Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
4 Febbraio 2021

Draghi, i Costruttori e il Great Reset


“Sul versante sociale, fra l’altro, a fine marzo verrà meno il blocco dei licenziamenti, e questa scadenza richiede decisioni e provvedimenti di tutela sociale adeguati e tempestivi, molto difficili da assumere da parte di un governo senza pienezza di funzioni, in piena campagna elettorale”.

Presidente Sergio Mattarella

La fine del blocco dei licenziamenti rappresenta il classico elefante nella stanza che da mesi si fa finta di non vedere.
Le conseguenze del crollo dell’economia nazionale, infatti, non si sono ancora manifestate appieno per via di alcuni provvedimenti artificiosi, che per loro natura non potranno essere eterni.
Il blocco dei licenziamenti è uno di quelli, una questione talmente spinosa da essere totalmente ignorata nel dibattito politico degli ultimi mesi.
Sarà il momento in cui centinaia di migliaia di italiani si sveglieranno da un sonno profondo, perché quando mancherà il pane in tavola tutto il resto passerà in secondo piano.
Mattarella nel suo discorso ha mostrato che nei piani alti sono ben consapevoli della questione, tanto da citare la fine del blocco dei licenziamenti come uno dei tre motivi (insieme alla gestione della pandemia e dei fondi degli aiuti europei) per cui serve un governo “deciso” e autorevole sin da subito, un governo in grado di affrontare l’emergenza sociale.
Siamo quindi da oggi entrati ufficialmente nella Fase 2: dopo la devastazione, provocata dalle misure intraprese con la scusa della pandemia, ci sarà da gestire la tensione sociale.
I “costruttori”, quelli che dovranno edificare il mondo nuovo, quello della nuova normalità, verranno subito dopo.

______________________________

CROLLANO LE TORRI

Il Vecchio della Montagna si destò: mirò il piano e la febbre del piano, percorse cogli occhi torri e pinnacoli, tracciò sulla terra secca uno strano segno, e così parlò nella notte:
Come in una falsa notte una falsa tregua, così in questa lunga agonia secolare i costruttori di torri fanno nidi al vento della loro stoltezza: ma a ogni fiato di nuova tormenta precipitano le torri.

O costruttori di torri, precipitano le torri.

 

Da secoli tessete l’inganno, il vostro inganno, o costruttori di torri; e i secoli vi divorano; in fondo ai secoli invero, nell’invisibile deserto che corre parallelo alla vostra strada corrotta e titubante, sta l’eternità, costruttori di torri, o costruttori di torri.
Zero, Guido De Giorgio, La Torre, 1930

__________________________

There is no conspiracy, non c’è quindi nessuna cospirazione.
Dopo la ormai celebre copertina del prestigioso Time si è potuto finalmente parlare apertamente di “grande Reset” senza essere tacciati di complottismo.
In fondo bastava accedere alla pagina ufficiale del World Economic Forum, dedicata a questo grande progetto, per sapere nel dettaglio la direzione verso cui stiamo andando.

In sintesi, il sistema finanziario internazionale è ormai ingestibile: sopravvissuto alla grande crisi del 2008 grazie allo spropositato intervento delle banche centrali, la situazione è andata peggiorando, con spirali di debito in crescita esponenziale, creazione di denaro dal nulla fuori controllo, spazzatura finanziaria prossima all’esplosione.
L’unico modo che i grandi centri di potere (FMI, banche centrali, l’elite dei miliardari e i loro club) avevano per prevenire l’imminente collasso era ridisegnare da capo lo scenario, con nuove regole.
E’ la nuova normalità, il sogno dell’elite che finalmente ha trovato il terreno giusto per compiersi.
Ma per procedere occorreva fermare l’economia mondiale.
Questo lo scopo dei lockdown e delle misure prese (che appaiono folli, ma che seguono questo preciso modello).
Il covid fu solo il giusto pretesto.
E’ come se fossimo tutti dentro un treno lanciato a folle velocità, un treno destinato a deragliare.
Chi sta nei vagoni di prima classe sa che i binari vanno sostituiti, serve una nuova rotta.
Per fare ciò occorre fermare il treno per un certo periodo.
Così loro si legano alle loro cinture di sicurezza, in comodi sedili, e tirano il freno d’emergenza.
E nei vagoni di seconda e di terza classe succede il finimondo, le persone finiscono gambe all’aria.
Questa è l’unica lettura coerente degli avvenimenti che stiamo vivendo, in tale modo tutto acquista un senso preciso.
Non c’è nessun complotto: è tutto nero su bianco: si tratta di un programma politico sociale fatto da gente che pensa di avere i mezzi per attuarlo.
Un programma globale.
Draghi è una pedina importante, di un livello superiore rispetto ai nostri piccoli politicanti.
Draghi è quindi l’esecutore a livello locale di un ampio piano globale.

