Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
2 giugno 2011

Vietato ballare in pubblico negli USA?

Mi sono imbattuto casualmente in questo video, un filmato che viene presentato con una drammatica didascalia: Attenzione, non ballate in pubblico, è contro la legge!
La questione è presentata in maniera un po’ sensazionalistica, ma l’intero sviluppo fa comunque riflettere su alcune questioni importanti che riguardano il concetto di libertà personale raffrontato con le imposizioni del potere centrale.

La vicenda ha inizio nel 2008, quando 18 persone vengono arrestate all’interno del Thomas Jefferson Memorial di Washington, colpevoli di aver recato disturbo ballando.
I membri della sicurezza del memoriale furono in seguito citati in giudizio, dal momento che gli arrestati asserivano di non aver commesso nulla di illegale, ma il giudice federale John D. Bates decise infine di assolvere le guardie, sostenendo che all’interno del memoriale occorreva tenere un atteggiamento rispettoso, e di conseguenza l’operato della sicurezza era giustificato.

Appresa quindi questa sentenza, qualche giorno fa un piccolo gruppo di attivisti decise di organizzare una giornata di “disobbedienza civile”, una piccola manifestazione in cui i “contestatori” avrebbero ballato all’interno del memoriale, senza disturbare con rumori e suoni le altre persone, limitandosi al massimo ad ascoltare la musica per mezzo delle cuffie.
Quello che è successo in seguito si può vedere nel video: le guardie avvicinano gli attivisti che ballano chiedendo loro di smettere, ed al loro reiterato rifiuto procedono agli arresti in maniera molto energica.

Si possono avere diversi pareri sull’accaduto: innanzitutto può sembrare, leggittimamente, un episodio di poca importanza.
Si tratta in fondo di poche persone, forse un po’ fanatiche, che vanno volontariamente a mettersi nei guai per avere poi il pretesto di gridare contro la “repressione”.
Qualcuno potrebbe quindi pensare che in effetti se la sono proprio “andata a cercare”, ed il loro atteggiamento irriverente nei confronti delle guardie non poteva che condurre ad una conclusione simile.

Tutto questo è sicuramente vero, in parte.
Resta comunque il fatto che ci si trova di fronte ad una sentenza davvero assurda: vietare di ballare in un luogo pubblico, pena l’arresto, è sicuramente uno di quegli atti che non fa altro che evidenziare la volontà di controllo del potere centrale nei confronti dei suoi sudditi.
Senza contare che, almeno nel caso in questione, le persone che ballavano non recavano nessun disturbo agli altri visitatori; la coppia che si vede ballare all’inizio, addirittura, si limita ad un semplice ed innocuo lento: si può dire che semplicemente si dondolavano stando abbracciati.

E tutta l’agitazione che segue nasce nel momento in cui i membri della sicurezza decidono che quelle persone “tecnicamente” stavano ballando, infrangendo quindi la legge.
E proprio in questo, a prescindere da tutto il resto, sta l’intera assurdità della vicenda.
C’è qualcosa che effettivamente non funziona in una società in cui una coppia non può abbracciarsi e dondolarsi ritmicamente in pubblico (si pensi ad esempio ai titoloni dei giornali se qualcosa di simile fosse successo, poniamo, in Iran).
Senza poi considerare il modo in cui i “trasgressori” vengono immobilizzati in seguito ed arrestati (la mossa da lotta libera al minuto 2.04 appare oltremodo gratuita, obbiettivamente).

Andando oltre quindi il piccolo episodio in questione, viene da chiedersi se quei manifestanti fossero dei semplici esaltati in cerca di guai, oppure se forse infrangere leggi palesemente ridicole sia in fondo un atto meno folle di quanto possa apparire, una ultima rivendicazione del proprio essere umani, con un briciolo di libertà ancora a disposizione.

74 comments to Vietato ballare in pubblico negli USA?

  • anonimo

    Sia il post che il video sarebbero da mostrare ai ragazzi delle scuole superiori – in accoppiata al video del taseramento del Coraggioso che chiese a Kerry dello skull&bones.
    Magari durante l'ora di Educazione Civica ma esiste ancora 'sta materia?
    God bless America

  • Santaruina

    Tutta la scuola dell'obbligo in fondo è una lunga lezione di "educazione civica", dove per "educazione" si intende il formare un cittadino consapevole e pronto ad accettare le direttive dei suoi governanti,accettandoli quali "naturali".

    A presto

  • ghibli.

    Mi son sempre piaciuti gli aforismi e sulla libertà c'e ne sono davvero tanti uno che per l'occasione è adatto è: La libertà dell'individuo va limitata esattamente nella misura in cui può diventare una minaccia a quella degli altri (John Stuart Mill).
    Ovviamente non mi sembra che ballare sia una minaccia per gli altri ^^"

    Anche se nel video se la sono andata a cercare, sarebbe da capire cosa è successo prima dell'inizio del video, non penso che tutte quelle diverse guardie siano sempre li.

    Ciao :)

  • anonimo

    Come diceva Ghandi sono le azioni, e non le parole, che una persona fa che la definiscono e quello che ho visto fare ai poliziotti nel video sono fatti violenti e soprattutto non umani … non riesco a definire uomini quei rozzi ed ignoranti poliziotti. Ho fatto la naja nei carabinieri e fra di noi si cantava "la disocuppazione ha inventato un mestiere di merda, il mestiere del carabiniere".Io sono per l'anarchia non violenta…. nell'isola che non c'è!

  • ghibli.

    Certo mi domando, visto che questo blog è un luogo virtuale pubblico, dove come per il "Memorial" si viene per riflettere, se per caso qualcuno a caso ^^" (*) iniziasse a fare i cavoli suoi che cosa accadrebbe?

    Inizialmente all'utente verrebbe richiamato dall'amministratore del blog che il suo comportamento è inappropriato.
    L'utente ignorerebbe l'avviso e l'amministratore vedendo minata la sua autorità inizierebbe a cancellare i commenti "liberi" ma inappropriati.
    Cosi l'utente "libero" inizierebbe la propria crociata contro l'amministratore censurato-re, fin tanto che questo  sarà costretto a utilizzare la propria forza bannando l'utente.
    O no?
    Ciao :)

    (*) bimbominchia & spaMaster di 94° livello :D

  • Santaruina

    Ghibli

    Anche se nel video se la sono andata a cercare, sarebbe da capire cosa è successo prima dell'inizio del video, non penso che tutte quelle diverse guardie siano sempre li.

    A quanto pare le guardie erano state avvisate della possibile protesta, ed erano pronte a fermare chiunque iniziasse a ballare.

    Per quanto riguarda la questione che poni:
    visto che questo blog è un luogo virtuale pubblico, dove come per il "Memorial" si viene per riflettere, se per caso qualcuno a caso ^^" (*) iniziasse a fare i cavoli suoi che cosa accadrebbe?

