Blessed be

Benvenuti.
Qui si parla di miti, simboli, storia e metastoria, mondi vecchi e mondi nuovi, e di cospirazioni che attraversano i secoli.
Qui si scruta l'abisso, e non si abbandona mai la fiaccola.

Articoli in rilievo


Autorità, coscienza ed obbedienza
Psicopatici e potere
La scienza della persuasione
I prodromi della diffusione
del pensiero occulto

Pensiero magico ed evocazione
Il flusso del potere
Folle e condottieri
Popolo e conformismo
PNL:comunicazione e persuasione
Benvenuti nella Tela



La più folle di tutte le teorie cospirazioniste
Il finale di partita
Società segrete
Illuminati
Potere ed esoterismo
Gruppo Bilderberg
La fine delle risorse
Il Crollo dell'economia mondiale
I Murales dell'aeroporto di Denver
Il progetto MK-Ultra
TranceFormation of America
Mazzini e la Massoneria
Massoneria e istruzione pubblica
Stato di polizia alle porte
Signoraggio, il falso problema
The Golden Age Empire
Verso Denver
2000-2009, l'opera al nero
Il Fabianesimo e la finestra dell'inganno
La grande onda
Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale



Una profezia, un passato perduto
Contro Darwin
Contro le colpe collettive
Qualunquismo, ovvero verità
Senza stato, una storia reale
Il Tacchino cospirazionista
Il problema è il Sionismo
Palestina:le origini del conflitto
Massoneria a Striscia la Notizia
Il parlamento europeo e la nuova Torre di Babele
Un nuovo ordine dalle macerie
Il giorno delle nozze
Il paradosso del potere
Grecia, all'origine della crisi
L'isola: un quesito sulla natura dell'uomo
Iper realtà
Il Sacrificio



Eggregore
Eggregore IV
Antigone
Esoterismo - una premessa
Frammenti di simbolismo
Storia e metastoria
Nomadi e sedentari
Melchisedek
Il labirinto
Assi e cicli
Stelle e cattedrali
Magia e teurgia
Il simbolo della pace
Nostra Signora di Chartres
Ebrei di ieri e di oggi
Cenni di numerologia
Avatar, new age e neospiritualismo
Quale Amore



L'essenza del Satanismo
Il Portatore di Luce
L'occhio che vede tutto
Sabbatai Zevi
Aleister Crowley
Demoni vecchi e nuovi
Le Sette torri del Diavolo
Il Patto con il Serpente
Angeli caduti
Satanismo e deviazione moderna
Hellfire Club
Dal materialismo
al neospiritualismo

I poveri diavoli
Prometeo e Lucifero, i caduti



L'iniziazione di Rihanna
Sadness e la porta degli inferi
Lady Gaga, occultismo per tutti
Kerli e controllo mentale
Jay Z, da Rockafella and
da niu religion

Cristina Aguilera e il pentacolo
30 Seconds to Mars
e il Bafometto in latex

Il giudizio massonico su MTV
Morte e rinascita di Taylor Momsen
Robbie Williams e il viaggio nella psiche
L'anima al Diavolo

En katakleidi


Cristo accompagna un amico
- Icona egizia del VI Secolo -




Santa su Luogocomune

Massoneria
- scheda storica -


Nuovo Umanesimo
ovvero Culto di Lucifero.
La Religione del
Nuovo Ordine Mondiale.


Verso il Governo Mondiale,
il volto oscuro
delle Nazioni Unite.


Con la scusa dell’ Ambientalismo.
Progetti di sterminio.






¿te quedarás, mi pesadilla
rondándome al oscurecer?


-o- Too late to die young -o-
11 febbraio 2013

L'abdicazione di Benedetto XVI

Per chi condivide una visione metastorica degli eventi, vi sono notizie che hanno una valenza infinitamente superiore rispetto alla mera cronaca quotidiana a cui siamo abituati.
L’annuncio di Papa Benedetto XVI, giunto come un fulmine a ciel sereno, è una di quelle.
Ovviamente non si possono al momento sapere le motivazioni del pontefice, e nessuno all’infuori dal suo stretto cerchio potrà comprendere fino in fondo l’animo con cui ha preso tale decisione.

