Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
12 Gennaio 2021

Benedetti i nemici

“Non ti irritare se qualcuno parla in modo aggressivo o scopre sfacciatamente qualche tua debolezza, qualche tua passione di cui tu, nel tuo amor proprio, non sospettavi la cattiveria. […]
Spesso ce la prendiamo con persone franche e sincere perché svelano i nostri errori senza mezzi termini; dovremmo invece apprezzare costoro e ringraziarli per aver spezzato il nostro amor proprio con il loro linguaggio sfrontato.
Sono come i chirurghi che, con la parola tagliente, asportano la cancrena del cuore.”

s. Giovanni di Kronstadt

__________________________

“Signore, benedici i miei nemici! Anche io li benedico e non li maledico.

• Quando mi sono considerato saggio, mi hanno chiamato pazzo.

• Quando sono diventato più forte, hanno riso di me come di un nano.

• Quando ho voluto dirigere la gente mi hanno respinto indietro.

• Quando mi sono precipitato a diventare ricco, mi hanno strattonato con pugno di ferro.

• Quando ho pensato di dormire tranquillo, mi hanno risvegliato dal sonno.

• Quando ho costruito una casa per una vita lunga e tranquilla, l’hanno distrutta e mi hanno scacciato.

Invero i nemici mi hanno sciolto dal mondo e hanno esteso le mie mani fino alla tua veste.

Signore, benedici i miei nemici!”

s.Nikolaj Velimirovic

_________________________

I santi ortodossi rimarcano spesso un concetto fondamentale: occorre sciogliere i legami che ci tengono intrappolati in questo mondo.
E le catene più forti di questo legame sono fatte di vanità e di orgoglio.
La vita in terra va vissuta come una sorta di purificazione, uno scrollarsi di dosso tutti i falsi idoli con cui si alimenta la vanagloria.
Ecco quindi il motivo per cui i nemici, e coloro che senza pudore ci mettono di fronte alle nostre mancanze , sono i nostri principali alleati.
Col martello frantumano pezzo dopo pezzo il nostro orgoglio.
Un processo doloroso.
E noi, che probabilmente santi non siamo, invece di benedirli accumuliamo rancore, rabbia, tristezza.
Noi comuni mortali cerchiamo approvazione, validazione; vogliamo essere ammirati, benvoluti, amati.

(il mondo virtuale, social, non ha fatto altro che cavalcare, sfruttare e amplificare questo insaziabile bisogno condiviso: tutto è ostentazione, di bellezza, di corpi, ricchezze, benessere, successi, conoscenze, saggezza, tutto messo in mostra alla ricerca di approvazione.)

I santi padri invece ci dicono che prima di tutto abbiamo bisogno di mazzate.

9 comments to Benedetti i nemici

  • miriam

    Santa is back!!!!

    Che bella sorpresa di inizio anno ritrovarti, caro Carlo! E mi sembra – a leggere i tuoi pezzi – che quest’anno ti abbia lavorato molto interiormente…

    Brevemente, a proposito di questo “bisogno di mazzate”: è verissimo, ne abbiamo bisogno. Soprattutto per intaccare l’orgoglio, appunto. Non dimenticherò mai quanto bene mi ha fatto scendere dal mio personale “high horse”, come dicono gli anglofoni, dal quale mi sentivo autorizzata a pontificare su bene e male, su giusto e sbagliato. Fino a quando ho incontrato il mio personale “maestro di umiltà”.

    E sì, è stato doloroso. Ma gli sono grata. Come dice Gesù, è sempre meglio mettersi all’ultimo posto che presumere… :)

     

     

  • miriam

    Dimenticavo: buon 2021 a te e a tutti coloro che passano di qui.

  • Ciao Miriam

    Ho deciso di riprendere un po’ in mano il blog.

    Iniziando a riportare un po’ di post scritti nell’ultimo anno.

    A presto, e grazie per la tua presenza, anche dopo tutto questo tempo :-)

  • sR

    Siamo sempre qua.

    Finché ce ne sarà bisogno.

    sR

  • Hiei

    Hello again!

    Ricordati di questo post la prossima volta che vuoi bannarmi e/o cancellarmi i commenti, mi raccomando! :’D

  • Bisogna distinguere tra nemici e nemici. Questa maniera di affrontare i nemici e’ tipica di una civilta’ omogenea, dotatasi di regole anche per queste evenienze, ma non e’ necessariamente che applicasse storicamente questo modus operanti a tutti i nemici.  Alcuni non venivano (e sarebbe meglio non considerarli) considerati umani. Nelle societa’ di cacciatori le altre tribu’ non sono considerate come umane, per motivi che qui sarebbe troppo lungo esaminare.  In parte c’erano delle ragioni validissime per questo punto di vista.  Questo punto di vista portava a guerre ad altissima intensita’ ma di brevissima durata e portata: non si cercava di assogettare l’altro e neanche di vincerlo totalitariamente, ma solo di dare una lezione a chi non seguiva regole di vicinato ferree perche’ non scritte.  Invece, con l’instaurazione dell’agricoltura totalitaria, tutto cambio’.  Dapprima fu una catastrofe di dimensioni immani, ma poi si imparo’ ad adattarsi alla nuova situazione conducendo pero’ continue guerre e trattando i cacciatori in maniera diversa da come si sarebbero trattati gli agricoltori (la storia del West lo insegna).  Ora la situazione e’ di nuovo mutata.  Abbiamo a che fare con demoni.

    • Hiei

      Questo concetto che il “nemico” va disumanizzato a priori cosi’ puoi farne carne di porco a piacere non e’ tipico dei regimi totalitari? Tipo non e’ cosi’ che si indottrinano i militari che mandi all’altro capo del mondo a sterminare poveracci che di te non hanno mai sentito parlare magari perche’ hanno risorse che interessano ai tuoi amichetti?

  • Vero, nei primi tempi le società umane erano ermeticamente divise in “noi” e “gli altri”

    L’idea che anche gli altri sono come noi arriverà più tardi.

    Per quanto riguarda il fatto che abbiamo a che fare con demoni, anche questo è in qualche modo corretto..

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>