Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
29 gennaio 2010

Strani antisemiti in Grecia

La sinagoga di Chanià

Giovedì 20 Gennaio l’autorevole Wall Street Journal pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo “La vergogna della Grecia moderna“.
“I ripetuti attacchi incendiari in una sinagoga in Grecia dimostrano che la Turchia non è la sola nazione Mediterranea afflitta da anti-Semitismo.”

Cos’era successo?
Era accaduto, in effetti, qualcosa di assai grave: la sinagoga della città di Chanià, in Creta, era stata attaccata due volte nell’ultimo mese.
Profanata da ignoti già il 3 Gennaio, la sinagoga veniva incendiata nuovamente il 17 Gennaio, con un atto vandalico barbaro e vergognoso.
Il Wall Street Journal, tra gli altri, coglieva l’occasione per sferrare un duro attacco nei confronti della società greca, percorsa, a suo dire, da uno strisciante antisemitismo.
L’articolo citato si soffermava anche nel segnalare come fossero stati dei non greci ad impegnarsi nel salvataggio del luogo di culto, e precisamente un giovane albanese ed un marocchino.Gli attacchi al popolo greco da parte dell’articolista non si risparmiavano:
“La Grecia soffre della mancanza di una leadership morale, religiosa e sociale in grado di denunciare la vergogna dell’antisemitismo, che si tratti di vandalismo o del banale paragonare Israele con i nazisti da parte dei media”
Parole dure, che proseguivano col denunciare l’ignoranza del popolo greco di fronte alla propria storia e al rapporto della comunità greca con quella ebraica in passato.
Una grande lezione di civiltà, non c’è che dire, da parte dell’autorevole giornale americano.
Parole però pronunciate forse con troppa fretta.

E’ successo, infatti, che analizzando i nastri registrati dalle telecamere di sorveglianza di alcuni negozi presenti nella stessa via della sinagoga, si è scoperto che gli autori degli incendi erano degli insospettabili.
Più precisamente, si è scoperto che si trattava di due giovani americani in stanza nella base Nato di Souda, nei pressi di Chanià, aiutati da altri due britannici, anch’essi di stanza nella stessa base, e da un greco che lavora sempre, chi l’avrebbe mai detto, per la medesima base.
Gli alti vertici militari americani si stanno ora muovendo a livello diplomatico per ridimensionare la questione.

Una situazione davvero curiosa.

 

33 comments to Strani antisemiti in Grecia

  • Santaruina

    Si chiama false flag, comunque.
    Occorre anche aggiungere che il Wall Street Journal, e tutti i suoi simili, possono fare un bel mucchietto delle loro accuse di antisemitismo e delle loro lezioni di civiltà ed inserirsele nei luoghi più appropriati.

  • anonimo

    Il 31 luglio 2007 la News Corporation di Rupert Murdoch ha acquisito la proprietà del giornale rilevandolo dalla Dow Jones & Company, l’azienda che cura gli indici di Borsa di New York.

    Preso da Wikipedia, non aggiungo altro.

    Fabiano

  • anonimo

     Se non altro si capisce bene da questo episodio chi sia senza leadership morale, religiosa e sociale…

    Zodiacus

  • Chapucer

    prima mi assaporo bene l’immagine…
    adoro le facciate bianche della Grecia :-)
    Blessed be!

  • Infettato

    Non riesco a capire con quali proporzioni sia stata sbugiardata questa "zozzata", una volta smascherata.

    Ot Strano anche il movimento economico IMPOSTO sul debito della Grecia.
    Ciao Roberto

  • anonimo

    Patetici, ma non è una novità, purtroppo.

  • anonimo

    C”è un’agenda che prevede la progressiva perdita di sovranità degli stati nazionali:
    La Germania sogna un nuova e pericolosa Europa
    http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2010/1/29/FINANZA-La-Germania-sogna-un-nuova-e-pericolosa-Europa/64011/
    Il “golpe” della Bce minaccia i cittadini d’Europa http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=63807

     

     

  • anonimo

    C”è un’agenda che prevede la progressiva perdita di sovranità degli stati nazionali:
    La Germania sogna un nuova e pericolosa Europa
    http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2010/1/29/FINANZA-La-Germania-sogna-un-nuova-e-pericolosa-Europa/64011/
    Il “golpe” della Bce minaccia i cittadini d’Europa http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=63807

     

     

  • Santaruina

    Non riesco a capire con quali proporzioni sia stata sbugiardata questa "zozzata", una volta smascherata.

    Da quello che ho letto nei giornali on line greci la vicenda viene trattata con una certa "prudenza".
    C’è qualche giornale che timidamente quasi chiede scuse ufficiali ai giornali americani, mentre altri blogger si esprimono in maniera più diretta.

    La faccenda comunque è grossa, tanto grossa da non poter che finire insabbiata.

