Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
8 novembre 2007

Un piano, una corrente II

[gli autori] sono fra coloro che pensano che la deviazione moderna […] deve necessariamente corrispondere a un “piano” ben congegnato, e cosciente per lo meno in coloro che dirigono tale “guerra occulta” […]
ci sono (in questo libro) passi che toccano abbastanza da vicino […] certe verità riguardanti la “contro-iniziazione”: è totalmente vero che, in un tal caso, non si tratta di “interessi” qualsivogliano, interessi che possono servire soltanto a muovere volgari strumenti, ma di una “fede” che costituisce “un mistero metapsichico insondabile per l’intelligenza, quand’anche elevata, dell’uomo comune”; e non è meno vero che “esiste una corrente di satanismo nel mondo”

René Guénon scrisse queste parole in un articolo pubblicato sulla rivista “Il velo di Iside”, nel 1936, recensendo il libro “le guerre occulte” di E.Malynski e L. De Poncinis.
Una riflessione questa dell’autore francese che merita molta attenzione.
Quando cerchiamo di capire le motivazioni che muovono coloro che esercitano il potere, non possiamo non pensare al denaro, al potere in sé, al senso di onnipotenza che il decidere per la sorte dei propri simili può dare.
Tutto ovviamente vero, ma vi sono dinamiche che a tutto questo sfuggono.
Guénon parla di una fede, un mistero metapsichico insondabile per l’intelligenza, quand’anche elevata, dell’uomo comune.
La ragione spesso non è sufficiente per poter comprendere appieno l’origine di certi avvenimenti che segnano la storia.
Per alcuni di essi si è parlato di banalità del male, ma ciò che a monte originò i più truci eventi che l’umanità ha conosciuto risulta ancora un mistero insondabile.

…e non è meno vero che “esiste una corrente di satanismo nel mondo…

Una fede.
Il XX secolo ci ha insegnato che la fede e la religiosità sono prerogative degli strati meno istruiti della società, di coloro la cui limitata comprensione spinge a rifugiarsi in superstizioni indimostrabili che danno un senso a tutto quello che la razionalità non sa spiegare.
E ci è stato anche insegnato che la cultura e l’istruzione possono liberare l’uomo da tali superstizioni.
Così l’individuo mediamente colto, libero dalle antiche credenze, comprende che chi detiene il potere, chi ha dimostrato capacità o spregiudicatezze tali da raggiungere le vette del potere, a maggior ragione sarà tra coloro che più sono liberi da tali arcaici condizionamenti.
Tuttalpiù, l’uomo di potere fingerà una finta devozione perché riconoscerà nella religione un ottimo strumento per controllare le masse.
Vi è una lunga tradizione positivista che rilegge tutta la storia delle religioni in tale ottica: strumenti di potere, strumenti di controllo delle masse.
Ciò che invece Guénon suggerisce è che “ai piani alti” vi sia una religiosità, una religiosità alla rovescia, ma pur sempre una fede.
Una possibilità.
Indimostrabile.
Ma verosimile.

Se per pura ipotesi prendessimo per vero il pensiero di Guénon, ci troveremmo di fronte ad una élite che segue una fede ben precisa.
Sempre per pura ipotesi, potremmo provare ad immaginare come questa élite si comporterebbe, e quali sarebbero i suoi obiettivi.
Guénon parla di “satanismo”.
Il satanismo di cui si tratta differisce alquanto da quello che popola l’immaginario collettivo, che vede per protagonisti giovani sbandati, musica heavy metal e riti officiati nei cimiteri.
Questa è la parte più coreografica del tutto, non certo marginale, ma il satanismo è essenzialmente una fede con dei fondamenti, con una ideologia, con una logica.

Il satanismo consapevole è il culto di Lucifero, una chiara presa di posizione a favore dell’Angelo che si ribellò al Creatore, quel Creatore giudicato malvagio, in quanto tiranno e plasmatore del mondo materiale, in cui regnano il dolore, la decadenza e le sofferenze.
Lucifero è visto come colui che osò ribellarsi a questo creatore, e la nuova era che si attende sarà posta sotto il suo segno.
Dal momento che il mondo materiale è frutto dell’opera malvagia di un creatore oppressivo, ogni atto che porta alla dissoluzione di questo mondo diviene un “bene”.
Guerre, genocidi, stermini, tutto contribuisce alla dissoluzione di questo mondo destinato alla rovina, tutto aiuta al raggiungimento più rapido della nuova era.
Se, sempre per ipotesi, supponessimo che persone che professano tale fede – e persone del genere, certamente, esistono – avessero anche la possibilità di mettere in opera la loro volontà, cosa vedremmo intorno a noi?
Vedremmo guerre, stermini, genocidi, distruzione.
Vedremmo sofferenze che non riusciremmo a spiegarci, non con la nostra logica di persone comuni.