70 comments to Draghi, i Costruttori e il Great Reset

  • Hiei

    Le crisi sono lo strumento per procedere nell’ingegneria sociale, cioe’ nel perfezionamento dell’allevamento di bestiame umano…quindi non ci sono mai stati binari rotti o disastri incombenti, questi “disastri” come gli attentati citati, sono generati, gestiti e controllati da loro stessi.

    Vedo gia’ abbastanza siti di finta controinformazione inventarsi queste pseudo-giustificazioni per il regime invece di interrogarsi su quale scopo tutto questo venga fatto e vendere fatalismo che induca alla rassegnazione passiva a un fato tutt’alto che inevitabile.

    Non salire pure tu su QUEL treno, mi raccomando…senti ma una bella gallery tanto per cambiare un po’ atmosfera e tirar su il morale alle truppe? La butto li’, eh.

  • Giovanni

    Avevo pensato che per muovere un pezzo da 90 come Draghi probabilmente la situazione stava sfuggendo di mano

    Le tue parole me lo confermano

    Se poi guardiamo la stampa ed i media manca solo che dicano Mario santo subito

    Cerchiamo di legarci bene ove possibile

    • Se poi guardiamo la stampa ed i media manca solo che dicano Mario santo subito

      Una prova inequivocabile della artificiosità di queste operazioni sta proprio nelle agiografie in cui subito si lanciano i mezzi di informazioni in maniera compatta.
      L’attuatore dei piani prescelto viene subito dipinto come competente, saggio, moderato, umile, serio, ecc ecc da ogni parte.
      Quando questo accade , è chiaro segno che le cose si mettono assai male.

  • la stessa crisi del 2008 come le precedenti o le successive erano un pretesto. E il popolo accetta senza nemmeno accennare la minima reazione. Basta guardare in strada quanti indossano la museruola e quanti no

    • Sono cicli che si ripetono: governo traballante fatto di alleanze improbabili – cambio di maggioranze che sostengono il governo – rimpasto – nuova crisi – governo tecnico.
      Ed è sempre come se fosse la prima volta, mentre si tratta del solito teatrino che va in scena da generazioni.
      Ed ogni volta il “governo tecnico” finale è il vero scopo della pantomima, quello che si occuperà di fare le “scelte impopolari”.

      • @Santaruina

        proprio perché si tratta di un “film” visto e rivisto, sostengo che il popolo è complice di quanto sta accadendo. I piani hanno le loro responsabilità sono il primo a dirlo ma sono altrettanto convinto della complicità delle masse.

        Chi governa ha l’appoggio di MILIONI di votanti ed è IMPOSSIBILE che non riescano a rendersi conto che sono tutti uguali.

        Non escludo che ci siano tanti stupidi ma quelli in malafede sono ancora di più

  • Chi governa ha l’appoggio di MILIONI di votanti ed è IMPOSSIBILE che non riescano a rendersi conto che sono tutti uguali.

