Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
27 agosto 2007

Ovunque fuoco

Ogni anno la Grecia è devastata da incendi.
Dolosi, in maggior parte.
Ma una catastrofe del genere non si era mai vista.
Mai vista.
Due terzi dell’Elide sono in fiamme.
Ho lasciato quella terra settimana scorsa, un angolo di mediterraneo di una bellezza antica ed incontaminata.
Un “Paradiso in Terra”, come lo chiamarono i turchi conquistatori che vi giunsero nel XV secolo, conquistati a loro volta dalla maestosità degli ulivi, dalle colline dolci e dalle coste sinuose.
Gli amici e i familiari mi raccontano di un cielo scuro in cui il sole appare come una pallida imitazione di una spenta luna, la cenere è ovunque, e nell’orizzonte le fiamme sono una visione costante.
Io semplicemente non voglio crederci.

el paraiso deviene en infierno

35 comments to Ovunque fuoco

  • iperhomo

    “Questa età del ferro si concluderà probabilmente col fuoco, come la mia Elide…”. Ben

    detto, caro Santa (oltre che ben tornato). E il bello sarà che non potremo nemmeno

    prendercela col destino cinico e baro, già ampiamente profetizzato, perché ci stiamo

    appiccando il fuoco con le nostre stesse mani.

    Unica consolazione, il poter dire «un’altra volta?» al Giudice che ci condannerà

    all’inferno.

    Ciao. Ipo

  • LuceInvernale

    Ho pensato a te a alla tua terra.

    Ieri.

    Ed improvvisamente mi è venuto da piangere.

  • Warenn

    Senza parole..

    Saluti dalla Torre

  • heraclitus

    inferno in terra…

  • PaulTemplar

    Credici,purtroppo.

    La follia dell’uomo sta desertificando il pianeta.

    Lasceremo,ai nostri figli,una sfera infuocata,e miliardi di bipedi che lotteranno come bestie per un tozzo di pane.

    Amen

    Paul

  • jakabel

    “e mentre l’ignoranza arriva in casa vestita in frack”……..

    forse il vero inferno e questo……. e poi si dice che il nostro e un mondo…….. :-(

  • padella

    Una preghiera per i fratelli greci.

    Santa tienici informati sulle ipotesi che i tuoi compaesani fanno sui reali mandanti …

    Padella

  • Santaruina

    Con le nostre mani, caro Ipo, letteralmente.

    Sarebbe bello, quando giungerà il momento, poter dire “Abbiamo già dato”.

    Luce: bacio.

    Warren, mattone dopo mattone…

    Paul, questa è follia che fatico a spiegarmi.

    Heraclitus, Jakabel, un inferno fuor di metafora; non vi è nulla come il fuoco in grado di farci sentire impotenti.

    Padella, per quanto riguarda le ipotesi, se ne dicono tante, come c’era da aspettarsi in una situazione del genere.

    Quel che è certo al 100% è che si tratta di attacchi mirati e coordinati.

    Nell’ Elide, come in altre zone “turistiche”, ogni hanno bruciano dei boschi, “accidentalmente”.

    Poi sulle ceneri a breve sorgono complessi edilizi, villaggi turistici, in barba a tutte le leggi che vieterebbero ogni costruzione per 15 anni.

    Le rigide leggi dello stato sono sempre interpretabili per gli “amici”.

    Ma questa volta si tratta di qualcosa di inaudito; sono bruciati migliaia di ettari di campi coltivati, l’economia della provincia è a terra.

    Sono bruciati interi centri abitati, boschi millenari, tra i più suggestivi della grecia.

    E il mondo politico in primis è stato colto di sorpresa.

    A breve in grecia ci saranno le elezioni, e mai come ora l’immagine di tutta la classe politica, governo e opposizione, è ai minimi livelli di gradimento.

    La gente si è sentita del tutto abbandonata, i mezzi si sono rivelati del tutto insufficienti.

    Personalmente non so cosa pensare, questa è una distruzione totale da cui nessuno pare trarre giovamento, nessuno, nemmeno gli speculatori, dal momento che la bellezza naturale del luogo è irrimediabilmente compromessa.

    L’agricoltura ha subito un colpo gravissimo, il turismo ne risentirà in maniera considerevole, la classe politica è disprezzata come non mai.

    La gente si sente rabbiosa e impotente.

