Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
4 Gennaio 2015

Racconti dal prossimo futuro

Riceviamo dall’amico P.Paiolo e volentieri pubblichiamo un breve racconto che narra di eventi recenti, da una prospettiva lontana, o forse vicina.

di P. Paiolo

Remember, remember the 5th of November: dal movimento Anonymous al celebre film V for Vendetta, fino alle prime proteste di piazza degli anni 2010,  questa frase rendeva omaggio a tutti i rivoluzionari negli ultimi tempi prima della Caduta.
L’altra data da ricordare negli stessi anni é il 25 gennaio. Molti la ricordano per le elezioni greche.
A fine 2014 fu chiaro a tutti che la maggioranza allora al governo in Grecia non sarebbe stata in grado di eleggere il nuovo presidente della Repubblica.
Per tre volte il parlamento votò e per tre volte non riuscì ad eleggere il presidente.
Furono convocate le elezioni politiche, ai sensi della costituzione greca. I primi sondaggi davano per sicuro il successo del partito anti-austerity SYRIZA.
L’Unione europea ed i poteri della finanza di tutti gli stati temevano l’affermazione di SYRIZA perché la Grecia sotto SYRIZA avrebbe potuto allontanarsi dall’Unione dell’Euro.
L’uscita di una nazione dall’Unione avrebbe messo a rischio l’intera Unione, minacciando le basi stesse dell’Euro e del mondo.
Il mondo infatti era ancora nel pieno della Grande Crisi degli anni 10; le capitali reggevano ma le periferie di tutti gli imperi conoscevano un degrado economico e sociale senza fine.

Il mondo teneva ancora anche se era praticamente sull’orlo del tracollo; qualunque evento – come l’uscita dall’euro di una nazione – sarebbe stato il colpo di grazia agli imperi occidentali e forse a tutto il mondo.
Il partito greco era allora guidato dal giovane Tsipras, un uomo che sembrava pronto a sfidare la vile Bruxelles per salvare la sua nazione.
Il giorno della verità per lui e per la Grecia fu fissato per il 25 gennaio 2015.
Molti ricordano un altro 25 gennaio: quello del 2011, per la Rivoluzione Egiziana.
Alcuni, in ciò che resta del mondo arabo, ancora celebrano il 25 Gennaio come il giorno della prima grande manifestazione di piazza in Egitto. La protesta continuò e portò in pochi giorni al rovesciamento ed alla caduta dell’allora presidente Mubarak.
I manifestanti si radunarono in massa in piazza Tahrir e vi rimasero accampati con l’obiettivo di rovesciare Mubarak. Vi riuscirono quando le proteste arrivarono al palazzo presidenziale ed il presidente lasciò il palazzo a bordo di un elicottero.
Mubarak comparve poche ore dopo nella dorata e sicura località turistica di Sharm el Sheikh,  da lui creata sul Mar Rosso, da cui annunciò la consegna del potere all’esercito.
Furono convocate le elezioni e dopo un lungo processo elettorale vinse il candidato dei Fratelli Musulmani, Morsi.
Morsi tentò di ridurre il potere dell’esercito egiziano in favore dell’organizzazione politico – religiosa uscita vincente dal verdetto elettorale e da lui guidata.
Con alti e bassi, dopo un periodo di instabilità economica e politica ed una serie di elezioni, l’esercito egiziano riprese il controllo della nazione,  deponendo il presidente Morsi.
l’Egitto ebbe così una rivoluzione e ben due presidenti sotto processo giudiziario nel giro di un paio d’anni. Per ritrovarsi poi non troppo diverso da com’era prima.
Il 2014 era appena finito ed il mondo entrava in punta di piedi nel 2015, largamente inconsapevole di cosa sarebbe successo quell’anno.

Fast forward.

Il fuoco si sta spegnendo e anche domani sarà una giornata fredda, dice Sergey, l’omone con l’accento slavo che é diventato ufficialmente il nostro uomo delle previsioni del tempo. Mi piacerebbe sapere qualcosa di più di lui ma non c’é nessuno da queste parti che sa parlare la sua lingua.
Fa il possibile per imparare, adesso oltre a “domani piove” e “domani bello” o “domani freddo” osservando i cieli ed il vento, non sa dire molto.
Però é bravo a creare oggetti utili con i materiali di recupero, specialmente dai motori e in generale dai relitti delle auto.
Ha fatto un essiccatore per semi con un radiatore, divani e poltrone dai sedili, e cose così. E ieri ha cantato una vecchia canzone russa stile festival di Sanremo. È stato divertente anche se faceva freddo.
Chissà di cosa parlava, la canzone.

126 comments to Racconti dal prossimo futuro

  • Hiei

    Vedo che ci diamo alle favole.

    “Remember, remember the 5th of November: dal movimento Anonymous al celebre film V for Vendetta, fino alle prime proteste di piazza degli anni 2010, questa frase rendeva omaggio a tutti i rivoluzionari negli ultimi tempi prima della Caduta.”

    Esatto:

    “L’Unione europea ed i poteri della finanza di tutti gli stati temevano l’affermazione di SYRIZA perché la Grecia sotto SYRIZA avrebbe potuto allontanarsi dall’Unione dell’Euro.”

    BWAHAHAHAHAH, MA CHI?? :’D
    Syriza di Tsipras, che ha dichiarato che sotto il suo governo garantisce di rimanere nell’Euro, nell’Unione Europea e nella NATO?? :’D

    Tutte balle di propaganda di regime per i soliti fantocci, come Grillo, per tener le pecore nel recinto…

    “Il mondo teneva ancora anche se era praticamente sull’orlo del tracollo; qualunque evento – come l’uscita dall’euro di una nazione – sarebbe stato il colpo di grazia agli imperi occidentali e forse a tutto il mondo.”

    Che è molto diverso da dire: “le elite globaliste hanno rubato tutto quello che potevano e pure di più e dovendo sbarazzarsi dei poveracci rimasti in mutande che non servono più e potrebbero alla fine pure incazzarsi, serve un capro espiatorio per dare il via alla fase finale”.

    Sono sicuro che in Africa, medioriente e così via lo sentirebbero proprio il colpo di grazia di non venire più bombardati dagli “imperi occidentali” (dire NATO faceva schifo? Eheh…).

    Ed è venuto il giorno in cui questa roba triste è approdata anche sul tuo blog…non prendertela se te lo chiedo ma l’amico è del giro della capretta satanista? Perchè lo stile ricorda molto…sarò prevenuto io ma nel caso…cattive compagnie santa, s’era già detto (non che siano affari miei, ovvio, ripetiamolo per i bimbiminkia piccoli fan all’ascolto, sempre… :’D ).

  • Sii lieve ogni tanto hiei..

    • Hiei

      Credevo di esserlo stato. :’D

      E dopo il traghetto della Anek in fiamme nell’Adriatico (io prendevo sempre la Minoan, e c’avevo ragione…) una nave greca bombardata in Libia oggi, per non saper nè leggere nè scrivere.

      Se il buon giorno si vede dal mattino…ma che son rimasto solo io a commentare?

  • QWERT

    di URIEL FANELLI dal (suo sito: http://www.keinpfusch.net/ )

    Timeo Danaos?
    Oggi alla TV ho sentito parlare per ore della questione greca – sui media tedeschi e’ piuttosto presente – e l’impressione che ho avuto e’ che il governo (le TV tedesche principali sono pubbliche) stia dicendo ai cittadini “la Grecia e’ il problema dell’ Europa”. Cosi’ mi sono chiesto che cosa abbiano in mente, specialmente dopo essersi lasciati sfuggire un “leak” sullo Spiegel. La risposta in realta’ e’ molto piu’ semplice di quanto si pensi.

    Il primo punto che NON ho in comune con tutti gli altri commentatori e’ che io credo che l’uscita di Grecia, Portogallo e Italia (per salvare la Francia) sia una “hidden agenda” del governo tedesco. E credo che ci sia una grossa postilla: i paesi che escono dall’Euro devono uscirne per colpa loro. Il requisito fondamentale, sine qua non, necessario perche’ la Grecia venga lasciata affondare e’ che Berlino non ne abbia la responsabilita’ politica.

    In questo senso, Syriza e’ un tassello fondamentale , e non mi stupirebbe se Tsipras ricevesse finanziamenti dagli stessi tedeschi per alimentare la campagna elettorale: un governo greco che chiede l’uscita dall’ Euro e’ il perfetto capro espiatorio.

    La cosa e’ visibile direttamente nella risposta di Tsipras alle indiscrezioni dello Spiegel: uno sproloquio nel quale non dice, nemmeno quando viene incalzato, come troverebbe i soldi per una politica sociale, e tutte le altre fandonie che il Vendola greco promette.

    In piena campagna elettorale greca, l’ assist dello Spiegel avrebbe dovuto produrre
    una reazione molto piu’ vistosa. Il basso profilo di Tsipras parla chiaro:
    non e’ pronto a questa eventualita’.

    ma che cosa significa “essere pronti a questa eventualita’”?

    Dal lato tedesco, ed e’ questo il punto, qual’e’ l’obiettivo di un’uscita della Grecia dall’ Euro?

    Possiamo individuarne alcuni, di tipo sia politico che economico.

    Politicamente parlando, vedreste una nazione che collassa. Le poche grandi aziende greche sono pubbliche, e se il governo fallisce, falliscono anche loro. Il turismo non basta a dare cassa al paese, e la stagione deve ancora iniziare. Per il resto, si sa gia’ che nessuno sarebbe cosi’ stupido da fare riserve di Dracme in un periodo di instabilita’ monetaria, vedasi il rublo che cade.
    Economicamente parlando, la risposta e’ ancora piu’ semplice, e costituisce probabilmente il vero obiettivo del governo tedesco e della Bundesbank.

    La domanda in realta’ e’ molto semplice: supponete di far parte di una societa’ di capitali. Diciamo col 30%. E supponete che uno dei soci sia un problema per come gestisce la cassa. Supponete che anche gli altri soci non si rivelino un granche’. Che cosa si fa normalmente?