E si tratterebbe di un culto celebrato nell’ombra, non visibile, perchè la menzogna ne sarebbe tra i fondamenti imprescindibili.
Sarebbe retto essenzialmente sulla menzogna.
Così avremmo capi potenti che parlano di pace mentre scatenano l’inferno in terra, la giustizia verrebbe continuamente menzionata proprio da coloro che della diseguaglianza farebbero la loro bandiera.
Avremmo capi dagli occhi gelidi che dicono di agire per il nostro bene mentre fanno di tutto per rendere le nostre vite miserevoli.
Sarebbe uno scenario spaventoso, a cui non sapremmo dare una spiegazione.

Ora, fuor di metafora, questo scenario spaventoso è quello che ci ritroviamo intorno quando troviamo il coraggio di alzare lo sguardo ed osservare gli eventi che ci circondano.
Un mondo la cui assurdità rischierebbe di mettere a repentaglio la nostra sanità mentale, se solo ci soffermassimo eccessivamente nel riflettere sulle dinamiche che generano questi avvenimenti.
Perchè mancherebbe la logica di fondo.
Ed ancora più nello specifico, la visione di un Guénon una logica, terribile, la fornisce.
Talmente spaventosa che una mente mediamente sana preferirebbe rifugiarsi nel non senso della illogicità.
Una visione che spiegherebbe molte cose, ma indimostrabile.
Perchè non si possono afferrare le ombre.
Ma per quanto chi si muove nell’ombra risulti invisibile, nondimeno dissemina per strada degli indizi.
Indizi che portano ad una sola conclusione.

la deviazione moderna […] deve necessariamente corrispondere a un “piano” ben congegnato, e cosciente per lo meno in coloro che dirigono tale “guerra occulta”

Comunque sia, non prevarranno.

31 comments to Un piano, una corrente II

  • anonimo

    può darsi…è possibile che sia così…

    ma sarebbe una cosa per pochissimi. La cosa geniale è che il meccanismo funziona perfettamente da sè..

    La vittoria l’hanno raggiunta quando ha prevalso il pensiero debole e, tolto ogni appiglio, hanno cominciato a diramare tramite i media gli stati di spiriti voluti.

    A MENO CHE (purtroppo c’è) questa tendenza alla dissoluzione, alla mollezza una volta raggiunto il benessere, non sia il naturale andamento delle cose umane.

    Non si escludono a vicenda, tuttavia.

  • Vi0la

    Comunque sia non prevarranno?

    Mi pare, ogni volta che alzo gli occhi, che lo stiano già facendo abbastanza e che invece, se dietro a tutto questo ci fosse qualcosa di vero, siano sulla buona strada.

    Detto così, da una persona che non pretende di “sapere” ma che ormai vive più che altro cercando di non alzarli proprio gli occhi…

    (OT: il gineceo no, ti prego :P)

  • messier

    Caro Santa, se non lo hai ancora fatto, corri a vedere l’ultimissimo film di F.F. Coppola, “Youth Without Youth”… E’ un’opera che lascia stupefatti, un’opera assoluta, e accende un faro enorme su ciò che noi andiamo esplorando…

  • iperhomo

    Bravo. Così si parla.

    Non praevalebunt, certo (tant’è che non riesco a capire come facciano a continuare a provarci, visto che, non essendo proprio stupidi, sanno come andrà a finire). Ma, prima, ci tapperanno la bocca. È forse è solo questo che li attira, il gusto dell’oppressione.

  • Spennacchiotto

    Un libro che forse ti può interessare – se non l’hai già letto – è “L’eletta del Dragone” di Clotilde Bersone.