    Diei che la situazione è la seguente.
    Innanzitutto un blog non è paragonabile ad un luogo pubblico.
    Il blog ha un gestore che è responsabile di quanto vi succede.
    E' più un club, diciamo, aperto a tutti, ma al suo interno il padrone può farvi valere le regole che ritiene più opportune.
    Ci sono blog in cui i commenti sono chiusi, altri in cui possono commentare solo gli iscritti, altri con la moderazione preventiva, altri in cui i commenti off topic vengono cancellati, altri in cui non si cancella mai niente per principio.

    Per tornare quindi alla tua domanda, ed io posso rispondere solo riguardo questo blog, i commenti vengono tutti accettati senza moderazione preventiva, e vengono cancellati solo se contengono offesse rivolte ad altre utenti.

    Le persone che ballano nel memoriale sono paragonabili nel blog agli utenti che scrivono interventi che esulano dai contenuti dei post e dalle discussioni in corso, e sono interventi che non occorre cancellare.
    Il "dare fastidio" agli altri è un altra cosa.

    ____________________________

    quello che ho visto fare ai poliziotti nel video sono fatti violenti e soprattutto non umani

    Un altro aspetto di cui si potrebbe parlare è proprio questo: se si guarda la situazione dal di fuori, senza conoscere nulla dei retroscena, le guardie si comportano in maniera ingiustificabile e violenta.
    In fondo non fanno altro che picchiare delle persone che ballano.

    Dalla loro hanno la legge, quindi si stanno comportando in maniera leggittima.
    Da cui deduciamo che la legge, ai giorni nostri nostri, non solo autorizza ma istiga delle persone a comportarsi in maniera violenta.

    A presto

  • ghibli.

    citazione: A quanto pare le guardie erano state avvisate della possibile protesta, ed erano pronte a fermare chiunque iniziasse a ballare.

    Magari hanno iniziato a ballare, la sicurezza li ha lasciati fare per un quarto d'ora, su insistenza di altri visitatori la sicurezza chiede gentilmente di tenere un atteggiamento più appropriato, vedendo ignorata la propria autorità chiamano rinforzi e dopo il dialogo fallito agiscono.

    Vabbè non sappiamo come è andata, facciamo un esempio simile che capita ripetutamente, in una casa privata si tiene un party dove la gente balla con la musica alta all'una, le due, le tre di notte ecc… i vicini non sono ovviamente minacciati ma solo disturbati.
    In questo caso chiamare la polizia è legittimo come è usare la forza se quelli del party non la smettono?

    Ci sono molti casi di limitazione della libertà che potremmo definire stupide per il semplice fatto che non si basano sul "buon senso" di persone che hanno una differente visione di libertà.
    Ma se le autorità non fanno rispettare un codice anche dettato dal buon senso, come potrebbero far rispettare altri codici più rilevanti?
    Un esempio le costruzione di case (ieri hanno rilevato altre 2 milioni di case non accatastate), sono libero di farmi la casa in mezzo a un parco protetto? o nella proprietà terriera altrui?

    Per la analogia tra l'esempio e un blog mi sembra che ci poteva stare…
    Ciao :)

  • Santaruina

    Ghibli

    i vicini non sono ovviamente minacciati ma solo disturbati.
    In questo caso chiamare la polizia è legittimo come è usare la forza se quelli del party non la smettono?

    Il fatto è che le persone che ballavano non disturbavano davvero nessuno.
    Lo facevano in silenzio, quindi l'analogia non è corretta.
    Se qualcuno si sente disturbato perché una coppia si dondola abbracciata, direi che è lui quello che ha dei problemi.
    Qui siamo di fonte a delle guardie che fanno osservare una legge perchè "questa è legge".

    A presto

  • ghibli.

    Penso che l'esempio (il video) sia forviante, sia perchè non tratta il primo caso sia perchè non sappiamo come si sono comportatati prima del video.
    Nel caso specifico quelle persone sono andate in quel luogo con l'unico scopo di rompere le balle facendo perdere tempo a un sacco di persone è evidente che come la Gaga hanno cercato di creare uno "scandalo", sapevano benissimo che reazione avrebbe avuto la sicurezza e avrebbero insistito fin tanto raggiunto lo scopo.
    Non mi sembra che dall'evento si sia creata una legge che non permetta di ballare o no? e non credo che se una coppietta negli Usa si abbraccia e dondola venga arrestata o no?

    Cosa infastidisce o meno è soggettivo ma in alcuni casi è buon senso, come avere un orario per fare festa, costruire una casa a un minimo di distanza, non tenere il cane di notte fuori che abbaia, non fare i bimbominchia nei musei ecc…
    Ciao :)

  • anonimo

    Apparte che bisognerebbe calcolare il dove effettivamente si sia , a me non sembra che quello usino grande violenza..

    __

    Sembra come se l'interiore si è fatto esteriore e l'esteriore interiore.
    Mancherà evidenetemente poco alla nuova spiritualità, chissà…

    daouda

  • anonimo

    Ghibli, una cosa sola dove erano le autorità quando hanno costruito due milioni di case abusive? a piacchiare qualcuno che rompe le balle come quelli del comitato No Tav? Ribadisco viva l'anarchia!

  • ghibli.

    @#11 Ciao, in realtà ho fatto delle domande, le ho fatte per un motivo, bisogna capire che non può esistere un sistema perfetto e non può esistere un sistema che soddisfi tutte le libertà di ogni individuo.
    O ci conformiamo a tutti, o cerchiamo degli equilibri che soddisfano la maggioranza lasciando spazio alle minoranze.
    Un'altra cosa che vado dicendo e che personalmente preferisco aggiustare piuttosto che buttare vie le cose vecchie per delle nuove che non mi garantiscono nemmeno a livello teorico un miglioramento.
    L'anarchia per chi la vuole è disponibile, come me o altri utenti del blog viviamo già al di fuori di questo sistema ma la maggior parte delle persone non riuscirebbe farlo per vari motivi.
    Riprendendo l'esempio delle case abusive, molte di queste sono costruite con criteri che non soddisfano nemmeno i minimi requisiti di sicurezza o vengono posizionate in posti pericolosi o in zone protette da vincoli giustificabili, questo è già indice di un'impossibilità a vivere su un modello anarchico.
    Poi mi ripeto, non dico che questo sistemi funzioni del tutto, anzi, ma qualcosina ancora riesce a dare, e certamente potrebbe essere migliorato tantissimo usando molta meno energia rispetto a quanta ne serva a cambiarlo, esattamente come per il video bisognava cercare un'altro modo meno dispendioso per ottenere un risultato migliore che farsi imprigionare e processare una seconda volta, per poi ottenere cosa?
    Ciao :)

  • anonimo

    segnalo:
    http://www.policebrutality.info/

    non ho tempo ora x fare 1 ragionamento, però c'è da notare la % di video sulla polizia USA rispetto al resto (in gran parte nazioni sudamericane con democrazie un po' traballanti o nazioni come la serbia senze grandi tradizioni al riguardo).
    secondo me l'episodio del ballo riportato è sintomatico di qualcosa di altro e più profondo in atto ormai da tempo in quella società.

    pace
    gibbor

  • anonimo

    Ma tu poi l'hai individuata la ragione super-partes in forza della quale il mondo sta andando indietro invece che avanti in fatto di diritti civili, truffe su truffe, menzogne di politici, corruzioni a go-go e fatti come questo qui citato pr cui poliziotti smanganellano (vedi G8 a Ge/2001) per un niente o quasi ? cioè la causa per cui tutto il mondo è più isterico che anni fa ? qual'è la stata la molla innescatrice del tutto su tutto ? tristan

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • ghibli.