    Si riduce la partecipazione a quella societa’.

    queste sono le quote di partecipazion della BCE:

    Banca Centrale Nazionale Capitale sottoscritto (%) Capitale versato [€]
    Deutsche Bundesbank 18,94 1.406.533.694,10
    Banque de France 14,22 1.056.253.899,48
    Banca d’Italia 12,50 928.162.354,81
    Banco de España 8,30 616.764.575,51
    De Nederlandsche Bank 3,99 296.216.339,12
    Nationale Bank van België/Banque Nationale de Belgique 2,43 180.157.051,35
    Τράπεζα της Ελλάδος/Bank of Greece 1,96 145.939.392,39
    Österreichische Nationalbank 1,94 144.216.254,37
    Banco de Portugal 1,75 130.007.792,98
    Suomen Pankki-Flnlands Bank 1,25 93.131.153,81
    Central Bank of Ireland/Banc Ceannais na hÉireann 1,11 82.495.232,91
    Národná banka Slovenska 0,69 51.501.030,43
    Banka Slovenije 0,33 24.421.025,10
    Eesti Pank 0,18 13.294.901,14
    Banque centrale du Luxembourg 0,17 12.975.526,42
    Banca centrale di Cipro 0,14 10.167.999,81
    Bank Ċentrali ta’ Malta/Central Bank of Malta 0,06
    4.694.065,65
    Totali 69,97 5.196.932.289,36

    adesso supponiamo che i greci escano dall’ Euro. Voi penserete che si tratti di sparpagliare un pochino le quote greche, tutto sommato piccole. Il guaio e’ che le partecipazioni al board della BCE sono scritte in un trattato. E se ne escono i greci, il trattato e’ da modificare.

    E cosi’ ripeto la domanda: cosa si fa se e quando una societa’ e’ fatta da soci dei quali non ci si fida? In qualsiasi societa’ per azioni, i soci si limitano a vendere le quote o a svalutarle sul bilancio. Siccome non si possono svalutare in questo caso, la BuBa puo’ solo pensare di uscirsene.

    In questo modo, si troverebbe a non essere “il garante” e a non dover per forza garantire con soldi tedeschi operazioni di acquisto dei debiti di nazioni del sud europa, o meglio, a ridurre notevolmente l’impegno. Fatto questo, Draghi faccia un pochino quel che vuole.

    Qualcuno dice che con un’eventuale uscita della Grecia sarebbe chiaro che qualsiasi paese possa uscirne, e questo sarebbe il pericolo che minerebbe la credibilita’ dell’ Euro.

    Onestamente, lo era un tempo. Oggi si e’ visto chiaramente che , per quanto parlino, parlino, parlino, i paesi in difficolta’ non riescono ad aggredire i problemi che hanno (corruzione, pubblica amministrazione inefficiente, burocrazia) e il massimo che sanno fare e’ spalmare sui lavoratori dipendenti il costo della crisi.

    Un’europa incapace di trattenere i Greci potrebbe dare sfiducia.

    Ma un’europa che li caccia via, darebbe sfiducia?

    siamo di fronte al classico problema dell’amputazione. Vi fidate piu’ del chirurgo che tiene attaccato al corpo un arto in cancrena, o di uno che lo amputa?

    La domanda ha due risposte: una politica, ed una economica.

    Sul piano politico, e’ chiaramente un fallimento se si perde l’arto infetto. “Non si e’ riusciti a trattenere la Grecia”, e lalala, e tutte le minchiate che abbiamo perso Socrate e Platone.
    Sul piano finanziario ed economico, amputare l’arto e presentarsi dicendo “il problema greco e’ risolto” o “adesso la Grecia non e’ piu’ un prolema”, e’ un successo.

    ovviamente la strategia deve fare in modo che il fallimento politico ricada sui greci, ovvero che sia il governo greco a chiedere l’uscita dall’ Euro. Sul piano finanziario , deve essere chi gestisce il borsellino a gestire l’uscita dei greci.

    Se si conciliano questi due bisogni, e Tsipras diventa il politico che vuole la Grecia fuori dall’ Euro, finanziariamente si tratta di una perdita risibile (per l’ Eurozona), e politicamente e’ tutta colpa del malvagio comunista.

    Allora tutti rispondono che “dopo la Grecia, sara’ il Portogallo e poi l’ Italia e i partiti euroscettici e lalala”. No, non credo.

    Perche’ la fine orribile della Grecia dopo la sua uscita farebbe passare la voglia a tutti di giocare col fuoco. E’ facile per i grilli e le vergini di vichy andare in giro a promettere questo e quello uscendo dall’ Euro, ma sara’ un pochino meno facile per loro mostrare il 100% delle grandi imprese greche fallire insieme al governo (sono tutte governative), la Grecia incapace di comprare medicinali – che non produce – di comprare macchinari , computer, di garantire le rotte aeree (i biglietti si pagherebbero in Euro) per il turismo, di comprare energia, per trasformarsi in meno di tre mesi in un paese del terzo mondo. E tutto questo, perche’ nessuno vorra’ la Dracma.(1)

    Quindi, non e’ nemmeno detto che un cataclisma in Grecia, coi barconi di clandestini greci che arrivano, gli accordi di Schengen sospesi col risultato di impattare il turismo europeo, e banche e negozi chiusi, insieme a praticamente ogni “posto di lavoro”, sia una cattiva notizia: per i movimenti euroscettici, promettere “il sole dell’avvenire se lasci l’euro” sarebbe “un pelino piu’ difficile”. E’ faticoso promettere futuro ai propri figli, quando per via della tua miracolosa ricetta hai le strade piene di prostitute greche.

    Cosa dovrebbe succedere se la mia assunzione – che Berlino voglia la Grecia fuori a patto che la decisione sia greca – fosse corretta?

    Uno scalare di provocazioni da parte della stampa tedesca, tutte volte a far scaldare i toni di Tsipras, fino a farlo apparire come quello che ha preso la decisione.
    Un atteggiamento silenzioso o assente da parte dei funzionari ufficiali del governo tedesco, con tanto di smentite.
    Un annuncio praticamente vuoto il 22 di Gennaio, quando la BCE dovra’ finalmente mostrare il “bazooka” contro la crisi. Che paradossalmente potrebbe anche essere fermato dall’incertezza greca. Che senso ha comprare debito per salvare un paese che se ne andra’?
    La strana comparsa di discussioni sulla BCE di domani, e la “grexit”, la strategia di uscita dei greci, che comprende anche un sostanziale ridimensionamento delle quote tedesche , non piu’ legate al GDP.

    se tutto questo succede, potete considerare i greci fuori dall’ Euro.

    E stavolta gli speculatori che attaccheranno i greci non saranno anglosassoni. Molta gente a Francoforte ha il dente avvelenato coi greci per via delle perdite inflitte dal “trimming” del debito ellenico. E intendono riprendersi il maltolto.

    Se le cose andranno cosi’, non sara’ divertente per i greci.

    (1) Questa cosa che i paesi stranieri debbano accettare per forza la tua moneta e’ l’errore principale di tutti quelli che continuano a dire “ma con la Dracma svaluti”. Oh, certo che svaluti. Del 100%, e sin dal primo giorno.

  • Anche la visione di Uriel è a quanto pare alquanto catastrofista.
    Per quanto mi riguarda, a logica direi che anche con una vittoria di Tsipras la situazione in grecia non muterebbe molto, rispetto alla realtà attuale.
    D’altra parte, non è un mistero che i governi nazionali, tanto più quello greco, non hanno potere decisionale, quindi mi risulta difficle immaginare un Tsipras che porta la grecia fuori dall’euro.
    Molto più probabilmente la lenta agonia attuale continuerà ancora per un po’.

    Questo a rigor di logica.
    Ma va anche detto che questa crisi economica non sta seguendo sempre una logica precisa, e dei progetti in serbo nei piani alti si sa poco o nulla.

    • Hiei

      Stavo giusto per scrivere che non sarei così sicuro che guarda un po’ che bella false flag a Parigi!

      (e mi sovviene di aver letto di quanto Tsipras abbia detto di ammirare OBAMA e HOLLANDE…eheh…).

  • QWERT

    Caro Hiei, ci sono vari piani di letuura di quello che accade nel nostro mondo visibile e diverse realtà, tutte vere e conteporaneamente tutte false. Che a Parigi ci sia stata una false flag, è tutto da dimostrare. Sicuramente comunque tutto questo è molto utile per alcuni. E temo che si continuerà in crescendo perchè il Tempo di Armageddon ormai si sta avvicinando a lunghi passi. Che fare? Pop corn, patatine e vinca il migliore.
    QWERT

    • Hiei

      “Che a Parigi ci sia stata una false flag, è tutto da dimostrare.”

      Vero, ma al punto cui siamo le possiamo dare tranquille per buone…soprattutto quando a prima vista si fa nel cuore di una capitale si fa un attacco in perfetto stile militare a un bersaglio sensibile perfettamente coordinato e totalmente indisturbato…

  • QWERT

    Che vuoi che ti dica Hiei. L’attacco è stato portato a compimento in maniera impeccabile, stile militare. Gli AKK sono facili da reperire ma non si comprano, in genere, al supermercato; fino ad ora (17:00 ora italiana) gli attentatori sono in fuga (o hanno molta fortuna o hanno una buona logistica d’appoggio). In ogni caso: lupi solitari, pazzi scatenati, al Qaida, servizi e quantaltro, prepariamoci ad un aumento indiscriminato di violenza e di irrigidimento dei vari attori internazionali. Già rimpiango il trascorso 2014 !!!
    QWERT

    • Hiei

      “al Qaida, servizi”

      La differenza dove starebbe? :’D
      Conincidenza, per dire:

      “PARIGI – La portaerei francese Charles de Gaulle e il suo gruppo navale si preparano a salpare per la regione del Golfo Persico per prendere parte ai bombardamenti contro il cosidetto Stato islamico (Isis). Lo ha affermato ieri il sito internet specializzato “Mer et marine”. Nessuna conferma è arrivata per il momento dall’Eliseo, dallo stato maggiore o dai servizi di comunicazione della Marina.”

      E GRILLO chiede di convocare immediatamente da parte di RENZIE un veritce EUROPEO per stabilire una risposta UNITARIA.

      E’ come sparare ai pesci in un barile, ormai…

      “Già rimpiango il trascorso 2014”

      Se non te l’aspettavi, non eri stato per niente attento…i lupi come me invece fremvano già fiutando il sangue nell’aria…
      (perdona Santa, perdona… :’D ).

      • daouda

        E’ fenomenale vedere come gli attaccanti e gli attacati benefichino al contempo ( e vale anche per il caso greco ) di rinforzo e penetrazione.
        Sarà dura accorgersi che Fsb e Cia sono in stretta collaborazione?

