Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
2 febbraio 2007

Aleister Crowley, Golden Dawn

Nel Libro della Legge , scritto ancora prima di entrare nell’O.T.O, e che Crowley sostiene dettato direttamente dallo spirito Aiwass, evocato attraverso i poteri medianici della moglie Rose Kelly, egli annuncia l’avvento di una nuova epoca e inveisce contro il cristianesimo.
Il prof. Michele Del Re, in Riti e crimini del satanismo cita uno dei passaggi più sconcertanti:
“Il rito supremo dovrebbe creare un’atmosfera particolare attraverso la morte della vittima.
Con questo rito si potrebbe raggiungere il vertice dell’Arte Magica.
La cosa migliore sarebbe sacrificare una fanciulla, possibilmente vittima volontaria, perché, se fosse maldisposta al sacrificio, potrebbe introdurre una corrente ostile.
La fanciulla dovrebbe venir violentata, poi tagliata in nove pezzi.
La testa, le braccia e le gambe dovrebbero venire amputate, e il tronco tagliato in quattro parti.
Sulla pelle andrebbero scritti i nomi di altrettanti dèi: poi le braccia andrebbero scuoiate e bruciate in onore di Pan o di Vesta; le gambe, dopo un procedimento eguale, andrebbero offerte a Priapo, Hermes o Giunone; la spalla destra è sacra a Giove, la sinistra a Saturno; la metà inferiore destra del tronco a Marte, quella sinistra a Venere.
La testa non andrebbe scuoiata, ma semplicemente bruciata in onore di Giunone o di Minerva. Questo rito non dovrebbe essere usato in occasioni ordinarie, ma raramente, e soltanto per scopi importantissimi; e non dovrebbe venire mai rivelato ai profani” .
Parlando poi del sacrificio di sangue, un altro elemento dei “procedimenti magici” di Crowley, egli afferma che “un bambino maschio di perfetta innocenza e di alta intelligenza è la vittima più soddisfacente e adatta” .

da croponline.org

Questo era Aleister Crowley

Il satanismo moderno è una sorta di bricolage di varie tendenze esoteriche,il fulcro principale di riferimento è però Alister Crowley con tutte le sue pubblicazioni, cerimonie e riti (Liber Legis).

Golden Dawn

Anche i gruppi della magia cerimoniale, che privilegiano gli aspetti tecnici e cerimoniali, hanno una relazione molto stretta con gli ambienti massonici.
Il più famoso ordine di magia cerimoniale moderno, l’Ordine Ermetico della Golden Dawn trova le sue origini in tre maestri massoni – William Wynn Westcott, Samuel Liddell MacGregor Mathers e William Robert Woodman – e ha come luogo di incubazione la Societas Rosicruciana in Anglia, un organismo para-massonico.
I tre fondatori, insoddisfatti per la mancanza di interesse per l’occultismo che notano nella massoneria ufficiale di cui Westcott era un importante esponente, nel 1888 creano l’organizzazione…
Alla corrente della magia cerimoniale appartiene anche l’Ordo Templis Orientis (O.T.O.), fondato da Carl Kellner (1850-1905), il quale era in contatto col mondo delle massonerie di frangia, dei Rosacroce e delle Chiese gnostiche.
Alla morte del fondatore, nel 1905, prende la guida dell’O.T.O.
Theodor Reuss, che era insieme capo dell’O.T.O., Gran Maestro per la Germania e l’Austria di una delle branche del rito di Memphis e Misram* ed esponente di altre massonerie di frangia.
Inoltre, Reuss derivava in parte la sua eventuale autorità «massonica» da Westcott, che lo aveva autorizzato a fondare una società rosicruciana in Germania.
Nel 1911 l’O.T.O. entrò in contatto con Aleister Crowley (1875-1947), nella cui figura si consumò l’incontro tra magia cerimoniale inglese e tedesca.

__

*A partire dal 1881, per opera del Sovrano Gran Maestro, Gran Commendatore, Gran Hyerophante Generale Fr. Giuseppe Garibaldi, avvenne la fusione dei due Riti, di Misraim e Memphis, attraverso un’organica e armonica integrazione.

________

Dall’Ottocento gli occultisti britannici portano i culti per Lucifero, le messe nere e i riti sessuali-orgiastici, tutti temi questi, perseguiti con programmaticità di intenti dalla Golden Dawn, setta massonica che mescola i riti dei Rosacrucriani, magia cerimoniale e tarocchi…
Questo gruppo di esoteristi oltre a personaggi di rilievo come il poeta W. B. Yeats, Bram Stoker e lo scienziato W. Crooks, accoglie nel 1898, dopo i consueti riti di iniziazione, Edward Alexander Crowley, un giovane che ha ereditato una notevole fortuna e che si fa chiamare Aleister.

________

I componenti di queste società si ritengono, insomma, depositari di un’antica sapienza primordiale che si manifesta spesso in riti particolari.
Un fatto interessante è che alcuni adepti di gruppi esoterici si trovano a ricoprire ruoli anche nei servizi segreti dei propri Paesi.
Un personaggio chiave in tal senso è il tedesco Theodor Reuss, della società occultistica Ordo templi orientis, maestro dell’inglese Aleister Crowley.
Crowley, anch’egli maestro d’occultismo e al contempo agente dei servizi segreti inglesi, alla fine dell’Ottocento aderisce alla celebre Golden Dawn – una derivazione, come s’è detto, della Società rosacrociana – e poi fonda una sezione inglese dell’Ordo templi orientis.
La Golden Dawn è a sua volta collegata con associazioni tedesche connesse alla dottrina segreta della russa madame Elena Blavatskij – fondatrice a New York, nel 1875, della Società teosofica – e all’antroposofia di Rudolph Steiner.

________

Un po’ di tessere sparse,tra poeti, occultisti, cantanti, satanismo, pedofilia e gruppi di potere.

89 comments to Aleister Crowley, Golden Dawn

  • Vautrin

    Tra i simpatizzanti ricordo anche Edward Bulwer Lytton e Arthur Conan Doyle, per non parlare delle adesioni dei nazisti inglesi e tedeschi (vedi Galli – Hitler e il nazismo magico – BUR).

    Hai letto “Il mattino dei maghi?”

  • Santaruina

    Ciao Vautrin

    il mattino dei maghi è uno di quei libri che mi prometto di leggere a forza di trovarmelo citato nella varie bibliografie..

    Prima o poi colmerò anche questa lacuna…

    Il libro di Galli invece l’ho trovato estremamente interessante, e Galli conosce bene l’argomento; trovo tutt’altro che fantasiose le sue “speculazioni” sulle origini esoteriche del nazismo.

    Blessed be

  • ikalaseppia

    Secondo Guénon dietri A.C. c’è molto più di una semplice impostrura. Siamo di fronte ad un personaggio veramente temibile che ha esercitato ed esercita un’enorme fascino sulla cultura moderna indirizzatone gli sviluppi in molteplici ambiti. Anche rimanendo in superficie, basti pensare alla diffusione dei tarocchi, dei quali la mentalità profana è assolutamente incapace di intuire e comprendere i veri pericoli; suo è il manuale più diffuso e venduto. Questo signore è un vero agente segreto degli inferi…

  • Santaruina

    La sua influenza è veramente enorme, ed è curioso ogni volta vedere come alcuni suoi ammiratori sorvolino sugli aspetti più “oscuri” del suo insegnamento.

    “Agente segreto degli inferi” mi pare una bella definizione.

    Blessed be

  • anonimo

    Accatastare alla rinfusa nomi più o meno noti dell’esoterismo europeo è un’operazione forse appagante, ma che non sempre giova alla Verità.

    Non accosterei l’opera di Rudolf Steiner a quella di conclamati satanisti: forse vale la pena di leggere qualcosa prima di cercare legami -anche labili- dove proprio non ve ne sono.

    Ciao Santaruina, hai la mia email.

    mistero

  • Santaruina

    Ciao mistero

    su Steiner credo che tu sappia già come la penso.

    Sono e resto molto critico nei confronti della sua opera, ed ancora di più mi lasciano perplesso i suoi odierni seguaci.

    Blessed be

  • anonimo

    Oh cavolo…noto adesso una coincidenza “lo spirito Aiwass”…ecco da dove veniva quel nome…

    (Leggi mai “Magico Vento”?)

    Kirbmarc.

  • lovi93

    93!

    Purtroppo ancora oggi quando si parla di Crowley si pensa subito al satanismo… Esorto tutti a leggere le traduzioni del SOTVL delle opere del Maestro therion e a ricordarsi che i testi sono scritti per gli iniziati in linguaggio simbolico, quindi nessuna uccisione di bambini ecc… Massimo Introvigne, ricercatore serio, smentisce che Crowley sia stato un satanista… Prima di giudicare ci vorrebbe un’analisi critica o quanto meno una lettua dei testi di Crowley e non su Crowley (vedi K. Grant ecc…). Il thelema è una via di emancipazione spirituale e non una setta di pazzi satanisti.

    93/93

  • Santaruina

    ciao Lovi

    mi piacerebbe avere da te a questo punto una definizione di satanismo.

    Io la mia l’ho già data, ed è sintetizzabile in “agire per la dissoluzione”, consapevolmente o meno.

    Che il thelema di Crowley sia solo una via per l’automiglioramento spirituale è davvero una affermazione buffa.

    Prima di avventurarsi in certe esperienze occorrerebbe avere una minima cognizione delle tematiche esoteriche, cosa che a te visibilmente manca, dalle parole che scrivi.

    Dovresti conoscere il valore del rito, e la sua reale efficacia fisica, e dovresti sapere distinguere tra il simbolico e il reale.

    Crowley nel descrivere i sacrifici non parlava simbolicamente, e chiunque abbia delle minime conoscenze su questi temi ne è al corrente.

    Per quanto riguarda l’esperto Introvigne ti suggerirei di fare una rapida ricerca con google associando al suo nome la parola “kelebek”, sito in cui le sue gesta vengono ampiamente trattate.

    Se vorrai parlare ulteriormente dell’argomento,mi farà piacere.

    Non posso però fare a meno di dirti che la mia impressione è che tu abbia le idee un po’ confuse, su queste tematiche.

    Blessed be

  • anonimo

    Mi sembra che in quello che scrivi ci sia un po’ di confusione. Hai accostato una serie di correnti e sette esoteriche, attribuendo loro una linea di continuità che, in verità, non hanno mai avuto.

    Quando e se mai leggerai “La Magia della Golden Dawn” di Israel Regardie, scoprirai che non ha niente a che fare con “i culti di Lucifero, le messe nere e i riti sessuali-orgiastici”. Se anche A.Crowley è passato in quel movimento, ciò non significa affatto che ne abbia ereditato valori e presupposti nella sua dottrina.

    Non basta aver partecipato alle attività di un gruppo, per diventarne l’ideale continuatore. Altrimenti, traducendo quel che hai scritto nel mondo della politica, potremmo affermare che Giuliano Ferrara oggi è un marxista, solo perché in gioventù ha avuto la tessera del Partito Comunista.

    Quanto alla Blavatskij, nella Dottrina Segreta negli altri suoi scritti, porta un messaggio che puoi accostare alla Golden Dawn solo se credi che le mele e i cavoli siano la stessa cosa. Più volte, infatti, le sue parole mettono in guardia dalla magia cerimoniale, avvicinandosi piuttosto a discipline come il Raja Yoga. Come per A. Bailey, il suo pensiero è piuttosto fondato sull’esistenza di Maestri che appartengono a una Gerarchia iniziatica che governa lo sviluppo spirituale dell’Umanità.