    Forse l’obiettivo era proprio questo.

  • chirieleison

    non esiste in grecia una legge che impedisce di fabbricare nei terreni bruciati.

    E’ un caso che tutto questo sta succedendo a un mese dalle elezioni politiche?

  • Santaruina

    Ciao Chirie, le leggi ci sono, ma vengono “sorvolate”.

    Anche la zona nord ovest di Atene, verso il monte Pendeli, è stata costruita in questo modo, negli ultimi 7 anni.

    Bruciavano i boschi e l’anno dopo sorgevano i fabbricati.

    I politici fanno sempre la voce grossa, promettono che non permetteranno abusi edilizi e poi succede sempre la stessa cosa.

    I condoni edilizi del governo berlusconi sono niente a confronto di quelli attuati dai vari governi greci negli ultimi anni.

    A kaiafa, dove è bruciato un bosco utraprotetto, c’era da tempo in progetto la costruzione di un villaggio turistico, con tanto di campo da golf, progetto sempre respinto, visto il valore del bosco.

    Ora voglio vederli costruire il villaggio in mezzo alle ceneri.

    Per quanto riguarda le elezioni, sicuramente il governo in carica ha subito un calo di consensi irrimediabile, ma non credo che ne guadagni l’opposizione, visto il popolo greco, pur essendo opportunista nelle sue scelte politiche, non è stupido, e la gente sa che è la classe politica nel suo insieme ad aver fallito.

    Apparentemente nessuno pare guadagnare niente da tutto questo.

    Il tempo darà risposte.

  • messier

    Ho scoperto Giannis Poulopoulos grazie a te. E’ stupendo.

    Un omaggio e una speranza.

  • Airel81

    una visione apocalittica… non c’è che dire. Un lascito sempre più amaro e povero quello che l’uomo sta lasciando.

    Pensare credo sia inutile. Rimane solo l’amarezza e la sensazione che nulla si può fare per evitare lo sfacelo.

    Pandora sarà molto stanca, ormai.

    Ciao carissimo

  • anonimo

    secondo me ciò a cui si mira è suscitare sentimenti di paura, impotenza, odio; guarda attentamente quello che sta succenedendo in Italia in questi giorni: i notiziari parlano solo, o quasi, di cronaca nera (per suscitare la paura), i reati sono gratuiti (pietre dai cavalcavia, guida in stato di ubriachezza e/o sotto l’effetto della droga) e rimangono nella gran parte impuniti (per instillare sentimenti d’impotenza), e quando sono messi in atto da stranieri la cosa è messa ben in evidenza (per generare odio);

    dopo essere stato rinviato tre volte finalmente sono riusciti a propinarci “Eyes Wide Shut”: perchè era tanto importante programmarlo ? Per maledirci per l’ennesima volta dopo che ci hanno maledetto tutte le sere per mesi con quella pubblità ? Per ricordarci che ci sono e fanno quello che vogliono ?

    Mi dispiace molto per quello ch’è successo: la Grecia è una bella terra abitata da bella gente, sono sicuro che riuscirà a guarire dalle ferite che le sono state inferte.

    Sandro

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • xdoom

    Come commentato nel post precedente (ma qui mi pare più pertinente), in Italia pare che il pericolo incendi venga dall’alto

  • Vautrin

    Che tristezza,

    un abbraccio

  • Santaruina

    Messier, ne sono veramente felice. :-)

    Poulopoulos è un grande voce, ha dato vita ad alcune delle canzoni greche più belle di sempre.

    Ciao Sandro, sto giungendo alle tue stesse conclusioni.

    Non riesco a scorgere altre motivazioni.

    Nel frattempo in Grecia si parla del fatto che questi attacchi erano stati annunciati circa 5 anni fa, con le precise modalità in cui sono avvenuti, da non meglio precisati “gruppi terroristici”.

    Mah…

    Ciao xdoom, grazie per la segnalazione.

    Credo che che sia la direzione giusta in cui guardare per capirci qualcosa.

    Vautrin, tristezza, e rabbia.

    Un caro saluto.

    Blessed be

  • AntigoneStella

    Non sono mai stata in Grecia, ma il solo fatto che ti sia terra cara lascia in me un sottofondo di tristezza.