  • QWERT

    Rimpiangere il 2014 che è stato un anno orribile, significa aver ben presente che ci aspetta un ottimo 2015… facciamo qualche previsione? credo che questa notte i due attentatori saranno trovati, ci sarà un conflitto a fuoco e i due si faranno esplodere (così i corpi non saranno riconoscibili, come già avvenuto, d’altra parte). E poi si può sempre alzare il tiro. Dopo la stampa cosa c’è di appetibile? E già: la Chiesa! Abbiamo a Roma una persona che misembra essere stato messo proprio lì per farsi immolare. Ti garantisco che le misure di sicurezza sono scarse, visto l’obiettivo e lui non fa nulla per farsi proteggere adeguatamente. Immagina cosa potrebbe accadere se …
    QWERT

  • anonimo

    la pessima realtà è all’ordine del giorno oramai….ma state tranquilli gente per quanto brutto potrà essere il 2015 sarà sicuramente meglio del 2016 :)

  • QWERT

    Caro Hiei, tu che sei un attento osservatore, avrai notato che Francesco (senza neanche uno straccio di numero ordinale al seguito del nome) non ha mai assunto i simboli propri del papato (scarpe rosse simbolo del sangue dei Martiri, anello piscatorio, ecc. ecc. ecc.). Inoltre per le cose veramente importanti (leggi santificazioni, ecc) era sempre presente Benedetto xvi (che lui si, non ha mai rinunciato ai simboli del suo magistero sommo). Se qualcosa dovesse accadere a Roma, credo che sia non l’emerito (e secondo me vero pontefice) a subirne le conseguenze ma il suo alter ego (persona indubbiamente amata, ma fragile e malata). Vedremo. Ti confermo tuttavia che non è difficile arrivare a “tiro di schioppo” :) vicino a Francesco. QWERT

    • Hiei

      “Ti confermo tuttavia che non è difficile arrivare a “tiro di schioppo” :) vicino a Francesco.”

      Curiosa affermazione considerato che per ogni bagno di folla di Francè ho sempre visto mettere sotto legge marziale da centinaia di poliziotti tutta l’area entro un raggio dai due ai cinque chilometri (il tutto a spese dei contribuenti…).

      Diciamo che è facile per chi di dovere, gli stessi che si fanno un giro in centro a Parigi sparacchiando con armi automatiche e poi prendono l’auto e se ne vanno belli freschi senza alcun disturbo, manco il traffico o un semaforo rosso…

  • QWERT

    Esperienza raccontata da un amico degno di fede. Francesco ha l’abitudine di dire Messa la mattina alle 7 a Santa Marta invitando dei piccoli gruppi di fedeli stranieri e residenti a Roma. Questo mio amico è stato invitato quindi alla Messa e si è presentato alle mura leonine pensando a chissa quali controlli. In pratica poco più di quando si entra in Vaticano per andare alla Farmacia: documento, controllo su di un elenco scritto presente in portineria, sbirciatina nelle borse delle signore e nulla di più! Ne varchi elettronici, ne perquisizioni un poì più invasive. E guarda che questo mio amico, neanche un ultraortodosso cristiano, è rimasto stupito proprio di questa facilità di avvicinare il Papa come niente fosse. Sono rimasti a colazione Francesco e queste 20 persone per un bel po’ di tempo. Per quanto riguardo la piazza, basta vedere come Francesco baci una marea di bambini. Ricordi l’attentato in cui morì il figlio della Ghandi? Una bimba si avvicinò con una corona di fiori e nel momento in cui Ghandi jr. la prendeva tra le mani, la corona esplose uccidendo lui, la bimba e qualche vicino. QWERT

    • Hiei

      Cosa vuoi…te l’ho detto che Bella Francè è sgamato: si vede che non ha paura dei terrificanti terroristi che sparano A SALVE…

      http://www.liveleak.com/view?i=bc6_1420632668

      Neanche più i soldi per il sangue finto? Nemmeno più ci sbattiamo a far finta? Tocca vedere i “corpi” crivellati di colpi di Kalashnikov – con, si suppone, un colpo alla testa a bruciapelo – e non uno schizzo di sangue, quando minimo avrebbe dovuto esplodergli il cranio?

      Dai, su, che si fa brutta figura ad aver nemici del genere, davvero, è imbarazzante, cazzo. Tanto per ribadire che a scommettere sulla false falg ormai vinci facile.

      Worst apocalypse ever, Santa, worst apocalypse ever…

  • QWERT

    Non sono d’accordo con te. Non è stata una false flag. Non ve ne è stato il bisogno. Basta accendere un focherello, dargli un po’ di ossigeno ed aspettare. Qualche pazzo, esaltato o semplicemente lo scocco del villaggio arriverà e farà tutto il servizio gratis. Perchè spostare uomini e mezzi, mettere su imponenti sceneggiature quando basta trovare le persone giuste, irretirle e far fare a loro il lavoro sporco? Dovresti leggere qualche libro di psicodinamica ad uso militare e/o commerciale (che è poi quasi la stessa cosa). Le famose torri dell’11 settembre. Perchè mettere su tutto quella messa in scena quando bastava offrire un corso ai futuri martiri, aiutarli un pochino (non è difficile mettere un aereo in volo su di una traiettoria prestabilita) e poi girare la testa al momento opportuno? Se usi il ragionamento del “rasoio di Occam” vedrai che la cosa più semplice è quella che è più veritiera. QWERT

    • Hiei

      “Qualche pazzo, esaltato o semplicemente lo scocco del villaggio arriverà e farà tutto il servizio gratis.”

      Sparando a salve e coi poliziotti che reggono il gioco, perchè si divertono.

      “non è difficile mettere un aereo in volo su di una traiettoria prestabilita”

      Un po’ più difficile tenere a terra l’intera difesa aerea degli USA specie al Pentagono e far venir giù due palazzi giganteschi in perfetta verticale senza che spiattellino tutto il quartiere.

      Possibile che prima di dire di queste idiozie non ci si arrivi proprio a capire di non aver davanti un povero scemo? Santa, se insulta ancora la mia intelligenza… :’D

      https://31.media.tumblr.com/525f90ce96ed1c933e511d50735c986f/tumblr_inline_n9uf61aLs41qz4glf.jpg

      • A me pare hiei che difficilmente troverai un interlocutore piu’ gentile e paziente di Qwert.
        Non c’era nulla di personale nelle sue considerazioni.

        • Hiei

          Da quanto tempo dai più peso alla forma che alla sostanza, Santa? Son proprio i truffatori quelli che abbisognano di nascondersi dietro ai modi affabili e le belle parole…come se tu non sapessi niente di marketing, dai! :’D

  • QWERT

    Hiei non era mia intenzione insultare la tua intelligenza. Non ti considero scemo, tuttaltro. Ognuno ha davanti a se dei dati e li interpreta come pensa sia giusto. Tu hai i tuoi di dati, io ho i miei. Non so quali dati tu abbia. Io ne ho di, diciamo così, un pochino di più riservati :) Proprio perchè ti immagino come una persona intelligente, ti prego di vedere tante fonti contrastanti e di farne una sintesi (ricordandoti sempre del famoso “rasoio di Occam). Ho letto da qualche parte che il poliziotto non è stato colpito realmente perchè la sua testa doveva esplodere, eccetera. Idiozie. Il proiettile non lo ha centrato alla testa ma ha colpito il terreno (vedi i filmati rallentati e in alta definizione). Per quanto riguarda i danni tissutali della cartuccia usata (verosimilmente una M-43, ti posto questo link tecnico: http://www.grurifrasca.net/Sito/balistica/BalisticaTerminale/appunti.html . Un saluto QWERT

    • Hiei

      “Tu hai i tuoi di dati, io ho i miei. Non so quali dati tu abbia. Io ne ho di, diciamo così, un pochino di più riservati”

      Tuo cuggino tuo cuggino che fa il doppiogioco alla CIA, certo, quindi ti devo credere sulla parola, oooooh – se non insultare l’intelligenza questo…

      TUTTI gli spacciafuffa son anni che dicono la stessa puttanata: credici a me che ci ho la fonte riservata che sa i segreti segretissimi, e non ci ragionare sopra, mi raccomando!

      “Il proiettile non lo ha centrato alla testa ma ha colpito il terreno”

      Che è quello che dicono su tutti i blog tutti i debunkeri di regime spacciafuffa, peccato che di solito i proiettili SCALFISCANO il terreno e la nuvoletta di polvere alzata dallo spostamento d’aria è sfalsata di quei 20/30° da dove è puntato il fucile al momento dello sparo.

      Solo cani da riporto del regime son rimasti? I commentatori VERI li hanno deportati già tutti? :’D

      • Hiei, è ancora valida la regoletta che avevo espresso un annetto fa.
        in sintesi, se sento anche lontanamente profumo di toni fuori luogo, cancello senza rimorsi, e senza bisogno di dare spiegazioni.
        se sono in una giornata un po’ così, la mia soglia di sopportazione è bassissima.
        Questa la regola, chiara e limpida; se non va bene, il web è vasto :-)

        • Hiei

          E come allora è sempre a senso unico, e tutela chi sfotte in modo ipocrita a scapito di chi ha il coraggio dell’onesta.

          Infatti cancelli solo e sempre me…e non:

          “Tu hai i tuoi di dati, io ho i miei. Non so quali dati tu abbia. Io ne ho di, diciamo così, un pochino di più riservati”

          Quando uno dice che i suoi dati sono meglio dei tuoi DICHIARANDO DI NON SAPERE QUALI SIANO I TUOI, QUINDI COMUNQUE A PRESCINDERE, ti sta trattando e dando del pirla, pubblicamente.

          E tu non sei così stupido da non capirlo.

          MA ci siamo già capiti tempo fa, lo so…un po’ di handicap in fondo rende più divertente la cosa, no? :’D

  • Anonimo

    Ok, Hiei. Mi arrendo. Hai ragione tu: in realtà sono un rettiliano :)

    Santa scusa per questo scambio un po’ irruento con Hiei (che, ripeto, apprezzo) e torniamo all’articolo da cui siamo partiti.
    Se non sbaglio c’è stata una discreta marcia indietro da parte di Tzipras riguardo ad una eventuale uscita dall’euro (ora si parla di rinegoziare, giusto).

    Stando ai giornali (lo sò Hiei, sono tutti corrotti e nemici della gggente…) ci sono questi scenari in atto: Russia che vuole ricucire con l’Europa, in particolare con la Germania, per spostarla verso il baricentro euro-asiatico (già partito questo, come progetto); aiuto della Russia alla Destra francese proprio in questa ottica (e con buone possibilità di vedere la Le Pen all’Eliseo); accreditamento della Russia come baluarldo cristiano contro l’islam. Quindi molta carne al fuoco in un momento di grande incertezza. Che ne pensi?

    Buona giornata!
    QWERT

    • Hiei

      “Ok, Hiei. Mi arrendo. Hai ragione tu: in realtà sono un rettiliano :)”

      Avevo scritto un bellissimo commento ma in onore all’ipocrisia dei moti di piazza a favore dell’inesistente libertà di espressione occidentale (da scompisciarsi, specie se vedi Gasparri come testimonial! :’D ) è arrivata la censura.