    Forse dovresti spiegare un po’ meglio le differenze fra i pensieri esoterici e non metterli tutti nello stesso sacco.

    Altrimenti, chi non li conosce e capita per caso sul tuo sito, potrebbe farsi delle idee sbagliate.

    Inoltre, a parte lo spirito tormentato di Crowley, che sta già godendo per la confusione che hai generato con i tuoi accostamenti, se i personaggi che hai citato non fossero abbondantemente oltre il destino dei loro corpi materiali, avrebbero già smosso un bel po’ di terra per venirti a cercare…

  • Santaruina

    Ciao utente anonimo.

    Innanzitutto ti pregherei, nel caso tu volessi continuare questa discussione, di usare un nome, qualsiasi, come firma, in modo da poter sapere che gli interventi apparterranno a te.

    Detto questo, come prima cosa forse non hai posto una dovuta attenzione al post.

    Avresti notato che in realtà scritto da me non vi compare nulla.

    Quindi già decade la prima critica, (Mi sembra che in quello che scrivi ci sia un po’ di confusione.).

    Non avendo io scritto niente di mio in questo post non vi può essere confusione in quello che scrivo.

    A meno che tu ti riferisca a qualche altro mio scritto, ma in tal caso ne potremo parlare nello spazio apposito.

    Fatte queste noiose premesse, cercherò di entrare nel merito delle tue considerazioni.

    In poche parole la tu prima critica sostiene che le associazioni fatte nel post siano fuorvianti.

    Innanzitutto, nulla di quello che ho riportato può essere smentito, e questo nemmeno tu lo fai, ad onor del vero.

    Sono le “associazioni” l’oggetto della tua critica.

    Ma le associazioni le fa chi legge.

    A me paiono evidenti.

    A te no.

    Nessun problema.

    Ma se certi personaggi li ritroviamo in gruppi diversi, sempre in prima fila, sempre intrecciati tra loro, sempre con la stessa ideologia di fondo, forse qualcosa su cui soffermarsi esiste.

    Quello che mi commuove degli amici di Crowley è che nel difenderlo ne negano sempre gli insegnamenti.

    Ora, se si è seguaci di Crowley, non si può contemporaneamente fare anche la parte dei buonisti e dei sensibili.

    Allora sì che c’è un po’ di confusione.

    Crowley esaltava i sacrifici umani, e lo faceva in base a degli studi esoterici che hanno una loro coerenza di fondo.

    Se si è seguaci di Crowley si accetta questo fatto.

    Ma pretendere di ispirarsi a Crowley e poi rinnegare i sacrifici, o insistere con la vecchia manfrina ma quando crowley diceva che bisognava sacrificare bambini in realtà non intendeva questo ma bla bla bla, e cheppalle aggiungerei, significa non aver capito nulla della magia cerimoniale e delle sue potenzialità.

    Assolutamente nulla.

    Non si può avere ribrezzo dei sacrifici umani e poi difendere Crowley e Lucifero.

    Bisogna decidersi.

    Altrimenti si prendono altri esempi da seguire.

    Idem con patate per la Blavatsky, allucinata e confusionaria come pochi, vedere René Guénon a proposito , e la sua esaltazione di Satana.

    Propriamente satanismo.

    Satana è Dio, dice la Blavatsky.

    Ancora una volta, o si è satanisti convinti, con tutto quello che questo comporta, o si evita di difendere la Blavatsky.

    La Bailey era quella che invocava una bella bomba atomica con conseguente morte di miliardi di persone quale strumento di liberazione di energia psichica che avrebbe aiutato il passaggio di era.

    Vedere il link a fianco sul volto oscuro delle nazioni unite, per chi nutrisse dei dubbi.

    Quindi, ancora una volta, se l’idea di un miliardo di persone morte uccise da una bomba atomica piace, si difenda pure la Bailey.

    Se questa idea provoca ribrezzo, si smascheri la sua follia e il suo fanatismo delirante.

    Per chiudere, direi che forse la confusione di cui mi accusi aleggia da un’altra parte, e come si è appena visto ci vuole ben poco per evidenziarla.

    Basta leggere quello che queste belle personcine scrivevano nero su bianco e predicavano.

    Sull’invito ai cari estinti citati di venire a farmi visita sorvolo, non credo di essere così importante da meritarmi le loro attenzioni.

    A presto.

    Blessed be

  • anonimo

    Ciao Carlo.

    Punto uno complimenti per tutto il blog. Punto due tra le tante cose interessanti che hai pubblicato mi sono soffermato su questa di A.C.. Ti premetto che non sono un suo estimatore ma forse andrebbero chiarite un po’ di cose: sul fatto dei sacrifici umani molti sciamani hanno usato, ed utilizzano ancora, su questa pratica, un metalinguaggio (è molto difficile quindi poter affermare se effettivamente quei sacrifici siano stati fatti ma di certo nel caso di C. è proprio il suo linguaggio ad aver creato una massa, non tutti, di seguaci ignoranti, esaltati e satanisti che spesso non comprendono nulla di ciò che leggono).Inoltre, ho dei dubbi sul fatto che C. fosse un satanista, dai sui scritti emerge più l’idea dell’uomo tantrico, nel bene e nel male. Un’ultima cosa: sui tarocchi, e più in generale sulla divinazione, C. fu effettivamente un uomo di sapere. Ti ripeto, Carlo , che non sono un suo estimatore soprattutto per il fatto che il suo linguaggio è troppo spesso travisabile.

    Contina così,

    Max.

  • Santaruina

    Ciao Max

    ti ringrazio.

    Crowley è argomento vasto.

    Dovrei ritornarci, anche perchè ogni volta emergono nuovi aspetti da chiarire.

    Dal mio punto di vista era sicuramente un grande conoscitore delle arti occulte, e credo che si possa definire a tutti gli effetti un controiniziato.

    Tutto il suo insegnamento punta alla dissoluzione, e questo, dal mio punto di vista, è satanismo.

    Su una cosa mi pare però che siamo d’accordo: che sia stato o meno “satanista”, la sua opera è stata in gran parte interpretata dai suoi “seguaci” nella direzione infera.

    A presto Max e grazie per il tuo contributo.

    Blessed be

  • anonimo

    Ciao.

    Sono l’utente anonimo, puoi chiamarmi così, se ti va.

    Se citi un passaggio da un testo qualsiasi per divulgare un argomento e non ne prendi le distanze, significa evidentemente che lo ritieni idoneo a illustrare un determinato argomento e che nel complesso lo condividi, più o meno fino in fondo. Altrimenti ti conviene sceglierne un altro.

    Citare e scrivere sono sinonimi, anche se il loro differire sta nella paternità, e se mi rispondi che “non avendo io scritto niente di mio in questo post non vi può essere confusione in quello che scrivo”, usi solo un sofismo che non coglie il senso della critica.

    Forse, tra l’altro, non hai capito che non sono affatto un sostenitore di Crowley.

    Le associazioni fatte nel tuo post sono fuorvianti perché la Golden Dawn, fin dalla sua fondazione, ha sempre affermato un’ideologia fondamentalmente diversa da quella di Crowley.

    Prendi alcuni rituali della Golden Dawn e mettili a confronto con altri di Crowley in cui il satanismo non è evidente: vi scoprirai un’inversione di quegli elementi simbolici che servono a trasformare la cerimonia in un’invocazione demoniaca (numeri sostituiti con altri dall’indubbio valore infero, punti cardinali opposti a quelli originari, ecc.).

    Non lo dico per difendere la Golden Dawn, perché personalmente credo che la magia cerimoniale non sia un modo diretto per comprendere il rapporto che lega ogni uomo al suo Destino.

    Lo dico perché – ti ripeto – nei testi della Golden Dawn (I.Regardie, ma non solo) che sono stati divulgati dopo la rottura del giuramento di segretezza imposto ai discepoli della setta, il satanismo non esiste e vengono esplicitamente prese le distanze da Crowley.

    Nell’Introduzione de “La Magia della Golden Dawn” è scritto:

    “L’Ordine della Golden Dawn è una Società Ermetica i cui membri vengono istruiti nei principi della Scienza Occulta e della Magia di Ermete”.

    Come si può associare Ermete Trismegisto col satanismo?

    Inoltre uno degli obblighi per gli iscritti era quello di “curare gli infermi, e gratuitamente”.

    E ancora, ai neofiti si chiede di lavorare “nella rettitudine”, affinché “la Luce che sta oltre il velo” possa “splendere” attraverso di loro.

    Scopo degli adepti della Golden Dawn è sempre stato realizzare l’Oro, cioè compiere quella che alchemicamente è chiamata Grande Opera. A volte, certe loro riflessioni degradano i principi da cui nascono e cadono nella psicologia o in altri ordini di pensiero tipici delle scienze sperimentali tanto care al materialismo occidentale, ma ciò non basta per associarle al satanismo.

    Potrei andare avanti ancora un po’ con altri esempi, ma non amo la filologia e non credo che cercare di dimostrare di aver ragione serva a elevare la discussione.

    Tuttavia, nella magia cerimoniale, nella massoneria, come nell’uso dei Tarocchi o di altre pratiche divinatorie esiste la differenza fra il bene e il male, a seconda dell’uso che se ne fa. Non si possono condannare completamente… Altrimenti, si rischia di dimostrare la propria incomprensione rispetto all’origine cultuale che hanno avuto e ai moventi di chi le pratica non per fini personali.

    Su Crowley, condivido pienamente la tua posizione. Il mio discorso non voleva minimamente rivalutarlo, né tantomeno separare la lettera dal senso occulto dei simboli che usa.

    Non c’è nessuna via di emancipazione spirituale nel suo thelema che è invece costruito su un capovolgimento evidente di ogni valore trascendentale. Effettivamente “agire per la dissoluzione, consapevolmente o meno” è l’obiettivo di ciò che ha praticato e divulgato.

    Il suo ‘inganno’ continua a perpetrarsi anche ai danni di alcuni adepti inconsapevoli della sua setta.

    I Crowleriani che, nella loro dottrina, distinguono il simbolo dalla realtà sono portati a credere che l’affrancamento dell’individuale si realizzi sul piano astrale, dove essi dicono di “navigare”. A parte il fatto che il piano astrale non è il fine di nessuna realizzazione spirituale, ma solo un campo giochi per soggetti privati dell’anima, quando essi avranno completato questo processo, non potranno più esimersi dal praticare il male anche fisicamente. Tuttavia, mi rendo conto che questa verità è difficile da capire per chi cerca il potere materiale o la vuota libertà del formale privato della sua origine.

    E’ impossibile scindere il mentale dal fisico, se non al prezzo di trasformare l’uomo in bestia.

    Sono andato a leggermi il “volto oscuro delle Nazioni Unite”. Sono d’accordo sul fatto che il ‘nostro’ Governo Mondiale sia nato già compromesso. La politica odierna è ormai la distorsione di un Ideale. Ma in certi punti dell’esposizione, le tue convinzioni s’irrigidiscono fino a diventare manicheismo a buon mercato.

    Devo infatti constatare che critichi la Blavatsky senza conoscere a fondo i suoi scritti.

