Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
10 febbraio 2008

Sete

I pesci andarono dal pesce saggio
per farsi dire cosa fosse l’acqua.
Disse loro che era la profondità
e tutto ciò che li circondava.
Ma essi continuarono ad essere assetati.

 (Nasafi)


Come pesci assetati immersi nell’acqua, un eterno vagare alla ricerca di ciò che ci circonda.
Il sapere moderno ha voluto fondarsi su quello che i sensi percepiscono, e su nient’altro, ma anche i nostri cinque sensi ci stanno tradendo.
Sensi sempre meno attenti, sempre più limitati, deboli, questo è il tempo in cui non sappiamo comprendere nemmeno ciò che riusciamo ad afferrare.
Ci è estranea la materia, figuriamoci l’essenza.
Un ottimo motivo per continuare a nuotare.

33 comments to Sete

  • elwin

    post trasudante saggezza ;)

    Concordo, senza considerare il fatto che non tutto ciò che ci circonda (a mio parere) è percepibile attraverso i sensi. Energie sottili, fenomeni ispiegabili (o come preferisco dire… “non spiegabili oggi”) e via dicendo.

    Misteri su Misteri.

    Abbraccio domenicale particolarmente stanco (sto studiando per un esame… come al solito mi riduco all’ultimo secondo e la faccenda mi scazza non poco… come vorrei aver più forza di “volontà”…)

    ;)

  • chirieleison

    Non possiamo fare altro che nuotare dentro questo acquario delle meraviglie che è la vita. Perchè solo così facciamo le esperienze che ci servono. La conoscenza che non passa dall’esperienza, che non decanta nell’anima e si trasforma in tesoro personale, non ci farà risalire in superficie.

  • SorNarciso

    E dire che c’è tanta gente che pare riesca a vivere bevendo pochissimo.

    Chissà quali sono i veri peschi fuor d’acqua..

    Ormai pare assodato che ci sono sensi meno “standard”. In più ho letto su un articolo scientifico che i sensi (compresi solo un paio di quelli “non convenzionali”) sono una quarantina.

  • anonimo

    ma anche acqua come ritorno all’origine della vita..sorta di liquido amniotico che protegge da tutto il mondo fuori..un bozzolo che ripara e imprigiona..siamo forse alla ricerca di un’ombra che ci permetta di non esistere?

  • Santaruina

    L’acqua che cerchiamo e che ci circonda nello stesso momento ci contiene e ci ripara, credo sia vero.

    Ma quello che cerchiamo credo sia l’esistere nella sua concezione più grande.

    Non trovandolo vorremmo un nascondiglio, ma è una scelta di ripiego.

    un abbraccio domenicale anche a te Elwin.

    Non spiegabili “oggi”, hai detto bene :-)

    Chirieleison, sottoscrivo.

    L’esperienza è la conoscenza, non ci si scappa.

    Un caro saluto a te :-)

    Sornarciso, in effetti il racchiudere il tutto entro i canonici cinque sensi è limitativo, molto limitativo.

    E’ una convenzione, credo.

    Un saluto a te :-)

  • babilonia61

    Solo fermando i pensieri si può ottenere, a mio avviso, la vera essenza delle cose.

    Felicità.

    Rino, nei pensieri che passano

  • anonimo

    quale specie di purificazione azzurra è narrata sotto questi umori? Questa sete che resta è come la nostalgia: inestinguibile. Più saremo immersi nell’oceano più , come i pesci, avremo sete di scoprire le infinite note musicali che dissetano il gusto della nostra vera origine-divenire. Collages infiammati di lacrime e felicità, momenti bloccati da paure , purtanto sempre in viaggio nelle nebbie luminose del cuore.follie silenziose, della mia sete graffiano i sospiri. The only rule is: suffer the pain.!!!ciao! jam

  • Santaruina

    Rino, un fermare necessario.

    Cercando di sentire l’acqua.

    Un caro saluto a te.

    jam, la tua poesia mi lascia sempre ammirato.

    Blessed be

  • 3m4

    Il vuoto, come l’acqua

  • messier

    e quando preneremo la forma del nostro contenitore ?

  • elwin

    MARE

    M’affaccio alla finestra, e vedo il mare:

    vanno le stelle, tremolano l’onde.

    Vedo stelle passare, onde passare:

    un guizzo chiama, un palpito risponde.

    Ecco sospira l’acqua, alita il vento:

    sul mare è apparso un bel ponte d’argento.

    Ponte gettato sui laghi sereni,

    per chi dunque sei fatto e dove meni?

    Giovanni Pascoli, 1892

    Quand’ero ragazzino, un’estate al mare. Tutta la mia famiglia in acqua a giocare con la palla. Mia cugina perde la fede… disperata inizia a piangere. Tutti si muovo, tutti si agitano per cercare la FEDE in fondo al mare.

    Io ragazzino, con fare sbruffone, alzo lo sguardo al cielo… se Esisti, devo trovare io l’anello! Abbasso lo sguardo… così trovai la FEDE in fondo al mare.