    E’ una cosa che ha sempre sorpreso anche me, ed è un fenomeno interessante da analizzare.
    Sarebbe di sicuro meglio se non dovessimo subire in prima persona questo apparente “sonno” della maggioranza…

    • @Santaruina

      pensa ai milioni di statali, pensionati, militari e ricchi in generale. Con un breve calcolo sei arrivato già al 60% della popolazione. Chi è contro questo sistema è una minoranza e credimi, arrivare a questa conclusione mi addolora. La museruola ha ampiamente dimostrato la mia tesi, infatti, molto raramente incontro qualcuno che ha le palle piene di questa storia, accettano di buon grado. Se avessero SERI PROBLEMI (pagare affitto, bollette, ecc ecc) col cavolo che stavano buoni buoni a guardare la telemerda

      • Hiei

        Prova che e’ un allevamento di bestiame umano.

        La maggioranza vuole un tetto caldo sulla testa e la mangiatoia piena, sesso e distrazioni e l’illlusione della sicurezza senza dover pensare con la propria testa e prendersi responsabilita’: belano solo per protestare col padrone che vogliono piu’ mangine e meno lavoro, che lavorino altri…

        A me di mio neanche mi frega, io sono un lupo, li guardo dalla mia foresta e rido di loro, specie quando per gli agnelli arriva la Pasqua, per me ognuno viva come vuole ma se scegli di vivere da bestiame, non devi lamentarti delle conseguenze – i problemi cominciano quando il consiglio di amministrazione decide che vogliono togliermi tutte le foreste per metterle a pascolo e sterminare i lupi che, diciamolo, danno ben il cattivo esempio, quindi vanno additati a nemici pericolosi del povero bestiame indifesso e mandano i cacciatori.

        Ma per quanto riguarda il bestiame onestamente noi lupi facciamo cordialmente sapere: “MA CHI VE SE ‘NCULA??” :’D

        Piccolo momento Esopiano per ricordare un momento chi e’ chi nella storia…e come i manuali CIA delle rivoluzioni colorate dicono che basta il 3% della popolazione di un paese come massa critica per una rivoluzione, il bestiame conta proprio poco.

        • @Hiei

          concordo seppur parzialmente. Per molti anni ho letteralmente abbandonato determinati argomenti proprio perché avevo notato la complicità delle persone comuni a questo sistema. Poi però è arrivata questa museruola in faccia, gli inservienti di merda che ti bacchettano, la maestrina dalla penna rossa piena di fissazioni che ti fracassa le palle con il gel disinfettante e tutta la merda derivante da questa pagliacciata di massa. Adesso è difficile fare i lupi in quanti anche loro sono stati messi nel recinto

        • Hiei

          Citazione di origine a me sconosciuta: “Che differenza c’e’ tra una tigre o un leone e un lupo? Avete mai visto un lupo fare il pagliaccio in un circo?”.

  • Hiei

    Ma guarda, ComeDonChisciotte traduce un articolo di TheSaker che parla di quel “Propaganda” del 1928 del tuo post di giorni fa…

     

    Bernays e la Propaganda

     

    Ma e’ uscita di recente una nuova edizione per caso?

    • grazie Hiei per il link, è surreale che su cdc che ha sempre avuto una chiara e netta impostazione politica, pubblichi un articolo del genere (;

    • E’ positivo che ci si occupi di Barneys, l’importanza del suo pensiero e la sua influenza sono decisamente sottovalutatii, nella comprensione delle dinamiche contemporanee.
      La scienza della manipolazione delle masse è la scienza che ha avuto il maggiore impatto nel XX secolo.

    • Hiei

      Ho trovato curiosa la coincidenza che un sito che ho sempre considerato di evidenti gatekeepers citi un altro sito di gatekeepers su uno stesso argomento pubblicato qua che non e’ esattamente breaking news…

      Magari leggono il tuo blog anche in Russia. Tanto secondo il mainstream siamo TUTTI bot russi, i conti tornano. :’D

  • Giovanni

    Ho letto un articolo di Gioele Magaldi in cui si dipinge un Draghi convertito  alla massoneria progressista in grado di “ribaltare” una certa situazione

    Voglio fare un atto di Fede e provare a credergli (ho letto a suo tempo Massoneria società a responsabilità illimitata)