    Inoltre, non sai minimamente cosa sia lo Gnosticismo. Altrimenti ti sarebbe chiaro che il ruolo di Lucifero (il portatore di Luce) non ha proprio niente a che fare con Satana: uno dei capitoli della Dottrina Segreta ha come titolo “Demon est Deus inversus”. La differenza fra iniziazione e controiniziazione traspare dal senso di quel capitolo.

    Prova a tornare per un momento nel Giardino dell’Eden. Immagina Adamo che dà i nomi alle cose in astratto, senza la sapienza necessaria a risolvere l’Abisso che ogni cosa deve superare per potersi dire tale. Dopo poco avrebbe perso se stesso, per sempre.

    Per lo Gnosticismo, il peccato è insito nella materia pre-esistente alla Creazione. Lo si può oltre-passare solo partendo dalla consapevolezza della separazione originaria degli enti dal loro Principio, solo ricongiungendo le loro differenze all’Unità, attraverso un sacrificio consapevole di se stessi. Da qui viene il valore positivo del Serpente e di Lucifero, contrapposto all’ombra di Dio, Satana. Credere che la trasmutazione del male non sia necessaria, secondo me, porta a quello che io chiamo ‘ebetismo trascendentale’.

    Credi davvero che l’uomo avrebbe potuto raggiungere l’autocoscienza senza cadere? Pensi che sarebbe potuto esistere senza dissolversi? La vera Gnosi parte da una consapevolezza a priori della colpa, non per affermarne il valore ontologico come vorrebbe il satanismo, ma per trovare la via dell’ascesa.

    Siete sicuri, tu e tutti quelli che condannano questa via, di poter levare la Spada della Giustizia? Io credo che la Spada della Giustizia colpirà proprio chi non ha capito di doversi risollevare dal limite costitutivo della materia.

    Tuttavia, personalmente, non mi sento uno gnostico, almeno non più di quanto senta di appartenere a ciò che c’è di buono in altre tradizioni esoteriche.

    La Blavatsky assume presupposti gnostici. Non porta avanti l’idea che Satana è Dio, ma che Satana è il dio con cui l’uomo deve confrontarsi. C’è molta differenza. Sei libero di prendere una frase, estrapolarla dal senso del discorso in cui è contenuta e farne ciò che vuoi, ma ciò non giova alla verità e forse neanche a te.

    Se tu avessi letto tutta la Dottrina Segreta, non dico a fondo, anche solo superficialmente, sapresti che circa un quarto di quell’opera è una critica al darwinismo e a tutte le implicazioni evoluzionistiche che ne sono derivate. Più di metà di quei volumi sono invece ispirati agli aspetti esoterici del Buddismo e di altre Filosofie orientali. Se riesci a farli coincidere col Satanismo, buona fortuna…

    In più, in molti passi della sua opera, la Blavatsky avverte contro i pericoli che possono portare l’uomo alla “perdita dell’anima”.

    Nonostante alcune affermazioni appaiano confuse a una prima lettura, tuttavia, ancora una volta, la via oscura è un’altra cosa.

    Se hai bisogno di ulteriori esempi, fammi sapere.

    E’ sbagliato separare l’esoterismo dall’occultismo e riferire il primo a una via celeste e al secondo una via infera, come fai in “Esoterismo – una premessa”.

    Etimologicamente, esoterico è composto da ESO (dentro) e TEROS (opposto). Quindi, è una parola che indica, in contrapposizione a quel che è exoterico, ciò che è intimo, interiore e che appartiene al Piano dove si svolge la Legge che governa il Cosmo. Quel Piano si riflette poi nei livelli esteriori del mondo manifestato.

    Occulto, da OB-COLERE (nascondere, velare), ha un valore più generico, meno preciso, ma non per questo è un termine ‘degenere’.

    Non è detto che l’occultismo sia un “tentativo di manipolare forze […] per ottenere dei vantaggi personali”.

    Se li consideri con uno sguardo emotivamente neutro, i due termini sono sostanzialmente sinonimi.

    E’ vero che “sono due le vie” e che “l’Intelligenza del Cuore” né è il discrimine, ma per tracciare la linea di separazione non bastano le turbolenze che un’impressione può proiettare su un etimo. E’ troppo semplice attribuire l’esoterismo al bene e l’occultismo al male. E’ necessario invece considerare ogni dottrina nel suo complesso e soprattutto saper vedere l’aura di chi ne è il divulgatore.

    Nel tuo “volto oscuro delle Nazioni Unite”, come per la Blavatsky, anche per la Bailey, hai preso delle frasi sparse e le hai usate secondo i tuoi dogmi.

    Tra l’altro, come qualcuno ti ha già fatto notare, ci sono delle imprecisioni, in quello che è scritto. Per esempio, fu Annie Besant, non la Bailey a assumere la guida della Società Teosofica dopo la Blavatsky. Inoltre, la Bailey non fu una seguace diretta della Blavatsky, anche se il loro rapporto segue una stessa linea di continuità. Piuttosto, entrambe affermarono esplicitamente l’esistenza della Gerarchia.

    La Bailey non ha mai invocato “una bella bomba…

  • anonimo

    […] atomica con conseguente morte di miliardi di persone quale strumento di liberazione di energia psichica che avrebbe aiutato il passaggio di era”.

    Comunque, se vuoi, aggiungo un altro elemento per rafforzare la tua convinzione che invece sia giusto quello che pensi. In un passaggio dei suoi scritti, il Tibetano afferma che, durante la Seconda Guerra Mondiale, si dovette rispondere al Fuoco col Fuoco. In realtà, se gli alleati non avessero usato l’atomica, lo avrebbe fatto Hitler di lì a poco. I Nazisti avevano già fatto esperimenti e progetti in proposito. Purtroppo è una triste verità, di fronte alla quale puoi assumere un atteggiamento buonista che tuttavia giova solo alle forze del male. Senza l’atomica sul Giappone, gli oscuri avrebbero vinto, e “miliardi di persone” non sarebbero bastate a soddisfare la loro sete. Credi davvero che ci potesse essere un altro modo di agire? Dimmi quale, allora… ma dimmelo in concreto. Oppure sei anche tu fra quelli che pensano che realizzare l’amore universale sia mettere i fiori nei cannoni?

    In ogni caso, niente giustifica quell’atto e la Bailey non ha mai scritto che l’utilizzo dell’atomica sia stato un bene. Anche le frasi che tu stesso citi, non vogliono affatto dire ciò che gli hai fatto dire e non capisco proprio come tu sia riuscito a interpretarle in tal senso. Ma sarebbe un’operazione troppo lunga e probabilmente inutile dimostrarti qui il contrario.

    Proseguendo oltre, noto che non hai letto neanche le opere di Morya, ma, ciò nonostante, etichetti anche quelle come satanismo. Ti cito solo un paragrafo, che tuttavia è molto chiaro:

    – Non sono abbastanza numerosi i terremoti? Non ci sono abbastanza disastri, uragani, eccessi di caldo e freddo? Non è sorta la croce di fuoco? Non si è vista una stella di giorno? Non è apparso un arcobaleno ardente? Non sono abbastanza numerosi questi segni? Ma l’umanità, nel caos, non vuole saperne dei segni! Quindi noi non insisteremo sui segni visibili, dal momento che il dubbio l’ha resa cieca. Ma fra i ciechi e i sordi stanno i figli del fuoco. Per loro noi mandiamo questi segnali, che sappiano del ritorno della Luce. [Gerarchia, 380]

    Non sono un teosofista e nemmeno un discepolo della Bailey. Però so cos’ la Gerarchia. E so che Diwhal Khul e Morya, così come tutti gli uomini che raggiungono un certo grado spirituale, ne fanno parte. Ti assicuro che sono tutt’altro che “incorporei”, come scrivi tu.

    La verità è che un Maestro non ha più bisogno di un corpo fisico, ma può assumerne uno, a seconda delle necessità di manifestazione del Principio che Egli serve. Oppure può decidere di agire tramite un suo discepolo.

    Si tratta della stessa Gerarchia a cui accenna lo stesso Guenon e che tra l’altro, è il centro del pensiero di Ibn-Arabi, di altri esoteristi e di tutte le tradizioni ortodosse. Il potere materiale è assolutamente lontano dai loro scopi e il Piano del loro agire è fondato sulle sette stelle dell’Orsa Maggiore.

    Hai ragione, quando consideri come satanico l’utilizzo strumentale, per fini politici, del pensiero teosofico, della Bailey e di tutti gli esoterismi dietro cui si mascherano e agiscono organizzazioni di potere.

    Provoca un certo sdegno spirituale vedere come il messaggio dei Maestri sia stato prostituito. D’altronde… non succede così da qualche millennio? Sia Lucis Trust che la Società Teosofica non sono esenti da questa degradazione. Eppure, un Maestro non può essere responsabile dell’uso che si fa della sua dottrina. Non ha nemmeno bisogno di intervenire per correggerne le distorsioni provocate dall’uso individualista della libertà umana. Sarà il tempo a farlo.

    Oggi, al contrario di Maurice Strong, si può tranquillamente affermare che “l’illuminazione intellettuale è senza effetto se è anche politica”. O, meglio, assume esattamente l’aspetto opposto di quel che doveva essere in origine.

    Tuttavia, chi sa effettivamente come avverrà l’evoluzione iniziatica che governa lo sviluppo spirituale dell’umanità, conosce le date e il senso del percorso che porterà alla caduta del materialismo e a un nuovo Ordinamento. E’ possibile che interpreterai l’idea di un ‘nuovo Ordinamento’ come l’avvento al potere mondiale di una grande cospirazione ordita dagli oscuri, come l’imposizione globale di un controllo da Grande Fratello, o come qualcosa del genere. Ma non sarà niente di tutto questo. La politica non centra. Il nostro mondo fondato su tecnica, economia e finanza cadrà senza speranza. Cadranno anche tutte le società segrete e non che credono di dover preparare quel momento e intanto si dichiarano Illuminati, rinforzano i loro ruoli di potere e riempiono casseforti.

    Per nuovo Ordinamento, intendo l’avvento della fratellanza universale, con tutta la severa benevolenza che l’apertura della Città di Dio implica. Per capire, prova a togliere dall’idea di Gerarchia ogni autoritarismo. Un giorno, Gesù disse ai suoi discepoli: “Verrà Colui che proviene dal Padre”. Detto questo, sono costretto a lanciare il sasso, senza nascondere la mano, ma tacendo sul resto, a costo di venire frainteso, perché ci sono cose a cui ognuno deve arrivare da solo.

    Per concludere, il mio commento del 15/4 intendeva solo distinguere Crowley dagli altri movimenti nominati. Per giungere alla verità, è importante saper valutare con precisione. La fonte che usi è fin troppo facilmente criticabile, basta avere un minimo di neutralità e di familiarità con quelle correnti, per poter contrapporre a tali affermazioni pagine e pagine di citazioni in cui le differenze fra quegli autori e il satanismo risultano lampanti. Scusami, se ora non posso farlo con pieno rigore, ma il mio lavoro di ricerca universitaria giorno e notte non mi lascia tempo, tanto che a volte non mi ricordo più come mi hanno chiamato i miei genitori. Solo il mio nome vero, è l’unica cosa che non posso dimenticare.