    Un abbraccio

  • Santaruina

    Elwin, bella questa metafora della fede persa in mezzo al mare.

    E sempre nell’acqua si ritrova, dopo aver guardato in alto…

    Messier, quando ci faremo umili?

    Ciao 3m4, come l’acqua che colma il vuoto.

    Blessed be

  • MINICHINIBLOG

    Mi sono sempre sentito un pesce fuori d’acqua. Roberto

  • elwin

    ciao Santa… non è poi tanto una metafora… il tutto è avvenuto davvero :) avevo 16 anni, molto arrogante e sicuro del mio Russell che leggevo spesso e male.. posso dire di aver trovato la FEDE in fondo al mare, ti par poco ;)

    Buongiorno carissimo

  • deborahD

    Ci sono dei “guadi ostici” si dovrebbe continuare a nuotare….verso quella riva magari lontana…ma quando ci si arriva,se ci si arriva…si trova sollievo…..Deb

  • LuceInvernale

    E se si annega?

  • LuceInvernale

    E comunque, pessimo adesivo il tuo. No, non è bello far parte dell’Italia e non voler votare. Che diamine, mica viviamo a Timbuctu, abbiamo un diritto, sfruttiamolo e non gettiamolo nel cassonetto.

  • Santaruina

    Roberto, i pesci fuor d’acqua, a volte sentono di più la sete.

    E trovano fonti inaspettate.

    A presto :-)

    Elwin, non mi pare poco per niente :-)

    E sai, a volte le cose che ci capitano, reali, nella loro realtà sono anche esse simbolo…

    Deborah, se ci si arriva :-)

    Ma cercarle è comunque un’attività più che degna.

    Comunque.

    Luceinvernale: non si annega.

    Anche nel momento di massimo smarrimento, l’istinto del nuotare non ci abbandona.

    Non si annega.

    Per quanto riguarda la questione del voto, ne volevo trattare nel prossimo post.

    Più che diritto quello del voto è la più grande presa in giro dei nostri tempi, spacciata appunto per “diritto” concessoci.

    Non è proprio così, secondo me.

    Un bacio a te.

    Blessed be

  • elwin

    la penso come Santa sulla faccenda voto.

    Personalmente considero la politica italiana con uno spettacolino di pupi siciali (non so se avete presente): non mi hanno fatto mai ridere, e non intendo avallare lo spettacolo comprando il biglietto (vale a dire votando).

    Ciao Santa

  • xtommasox

    Il piccolo delfino chiese: “Papà, che cos’è loceano?”

    Il padre che non aveva mai visto l’oceano, ma in cuor suo lo sentiva quando respirava e lo percepiva quando spingeva a fondo con la pinna dorsale gli rispose: “Vieni… giochiamo con le onde.”

  • Morganne

    Continuiamo a pensare che abbiamo solo 5 sensi, è questo sarà la nostra realtà.

    mille e un bacio !

  • Santaruina

    Elwin, ho appena scritto qualche riflessione sul “voto”.

    A presro :-)

    Tommaso: molto saggio il papà delfino, non trovi?

    Morganne, un grande bacio a te.

    Blessed be

  • anonimo

    Speriamo che a forza di nuotare nelle acque, di non incontrare e non essere pescati dalle reti del capitan findus, l’idea di essere messi su un piatto non e il massimo del futuro….

    ma si che potrebbe capitare di peggio mmm meglio non pensarci :-/ beviamoci su’…….

    firmanto capitan forchetta

  • Santaruina

    pescati dal capitan findus, che fine poco dignitosa.. :-)

  • Wolfghost

    Bel post. Concordo. D’altronde, in qualche modo, abbiamo già affrontato questo argomento, non è vero? :) E’ quello della trasmissibilità (o intrasmissibilità) della conoscenza.

    “La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia.” – Hermann Hesse

  • Santaruina

    diciamo che un certo tipo di saggezza è contagiosa.

    Ma occorre avvicinarsi col cuore aperto.

    sempre per rimanere nell’ambito allegorico.

    Blessed be

  • 6by9add6add9

    Chi dei soli 5 sensi vive puo’ cadere nella trappola dell’incompresione umana e rimane nelle profondita’.., si puo’ provare volonta’ permettendo a spingersi oltre il quinto e vedere se c’e’ qualcosa d’altro., io scommentto che c’e’… ma andare oltre sicurameente e’ possibile a tutti ma non permesso a molti.

  • LuceInvernale

    Morganne, ho trovato il sesto senso: la curiosità.

  • Santaruina

    6by9add6add9 : non è permesso a molti

    probabilmente è così; ci sono dei rischi, forse, a cui si può incorrere.

    Un saluto a te :-)

  • 6by9add6add9

    Chi non risica non rosica. :)

    un tenero saluto anche a te.

  • Santaruina

    risichiamo prudentemente, allora :-)

    Blessed be

  • Mementobscuro

    questi tuoi post sono i miei preferiti. un minuto per leggerli e una settimana di riflessioni garantite sulla questione ^_^

  • Santaruina

    Mementobscuro, benritrovata :-)

    felice di rileggerti.

    Blessed be

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>