Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
22 ottobre 2008

Fashion di sto

Girovagando per la rete  mi sono imbattuto in questa immagine, che ha immediatamente catturato la mia attenzione.
C’è qualcosa nello sguardo del lupo, qualcosa che necessiterebbe di decine di pagine per essere espresso a parole.
Personalmente trovo l’intera situazione immortalata dalla foto semplicemente odiosa.
Una modella fashion con tanto di sorriso ebete in dotazione conduce  al guinzaglio sulla passerella un animale che sembra rendersi conto della propria umiliazione, ridotto a fenomeno da baraccone e di giubilo in una manifestazione simbolo della vacuità dei tempi in cui viviamo.
Qui c’è tutto il peggio del nostro occidente, la sua parte più frivola e fetida, colto nell’attimo della sua massima superbia, mentre porta a spasso la forza della natura nella sua più vera essenza con idiota compiacimento.

E non si tratta qui del  “desiderio di dominio” dell’uomo occidentale sulla “natura”.
Qui è rappresentato qualcosa di più profondo, in questa immagine è immortalato il trionfo dell’idiozia e della superficialità sull’aspetto più reale e vivo del creato.
Qui una scialba rappresentazione della vita si prende gioco della vita vera.

Per la cronaca, la foto è stata scattata durante il Green Initiative Humanitarian Spring 2009 fashion show a Los Angeles, una manifestazione con scopi umanitari e ambientalisti.
Perfetta sintesi dei tempi in cui viviamo.

40 comments to Fashion di sto

  • messier

    Calci in culo.

  • enzas

    Il cane ha l’espressione di chi porta i pesi degli errori umani compatendo…pensa alla vivisezioni, agli esperimenti, ai combattimenti e a tutte le altre sevizie che l’uomo fa agli animali…quando finirà tutto questo?

    Ciao Carlo, ti auguro una bella giornata (io ho la febbre, sigh!)

  • anonimo

    Nulla di nuovo sotto il sole…

  • anonimo

    Difficile aggiungere qualcosa alle tue parole, quest’immagine e davvero di una tristezza infinita…

    Eppure negli occhi del lupo nonostante l’umiliazione, sembra di scorgere una scintilla, una luce o un qualcosa non so bene, di quello che è, si umilato ma mai domato fino in fondo, lo sguardo di chi seppur piegato da tutti gli interessi “umanitari” e “ambientali” sa di non poter essere distrutto… Non da questa gente.

    Tortuga

  • Asno

    Caro Carlo,

    sai bene quanto anch’io condivida la tua avversione nei confronti della modernità. Eppure, spesso ho la sensazione di esagerare. Stavolta, per esempio, osservando quello splendido lupo – su cui dice ottime cose il Tortuga #4 – e quell’infelice che lo tiene al guinzaglio, m’è venuta alla mente qualche spaventosa usanza dei tempi andati. È vero che la corrida (spettacolo disumano, ‘ché vorrei vederlo, ‘sto torero, ad affrontare un toro non precedentemente dissanguato) sopravvive ancor oggi, ma ci pensi agli scontri medioevali tra i cani ed un orso al quale erano stati strappate le unghie? E ai tornei di galli, in Oriente? Al confronto, la “modella fashion con tanto di sorriso ebete in dotazione” – che speriamo non piaccia pure questa, a Pax – sembra davvero un progresso.

    O no?

  • arcangelica

    meno male che è iniziativa umanitaria ed ambientalista. Mi coglion …………

    io che vivo in un contesto dove poter incontrare branchi di lupi in libertà. osservo il branco di uomini e di animali di questa era di contemporaneità.

    spesso, quasi sempre, gli animali dimostrano molta più dignità dell’uomo!

    buona giornata

  • 6by9add6add9

    La differenza di sguardo e’ notevole., fiero., sicuro., animale nel suo ambiente e padrone della sua vita., tutto si rifa’ a quanto detto precedentemente.., lasciamo che gli animali vivano da animali solo cosi’ li si ama davvero e li si rispetta per la loro quota di partecipazione al creato. :)

  • Asoka

    S’ i’ fosse foco, arderei ‘l mondo;

    PS: è quel genere di cose che mi fa incazzare non sai quanto. meglio che non dico altro.