    Anche se per scriverti ho dovuto sottrarmi ore di sonno, l’ho fatto per invitarti a fare un esame di coscienza non sulle idee che hai sull’esoterismo, o sui tuoi punti di riferimento, ma sull’applicazione pratica che fai della differenza fra il bene e il male. Detto per inciso, è un peccato che tu ricada in certe posizioni discriminanti, che dimostrano una certa rigidità trascendentale, perché – ho letto le pagine del tuo sito – ciò che scrivi ha un valore e mi sembra animato da una sincera disposizione verso la Via. Puoi anche mandarmi dove tu sai per queste critiche, se credi che quel limite sia la tua forza, non importa. Se pure respingerai o mistificherai ciò che ti ho detto, sarà servito lo stesso. A volte, vale la pena di sbilanciarsi. Al giorno d’oggi, è sempre più difficile confrontarsi con qualcuno che non cerca la verità in modo superficiale o per compensare una sua mancanza.

    Tornerò appena posso. A presto.

    P.S. Mi dispiace di aver inserito in questa pagina riflessioni che avrei dovuto mandarti in altre, ma mi è sembrato che facessero parte di un unico discorso!

  • Santaruina

    Caro utente anonimo

    intanto ti ringrazio per il tempo che hai voluto dedicare ad esprimere il tuo pensiero, ed anche per l’attenzione con cui hai letto i miei scritti.

    Ti rinnoverei anche l’invito di sceglierti un nick name qualsiasi, fosse anche una lettera puntata, per potere in futuro, se avrai ancora piacere di tornare a scrivere da queste parti, sapere riconoscere i tuoi interventi.

    Detto questo, hai toccato numerosi punti, per risponderti ad uno ad uno dovrei quasi riproporre la metà delle pagine che si trovano in questo blog.

    Diciamo che le mie idee sulla Blavatsky sulla Bailey e suoi sedicenti maestri tibetani poggiano su solide basi.

    Vi ho dedicato molti scritti.

    Lo stesso dicasi sula rapporto tra la Golden Brown e Crowley.

    Mi pare di capire che la tua critica tende principalmente a contestare il diretto rapporto tra il “maestro” e l’ordine di cui fece parte.

    Forse più che la mia o la tua opinione conviene a questo punto controllare i documenti con cui la Golden Brown promuove se stessa, e i testi a cui fa riferimento.

    Ma la critica a cui desidererei rispondere in primo luogo è quella del “manicheismo”, poichè è quella che più spesso mi viene rivolta.

    Molti tra coloro che si interessano delle cosiddette “questioni esoteriche” mi muovono l’appunto di essere troppo categorico nel separare le discipline “celesti” da quelle “infere”, nonchè di travisare e di non comprendere a fondo l’immagine di Lucifero.

    Io credo di aver riflettuto molto su queste mie scelte, e continuo a sostenerne la legittimità.

    Chi realmente si interessa a questo campo, sa benissimo che questa è l’epoca della spiritualità alla rovescia, l’epoca in cui la scimmia di Dio banchetta servita e riverita.

    Mai come adesso le vie celesti sono state tanto occultate, e mai come ora l’ombra si è travestita da luce.

    La rivalutazione di Lucifero, l’idealizzazione di satana, l’invito all’introspezione fanno tutte parte di questo disegno.

    Queste ricerche sono quasi nella loro totalità deviate, e in questo periodo l’imperativo primario è mettere in guardia le anime dal cadere in tali abissi.

    Anche se difficile ancora vi è e sempre vi sarà spazio per una autentica ricerca che conduca in alto, e io non voglio negare questo, ma la prudenza deve essere massima.

    Ora più che mai.

    E tutti coloro che io critico, dai teosofi ai luciferiani colti ai pseudo maestri, tutti, agiscono per la dissoluzione.

    Spero che vi siano occasioni per approfondire ulteriormente queste tematiche.

    Blessed be

  • anonimo

    Ciao, Santaruina.

    Sono l’anonimo.

    Se ti va bene, possiamo metterci una maiuscola davanti, così divento Anonimo, ed ecco un nome.

    Su Crowley (che io non riesco proprio a chiamare “maestro”) e la Golden Dawn (attento, non Brown!), non credo, per il momento, che valga la pena di continuare la discussione. Sì, prova a leggere qualche documento, poi, se vuoi, ne riparliamo.

    Capisco le tue posizioni. Non è mio compito discuterle ulteriormente e sicuramente avrai le tue ragioni.

    Ci sono numerose pagine su internet che accusano la Gerarchia di essere una sedicente organizzazione ordita per favorire l’avvento dell’anticristo. Non sarò certo io a far cambiare idea ai loro autori.

    Tuttavia, vorrei solo precisare che il Cristo affermato da Gesù, dallo Gnosticismo, da Diwhal Khul, o da Morya, colui che in oriente è chiamato Maitreya, non è affatto l’anticristo. Si può scambiare l’Uno con l’altro per malafede o per ignoranza, non solo spirituale, ma anche filosofica e culturale.

    Egli è piuttosto l’erede del potere del Polo. Anche Ibn-Arabi ne scrive, in molte sue opere (per esempio “Il mistero dei Custodi del mondo”), dandogli il nome di uno degli Imam della Tradizione primordiale: Egli è “il signore dell’istante (sahib alwaqt), non è né Ebreo né Cristiano né appartiene a alcun’altra dottrina né comunità religiosa, a meno che queste stesse non gli si conformino per amore nei suoi confronti, per il Segreto deposto presso di lui”.

    Quando apparirà a tutta Umanità, di tutte le manovre politiche e di chi Lo confonde con l’anticristo, il Cristo non saprà che farsene, sarà troppo occupato a aprire il Portale del Regno di Dio. La caduta di tutta la modernità, dell’Occidente e degli oscuri sarà una conseguenza di questo gesto, Egli non muoverà un dito per provocarla direttamente. Così inizierà la nuova Era.

    L’evidenza di questo futuro, che è iscritto indelebilmente nella Necessità del Logos che ci governa, è una rivelazione iniziatica e deve rimanere velata. Ma rifiutare a priori anche solo la possibilità che questo avvenga vuol dire fare il gioco dell’anticristo. Cioè rimanere ancorati al bieco materialismo che oggi imperversa.

    In altre parole, negare la prossima epifania del Cristo e il Bene come futuro dell’Umanità significa andare verso una controiniziazione. E’ proprio ciò che il male sta cercando di ottenere, stimolando credenze e turbolenze che allontanino le coscienze degli individui dalla verità contenuta nella Sua venuta.

    Nel momento in cui si scoprirà che Egli è stato sempre presente fra noi, quelli che non saranno pronti, o che non lo riconosceranno, perché presi dal caos istaurato dai tanti falsi profeti, cadranno con l’anticristo nell’impossibilità di manifestarsi e saranno esclusi dal Nuovo Mondo. E’ inevitabile che tutto ciò avvenga.

    Sul tuo pensiero, vedo stagliarsi l’ombra un po’ squadrata di Guenon.

    A parte le nostre differenze, non lo dico come critica, perché ne condivido il pensiero e a volte provo gioia per il solo fatto che sia esistito un esempio così preciso e fulgido per chi cerca la Via. Sicuramente, “questa è l’epoca della spiritualità alla rovescia”, “in cui la scimmia di Dio banchetta servita e riverita”. Più che in altri tempi, oggi, emerge come la nostra Terra sia ormai diventata l’Inferno. Ma io sorrido, e, dopo un fremito di paura, sento una pace che supera il mio intendimento, quando vedo che il male precipiterà nello stesso abisso che da secoli si sta costruendo.

    A presto.

  • anonimo

    ecco proprio di questo parlavo.Dov’è la falsa profezia?ci si può fidare della chiesa?

    o ci si può fidare di teosofi,gnostici,esoterismi orientali??

    sembra che entrambi abbiate deciso,meditato,riflettuto la via da seguire…ma al mondo c’è una sola verità!

    A te utente anonimo una domanda:il tuo Dio è personale o impersonale?

    Davide

  • Santaruina

    Caro Anonimo,

    direi che abbiamo delle basi comuni di pensiero, ma giungiamo a conclusioni opposte.

    Per quanto mi riguarda inviterei a riflettere sulle parole di Cristo, quando diceva è necessario che lo scandalo vi sia, ma guai a chi provoca lo scandalo.

    L’epoca di luce vi sarà, ma non sta a nessuno di noi decidere il come e il quando, ne tantomeno cercare di affrettarne l’arrivo.

    Perchè prima bisognerà attraversare periodi di “tormenti”, necessari, e spesso chi anela alla nuova era è portato ad accentuare questi tormenti, per affrettare il cambiamento.

    Tutto qui.

    La differenza sembra lieve, ma al suo interno vi sta tutta la distanza che separa l’iniziazione dalla controiniziazione.

    Blessed be

    p.s: Golden Brown è chiaramente un refuso dettato dalla fretta, e dalla passione per i Stranglers. :-)

  • anonimo

    Ciao a chi ascolta sulla Soglia.

    Sono l’Anonimo.

    Grazie Davide, finalmente una bella domanda, al di là delle questioni intellettuali e dottrinarie: di chi ci si può fidare?

    Se credi ci sia una rivelazione per l’uomo, la risposta sta nella tua destinazione.

    La verità è esotericamente una, ma, formalizzandosi exotericamente nel mondo, prende aspetti molteplici, come la Luce che passa attraverso un prisma e si scompone in raggi.

    Quindi – per esempio – se anche io e Santaruina abbiamo due modi di concepire il nostro approccio all’esoterico, personalmente penso che sia proficuo discutere le nostre differenze solo fino a un certo punto.

    L’importante è non lasciare che gli ideali restino astratti, ma saperli tradurre in una pratica concreta di vita.

    L’importante è, oltre i propri stili e percorsi contingenti, ritrovarsi, alla fine, tutt’insieme sulla Via, se così dev’essere.

    “Falsa profezia” è l’appropriarsi di una Profezia fondata su una Rivelazione, pensandola come qualcosa che riguarda esclusivamente se stessi.

    La falsa profezia nasce nell’istante in cui credi di poter riferire la verità all’isolamento in cui abita la tua esistenza personale.

    Ogni rivelazione è la Struttura Originaria del manifestarsi di Dio. Io, te, Santaruina e il resto dell’umanità ne siamo un riflesso, non il soggetto.

    Solo Dio Esiste, noi esistiamo, ma, trasmutandoci gradualmente in strumento del Padre (o di come lo vuoi chiamare), diventiamo sempre più parte di quella Rivelazione che Egli è. Questo processo è un’iniziazione.

    Ogni iniziazione porta in se una profezia, e ogni profezia, a seconda del grado iniziatico di chi la riceve, riguarda sempre più il progresso spirituale dell’umanità intera.

    Ogni controiniziazione, invece, porta in se una falsa profezia e ogni falsa profezia, a seconda del degrado iniziatico di chi la riceve, riguarda sempre più il regresso spirituale dell’umanità intera.

    L’uomo può rapportarsi alla Rivelazione con cui Dio si manifesta in due modi. Può CREARE, comprendendo la Necessità che attraversa il proprio sacrificio materiale (e che spesso gli appare come una negazione di se stesso, ma che, rispetto alla costituzione inversa del nostro mondo, corrisponde invece a un’affermazione essenziale); oppure può DISTRUGGERE le potenzialità Trascendentali della vita che gli è concessa, per sostenere il proprio potere terreno. Ecco la differenza fra il bene e il male. Sta nel modo in cui ti rapporti alla forma del tuo passato.