    La Bersone fu l’amante del Presidente Garfield, che passò molto tempo a Parigi perché era a capo della loggia locale e tornò in USA definitivamente poco prima di essere eletto Presidente – quando si dice il caso… poi fu ucciso, ma questa è un’altra storia: ci fu uno che gli sparò a bruciapelo e lui morì solo dopo mesi di agonia…..

    Comunque la Bersone racconta le sue esperienze in loggia…. A volte si ha l’impressione che lei non ci fosse mai stata e che inventasse sulla base però di quello che intuiva della sue frequentazioni … un po’ stile “teste Omega” per chi conosce la logica che hanno seguito i magistrati che si occuparono di alcuni noti processi..

    Certo è che nel libro il Dragone c’è eccome…. e ovviamente tutto quanto attiene a poteri politici occulti … :-)

  • Airel81

    Hai una capacità di sintesi straordinaria. Come il post su Lucifero, anche questo mi è stato prezioso. Una mano nera ed occulta è all’opera, a quanto pare. Altro non si può fare che pregare e raccogliere le bricioline (lo fa apposta?) che si lascia dietro. Da qualche parte condurranno.

    Ciao Santa

  • Vautrin

    Io non ci trovo nulla di illogico.

    La frase che citi in fondo, poi, è lampante… stento a pensare possa essere diversamente.

  • Vautrin

    Ah, scusa, dimenticavo: l’ho letto tutt d’un fiato, bravo come sempre!

  • Santaruina

    Andrea, esatto, le due cose non si escludono, anzi direi che sono conseguenti.

    Vi0la, il fatto che non prevarranno è certo, la loro vittoria effimera.

    Nel frattempo sono disastri…

    Messier, andrò a vedere :-)

    Caro Ipo dici bene, il gusto dell’oppressione.

    E forse davvero credono che verranno “premiati”.

    Spennacchiotto, libro essenziale.

    Difficle separare il vero dal fantasioso, ma credo che l’atmosfera di sottofondo sia del tutto credibile.

    Le bricioline, Airel, al momento pesno che siano sparse volutamente.

    Questo fa riflettere.

    Vautrin, sempre gentile :-)

    La mpante, ma dura da accettare.

    Un saluto a tutti.

    Blessed be

  • anonimo

    ma non sarà, Carlo, mi chiedo io, che lo stiamo nominando e ne stiamo parlando un pò troppo di ‘sto lucifero? Sono serio.

  • anonimo

    tks, leggo, rileggo, cerco…

    vincenzo

  • PaulTemplar

    La tua analisi è logica e stringente.

    I potenti utilizzano sempre le armi a disposizioni,e le piegano al loro volere.

    Lo fece Hitler,che era ateo e che tuttavia si guradò bene dall’attaccare la chiesa,pur uccidendo comunque un bel numero di addetti al clero.

    Sulle motivazioni di fondo che portano alcuni uomini alla ricerca del potere assoluto,l’analisi presenta in effetti tutti gli aspetti del dietro le quinte.

    Ci sono anche afflizioni patologiche,in alcuni casi.

    Sete di potere,esaltazione dell’io sono comunque le più potenti molle.

    Ciao

    Paul

  • messier

    @ Paul Templar

    La megalomania patologica e l’esaltazione dell’Io (in Italia ne abbiamo un esempio paradigmatico…) NON bastano ad arrivare là dove arrivano questi personaggi…

  • Airel81

    Scusa Paul, mi qui megalomania, sete di potere… etc. non c’entrano un bel nulla. Vi è ben altro all’opera. Forze antichissime che premono per la realizzazione di piani difficilmente comprensibili da chi ha l’occhio “moderno” figlio di questo secolo (che altro non è che una sgualdrina che ha venduto la sua anima e si è lasciato corrompere).

    Figli del tempo, dobbiamo avere la forza di uscire dal tempo, dobbiamo avere la forza (l’arguzia) per vedere ciò che del tempo si serve senza rimanerne schiavo.

    Per questo certe logiche non sono immediatamente individuabili: iniziano chissà quando e puntano verso un realizzazione globale che noi, nel nostro piccolo, non possiamo nemmeno immaginare.

    Ci vuole “fede” mio caro Paul, o c’è l’hai e capisci, o sei solo un’altro schiavo dell’altra fede, e mai potrai capire. Cercherai di spiegare, di analizzare… ma non vedrai mai oltre il velo che ostinatamente ti rifiuti di accettarne persino l’esistenza.