  • Asoka

    ASNO: sono certo che quel lupo è stato “drogato” (ha uno sguardo spento) prima della “passerella”. Dio avesse voluto invece che fosse stato bello vigile e che avesse strappato la faccia a quell’essere inutile che si è permessa di metterlo al guinzaglio.

    Carlo.. perdona la ferocia delle mie parole. ma sono argomenti quelli che stai affrontando ultimamente che mi colpiscono moltissimo.

  • anonimo

    sono certo che quel lupo è stato “drogato” (ha uno sguardo spento) prima della “passerella”.

    ——–

    In effetti….

    Quel lupo mi ricorda anche molti altri esseri bipidi “drogati” ad hoc diversamente da questo mondo, lo stesso sguardo.

    Non vuol essere una critica, solo amara considerazione che oltretutto potrebbe tranquillamente per alcuni versi calzare come autobiografia…

    Nonostante le giuste considerazioni che ho letto, cerco comunque di essere ottimista.

    Infettato

  • anonimo

    Un attimo però.E’ tosta ma non scadiamo Asoka.Prendo spunto per scrivere che considerare essere inutile quella ragazza che è semplicemente vittima della deformità moderna è ingeneroso.

    Concentrimoci sugli errori e non sugli erranti,che quella, in tal spettacolo, sarà stata la meno peggio(forse).

    Giusto per ricordarci di non cedere alla rabbia(come scrivevi) ed al disgusto cattivo.

    Pensando mi dico: ma siamo cospirazionisti(oltre l’errore etimologico chiaramente)? No. Noi vediamo la realtà e il sano disgusto è normale.Ma forse allargarlo anche a ciò che non ne è responsbile direttamente è scorretto e porta al cospirazionismo, ad una forma o di preconcetto o di odio in una forma particolare credo.IL “cospirazionismo” è come già analizzato, una grande arma in mano al nemico, non a noi.Santa ricorda spesso che sappiamo solo e soltanto ciò che ci fanno sapere.

    Era un pensiero che avevo maturato da un po’.Abbiamo bisogno di divertirci anche, riderci sopra ma assieme a questo riscoprire la misericordia divina.E prendo a titotlo di esempio Pax da una parte e Jamyla dall’altra.

    Il tacchino cospirazionista può morire consapevole, ma deve anche morire contento, per schiaffeggiare il proprio avversario e non subirlo.Gli uomini tradizionali ad esempio dovrebbero sapere(o più che altro se lo sono, lo sanno) qual è la fine in realtà, e con ciò accettano con mansuetudine avendo fatto nient’altro che ciò che dovevano fare, sdegnando e ridendo, perdonando e denunciando, ammonendo e aspettando.Non so come dire.

    Questo lupo, concordo con tortuga, mi dà l’impressione di non esser vinto oltre tutto, poiché la sua natura è estranea a ciò; ma la sua fierezza – più che negli occhi che credo in effetti denotino il fatto che sia stato drogato – la immaghino nella sua presenza stessa,nel portamento, non so, indicando che la vera umiliazione è da ricercare dalla parte degli spettatori, ancora una volta, che non si accorgono della loro bassezza.Come se avesse pensa di loro, che non riconoscono la loro condizione.”il riso abbonda sulla bocca degli stolti”

  • Santaruina

    Messier, mi pare che questa volta il “calci in culo” sia veramente adeguato

    ____________

    Enza, ti auguro ti stare al meglio al più presto :-)

    Blessed be

  • Santaruina

    Tortuga, penso tu abbia ragione.

    C’è una luce nel profondo di quello sguardo.

    Ed in effetti nulla riuscirà a portar via del tutto la sua dignità.

    A guardarlo a lungo, pare quasi che in fondo stia aspettando solo che giunga il suo momento.

    E Asno, hai ragione anche tu, i combattimenti di cui parli erano e sono qualcosa di totalmente dis-umano.

    D’altra parte, questa componente gratuitamente crudele in alcuni uomini c’è sempre stata, nella storia a noi nota, non è certo caratteristica della modernità.