    Come forse tu saprai e come potrà ben spiegarti Santaruina, entrambe le vie hanno una loro coerenza, ma io spero che la regola del tradimento non si impadronisca di te.

    E’ tradendo quella rivelazione del Bene che è contenuto in ogni uomo, che il male evolve. O, meglio, fa decadere il valore della Creazione fino al punto in cui evolvere non è più possibile, fino a trasformare la forma in un amorfo.

    L’anticristo, sarà il signore del tradimento, proprio per questo non sarà facile riconoscerlo, almeno all’inizio. Gli oscuri stanno cercando di negare la Rivelazione del Bene che è contenuto nell’uomo, gettando confusione sulla prossima venuta del Cristo. E’ impossibile che vincano, perché la verità portata dal Cristo appartiene a un ordine superiore rispetto al loro campo di esistenza. L’unica cosa che potranno ottenere è aumentare il numero di persone inermi che, accettando il loro marchio, precipiteranno nel nulla.

    Proprio perché il male è un tradimento della Rivelazione con cui il divino si manifesta, anche gli oscuri – purtroppo – conoscono una parte del Proposito contenuto nella prossima apparizione del Cristo. Lo conoscono nella loro maniera deformata, non riusciranno mai a comprenderLo pienamente, ma, nonostante ciò, sono pericolosi e solo chi ha raggiunto un certa realizzazione spirituale può contrastarli efficacemente.

    Agendo attraverso quella che qui ho chiamato ‘regola del tradimento’, gli oscuri si sono impadroniti e hanno contaminato ogni definizione esteriore di Profezia. Essi hanno ormai disgiunto, nella contingenza umana, l’unità fra idea e azione.

    Per questo, non ci si può fidare di nessuna chiesa, di nessun teosofismo, di nessun esoterismo orientaleggiante o gnosticismo.

    Tutte le organizzazioni religiose o pseudotali nel complesso hanno fallito, perché non sono state capaci di interpretare attivamente la parte del Piano logoico loro concessa. Tutte sono cadute nella prostituzione della Rivelazione con cui Dio si manifesta.

    Ormai restano solo le rovine della verità, però qualcuna nasconde ancora dei gioielli. Sta all’individuo singolo trovarli e farli risplendere, per illuminare il suo percorso.

    Al di là di tutte le sette e dei loro dogmatismi, chi sarà capace di cercare la propria anima, attraversando l’abisso e mantenendo alta la fiaccola della differenza fra il bene e il male, scoprirà con gioia che quelli che, prima di lui, avevano attraversato la voragine che separa e unisce materiale e spirituale, da tempo, lo stavano attendendo.

    La Gerarchia è la catena iniziatica degli Esseri che ci hanno preceduto lungo la Via.

    Ma non è una strada per tutti.

    Davide, sicuramente mi metti in difficoltà, quando chiedi se il mio Dio è “personale o impersonale”, perché nessun uomo del mio grado può rispondere a una simile domanda.

    Il tuo quesito presuppone una conoscenza del segreto del Nome con cui Dio si manifesta. Solo un Maestro può averla.

    Per esaudire la tua domanda, dovrei essere ciò che ancora non sono, oppure volerti mentire.

    Io so solo che cerco di servire il Fuoco di Dio e che, quando odo la Sua Voce e vedo il Bene del Suo Piano, in me vibra una sillaba del Suo Nome. Posso però aggiungere filosoficamente che Egli è al di là del mistero della personalità, cioè che è oltre ogni definizione personale, pur non essendo essenzialmente impersonale.

    Caro Santaruina,

    forse dovresti comprendere che conoscere come “lo scandalo” avverrà, non significa affatto provocarlo, giacché modi e tempi sono decisi, da prima della nostra nascita. Significa scorgere la Struttura Originaria della rivelazione da cui essi dipendono.

    Nemmeno il Cristo li decide, ma avanza applicandosi alla volontà del Padre che Egli esperisce meglio di chiunque altro.

    Sapere è vedere come gli eventi che si svolgono nel tempo sono già un perfectum.

    L’Apocalisse avrà la sua durata, né più né meno di quanto dovrà essere e non sarà accentuandone i “tormenti” che si affretterà il “cambiamento”. Il frutto non matura prima, se pure scuoti l’albero.

    Stessa cosa per “l’epoca di luce”: nessuno la decide, ma qualcuno sa. E non per questo gli è propria l’intenzione di velocizzare o rallentare il divenire delle cose.

    L’iniziazione non è un “anelito” verso una Nuova Era, ma è un portarla dentro di sé come riflesso di un Sigillo. Inoltre, un iniziato è troppo impegnato a creare seguendo la volontà di Dio che gli è stata comunicata, per potersi occupare di fatti che non riguardano il Piano a cui appartiene.

    Mi sembra che tu abbia il grilletto facile nel dichiarare l’altro da te un controiniziato.

    Attento a non combattere da solo.

    A presto.

    P.S. Siamo in una pagina su Crowley, ma la discussione, ormai, non centra più niente con lui!

    • A.

      Ciao Anonimo, ho letto con molto interesse tutti i tui commenti e mi ci trovo in parte d’accordo, come mi trovo d’accordo alla stessa maniera con Santa.

      E’ “strano leggervi, perchè riesco a dare ragione ad entrambi: è come se l’uno completasse l’altro. Vedo delle lacune nel tuo pensiero, e lacune nel suo, ma insieme queste lacune scompaiono in entrambi, quindi vi ringrazio del contributo intellettuale che mi avete dato.

      Esprimendo dei giudizi non mi voglio mettere nei panni di quello che ne sa di più, altrimento non sarei qui a scrivere.

      Indubbiamente però il nostro personale cammino ha percorso sentieri diversi, e quindi ci possono essere delle cose che per me sono state bene assimilate e capite a cui voi ancora dovete giungere e, vicerversa, cose a cuai ancora devo giungere ma che a voi sono chiare.

      Questo ciò che mi spinge a scrivervi e a fare delle domande.

      Ciò che io proprio non riesco a comprendere però, è questa distinzione tra forze del bene e forze del male.

      Cioè, mi rendo conto ovviamente della differenza che c’è tra loro, ma la domanda è: ma chi decide cosa sia bene e cosa sia male? Si, banale, direte voi, ma io non credo che si possa defnire tanto banale questa domanda.

      Chi decide cosa sia bene e cosa male? Qual’è l’oggetto che testimonia questa differenza? Io penso proprio che per un gruppo di satanisti che vogliono far delle male, che vogliono far “precipitare le anime” altrui (cosa a cui credo poco) , fare tutto questo sia bene. Fare tutto questo male per loro è bene. Credo che debbano avere uno scopo , no? Potere? Vittoria sulla forza di opposizione? Ma se così fosse, essendo tutto questo in perfetta opposizione alle forze contrarie, non sarebbe come affermare che le forze della luce, dal loro punto di vista in opposizione  a quello delle tenebre, a loro volta cercano semplicemente di perseguire il loro scopo? E il loro scopo, avendo un suo riflesso oscuro, non dimostra per via dell’esistenza della sua stessa opposizione di essere relativo e quindi imperfetto?

      Questo genere di pensieri e altri, al momento della mia attuale evoluzione, mi fanno prendere grande distanza dall’esprimere questo genere di distinzioni. E così mi sono sentito costretto a modificare il mio diretto agire in conformità a questa nuova visione delle cose (nuova rispetto a quella che avevo un tempo, in cui operavo per quelle forze definite divine evolutive e da cui ho preferito prendere distanza al momento).

      Cosa ne pensate voi a riguardo? Mi interessa sinceramente saperlo..

       

      Per il resto mi piacerebbe aver modo di poter parlare meglio con anonimo con A maiuscola, eventualmente via mail.

       

      Grazie a entrambi intanto..

       

      A.

  • lovi93

    93!

    Mi spiace contraddirti ma IO le idee ce le ho molto chiare e forse sei tu che manchi di conoscenza e per quel che mi riguarda, posso dirti che il thelema e tutta latradizione esoterica, la conosco molto bene essendo io un’iniziata. Comunque ognuno è libero di credere quel che vuole… “Che i miei servi siano pochi e segreti, essi governeranno i molti ed i conosciuti”

    93/93

  • anonimo

    “Che i miei servi siano pochi e segreti, essi governeranno i molti ed i conosciuti”

    Ma che bel programma…Lo dicevo che l’esoterismo è una forma di ddittatura teocratica…

    Kirbmarc.

  • anonimo

    si ma sempre servi restano. poveretti.

  • anonimo

    Ciao lovi93.

    Se hai le “idee molto chiare” e se sono io che manco “di conoscenza”, pazienza.

    La libertà umana è sacra e ognuno si sceglie la sua strada.

    Comunque, visto che sei “un’iniziata” e “tutta la tradizione esoterica, la conosci molto bene”, saprai anche che affermare la propria iniziazione, senza averla dimostrata nelle opere, è il miglior modo di negarla.

    Nessun iniziato ha bisogno di dire ‘sono un’iniziato’ a chi non merita i suoi misteri. E ti assicuro che – meno male – io non sono degno delle rivelazioni di Crowley e del suo thelema.

    Colui che dice ‘io sono un iniziato’, automaticamente lo nega in senso trascendentale, dimostrando la sua inconsistenza, a meno che ciò non serva inequivocabilmente alla sua missione.

    L’iniziazione è un fatto esoterico.

    Per portare avanti una discussione, non serve sbandierare il proprio ego, ma bastano delle argomentazioni fondate.

    Inoltre, se i “servi” del vostro ordine devono essere “pochi e segreti”, perché sono sempre pronti a dichiararsi?

    Anonimo

  • Santaruina

    Ciao Anonimo,

    credo che lovi rispondesse a me, a seguito di un precedente scambio che avevamo avuto.

    Comunque sottoscriverei il tuo ultimo intervento.

    Blessed be

  • anonimo

    difatti non sia mai che le mie inquietudini siano oggetto di disputa tra te e santaruina.Apprezzo e stimo le vostre parole,soprattutto il materiale di Carlo presente su questo suo blog è stato fonte di chiarimenti.

    Dalla vostra esperienza deduco almeno, per quello che ne dite, che l’ niziazione per quanto possa essere approfondita o meno possa essere anche fuori da un contesto determinato,come dire,la mia idea di santaruina e su di te, tramite queste risposte su questa pagina, mi sembra di autodidatti,anche se credo Carlo ritenga questa sua fiaccola il cristianesimo ortodosso(suppongo con incertezza)

    In questo caso mi sento molto ponzio pilato:io davanti al mondo mi chiedo cosa sia la verità.Ed il silenzio è la risposta,penso l’unica.Tuttavia mi è lecito pensare che non esista…e dubitare è l’inizio del cammino fintanto probabilemnte si dubiterà del dubbio stesso.

    Ad oggi mi trovo nell’indecisione:esistono il bene ed il male,il giusto e sbagliato,il bello ed il brutto.il fatto che le tradizioni orientali dicano no(posso pure aver dato una risposta semplicista,in materia orientale sono alquanto ignorante)mi scuote.individualmente sò che però esistono.ecco allora che possono esitere solo per me e non per gli altri…magari comprendendo ciò si può arrivare a non emettere giudizio.Questa è una mia opinione credo anche debole.Il discorso è sviato anche per mia causa…me ne dispiaccio ma si sta però rilevando interessante!