Quel che è certo è che viviamo in tempi particolari, tempi in cui sembra che gli eventi facciano di tutto per avvalare il sentimento di coloro che sentono e predicano dei grandi cambiamenti alle porte.
Gli appasionati di profezie avranno ora il loro bel da fare per scovare chi sarà il famigerato Petrus Romanus, il prossimo e ultimo papa secondo la lista stilata dal vescovo Malachia nel XII secolo.

In ogni caso, qualunque sia la valutazione personale che ognuno riserva a tali questioni, l’impressione che si stia vivendo in un tempo in cui tutte le profezie convergono è sempre più forte.

__________________

edit ore 15.01

C’è una prima cosa che mi ha colpito molto, in queste prime ore, e si tratta dell’apparente “freddezza” con cui le alte sfere del mondo cattolico hanno trasmesso la notizia.
Quando Giovanni Paolo II era gravemente malato, tanto da aver difficoltà nell’intendere e nel volere, vi era stato un dibattito accesissimo sulla possibilità che abdicasse.
Si faceva notare, all’interno del mondo cattolico, che si sarebbe trattato di una scelta dalle conseguenze enormi, e si insisteva sul fatto che il pontefice doveva in ogni caso terminare il suo mandato, secondo la volontà di Dio.

In queste prime ore invece tutto lo sconcerto è arrivato dal “mondo laico”, mentre nel mondo cattolico il mantra è “massimo rispetto per una scelta difficile, il Papa è malato e stanco”.
Come se si trattasse della cosa più normale che un papa “malato” si facesse da parte.

Essendo che il ruolo di pontefice viene affidato, da sempre, ad esponenti anziani del clero, un papa vecchio e malato non è certo una eccezione, quanto piuttosto la norma.
Ed a vedere la conferenza stampa di Padre Lombardi, che commenta la notizia quasi parlasse dell’organizzazione di una gita di anziani a Lourdes, lo sconcerto cresce ulteriormente.

In Vaticano sta succedendo qualcosa di grosso.

483 comments to L’abdicazione di Benedetto XVI

  • La notizia è davvero grande, e ha dell’incredibile.
    Ovviamente è troppo presto per fare considerazioni più approfondite.
    Potremmo utilizzare questo spazio per raccogliere un po’ le idee.

  • Anonimo

    al momento il commento a caldo più interessante l’ho trovato qua.
    la notizia mi ha scosso e ha veramente dell’incredibile…
    Pol

  • Hiei

    Allora riporto dal post precedente, via…
    Numerologia spicciola: Benny lascia la panchina oggi 11-2-2013
     
    11 – 11 (1+1) – 11 (di nuovo 2 – 1+1 ) e 13, quindi tre volte il numero della rinascita che dà 33 numero dell’ordine massonico più il 13, numero massonico della schedina, o qualcosa del genere…era l’11 il numero della rinascita, giusto? Quello delle due colonne, le due torri e compagnia bella mi sembra di ricordare…
     
    Cioè, per me non vuol dire una sega ma perchè sospetto che dietro le questione numerologica ci sian essenzialmente un codice cifrato numerico con cui i beoti di alto rango coordinano le operazioni e mi mancano gli elementi per decodificarlo correttamente.
    Quindi se passa di qua qualcuno che s’intende dell’argomento i pareri son sempre graditi.

  • Pol

    condivido in particolar modo la chiusura dell’articolo che segnali

    Concludendo, non è un buon segno per il cattolicesimo già claudicante.  Cattolicesimo che, attraverso sue le  élite,  invece di “dimettere” il Papa  avrebbe dovuto stringersi  intorno a Benedetto XVI. Finché morte, eccetera, eccetera. E con la spada  sguainata. 

    _____________________

    Hiei

    i numerologi si sbirazziranno, con gran diletto.
    Personalmente, questo tipo di tentativi lo trovo parecchio fuorviante..

