Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
19 Novembre 2009

Aghni Parthene Despina




Aghni Parthene Despina (o Vergine Pura) è un inno liturgico composto da San Nectario di Egina, sul finire del XIX secolo.
Secondo la tradizione fu la Vergine Maria in persona a presentarsi dinanzi al santo, chiedendoli di trascrivere il canto che un schiera di angeli stava per intonare.
Comunque sia andata, se un coro di angeli dovesse cantare, probabilmente il loro canto sarebbe qualcosa di molto simile.
17 Novembre 2009

Su sfondo rosa

Miley Cyrus, 16 anni, idolo delle bambine americane.

Per molte persone dei nostri tempi le parole bene e male sono solo due concetti relativi, due astrazioni a cui solamente l’osservatore può attribuire una particolare valenza, a seconda della sua sensibilità.
E sull’essenza di queste due “idee” si discute da millenni, alla ricerca della loro origine, del loro senso, delle loro reali caratteristiche.
Qualunque cosa sia il male, quel che è certo è che la sua preda più ambita è l’innocenza.
Corrompere ciò che è puro, lordare ciò che è immacolato, appropriarsi di ciò che ancora non si è formato per portarlo sulla propria strada.

Emily Reaves.

Con Noah Cyrus ,sorella di Miley, è protagonista di uno show per bambini visibile su Youtube.

Noah Cyrus, 9 anni, con Emily Reaves, 8 anni.


Articoli su Miley Cirus su Pseudo-occult media:

The Cyrus Monarch Gene Pool and The Noah and Emily Show
The Cyrus Monarch Gene Pool and The Noah and Emily Show Part II(articoli in inglese, ma, ancora una volta, le immagini dicono più del testo)

13 Novembre 2009

La fine dei tempi

The end is near.

11 Novembre 2009

Kerli, controllo mentale senza veli


Kerli
è una giovane e promettente cantante estone, la cui immagine ben riassume le ultime tendenze dell’immaginario adolescenziale.
Innocente e sensuale nello stesso momento, si muove all’interno di un universo neogotico ed onirico, un universo in cui il simbolismo più inquietante si palesa per vie per nulla velate, secondo le ultime tendenze tipiche delle proposte commerciali della musica giovanile.
Il video “Walking on air” rappresenta a tal proposito un esempio davvero esplicito, una vera e propria sintesi di tutti gli elementi riconducibili alla manipolazione della mente ed allo svuotamento della personalità.

Come nel caso di Lady Gaga, il simbolismo presente assume connotati talmente palesi che non è necessario soffermarsi eccessivamente nella loro disamina.
Le immagini che seguono, tratte dal videoclip in questione, riportano parte della simbologia utilizzata, tutta incentrata sul tema del controllo mentale e psicologico.

I più curiosi potranno sbizzarirsi nel trovare ulteriori riferimenti.

La bambola con le fattezze di Kerli, simbolo della sua anima e della sua personalità.

Kerli guarda la televisione, ma è lei l’osservata.

“Questa stanza non ha più pareti, ma alberi”… Per l’ombrello si veda Rihanna.

La farfalla non poteva mancare.

L’uccellino nella gabbia, la condizione di schiavitù.

Lo specchio, la personalità nascosta.

La marionetta. Evidente.

Ancora la farfalla.

Kerli al risveglio trova i fili che escono dai suoi polsi. Era solo un sogno?

 

8 Novembre 2009

Influenza A: idee confuse nei media

Le forze dell’ordine sanno che una delle tecniche più efficaci nel portare a termine un interrogatorio è quella di trasmettere al sospettato dei segnali contrastanti.
Nella pratica, si alterna un atteggiamento severo ed accusatorio ad uno più gentile ed accomodante, si passa dalle accuse espresse con violenza a parole comprensive ed amichevoli.
Si tratta della classica tecnica del “poliziotto buono e del poliziotto cattivo”, come più volte è stata raccontata, in maniera assai semplificata, nei romanzi e nei film polizieschi.Nelle situazione di profondo stress, infatti, ciò che manda in estrema difficoltà la mente è la ricezione di segnali contrastanti.
Trovandosi davanti ad una situazione di difficoltà, il cervello tenta di analizzare la situazione per poter elaborare una risposta adeguata, ma se le informazioni che giungono dall’esterno si contraddicono la mente stessa non è in grado di operare con lucidità, e diviene del tutto vulnerabile.

Se il sospettato, ad esempio, si trovasse di fronte degli agenti severi ed ostili, potrebbe, con un grande sforzo di volontà, adeguarsi al loro comportamento e prepararsi psicologicamente ai loro attacchi.
Ma se il comportamento dei suoi accusatori cambia in continuazione, passando da ostile a gentile, le sue difese crolleranno velocemente, dal momento che la sua mente non è più in grado di preparare un meccanismo di autodifesa coerente.

La tecnica dei segnali contrastanti mi è tornata in mente in questi ultimi giorni a proposito dell’influenza ex suina.
Osservando i telegiornali di questo periodo, infatti, si ha quasi l’impressione che nell’informare la popolazione a riguardo i giornalisti abbiano deciso di utilizzare proprio tale tecnica.
Lo schema in cui vengono date le notizie ha in sé qualcosa di estremamente schizofrenico: il telegiornale inizia solitamente annunciando nei titoli l’ennesimo morto causa influenza A, mentre all’interno del servizio si scopre sempre che la persona deceduta soffriva di altri e ben peggiori malanni.

In seguito si mostrano immagini di personale medico e di individui vari con mascherine, si parla dei pronti soccorsi presi d’assalto e subito dopo si manda in onda una dichiarazione del vice ministro Fazio che afferma che il tasso di mortalità dell’influenza A è assai minore di quello di una comune influenza.
Qualcuno poi ricorda che ogni anno in Italia le morti per una banale influenza stagionale sono migliaia, a fronte delle poche decine di decessi causati dall’influenza A, e subito dopo parte l’intervista al luminare di turno che consiglia vivamente la vaccinazione, specialmente per i bambini e le donne in cinta.

Quello che emerge alla fine è una sensazione di totale incertezza, dopo aver ricevuto una serie di segnali angoscianti alternati a discorsi rassicuranti, e resta da chiedersi se tutto questo sia causato dall’incompetenza e dall’incoscienza dei giornalisti oppure se non vi sia una volontà precisa nel creare confusione nelle menti dei telespettatori.

nel frattempo, si segnalano le ultime notizie a proposito dell’influenza A:
La Baxter, l’epidemia ucraina, Joseph Moshe e i virus ricombinati
La Polonia rifiuta i vaccini
Compare un nuovo virus in Ucraina