    Ad maiora

  • anonimo

    ero io…Davide

    Saluti

  • Airel81

    Che dire? Il tuo blog mi piace. Concordo con te. Da parte mia credo che l’esoterismo sia un percorso iniziatico di approfondimento, non la ricerca del potere (cosa che gli occultisti mirano). Di Crowley ho una pessima opinione. Un esoterismo “sporco” il suo, se intendi.

    Ho 2 blog, uno di splinder che vedi…l’altro che tocca argomenti a me casi, se ti va di venirmi a trovare, ne sarei lieto (http://esoterismo.wordpress.com/)

  • Santaruina

    ciao Airel.

    Mi fa piacere, ho guardato un po’ il to blog ed ho visto argomenti interessanti.

    Tornerò a trovarti volentieri.

    Blessed be

  • alcr

    Il vecchio pelatone fa sempre parlare di se. E pensare che disprezzava i Fratelli Neri.

    Riguardo al brano all’inizio del post credo che il maschio e la femmina citati erano riferiti ad altro, all’Anima e allo Spirito.

    Solo se entrambi venivano ucicsi simbolicamente si poteva far emergere il Vero Sè, il fulcro della sua dottrina.

    Ma forse se non avesse usato esempi di tal fatta oggi non lo ricorderebbe nessuno.

  • anonimo

    [Quote]il Tibetano afferma che, durante la Seconda Guerra Mondiale, si dovette rispondere al Fuoco col Fuoco. In realtà, se gli alleati non avessero usato l’atomica, lo avrebbe fatto Hitler di lì a poco. I Nazisti avevano già fatto esperimenti e progetti in proposito. Purtroppo è una triste verità, di fronte alla quale puoi assumere un atteggiamento buonista che tuttavia giova solo alle forze del male. Senza l’atomica sul Giappone, gli oscuri avrebbero vinto, e “miliardi di persone” non sarebbero bastate a soddisfare la loro sete. Credi davvero che ci potesse essere un altro modo di agire? Dimmi quale, allora… ma dimmelo in concreto. Oppure sei anche tu fra quelli che pensano che realizzare l’amore universale sia mettere i fiori nei cannoni?

    [/Quote]

    scusi l’ interruzione, ma l’ atomca non l’ hanno sganciata ad agosto del

    ’45 gli Americani quando i tedeschi avevano già capitolato e Hitler si era suicidato?

    Achille

  • Fabrysound

    Ciao Santa ho saputo tramite un mio amico che è in lavorazione un film un film su di lui intitolato “the chemical wedding”. Sembra che dietro la lavorazione ci sia un certo Bruce Dickinson staremo a vedere come ne parlano

    un saluto ;-)

  • Santaruina

    Ciao Fabry, chissà cosa combinerà il vecchio Bruce…

    Tra l’altro “the chemical wedding” è una gran bella canzone, musicalmente.

    Dickinson non ha mai fatto mistero di interessarsi a tali tematiche, forse anche lui troppo attratto dalla parte “oscura”.

    Un saluto a te :-)

    Blessed be

  • anonimo

    quello che ha fatto lui nn è di vostra competenza. invece di parlare provate altrimenti lasciate stare.

  • anonimo

    ho lasciato un commento ma nn lo vedo poveretti. lasciate stare crowley e smettetela di infagare siete peggio degli avvoltoi

  • Santaruina

    Capita che occorra attendere qualche minuto per vedere pubblicati i commenti.

    Dipende esclusivamente da Splinder.

    E comunque, a parte il tono un po’ accaldato, non hai apportato un grande contributo alla discussione.

    A presto

  • anonimo

    scusate il disturbo! gentilmente qualcuno puo rispondere ad una domanda? e cioè come si può entrare a parte della “GOLDEN DOWN”?

  • Santaruina

    Vuoi entrarci di persona o chiedi per curiosità?

  • anonimo

    Egregio SANTARUINA,chiedo perdono per il ritardo nella risp.! SI! Desidero entrare nella GOLDEN DOWN !

  • anonimo

    Egregio SANTARUINA,mi chiamo MICROTWO,volevo ringraziarla per la considerazione,e farle presente che non sono molto pratico nel chattare.Vorrei registrarmi,ma sono impedito, e questo mi rattrista e mi sconforta,perche non posso entrare nel suo blog.Ho serie intenzioni di sapere,a causa di esperienze personali,passate,per quanto riguarda gli argomenti che si toccano nella GOLDEN DOWN.Spero di tutto cuore,di poter accontentare quella parte di me che non fa altro che cercare risposte,a domande difficili e misteriose.La prego umilmente di aiutarmi in questo percorso,aspetto il prossimo contatto con sincera devozione,GRAZIE!!!

  • Santaruina

    Ciao

    ti ringrazio per la considerazione, ma penso che sia meglio che mi mandi una mail, così ne parliamo con calma.

    carlobrevi@libero.it

    A presto

  • anonimo

    ciao utente anonimo..
    sono rimasta molto colpita dai tuoi interventi e mi piacerebbe farti alcune domande in privato se è possibile e ovviamente se non ti reca disturbo..
    in ogni modo ti lascio la mia e mail..

    irenenuky@hotmail.com

    ciao a tutti
    irene

  • Lore733

    A proposito di Avatar…

    [..] Le tragedie non vengono sempre per nuocere: non ce l’ho fatta a scrivere una breve recensione di Avatar, ma è valso la pena aspettare l’ottima analisi di Santaruina, che mi limito a riportarvi senza aver nulla da aggiungere. Avatar, New Age e N [..]

  • Lore733

    A proposito di Avatar…

    [..] Le tragedie non vengono sempre per nuocere: non ce l’ho fatta a scrivere una breve recensione di Avatar, ma è valso la pena aspettare l’ottima analisi di Santaruina, che mi limito a riportarvi senza aver nulla da aggiungere. Avatar, New Age e N [..]

  • Lore733

    A proposito di Avatar…

    [..] Le tragedie non vengono sempre per nuocere: non ce l’ho fatta a scrivere una breve recensione di Avatar, ma è valso la pena aspettare l’ottima analisi di Santaruina, che mi limito a riportarvi senza aver nulla da aggiungere. Avatar, New Age e N [..]

  • Lore733

    A proposito di Avatar…

    [..] Le tragedie non vengono sempre per nuocere: non ce l’ho fatta a scrivere una breve recensione di Avatar, ma è valso la pena aspettare l’ottima analisi di Santaruina, che mi limito a riportarvi senza aver nulla da aggiungere. Avatar, New Age e N [..]

  • anonimo

    salve a tutti!
    premettendo che non sono un esperto sull’argomento, e dopo aver letto, purtroppo velocemente, questa discussione, vorrei porre una domanda sul tanto discusso A. Crowley come satanista:
    ma non era ateo?
    quindi dal mio punto di vista la parola satanista, nella sua valenza negativa  cristiana, perde di ogni significato…
    se posso esprimere la mia opinione Santaruina il tuo metro di giudizio è troppo "cristiano", se mi passate il termine, per gli argomenti che vuoi trattare…

    P.S.:
    per l’utente anonimo
    avrei anch io alcune domande
    lascio la mia mail di seguito…
    vincent.vega@email.it
    grazie!

  • anonimo

    scusate non mi sono firmato

    Hagakure

  • anonimo

    x Santa
    dando una rapida occhiata al tuo blog ho letto i commenti su Massoneria e istruzione pubblica.
    mi scuso se rispondo in questa sede ma non sono riuscito a lasciare un commento nell altra discussione.

    ho alcune considerazioni da fare:
    1 – la massoneria NON E’ una religione, ne tantomeno cerca di esserlo, quindi nessuna azione camuffata…la chiesa di Roma può star tranquilla…non prenderà il suo dominio. Gli scopi sono altri…
    2 – come scritto in precedenza il tuo metro di giudizio non ti permette di essere obiettivo, per nulla, e questo è visibile nelle tue risposte (quando le dai, perchè ho notato che molte volte quando fanno critiche mirate all’organizzazione chiesa, tu semplicemente fai finta di niente e sorvoli!)
    conosco molte persone come te, convinte che tutto ciò che non è sotto il controllo della chiesa sia blasfemo o falso o qualsiasi aggettivo tu voglia mettere…ed ho sempre constatato che è impossibile discutere con voi…e questo è un peccato….
    ho visto che il termine laicismo ti procura fastidio…tu non sai quanto ne procura a me il termine IPOCRISIA!!!
    se non lo sapessi il G.A.D.U. non è identificato con il tuo dio, ma rappresenta il dio che ciascuno sente che sia, a prescindere dalla fede religiosa ( tra l altro non mi sento neanche di definirlo come un dio).
    (quote)"vien il dubbio che queste persone, i promotori del laicismo, non combattano la "clerocrazia" in nome di ideali materiali e "umanistici", ma in nome di un altro Dio, semplicemente."

    mi sembra che la tua più grande preoccupazione sia "in nome di un altro dio"…a parte il fatto che non combattono in nome di ideali materiali e umanistici, hai mai sentito parlare di TOLLERANZA?
    hai mai letto il vecchio testamento?
    capisci perchè parlo di ipocrisia?
    non mi aspetto che tu possa capire il mio punto di vista…
    mi rattrista quando la gente commenta determinati argomenti in base al sentito dire, mi fa venire in mente la favola della volpe e dell uva…quello che non ottieni (o capisci) disprezzi e critichi.

    non condividi la massoneria perchè (testuali tue parole)" cela ben altro", allora come fai a supportare la chiesa di roma?
    gli ideali della chiesa sono buoni ideali, anche se tutti o quasi  "rubati" a culti pagani precedenti la nascita di Cristo e rimodellati per un nuovo fine, dovresti metterli in pratica e concentrarti su di essi, non difendere a spada tratta un dio creato dall uomo ed usato dall uomo per scopi puramente terreni!

    (quote)"Sarebbe chiaro che la laicità dietro la quale si nascondono è solo una dissimulazione per portare le persone verso la direzione che sognano, che non è certamente quella di "liberare l’uomo", ma solo quella di metterlo sotto una "nuova luce", quella del loro Dio. (quote)"
    a parte  che mi sembra un afferamzione ridicola e senza logica per il solo fatto che no c’è "un dio" particolare come detto prima e NON E’ una religione, cosa ha fatto la chiesa per 2000 anni illudendo la gente di salvargli l anima??

    mi fermo qua, il discorso sarebbe ancora lungo,
    grazie per lo spazio concesso.

    Hagakure

  • Santaruina

    Hagakure

    ma non era ateo?

    Dovresti specificare cosa intendi tu per ateo.
    Solitamente con il termine ateo si descive una persona che non crede in Dio e nemmeno in qualsivoglia entità soprannaturali od incorporee.
    Chi crede nell’esistenza di queste entità, e Crowley passò la sua vita nel tentativo di manipolarle, non può essere definito ateo.
    La questione è semplice.

    quindi dal mio punto di vista la parola satanista, nella sua valenza negativa  cristiana, perde di ogni significato…

    Il tuo punto di vista in questo caso è sbagliato, infatti.

    se posso esprimere la mia opinione Santaruina il tuo metro di giudizio è troppo "cristiano", se mi passate il termine, per gli argomenti che vuoi trattare…

    Potrebbe essere anche animista o buddista o pastafariano, quel che conta è la validità o meno delle mie affermazioni.
    se ad esempio tu sostieni che Crowley fosse ateo, è poco importante stabilire se il tuo punto di vista sia agnostico o luciferiano o illuminato.
    E’ semplkicmente errato, frutto di mancata conoscenza dell’argomento.