    La percentuale dei video suppongo sia più elevata anche perchè è più la diffusa la tecnologia che permette di produrre i video, in pochi casi il grande-fratello gli si ritorce contro.
    Fare confronti con altre nazioni quindi è difficile, ci sono casi di cacciatore di teste.
    Gli Usa tra l'altro come federazione di stati sono molto diversificati ricordiamoci che alcuni stati hanno ancora la pena di morte.
    Perchè tutta questa decadenza? penso che un buon testo conosciuto sia il "il signore delle mosche" e penso che finiremo nello stesso modo.
    C'è stato tra le ultime generazione: i nonni delle due guerre, i padri sessantottini, e i figli informatizzati che ha creato un tale distacco che non ha permesso una continuità nell'evoluzione storica del sistema ma solo delle fratture che ci riportano a ricommettere gli stessi errori che erano stati risolti dalla generazioni precedenti.
    In molti casi i figli viziati pretendono tutto e fanno i capricci quando li si limita un poco, sarebbe ora che si prendano le loro responsabilità e che dedicano un po del loro tempo agli altri magari iscrivendosi alle polizia cosi ci sarebbe qualcuno che controlla i violenti che percentualmente si ritrovano in ogni categoria.
    Ciao :)

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    comunque gli USA sono veramente una società poliedrica nel bene e nel male: ad esempio il fenomeno critical mass è nato lì, ed anche questo interessante modo di gestire uno qualsiasi dei pericolosissimi partecipanti (le manette dico, le manette e le botte sono per criminali inveterati che mettono a rischio l'incolumità del nerboruto agente no?).

    pace
    gibbor

  • anonimo

    "Andarsela a cercare" è il nocciolo stesso della disobbedienza civile: si viola pacificamente la norma che si intende contestare al fine di indurre altri a riflettere davanti alla spropositata reazione di chi la norma l'ha creata e di chi per mestiere la fa rispettare per quanto assurda sia.

    Quel che fa molto riflettere me, e non solo su questo episodio, è la crescente futilità delle norme che in tutto il mondo stanno proliferando come una specie di cancro impazzito e che riducono tutti noi a.. cosa? Non certo ai meravigliosi esseri dotati di libero arbitrio concepiti da Dio.
    Libero arbitrio a cui anche i  "cani da guardia" hanno rinunciato nel momento in cui applicano ciecamente quanto gli vien detto di fare.
    Dietro a ogni guardia che atterra un tizio buffo che balla, o lo studente che interroga il politico, o il cittadino che protesta per la devastazione della sua terra occhieggia l'ombra del nazista che a Norimberga si difendeva dicendo "ho solo obbedito agli ordini".

    Eleonora

  • Santaruina

    Ghibli
    il signore delle mosche è solo un romanzo, e secondo il mio parere del tutto inverosimile, per quanto la storia raccontata abbia un suo interesse.
    L'idea che un gruppo di persone lasciate a gestirsi da sole si trasformino in crudeli torturatori e adoratori di diavoli in fondo è la quintessenza della propaganda che il potere centrale diffonde per giustificare se stesso.
    non bisogna cascarci, altrimenti si fa la fine degli animali nello zoo felici di vivere al sicuro dentro una gabbia.

    _____________________

    Tristan

    Ma tu poi l'hai individuata la ragione super-partes in forza della quale il mondo sta andando indietro invece che avanti in fatto di diritti civili..

    Secondo me è un lungo processo che piano piano sta giungendo a termine.
    Quella che sta venendo a meno è l'ipocrisia e la retorica "democratica" che avvolgeva la nostra società.
    Si tratta di uno dis-velarsi del potere, che mostra sempre di più la sua reale essenza, dopo aver annullato in maniera scientifica la capacità di reazione dei sudditi.

    A presto

  • Santaruina

    Ciao Eleonora

    Dietro a ogni guardia che atterra un tizio buffo che balla, o lo studente che interroga il politico, o il cittadino che protesta per la devastazione della sua terra occhieggia l'ombra del nazista che a Norimberga si difendeva dicendo "ho solo obbedito agli ordini".

    Condivido in tutto e per tutto.

    A presto :-)

  • anonimo

    Due persone che ballano potrebbero anche dare fastidio ma ci sono tanti modi per superare questo fastidio; uno è chiedere gentilmente di smettere.

    In questo caso l'intervento dei poliziotti da una parte ci mostra la condizione di estremo controllo dei padroni (chiunque siano questi padroni) e dall'altro mostra quanto nella gente sia forte il senso di impotenza, debolezza e paura che ci fa accettare, se non desiderare, questa "protezione" dello stato-mamma.

    @ ghibli
    Le case abusive sono 'abusive' in rapporto alle leggi create per controllare in ogni aspetto la vita degli uomini. In questo caso la casa.
    Che questo sia l'unico scopo delle leggi è evidente dalla constatazione che ogni posto è uguale all'altro in termini di ecologia, in un mondo privo di infrastrutture. Dove oggi ci sono miliardi di metri cubi di cemento una volta c'erano alberi, piante e animali di ogni tipo. Un angolo di terreno di pianura equivale ad un angolo di spiaggia o un angolo di montagna. Quello che si definisce un parco è "solo" un pezzetto che verrà riempito di cemento un po' più tardi rispetto agli altri. Dunque cosa rende un posto edificabile rispetto ad un altro? Semplicemente il controllo sulla gente e il guadagno per i padroni.

    Siamo così abituati a pensare che le leggi sono buone perché regolano la vita sociale e senza leggi sarebbe il caos perché noi siamo incapaci di avere dei sani rapporti che non ci rendiamo più conto che è esattamente il contrario. Le leggi giustificano l'esistenza della forza e della violenza da parte delle "autorità" e creano il caos in quanto ci deresponsabilizzano e  bloccano il nostro naturale processo di maturazione. Se noi non ci assumiamo mai la responsabilità delle nostre azioni restiamo bambini paurosi attaccati alla mammella dello stato e siamo perfettamente controllabili e sfruttabili. 
    Il giorno in cui ci prendiamo la nostra responsabilità, che in realtà non è MAI venuta meno (le leggi ci illudono di non essere responsabili), riprendiamo in mano la nostra vita e per i padroni è finita. Solo facendo l'esperienza diretta capiremo, facilmente, quali sono i limiti da rispettare per vivere pacificamente insieme senza bisogno di polizia e carcerieri.

  • anonimo

    ooops, ho dimenticato la firma al commento #20

    ciao a tutti,

    poveraccio

  • ghibli.