    Starò a vedere come si muoverà in Europa

    Purtroppo è triste aver eletto 900 persone per poi ricorrere al Maradona di turno

    Almeno mettiamo i 900 a zero stipendio

    Spero tanto nella Eterogenei de fini

    La mano della Provvidenza

    • con tutto il dovuto rispetto, Giovanni, ma aver fede in draghi, nella massoneria e, ciliegina sulla torta, di stampo progressista è un po’ come credere nella museruola di carta/cotone/plastica che protegge dai virus XD

      lascia stare magaLLi e le sue castronerie, senti a me

      • Giovanni

        A volte il diavolo fa le pentole….

        Mi piace pensare che questi signori “reggitori” dei nostri destini siano anche in grado di sbagliare nei loro operati

        Eterogenesi dei fini

        Il virus è molto più piccolo del famoso granello di sabbia

        Magari l’ ira funesta dei 5 stelle potrebbe essere la variante fuori controllo

        So di sognare tuttavia non mi sento di accettare supinamente…

        Io speriamo che me la cavo

        Saluti e grazie per il cortese intervento

        • caro Giovanni, dal lontano 2011 affermo che i 5s sono un cavallo di troia per distruggerci. Comprendo e condivido che non dobbiamo accettare supinamente ma di sicuro il voto o andar dietro a qualche pifferaio magico non sarà la nostra salvezza. Insomma non dobbiamo perdere le speranze ma nemmeno illuderci…

  • Ho letto un articolo di Gioele Magaldi in cui si dipinge un Draghi convertito  alla massoneria progressista in grado di “ribaltare” una certa situazione

    Gioele Magdali tiene il piede in quattro scarpe diverse.
    Sicuramente conosce molte cose degli ambienti di cui parla, ma mischia verità a bugie a seconda dell’occorrenza.
    La storia della “massoneria progressista” dedita al bene dei poveracci è un’altra delle sue fantasie.

    • Hiei

      Prossimamente: il nazismo dal volto umano. :’D

      O magari “il genocidio ecosostenibile e solidale”.

      Inventa anche tu un titolo a pene di segugio!

    • Giovanni

      Ti ringrazio per quanto dici su Magaldi

      Osavo ingenuamente sperare nel lupo che diventa buono

      Penso che Draghi farà aumentare a dismisura ulteriore il debito pubblico nella speranza di salvare la propria parte

      Poi torneranno gli Austeri quando sarà presidente della repubblica

      Chissà se ci sarà qualche briciola per la povera gente!

       

  • Giovanni

    Gentile Santaruina ti sottopongo una questione che ogni tanto mi “prende” e che proprio oggi è di stretta attualita: il Giuramento

    Sostanzialmente giurare significa chiamare Dio (o la Divinità) a testimone del proprio agire

    Due considerazioni:

    Se io cattolico cristiano battezzato

    per diventare ministro chiamo Dio(quel Dio della mia religione)  è prometto di rispettare ed applicare le leggi dello stato, devo quantomeno conoscere anche la legge 194 sull’aborto.

    Quindi ” chiamo Dio a testimone che faro’ abortire tutte le donne che ne avranno il diritto” (da ministro della sanita’ e’ ancor più evidente!)

    Tuttavia per la mia religione l’aborto e’ peccato mortale. Mi suona molto blasfemo: chiamare Dio a testimone e garante che favoriro’/propiziero’ un omicidio!!!

    (qui chiamo in causa le gerarchie Vaticane per un pronunciamento sulla necessità di Giurare

    Seconda considerazione:

    Se non giuro non posso diventare ministro!!! Ergo è Dio/Gesu/lo Spirito Santo che mi fanno ministro!!!???

    Mi fermo qui

    Grazie per un tuo commento

  • Ciao Giovanni

    Secondo le parole di Gesù, i cristiani non dovrebbero nemmeno giurare:

    “Avete udito pure che fu detto agli antichi: non spergiurare, ma attieni al Signore i tuoi giuramenti. Ma io vi dico: del tutto non giurate, né per il cielo, perché è il trono di Dio; ne per la terra, perché è lo sgabello dei suoi piedi; ne per Gerusalemme, perché è la città del gran Re. Non giurare neppure per il tuo capo, poiché tu non puoi fare un solo capello bianco o nero. Ma sia il vostro parlare: SI, si; no, no; poiché il di più viene dal maligno.”