    La modernità ci ha semmai aggiunto l’idiozia e l’ipocrisia.

    Nel medioevo lo spettacolo era dichiaratamente violento, la modella di oggi fa “beneficenza” e mette in mostra la sua “sensibilità ambientalista”.

    Ed è proprio l’ipocrisia che mi ha colpito, in questo evento.

    A presto

  • anonimo

    Probabilmente il lupo, da essere privo di razionalità qual è, stava solo studiando la situazione per capire se intorno a lui tutta quella gente costituisse un pericolo fisico, non l’umiliazione della propria natura libera e selvaggia. I lupi impauriti e sottomessi tengono infatti le orecchie basse. Ma sarà un lupo cresciuto in cattività, quindi abituato alla presenza umana, oppure uno catturato selvaggio?

    Ovviamente la II, così si può piangere di più sull’ennesimo stupro di Madre Natura!.

    Ah, ma quando essa si vendicherà contro tutte quelle taglie 40 maledette, io che ho una 60 sembrerò una gnocca!

    Umanizzare gli animali attribuendogli qualità morali è un clichè che si dovrebbe perdere passati i 13 anni, quando si scopre che l’orsetto Teddy è pieno di cotone, non carne.

    Elevarle addirittura al di sopra di quelle umane, poi…

    Dai, Carlo… semel in anno licet insanire :-)

    Jorge Perro Liberista.

    P.S.: anche la modella era un po’ fatta, se è per quello…! Fatta bene però! :-)

  • Santaruina

    Ciao Arcangelica

    gli animali dimostrano tutta la loro dignità quando vivono liberi nel loro ambiente, come dice anche Cinzia, per la loro partecipazione al creato.

    Noi esseri umani dobbiamo sempre impegnarci al massimo, per mantenere la stessa dignità.

    A presto :-)

    _____

    Ciao Asoka, immaginavo che una simile immagine avrebbe particolarmente colpito anche a te.

    E ti dirò, pur non condividendo la ferocia delle tue parole, posso capire da cosa siano ispirate.

    Confesso che anche io ho pensato per un millesimo di secondo “quanto sarebbe bello se si libera e semina il panico là dentro”.

    Ma forse, come ben dice l’anonimo del commento 11 (ottimo intervento), anche quelle modelle sono in fondo vittime loro stesse.

    Blessed be

  • Santaruina

    Ciao Infettato, decisamente, quel povero animale è stato opportunamente “preparato”.

    Forse per farlo sentire più a suo agio, visto l’ambiente in cui si trovava..

    ____________

    Jorge: semel in anno licet insanire

    hehe..

    Tranquillo, non mi sono ancora iscritto al WWF… :-)

    Per una volta ho solo espresso una sensazione immediata, buttandola giù come era arrivata al momento.

    La verità è che detesto alquanto il mondo della moda e del “fashion”, e adoro i lupi.

    Ho delle preferenze ben marcate per quanto riguarda il mondo animale: propovo simpatia per gatti cani cavalli e bradipi, mi stanno antipatiche le galline, e rispetto enormemente aquile leoni e lupi.

    Quindi vedere un lupo condotto al guinzaglio da una modella ha fatto scattare in me un riflesso incondizionato.

    Che magari a freddo ci posso anche riflettere sopra, sul meccanismo entrato in gioco a livello inconscio.

    A presto :-)

  • anonimo

    Col Nome di Allah il Misericordioso

    Una inutile e di sciocca passerella.

    Hafiz

  • tristantzara

    Vero.Ho guardato a fondo il suo sguardo e dà l’idea di sopportazione rabbiosa.Tutto verrà pane a rendere sembra esso comunichi.E’ il mio animale preferito.

    Metafora del tacchino:capita.Nel lavoro succede spesso,mobbing.Ma tu ti riferisci a q.cos’altro di più politico-sociale ed inquietante secondo me.Ci stiamo arrivando lo so tranquillo….ma quando l’ombra grigia arriverà all’ultimo filo di sole,là non si passa più.Questa è solo la nostra avanguardia,dall’altro lato della loro mappa ci sarà la retroguardia.Inaspettata e insperata.Spero almeno.