    ATTENZIONE COMMENTO SPAM

    @s.ruina, anche la maggior parte dei libri che leggo che sono sulla storia sono romanzati questo non significa che non sia reale.
    A questo punto però mi confondi, anche questo blog è un romanzo? perchè alla fin fine stai scrivendo le stesse cose del romanzo e non sono la realtà?
    (su quello che avevo scritto su Lilith e Adamo, sto iniziando a domandarmi a chi è toccato a controllare il male)

    Per gli animali nello zoo c'è sempre da conoscere in anticipo i pro e i contro.
    Il leone ha diverse scelte, può rimanere dentro a quella che chiami gabbia.
    Può anche uscire e essere libero ma a questo punto deve essere autonomo e ricordarsi delle leggi della natura, se si fa male o diventando vecchio e non riesce più a cacciare muore da solo.
    Può anche formare un nuovo branco ma non deve lamentarsi se poi il branco che vive nella gabbia li contrasta perchè anche questa è una legge naturale il più forte (fisicamente e oggi mentalmente) vince sul debole.
    L'ultima opzione è di stare in gabbia e cercare dall'interno di migliorare i confini di essa, fino a tramutarla nel giardino che era.
    Per ottenere ciò non bisogna creare un nuova gabbia bisogna attendere che gli altri leoni iniziano a fare le scelte giuste, dentro o fuori dalla gabbia che siano.
    Non sarà un nuova gabbia a liberarci, ricordiamoci di chi sono le proprietà di queste e chi non c'è ne ha date e attende che ognuno di noi inizi a essere cosciente.

    Per le lunghe mani dell'ordine, lo ripeto con un esempio, basterebbe che uno di noi fosse all'interno che notato un abuso di un collega utilizzando il sistema stesso lo potrebbe fermare, punirlo e sbatterlo fuori per pulire e raffinare ulteriormente il sistema, attraverso l'esempio.
    Se non si fa questo sforzo, che implica un minor consumo di energia rispetto a essere dei leoni selvatici non lamentiamoci, non esiste un metodo per la pappa pronta senza far niente.

    Come è sciocco a usare tutta quella energia per farsi manganellare addosso che non porta a nessun risultato o se li porta sono minimi, suggerisco di  usare il sistema contro se stesso, ci sono molti metodi per contrastare quelle che anche per una minoranza ritengano degli errori del sistema, ma nella maggior parte di essi sono dall'interno della gabbia.
    Ciao :)

    mentre scrivevo al commento #20
    Come siano intervenuti all'inizio (per il ballo) non lo sappiamo, ma nel caso del video quelle persone sono andate con lo scopo di ""sfidare"" e hanno ottenuto quello che sapevano di ottenere.
    Pensi che i poliziotti si siano divertiti?
    Hanno ottenuto qualcosa? adesso è diventato una discoteca quel posto?
    Per le casa, quello che voglio Io non è quello che vogliono gli altri, ma come detto in precedenza questo non conta nulla, sono le scelte individuali e condivise che elimineranno la gabbia ma ora questo non è possibile proprio per la diversità di scelta su qualunque argomento.
    Posso costruire un palazzina di sei piani dietro al tuo giardino? perchè c'è chi lo vorrebbe fare.
    Vogliamo dormire tra l'erba? possiamo farlo, ma bisogna che esista una maggioranza che accetti e condivida questo altrimenti non serve a nulla, bisogna smettere di pensare solo a se stessi.

    Infine lo dico scusandomi, in tutta questa discussione mi rendo conto il più inutile sono io, perchè in realtà contrasto solo quello che reputo degli errori ma non saprei consigliare una via per uscirne, leggendo molti testi di storia noto che non se ne esce e sono un po rassegnato e scarico la frustrazione scrivendo lunghi commenti inutili, lol, (adesso lo scrivo all'inizio come spam)
    Ciao :)

  • anonimo

    ghibli

    no davvero, non sei affatto inutile. E' giusto provare a sostenere i diversi punti di vista. Permette a tutti di riflettere meglio sulle questioni.

    Forse quei ragazzi volevano essere solo pestati ma forse volevano suscitare l'indignazione delle altre persone perché si rendessero conto dell'assurdità di tutto ciò e reagissero in qualche modo.
    Penso che i poliziotti si siano divertiti molto e che pestare e umiliare quei ragazzi sia servito egregiamente al loro scopo di sentirsi superiori per non sentirsi inferiori. (Questa in due parole è la mia spiegazione generale per motivare la violenza.) A loro non interessa veramente l'ordine e la giustizia ma fare qualcosa che li faccia sentire superiori agli altri.

    Riguardo alla casa. Certo che puoi costruire una palazzina di sei piani, anche dentro al mio giardino! Però considera: 1- Se pensassi che la cosa abbia dei risvolti negativi, e potrebbe essere negativo anche per te, proverei a discuterne, si potrebbe trovare un accordo che sta bene a tutti e due. D'altra parte posso sempre romperti le scatole come voglio, specialmente se non ci sono leggi, quindi è meglio trovarsi d'accordo. 2- Se non ci fossero leggi chi vorrebbe abitare in una palazzina? Ognuno si farebbe una casa propria possibilmente non attaccato agli altri che rompono sempre le scatole. 3- Se proprio ci tieni e la fai posso sempre spostarmi io. 
    Alla fine, quante persone ci sarebbero che agiscono così testardamente da non sentire nessuna ragione?

    Non penso ci sia bisogno di maggioranze per agire. Se vogliamo che qualcosa cambi è meglio essere di esempio concreto e iniziare noi per primi a fare quello che crediamo giusto, per quanto ci è possibile. Aspettare la maggioranza diventa un alibi per il proprio immobilismo e questo sarebbe secondo me pensare a se stessi. 
    Se io pensassi che dormire tra l'erba o qualunque altra cosa è ciò che voglio e, cosa più importante, non nuoce a nessuno, sarebbe giusto farlo anche se fossi il solo al mondo. 

    Penso che il solo modo di aiutare il mondo a cambiare non sia attraverso le leggi ma attraverso l'esempio e l'amore per risvegliare le coscienze.
    Se non funziona così non c'è niente da fare perché tutte le leggi che esistono non sono servite che a creare il mondo che abbiamo e non si può nemmeno pensare ad un mondo senza leggi e lo stesso livello di coscienza che c'è oggi. Sarebbe impossibile da ottenere così come il contrario: se il livello di coscienza e amore aumentasse le leggi inizierebbero a sparire.
    Ciao

    poveraccio

  • anonimo

    E in un certo senso a questi ballerini è andata pure bene che a quanto si sente dall'america su certe riuscite degli interventi da parte della polizia statunitense c'è da rischiarae grosso.

    Ad esempio qualche anno fa fu riportato in coda alle notizie dei telegiornali italiani (il tg2 se non sbaglio) un episodio molto drammatico e l'evento fu pure ripreso da qualche telecamera.

    Era successo, in America da qualche parte, uno scippo o una rapina o non ricordo bene di preciso cosa per cui era intervenuta subito la polizia.

    In quella circostanza si trovava per caso un ragazzo minorenne nelle vicinanze ed uno dei poliziotti credeva che fosse implicato nella faccenda.