    E il discorso si potrebbe chiudere qui.
    Giurare poi su un documento “laico” è ulteriore controsenso.
    Quando poi, in aggiunta, il testo in questione contraddice il credo del fedele, come nel caso che riporti, l’errore è tre volte grave.
    Non a caso quando si formò lo stato italiano il Vaticano minacciò di scomunica chiunque lo avesse appoggiato o ne avesse fatto parte in qualsiasi modo.
    Questa posizione in seguito decadde, e con la Democrazia Cristiana le forze cattoliche entrarono in campo da protagoniste.
    Resta il fatto che il tirarsi fuori da una istituzione laica che contraddiceva i principi della fede era all’epoca una posizione coerente.
    L’inserirsi in essa fu invece atto meramente politico e di opportunismo.

     

  • Giovanni

    Ti ringrazio per la cortese risposta, aggiungo  “non nominare il nome di Dio invano”

    Certo che se il Vaticano fosse proprietario del marchio Chianti equalcuno lo utilizzasse a proprio tornaconto scatterebbe una denuncia immediata

    Per il giuramento non succede forse per “mutuo” (muto? ) accordo di interessi non meglio identificati

    Resta sempre il fatto che se non Giuro non posso diventare ministro o presidente della repubblica o quantaltro

    Lo leggo in questo modo:

    Se non invoco la divinità non ho accesso al potere….

    Domanda in ultima analisi chi detiene ed elargisce il potere?!

    Fa tutto parte di un grande imbroglio per confondere le menti e poterne approfittare?!

    Abbiamo grande bisogno di pace e forse devo  “scaricarmi” alleggerirmi di tante cose di questo mondo….

    Un saluto a tutti

  • Giovanni se ti interessa avevo aggiunto un po’ di considerazioni a proposito nell’articolo segnalato nel post seguente:

    Autorità, coscienza ed obbedienza

    a presto

    • Giovanni

      Quanta fatica ci costa il solo cercare di essere “liberi”

      Attraverso il linguaggio veniamo “educati-programmati” all’esistenza poi per mezzo del linguaggio tentiamo di toglierci di dosso la “programmazione” tramite una auto-riprogrammazione alla Luce del nostro pensiero-esperienza di vita

      Abbiamo il limite temporale di 70-80-90 anni sperando di restare lucidi fino all’ultimo…

      Sicuramente c’è qualcosa che va oltre la logica umana…

      Penso ad una qualche forma di rinascita dopo una forma di passaggio di nemesi-catarsi

      Il potere probabilmente risiede in noi

      Forse potremmo essere in grado di “autodeterminarci”…

      Materia che autodeterminandosi giunge in un infinito crescendo a trasformarsi in spirito

      Ho timore a continuare con questo pensiero che potrebbe portarmi

      Chissà dove…

      Un caro saluto

  • @Hiei

    la tua citazione del lupo era talmente bella che ho deciso di metterla sul mio blog ^^ grazie mille e ancora complimenti

  • Nel suo discorso al senato Draghi ha parlato apertamente della necessità di cedere parte della “sovranità nazionale”, e fa sempre un certo effetto sentire il piano sbandierato con tanta sincerità, anche se era noto che parte del programma poggia da qualche decennio su questo assunto.

    Quello che invece un po’ stupisce è la totale assenza di carisma del nuovo presidente del consiglio, che per quasi un’ ora legge a stento con tono lagnoso il suo discorso, incespicando più volte.

    Una lettura noiosa, monocorde, simile a quella dei programmi dei computer che danno suono ad un testo scritto.

     

    In epoche antiche i politici erano maestri nell’arte oratoria, vi era una disciplina dedicata per chi voleva fare strada parlando in pubblico, e il pubblico stesso era impietoso nei confronti di chi non padroneggiava al meglio questa arte.