  • Asoka

    Umanizzare gli animali attribuendogli qualità morali è un clichè che si dovrebbe perdere passati i 13 anni, quando si scopre che l’orsetto Teddy è pieno di cotone, non carne.

    condivido… pure l’uomo dovrebbe perdere, anche prima, la cattiva abitudine di mangiarseli gli animali… è ampiamente dimostrato che darsi al vegetarianesimo migliora la vita (nostra e loro).

  • anonimo

    …sia il lupo che la fotomodella sono a piedi nudi sopra un tappeto di foglie come se simbolicamente la passerella fosse la jungla, perchè lei non é altro che una jane che cerca tarzan! Il guinzaglio é molto transitorio, quando finalmente camminerà fra gli alberi con lo stesso lupo, il guinzaglio diventerà invisibile, perché non é un guinzaglio assoggettatore, ma d’amore, un cordone ombelicale che definisce un’insieme. Lupo e donna sono un’entità tenera, sballata, indomata, indomabile….aloha! jam

  • anonimo

    Umanizzare gli animali è un errore, ma reificarli pure. Poi che cosa sappiamo dell’anima degli animali e di quali atomi vibrano tra noi e loro?

    Ciao

    Zret

  • Santaruina

    Ciao Hafiz, benvenuto.

    __________

    Tristanzara, le avanguardie e le retroguardie si confondono, di questi tempi…

    ____________

    Jam, come sempre da te quel arriva la pennellata che ravviva il quadro :-)

    ____________

    Ciao Zret

    ne sappiamo poco, infatti.

    Ed ogni estremo è un errore.

    A presto

  • anonimo

    Buonasera Carlo,

    Per una volta ho solo espresso una sensazione immediata, buttandola giù come era arrivata al momento.

    Dovresti praticare anche tu la sacra e invitta arte della flemma, dono inestimabile della tradizione nordica a questo mondo inondato di emozioni. :-D

    …e adoro i lupi.

    Beh, anche le lupette però…

    …propovo simpatia per gatti cani cavalli e bradipi

    Anch’io adoro i cavalli: sotto forma di sfilacci, con olio e limone!

    (Nooo, assassino di Gaia! A morte il blasfemo!)

    Che magari a freddo ci posso anche riflettere sopra, sul meccanismo entrato in gioco a livello inconscio.

    Secondo me ti sei innamorato. Spero non di un bradipo. Ti ricordo ancora ai bei tempi de “poliziotto buono – poliziotto cattivo”: freddo e risoluto, senza pietà.

    —-

    Asoka

    …è ampiamente dimostrato che darsi al vegetarianesimo migliora la vita (nostra e loro).

    Veramente sino ad oggi è stato ampiamente dimostrato che darsi al vegetarianesimo provoca notevoli giramenti di maroni ai conoscenti del convertito.

    Indovina perchè… 8-o

    Irìni pàsi.

    Jorge Perro Liberista.

  • Asoka

    Poi che cosa sappiamo dell’anima degli animali…

    ma perché dell’anima umana sappiamo qualcosa???? a me sembra che quello degli ultimi millenni e solo un vano ciarlare… bene diceva il caro Tommaso d’Aquino (mi pento ora di averlo studiato in malo modo all’università..)

    « …la nostra conoscenza è talmente debole che nessun filosofo ha mai potuto investigare in modo esaustivo la natura di una singola mosca… »

    aggiungo io… figuriamoci la natura di un’anima! Non sappiamo NIENTE! ma proprio nulla.

  • tristantzara

    Mi spiegheresti il senso del tuo commento da me sugli snob “sine nobilitate” ? non capisco se è dispregiativo o ironico.mess.per te.ciao

  • Santaruina

    Ciao Jorge

    Ti ricordo ancora ai bei tempi de “poliziotto buono – poliziotto cattivo”: freddo e risoluto, senza pietà.

    E’ dura la vita del cospirazionista tutto d’un pezzo… :-)

    Comunque è vero, dopo queste simpatiche digressioni sulle ligri e sui lupacchiotti e le lupacchiotte si può tornare a trattare di cose più sostanziose :-)

    Tristanztara, arrivo.