    Ciao Santa carissimo

    Ciao Paul, ovviamente il mio discorso è in generale, non sentirti attaccato in prima persona.

  • Airel81

    x il commento 10:

    non credo se ne parli mai abbastanza. Come si può scovare il nemico e guardarlo bene negli occhi se si ha paura di lui? Una solenne promessa è stata fatta, molti secoli fa…dunque che temiamo? Parlarne, deriderlo, studiarlo e “capire” la logica che muove i “mondi”.

    Ciao a tutti e due

    :)

  • Santaruina

    Condivido il cuore delle considerazioni di Airel.

    Airel dice “è una questione di fede”.

    Quello che mi sento di dire, ancora una volta, è proprio il fatto che da un punto di vista strettamente “razionale” queste dinamiche non trovano logica.

    E mai ho trovato analisi strettamente razionali che dessero risposte soddisfazioni.

    si badi bene che al fine del disorso non è nemmeno necessario che si “dimostri” l’esistenza di forze superiori; è sufficiente supporre che vi siano persone che a queste forze credano, vere o false che siano le loro convinzioni, e che agiscano di conseguenza.

    Questo è un passaggio importante.

    Blessed be

  • MINICHINIBLOG

    Santaruina , la risposta al problema che poni esiste.Ma non so se è il caso di dire certe cose in modo esplicito.Diciamo che secondo la tradizione islamica il dajjal(l’anticristo) instaurerà un governo mondiale satanico con il sovvertimento di tutti i valori spirituali e morali dell’umanità.L’occidente liberalcapitalista è semplicemente una gigantesca macchina di potere demoniaca la cui elitè sta coscientemente preparando l’avvento dell’anticristo.La guerra è già cominciata.Non per niente scorre sangue a fiumi in Afghanistan ogni giorno.L’Afghanistan è chiamato Khorassan(una regione che comprende sia parti dll’Iran sia dell’Afghanistan) nella letteratura degli hadith (detti del Profeta) e si parla combattenti con la bandiera nera che saranno i precursori e gli aiutanti dell’Imam Mahdi(a.s) , colui che , assieme a Gesù, libererà la Palestina , farà tornare la Turchia al governo islamico e conquisterà Roma.Il controllo e la schedatura totale del genere umano avviata dagli occidentali con il simbolo del’occhio delle telecamere onnipresenti (il dajjal avrà solo un occhio) e il sovvertimento dei tradizionali ruoli fra i sessi con la distruzione della tradizionale figura maschile eterosessuale e la distruzione dell’autorità paterna sono solo alcune delle molteplici politiche criminali e totalitarie contronatura (e quindi contro l’ordinamento divino del mondo) praticate dall’occidente satanico assieme alla campagna per imporre il laicismo per desacralizzare la società che in questa maniera sarà succube del dominio della tecnica,della usura del sistema bancario e della unica religione permessa nello spazio pubblico:l’ideologia liberalcapitalista.Tutto qusto che sto dicendo è pane comune dei libri ,delle conferenze e delle prediche dei musulmani del giorno di oggi.Stranamente in occidente dove si parla di libertà di stampa (una fiaba, sono sempre gli stessi a controlare i mass media) non appaiono mai questo genere di libri ,interviste o articoli sui giornali o in televisione.Cosi come non si mostrano le immagini e gli avvenimenti delle battaglie e dei morti quotidiani sui vari fronti di guerra contro l’Islam aperti dai nemici di Dio che hanno i potere totale in occidente.Con la messinscena teatrale dell’undici settembre hanno creato la giustificazione per un aggressione perenne all’unica visione del mondo non integrabile negli schemi ideologici e filosofici (definiti falsamente come “universali”) , hanno creato la scusa per scatenare la guerra alla religione di Dio , all’Islam.I musulmani sono l’unica categoria che in occidente e nel resto del mondo finisce tranquillamente diffamata ,arrestata e processata ,espulsa e deportata fatta sparire in campi di concentramento in cui si pratica la tortura , senza che nessuno intervenga a ricordarsi della tolleranza e dei diritti umani e della legalità internazionale tanto declamata in modo unilaterale ed ipocrita.In Italia parecchi musulmani hanno subito persecuzioni poliziesche per opinioni politiche e religiose espresse in forma privata.Un musulmano deve stare attento a quello che dice.Per lui la libertà di opinione e parola non esiste.Sarebbe da chiedersi come mai l’Islam da cosi tanto fastidio all’elitè di potere che domina i regimi satanici delle società occidentali.Perchè coloro che uccidono civili musulmani e torturano prigionieri musulmani non vengono processati e condannati per terrorismo e crimini contro l’umanità ma vengono premiati ed applauditi.La verità è che l’Islam da fastidio ai seguaci di satana i quali hanno mobilitato tutto il loro potere mondano , di propaganda massmediatica,economico e militare per fare la guerra all’Islam.Non c’è altra soluzione che vegliare in preghiera ed apettare l’avvento dell’Imam Mahdi e il ritorno di Isa(a.s) , i quali sconfiggeranno le forze del male del dajjal (anticristo) e porteranno la pace e la giustizia a tutto il mondo. Roberto Minichini (Hassan Omar)