      Riassumendo: vogliamo metterci anche la reductio ad hitleram, che manca solo quella al repertorio? :’D

      Vai Santa, lavora un po’ così non ci annoiamo…che tanto siam solo noi due qua. Io vado a tagliare un po’ di legna che se aspetti Al Gore ti iberni qua… :’D

  • Qwert

    Se non sbaglio c’è stata una discreta marcia indietro da parte di Tzipras riguardo ad una eventuale uscita dall’euro (ora si parla di rinegoziare, giusto).

    Infatti, Tsipras ha negli anni guadagnato consenso gridando all’uscita dall’euro e allo smarcamento dalla troica, e dopo essere diventato il primo partito in grecia, e sentendo odore di vittoria, ha cambiato registro “rassicurando” chi di dovere che non ci sarà nessuna uscita,e che la grecia si accorderà sul pagamento del debito.

    Sembrano in tutto e per tutto messaggi mandati a chi di dovere, per dimostrare la sua non pericolosità.
    anche per questo scenari catastrofici al momento paiono poco probabili; ma come si diceva prima, al momento ci potrebbero anche essere sviluppi che sfuggono alla nostra logica, quindi fare previsioni, in un senso o nel’altro, risulta difficle.

  • QWERT

    Quando i gorilla sono in competizione, prima si minacciano strepitando, rizzandosi in piedi e gonfiando il collo. Poi si avvicinanno, occhi negli occhi e iniziano a tastare la massa muscolare dell’avversario. Quello che è meno dotato, in genere, si allontana senza ulteriori combattimenti. Ecco. Ora mi sembra che siamo alla fase del capire la forza dell’avversario. Mi auguro che gli uomini siano intelligenti come i gorilla (ma ne dubito) e che si eviti una inutile lotta.
    Riguardo Tzipras. Credo che un uomo politico debba essere pragmatico. E’ difficile che ottenga la maggioranza assoluta e quindi dovrà cercare qualche alleato nell’arco di quelli che sono già del gioco e che probabilmente si sono offerti di fare i garanti di fronte alla UE. Vediamo le mosse di Draghi. In realtà sembra quasi che sia la Germania (ai minimi storici di dissocupazione) a voler fare in modo che i soliti noti (Gracia, Portogallo e Italia) se ne vadano. In questo modo non sarebbe difficile aiutare la Francia (strappandola dalle braccia della Le Pen -il cui grande sponsor è -non scordiamocelo- il malvagjo Putin).
    A presto
    QWERT

  • Anonimo

    Ciao Santa,
    è bello vedere aggiornato questo sito!!
    Tanto per tornare ai temi antichi del blog, hai letto per caso “L’altra Europa”, di paolo rumor?
    E cosa ne pensi del mattoncione sulle Ur Lodges del Magaldi?
    Saluti
    Max

  • Hiei

    CSI: Parigi, tristezza totale.

    Sempre sbatati, ‘sti terroristi che si portano i documenti dietro e se li dimenticano in auto, TUTTE LE VOLTE. Per niente una false flag, proprio no, assolutamente. :’D

    Citiamo un bel commento da ZH:

    Telltale signs of a false flag operation:

    Culprits’ names are released within hours of the attack (check)
    Contradictory reports emerge after attack, then quickly forgotten (check)
    Culprits were “under watch” by security services (check)
    Culprits (and/or their families) claim innocence (check – Hamyd Mourad)
    Culprits “forget” stuff (ID cards, passports, Corans, etc.) on scene (check)
    Conveniently incriminating videos immediately appear on Youtube (check)
    Political timing of the attack is suspicious (check – French vote at UN)
    Attacks are immediately used to justify an attack on individual liberty (check)
    MSM speaks in unison, parrots the same given narrative (check)
    Calls for in-depth investigation are labeled “unpatriotic” (not yet)
    Culprits are not allowed to live and go to trial (let’s see)

  • Ciao Max :-)

    l’altra europa non l’ho letto, ma per quanto riguarda Magaldi, lo seguivo agli inizio, all’epoca delle sue lettere aperte.
    L’impressione è quella di una paersona molto addentro alle cose, che lancia messaggi a chi li può capire, e che dice e non dice, mischiando verità a messaggi velati.

    Insomma, materiale interessante, ma difficle da setacciare, per chi non davvero addentro alle cose..

    a presto

  • Anonimo

    Grazie, é la mia stessa impressione. Al solito distinguere vero dal falso non é semplice, soprattutto capire quale é il vero fine, giacchè non mi pare plausibile la semplice volontà di democratizzazione dell’Oriente..Si vuol giocare a carte sempre più scoperte?..certo che pare il Santo Graal del complottista..;)
    Saluti
    Max

    • Hiei

      Ti dirò, il loro scopo alla fine è uscire allo scoperto e rivendicare il loro ottenuto dominio su tutto – adesso che stanno iniziando logico che scrivano dei libri per dire al pecorume esattamente cosa deve pensare di ciò che emerge di conseguenza…ti pare?

      Se non ci fai un libro scritto e pubblicato da massoni sulla massoneria poi rischi che qualcuno finisca persino per farsi delle idee tutte sue, magari indagando la realtà.

      Non si fa, eh no-no-no. Bimbo cattivo! :’D

    • daouda

      Chi è, l’amico di Franceschetti?

      • QWERT

        Si,proprio lui. L’amico di Franceschetti. Un modo come un altro per sbarcare il lunario (venghino, venghino siori! che vi mostro per qualche soldo il grande complotto spiegato al popolo e alla povera gggente)
        QWERT

        • Hiei

          Sempre meglio che difendere i veri stragisti denigrando chi non si appecorona alla “versione ufficiale” (al netto dei Franceschetti e dei Blondet, altro discorso) senza argomentare, con la sicumera di chi si sa immune alla censura e la forza degli argomenti del daltonico che passa col rosso… :’D

  • Hiei

    ROTFL!!

    “The spot where he fell has already been marked by candles, by some flowers which have been laid here. This area was largely cordoned off last night so not many people could have come here so there’s not much sign of presence. You can see the blood on the ground which has been put there.“

    Dai, QWERT, raccontami un’altra barzelletta! :’D
    Poi te ne dico una io bellissima su quel video…

  • QWERT

    Ciao Hiei! Ma perchè pensi che io sia un provvocatore? Io, in genere, metto di fronte tesi completamente discordanti (tesi-antitesi) e poi traggo le conclusioni (sintesi) che so bene possono essere sbagliate. Tutto qui. Riguardo i falsi attentati. Perchè imbastire tutto un gran ambaradan (con presenza di comparse, scene teatrali, ecc. ecc. ) non è più semplice spingere (con oculata attenzione) alcune pedine (spesso inconsapevoli) a fare il loro gioco? Ti ripeto: il ragionamento del rasoio di Occam è molto semplice e veritiero: la cosa più semplice è spesso quella più vera. Quindi: prendi qualcuno facilmente manipolabile, soffi sul fuoco e aspetti. Così è stato con le Brigate Rosse (o pensi che l’On. Moro sia ancora vivo nascosto da qualche parte a cura dei nostri servizi?). Che i fatti di Parigi siano estremamente utili per certi giochi di potere, è cosa ovvia. E se leggi qualche nota sopra, ero stato facilissimo indovino nel prevedere che tutti gli attentatori sarebbero poi morti (hai visto mai che ci ripensino e inizino a raccontare cose indicibili?). Un rettiliano saluto (scappo, oggi sono di servizio: devo irrorare i cieli sopra Verona).
    QWERT

    • Hiei

      “Ma perchè pensi che io sia un provvocatore?”

      Due ragioni, a parte la grammatica e le “analisi geopolitiche” che paiono scopiazzate dagli editoriali di Repubblica:

      1) Continui a raccontare balle contro ogli evidenza, senza alcun argomento ma solo ragionamenti ad minchiam tipo che basta mettere quattro scemi su un paio di aerei col pilota automatico per disintegrare torri gemelle e un’ala del Pentagono, si aspetta che il tuo rasoio di Occam spieghi il fucile a salve dei “terroristi” e il sangue finto messo dopo…non usarlo per raderti che ti fai male però! :’D

      2) Usi tutto il banalissimo repertorio della massa di debunkeri a cottimo da call center di regime: niente fatti, ripetizione ossessiva delle stesse balle e tirar fuori roba che non c’entra niente cercando di metterla in bocca al prossimo per sminuirlo (tutto bene quindi, giusto Santa? :’D ), tipo la tua menata dei rettiliani, ora aggiungiamo anche le scie chimiche, ovvio, banale e prevedibile, come il banalissimo “credi a me che ci ho le fonti riservatissime che mio cuggino è della CIA”.

      E ora visto che avevo promesso una barzelletta in cambio delle tue: sai chi – secondo Maurizio Blondet e altri – ha girato quel bellissimo film sul poliziotto giustiziato (che sembra stesse lì ad aspettare che arrivino gli attori per girare in tutta calma, senza scomporsi minimamente davanti alla presunta “esecuzione”)?

      “Amchai Stein, vicedirettore della rete israeliana IBA Channel 1”

      AHAHAHAHAHAH!
      Vai pure a sniffarti le tue “scie chimiche” adesso, ti aspetto per altre divertentissime barzellette! :’D
      (curiosità: perchè proprio sopra Verona?)

  • Hiei

    Olè-olè, senti su Napo Orso Capo, ovvero quel gran massone di Napolitano, cosa dice Bella Francè:

    “Esprime a Napolitano «sincera stima e vivo apprezzamento per il suo generoso ed esemplare servizio alla Nazione italiana», svolto «con autorevolezza, fedeltà e instancabile dedizione al bene comune»: «la sua azione illuminata e saggia ha contribuito a rafforzare nella popolazione gli ideali di solidarietà, unità e concordia».”

    Santa, ci sei?
    Santa, rispondi…
    Santa, non piangere, dai.

    In fondo non ve le beccate voi le elezioni la settimana prossima… :’D

  • Hiei

    Oh, lol – torniamo in tema a bomba, senti qua:

    http://www.zerohedge.com/news/2015-01-17/russias-modest-proposal-greece-exit-europe-and-we-will-lift-food-import-ban

    Dai, Santa…il blog sarà anche defunto e le tue pecorelle smarrite nei deserti multimediali della grande tribolazione on-demand ma non mi dispiacerebbe qualche scambio di opinione sulla situazione greca visto che siamo degli improbabili bi-conterranei… :’D

    (una roba da film a coppia se guardi bene…poi dicono che dio non ha il senso dell’umorismo! :’D ).

