Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
24 maggio 2007

La Riforma della Mentalità Moderna

di  René Guénon

La civiltà moderna appare nella storia come una vera e propria anomalia : fra tutte quelle che conosciamo essa è la sola che si sia sviluppata in un senso puramente materiale, la sola altresì che non si fondi su alcun principio d’ordine superiore.
Tale sviluppo materiale, che prosegue ormai da parecchi secoli e va accelerandosi sempre più, è stato accompagnato da un regresso intellettuale che esso è del tutto incapace di compensare.
Intendiamo qui, beninteso, parlare della vera e pura intellettualità, che si potrebbe anche chiamare spiritualità, e ci rifiutiamo di dare questo nome a ciò a cui si sono specialmente applicati i moderni : la cultura delle scienze sperimentali, in vista delle applicazioni pratiche alle quali esse sono suscettibili di dar luogo. […]
La decadenza non s’è prodotta d’un sol colpo; se ne potrebbero seguire le tappe attraverso tutta la filosofia moderna. È stata la perdita o l’oblio della vera intellettualità a rendere possibili quei due errori che solo in apparenza si oppongono, ma sono in realtà correlativi e complementari: razionalismo e sentimentalismo.

Dal momento in cui si incominciò a negare o a ignorare ogni conoscenza puramente intellettuale, come si fece dopo Descartes, si doveva logicamente sfociare, da un lato, nel positivismo, nell’agnosticismo e in tutte le aberrazioni ‘ scientistiche ‘, e, dall’altro, in tutte le teorie contemporanee che, non soddisfatte di ciò che può dare la ragione, cercano qualcos’altro, ma lo cercano dalla parte del sentimento e dell’istinto, vale a dire al di sotto della ragione e non al di sopra, giungendo, con William James per esempio, a vedere nel subconscio il mezzo con il quale l’uo­mo può entrare in comunicazione con il Divino.
La nozione di verità, dopo essere stata abbassata ormai a una semplice rappresentazione della realtà sensibile, è infine identificata dal pragmatismo con l’utilità, il che equivale alla sua soppressione pura e semplice; che importa infatti la verità in un mondo le cui aspirazioni sono unicamente materiali e sentimentali?

La Riforma della Mentalità Moderna

 

6 comments to La Riforma della Mentalità Moderna

  • babilonia61

    L’uomo di oggi è troppo dedicato al materialismo, all’avere invece che all’essere. Si rifugia nei beni fugaci per cercare felicità, contentezza, gioia, calma, e invece trova malattie, noia, ansia, guerra.

    Sino a quando non ci sarà una vera introspezione il mondo non potrà mai cambiare verso un’epoca di benessere reale.

    Felicità

    Rino, introspezionandosi.

  • MINICHINIBLOG

    Guenon aveva ragione e se fosse vivo oggi sarebbe anche molto più critico. Roberto

  • Santaruina

    Cioa Rino, l’introspezione oggi appare sempre più complessa, e per introspezione si potrebbe intendere in senso lato la ricerca di quella realtà che all’interno unisce con ciò che sta oltre.

    (in parole semplici… )

    Grazie per le tue riflessioni… :-)

    Roberto, ovviamente concordo, e c’è anche da riflettere sul fatto che Guénon scriveva queste parole quasi 100 anni fa, quando la “decadenza” di cui parla era ancora molto distante dal raggiungere i “picchi” dei giorni nostri.

    Blessed be

  • MINICHINIBLOG

    Infatti Santaruina.Noi oggi non ci rendiamo neanche veramente conto in che universo anormale e in che epoca capovolta viviamo.Credo che ci sia bisogno di altri Maestri capaci di lluminarci e guidarci oggi sui sentieri della Tradizione. Roberto

  • anonimo

    Articolo straordinariamente attuale, dopo tanti anni…! Il che la dice lunga sulla “deriva”, anche da parte di chi dovrebbe essere un “baluardo” ma che spesso è, come Guénon diceva, solo “un cieco che guida un cieco”.

    Il punto è che *mai* si è posto al centro il problema della “mentalità”, ma si è aperta la deriva, tutta moderna, di “entrare” nel cosiddetto “vivo”, nella politica, nella scienza, e chi più ne ha più ne metta.

    *Si è persa la “Bussola”*…!

  • anonimo

    E ***non è*** una mera questione di “materialismo”: anche questo è un limite, una copertura.

    No, non è affatto il mero materialismo né il mero “marxismo”, nella cui critica tanti si son baloccati, con i *bellissimi* risultati che abbiamo sotto gli occhi.

    La verità è che la cosa ha radici profonde, ed anche *occulte*, non pe rmero “complottismo”.

    E chi *non vuol* vederrlo si vota lla famosa Fatica di Sisifo.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>