    Per quanto riguarda il tuo secondo post:

    la massoneria NON E’ una religione, ne tantomeno cerca di esserlo, quindi nessuna azione camuffata..

    La massoneria è una religione e sono gli stessi massoni a confermarlo.
    Ripeto:i massoni dicono di credere ad un Dio, fanno dei riti, hanno una gerarchia sacerdotale.
    Questo si chiama religione, altrimenti dammi tu una definizione di religione.


    2 – come scritto in precedenza il tuo metro di giudizio non ti permette di essere obiettivo, per nulla, e questo è visibile nelle tue risposte (quando le dai, perchè ho notato che molte volte quando fanno critiche mirate all’organizzazione chiesa, tu semplicemente fai finta di niente e sorvoli!)

    Potrei anche non essere obiettivo, in fondo esprimo il mio punto di vista.
    Chi legge decide se esserene d’accordo o meno
    Però cerco di rispondere a tutte le obbiezioni, tempo permettendo, e l’ho sempre fatto.
    Non mi pare di "saltare" le critiche mirate.
    Ti ricordo inoltre che questo blog ha più di tre anni, vi si trovano più di 450 articoli, con altrettante discussioni.
    Prima di esprimere pareri tanto defintivi dovresti forse avere una visione più ampia di chi qua vi scrive.
    Mi pare di capire che tu hai letto velocemente due articoli e dopo hai già avute pronte le tue sentenze.
    Non funziona così.

    conosco molte persone come te, convinte che tutto ciò che non è sotto il controllo della chiesa sia blasfemo o falso o qualsiasi aggettivo tu voglia mettere…ed ho sempre constatato che è impossibile discutere con voi…e questo è un peccato….

    La mia impressione è che hai un velo di pregiudizi che ti ricopre gli occhi.
    Ti ripeto, prima di emanare sentenze sugli altri occorerebbe maggior prudenza.

    ho visto che il termine laicismo ti procura fastidio…tu non sai quanto ne procura a me il termine IPOCRISIA!!!

    non è indice di bon ton dare dell’ipocrita a chi non condivide il tuo punto di vista.

    se non lo sapessi il G.A.D.U. non è identificato con il tuo dio, ma rappresenta il dio che ciascuno sente che sia, a prescindere dalla fede religiosa ( tra l altro non mi sento neanche di definirlo come un dio).

    E come lo definiresti, una simpatica entità incorporea?
    Una grande anima, una idea condivisa, un sentimento di coesione?
    Un Dio ma non Dio?
    La verità è che sei talmente impregnato della ideologia laico-massonica che non riesci nemmeno a renderti conto delle contraddizioni, palesi in maniera imbarazzante, insite nelle tue affermazioni.

    Per il resto, mi perdonerai ma il tempo è quello che è.
    Se proprio vorrai tornare su qualche punto, puoi sempre utilizzare questo spazio.
    Un’ultima cosa:

    non condividi la massoneria perchè (testuali tue parole)" cela ben altro", allora come fai a supportare la chiesa di roma?

    A dire il vero non sono cattolico,e questo è anche il motivo per cui non tratto della Chiesa di Roma

    A presto

  • anonimo

    Concordo solo su una cosa: la Massoneria NON e’ una religione.
    La religione e’ aperta indistinatamente a tutti, a parte solo l’ordinazione interna delle gerarchie ecclesistiche. La Massoneria teoricamente richiede delle qualificazioni specifiche (quelle contenute nei Landmarks) per l’iniziazione. Sicuramente la Massoneria ha perso di vista il suo essere un’organizzazione aperta a pochi ma anche nella parte dottrinale non vi e’ nulla di religioso.  

    Zodiacus

  • Santaruina

    Ciao Zodiacus

    non mi pare che l’essere aperta a tutti sia una discriminante o meno per la definizione di "religione".

    Esistono culti e religioni esclusivi, basta pensare la fenomeno delle sette senza andare lontano.

    Io comunque ho detto la mia, ed ho anche motivato il mio pensiero.

    Se qualcuno avesse un’altra definizione di religione, secondo la quale la massoneria non vi potrebbe rientrare, può qui proporla, lo spazio è a disposizione.

    A presto

  • anonimo

    Le sette non sono un fenomeno "religioso" nel senso del termine: io intendo comunque le religioni che siano "ortodosse" e non delle deviazioni. Il fattore che contraddistingue una religione nel senso vero del termine e’ l’essere aperta a tutti indiscriminatamente e deve logicamente avere una filiazione legittima nei popoli in cui essa si manifesta tale, cioe’ in cui la Dottrina ha un aspetto exoterico espresso da un aspetto religioso. Il Confucianesimo non e’ una religione ma rappresenta cioe’ che la religione e’ per noi occidentali. La Massoneria, perlomeno il suo aspetto essenziale non e’ per nulla religioso anche se nel suo nucleo iniziatico non e’ incompatibile con una religione, difatti cosi’ era. Probabilmente il fatto che a lgiorno d’oggi si cerchi di esteriorizzare la Massoneria e di propugnarla in senso religioso puo’ confondere le idee. 

    Zodiacus 

  • Santaruina

    io intendo comunque le religioni che siano "ortodosse" e non delle deviazioni.

    E’ già un distinguo di un certo peso, questo.
    Comunque, come ho più volte detto in questo blog, ma per chiarezza è bene ripeterlo, ogni volta che uso il termine "massoneria" mi riferisco alla massoneria moderna, quella seguente il 1717.

    A presto

  • anonimo

    Ho letto con molto interesse tutto, ma specialmente i commenti di Anonimo.

    Io sono un'appassionata di esoterismo, di misticismo e di tutto ciò che mi rivela qualcosa e devo dire, che pur non facendo parte di alcuna congrega, Crowley mi ha rivelato qualcosa di prezioso.

    A lui sono giunta dopo anni di cammino, dopo un percorso lungo e faticoso che mi ha fatto soffrire ma che mi ha anche donato molto. Ho lasciato per ultimo questo Maestro perché avevo dei pregiudizi su di lui, ma ho sentito comunque il bisogno di capire.

    Ed ho capito molto.

    Ho capito che il suo "pensiero magico" aveva delle basi interessanti se solo egli non avesse sottratto il Cristianesimo esoterico dalle fondamenta della sua dottrina.
    Ho capito che Crowley era un uomo sofferente a causa della sua infanzia ed adolescenza e che crocifiggendo quella rana egli aveva voluto respingere nell'inconscio la ferita che il passato gli procurava.

    I miei Maestri, che sono Invisibili, mi hanno fatto comprendere che Dio ama tutti allo stesso modo, anche Crowley, il quale ha avuto un compito preciso e che porterà a termine in un'altra vita, in questi tempi.

    Mi hanno spiegato che Crowley ha rigettato non solo il Cristianesimo ma anche il suo lato femminile, affermando con forza SOLO il principio Maschile.
    Egli, senza intento NEGATORE, ma solo per vera difficoltà ha celato, occultato parte della sua divinità.
    E non ha saputo amare perché nessuno l'ha amato davvero.
    Nemmeno oggi.

    Ma questo spiace all'Energia Cosmica, perché questa è una mancanza che va colmata.

    E chi si fregia di CONOSCERE ma poi rigetta un qualunque essere umano, ama meno di Crowley che ha rigettato esclisivamente per VERA sofferenza.

    Cristo disse che la PIETRA SCARTATA divenne TESTATA D'ANGOLO, ebbene Crowley non è MAI stato compreso a dovere ed è anzi stato scartato, sebbene la sua dottrina sia stata manipolata per gli scopi più bestiali.

    Ma egli torna per portare a compimento la sua Legge che sarà: FAI CIO' CHE SEI.

    AGIRE ed ESSERE, Azione e Reazione, Causa ed Effetto, Maschile e Femminile, saranno una cosa sola, un Unico Principio, un Unico Verbo.

    I Maestri mi parlano di un nuovo Verbo, iniziato con Cristo, portato avanti da Crowley e compiuto da…

    Vi abbraccio tutti

    Rosa Rossa

  • Santaruina

    Alessandra Nassuato, immagino.
    Come avrai compreso, leggendo il mio post e i relativi commenti, le nostre posizioni sono assai lontane.

    Un saluto a te.

    Blessed be

    • Dicembre, venerdi 17, Istanbul: qual gnioro pif9 adatto per la sfiga delle sfighe.Esco dall’ufficio verso le 16, anticipo l’uscita per comprare pensierini di natale da regalare ai miei vecchi coinquilini madrileni e alla mia famiglia. Fuori piove a dirotto, fa freddo ma e8 l’unico gnioro che mi e8 rimasto per spendere parte del mio gie0 esiguo stipendio. Con ombrello e sciarpone di lana mi avvio verso il Gran Bazar; mai come quest’anno mi sento felice di poter comprare pensieri per i miei amati cari: e cosi gif9 con gli acquisti e per la prima volta mi faccio anche un regalo comprandomi una felpa calda.Diventa quasi ora di cena, il mio coinquilino mi ricorda dell’inaugurazione della mostra sul riconcilio armeno che organizzava. Ci vado, trascinandomi la busta coi regali.La serata non finisce li, saluto altri amici, brindiamo al natale che arrivere0 e decido di rientrare a casa dall’altra parte della citte0, anche perche8 avevo ancora da preparare la valigia per la partenza la mattina dopo.Salgo sull’autobus strapieno di gente e arrivo a destinazione ma, appena scesa mi rendo conto di aver lasciato la busta con i regali sul bus l’autista ha gie0 chiuso le porte e sta ripartendo, cerco in tutti modi di fermarlo gridando nel mio turco incomprensibile che la busta era rimasta su. Niente da fare. L’autista se ne va con il suo bus e i miei regali.Sconcertata mi avvio al capolinea, la strada e8 vuota, di fronte a me solo un gatto nero che mi aspetta e quando arrivo vicino a lui mi guarda e mi taglia sinuosamente la strada.E dire che non sono troppo superstiziosa ma il gatto ci ha preso: della busta nessuno hai mai saputo pif9 nulla. Buona natale a tutti!

  • […] venti che aiutino la partenza delle navi, di allontanare la fine del mondo, oppure di affrettarla. Aleister Crowley,il principale mago ed occultista del novecento, descrisse nel dettaglio il modo in cui i sacrifici […]

  • […] venti che aiutino la partenza delle navi, di allontanare la fine del mondo, oppure di affrettarla. Aleister Crowley,il principale mago ed occultista del novecento, descrisse nel dettaglio il modo in cui i sacrifici […]

  • daouda

    Quando diranno “pace e sicurezza” vien da scrivere, eh Santa?
    D’altronde giudicare non spetta noi ma al Signore. Dal peggior criminale fino al peggior derelitto, comprendere è buono, ma mischiare le carte è tradimento.

  • Infatti, qua ci si limita a mostrare.

    Non spetta a noi giudicare..