  • QWERT

    Ma tu Hiei, che idea ti sei fatta di quello che sta accadendo? Come mai solo adesso “scoprono” (…) che il capo dei cattivi jihadisti è residente in Grecia?
    QWERT

  • QWERT

    http://www.swissinfo.ch/ita/griechenland–achillesferse-europas/41193186

    che l’euro sia in difficoltà lo dimostra la Svizzera che ha sbloccato il cambio della sua moneta da quella della UE;
    comunque la corsa agli sportelli bancari dimostra che i greci hanno paura di ritrovarsi con la loro vecchia moneta che non potrà avere alcun valore

    http://www.corriere.it/economia/15_gennaio_16/consigliere-economico-tsipras-la-grecia-cavia-dell-europa-se-cela-facciamo-noi-tutti-salvo-0bdf544e-9d67-11e4-b018-4c3d521e395a.shtml

    mi sembra ragionevole, a questo punto!

    QWERT

  • Già, e queste corse agli sportelli non preannunciano mai nulla di buono, per usare un eufemismo..

  • Per quanto mi riguarda, al momento vedrei come ottima soluzione una uscita della Grecia dall’euro e dall’influenza occidentale per entrare nell’orbita della madre Russia.
    La Grecia avrebbe solo da guadagnarci, ma non è nella posizione di fare scelte indipendenti.

  • QWERT

    Sotto sotto la Germania non sarebbe particolarmente addolorata di uscire dall’orbita anglo-americana. A suo tempo hanno sloggiato le basi US dal loro territorio (che infatti sono state trasferite in Italia). Inoltre Putin è il grande sponsor della Le Pen (che è probabile abbia buone possibilità di arrivare all’Eliseo). La Germania pare sia ritornata alla vecchia idea di Khol: due monete per l’europa, con il centro europa più spostato verso l’eurasia (economicamente più appetibile). Sono almeno due anni che la Germania cerca di mandar via l’Inghilterra dalla EU. L’attentato di Parigi si può vedere sotto questo aspetto: occhio voi europei che noi (angloamericani) se vogliamo vi facciamo scoppiare un casino con i nostri amici jihadisti! Putin inoltre, attualmente, è l’unico paladino del Cattolicesimo. Quindi, per quanto riguarda me: magari ci si spostasse verso la Russia!
    QWERT

    • Hiei

      “Sotto sotto la Germania non sarebbe particolarmente addolorata di uscire dall’orbita anglo-americana.”

      Dev’essere per quello che stanno spingengo così forte per imporre all’Europe il trattato transatlantico TTIP! :’D

      Alla prossima balla di regime…

  • QWERT

    Mi spiace Hiei, ma non è così. La Germania non è per nulla entusiasta del Trattato. Vedi, ad esempio: http://www.eunews.it/2014/07/28/germania-potrebbe-far-saltare-accordo-commerciale-ue-canada-dubbi-anche-sul-ttip/20173
    lo so che non credi a quello che dico e non posso far nulla per dimostrarlo. Ma mia moglie è tedesca e i miei figli abitano e lavorano in Germania. Per cui conosco abbastanza gli umori dei tedeschi, non fosse altro che ho un discreto mumero di amici da quelle parti.
    QWERT

    • Hiei

      “lo so che non credi a quello che dico e non posso far nulla per dimostrarlo.”

      Lo dimostreranno i fatti: queste tattiche di comunicazione servono solo a far bollire le rane in ascolto…”sono scontenti, faranno saltare tutto, l’euro imploderà da solo, il capitalismo imploderà da solo, il #METTI NEMICO IDEOLOGICO DEL GIORNO# crollerà, ecc.: continuate a starvene col culo in poltrona, aspettate e lasciateci lavorare da bravi pecoroni…”.

      Come sempre, ne sei perfetto rappresentate.

      “Ma mia moglie è tedesca e i miei figli abitano e lavorano in Germania.”

      E tuo cuggino è della CIA, lo so…cioè sei un clichè che cammina, anzi digita. Preciso come il debunkero dell’ultima discussione avuta non ricordo dove sull’Ucraina che quello c’aveva la moglie ucraina, immancabile.

      Ma quando lo rinnovate il repertorio?? :’D

      Oh, ma due paroline su papa Bud Spencer proprio no? E daje…che ci sto andando pure leggerissimo, dal viaggio nelle Filippine son uscite di quelle perle…

  • QWERT

    Avevo scritto qualcosa ma forse si è perso lungo i sentieri del cyberspazio. Meglio così. Mi scuso con il paziente nostro padrone di casa per l’invadenza mia (e, se vuoi, caro Santa, posso inviarti tutti i miei dati. chi sono, dove abito, ecc. così forse, Hiei, non si sentirà preso in giro da uno che considera, a torto, un troll)
    QWERT

    • Hiei

      Forse perchè continui, oltre a menate tipo: “mia moglie è tedesca quindi credi sulla parola a tutto quel che ti dico ignorando fatti e ragionamenti”, balle di regime, a cercare di sviare come fai ora?

      Aggiungiamo:

      “L’attentato di Parigi si può vedere sotto questo aspetto: occhio voi europei che noi (angloamericani) se vogliamo vi facciamo scoppiare”

      Il 7 gennaio ore 22:28 dicevi:

      “Non è stata una false flag.”

      E avanti:

      “Putin inoltre, attualmente, è l’unico paladino del Cattolicesimo.”

      Altra megaputtanata di regime, come abbiamo detto fa parte dei pupazzi, devi controllare entrambe le squadre se vuoi essere certo del risultato della partita, vedi questo per esempio:

      30 Reasons Proving That Putin Is Preparing to Start World War III

      Di che cattolicesimo parli, delle crociate forse? Lo sterminio di ceceni ce lo siamo già dimenticato? Anche se il papa ha sostituito “porgi l’altra guancia” con “mollagli una pezza in bocca” mi pare che “quinto: non uccidere” sia ancora in vigore!
      E dei bambini gasati nella strage di Beslan dal comunista “cattolico” ex-KGB Vladimiro che mi dici? Che se ricordo bene i Vangeli una delle poche volte che Cristo ci va giù pesante è contro chi “ruba il sorriso ai bambini” o quel che era…ma magari vuoi dire che il cattolicesimo ha cessato di avere rapporti con Cristo da mò, eheh…

      Ora che mi vuoi raccontare? Che hai uno zio ceceno, magari?

      Manco ti volevo rispondere, ma davvero mi incuriosisci a questo punto…cioè, non c’è più NESSUNO su ‘sto blog, che senso ha darsi ‘sta pena??

    • Hiei

      P.S.: E i cristiani, in Russia come in Grecia, sono ortodossi e non cattolici fra l’altro, bestia! :’D

      Come non crederti sulla parola! :’D

      Sì, ok, tuo cognato è ortodosso, apposto, via… :’D

  • QWERT

    Sai Hiei, per litigare bisogna essere per forza in due. Ma io non sono litigioso e quindi ti lascio tutto il campo a tua totale disposizione.
    Un saluto e buon inizio di settimana
    QWERT

  • Hiei, mai come stavolta hai fatto tutto da solo.
    Almeno le altre volte c’era qualcuno che ti dava manforte, invece QWERT in questa discussione ha dimostrato una calma davvero fuori dal comune.
    Ogni ulteriore commento personale verrà eliminato senza patemi.
    Così come ogni eventuale lamentela.
    In questo periodo davvero non ho energie da dedicare a queste cose.
    Interventi invece che hanno a che fare con gli argomenti della discussione, e non attaccanno altri utenti, potranno essere postati senza problemi.

    A presto

  • Hiei

    “Si,proprio lui. L’amico di Franceschetti. Un modo come un altro per sbarcare il lunario (venghino, venghino siori! che vi mostro per qualche soldo il grande complotto spiegato al popolo e alla povera gggente)”

    E questo capolavoro di correttezza come mai sta ancora lì? :’D
    (ma che stai facendo Santa che son mesi che sei così stanco? :’D ).

  • Fisicamente sto benissimimo; sono stanco di polemiche e scontri, e penso che si tratti di una stanchezza cronica, ormai :-)

    • Anonimo

      E’ vero: le polemiche e gli scontri (afinalistici) sono spossanti. Io ormai sono diventato, spero, abbastanza paziente (ma mai troppo paziente, purtroppo). In alcuni casi tuttavia non mi faccio “vampirizzare” le mie energie. Tu sai bene che in ogni caso puoi allontanarti (almeno per un po’) dal ring. Riguardo le energie sottili, il vampirismo psichico, l’alimentazione (senso stretto: onnivori, vegetariani, vegani, crudisti, ecc)ci sarebbe tanto da scrivere e meditare. Un saluto
      QWERT

    • Hiei

      Una vera sfiga alle porte di una guerra mondiale! :’D
      (dalla selezione di musica random è giusto uscito “Destruction Preventer” dei Sonata Arctica – tante volte il caso…).

      Tant’è che sono ripesi i bombardamenti su Donetsk…non esattamente un bello spot per il “passare dalla parte di zio Vlad” – ad ogni modo per tornare al discorso iniziale oggi in edicola casualmente m’è caduto l’occhio su una di quelle riviste militari.

      Purtroppo era impacchettata nel cellophane perchè m’ha incuriosito vedere a tutta copertina un diagramma di quello che mi è sembrato indictibelmente lo schieramento di forze nello scenario di un’invasione turca di terra nella provincia dell’Evros.

      Note di colore…

      “Heat in the center, destruction preventer
      if you release one, you release them all…”

  • Anonimo

    Su quello che sta accadendo in Ucraina vi è molta disinformazione. Il governo ufficiale è un pelino nazista; zio Vlad è quello che è. Infine ricordiamo che l’Ucraina attuale è un coacervo di popoli diversi per lingua, cultura, ecc.
    Per la Turchia: certo, ora si è molto irrigidita e il nemico storico è pur sempre la Grecia. Ma la Turchia fa ancora parte della NATO (come la Grecia).
    In fin dei conti credo che fino a quando si possono spennare i polli (intere popolazioni) non c’è interesse nel fare guerre dagli esiti sconosciuti.
    Mi sembra che il tutto sia architettato per impaurire i popoli per dominarli meglio.
    Ogni tanto una guerra locale ci scappa (anche perchè le munizioni hanno la scadenza, come i medicinali) e sarebbe un peccato buttar via tutta quella “grazia di Dio” …
    QWERT

  • Hiei

    “non c’è interesse nel fare guerre dagli esiti sconosciuti.”

    Vedi al capitolo “devi controllare entrambe le squadre per essere sicuro dell’esito”, appunto – come documentato dalle due precedenti guerre mondiali e diversi conflitti minori fasulli, lampante l’ultima uscita del marketing bellico: l’ISIS (o come si chiama ‘sta settimana… :’D ).

    “Mi sembra che il tutto sia architettato per impaurire i popoli per dominarli meglio.”

