Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
15 marzo 2007

L'errore dello Spiritismo

di René Guénon

Abbiamo già detto altrove come sia nefasta, a nostro giudizio, la diffusione di quelle teorie che sono comparse meno di un secolo fa, e che si possono definire in modo generale con il nome di “neospiritualismo”.
Certamente vi sono, nella nostra epoca, molte altre “controverità” che è bene ugualmente combattere; le prime, però, hanno un carattere del tutto speciale, che le rende forse più nocive – e in ogni caso in modo diverso – rispetto a quelle che si presentano sotto una forma semplicemente filosofica e scientifica.
Tutte queste cose, in effetti, appartengono più o meno al campo della “pseudoreligione”; l’espressione, che è stata da noi attribuita al teosofismo, potrebbe essere ugualmente riferita allo spiritismo.
Sebbene quest’ultimo avanzi spesso pretese scientifiche a causa dell’aspetto sperimentale nel quale crede di trovare non solamente il fondamento, ma la fonte stessa della sua dottrina, esso non è in definitiva che una deviazione dello spirito religioso, conformemente alla mentalità “scientistica” posseduta da molti nostri contemporanei.
Inoltre, fra tutte le dottrine “neospiritualistiche”, lo spiritismo è certamente la più diffusa e la più popolare, e ciò si comprende facilmente, poiché è la forma più “semplicistica”, diremmo volentieri la più grossolana, di tali dottrine: esso è alla portata di tutte le intelligenze, anche le più mediocri, e i fenomeni su cui si appoggia, o almeno i più comuni di essi, possono per giunta essere facilmente ottenuti da tutti. é quindi lo spiritismo a fare il più gran numero di vittime, e le devastazioni da esso causate si sono ulteriormente accresciute in questi ultimi anni in proporzioni inattese, a causa dello scompiglio che i recenti avvenimenti hanno provocato nelle coscienze.

Quando parliamo di devastazioni e di vittime, non si tratta affatto di semplici metafore; le cose di questo genere, e lo spiritismo più di tutte le altre, hanno come risultato di squilibrare e rovinare in modo irrimediabile una quantità di sventurati che, se non le avessero incontrate sulla loro strada, avrebbero potuto continuare a condurre una vita normale.
Si tratta di un pericolo che non dovrebbe essere ritenuto trascurabile e che, soprattutto nelle attuali circostanze, è particolarmente necessario e opportuno denunciare con insistenza.
Queste considerazioni rafforzano in noi la preoccupazione, di ordine più generale, di difendere i diritti della verità contro tutte le forme di errore.
[…]
Comunque sia, di fronte alle attuali circostanze, siamo convinti che non si farà mai troppo per opporsi a certe perniciose attività, e che ogni sforzo compiuto in tal senso, a patto che sia ben diretto, avrà la sua utilità, potendo forse essere più idoneo di altri ad avere effetti su questo o quel punto determinato; e, per parlare un linguaggio che alcuni comprenderanno, aggiungeremo che non si diffonderà mai troppa luce per dissipare tutte le emanazioni provenienti dal “Satellite oscuro”.

René Guénon, “L’errore dello spiritismo”, prefazione

13 comments to L’errore dello Spiritismo

  • anonimo

    volevo sapere se sgozzi ancora le galline come un paio di anni fa’…… visto che ormai al tuo paese stanno x scasseggiare se vuoi ne tengo alcune di allevamento che dici possono andare???? sai la gallina vecchia fa buon brodo ma la gallina giovane fa le uova fresche……

    stammi bene a dimenticavo il sangue non buttarlo

  • Santaruina

    Ciao gran visir guarda che ti ho riconosciuto…

    Comunque sai bene che abbiamo smesso da tempo con le galline, con l’euro non conviene più.

    Ora si fa qualche invocazione e via, al massimo un piccolo sabbath.

    Blessed be

    (uno prova a mettere su un blog serio e poi.. hehehe.. :-)

  • babilonia61

    il 99% della gente (non mi riferisco al tuo post) che parla e scrive di spiritimo non ha la minima idea di cosa sia: semplicemente ripetono parole altrui, senza aver compreso la realtà di una cosa che non può essere descritta…giocano col fuoco, con forze che non conoscono…

    mi preme sottolineare la differenza fra spiritismo e spiritualità, due cose contrapposte e diverse..

    avrei voluto scrivere tanto, ma penso che sarò frainteso…qua mi fermo e saluto

    felicità

    Rino, meditando

  • iperhomo

    “Tra formiche calpestate, zanzare schiacciate,

    ragni inghiottiti dall’apposito aspiratore,

    ditteri, tritteri, tetrotteri (ne contò

    seicento, il profeta, d’ali, in volo sull’arcangelo)

    irrisi e vilipesi,

    quadrupedi divorati, bipedi umiliati,

    sfruttati, maltrattati,

    creature usate, insomma,

    senza ringraziamenti o sia pur tardive scuse,

    non dico a fare il bene,

    ma almeno ad andarcene con la tenue speranza

    d’aver fatto il minor male possibile,

    aiutaci, Signore”.

