse la minima spiegazione; sono queste verità che costituiscono in modo proprio quelli che si è convenuto di denominare i “misteri” del Cristianesimo.

A dire il vero, la stessa esistenza di tali “misteri” sarebbe totalmente ingiustificata se non si ammettesse il carattere esoterico del Cristianesimo alle sue origini[…]

Di fatto, ovunque esistano iniziazioni dipendenti in modo particolare da una forma tradizionale determinata e che assumono come base l’exoterismo di quest’ultima, i riti exoterici possono, per coloro che abbiano ricevuto tale iniziazione, essere in qualche modo trasposti in un altro ordine, nel senso che essi se ne serviranno in quanto supporto per il lavoro iniziatico vero e proprio, e che di conseguenza, per loro, gli effetti non ne saranno più limitati alla sola sfera exoterica come accade per la generalità degli aderenti alla stessa forma tradizionale;[….]

 

Del resto, quel che diciamo qui si applica soltanto alla Chiesa latina, ed è anche assai interessante notare come nelle Chiese d’Oriente non ci sia mai stato misticismo nel senso in cui esso è inteso nel Cristianesimo occidentale dopo il secolo XVI; tale fatto può far pensare che una certa iniziazione del genere di quelle a cui facevamo allusione ha dovuto mantenersi in queste Chiese, ed effettivamente è quel che vi si trova con l’ esicasmo, il cui carattere realmente iniziatico non sembra dubbio, anche se, qui come in molti altri casi, ha subito diminuzioni più o meno sensibili nel corso dei tempi moderni, come conseguenza naturale delle condizioni generali di quest’epoca, alla quale non possono sfuggire se non le iniziazioni che siano estremamente poco diffuse, lo siano sempre state o abbiano deciso volontariamente di “chiudersi” più che mai a evitare qualsiasi degenerazione.

Nell’esicasmo l’iniziazione propriamente detta è essenzialmente costituita dalla trasmissione regolare di certe formule, esattamente confrontabili con la comunicazione dei mantra nella tradizione indù e con quella del wird nelle turuq islamiche; esiste tutta una “tecnica” dell’invocazione quale mezzo proprio del lavoro interiore, mezzo ben distinto dai riti cristiani exoterici, anche se tale lavoro può nondimeno trovare un altro punto d’appoggio in questi ultimi come abbiamo spiegato, dal momento in cui, con le formule richieste, l’influenza alla quale esse servono da veicolo sia stata trasmessa in modo valevole, ciò che implica naturalmente l’esistenza di una catena iniziatica ininterrotta, giacché non si può evidentemente trasmettere se non quel che si è Ricevuto.

Anche queste sono questioni che possiamo soltanto indicare qui in modo molto sommario, sennonché, dal momento che l’esicasmo è ancora vivo ai giorni nostri, ci sembra che sarebbe possibile trovare da questa parte certi chiarimenti su quel che hanno potuto essere i caratteri e i metodi di altre iniziazioni cristiane che sfortunatamente appartengono al passato.

 

René Guénon


8 comments to L’esoterismo cristiano – II

  • anonimo

    L’ esoterismo Cristiano è una materia molto delicata perchè può risultare una contraddizione in termini o qualificare l’ essenza del Cristianesimo.

    Mi spiego meglio, la Rilevazione cristiana non ha nulla di nascosto e segreto è lì e il suo messaggio è per tutti.

    Quanto al “cammino iniziatico” che corrisponderebbe ad un perfezionamento spirituale questo è connaturato con lo stesso cristianesimo che prevede riti che scandisono la vita dei fedeli.

    Inoltre sono previste all’ interno del Cristianesimo numerose vie di perfezionamento attreverso ordini e confraternite più o meno chuse e fornite anche di un metodo proprio di avvicinamento a Dio o seguendo una regola particolare di comunione con lui, ma mai staccate dalla cattolicità (prendo in esame la nostra tradizione).

    Allora in cosa si differenzierebbe l’ esotersmo dall’ exoterismo?

    Per me dall’ adesione pù o meno superficiale ai riti che la caraterizzano.

    Più si prende coscenza di questi significati più entrerò in comunione con Cristo Verità e Salvezza.

    Questa è la Tradizione (ossia la trasmissione della Verità) che ci ha lasciato per tutti.

    Il messaggio è sempre uguale, possono cambiare le persone che lo trasmettono e spesso bisogna cercare bene più che l’ esperto di esoterismo, il bravo parroco.

    Purtroppo l’ esoterismo a volte diventa un modo per non abbracciare nessuna via, cambiare pelle a seconda delle stagioni.

    Dietro disquisizioni filosofiche spesso c’è l’ arbitrio umano che sceglie cò che ritiene meglio da tutte le religioni (o ciò che si trova di più esotico nel patrimonio spirituale umano) elevandolo a Norma suprema.

    Anche l’ esicasmo come l’ arte di dipingere un’ icona devono poggiare sul sostegno della religione.

    Io vedo l’ esoterismo come i frutti che nascono dall’ albero exoterico.