    Non è sicuramente questo il caso di Draghi.

     

    Draghi nel parlamento è totalmente fuori dal suo elemento, abituato da sempre a trattare di persona, faccia a faccia, con i personaggi più influenti del continente, e di certo poco avezzo a recitare una parte prescritta nel grande teatro della politica nazionale.

     

    In un momento surreale, che subito i giornalisti hanno classificato quale “lapsus”, Draghi nel ricordare le conseguenze dell’epidemia parla di “due milioni e settecento mila pazienti ricoverati nelle terapie intensive”.

    Subito parte un mugugno in aula, Draghi si interrompe e si guarda intorno spaesato, con lo sguardo vagante, chiedendosi cosa mai stesse succedendo.

    Il ministro Giorgetti lo corregge suggerendo la  cifra vera, “due mila”, e Draghi ripete, “Due milioni, scusate..”

    Altri mugugni, Giorgetti lo riprende ancora, Draghi di nuovo rimane per qualche istante disperso, poi finalmente dice la cifra esatta.

    Una evidente dimostrazione del fatto che stava leggendo meccanicamente quanto scritto negli appunti, senza nemmeno considerare il senso dei numeri che ripeteva.

    Eppure i numeri dovrebbero essere il suo mestiere, ed anche sbagliando a leggere un dubbio doveva pur sorgergli  “due milioni in terapia intensiva, un italiano su trenta? c’è qualcosa che non torna…”

    C’era qualcosa che strideva in tutta la scenetta, così come la goffaggine ed impreparazione del neo presidente mal si abbina all’immagine che di lui è stata diffusa.

     

    Probabilmente l’avere a che fare con esseri umani di un livello inferiore è per lui una esperienza nuova, in una aula vasta e con le televisioni collegate, ambiente assai diverso dalle stanze del potere decisamente più intime e riservate in cui fino adesso si muoveva.

    In ogni caso tutto questo rappresenta una scoperta interessante: più si avvicinano al mondo reale, più perdono potenza.

    • Hiei

      Visto che a colpi di perdere potenza sono arrivati a mettere tre miliardi (almeno) di persone agli arresti domiciliari per mesi in modo del tutto arbitrario senza colpo ferire, quasi senza scomodarsi, speriamo non ne perdano altra, eh. :’D

      • concordo con Hiei. @Santaruina

        io penso che eventuali lapsus siano dovuti al fatto che possono dire tutto e il contrario di tutto tanto ormai il pensiero dominante può imporre qualsiasi cosa tanto il popolo accetterà comunque. Ogni giorno che passa fanno passi in avanti me ne accorgo contando i museruolati che aumentano sempre di più mentre i “temerari” sono rarissimi segno che il governo è ampiamente sostenuto.

      • A livello pratico stanno apparentemente vincendo su tutti i fronti, su questo non c’è alcun dubbio.
        Ma rimangono sempre dei poveri diavoli, poveri diavoli che spargono disastri, ma destinati al disastro.
        Stanno trascinando tutto il mondo con loro, in questo disastro.
        E qui sta a ognuno di noi, singolarmente prima, con gli affetti più stretti in un secondo momento, riflettere sul come affrontare l’intera situazione.

  • Giovanni

    La D 33ivina Provvidenza di manzoniana memoria alla fine ci sarà di aiuto:

    Ora più che mai Fede e Preghiera

    Siamo comunque tutti esseri umani con i nostri limiti ed imperfezioni

    Mi piace pensare alla figura dell’Innominato

    Magari dover scendere a contatto con gente normale lo costringerà a modificare il Linguaggio e via via di conseguenza anche il pensiero ed il comportamento

    Anche Draghi sta avanzando negli anni e dovrà prepararsi ad uscire “verso Oriente” come si dice fra Massoni

    Forse sono un irrimediabile sognatore

    Auguri a tutti noi ed una Benedizione

    • Hiei

      Puoi citarmi un qualsiasi evento storico significativo in cui questa “provvidenza” (che a mia conoscenza l’unica cosa che abbia salvato e’ tanta gente da alzare il culo dal divano e prendersi la responsabilita’ sulle spalle di risolvere i propri problemi) si sia mai concretamente manifestata?

