Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
2 aprile 2007

Stelle e Cattedrali


Quasi quarant’anni fa, uno scrittore dal nome significativo pubblicava un testo destinato a divenire un piccolo classico, fondamentale per gli indagatori degli aspetti ancora poco chiari della storia antica.
Il libro ha per titolo “I misteri della cattedrale di Chartres”, e l’autore, Louis Charpentier, dimostrò di avere delle conoscenze singolari  per quanto riguarda l’architettura gotica.
Vengono svelati alcuni aspetti della geometria e della sapienza dei Mastri Muratori , aspetti che ancora oggi lasciano parecchi interrogativi in sospeso.
Tra le altre cose Charpentier dimostra come le principali cattedrali Gotiche alto medioevali vennero costruite in modo da rispecchiare sulla terra la disposizione delle stelle che formano la costellazione della Vergine.



Questa è la comparazione che Charpentier riporta nel suo libro, dopo aver messo in evidenza la disposizione delle principali cattedrali dell’ Ille de France:

 


Bisogna tenere conto che la costellazione della vergine si specchia nelle cattedrali, quindi queste la rappresentano “ribaltata”.
Virgo riflessa:

 


Queste Cattedrali sorsero in breve tempo quasi contemporaneamente, in un periodo che va dalla fine del XII secolo ai primi del XIV, spesso in città di dimensioni ridotte, che non potevano giustificare la presenza di templi così imponenti con il loro “prestigio”.
Furono le cattedrali, spesso, a dare questo prestigio alle città che le “accoglievano”.
La stessa Chartres, dove si trova una delle cattedrali più imponenti dell’Europa intera, all’epoca era una cittadina di circa 3.000 abitanti.
In questa mappa che riproduce la città nel XIII secolo si può notare il rapporto tra la pianta della cattedrale e l’abitato circostante.


E ancora oggi si può cogliere la totale estraneità della cattedrale rispetto al contesto in cui è inserita:


Risulta quindi chiaro che l’edificazione in contemporanea di questi enormi templi in posizioni tanto precise riprendeva un progetto originale dalle dimensioni molto vaste.
La questione diviene ancora più intricata se si tiene conto del fatto che queste cattedrali sorgevano sempre su siti che nelle epoche passate avevano ospitato altri templi, i luoghi sacri delle popolazioni che avevano abitato quelle terre in precedenza, quindi l’origine della corrispondenza tra questi siti e l’immagine del cielo va cercata in periodi ancora più remoti.
Una conoscenza che qualcuno recuperò nel medioevo, qualcuno con dei mezzi notevoli, tanto da poter fissare per secoli questa corrispondenza in giganteschi libri di pietra.

per approfondimenti: Louis Charpentier, I Misteri della Cattedrale di Chartres

29 comments to Stelle e Cattedrali

  • chirieleison

    bravissimo, è proprio a questo che mi riferivo quando ti ho scritto il commento sulle torri.

    Hai letto “Le porte dei templari” di Javier Sierra?

  • Santaruina

    Ciao Chirieleison

    sì, l’ho letto l’anno scorso.

    Una storia interessante, con un finale un po’ in sospeso…

    Blessed be

  • babilonia61

    Mi domando e ti domando: qual’ era lo scopo di dette costruzioni, con che fine? Anche perchè chiese così colossali, come ben dici, non hanno senso in piccoli paesini.

    Mah!

    Felicità

    Rino, incuriosito dai misteri

  • BeNaGOaL

    Ma… Hai visto l’ultima replica di Voyager? Parla di piramidi (cheope) castelli (castel del monte) e cattedrali (chartres) e del collegamento fra le 3!

  • Santaruina

    Ciao Annalisa

    avevo visto una vecchia puntata in cui il buon Giaccobbo trattava delle analogie di cui parli; offre sempre spunti interessanti e lascia sempre tutto in sospeso… :-)

    Ciao Rino

    io credo che un progetto organico sia evidente, un progetto che ha richiesto per la sua realizzazione molte energie e molti fondi.

    Lo scopo credo sia stato quello di creare un ponte tra Cielo e Terra.

    Bisognerebbe comprendere la mentalità di coloro che fecero tutto questo…

    Santa, sbilanciandosi un po’… :-)

    Blessed be

  • anonimo

    ciao santa,

    il tuo sito è sempre più interessante ! Complimenti.