    Senza albero non ci sarebbero frutti, perchè concentarsi a mangiare i frutti e non curare e far crescere l’ albero?

    Frutti che hanno tutti un sapore unico poi: non si possono confrontare esicasmo e mantra se non dalla prospettiva superiore che non ci è propria.

    Secondo me fa parte di quella mania moderna di avere tutto subito; ci sono dei percorsi da fare e che anche chi ha lo sguardo lungo deve fare.

    Il problema della degenerazione esiste, ma non coinvolge solamente il piano esteriore o exoterico è il significato di quello che compiamo di quell’ esperienza di Dio sulla terra che è il Cristianesimo che deve essere preservata anche dagli accostamenti facili all’ esperienza islamca, ebraica, induista.

    Il confronto tra queste culture è stato foriero di molti progressi, ma è il messaggio che deve essere preservato, il messaggio Cristiano che non è il minimo comune denominatore con quello di Maometto, ma forse ciò che lo differenzia.

    Achille

  • Santaruina

    Ciao Achille, trovo molto pertinenti le tue riflessioni.

    Su una cosa siamo d’accordo: il sincretismo, quando è espressione di accostamenti superficiali, intendendo il termine superficiale nella sua reale accezione, ossia “ciò che sta in superficie”, all’esterno, questo sincretismo è deleterio, o per meglio dire, demoniaco.

    L’exoterismo è fondamento imprescindibile, il percorso esoterico può avvenire solo al suo interno, all’interno di una dottrina Tradizionale.

    Altri amici sostengono che colui che veramente giunge al termine del percorso può elevarsi anche al di sopra delle manifestazioni exoteriche.

    Personalmente non posso negare ciò a priori, ma trattasi di un qualcosa su cui non mi posso esprimere, essendo io migliaia di miglia lontano da tali vette.

    E in tempi come i nostri pochi sono in grado di affrontare degnamente il vero percorso esoterico, mentre le vie fallaci sono innumerevoli.

    La possibilità non è ovviamente preclusa.

    Blessed be

  • anonimo

    Dici che chi raggiunge le vette può passare tranquillamente da una manifestazione exoterica ad un’ altra?

    Secondo me no, e spero non sia così perchè si finirebbe per trasformare l’ exoterismo in un guscio vuoto.

    io credo invece che chi raggiunga tali vette nella propria Tradizione trovi una specie di affinità spirituale con quelli che penetrano a fondo la propria Tradizione.

    Senza confondersi ma capendosi.

    Per esempio solamente chi ha capito veramente cos’ è la Carità Cristiana può capire un discorso sulla Compassione Buddista.

    Ma chi lo sa questo, almeno per me che non ho le risposte in tasca sarà frutto dell’ esperienza e della maturazione.

    Achille

  • ZanShin

    >Altri amici sostengono che colui che veramente giunge al termine del percorso può elevarsi anche al di sopra delle manifestazioni exoteriche.< Tu pensa che ci sono quelli (fedeli acritici di ogni religione, ma anche delle ideologie secolariste) che pensano di essere arrivati senza essere mai partiti, ma a loro sta bene così.

  • Santaruina

    Achille, sono questioni sulle quali non saprei esprimermi con certezza.

    Vi è una possibilità che al termine di un percorso gli exoterismi stessi vengano superati, non passando da uno all’altro, ma andando oltre ad essi.

    Ma, ripeto, sono vette molto lontane dal mio percorso :-)

    Al momento affermerei che l’exoterismo è imprescindibile.

    ZanShin, sì, ce ne sono, e sono sempre più numerosi…

    segno dei tempi.

    Blessed be

  • anonimo

    E’ un errore sia dire che nel Cristianesimo “non c’è alcun mistero”, *quando è il Mistero Cristico il ***centro*** del Cristianesimo stesso*, e chi l’ha obliato deve sapere che gliene sarà chiesta ragione, sia credere che “subito”, saltando, si può giungere allo stadio di trascendimento dei limiti che costituiscono le religioni stesse.

    La verità, come tante, tante volte accade, sta nel “mezzo”.

    Che poi le autorità ecclesiali attuali siano *al di sotto* della sfida, è verissimo, ma è un *altro* discorso. Il problema qui non è se questi o qust’altro siano all’altezza della situazione, ma se, in linea di principio, sia possibile un “esoterismo cristiano”. E lo è. La parola “esoterismo” è tabù in certi ambienti ecclesiastici, dove si deve far così: citare Guénon maledicendolo…!

    Ma, come dimostra il link dato qui, *del tutto exoterico*, vi si legge il termine “Mistero”. Mistero ed esoterismo hanno la stessa ragione. Un Mistero esposto non per questo perde il suo segreto poiché siamo noi a dover “crescere” spiritualmente per potervi accedere. Quanto ad esso, al “Mistero”, esso permane al suo livello. Da sempre.

  • Marluli

    Molto interessante questo post, e altrettanto affascinante il blog … ciao Marluli

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>