    • Hiei

      “Personalmente, questo tipo di tentativi lo trovo parecchio fuorviante..”
       
      Non sono mai venuto a capo di nulla di sensato nemmeno io, ma ci tengo un occhio – può essere anche che come per la simbologia, manchi solo la giusta chiave di lettura.
       
      Fai caso a come assomiglino, al di fuori delle interpretazioni esoteriche, a dei codici macchina…non si chiama “logica simbolica” per niente, comunque non divaghiamo troppo – chiusa parentesi, apprezzo eventuali analisi come reply al mio commento come dicevo.

  • miriam

    Sono sconvolta… ma forse c’era un po’ da aspettarselo. A proposito di profezie, mi viene in mente quella di Fatima, con il vescovo vestito di bianco che cade sotto frecce e pallottole… beh, a me pare che mai nessun Papa come Benedetto XVI° sia stato preso di mira e attaccato da ogni direzione. Qualsiasi cosa facesse o dicesse era sempre da criticare e da aggredire, perfino da parte dei suoi. Quante volte sarà caduto, prima di arrendersi definitivamente? Prima di non poter più rialzarsi?
    Mi dispiace tanto, caro Papa Benedetto. A me mancherai tanto.

    Miriam

  • Luigi

    Mah, giusto per aggiungere qualche considerazione, non so quanto significativa: come tutti i cristiani (e molti non cristiani) sanno, tra due giorni inizia la quaresima, periodo propedeutico alla celebrazione più importante, la Pasqua.

    Speriamo bene :)
     
    Gli eventi procedono a ritmo frenetico, anche se tutto sembra essere immobile… 

  • jaakob

    Secondo il calendario cinese questo è l’anno dei serpente (d’acqua).
    poiché siamo in una realtà dualista, vi sono due modi per imboccare ciò che in senso analogico/simbolico esso rappresenta. o meglio: le opportunità che esso offre.
    Credo che vedremo cose non piacevoli: se l’attuale papa abdica, sapendo quali zoccoli calpestino lo stato del vaticano, è per sfruttare certe opportunità.

  • Anonimo

    non possono non tornare alla mente queste parole del Papa allora neoeletto:
    “Pregate per me, perché io non fugga, per paura, davanti ai lupi.” (24 aprile 2005)
    È una scelta “debole” o “forte”?
    Per fare un po’ di chiacchera, in modalità dietrologia mi verrebbe da dire che attualmente la situazione della chiesa a livello di marciume stia traboccando da diverso tempo, soprattutto nelle alte “gerarchie” verosimilmente infestate da lupi travestiti da agnelli… Probabilmente questo atto del Papa potrebbe anche rappresentare un tentativo quasi disperato di non far naufragare la nave, cosa che sarebbe forse più probabile in caso di “normale” successione. Scisma? C’è chi ne parla più o meno a sproposito e diffusamente in relazione a questi tempi…
    Ma sinceramente e per fortuna non so che pensare e anche la semplice opzione di evitare il ripetersi di un papa quasi zombie, col ricordo ancora fresco degli ultimi anni del pontificato di Giovanni Paolo II, non si può scartare a cuor leggero.
    Pol

  • tristantzara

    …un filino antisemita lo è stato….in via più generale il mio parere è che pochissimi sono i leaders che possono cambiare il mondo in meglio, rigirarlo di scatto e uno di questi è il Pontefice di Roma (altri il preside. Usa) ma entrambi non hanno mosso un mignolo, uno prega sempre al caldo e l’altro si annunciò con “yes we can(‘t)”. Ha fatto di più MLking e Bob MArley per la redenzione degli oppressi senza se e senza ma. D

  • Anonimo

    Tarcisio Pietro Evasio Bertone (Romano Canavese, 2 dicembre 1934)

     ???

  • Tarcisio Pietro Evasio Bertone (Romano Canavese, 2 dicembre 1934)

    yep..