    Il ragazzo dopo aver detto all'agente che non centrava niente con il fatto, vedendosi puntare l'arma addosso rimase immobile paralizzato dalla paura tenendo le mani alzate mentre il poliziotto era intento a tenerlo sotto tiro con il grilletto in tensione pronto a spararlo.

    Nel frattempo altra gente che aveva assistito all'accadimento fin dall'inizio e che ben sapeva, anche in qualità di testimoni, che il ragazzo era totalmente estraneo ai fatti, gridava e supplicava al polizziotto di non fare fuoco cercando di fargli capire in tutti i modi che il bersaglio che si apprestava a colpire era quello sbagliato.

    Ebbene, il poliziotto indugia per qualche attimo ma la situazione rimane tesa mentre i due protagonisiti della vicenda si guardano l'un l'altro negli occhi finchè ad un tratto l'agente spara freddando il ragazzo a bruciapelo.

    Lo stesso commentatore del tg pose l'interrogativo di cosa abbia potuto portare quel poliziotto a compiere un gesto simile in quella circostanza.

    Non so poi come sia andata a finire per il "pistolero" ma questa storia rimane comunque qualcosa di molto sconcertante e di emblematico.

  • anonimo

    …..al commento qui sopra ho dimenticato di firmarmi:

    patmos

  • anonimo

    W.A.S.P. (…and Freemason)

  • anonimo

    Nel mio piccolo posso raccontare un episodio che è successo a me su un treno a Philadelphia che fa capire il clima di paranoia che c'è da quelle parti.

    Ero appunto su un treno e sono uscito dallo scompartimento per chiedere al bigliettaio un'informazione. Questo si è girato ed ha iniziato a sbraitare come un pazzo finché sono tornato al mio posto a sedere.
    Allucinante. Dopo poco è venuto da me per sentire cosa volevo. Mi sono ben guardato dal mandarlo a quel paese.
    Chiunque abbia un incarico di qualche tipo si sente autorizzato a fare qualunque cosa per il paese, specialmente dopo l'11 settembre. Se sono arroganti qui figuriamoci negli USA dove subiscono un vero e proprio lavaggio del cervello per instillare il nazionalismo nelle menti di tutti dal momento in cui nascono fino alla morte.

    Quel che forse è peggio è che loro sembrano abituati a tutto questo, ad avere a che fare con la polizia, tribunali ecc. La zia della mia ex (americana) era stata arrestata dietro denuncia degli stessi parenti per essersi appropriata indebitamente di parte del patrimonio della nonna e poi condannata. La mia ex non sembrava affatto turbata in alcun modo da tutto questo. Sua cugina voleva entrare nella CIA! 
    Boh, lì campano di pane e pistolettate.

    poveraccio

  • anonimo

    Quelle persone che vanno e, di proposito, sfidano l'autorità, per quanto non la ritengano legittima o comunque nel giusto, pretendono di protestare e di portare giustizia, ma sono i primi ad essere disequilibrati: compiono una certa azione con la consapevolezza che provocheranno una reazione, e che tale reazione provocherà a sua volta la reazionee di altre persone, e così via. Loro si agitano ed agitano cose e persone attorno a loro. Se invece di agitare ed agitarsi mantenessero la calma e l'ordine al loro interno, la calma e l'ordine si spargerebbero all'esterno, rendendo inutile la presenza di guardie e polizia.
    Un tempo non c'era bisogno di un governo, di un esercito e della polizia. Poi l'uomo ha abbandonato la virtù e quindi sono nati i governi e le guardie.

    Non il contrario.

    Fabiano

  • Santaruina

    Stavo pensando proprio ad un articolo che parlava anche di questi argomenti, da un punto di vista "psicologico".

  • anonimo

    Non so se ti riferivi a me, nel caso specifico che quel di cui ho parlato ha poco o niente a che fare con la psicologia.

    Fabiano

  • Santaruina

    No, mi riferivo agli interventi di Patmos e poveraccio: mentre scrivevo non era ancora apparso il tuo commento.

    Vorrei però far notare che le stesse cose che hai scritto a proposito di persone che sfidano l'autorità si potrebberò applicare ance a gesù, fatte le debitissime proporzioni.
    Anch'Egli sfidò l'autorità, andando incontro a morte certa.
    Anche Gesù se le è andata a cercare?
    In fondo poteva astenersi dal dire di essere il Figlio di Dio (sapeva a cosa andava incontro), e tutto finiva lì.

    A presto

  • anonimo

    Chiamerò quelle di Gesù azioni spirituali, perché la sua apparente "disobbedienza" era in realtà mirata all'ottenimento di tutt'altro che liberismo. Tant'è che mi trovo sempre di fronte a gente a cui piace fare del Cristo una specie di rivoluzionario, quando invece mirava a riportare l'ordine: il deterioramente spirituale della gente l'ha fatto giungere sulla terra, non la loro mancanza di libertà materiale.
    Libertà materiale che vanno invece cercando le persone del video, e più o meno tutti quelli che sentiamo parlare oggi di "libertà", che poi libertà non è, se non libertà di far quel che pare e piace nell'ambito mondano.

    Se un uomo è spiritualmente libero, che può importargliene se le sue mani sono strette tra le catene dietro la schiena ed attorno al suo collo è montato un giogo? Un giorno il suo cuore smetterà di battere ed il suo corpo rimarrà incatenato alla terra dove marcirà: è forse la terra tiranna o segue le leggi dell'universo?

    Fabiano

  • Santaruina

    Fabiano

    Tant'è che mi trovo sempre di fronte a gente a cui piace fare del Cristo una specie di rivoluzionario, quando invece mirava a riportare l'ordine: il deterioramente spirituale della gente l'ha fatto giungere sulla terra, non la loro mancanza di libertà materiale.

    Ma infatti, Gesù non era un rivoluzionario.
    Nella sua natura umana, era solo uno che faceva ciò che era giusto.

    E qui sta il punto.

    La questione non è seguire o meno le imposizioni dell'autorità, essere rivoluzionari o "conservatori".
    La questione è fare sempre e comunque quello che è giusto fare.
    Se fare la cosa giusta significa infrangere le leggi, non siamo noi i rivoluzionari, ma sono le leggi ad essere sbagliate.

    E in una epoca di profonda decadenza, seguire le regole del potere centrale significa spesso agire in maniera malvagia, dal momento che il potere centrale è espressione massima di quella decadenza.

    Come si diceva in un'altra occasione, anche i primi martiri cristiani finivano uccisi perchè si rifiutavano di fare ciò che il potere centrale chiedeva loro.
    Se la andavano a cercare anche loro?

    A presto

  • anonimo

    Quindi queste persone del video hanno deciso, arbitrariamente, che quello che il "potere centrale" decide essere giusto per loro è sbagliato.
    Non credendo io affatto in quello che viene chiamato "common sense", relativo pure quello, mi chiedo quali siano i principi su cui si basa la gente "giusta" per decidere cosa è giusto e cosa non lo è.
    Perché come ho già detto l'odiato "potere centrale" non esisterebbe neanche se non ci fosse una forza opposta che lo avversa.
    Siccome non sono affatto manicheista non credo nella fissa determinabilità e fissità del bene e male terreni (diversa storia per i principi metafisici).
    Come ho già detto il modo peggiore di combattere qualcosa che non ci piace è combatterlo. Creando due poli opposti non ci sarà mai risoluzione, ma solo ulteriori scontri, inasprimento delle posizioni, violenza.
    Alla fine da una parte e dall'altra, perché queste persone che fanno a farsi arrestare e filmare, creano nelle persone che guardano sentimenti destabilizzanti, tra cui lo sdegno e la rabbia, giusto per inasprire le posizioni e portare violenza.