    Giungono nel frattempo degli aggiornamenti: l’americano a capo del gruppo si era rifugiato nella base nato prima di essere arrestato e da lì è stato portato in Italia dalla marina militare statunitense.

  • anonimo

    in altri tempi ci si poteva montare un caso tipo incendio del reichstag o per andare ai giorni nostri l’11settembre! Ciò induce quindi un certo ottimismo, anche perchè ci sono potenze anche abbastanza forti contrarie agli illuminati e non so perchè ma la Russia credo sia una di queste.
    Mi viene in mente come molte predizioni e profezie di diversi culti vedano la Russia come speranza del mondo, mi viene in mente Fatima e Cayce e come nelle predizioni fosse chiaro che non ci si riferiva al comunismo…
    Probabilmente la cacciata dei bolscevichi prima e poi di diversi rampanti speculatori dell’alta finanza occidentale, abbiano in un certo qual modo cambiato i destini del mondo…

  • anonimo

    complimenti per queste chicche che dai media nostrani non ci arrivano.

    formich.

  • Santaruina

    Mi viene in mente come molte predizioni e profezie di diversi culti vedano la Russia come speranza del mondo

    Anche in Grecia è un mito assai diffuso quello della salvezza che arriverà dal "popolo biondo" identificato coi russi.

    _______________________

    Ciao Formich.
    un saluto a te.

  • toporififi

    Forse la Russia è una vera speranza, ma sarà difficile proteggersi dai pogrom, mediatici o reali, credo che non aver appoggiato l’aggressione nato alla Serbia abbia attirato sulla Grecia delle attenzioni non proprio rassicuranti.

  • anonimo

    A me personalmente i Russi non infondono una grande fiducia ne gliela ripongo. La razza slava che io sappia non e’ mai indicata come una spreanza per il futuro anzi…

    Zodiacus

  • anonimo

    non è questione di razza (né di religioni) ma di cricca-elite che è al comando ed ha una precisa ideologia (anzi probabilmente è la stessa cricca che le ha inventate le ideologie).

  • anonimo

    E’ una delle tecniche preferite degli USA quella di seminar zizania per poi arrivare a litigio finito a promuovere pace e fratellanza. Vedo una parallelismo con le tecniche belliche degli antichi imperi come i romani o quello spagnolo dei conquistadores. Se non c’era una crisi, la creavano per poi promuoversi come garanti e intermediari, sino ad arrivare a partita finita e sconfiggere il vincitore oramai indebolito dalla lotta. In Grecia si sta verificando la stessa cosa. E’ una nazione nell’orlo del baratro (credo che loro abbiano sentito moltissmo l’effetto della crisi) e c’era l’esercito nelle starde sino all’altro giorno a sedare rivolte stundentesche e cittadine. Ci mancava solo l’accusa di antisemitismo per buttare altra legna sul fuoco.

  • toporififi

    La razza slava… qualcuno potrebbe chiedere a Zorro di farla finita di parlare di razza in questi termini, ho paura che prima o poi salti fuori che ho un trisavolo ebreo o zingaro o addirittura slavo e finisca per convincermi che mi sono preclusi gli stati superiori dell’essere.
    Quanto al popolo slavo, mi sembra che storicamente abbia dimostrato di essere un baluardo eroico contro le invasioni dei popoli delle steppe asiatiche, che si chiamino tartari o turchi, pagando un prezzo così alto che meriterebbe maggior rispetto.
    Prezzo destinato a salire, a quanto pare.

  • Santaruina

    In effetti parlare di razze ha poco senso, ieri come oggi.

    La nazione russa poi nasce con lo stanziamento di popolazione vichinghe provenienti dal baltico che scesero nelle terre intorno all’attuale Kiev e si "fusero" con le popolazioni locali protoslave, chiamiamole così.

    Comunque sia, anche io ritengo assai ingenuo, per usare un eufemismo, il discorso sulle razze alla maniera di Evola, per intenderci.

    La razza bionda di sù, la razza semita di là, la razza slava di qua, la razza negra di giù..

    Posso concepire i sentimenti nazionali, quel che accomuna delle persone che condividono una lingua, una cultura, e che si riconoscono in un passato comune.
    Ma questo è del tutto indipendente da questioni di "razza", sia che tale termine riguardi caratteristiche fisiche o elementi "dello spirito".

    Detto questo, ritornando alla questione della Russia, occorre ricordare che per quanto riguarda la Grecia esiste un legame storico molto forte tra le due nazioni.
    Innanzitutto, fu Ivan III, il primo grande sovrano della grande Russia unita a proclamarsi erede degli Imperatori Bizantini, rivendicando così una continuità con l’Impero di Costantinopoli.