    _______________

    ho aggiunto in calce all’articolo delle ulteriori considerazioni, dopo aver osservato per un po’ le “reazioni” del mondo laico ed ecclesiastico alla notizia.

  • Anonimo

    CHE FECE..IL GRAN RIFIUTO
    Francesco Colafemmina

    Sliding doors

    La società contemporanea ama le porte scorrevoli: si entra e si esce. Ci si sposa e ci si separa. Si concepisce e si abortisce. Ci si ammala e ci si eutanasizza. Allo stesso modo non può non ammirare un Papa che accetta e poi rinuncia. Il mandato di Dio si arresta dinanzi alla debolezza dell’uomo, perde efficacia. Si entra e si esce dalla veste bianca. La “modernità irrompe in Vaticano” titola Ezio Mauro. Ha pienamente ragione!

    Vecchio Papa

    Il Papa ha affermato oggi di aver visto diminuire la sua capacità di amministrare e di esercitare il proprio ministero: “ultimis mensibus in me modo tali minuitur, ut incapacitatem meam ad ministerium mihi commissum bene administrandum agnoscere debeam.”
    Ha in pratica denunciato la propria incapacità almeno a partire dagli ultimi mesi. Ora, questo influirà nel giudizio postumo degli atti di questo Papa. Si dirà che ha provato, ma non è riuscito. Che ha avuto buone idee ma per sua stessa ammissione non è stato in grado di governare come si deve la Chiesa. E tutti noi suoi ammiratori dovremo abdicare come lui. Anche noi siamo tutto sommato “vacanti”, nel senso dialettale del termine: svuotati di significato e di speranze.

    Nuovo Papa

    Ancor più grave l’ammissione che oggi per governare la Chiesa serve “vigore fisico” oltre che spirituale. Dunque così delinea i tratti del nuovo Papa: dovrà essere giovane, scattante e arzillo. Difficile individuare qualcuno del genere nell’ampia schiera dei settantenni cardinali. Forse qualcuno c’è. E adesso i pii cattolici ritorneranno a rispondere: “non è affare il nostro, il Papa lo sceglie lo Spirito Santo”. Sì, ma a quanto pare il Papa può scegliere anche di annullare la decisione dello Spirito Santo…

    Tempi bui

    Torniamo al medioevo. Certo, per la società contemporanea è medievale l’idea di un Papa decrepito e privo di adeguate facoltà mentali e di vigoria fisica. Ma tutto ciò che per i nostri contemporanei è medievale è fondamentalmente santo per i Cattolici. C’è una opposizione netta fra i due aspetti. Così il vero medioevo è quello introdotto oggi da Papa Ratzinger. Colui che ha lasciato il suo lavoro a metà, incompiuto per molti versi. E “per viltade” fa il suo gran rifiuto? Chissà… Per viltade, per ricatto, per inadeguatezza, per mille ragioni. Egli ci introduce tuttavia nel buio. Il buio di una novità che scardina le certezze, che fa dell’uomo più che del Signore l’artefice della storia. E plasma così il destino della Chiesa. Il ministro recede dal ministero. Gongola Nanni Moretti!

    Petrus Romanus

    L’ultimo Papa secondo San Malachia è tal “Petrus Romanus”. Secondo molti si tratterebbe di un ultimo Papa di nome Pietro. Ma c’è anche chi interpreta questo personaggio come San Pietro che torna. Che vuol dire? E’ la fine del mondo? Chissà! Una cometa, cattivo omen, sarà visibile in quest’anno che si preannuncia funesto. Il Nuovo Ordine Mondiale continua la sua corsa. E la Chiesa vi si arrende. Deve correre anch’essa e il Papa non ha più forza nelle gambe.