      Curiosita’.

      • Giovanni

        Ti cito la Rivoluzione francese

        Tagliavano teste inizialmente in risposta ai soprusi delle monarchie assolute

        A distanza di 2 secoli qualcosa é cambiato per la povera gente In europa

        I vari Robespierre Napoleone Asburgo si sono dissolti lasciando spazio a qualcosa leggermente meglio per la povera gente

        Prova a misurare gli avvenimenti liberando la mente dalla dimensione temporale

        Sei sicuro di morire?

        • Giovanni, non voglio bacchettarti ma non c’è nulla di buono nella rivoluzione francese, anzi. Purtroppo non posso scendere nei particolari in quanto andrei a toccare argomenti troppo scomodi da essere trattati in pubblico.

        • Hiei

          Tutto questo cosa c’entra comunque con la provvidenza? Andare in giro a tagliare teste e’ provvidenza?

           

          “Purtroppo non posso scendere nei particolari in quanto andrei a toccare argomenti troppo scomodi da essere trattati in pubblico.”

           

          Autentiche parole da uomo libero… :’D

        • vediamo se tu hai il coraggio di dire chi e perché ha organizzato la rivoluzione “francese” (notasi virgolette), vai su.

  • Giovanni

    Le lame di spadaccino nero

    Mi limito ad osservare eventi storici molto significativi e che nel momento in cui accadevano potevano portare alla disperazione…

    Tuttavia nel corso dei secoli mi sembra che la condizione umana media/totale sia leggerissima ente migliorata (forse grazie anche alla tecnologia e ad alcune conquiste sociopolitiche come le Costituzioni ed i Diritti dell’uomo…)

    Rimane moltissimo da fare ma abbiamo davanti infiniti secoli….

    Se solo abbiamo Fede nonostante Hiei non condivida

    • Hiei

      E’ che alla fede preferisco la realta’.

      Per esempio il tuo punto di vista della condizione umana parte dal tuo punto di vista molto soggettivo…ci sono probabilmente miliardi di persone che non hanno tutti i lussi che hai tu (nemmeno nella zona geografica in cui vivi) in quanto un pochino piu’ su nei ranghi – volente o casulamente li’ – del regime che probabilmente dissentirebbero.

      E anche tra quelli che “stanno meglio” il tasso di suicidi e’ elevato come credo raramente nella storia. Fatte le debite proporzioni, e chiedendosi anche se la vita comoda della stalla da quale punto di vista sia “migliore” di quella libera della foresta, si possono fare numerose osservazioni.

      Questo parrebbe essere il mio “peccato”… :’D

    • non lo so Giovanni. La scuola, la telemerda e il pensiero dominante in generale ci impongono l’idea che in passato si stava peggio ma… ne siamo assolutamente certi?

      Io avrei qualche dubbio specie in un momento storico come l’attuale dove ci stanno letteralmente contando i peli nel culo, ci prendono a calci e tutti credono che sia per il nostro bene mentre quelli che si ribellano a tutta questa merda sono pure i “cattivi”

      • Giovanni

        Certamente non viviamo nel migliore dei mondi possibili tuttavia possiamo affermare che la pena di morte è stata abolita insieme allo jus prima noctis  alla schiavitù… almeno in Italia è successo più qualche altra conquista sociale

        Prova a considerare l’ipotesi che noi rinasciamo con un karma individuale poi pensa a catarsi e nemesi singola e collettiva…

        Forse fuggo dalla realtà ma devo comunque tentare di uscire in qualche modo dalla m….