    Inoltre, esiste una "fratellanza" tra i popoli greco, russo e serbo , molto sentita, dovuta alla condivisione della religione ortodossa.
    Fu questo il motivo per cui la Grecia non partecipò ai bombardamenti della nato voluti da Clinton contro la Serbia.

     

  • anonimo

    Invece per me il senso di appartenenza ad una razza ha una valenza molto importante e pure i cicli storici e Tradizionali sono legati al predominio di una razza. Sono i sentimenti "nazionali" ad essere totalmente artificiosi.
    Chiedete ad un cinese cosa significa razza…
    Conosco bene la razza slava sia per questioni geografiche, lavorative e di sangue quindi a differenza dei soliti perbenisti da antologia scolastica ne parlo per cognizione di causa e non per questioni di razzismi. Non mi pare che la ex-Macedonia sia in buoni rapporti con la Grecia e la Guerra nei balcani non e’ stata solo il bombardamento della Nato sulla Serbia ma una serie di guerre feroci ed atroci che per chi conosce bene i luoghi sa di che cosa si e’ trattato . Prima degli americani in Afganisthan in guerra non c’erano forse i russi? 
    Consiglio i roditori di fare un giro a Vukovar, in Lika,  Mostar, Pristina  a vedere ancora i segni di una guerra che si e’ svolta ben dopo le invasioni dei turchi e le guerre puniche. E chi erano in questo caso i baluardi?

    Zodiacus

  • anonimo

    La speranza per il futuro non sono i Russi ma sono le magnifiche donne russe, come ben aveva capito Alexis Zorba e se io fossi stato piu’ saggio, come lui, avrei seguito il suo esempio invece di abitare fra questi mostri travestiti da donne per causa delle quali gli inglesi erano e sono disposti a farsi sbudellare in qualsiasi angolo recondito ed inesplorato ed a sfidare la morte per anni piuttosto che tornare a casa.  Ovvero il colonialismo anglosassone e’ figlio delle virago insulari.

    Per quanto riguarda la bellicosita’ folle degli slavi, beh,si chiamano cosi’ perche’ sono stati selezionati come schiavi proprio per quello.  Quando non sono intenti a salvare l’occidente (Venezia e la Nuova Venezia) dagli orchi delle steppe quei ragazzi non sanno stare con le mani in mano….

    PikeBishop

  • ProEuropa

    «False flag» a Creta: gli antisemiti provengono dalla base Nato

    [..] dal blog Tra Cielo e Terra (del 29 gennaio 2010): Strani antisemiti in Grecia Giovedì 20 Gennaio l’Wall Street Journal pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "La vergogna della Grecia mod [..]

  • ProEuropa

    «False flag» a Creta: gli antisemiti provengono dalla base Nato

    [..] dal blog Tra Cielo e Terra (del 29 gennaio 2010): Strani antisemiti in Grecia Giovedì 20 Gennaio l’Wall Street Journal pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "La vergogna della Grecia mod [..]

  • Santaruina

    Ovvero il colonialismo anglosassone e’ figlio delle virago insulari.

    Ciao Pike
    E’ una delle spiegazioni più ragionate del colonialismo anglosassone che abbia mai sentito.

    A presto

  • trotzkij

    Antisemitismo Made in NATO – Strani antisemiti in Grecia

    [..] Santaruina Giovedì 20 Gennaio l’autorevole pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "". “” Cos’era successo? Era accaduto, in effetti, qualcosa di assai grave: la sinagoga [..]

  • trotzkij

    Antisemitismo Made in NATO – Strani antisemiti in Grecia

    [..] Santaruina Giovedì 20 Gennaio l’autorevole pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "". “” Cos’era successo? Era accaduto, in effetti, qualcosa di assai grave: la sinagoga [..]

  • anonimo

    tante belle bufale; anche quella di Elie Wiesel denunciato come impostore da un "vero" sopravissuto di Buchenwald; ma del resto siamo nell’epoca della falsificazione totale…

  • Santaruina

    Linucs su xiaodongpeople le raccoglieva tutte qualche tempo fa.

  • Santaruina

    Linucs su xiaodongpeople le raccoglieva tutte qualche tempo fa.

  • bernarasta

    Strani antisemiti in Grecia

    [..] Giovedì 20 Gennaio l’Wall Street Journal pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "La vergogna della Grecia moderna". Cos’era successo? Era accaduto, in effetti, qualcosa di assa [..]

  • bernarasta

    Strani antisemiti in Grecia

    [..] Giovedì 20 Gennaio l’Wall Street Journal pubblicava un articolo molto duro nei confronti della nazione greca, dal titolo "La vergogna della Grecia moderna". Cos’era successo? Era accaduto, in effetti, qualcosa di assa [..]

  • anonimo

    @utente anonimo#23

    Elie Wiesel non è nemmeno Elie Wiesel…

    L'unica bufala è il 'presunto' 'olocausto' ebraico.

    Tommaso Baldi

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>