    Schettino

    Un’ultima annotazione per snellire il peso angosciante di questa giornata. Mi veniva in mente il Nocchiero della Chiesa che scende dalla barca di Pietro. Ed ecco una voce rimbombare: “Ma cosa fai? Torna a bordo c…!”
    http://fidesetforma.blogspot.it/2013/02/che-fece-il-gran-rifiuto.html
    m
    ps emmerich
    http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_emmerich.htm
    Jahenny
    http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_jahenny.htm

    • Anonimo

      Quando tornerà il Figlio dell’Uomo
      Maurizio Blondet 12 Febbraio 2013
      Spero nessuno si aspetti da me un commento sulla rinuncia di Benedetto XVI. Non ho notizie diverse da quelle di tutti voi. Né mi va di contribuire al chiacchiericcio mediatico, ai giudizi (molti) temerari, e – spaventevole a dirsi – alle derisioni c he hanno accompagnato l’evento e la persona («Papus Interruptus», se la ride il francese Libération, organo della sinistra al caviale stipendiato da Rotschild).

      Non ci sono analisi da fare, al di là di un costernato silenzio. La crisi della Chiesa e l’abbandono della fede sono fatti evidenti. «È il popolo che ha abbandonato la Chiesa o è la Chiesa che ha abbandonato il popolo?»: questa frase di don Giussani attende ancora una risposta. Il residuo «popolo» è fratturato in gruppi incomunicanti, ciascuno coi suoi riti, linguaggio e sistema di credenze, alcuni dei quali hanno metodi di reclutamento «americani», da born again christians o da «alcoholics anonimous», e liturgie di loro invenzione. Neocatecumenali, pentecostali, ciellini, lefebvriani… che esista ancora un’unità dottrinale, poniamo, che colleghi l’Opus Dei e i seguaci di Kiko Arguello, è estremamente dubbio.

      Che questa inconciliabilità esploda alla luce, temibilmente probabile. Il pericolo che queste fratture diventino «chiese» settarie, è presente. Che la patologia dipenda dal Concilio Vaticano ultimo, è un fatto – che viene negato, oppure salutato come «profetico» e benefico. Salgono le voci che esigono «un nuovo Concilio», e pretendono «più collegialità»: sorde al fatto che Cristo non ha istituito un collegio, che le conferenze episcopali sono «unioni di fatto» senza alcun fondamento teologico, né che come diceva il cardinale Oddi, sardonico e teologicamente inconcusso: «Il solo caso di collegialità che si trova nel Vangelo è raccontato con questa frase: “…E tutti i discepoli, abbandonato Gesù, fuggirono»: Matteo 26, 56. La mancanza di vocazioni è già tragica, presto ci mancherà il prete che ci dia la Comunione.

      Io spero solo che non tocchino l’Eucarestia, che vedo già in pericolo in molte chiese. Bisogna pregare molto, lo dico a me stesso più che a voi. La sensazione generale è che questa non sia una svolta, ma un capolinea.

      Mi si citano profezie di sventura, Akita, Garabandal, Fatima, Medjugorje. Le ascolto, come tutti, come annunci inquietanti, ma ricordo a me stesso che in certi momenti le «profezie» possono essere utilizzate per diffondere suggestioni collettive, nel senso desiderato da poteri nient’affatto «secolarizzati», che non hanno per nulla rinunciato ai loro antichi «rituali», e non li ritengono affatto superati nella loro funzione di evocatori di Potenze, le Potenze omicide che agiscono nel buio.

      Un padre francescano, santo, dice invece: «È tutta luce». Ciò che cadrà, era ciò che doveva cadere, come le foglie secche del vecchio albero. È la speranza a cui mi aggrappo. La questione è nelle mani di Dio. Cerchiamo di sorvegliare noi stessi, nei tempi imminenti che saranno difficili.

      Mi basta la profezia di Cristo: «Quando tornerà il Figlio dell’Uomo, troverà ancora la fede sulla Terra?». È una domanda che pongo anzitutto a me: quando tornerai, Figlio dell’Uomo, troverai ancora la fede in Maurizio? Come vorrei poter rispondere «Sì», con slancio, senza esitazione, con piena infantile fiducia. Invece dico, come quel poveraccio del Vangelo: «Signore credo, ma tu sostieni la mia incredulità!».