    A presto

  • […] Aquino, così come i vari ordini affini alla Golden Dawn influenzati dal pensiero del maestro Aleister Crowley). Se inoltre avessimo l’opportunità di conoscere delle persone che si dichiarano […]

  • Gazurmah

    Uhm..c’è da dire però che molto di quello che scrisse Crowley lo fece per divulgazione o per provocazione..non sono attestate sue partecipazioni a sacrifici umani o cose simili..anche l’uso della sua figura da parte di Beatles,Bowie ecc..è da attribuire a provocazione..

  • Anonimo

    Lo metto qui, si fa mainstream e cool insomma linky linky

    E’ stato anche buffo sentire Pieraccioni, che veniva magnificato su sky che gli dedicava una puntata come maestro di regia, che alla fine del suo monologo, ovviamente celebrato da applausi in sala diffusi a profusione, con un bel “Fate quello che volete”.

    Accadra’ cosi’, fra l’indifferenza di tutti, alla fine?

    E’ buffo e triste al contempo.

    XYZ 

    • Hiei

      Secondo Benigni era Cristo ad aver detto “ama e fà ciò che vuoi” o almeno così mi ricordo averlo visto concludere un vecchio spettacolo…o che mi confondo, o è una “libera” interpretazione o che mi sono perso qualche puntata forse? :’D

      • Anonimo

        Sant’Agostino.
        Ma chi lo cita spesso si dimentica che l’ama e’ in primis verso Dio con tutto cio’ che ne consegue e discende.

        Benigni non so come inquadrarlo, l’ho visto su Rai1 che “recitava” la costituzione ad un certo punto c’e’ stata una digressione “religiosa” a sentirlo senza riflettere o ad essere un po’ digiuni di teologia sembrava dicesse cose buone e giuste, ma certe piccole inesattezze e sfumature date possono essere molto pericolose specie quando tutti pendono dalle tue labbra, ma forse sono troppo pignolo io e lui fa dopotutto solo l’attore.

        XYZ 

    • Hiei

      Ma questi qui non li vuole manco Satana.
       
      Dai, seriamente, se prova Fabbri Fibbra o qualcuno di quegli altri cialtroni assortiti a provare a cantare all’inferno li sbatte fuori a calci nel culo secondo me… :’D
       

  • Juan

    ciao carlo volevo chiederti se avevi delle informazioni su questa fantomatica entita di nome aiwass?? grazie mille

  • ciao Juan
    aiwass fu il nome che diede crowley all’entita’ che gli fece visita, e sulla sua vera natura si puo’ solo speculare, ovviamente.
    la cosa interessante e’ che la rappresentazione  che il mago ne fece ha fatto da modello per l’immagine classica dell’omino extraterrestre del xx secolo.
     
     a tal proposito e’ prezioso da leggere il libro di Gianluca marletta sugli UFO, dove si dimostra come la nascita del movimento ufologico pone le sue radici proprio nei movimenti occultisti di inizio novecento, e deve molto al nostro crowley in particolare.
     
     
     

  • R.

    Si fa sempre un sacco di confusione su AC forse perché prima di cercare di capire i suoi insegnamenti nessuno cerca mai di capire che tipo d’uomo fosse. Forse risulterò tedioso ma vorrei esprimere il mio parere sull’argomento riassumendo qualche punto troppo spesso ignorato. Chiedo scusa fin da ora per le semplificazioni che adotto nel testo che potrebbero far impallidire i lettori più esperti ma che sono necessarie al fine di rendere comprensibile il discorso ai profani.
    Alexander era un ragazzo di buona famiglia oppresso da un’educazione cristiana retrograda e con un sacco di problemi irrisolti con il padre. Ma aveva anche una mente geniale, era avido di sapere e un grande studioso. Dopo la morte dei genitori ereditò una fortuna ed iniziò a viaggiare per il mondo accumulando una cultura enorme sulle religioni e sull’esoterismo e scoprì anche di amare moltissimo le droghe ed i piaceri terreni. 
    Nel corso della sua vita abbracciò moltissime culture e altrettante droghe, ed intanto il suo ego (già pronunciato) crebbe a dismisura. Dopo diverse discussioni (su cui sorvolo, ma che trovate riassunte su wikipedia) lasciò la famosa Golden Dawn per divergenze di vedute con i Gran Maestri dell’epoca e pensò bene di fondare una sua “loggia”. Se avete letto i resoconti di Introvigne (cercate il suo sito…) a quei tempi era d’uso comune, per attrarre accoliti in una nuova loggia, millantare discendenze millenarie delle proprie tradizioni: c’era chi diceva essere erede dei Templari e chi addirittura di Re Salomone. E qui per Crowley entrò in gioco Aiwass, che comunicò dall’aldilà il libro della legge (Liber AL Vel Legis) e nominò (guarda caso) Aleister come suo profeta.
    Ovviamente non voglio sminuire nulla del suo lascito esoterico al mondo, dico solo che alcune cose vanno interpretate; era un uomo di grande sapere ma anche un vizioso di prima categoria ed infatti ancora oggi viene definito, tra le altre cose, l’uomo più perverso del mondo. E come dicevo non esitava ad usare sotterfugi per nutrire il suo ego gigantesco.
    Ma tutto questo fa’ di lui un satanista? Forse, ma solo agli occhi dei Cristiani e di chi non comprende l’esoterismo. Per un Magista come AC esiste un’entità superiore che non è un’entità antropomorfa, ma un’emanazione di Energia percettibile e malleabile. Tale entità permea tutto l’universo (uomini compresi), anzi un un certo senso E’ l’universo, e tutto ciò che contiene (e per estensione quindi ogni uomo è divino, essendo parte del Tutto). E’ un concetto vasto e complesso che non può essere certo spiegato esaustivamente in poche righe ma basti sapere che tale Energia Eterna è duplice (maschile e femminile, positiva e negativa) e si propaga in ogni cosa, vivente e non, e può assumere diverse intensità e proprietà. Essendo questa Energia un concetto non comprensibile dalla mente umana nei rituali si associano queste emanazioni di energia ad immagini mentali appropriate che ne riassumano le proprietà. Ed ecco apparire nei suoi scritti le divinità Egizie, Assire, Babilonesi Greche e chi più ne ha più ne metta. In Magick il capitolo sulle pratiche magiche si apre con un Inno a Pan, antica divinità greca metà uomo e metà caprone (vi ricorda qualcuno?) Per i Magisti Pan rappresenta la libertà, la forza, la mascolinità e la vitalità; per i Cristiani un caprone antropomorfo con le ali di pipistrello è la nemesi del loro Dio, quindi non mi stupisce che si scandalizzino scoprendo che qualcuno lo invochi in rituali magici.
    I suoi insegnamenti sono comunque ritenuti “borderline” anche all’interno della stessa comunità esoterica. Nei suoi scritti ha stravolto completamente le associazioni basilari dei 4 Elementi e degli strumenti rituali, e le sue opere nel cerchio sono spesso e volentieri basate sull’invocazione di forze che normalmente il Magista più cauto tratta con enorme cautela.
    E’ stato ed è tutt’ora un personaggio molto discusso ma il suo lascito esoterico è enorme, se si riesce a scorgere il messaggio sotto la superficie.
    “Fa’ ciò che vuoi sarà tutta la legge” non significa “fai quello che ti pare e piace”. Il Volere del Thelemita è qualcosa di più profondo e mistico del “voglio quella cioccolata”. La Volontà (con la V maiuscola!) è qualcosa che alberga in noi e che bisogna trovare imparando innanzitutto a conoscere sé stessi  percorrendo un lungo cammino spirituale.
    La Volontà a sua volta è alla base della riuscita dei rituali perché la Magia è “E’ la Scienza e l’Arte di causare Cambiamenti in conformità con la Volontà”.
    Vi lascio con una sua frase famosa tratta dal Liber AL Vel Legis (che nessuno cita mai, forse perché non affine all’immagine pubblica che si vuol dare di Crowley)
    “Amore è la legge, Amore sotto il dominio della Volontà”.
    R.

  • R.

    Mi sono dimenticato la notifica delle risposte, chiedo scusa per questo post inutile.

  • Trovo sempre molto teneri gli estimatori di Crowley che puntualmente compaiono sotto questo articolo per ribadire che no, il maestro non era un satanista, al contrario, predicava l’amore, ecc ecc.

    Vien da chiedersi perchè alcuni diventino estimatori di Crowley piuttosto che di Padre Pio, a questo punto.

    E rabbrividiscono all’idea che qualcuno “insinui” che il maestro facesse anche sacrifici umani.
    Il che significa semplicemente che di Crowley non si è capito un bel nulla, ma proprio nulla.
    Wannabe occultisti all’acqua di rose…

    • Hiei

      “Vien da chiedersi perchè alcuni diventino estimatori di Crowley piuttosto che di Padre Pio, a questo punto.”
       
      Santa…non servirmele così…dai…per stavolta passi… :’D

  • R.

    Non ho mai difeso Crowley e non ho negato i sacrifici umani, che da sempre fanno parte dell’insegnamento esoterico.
    Ho solo detto che non è satanista, ed ho esposto il mio punto di vista. Dove avrei detto che predicava l’amore? Ho solo citato una sua frase che ovviamente non è stata compresa. Crowley amava solo se stesso, il sesso e le droghe ed era ossessionato dalla ricerca del potere.
    Portami uno straccio di prova che Crowley abbia adorato il Satana cristiano e mi ricrederò, ma ad ogni modo preferisco rimanere un “occultista all’acqua di rose” piuttosto che diventare un cristiano bigotto che vede demoni e complotti ovunque.
    Speravo in una risposta più intelligente e ragionata da parte tua, evidentemente ti avevo sopravvalutato.
    Le sciocche punzecchiature da bambini non fanno per me quindi ti auguro ogni bene e spero tu Riesca a raggiungere la verità che tanto brami. 
    R.

  • Crowley amava solo se stesso, il sesso e le droghe ed era ossessionato dalla ricerca del potere

    Così va già meglio.

    Portami uno straccio di prova che Crowley abbia adorato il Satana cristiano e mi ricrederò

    Quindi per te satanista è chi adora il Satana cristiano.
    Hai una visione ingenua e semplicistica della questione.
    Il satanismo si esprime in varie forme, ma la sua essenza più profonda è l’agire per la dissoluzione.
    E in questo, Crowley ne fu un prefetto rappresentante.

    http://www.santaruina.it/lessenza-del-satanismo

     

    • A.

      Ciao Santa, ho letto tutto l’articolo e tutti i commenti.

      Mi piacerebbe capire cosa intendi per “agire per la dossoluzione”.

      Dissoluzione di cosa? E fatta a che scopo?

      Grazie..

  • Ciao A.

    Cercando di rispondere alla tua domanda ho appena scritto un breve articolo che da qualche indicazione ulteriore.

    a presto

  • orange

    credo a tuttoggi nulla sia cambiato..certamente non nei servizi segreti usa..sono adoratori del diavolo e stanno perpretando un piano per innalzarlo..eseguono sacrifici,rituali,in concomitanza con certi eventi cosmici,possiedono arti e conoscenze Superiori,tra le quali la capacità di manipolare le masse..stanno preparando la terza guerra mondiale e la pandemia,come tappe di un lungo percorso,col fine della nascita del nuovo Sole,giorno per giorno vanno avanti indisturbati.. 

  • orange

    cè un libro interessante da leggere..il titolo è la  battaglia finale del diavolo..e sul satanismo dei servizi segreti usa si può leggere il serpente e la colomba..potete giocarvi la camicia..

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>