    Blessed be

  • Paxtibi

    che speriamo non piaccia pure questa, a Pax

    … ahimè!…

  • iNessuno

    Poi ci chiediamo perchè la natura talvolta si ribella…

  • fraterPetrus

    Intuitivo come sempre,

    lucido ed essenziale.

    Meditiamo e ci associamo al tuo sentire, egregio Santa.

    Petrus

  • anonimo

    Ho giocato sulll’analogia fonica tra le parole “anima” ed “animali”, Naturalmente non sappiamo nulla dell’anima e nemmeno se essa esista.

    Scio me nescire.

    zret

    Ciao

  • Santaruina

    Ciao Angela

    la natura in effetti fa il suo corso.

    noi ne siamo dentro, occorrerebbe soltanto conoscere i suoi ritmi e tenerne conto.

    Che detto così pare semplice :-)

    __________

    Petrus, sempre gentile.

    Un caro saluto a te.

    __________

    Zret, come dice la citazione in cima al blog “ma la sapienza è lontana da me” :-)

    p.s: ti chiedo scusa se ho rimosso il tuo ultimo messaggio, che era una risposta ad un messaggio un po’ provocatorio di un altro utente che avevo rimosso ancora prima.

    In generale vorrei che si evitassero gli attacchi agli utenti che commentano, (non mi riferisco a te, zret, ovviamente) mentre io posso essere attaccato senza problemi.

    A presto

  • anonimo

    Eccellente modo di agire, Carlo. Il livello dei testi è alto, come quello dei commenti.

    Ciao!

    zret

  • Chapucer

    la vanità

    è il vizio peggiore dell’uomo…

    Bau!

  • Santaruina

    Chapucer, et omnia vanitas, come diceva il saggio :-)

    __________

    Zret, a presto :-)

  • anonimo

    …lo spirito del lupo, Amarak, fece scendere i lupi sulla terra perché mangiassero quelle renne del branco ammalate che impedivano di ben riprodursi sani e forti…a lavoro compiuto, gli uomini capirono che la salute delle renne dipende dai denti del lupo.!Per essere un gran predatore,vedi lupo,non bisogna essere stupidi, anzi occorre essere ‘iniziati’ soprattutto saper rispettare le speci, affinché non scompaino; gli inuit o gli indiani d’america pur essendo per necessità carnivori,gli inuit non avrebbero potuto vivere senza carne, non avrebbero mai provocato i disastri che oggi stiamo vivendo, perché l’uomo-renna o l’uomo-lupo vegliava affinché l’equilibrio non fosse minacciato , tutto doveva seguire comportamenti ben definiti per non provocare la collera Divina.Lo sciamano é una renna( uomo-renna) che sacrifica molto della sua vita(penitenze, digiuni ecc.) per aiutare la collettività.Gengis khan da parte sua é discendente diretto del lupo blu e della cerva rossa, e ha sempre sognato l’invisibile con gli occhi di un lupo…anche un pezzo di carne puo renderci ‘vegetariani’ se mangiato in un equilibrio degli elementi, perché per amore puo diventare carne spirituale e fiore di lotus del cielo… ma l’equilibrio é spezzato, purtroppo sembra non esistere più…vorrei sempre mettere una favola nel piatto, che di questi tempi significa essere soprattutto vegetarian please! ciao! jam

  • qualquna

    …”un animale che sembra rendersi conto della propria umiliazione, “…

    molto triste, che il mondo accetta questo, e non riflette, e tira fuori il buon senso….

    Bellissimo riflessione!!!!

    un caro saluto e

    buon fine settimana!

  • anonimo

    Santa compredo bene il tuo intervento e ne apprezzo l’intento.Non sono però affatto d’accordo.

    D.

  • anonimo

    Anche se hai ragione…

    saluti

    D.

  • Santaruina

    Jam, ho sempre sospettato che il lupo fosse un “iniziato” :-)

    _____________

    Qualquna, buona domenica anche a te :-)

    _____________

    D. , un saluto a te. A presto.

    Blessed be

  • bororo

    Umiliazione della natura. Antropocentrismo che ritorna imperante…la dominazione paternalistica dell’ambiente e della sue creature è un vergogna difficile da digerire.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>