  • qualquna

    Una riflessione molto interessante,

    una lettura che lascia a pensare!

    sempre bravo!!

    un caro saluto e

    una serena fine settimana!

    ciao!

  • Santaruina

    Roberto, ti ringrazio per questo contributo, che espone molto bene il punto di vista dell’Islam Tradizionale sulla questione.

    Verrò nel tuo blog per approfondire il discorso :-)

    Qualquna, sempre gentile :-)

    Una buona domenica anche a te.

    Blessed be

  • anonimo

    continuate, fra qualche tempo arriverò, ma lunga è la strada che ho da fare per “vederlo”. Continuate in queste discussioni interessanti, sto seguendo anche quella sul blog di roberto. Vorrei intervenire ma non posso, mi serve tempo.

    Buonanotte

  • anonimo

    inutile dire che chi scorda di firmare sono sempre io.

    vincenzo

  • anonimo

    Sono affermazioni a cui difficilmente riesco a credere.

    Forse perchè non ho fede.

    Diciamo che sono più propenso a pensare, che forse, il fatto del voler guidare e usare la religione (quella corrente) per i propri scopi e guidare le masse sia un problema molto più VERO del satanismo al potere.

    (certo che se stanno realmente facendo tutto ciò, è un broblemone.

    E chi vi dice che non prevarranno?)

  • Santaruina

    diciamo che per quanto difficili da concepire, queste storie hanno un senso ed una logica, che spiegano fatti altrimenti inspiegabili, razionalmente.

    e comunque, no, non prevarranno :-)

  • anonimo

    Da:

    http://cosco-giuseppe.tripod.com/mitologia/dossier.htm

    < [i](...) il New Age è, sempre più frequentemente, accusato di diffondere il satanismo. Una prova del legame che esisterebbe tra questo e il culto del diavolo ci viene offerta dal regista Kenneth Anger, appartenente alla Chiesa di Satana. Anger, nella presentazione al suo film Lucifer rising (...) ha dichiarato:
    “E’ un film sulla generazione dell’amore. La festa di compleanno dell’Età dell’Acquario, che mostra le attuali cerimonie per far risorgere Lucifero. Lucifero è il dio della luce, non il diavolo. E’ l’angelo ribelle che agisce dietro gli eventi del mondo di oggi.”

    Così dice del demonio questo importante esponente del movimento della Nuova Era. Segni inquietanti dei tempi, dell’avvento del nuovo Millennio, che, nelle sue confusioni di nuove pseudo-religiosità, con le loro liturgie planetarie, ha smarrito l’autentico rapporto col sacro, nella pilotata e devastante diffusione delle più diverse forme di occultismo nero e “satanismo”.[/i] >

    _gaia_

    (che s’è ricordata di firmarsi! aspettatevi neve a quote planiziali..)

  • anonimo

    ehm.. chiedo scusa

    mi sono ricordata di firmarmi, ma non di usare il tag anziché [i] :-/

    ..niente neve a quote planiziali :-D

  • Santaruina

    Il sempre rimpianto Cosco…

    I suoi scritti all’epoca fecero da apripista a molte ricerche su tali argomenti.

    A presto

    p.s.: fortunatamente in extremis sei riuscita ad evitare precipitazioni inopportune… :-)

  • anonimo

    Ciao, sono @lice del Blog Oltrelospecchio.