    Un abbraccio

    Pat

  • Santaruina

    Un abbraccio, Pat :-)

    Blessed be

  • anonimo

    (Nel frattempo in Grecia si parla del fatto che questi attacchi erano stati annunciati circa 5 anni fa, con le precise modalità in cui sono avvenuti, da non meglio precisati “gruppi terroristici”)

    Eccetto questa motivazione ne ho sentita un altra

    basata su scelte di natura politica-economica.

    Notare che gli stessi giorni e stato un altro incendio

    in Bulgaria che attraverso il paese iniziato dal porto

    Burgas.

    Grande dolore grande speranza

  • Santaruina

    Ciao Burgas;

    grande speranza, direi che è quello che occorre, ora.

    Le motivazioni “politiche” faccio fatica a comprenderle.

    Questa volta credo si tratti di qualcosa di più grande.

    A presto

  • lupoanziano

    Tutti questi incendi non sono affatto casuali secondo me…

    lo sanno tutti che li appiccano apposta…

    Come dice un proverbio yanomami: “Gli alberi sono le colonne del Cieli e quando non ce ne saranno più, il Cielo ci cadrà sulla testa…”

    qui c’è qualcuno di malato che vuol distruggere la natura!

    Saranno gli illumiinati? schizofrenici con manie compulsive di potere? chi lo sa?

    e come dice la parola stessa, qui mi puzza di bruciati e non faccio del sarcasmo…

    Qui c’è sotto qualcosa di oscuro…

    forse per soldi o forse solo per malvagità…

    un caro saluto amico…

    ti aspetto da me…

    ho postato due nuovi post che avrei piacere tu leggessi!

    un ululato per te!

  • anonimo

    Ciao Santa, bentornato.

    Un misto di rabbia e tristezza assale anche me nel sentire di questo scempio abominevole, che colpisce la Grecia come l’Italia (mi riferiscono dal Cilento di paesaggi irriconoscibili, con enormi buchi neri tra il bosco desolato).

    Muoiono le piante, muoiono gli animali arsi vivi, muore la bellezza sconfinata di quelle terre così tenacemente aggrappate alla vita, nonostante tutto, nonostante tutti.

    Ma non deve morire in noi il desiderio di opporci a questi abomini, così come la tenacia e la voglia di continuare sempre il cammino, che sono caratteristiche della vita.

    Oltre all’articolo segnalato più sopra (“Il pericolo viene dall’alto”), ti segnalo anche questo: “Piromani con le ali”

    http://tinyurl.com/2texwy

    Da leggere anche i commenti: ci sono indizi e spunti interessanti.

    buoni giorni

    _gaia_

  • MINICHINIBLOG

    Terribile.Mi chiedo soltanto una cosa : nei secoli passati cosa avveniva ? Succedeva ogni anno lo stesso come succede adesso ogni estate ? Le persone si lamentavano , intervenivano oppure la Natura riusciva a sanare le proprie ferite con i propri mezzi ? Oppure questi incendi boschivi erano rari e solo oggi scoppiano ogni estate ? E se è cosi , perchè ? Roberto Minichini

  • Santaruina

    Ciao Lupoanziano, qualunque sia il piano, qua ci perdono tutti.

    Ed è questo che non torna, in un primo momento.

    A presto…

    Ola _gaia_ , sottoscrivo.

    Grazie per il link :-)

    Roberto, questi incendi erano chiaramente dolosi.

    Distruzione fine a se stessa.

    E sono fenomeno relativamente recente…

    Un caro saluto a te :-)

  • anonimo

    Santa sai una cosa?le scie chimiche credo abbiano il loro ruolo in questa tragedia che ha coinvolto soprattutto la Grecia ed anche in minor quantità Italia e Croazia.Non è da sottovalutare,rientra perfettamente nella logica avversaria, e nelle lro possibilità,di cui non mi stupisco più oramai.

    Cari saluti,ben tornato a lavoro! :-)

    Davide

  • Santaruina

    Ciao Davide

    io ancora sto cercando di comprendere nessi e motivazioni.

    Penso che tutto questo faccia parte di un disegno più grande, un disegno che possa giustificare i mezzi usati e l’organizzazione “impeccabile” nel portare avanti l’attacco.

    Blessed be

  • anonimo

    indubbiamente Santa…certo molta è l’inadempienza statale e la cattiveria umana individuale,ma ci sono alcune testimonianze di fuoco dall’alto che non promettono niente di buono…

    salutoni

    Davide

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>