    Questa è l’alternativa: che sia un gran bel bluff…non è che sia precisamente rassicurante se contiamo che un bluff mediatico servirebbe a coprire qualcosa di PEGGIO…

    Resto ancora sulla posizione che i ripetuti “al lupo” precedenti servissero a desensibilizzare e adesso che siamo al dunque i fuffari a gettoni contribuiscano a diffondere l’idea che “ma poi alla fine succede nulla (dillo a ucraini, siriani e svariate milionate di altri, eghe!)” così – anche qui vedi sopra – il pecorume sta comodo in poltona ad aspettare che gli arrivi il treno in faccia.

    If you know what I mean… :’D

    Non a caso i rapporti sui morti da bombardamenti che sono sempre più vicini sono sempre più sottostimati: poche migliaia di morti in Ucraina e in Palestina nell’ultima operazione israeliana?
    Balle, con tutti i filmati visti in entrambi luoghi di palazzi residenziali sventrati senza preavviso da missili e bombe ad alto potenziale e rasi al suolo un conteggio dieci volte superiore è probabilmente riduttivo.

    E’ ovvio che un cacciatore che vede una fila di anatre che camminano comincia a sparare all’ultima, poi alla penultima e via andare per beccarne il più possibile prima che le altre si sveglino…

    • QWERT

      Quindi, secondo te, quale è lo scenario che vedi più probabile? Io ricordo sempre due cose: alcuni personaggi a dir poco sinistri ripetono che la terra è troppo popolata e quindi bisogna sfoltire, sfoltire, sfoltire. Alcuni religiosi ultraortodossi delle tre grandi religioni monoteiste dicono che è giunta l’ora di Armageddon, anzi siamo un pelino in ritardo …. Dici che devo andare a comprare una cassa di birra e il pop corn? Ultima considerazione: quella della rana bollita. Mi sembra che la temperatura dell’acqua sia moooolto elevata ma la rana è ancora paciosa a mollo. La Grecia poi, in questo momento, è ad uno snodo estremamente critico: politico, sociale, se vuoi etico. E tu ci aggiungi pure l’aspetto militare. Va be’ che oggi, secondo non ricordo quale sito, è il giorno più triste dell’anno, però non esageriamo.
      QWERT

      • Hiei

        Ma non eri tu quello con le informazioni riservatissime?

        Per ora la lettera di Albert Pike pare la si segue mano mano, il fatto è che “pare” perchè le notizie arrivano dai media mainstream e da internet e sono entrambe fonti ormai del tutto compromesse…

        Al momento dico che c’è una guerra in corso che vede dietro le quinte due superpotenze militari a un’ora d’aereo da noi e la cosa non turba minimamente le candide esistenze del bestiame comune così a occhio, per dire.

  • Hiei

    Questa anche è interessante Santa:

    http://vineyardsaker.blogspot.gr/2015/01/one-millon-muslims-and-orthodox.html?m=1

    “Orthodox priest from Chechnia and other regions joined the demonstrations.”

  • ellepi

    ciao Santaruina….
    leggo in ritardo il tuo post.. per le elezioni in Greecia vediamo domenica prossima .. anch’io credo cambierà poco…
    poi—
    per la prima volta da quando seguo i tuoi Scritti,ho letto solo il primo quarto dei commenti.
    ognuno ha diritto ad esprimere le proprie idee ma credo, per quel che mi riguarda, che il segno questa volta sia stato superato abbondantemente (mi riferisco allo scambio di commenti tra H&Q) …
    vado a fare un giro sul Sebino spero di incontrare la tua Anima che ogni tanto gira da quelle parti
    un abbraccio GigiPaso

  • ellepi

    per la Grecia aspettiamo domenica prossima …
    come te credo che sostanzialmente per i greci non cambierà nulla
    ciao gigiPaso

  • QWERT

    Tornando alle elezioni di domenica: che ne sarà di Alba Dorata? Leggo che è in crescita e forse potrebbe risultare il terzo partito.
    QWERT

    • Hiei

      “Chi vota non decide niente, chi conta i voti decide tutto.”
      (Stalin)

      Dipende dalla sceneggiata in programma, naturalmente.

      Qui sulla mia isola anche se era girata voce che qualche sfigato volesse aprire un’ufficio o sede non li ho mai visti, nell’isola a fianco (Thassos) mi hanno detto che si sono presentati con un camion di aiuti alimentare a scopo propaganistico e sono stati credo fisicamente buttati a mare (quelli di Alba Dorata, non gli alimenti, eh :’D – quelli li hanno rimandati al mittente).

      Nelle metropoli il discorso cambia totalmente, infatti quando si parla di “drammi della Grecia” si parla essenzialmente delle poche grandi città dove sono concentrate tra le 2 e le 3 milioni di persone…nel resto del paese ovvero l’altro 70% credo a questo punto poter dire vada meglio che nella maggior parte d’Italia.

  • Anonimo

    @QWERT
    non ho mai parlato di rissa , mi riferivo alla lunghezza del vostro contraddittorio che rischia di inficiare il bello dei vostri scambi di idee ….
    Un saluto a lei
    @Hiei
    Azza..I fascisti si sono scatenati contro di lei …
    Per lei vale la risposta come sopra e……
    La rassicuro in questa nazione piena di libertà e di liberi uomini per dirla alla francese nessuno le toglierà dalla sua mano là crayon
    Per me finisce qui ….
    Buon fine settimana ….
    Gigi Paso

    • Hiei

      Tranquillo, finchè il livello dei “fascisti” è quello di esprimere giudizi su commenti che dicono di non avere letto non mi preoccupo… :’D

      P.S.: Quale nazione? Io scrivo dalla Grecia, il blog è italiano e “lei” (?) mi parla in francese maccheronico…

    • QWERT

      @ Gigi
      qualche volta, in effetti, ci si scorda che anche altre persone leggono i nostri commenti. Che sono lunghi, a volte noiosi e permeati da una qualche protagonismo provinciale (parlo per me). Tornando al tema. Domani, domenica, si vota in Grecia. Cambierà qualcosa? Lo spero ma temo che non succederà nulla di nuovo. Se la sinistra greca (che, se non erro, è un coacervo di parecchie forze politiche) non ha la maggioranza assoluta, potrà fare ben poco. Abbondonare l’Europa e avvicinarsi alla Russia? non a caso proprio in questi giorni si riaccende lo scontro in Ucraina con la Russia nemico malvagio delle democrazie occidentali …
      Buona domenica e buon inizio settimana!
      QWERT

      • Hiei

        “Se la sinistra greca (che, se non erro, è un coacervo di parecchie forze politiche) non ha la maggioranza assoluta, potrà fare ben poco.”

        Tale affermazione si sarebbe potuta fare, identica, per tutto il ventennio berlusconiano italiota. Ora avete Renzi. Contenti? :’D

      • Anonimo

        @ QWERT
        Mah! Sono parecchio distratto da troppe notizie contrastanti ciò che conosco del popolo Greco odierno è filtrato dai media quindi non posso essere sicuro dell’idea che mi son fatto che è questa:
        Credo che La paura giocherà un ruolo decisivo sulla scelta dello stare o dell’uscire … ” Loro ” cioè quelli che manipolano le info questa carta la sanno usare bene quindi sono incerto su come si muoverà il voto dei Greci… Sto leggendo Magaldi mi pare tiri l’acqua al suo mulino ma se la metà di quello che dice è vero … Credo che i Greci avranno poche possibilità di una vera scelta quindi ….. Per quanto riguarda Putin e la Russia la penso esattamente come Blondet !
        Saluti e buona domenica a lei …

        • QWERT

          Blondet è molto “partigiano” ma molte sue idee sono condivisibili.
          Magaldi (che conosco personalmente) è una persona intelligente e sa molte cose. All’interno del GOI -Grande Oriente Italiano- era un pupillo dell’allora Gran Segretario Pino Abramo (da poco defunto) e possibile candidato, in tempi lunghi, alle cariche più elevate dell’Obbedienza. Probabilmente ha voluto precorrere i tempi per cui è andato in rotta di collisione con il Gran Maestro Gustavo Raffi. E’ uscito dalla sua loggia, la Monte Sion, una delle più importanti del Goi (ove aveva lavorato anche Ivan Mosca) e ha fondato una sua obbedienza. Che dire? Molte cose Magaldi le conosce, altre probabilmente sono un po’ “ricamate”. Sul ruolo della massoneria e dello scontro al suo interno tra l’ala progressista e democratica e quella conservatrice e reazionaria, ci sarebbe molto da scrivere. Un saluto
          QWERT

  • ellepi

    sono d’accordo con le sue conclusioni
    non rimane che aspettare lunedì che sarà un giorno per cuori forti
    speriamo in bene..
    buon weekend..
    gigi

  • QWERT

    Ore 18 in Italia. Seggi chiusi in Grecia. Primi exit poll darebbero Syriza vittoriosa, con maggioranza assoluta. Se così fosse, domani ne vedremo di belle!
    QWERT

    • Hiei

      Guarda, c’ho già pronti i pop-corn e grazie alla crisi – di nuovo la birra a metà prezzo al super, ne ho giusto tirato su due casse per l’occasione.

      Ma non ho grandi aspettative: tutte le altre volte è sempre stato più bello il trailer del film… :’D

      • QWERT

        Be’ se è vero che Tsipras ha detto che vede Renzi come un leader con cui ha molti tratti in comune, non posso far altro che farti tanti ma tanti auguri. Che birra bevi? la Mythos? a me è piaciuta, quando sono passato di lì, la Fix Hellas …più che il pop corn (troppo ammerigano) preferirei i Souvlaki con patatine fritte. Come è dura la vita!
        QWERT

  • Hiei

    Io non mi affido nè allo stato (nè a dio), nè alla fortuna…apposta sto tranquillo coi pop-corn caldi! :’D

    “Che birra bevi? la Mythos? a me è piaciuta, quando sono passato di lì, la Fix Hellas …più che il pop corn (troppo ammerigano) preferirei i Souvlaki con patatine fritte.”

    LA seconda che hai detto…ma i souvlaki non sono da film, comunque sono fornito anche di nachos con salsina piccante fatta in casa con peperoncini superhot coltivati di mio pugno, dottò. :’D

  • Hiei

    Quasi dimenticavo:

    “L’Unione europea ed i poteri della finanza di tutti gli stati temevano l’affermazione di SYRIZA perché la Grecia sotto SYRIZA avrebbe potuto allontanarsi dall’Unione dell’Euro.”