    Fabiano

  • ghibli.

    Invidio Fabiano per come scrive, ha espresso e focalizzato bene quello che è il nucleo della questione, condivido il suo ragionamento.
    Ciao.

  • toporififi

    Il problema dei poliziotti, secondo me, è che sono quelli in bicicletta, (si direbbe dai bermuda e dal caschetto) e hanno un complesso di inferiorità perchè da piccoli hanno visto "electra glide", http://www.film.tv.it/film/2497/electra-glide/ o Baretta.

    Bisognerebbe fare un esperimento, andare a ballare all'Ara Pacis a Roma e vedere cosa succede.

    La mia professoressa di francese alle medie, ci aveva raccontato che a Parigi avevano arrestato due ragazzi che per scommessa si erano fatti un uovo al tegamino sulla fiamma del milite ignoto, ma non so se li hanno anche pestati. 

    E' interessante il fatto che nonostante siano ripresi da telecamere e fotocamere, non si facciano nessuno scrupolo, hanno veramente interiorizzato il loro ruolo.

  • toporififi

    Io credo che la protesta avesse un senso, non era una contrapposizione violenta e sensibilizzava chi assisteva sulla violenza gratuita del corpo di polizia.
    Se prendiamo in considerazione il fatto che all'interno del memorial si deve tenere un atteggiamento rispettoso, forse si può considerare che prima di mettere mano a manganello e manette, si possa parlare, spiegare le ragioni del divieto e in caso di recidività, agire.
    I padri dicevano che, se il desiderio sessuale senza limiti, rende l'uomo simile a una bestia, l'ira lo rende simile a un demonio.
    Questo è sufficiente, per me, a condannare l'azione dei militi ciclomuniti.

  • Santaruina

    Quei tutori dell'ordine sono a tutti gli effetti schiavi del loro personaggio.

  • anonimo

    I tutori dell'ordine non giudicano, sono degli esecutori, e a meno che non si mettano a sparare all'impazzata sulla folla inerme o a spezzare colli a gente disarmata che si arrende, non c'è niente di male nel farlo, è semplicemente il loro ruolo.
    Non è invece il loro ruolo mettersi a dialogare con chi infrange le regole. Si chiede di smettere più e più volte, se non la smettono e continuano imperterriti di proposito per suscitare il disordine, li si arresta e pagano le conseguenze. Le chiacchiere non competono loro, né il giudizio di quanto una certa legge sia giusta o meno, non è il loro ruolo e non deve esserlo.

    Quanto disordine si avrebbe se ogni singolo "tutore dell'ordine" facesse di testa sua e decidesse in autonomia quali leggi applicare e quali ignorare?

    Fabiano

  • toporififi

    Tanti anni fa feci un viaggio su una barca a vela, dovevamo fare una lunga tratta, e pur non essendoci cattivo tempo, le onde erano abbastanza forti.
    Il proprietario azionò il pilota automatico, ero curioso e mi mostrò come funzionava, poi mi disse: prova.
    Dopo che la rotta si era spostata di parecchi gradi da quella che dovevamo seguire, mi spiegò:
    Quando l'onda sposta la prua, se il pilota è tarato troppo stretto corregge subito la rotta, ma, passando l'onda, la prua ritorna su quella giusta perchè l'onda successiva sposta la poppa, invece con la correzione la barca si è spostata e con l'onda successiva lo fa di nuovo.
    Se la taratura è più larga, questo doppio movimento dell'onda che arriva e che passa è compensato e la rotta rimane stabile, inoltre la continua correzione del timone rallenta la barca producendo turbolenza.
    Imparai così l'efficacia della tolleranza nei confronti della guida.

    Se un poliziotto non ragiona e agisce solo "come da regolamento" è un mentecatto e invece di essere una protezione è pericoloso per la società.
    Se a volerlo così sono le autorità che ci governano, allora si chiama fascismo e va combattuto.

  • ghibli.

    Ma era sabato sera? andare a ballare no? ^^"""

    Riquoto Fabiano, come avevo già detto più volte bisogna anche mettersi dalle parte dei vigili, sicuramente non sono dei sadici e se erano un po di malumore era perchè non hanno potuto finire il caffè al bar ;)

    Per l'altro paragone, lo trovo fuori luogo, un conto è l'autorità di un imperatore romano, di una sua delega in un territorio conquistato e altro è un qualcosa di astratto come una costituzione o una serie di leggi che limitano falsamente le libertà (non uccidere, niente cannibalismo, ecc…), che sono create e condivise del re-pubblico, poi proprio perchè non c'è una legge per tutto usare un poco di buon senso e rispetto non guasta di certo.
    Non condividere queste regole significa anche non rispettare il re-pubblico, e comunque non ci si dovrebbe lamentare di un gioco a cui non si vuole giocare sopratutto quando questo può essere semplicemente ignorato come Uno ci diede l'esempio, niente contro l'autorità, l'economia (soldi di Cesare), ecc… e tant'è che queste autorità non ebbero niente da dire contro.
    L'unica autorità a cui si è opposto è il padrone del mondo Satana che risiede dentro di noi forse da quella prima divisione e questa quella da contrastare individualmente e certo facendoci forza con l'esempio.
    Ma esempi pacifici e giusti non come quelli del video che istigano solo la contrapposizione assoluta e non relativa, senza nemmeno indicare una via alternativa.
    Ciao.  (e andate a ballre al saboto sera!! :)

  • anonimo

    Come giustamente dice Fabiano il poliziotto non deve stare a discutere con chi infrange la legge ma impedirgli di infrangere la legge. E' nato per questo ed è così che agisce. Questo è giustissimo in questo sistema dove vince il violento, colui che sopraffà gli altri. 
    Credo però che si debba guardare un po' più lontano per capire cosa non va. Sono solo i poliziotti o è tutto il sistema che per sopravvivere ne ha bisogno?
    Un sistema di leggi è per forza un sistema di costrizioni. E' proprio vero che senza leggi ci sarebbe questo fatidico Caos? Vi invito a riflettere bene su questo.
    Non è facile immaginare un mondo senza leggi anche perché, come ho già detto, non è possibile senza che ci sia una crescita della coscienza da parte di, probabilmente, la maggior parte della gente, però possiamo guardare il mondo di oggi.
    Si dice che l'anarchia porterebbe violenza, assassinii, stupri, uccisione di bambini, donne, anziani, furti, schiavitù e chi più ne ha più ne metta. Ora ditemi una qualunque di queste cose che non esista più che abbondantemente in questo sistema. Mi sembra di essere obiettivo se dico che peggio di così… (considero ciò che succede in posti come iraq, afghanistan ecc. come facente parte di QUESTO sistema)
    Sicuramente ci sarà un minimo di differenza tra un posto e l'altro e tra una nazione e l'altra ma a cosa è dovuta questa differenza, alle leggi, che mi sembrano molto molto abbondanti ovunque, o alla diversa cultura, una diversa coscienza della gente?