    Spiritistica o spiritosa che sia, questa preghiera m’ha fatto pensare.

    Un caro saluto.

    Ipo

  • Santaruina

    Ciao Rino, in effetti spiritismo e spiritualità stanno agli antipodi.

    Nel secondo caso si tratta, brevemente, del tentativo di entrare in contatto con il divino, un ritorno alle origini.

    Nel primo caso al contrario è un tentativo di “costringere” gli “spiriti intermedi” ad agire per il proprio tornaconto.

    Un saluto anche a te, Ipo.

    Blessed be

  • babilonia61

    lasciamo da parte la spiritualità, per quanto riguarda lo spiritismo la cosa è gravemente ambigua: poca gente, anzi pochissima riesce a comunicare con coloro i quali ancora non si sono disincarnati del tutto e girovagano per i piani bassi dei mondi astrali, ancora attratti da pesanti passioni, quali lussuria, affetti, avarizia, attaccamenti,etc….

    felicità

    Rino, conoscendo i fatti

  • anonimo

    Vado spesso in Brasile;quì lo spiritismo E’ religione.Ne sono sorte a centinaia di chiese spiritiste;se ti soffermi a parlare con qualcuno,e gli dài corda,scoprirai una galassia di credenze ataviche e moderne.Se riesci a farti invitare,ci sono cose che difficilmente dimenticherai o metabolizzerai.

    E’ brutto stare lì con la mentalità di “dov’èiltrucco!?”,ma se non lo trovi!?

    Spiritismo 800esco europeo si mescola con religioni sopravissute,con Chiesa Cattolica e Protestante a fare da argini e/o contenitori.

    E’ un quadro diverso da quello a cui mi ero “preparato” con le sole letture “occidentali”….quando vado lì,e nonostante tutto mi affaccio a quella realtà,ne esco sconbussolato.

    Ramingo il luogocomunense

  • Santaruina

    Ciao Ramingo

    in effetti un certo scetticismo “occidentale” dinanzi a certe “manifestazioni” rimane alquanto spiazzato…

    Blessed be

  • anonimo

    Quali sarebbero queste “manifestazioni”, scusa?…

    Ma per carità…

    Come dice d’Holbach:

    “E’ EVIDENTE che l’uomo muore tutto intero.

    Nulla di più evidente, per chi non sia fuori di senno.

    Niente di più naturale e di più semplice che credere che il morto non viva più;

    niente di più stravagante che credere che il morto sia ancora vivo!…”

    E’ triste che queste assurde fole sopravvivano (loro sì…) nel terzo millennio, incuranti di cosucce chiamate ragione, scienza e buon senso…

    J.Meslier

  • Santaruina

    Punti di vista…

    Blessed be

  • anonimo

    Ciao Santaruina, ti scrive un cercatore per cui il tuo sito è quella fiaccola di cui parli nella presentazione, per questo vorrei chiederti cosa ne pensi di Omraam Mikhaël Aïvanhov e dei suoi testi, li inseristi nella nebulosa categoria teosofismi e spiritismi vari?

    Howl

  • toporififi

    "Se il burattino è vivo è segno che non è morto" si dice con profonda convinzione in Pinocchio, ma qui si ferma ogni EVIDENZA riguardo la morte, evidenza scientifica o di qualsiasi altra natura.
    Dunque credo che non aver osservato direttamente alcuni fenomeni non sia sufficiente ad escluderne un loro specifico livello di realtà, come non bastano quattro ossa a dimostrare che discendiamo da una scimmia.
    Fine della polemica, promesso.

  • Santaruina

    Ciao Howl

    non conosco a sufficienza l'opera di Omraam Mikhaël Aïvanhov per esporre un parere definitivo.

    In generale sono sempre diffidente nei confronti di tutti coloro che nel XX secolo si sono presentati quali "maestri spirituali" o guru.
    Un autentico  maestro spirituale non si presenta mai come tale, non fonda "fratellanze", non fa conferenze.

    A presto

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>