        Fatti non foste per viver come bruti

        • comprendo e condivido il tuo pensiero Giovanni, il problema è che stai discutendo con uno che ha un’ottima opinione del passato, una pessima opinione del presente e ancor peggiore del futuro.

          non so se ho reso

        • Hiei

          “la pena di morte è stata abolita insieme allo jus prima noctis  alla schiavitù…”

           

          Dillo a quelli che raccolgono i pomodori a 5 euro al giorno, ai lavoratori temporanei che hanno condizioni contrattuali peggiori degli schiavi delle piantagioni americane, dillo ai morti di mafia, di stragi di stato, di morti assassinati dalla Polizia “caduti dalle scale” o altro…

           

          WATCH: Cop Executes Unarmed Woman On Her Way to Work Over a Speeding Ticket

           

          Dillo ai lavoratori degli sweat shop cinesi che producono smarsfone e tutto il ciarpame che hai in casa, ai contadini indiani, ai bambini che cuciono i tuoi vestiti in Bangladesh per una ciotola di riso.

          Dillo ai prigionieri dei campi di concentramento uiguri in Cina le cui mogli sono state fatte sposare a ufficiali del partito comunista cinese, dillo alle vittime dei centri segreti di prigionia per “terroristi” della CIA da Guantanamo all’Europa al Medio Oriente, dillo ai milioni di vittime delle “missioni umanitarie” pagate con le tue tasse, dillo ai cristiani crocifissi in Arabia Saudita e alle donne e altre minoranze nei paesi musulmani, dillo ai palestinesi e agli altri arabi vicini di Israele.

          Di che cazzo stiamo parlando?

          Per lo ius prime noctis, chiedi a Silvio. O vai su OnlyFans…

          Sveglia cazzo.

  • @Hiei

    a te non infastidisce i termine zecca (sotto taluni aspetti ci si potrebbe persino ridere sopra), a te infastidisce il fatto che io ti abbia tolto la maschera. Mi ricordi un tizio riconducibile a una ONG, era il periodo in cui se uscivi si rischiava la denuncia penale e tutte le altre merdate inerenti a questa pagliacciata, costui divenne una furia nel momento in cui, di fronte a noi, arrivarono centinaia di immigrati in pullman turistici che venivano accolti nella mia città. Nel momento in cui io dissi semplicemente “noi rischiamo la denuncia penale e qua entrano gli stranieri come se nulla fosse” lui divenne una furia e, nonostante fosse museruolato, urlava come una checca isterica il fatto che nei loro paesi (non si prese nemmeno la briga di dire quali) il virus non c’è, quindi, sostanzialmente, secondo la sua tesi il virus colpisce gli autoctoni che devono stare chiusi in casa, zitti e con la museruola ma non gli immigrati. Ovviamente per costui le razze non esistono però siccome i virus sono razzisti infettano chi dicono loro.

    Un matto avrebbe avuto una tesi più convincente

    • Hiei

      “a te non infastidisce i termine zecca (sotto taluni aspetti ci si potrebbe persino ridere sopra)”

       

      Qualcuno si e’ accorto che il furbone ha appena AMMESSO DI AVERMI DATO DELLA ZECCA SPUTTANANDO SANTA CHE “NON HA VISTO NIENTE ZECCA L’HAI DETTO TU PER PRIMO?? :’D

       

       

      Vuoi anche darmi del paranoico GOMBLOTTISTAAAA per non farti mancare nulla? L’unica maschera che hai tolto e’ la tua e quella di Santa dato che ancora una volta non hai saputo argomentare NULLA di quello che IO ho scritto ma solo attaccato ad personam raccontando di un matto e dicendo che io sono come lui…SENZA. NESSUNA. PROVA.

       

       

      Ma continua a insultarmi con la bendezione di Santa (o dovrei chiamarlo l’impostore a questo punto), continuate a smascherarvi pure da soli, faccio il tifo per voi! :’D

      Oh, occhio, senza la mascherina c’e’ la multa!!

      SU LA MASCHERINA – GIU’ LA MASCHERINA – SU LA MASCHERINA – GIU’ LA MASCHERINA – DAI LA CERA – RIGA LA VOLVO – DAI LA CERA – RIGA LA VOLVO :’D

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>