    Riguardo alla presunta libertà che abbiamo oggi è bene stare molto attenti. Dormire sull'erba è tollerato come cosa occasionale ma credo che non sia permesso vivere così. Dobbiamo avere una carta di identità (schedatura), una residenza, un codice fiscale e una tessera sanitaria. Oppure come minimo sei fuori dal sistema in ogni sua parte e la tua esistenza viene messa a dura prova. Non puoi nemmeno, legalmente, fare la cacca in un campo, deve essere un gabinetto a norma di legge. In definitiva: non ti è permesso di ignorare il sistema. Se lo fai sei fuori-legge. Magari ti fanno una multa e se non paghi sei imprigionato.

    Non sono esperto di questo tema ma chiedo: Gesù, per caso,non fu condannato secondo o grazie a, una qualche legge civile o religiosa?

    Vorrei invitare a guardare le cose sotto un aspetto più assoluto e non relativo ad una presunta giustezza di alcuni aspetti perché questa relatività è proprio l'arma che viene usata dal potere per togliere argomenti alla gente e renderli passivi e schiavi.
    Non dobbiamo avere paura di pensare alle cose in maniera estrema perché è proprio in questo modo che si disvelano le verità. La verità fa sempre paura, a noi per primi, perché ci porta a percorrere un sentiero sconosciuto e "pericoloso" e noi, forse per nostra natura, tendiamo a scegliere ciò che è "sicuro". 
    Se durante la mia vita sono maturato anche solo un poco e mi avvicino a qualche verità, sempre relativa, l'ho fatto grazie ad una cosa: l'amore, considerato nei suoi aspetti più estremi.

    Come ho detto in un commento ad un altro post: non ho bisogno di nessuno che mi governi, e voi? Se la risposta è no allora siamo già in diversi a non avere bisogno di leggi. Perché non dobbiamo pensare che ce ne siano ancora tanti come noi? Allora abbiamo veramente bisogno di leggi?
    Possibile che forse poche persone che veramente farebbero del male condizionino la vita a tutti quanti? Se lo lasciamo fare loro non è per paura? Non permettiamo così che la paura regoli le nostre vite? Non l'amore e la verità ma la PAURA! E pure completamente ingiustificata in quanto il peggio già esiste più che abbondantemente nella nostra società e non solo le leggi non lo impediscono ma lo generano e lo proteggono.
    Abbiamo paura che uno zingaro ci rubi qualche oggetto in casa e con le leggi ci rubano la vita ogni giorno. Ci dà fastidio che i ragazzi ballino in un monumento ad un dittatore e lasciamo che facciano di tutto per procurarci le peggiori malattie: tutto il cibo inquinato, aria irrespirabile, medicine che ti ammazzano e medici che prolungano l'agonia… e tutto perfettamente legale.

    Ecco, non mi sembra di non rispettare il pubblico se non rispetto le leggi. Direi, anzi, che rispetto talmente il pubblico che non mi permetto di obbligare nessuno a fare niente che non voglia fare, mentre le leggi operano al contrario.
    Sono contrario alle leggi non tanto in quanto limitano la libertà ma perché sono uno strumento di sottomissione per lo sfruttamento dell'uomo e cercano di impedirne la crescita. 
    Meglio discutere con quei ragazzi per farli smettere di ballare e cercare una qualche soluzione (e la soluzione potrebbe anche essere che loro abbiano ragione!) e la polizia non può fare questo. DEVE solo far rispettare la legge. Per questo è meglio che la polizia non esista.

    Ciao a tutti

    poveraccio

  • ghibli.

    Precisazioni mie.
    L'anarchia è un sistema, un'altro metodo di connessione tra l'individuo e un gruppo.
    L'anarchia è un'altra gabbia più stretta costruita su misura.
    Nel cercarla di crearla si fa lo stesso gioco che si è fatto da millenni a questa parte.
    Le altre persone non devono conformarsi, non bisogna desiderare (questo è l'errore) che gli altri la pensino e si comportino come noi stessi, vogliamo il formicaio?

    Il poliziotto non è nato violento, se qualcuno di noi dovesse farlo di mestiere diverrebbe malvagio? anche quelli dl video non pensi che non volessero passare la giornata in altro modo?
    La violenza in quel video è fatta dai ragazzi che ballano.
    Sono loro ad essere passati dalla parte del torto e costringere la sicurezza a intervenire per loro piacimento, non ottenendo nulla se non facendo apparire vittima lo stesso sistema.

    Per la parte del in/out sistema ognuno è libero di scegliere, l'unico documento che ho è la patente-A, non ho proprietà, ne conti in banca, lavoro occasionalmente, non ho cellulare, scrivo su un pc che ha 12 anni ^^" ecc… e allora? (sti caxxi).
    Cosa significa questo nel discorso? nulla.
    Il mondo è vasto, non ti piace l'Italia vai in Australia, Africa, in Cina (che ci sono tanti appartamenti vuoti e non costano niente), ecc.. fai quello che vuoi!

    La verità e la felicità sono due cose non connesse.

    Siamo in un re-pubblica non devi lasciare a loro, devi farlo te. la pappa pronta non la troverai mai senza far nulla.
    E riporto una cosa che scrissi… odiare il re-pubblico significa odiare gli altri.
    Tutti i mali descritti da te (poveraccio) sono scelte dei singoli, nessuno ti obbliga a comprare un suv, avere il riscaldamento con la caldaia a metano, a mangiare il cibo spazzatura, a usare pillole su pillole, il cellulare, le sigarette ecc… non usarle se non le vuoi usare.
    Ma se pensi e credi che gli altri debbano ragionare con la tua testa torniamo al formicaio e con…
    Ciao

  • anonimo

    "mi chiedo quali siano i principi su cui si basa la gente "giusta" per decidere cosa è giusto e cosa non lo è"

    la voce della coscienza: basta ascoltarla, non c'è proprio nulla da decidere

    Eleonora

  • toporififi

    La legge che reprime e non ascolta è pura e semplice oppressione, che non permette la maturazione di nessuno, la sua unica ragion d'essere è quella di conservare uno stato di fatto come assolutamente buono e di considerare chiunque vi si opponga cattivo.

    Poveraccio ha fatto una domanda a cui mi sembra necessario rispondere; si, Gesù è stato ucciso da chi ha messo la propria legge al di sopra di ogni verità, e in forza di questa legge ha ucciso il vero giudice giusto, cercando di estirpare la misericordia da ogni giudizio.

    In questo senso non dobbiamo giudicare i poliziotti in quanto persone, evidentemente coartate da una formazione familiare e professionale psicopatica, ma dobbiamo condannare l'abuso di potere e l'assenza di senso delle proporzioni di cui questo video è testimonianza.