      Chi ha fede preghi molto, e preghi anche per me.
      http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=234826&Itemid=142

    • Anonimo

      Vidi anche il rapporto tra i due papi… emmerich

  • Antonio

    La notizia mi turba profondamente. Sono scosso, inutile negarlo e far finta di nulla. Scosso pure, se non di più, dalla reazione pacata e controllata di buona parte della Curia che non si è sbilanciata in nulla, non un battito fuori posto, uno slancio di affetto, di commozione. Sono turbato perché non riesco ad intravedere l’orizzonte degli eventi. Due papi regnanti… entrambi consacrati… non lo so ragazzi, questi sono SEGNI di sciagure e disgrazie, in tempi antichi la gente di roma sarebbe scesa tra le vie piangendo e strillando… sciagure e disgrazie. Un segno di questi tempi oscuri dove i pilastri vacillano e siamo soli nella tempesta.

  • Roby

    La chiesa si sta preparando a fare l annuncio che esiste vita aliena, ci sarà un nuovo profeta e una nuova religione new age pronta x l’uso. Devono stare al passo con i tempi.  Sarà una brutta cosa….
     

  • jaakob

    Riguardo alla tua aggiunta all’articolo, la cosa più grave che noto è che come capo spirituale si autodefinisca “spiritualmente libero per abdicare”.
    Ciò è di una gravità inaudita.

    • Penso anche io.
      E’ tutto troppo strano.

      • Hiei

        A me ha fatto “strano” che le prime dichiarazione, e tuttora mi pare uniche a parte l’uomo del Monti – tutte ovviamente di solidarietà e palle varie, siano arrivate dagli ambienti della cosiddetta sinistra: Bersani, Vendola e cortigiani vari…a parte qualche tirapiedi di basso rango qua e là a caso – a meno che sia solo un’impressione mia…

  • Doulos

    forse varrebbe la pena ricordare che Gesù profetizzò a Pietro, quello vero, primo, originale ed inimitabile, che avrebbe finito la propria vita nell’incontrollo, guidato da altri contro la propria volontà: in verità in verità ti dico che quando eri giovane tu ti cingevi ed andavi dove volevi, ma quando sarai vecchio tu stenderai le mani ed un altro ti cingerà, conducendoti là dove non vorresti.
    Adesso viene fuori che il sedicente pietro dei tempi nostri non si sente più di seguire le orme di quello di allora, perché col pannolone e l’alzheimer non va mica più bene… da quando in qua Nanni Moretti è diventato il teologo ufficiale del Vaticano? Anzi, sarebbe da dargli la patente di profeta, lui l’idea l’ha messa giù un bel po’ in anticipo!
     
    In fondo è bene così, almeno è chiaro quanto il sistema religioso cristiano richieda come ogni idolo l’olocausto degli individui a lui votati, ormai senza distinzione di rango: l’immagine è ben più importante della persona, la funzione dell’uomo. Tutti pronti per Ecclesia 2.0? Magari trasferiamo la sede a… Gerusalemme? Magari sdoganiamo le leggi noachiche dichiarandole fondanti del credo di Cristo? Magari sottoscriviamo la superiorità della razza talmudica su noi goyim?
     
    Ne vedremo delle belle, questo papa si fa da parte per dare maggiore spazio di manovra a chi verrà, e chi verrà temo che sappia di avere poco tempo.

  • glm

    # Hiei

    Ma benny chi? La capra sudata? 

  • Doulos

    sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino
     
    Eccola lì la confessione, il segreto innominabile che si è sempre saputo senza poterlo mai dire: la grandezza di Pietro fu di essere che egli fu, sé stesso, fino alla persecuzione, fino alla vecchiaia, fino al martirio.
     
    Ma un papa ha da fare il mestiere di papa, checcacchio. Encicliche, banche, libri, immobili, uffici, stato, politica, diplomazia… efficenza per Dio! Ecco, qui si deve essere produttivi. Fare. Mica te ne potrai stare tutto il tempo che so… in preghiera o nella contemplazione no? O magari a leggere? O scherzare con dodici amici? Che perfetto tradimento della logica del Cristo! In fondo povero Benedetto, fa più tristezza e tenerezza che rabbia: è la vittima strangolata di un sistema industriale, come un campesino dell’isola delle vedove, o una ragazzina operaia di Bopal.