    Adesso ce la possiamo proprio fare una bella risata… :’D

  • QWERT

    Sta diventando tutto così facile da prevedere che osservare cosa succede ad un uovo nel forno a microonde è più coinvolgente ….
    Comunque il 99% della ggggente si beve proprio tutto ed in sol fiato!
    Per fortuna è ancora valida la legge di Darwin: ci sarà una bella scrematura, prima o poi …
    QWERT
    P.S. ma adesso salti pure nei vecchi post? ti faccio tana lo stesso: ho il cugggino della CIA che mi informa di tutto (ricordi?)
    Un saluto
    QWERT

  • Hiei

    Beh, visto che ami i video musicali, Santa…

  • QWERT

    Giusto per scrivere il commento numero 100.
    La Germania ha votato favorevolmente la richiesta di aiuti alla Grecia.
    Quello che è interessante è che la votazione è stata ad amplissima maggioranza.
    Per quello che vedo in Grecia sono già iniziate le contestazioni al governo.
    Ma un pochino di tempo, proprio no?
    E poi, lo sò che mi attirerò i fulmini di Hiei, ma criticare è facile, governare è mooooolto più difficile.
    Un piccolo esempio: nella mia zona hanno pubblicato le indennità che prendono i Sindaci (parliamo di cifre di circa 1.500-2.300 lorde al mese). Alcuni sindaci si sono dimezzate le indennità per darle ai vari fondi di solidarietà. Pioggia di critiche del tipo: se hanno dato metà indennità è perchè rubano. Quelli che si sono tenute le indennità per intero sono stati criticati al grido: rubano al popolo e alla povera gente!

    E allora, oltre che criticare, qualche proposta seria la vogliamo fare?

    QWERT

    • Hiei

      “E allora, oltre che criticare, qualche proposta seria la vogliamo fare?”

      Io sarei felicissimo di togliervi il peso di “governare”, che solo le bestie hanno bisogno di essere “governate” e vi maderei tutti a trovare un lavoro vero.

      Piace come proposta?

      Perchè a questo punto scatta la violenza di stato, normalmente – in nome della libertà e per il mio bene, ovviamente… :’D

      (il fatto che la Merkel disponga di una amplissima maggioranza ma abbia comunque visto una ribellione record nel suo stesso partito in occasione del voto, a cui pare siano favorevoli solo due tedeschi su dieci, noto non l’hai detto…hai litigato con tua moglie e non ti dice più le cose? Eheh…).

  • QWERT

    Tu vagheggi un ideale utopico: l’Anarchia (nota la A maiuscola).
    E’ ovvio che sarebbe l’autogoverno perfetto ma per ottenerlo ci vorrebbe che tutte, dico TUTTE, le persone fossero abbastanza intelligenti e tolleranti e facessero proprio il principio di “non farò agli altri quello che non vorrei fosse fatto a me”.
    Credo che siamo un po’ indietro con i compiti.
    Sopratutto perchè la ggggente, sicuramente narcotizzata, non ha alcuna voglia di aprire gli occhi ed impegnarsi almeno un pochino per cambiare le cose.
    Le stesse rivoluzioni sono state fatte da pochissime persone che poi hanno trascinato appresso il popolo bue.
    E allora? Io credo che quello che tu vorresti veder realizzato lo sarà forse (spero) in un futuro molto ma molto lontano.
    Altra notazione: ma siamo sicuri che noi che diciamo queste cose siamo nel giusto? E se lofosse la ggggente che anela solo l’ultimo modello di telefonino e fa casino solo per le partite di calcio? E poi: ok, siamo abbastanza fichi e vediamo il giusto. E poi che facciamo? La rivoluzione dietro questa tastiera di computer?
    Forse dovremmo iniziare a farci carico delle nostre responsabilità perchè chi vede e tace è correo del marciume globale che ci circonda.

    Per la Germania: i tedeschi, come tutti i nordici, si credono i migliori del mondo e per noi meridionali vedono solo un futuro di operatori turistici, pizzettari e suonatori di mandolino.

    Mia moglie non rimpiange per nulla la Germania: si trova benissimo nel caos mediterraneo e della politica teutonica non vuole neanche sentirne parlare.

    Per quanto riguarda il tuo incitamento ad andare a cercare un lavoro vero. Per quanto mi riguarda ancora lavoro, e molto, alla mia età (festeggio i 66 anni tra qualche giorno) sia perchè mi piace il mio lavoro che ho svolto per oltre40 anni, sia perchè non disprezzo il vile denaro (sono un povero peccatore, d’altra parte …)
    QWERT

    • Hiei

      Ero sicuro che sarebbero cominciato le solite, noiosissime, balle di regime, a partire dalla più classica:

      “E’ ovvio che sarebbe l’autogoverno perfetto ma per ottenerlo ci vorrebbe che tutte, dico TUTTE, le persone fossero abbastanza intelligenti e tolleranti e facessero proprio il principio di “non farò agli altri quello che non vorrei fosse fatto a me”.”

      Balla colossale: starebbe alla responsabilità individuale di ciascuno, incluso l’organizzarsi…cosa che incentiverebbe di per sè la gente a diventare responsabile.

      E’ il governo che ha bisogno di pecore imbecilli per prosperare.

      LA situazione che dici tu invece sarebbe necessaria alla cosiddetta “democrazia” visto che sberleffi l’anarchia perchè sono tutti imbecilli e poi sostieni che (risate) a “governare” ci deve stare gente scelta dagli imbecilli.

      E le conseguenze di ciò imposte a tutti con la violenza.

      Un’apoteosi di malafede e cretinaggine, che ho sentito noiosissimamente ogni santa volta, d’altra parte vi fanno con lo stampino della propaganda…

      “Altra notazione: ma siamo sicuri che noi che diciamo queste cose siamo nel giusto? ”

      Se tu hai dei dubbi su te stesso problema tuo: io so prendermi la responsabilità delle mie azioni e pretendo non mi venga scaricata arbitrariamente addosso quella di ogni imbecille che passa, punto.

      “E poi che facciamo? La rivoluzione dietro questa tastiera di computer?”

      Parla per te: qui siamo prossimi al collasso dopodichè io voglio fare il pirata! Il mio teschio sarà una bandiera che vuol dire libertà! :’D

      “Forse dovremmo iniziare a farci carico delle nostre responsabilità perchè chi vede e tace è correo del marciume globale che ci circonda.”

      E io mai ho taciuto, per questo mi danno tutti del troll.
      Vedi te se non sarà un piacere vederli affondare…

      “Per quanto mi riguarda ancora lavoro, e molto, alla mia età”

      Non ti resta che convincere tutto il resto del carrozzone statalista! Non vorrai essere correo del marciume globale? :’D

    • Hiei

      P.S.:

      “Mia moglie non rimpiange per nulla la Germania: si trova benissimo nel caos mediterraneo e della politica teutonica non vuole neanche sentirne parlare.”

      Dice quello che un po’ di tempo fa voleva convincermi di sapere tutto della politica tedesca perchè “mia moglie è tedesca e ha il polso della situazione”, te lo ricordi? Andiamo a rileggere e rinfreschiamo la memoria? :’D

      Basta aspettare e vi si prende sempre in castagna…

      • QWERT

        No Hiei
        se leggi bene i miei precedenti post, ti parlavo dei miei figli (3 figli tre) che vivono e lavorano in Germania e degli amici tedeschi che frequento!
        Mia moglie non è interessata particolarmente dalle vicende politiche tedesche per cui ne parliamo molto superficialmente.
        QWERT

        • Hiei

          Quindi aprire la frase con “Mia moglie è tedesca” (vedi commento) era volutamente ingannevole come ho sempre sostenuto, era quel che puntualizzavo.

  • QWERT

    “…starebbe alla responsabilità individuale di ciascuno, incluso l’organizzarsi…cosa che incentiverebbe di per sè la gente a diventare responsabile…” dici. Io non sarei così sicuro della presa di coscienza della gente proprio perchè non è facile uscire dal torpore di secoli di dominazione da parte del potere (che poi è fatto da quella stessa gente che riesce a salire sul ponte di comando, mica da marziani venuti dallo spazio profondo!)
    Riguardo all’Anarchia. O non mi sono spiegato io o hai frainteso! Io ho un’altissima concezione dell’anarchia; credo però che il cammino dell’umanità è ancora lungo perchè la grande massa ancora non ha coscienza di se e del proprio stato.
    Non so se hai letto qualcosa di Gurdjieff, io ho trovato alcune sue idee interessanti.
    http://en.wikipedia.org/wiki/George_Gurdjieff

    Ultima notazione: la bandiera con il teschio (quella dei pirati, per intenderci) era la bandiera della marineria Templare ed è un simbolo eminentemente massonico (XXX° grado del Rito Scozzese Antico ed accettato: è il grado del”Cavaliere Kadosh”); inoltre è l’emblema della organizzazione “skull and bones” (loro si i veri padroni del vapore!)
    http://it.wikipedia.org/wiki/Skull_and_Bones
    E io che pensavo che tu fossi lontano dalle leve del potere !!! :)
    QWERT

    • Hiei

      “Io non sarei così sicuro della presa di coscienza della gente proprio perchè non è facile uscire dal torpore di secoli di dominazione da parte del potere”

      E tu sei nella gerarchia della struttura di potere che fa di tutto perchè ciò non avvenga, vorrei ricordare!

      “Ultima notazione: la bandiera con il teschio (quella dei pirati, per intenderci) era la bandiera della marineria Templare”

      Tu non regali mai rose rosse a tua moglie se no ti denuncia come agente degli illuminati che sta chiaramente annunciando il suo omicidio in un sacrificio rituale immagino.
      Libertà è appunto non lasciargli il monopolio di ogni cazzo di cosa che c’è su questo stupido pianeta…

      Vorrà dire che invece del jolly roger userò il trolly roger (peccato non poter uppare un’immagine… :’D ).

  • QWERT

    Io nella “…gerarchia della struttura di potere …” ?
    Poffar di Bacco! nessuno mi ha avvisato!
    Evidentemente sono un “potente” a mia insaputa!
    Vado subito in banca ad estinguere qualche piccolo debituccio che Ho. E che cavolo, sono un potente!

    Sulla bandiera con il teschio, era ovviamente una battuta.
    Ricorda inoltre come si è accolti in questo Blog: “Benvenuti.
    Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
    Qui si scruta l’abisso, e non si abbandona mai la fiaccola”.

    Io, nel sottovalutare i simboli ci andrei con un po’ più di attenzione.
    Una buona giornata

    QWERT

  • Hiei

    “Io nella “…gerarchia della struttura di potere …” ?
    Poffar di Bacco! nessuno mi ha avvisato!
    Evidentemente sono un “potente” a mia insaputa!”

    Sei stato eletto a carica pubblica a tua insaputa?
    Il tuo maestro chi è, Scajola?