    Oppure proviamo a chiederci, in un sistema giuridico graduale, quale dev'essere l'atteggiamento di quei poliziotti se acciuffassero uno che ha scippato una vecchietta, forse pena di morte immediata, se basta? e a uno stupratore, quanti anni di tortura, prima di impiccarlo?

    E a chi ha finanziato, organizzato e istruito squadroni della morte in sud america, o a chi ha ordinato bombardamenti su civili in Iraq e in Afghanistan? quale pena? ne esiste una commisurata alla loro mostruosità? no di certo, perche sono loro a fare le leggi di questo tipo, i veri difensori ed esportatori della re-pubblica.

    Bon, scusate il pistolotto, e per calmarci facciamoci un giro in bicicletta.

  • ghibli.

    Penso ci sia un problema nella comunicazione, certi termini vengono presi in maniera assoluta o relativa creando uno scarabocchio di idee, dove non si capisce qual'è il capo e la coda e anche il tema.

    Non sto difendendo l'attuale sistema.
    Sto dicendo che l'anarchia o altro è semplicemente un mezzo, un'altro sistema, un'altra gabbia.
    Cambiare la gabbia non cambiano i leoni.
    Alcuni che commentano, è mia impressione, criticando la gabbia in realtà non accorgendosene criticano i leoni.

    La legge non è il sistema.
    Tant'è che anche con altri sistemi esisterebbero.
    Le leggi verrebbero fatte anche con l'anarchia, su questo punto mi limito a criticare questo sistema solo per la difficoltà che arrecherebbe a ognuno, basti pensare quanto è difficile compilare un modulo 740, pensiamo quante energie servirebbero per correlarsi in un gruppo di milioni di individui, quando non riusciamo nemmeno a metterci d'accordo alle riunioni condominiali.

    Per le guerre, lo avevo già detto in un'altro post, è colpa di tutti i cittadini che non se ne interessano, come anche dei referendum, è giusto bruciare i carburanti fossili che provocano milioni di decessi all'anno? e quanti sono i morti sulle strade coi suv? e quante le morti sul lavoro? i morti di malnutrizione? di malattia? per radiazioni elettromagnetiche? ecc…

    Allora vogliamo cambiare il popolo?
    Li vogliamo sottomettere?
    Li vogliamo conformare a noi?
    Mi ricorda altro/i sta roba… ^^"

    Qui non è una gara chi tra noi è il più puro, colto, austero, monacale, benevolo, ecc… anche perchè spero che nessuno pensi di non errare
    …ripeto l'esempio dove Gesù ha rifiutato di dominarci quando Satana gli ne ha dato la possibilità, questa è l'unica vera autorità da cui stare attenti:
    « Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». »

    Per il resto siamo noi, noi che ci autogestiamo anche la ""libertà"", come molto altro in cui siamo bravi, ma si deve sempre evidenziare il male? tra l'altro avessimo fatto chissà che chissà cosa, per lagnarsi sempre…
    Ciao :)
    (ok per il giro in bici, ma solo in mountain bike ;)

  • toporififi

    I Padri insegnano a condannare il male, e ad usare il proprio discernimento per riconoscerlo dove si manifesta, ma insegnano a condannare se stessi per il male fatto e non i fratelli.
    Questo non per una forma di mortificazione ipocrita, ma perchè le nostre motivazioni le conosciamo, quelle di un altro no, e dunque non possiamo sapere se quella persona era veramente libera quando ha commesso il male.

    Sono d'accordo, l'anarchia può essere una gabbia, come un sistema autoritario, ma l'unica legge che è accettabile senza riserve è la legge naturale, le altre hanno valore relativo e convenzionale, sono sempre contestabili, ed è un dovere contestarle dove queste prevaricano la legge naturale, un dovere civile e per questo succede che vengano abolite o riformate, questa è la vita di un governo e della re-pubblica.
    La costituzione degli stati uniti prevede persino l'insurrezione armata se il governo è una minaccia alle libertà costituzionali, anzi la considera un dovere patriottico.
    Purtroppo gli americani sono diventati abbastanza insensibili rispetto a questo, ma quelli del video secondo me hanno agito nei loro diritti garantiti, e in modo non violento, quindi mi sembra che ribaltare su di loro la brutalità delle teste di cuoio antiballetto sia un po' tirato per i capelli.

    Vedi Ghibli, sono d'accordo con te che la libertà ce l'autogestiamo, ma fatti come questo sono dei segnali del fatto che lo spazio di autogestione si riduce sempre di più, (il fatto che dici che uno può andarsene se non gli piace è significativo del grado di libertà) e spesso non ce ne accorgiamo, occupati come siamo a godercelo, e quando una mattina ti svegli e scopri che si è esaurito che fai? i segni vanno ascoltati e compresi, e non sempre basta.

  • ghibli.

    Si esaurisce quando l'individuo smette di essere parte attiva del gruppo.
    Quando questo accade, accadrà quello che accade da sempre, una nuova gabbia che col tempo vizierà e corromperà nuovamente.
    Ciao :)
    C'è brutto tempo per un giro in bici :/

  • Santaruina

    Io sostanzialmente concordo con poveraccio e Mario, ma questo si poteva intuire :-)

    A presto

  • Anonimo

    Mi ricordavo di questo bel post e continuando.. vietato mettere una maglietta con il disegno di una famiglia, e si, un poliziotto francese ha multato per la maglietta “omofoba”…

    l’articolo su le-figarò con foto:
    http://www.lefigaro.fr/actualite-france/2013/04/05/01016-20130405ARTFIG00287-un-proces-verbal-pour-le-port-du-sweat-shirt-de-la-manif-pour-tous.php
    ciao :)

  • Questa è proprio una notizia da 1984.
    Certe cose si fatica a credere che accadano davvero.

  • VHS

    Questa, di settimana scora, è molto ma molto peggio, non che la multa per la maglietta sia da poco…
    Assurdo come non sia più indicizzata nei siti di news main stream nel giro di così poco tempo, non uso google ma ixquick, ma non lo usavo nemmeno settimana scorsa.
    Questo è uno dei pochi link che ho trovato:
    http://www.dutchnews.nl/news/archives/2013/04/appeal_court_reverses_ban_on_p.php
    nella mia ricerca, venivano riportati in maggioranza i siti a favore di questa BELLA PER LORO NOTIZIA :(
    Tanti dicono che siamo prossimi alla fine…a me sinceramente sembra ogni giorno di più che si sia appena cominciato.

  • Anonimo

    applicazione della neo-ideologia (pseudoscientifica) ovvero i “diritti umani” secondo l’ONU:
    http://www.fides.org/it/news/14673

  • VHS

    Esempi di proto-scienza, la scienza atta a forgiare il paziente prototipo….tipo il sole fa male, il paziente prototipo sano è quello che assume una cura, i vaccini danno da mangiare ai poveri negretti:
    FATE COME ME: FATE I *TAGLIANDI* DELLA SALUTE
    http://www.fondazioneveronesi.it/la-tua-salute/oncologia/fate-come-me-fate-i-tagliandi-della-salute/6026

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>