    Mi permetto di segnalarti (vi) un libro:Sonja Ulrike Klung – Gotico segreto – Ed. Arkeios (ISBN 88-86495-67-6)

    Vi sono trattati argomenti affini, in più vi è una sezione sulla matematica sacra celata nelle cattedrali gotiche.

    Sinceramente non so quanto sia credibile che fossero coscienti delle implicazioni derivanti dall’utilizzo della matematica sacra perchè la divisione tra numeri interi, alla fine del 1300 alla Sorbona, era materia di esame; alcuni sono … sbalorditivi, e vale la pena di darci una occhiata.

    Sandro

  • Santaruina

    Grazie Sandro. :-)

    Il libro non lo conoscevo, cercherò di procurarmelo.

    Sicuramente sono temi da trattare con attenzione.

    Blessed be

  • MINICHINIBLOG

    Certo che i cristiani di una volta erano spiritualmente molto ricchi e il valore che davano al linguaggio dei simboli indica anche una elevatissima intellettualità. Roberto Minichini

  • ikalaseppia

    Da tempo mi chiedo perché nessuno abbia fatto uno studio analogo sulle vie cave, vero monumento megalitico italico. Alcune Vie penetrano in modo labirintico dentro le montagne. Avevo pensato anche di cimentarmi io stesso, ma mancano perfino delle mappature complete, bisognerebbe formare un equipe con speleologi professionisti.

  • Santaruina

    Ciao Ika san

    hai qualche riferimento sulle vie cave?

    Blessed be

  • ikalaseppia

    Nel territorio di Pitigliano, Sorano, Sovana e Vitozza troviamo almeno una ventina di Vie Cave etrusche o forse precedenti.

    Interamente scavate nel tufo, lunghe anche km e profonde alcune decine di metri sono state scavate più di 2000 anni fa soltanto in questa zona.

    Lo scopo della loro realizzazione ancora oggi non è chiaro: alcuni studiosi dicono che sono delle vere e proprie strade scavate sul tufo per superare i grossi dislivelli tra una vallata e l’altra, ma la cosa può essere vera solo in parte perché, come dicevo, alcune vie sono senza uscita, almeno nel nostro mondo. Altri considerano le “Vie Cave Etrusche” dei dei veri e propri monumenti, probabilmente dedicati a dei veri e propri percorsi iniziatici.

    Al loro interno possiamo osservare antiche tombe, croci uncinate, tabernacoli o nicchie.

    Nell’ombre delle Vie Cave si è creato un microclima in cui prosperano particolari piante muschi e licheni.

    Le più conosciute sono la Via Cava di San Giuseppe e di Fratenuti a Pitigliano, Il Cavone a Sovana e la Via Cava di San Rocco Sorano.

    molti siti “turuistici” ne cantano la bellezza, ad es: http://www.lecittadeltufo.it/it/viecave.html

    anni fa lessi il libro di Giovanni Feo, Le vie cave etrusche, Laurum editrice non privo di interesse :-)

  • Santaruina

    Grazie Ika, non ero a conoscenza.

    Blessed be

  • anonimo

    Una conoscenza che qualcuno recuperò nel medioevo, qualcuno con dei mezzi notevoli, tanto da poter fissare per secoli questa corrispondenza in giganteschi libri di pietra.

    Ho sentito dire da un documentario di Fo che il segreto delle cattedrali fu copiato dalla tribù di Wotanga ‘Mbaradonga subito prima della propria ascensione spirituale verso i piani superiori eterici dell’esistenza fondata sulle energie sottili del pianeta che vive. Ciò dimostra implicitamente ma palesemente la superiorità della società matriarcale, fornendoci un principio guida per la riforma della società.

  • Santaruina

    Percepisco una grande consapevolezza in te, fratello che celebri la diversità.

    Sulla questione da Te (Maiuscola Antropocratica) messa in risalto cercherò di riflettere anche sul parere di Schietti, che ha molto da insegnare all’Umanità Intera.

    Wakalumbele.