    La smetti di cercare di trattarmi come un elett *AHEM* imbecille o vuoi che cominci ad andarci giù duro? :’D

    Risparmiati la storiella che vuoi cambiare le cose dall’interno, da cui deriva ovviamente che il miglior modo di combattere la mafia per quelli come te è diventare tutti picciotti (che ha pure senso che lo vogliate, osservando con attenzione…).

    Così ti risparmio la prossima rispostina dal bignamino della propaganda, via, portiamoci avanti.

    “Ho. E che cavolo, sono un potente!”

    Tirapiedi, tirapiedi…sono sempre stato preciso nelle definizioni…

    “Io, nel sottovalutare i simboli ci andrei con un po’ più di attenzione.”

    Io, come diceva George Carlin, “lascio i simboli ai sempliciotti”.
    Ti cerco il video se vuoi, sono sempre belli…

    Buona giornata, anche a te! :’D

  • QWERT

    Ciao Hiei.
    Ma tu credi che essere un consigliere comunale di un piccolo comune e per giunta in una lista civica locale, mi trasformi automaticamente in membro della gerarchia di potere?
    Ti do un suggerimento: ho sicuramente un po’ di potere perchè sono un medico e quindi le persone che vengono da me devono avere fiducia nel mio operato (attualmente, dopo tanti anni in Ospedale, sono un libero professionista per cui chi viene a farsi visitare lo fa perchè immagina/spera che possa risolvergli un suo problema di salute), e questo indubbiamente mi da un briciolo di potere sulla singola persona (il famoso timore reverenziale verso tutti quelli che hanno un SIMBOLO addosso: camice, toga, divisa, saio, ecc.).
    La politica mi interessa ma non ho mai pensato di entrarvi per cambiarla dal di dentro; sai come la penso: ci vorrà molto tempo prima che le persone si sveglino dal loro torpore (a proposito. Ti sei andato a vedere la classificazione dell’umanità secondo Gurdjieff?).

    Dai Hiei: addirittura tirapiedi!
    http://it.wikipedia.org/wiki/Tirapiedi
    per definizione: il termine viene utilizzato per descrivere in senso dispregiativo una persona servile che fa un lavoro sgradevole.
    Mi faccio ribrezzo da solo! Passi per “servile” ma il lavoro che faccio non è sgradevole nè per me e neanche per le persone che curo.

    Per i simboli, permettimi di non essere d’accordo con te. Sarò sempliciotto ma riguardo ai simboli continuo a pensarla diversamente (Carlin inoltre parlava del simbolismo delle religioni -lui noto e dissacrante ateo- non dei simboli nel loro insieme).

    Ciao
    QWERT

    • Hiei

      “Ma tu credi che essere un consigliere comunale di un piccolo comune e per giunta in una lista civica locale, mi trasformi automaticamente in membro della gerarchia di potere?”

      E’ come se, in altri tempi, ti fossi iscritto al partito fascista per poi dire che non sei fascista perchè sei l’ultima ruota del carro…beh, tu sei quello che non trova niene di strano nei campi di contentramento in fondo… :’D

      Ricapitoliamo i vari stage della propaganda di regime al riguardo:

      – Si introducono leggi liberticide col pretesto del terrorismo
      “Eh, ma cosa vuoi che sia…”

      – Si cominciano a fabbricare campi di concentramento
      “Eh, ma cosa vuoi che sia…”

      – Si cominciano a vedere bare accatastate nei pressi
      “Eh, ma cosa vuoi che sia…”

      – Si militarizza e arma la polizia coi blindati
      “Eh, ma cosa vuoi che sia…”

      – Sui giornali cominciano addirittura ad apparire notizie che i campi di concentramento cominciano a venire attivati
      “Eh, ma cosa vuoi che sia…”

      – A genocidio conclamato…
      “Ecco, io l’ho sempre detto, ma quelli come me che denunciano le ingiustizie sono sempre pochissimi! La gente dorme, quindi si merita la dittura (nella struttura della quale lavoro stipendiato, ma per il vostro bene! :’D ), ecco!”.

      Non me ne frega niente di buttarla sul personale comunque, come TU coninui insistentemente a cercar di fare, questa te la meriti perchè insisti a rifilarmi storielle che offenderebbero l’intelligenza di una bertuccia.

      • QWERT

        Il paragone con l’iscriversi al partito fascista è un po’ fuorviante. Io sono in una lista civica di centro sinistra che governa il mio comune insieme al PD, a Rifondazione Comunista e Partito dei Comunisti Italiani (già detto a suo tempo). Ovviamente mi assumo tutte le responabilità di quello che faccio, anche perchè -come diceva Totò- il posto è piccolo … la gente mormora … (nel senso che conosco quasi tutti ed ovviamente non tutti sono d’accordo con le mie idee).
        Riguardo ai passaggi dalle leggi liberticide al compiere genocidi, sono d’accordo con te (già detto anche questo: ricordi il discorso della rana bollita?). Ho solo puntializzato che i campi FEMA in US sono presenti già da molti anni e non sono una novità (ti ho postato un indirizzo che ne parlava già nel 2012).
        Non mi sembra di aver mai approvato neanche lontanamente l’idea che la dittatura è una bella cosa. Ho detto che, purtroppo, la gente pare non accorgersi che piano piano sono tolte tutte le loro libertà (quindi quello che voglio dire è esattamente il contrario di quello di cui mi rimproveri).
        Sul fatto di buttarla sul personale: lo sai che io ascolto quello che dici con attenzione. Per temperamento sono abbastanza riflessivo e se leggo qualcosa di “pesante”, passato il primo momento, mi chiedo: potrebbe avere ragione? Per abitudine mentale non do nulla per scontato e non mi considero il vessillifero della verità.
        QWERT

        • Hiei

          “Ho detto che, purtroppo, la gente pare non accorgersi che piano piano sono tolte tutte le loro libertà (quindi quello che voglio dire è esattamente il contrario di quello di cui mi rimproveri).”

          Capisci bene che se me lo dice uno che sostiene il carrozzone statalista che porta avanti tutto ciò è dice di governare nel suo piccolo con la banda di fascisti al potere…QUELLO era il punto.

          Non ti piace il paragone col fascismo?
          Visto che sei alleato coi piddini – fingendo la cosa abbia realmente un significato – facciamone uno più moderno: è come se dicessi che sei contro il berlusconismo che distrugge il paese e che contemporanemente lavori a Mediaset…

          Possiamo anche tornare sul generale comunque – qualcuno potrebbe dire che le nostre vicende personali non interessano a nessuno. Se ci fosse ancora qualcun altro, intendo… :’D

    • Hiei

      P.S.: George Carlin fece quella battuta riguardo alla guerra del Golfo, alle bandierine e ai simboli usati per la propaganda per lo sforzo bellico, per essere precisi.

      Prendiamo nota del tuo tentativo di buttarla sul vittimismo zionism-style del povero perseguitato per la sua religione dagli atei brutti sporchi e cattivi, subdolamente ed educatissimamente come al solito. :’D

      • QWERT

        Carlin ha fatto un sacco di battute ed ha preso per i fondelli i “benpensanti” ammmerigani per molti anni.
        Non la butto sul vittimismo (anche perchè non mi pare che ci sia tutta questa gran folla che assiste alla nostra tenzone e che vorrei portarla dalla mia parte).
        Anche questo già detto: mi considero agnostico
        http://it.wikipedia.org/wiki/Agnosticismo
        quindi non posso sentirmi perseguitato per una religione che non possiedo
        Mi spiace essere considerato subdolo
        http://www.treccani.it/vocabolario/subdolo/
        non è così ma non posso fare nulla per farti cambiare idea, suppongo.
        Il fatto che sia educato è perchè sono così per natura.
        E’ estremamente raro che mi arrabbi ma quando mi arrabbio mi arrabbio sul serio.
        Ma ovviamente come ci si può arrabbiare con una persona che non conosco, di cui non posso osservare il suo viso mentre parla, di cui non conosco nulla?
        Ah si, ecco! Penso che tu metti troppo peperoncino sui tuoi arrosticini! :)

        QWERT

  • QWERT

    In effetti mi rendo conto che stando a bordo del carrozzone (come dici te)ne divento complice.
    Infatti alle prossime elezioni (tra un anno) non mi ripresento, proprio perchè l’attuale politica mi provoca un notevole fastidio.
    E pensare che eravamo partiti così entusiasti e sicuri di cambiare il mondo nel lontano 1968! ed invece siamo diventate una delle peggiori generazioni della storia recente!
    Riguardo al poco pubblico che segue le nostre elucubrazioni.
    Non sarebbe il caso di chiedere un obolo al buon Carlo visto che di fatto sia questo che il post del piano di sopra l’abbiamo portato a oltre 100 messaggi, praticamente te ed io da soli?
    QWERT

  • cele

    Ben ritrovati, grazie Santa (arrivo tardi, molto)… solo x dire che ste botte in testa :)
    http://video.corriere.it/sbatte-testa-dimentica-tutto-ma-diventa-genio-storia-che-ha-dell-incredibile/b356ce6a-fca2-11e4-9e3e-6f5f0dae9d63
    Hiei sempre in forma è, grande!!!
    Qwert ti chiese cosa ne pensi di Gurdjieff…

    • Hiei

      Gurdjeff non lo conosco abbastanza da formulare una opinione…non ti hanno detto che noi troll i libri li mangiamo? :’D

      • Anonimo

        Io credevo che mangiassi i bambini! E il cavallo lo fai abbeverare all’acquasantiera in chiesa, giusto? (o quelli sono i komunisti?)
        QWERT

  • Queste storie di persone che dopo dei traumi cranici cambiano personalità o acquisiscono nuove capacità dimostrano che sappiamo davvero poco di come funzioni effettivamente la nostra mente.

    Per quanto riguarda Gurdjieff, direi che è interessante da leggere, ma da prendere con le molle..

    • Anonimo

      Un libro molto interessante (anche se abbastanza tecnico e bello corposo -580 pagine!) è: “Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza” di Julian Jaynes (Adephi, 2012). Spazia dall’analisi linguistica dell’Iliade e dell’Odissea, alla origine della coscienza, ecc. Jaynes, morto nel 1997, è stato per molti anni Professore di Psicologia alla Princeton University. Persona estremamente colta e curiosa. Ripeto: testo un po’ ostico ma pieno di interessanti idee (Jaynes è ritenuto un pioniere delle neuroscienze).
      Gurdjieff bisogna prima metterlo nel suo luogo-tempo (contestualizzare non è mai agevole) e poi estrarne le cose interessanti che ha detto (ad esempio le quattro vie).
      QWERT

  • “Il crollo della mente bicamerale e l’origine della coscienza” è uno dei libri più importanti che abbia mai letto.
    Un must.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>