    Anche io in questo periodo sto facendo le stesse riflessioni (che i Burattinai fossero Luciferini l’avevo capito da un po’, ma sto approfondendo la questione): mi è capitato un libretto sullo gnosticismo, uno di quello non "complottiosti", piccolo ma ben documentato.
    Si parla della selva dei vari tipi di gnosticismo, da quelli più classicamente dualisti, a quei rari monisti, per passare ai Luciferini (e a tante altre diramazioni); la cosa interessante è notare che la maggior parte dei culti gnostici luciferini non adoravano un Lucifero malvagio, ma fra loro c’era una corrente che portava il Luciferismo alle estreme conseguienze decretando che x ottenere la salvezza si dovessero trasgredire TUTTE le leggi date dal Dio-Demiurgo a Mosè (comandamenti e non solo) praticando perversione omicidio, menzogna, reati di ogni tipo come mezzo di salvezza ed essi inoltre praticavano riti in cui c’erano sacrifici animali e umani con "bevute di sangue" ed altri liquidi corporei in orge e banchetti con feti.. La cosa mi ha subito ricordato certi racconti fatti da persone che si dicono vittime di Abuso Rituale Satanico o di Programmi di Mind Control…

    Che i Burattinai derivino il loro culrto direttamente da QUEL tipo di sette Gnostiche Luciferine (e non dal semplice gnosticismo luciferino) a cui poi hanno unito elementi di sincretismo religioso di svariata provenienza (dall’ebraismo alla religione egizia passando x i Templari ecc..)?

    Purtroppo il libretto spenndeva meno di un capitoletto su 100 pagine sui Luciferini e una pagina e mezza su quella branca di Luciferini "estremisti"…

    by
    @lice (Oltre lo Specchio)
    ________________________
    ..segui il ConiglioBianco!

  • Santaruina

    Ciao Alice
    dar loro un nome preciso non è operazione semplice, e forse nemmeno tanto utile.

    E’ importante comprendere che la loro opera volge alla dissoluzione, con tutto quel che ne consegue.

    A presto

  • anonimo

    Sono @lice del blog oltrelospecchio!

    Rispondo al commento di Santaruina (n°29):

    Hai ragione, dargli un nome è cosa difficilissima: x questo io li chiamo "i Burattinai"… Alcuni parlano di Illuminati (ma non si capisce se abbiano reale discendenza DIRETTA da quelli storici o semplice ispirazione..come non si capisce se abbiano discendenza diretta o ispirazione da gruppi + antichi e da quali: prendono elòemewnti ovunque!), altrei parlano di Rosa Rossa (a volte definendola degenerazione dei RosaCroce..)…

    Poi se si cerca di andare a pescare da dove derivi il loro credo c’è da impazzire: è un sincretismo religioso quindi prende elementi da tante tradizioni modificandoli, e non si può mai dire con certezza dove c’è ispirazione a porsteriori e dove discendenza diretta..

    Semplicemente leggendo quel librucino mi è venuto in mente che uno dei punti di discendenza dal passato ad oggi fossero quel tipo di gruppi gnosticoi + che lo gnostcismo generale o il luciferismo gnostico generale.

    Comunque ottimo articolo (come ottimo blog)!
    Il fatto che seguano un culto fa capire ad es come mai mettano nei cartoni tutti sti elementi luciferino (un es: il SOMMO LUNINESCENTE che guida i Gormiti: cartone italiuano pseudoecologista che si rifà al potere degli elementi alchemici ecc) o peggio facciano fare ai bambini invocazioni pseudodemoniache conb carte simil tarocchi (ad es YuGiHo e Bakugan ecc)… Se uno non capisce cjhe sta gente CREDE nel potere dell’esoterismo luciferino non capirà mai perchè mettano ste cose nei cartoni e liquiderà tutto come "casualità"…
    Ho fatto tempo fa un’articolo introduduttivo sui simboli inquetanti dei cartoni ("Il lato occulto dei cartoni animati").

    ..ancora complimenti x il blog….
    by
    @lice (Oltre lo Specchio)
    __________________________
    ..segui il ConiglioBianco!

  • Santaruina

    Grazie a te Alice, a presto

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>