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • babilonia61

    COSTUMI FRANCESI DI FINE 1700

    [..] Nel post precedente abbiamo parlato di Parigi, della Parigi fine XVIII secolo, città rivoluzionaria per eccellenza di quella Francia che desiderava rompere con il passato, con , con la vecchia classe aristocratica, con una tradizione oramai obso [..]

  • anonimo

    “Le porte dei Templari” è una tipica forzatura…mi ricorda molto il gioco effettuato con “Il Codice Da Vinci” da Dan Brown! Siamo stufi di questi ciarlatani che distorcono ogni cosa pur di scrivere romanzetti… Cercate il vero significato di queste cose…

    Rheynardt

  • anonimo

    ciao a tutti!!!..sono un appassionata di qst cose..mi interessano molto!!!

    ..non sono sicuramente un esperta ma secondo me i templari avevano davvero scoperto questo libro segreto di misure e pesi perfetti forse nel tempio di salomone!!!..sicuramente l hanno usati x tutte le costruzione ke hanno fatto e ci hanno lasciato,oppure al contrario non volevano ke noi sapessimo nulla,qualcosa di veramente segreto e di grande!!!..secondo me a sapere queste cose non erano tutti quanti i templari ma solo i grandi maestri e forse qualcun altro ma non lo sappiamo cn certezza!!!..dovremmo informarci x sapere se esistono eredi (e secondo em ci sono) di templari e quindi se sanno qualcosa ma è molto difficile da fare!!!hehe!!!…x me i templari sapevano anke qualcosa al riguardo della vera vita di Gesù e non è quella ke sappiamo tutti noi detta dalla chiesa,ma un altra!!!!…mamma mia ci sn tantissimi, troppi misteri e non sono neanche così facili da risolvere…x niente direi!!!..spero solo ke scopriranno nuove cose più concrete,interessantissime e molto importanti al riguardo!!!..ciauu!!! :)

  • anonimo

    Avete letto:
    L’Enigma Druido?
    http://www.lenigmadruido.com
    L’autore da una sua versione alla questione

  • Santaruina

    Il video di presentazione del libro è assai "impostato" :-)

  • […] per riferirsi ad essi. Uno di questi casi riguarda certamente la complessa questione dell’edificazione delle grandi cattedrali gotiche che sorsero in contemporanea nell’Europa centro settentrionale nel corso del XII e del XIII […]

  • Gazurmah

    “Come in cielo così in terra”fin dall’antichità i templi ripropongono schemi cosmici,per richiamare energie cosmiche..

  • Anonimo

    Vi avrà fatto piacere la storia di questi giorni del ragazzino canadese che ha studiato con successo la corrispondenza tra la disposizione delle antiche città Maya e le costellazioni celesti, fino a indicare dove cercarne una (forse) non ancora nota. Bei tempi quelli in cui si potevano ammirare le stelle …o forse no, dipende dal parametro di misura dell’interesse: la durata della vita, quale sua qualità, mah (di notte al massimo vagare nell’etere dello smartphone). Per me affascinante forse la ragione (fisiologica) per cui tanti disegnano mentalmente tra i punti luminosi in cielo, così come si tirano le righe tra quelli numerati nella Settimana Enigmistica (pare che anche tanti non tanto: le donne dicono, con le relative difficoltà con le mappe), e di certo invece per me il gusto per questa mente che orchestra e talora anche ama ascoltare la musica altrui, quella scritta quella neppure scritta. Vale :)

  • Basta ritrovarsi una sola notte in un luogo senza nessuna luce, ed alzare gli occhi al cielo, per comprendere perchè gli uomini da sempre hanno tentato di riprodurre le stelle in terra  :-)

  • Anonimo

    Un bel posto il Canada? quel che io osservo è che al luogo “naturalmente” migliore per l’umano (non in Canada son sorte le megalopoli) l’umano corrompe fino a perdere irrimediabilmente, salvo adattarsi pure sorprendentemente, da sempre chiedendosi qual è il limite dell’immutabile (forse quelle stelle in cielo?). Nel frattempo s’assapora o si soffre questo e quello, anche in questo non così scontatamente, fosse un caffè o milioni di trucidati. Definisco l’etica un minimo di decenza, che, si sa, è una moda, seppure nostalgica, ma quella nostalgica, d’un firmamento e quindi condiviso. Vale :)

     

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>