  • jackblack77

    riporto un estratto di un mio intervento su questo topic (http://www.santaruina.it/il-vaticano-ed-il-nuovo-disordine-mondiale), il grassetto l’ho messo per unire i puntini…
    “chi può dire se il Papa non stia agendo in questo modo suo malgrado per evitare problemi più grossi?
    Questo suo atteggiamento – certamente ambiguo – rientra comunque nell’ottica di Guénon, il quale sosteneva il ruolo puramente essoterico delle religioni, prima tra tutte quella cattolica. Un papa che improvvisamente si ergesse contro le maggiori autorità “umanistiche” moderne (accusandole di tramare per l’avvento dell’anticristo) sarebbe etichettato dai più (miopi, certo) come oscurantista e retrogrado. Provocherebbe più danni che altro. Diverrebbe uno pseudo-Savonarola, che presto sarebbe disconosciuto da gran parte della comunità che forma la Chiesa; rimarrebbe circondato unicamente da pochi fondamentalisti-integralisti e quindi emarginato dai “grandi giochi”. A quel punto non potrebbe più fare nulla.
    Al contrario, una sua presa di posizione favorevole almeno sugli aspetti più innocui della globalizzazione (non certo quelli luciferiani-sterministici) potrebbe conservargli l’attenzione delle masse, e dargli così modo di rimanere in gioco, con la possibilità di mantenere la cosa entro binari ben definiti (naturalmente solo fino ad un intervento drastico dei poteri inferi), magari allo scopo di “contenere le perdite”.
    Certo sono d’accordo anch’io che questo operare è poco cristallino, e quindi criticabile nell’ottica del Gesù-pensiero originale.
    Ad ogni modo, tutte queste sono naturalmente solo ipotesi fantasiose, e ovviamente le considerazioni sono tutte IMHO.”
     
    Diciamo che mi sento un po’ di aver gufato…Spero comunque di essermi sbagliato e che sia tutto come annunciato nella V.U…
    :)  

  • Centrate le considerazioni di Colafemmina

    Ancor più grave l’ammissione che oggi per governare la Chiesa serve “vigore fisico” oltre che spirituale. Dunque così delinea i tratti del nuovo Papa: dovrà essere giovane, scattante e arzillo

    Come dice anche Doulos, c’è da chiedersi cosa sia diventata la chiesa, se per fare il papa occorre anche “forti, arzilli, efficienti”..
    Una volta le guide spirituali erano questo, appunto, spirituali, e non si chiedeva certo loro di avere prestanza mondana.

    Andrà a finire che per scegliere un papa si faranno delle audizioni stile X factor
    “no, questo è spento, non ha carisma, non saprebbe come intrattenere una folla in uno stadio..”

    non so, davvero.

    Forse anche azzeccata, tristemente,  l’analogia che Colafemmina fa con Schettino.

    • Hiei

      “Andrà a finire che per scegliere un papa si faranno delle audizioni stile X factor”
       
      Non è che i “fedeli” non aiutino: mi sembra di vedere un gruppo di teen-ager alla notizia dello scioglimento della boy-band preferita! E lo dico solo a metà come battuta.

  • Dunque, partiamo da una considerazione; dove sta scritto che il vescovo di una citta, o il patriarca di un patriarcato non può rinunciare all’incarico per sopravvenute ragioni di salute, vecchiaia e tutto ciò che può impedirgli di svolgere efficentemente il suo ministero?

    Se andiamo alla radice della superstizione che il papa sia il vicario di Cristo e che il suo sia un mandato divino incontrovertibile in virtù dell’infallibilità, finiamo inesorabilmente nell’ambito carolingio e nella volontà di mantenere invariabili le struttur feudali del potere temporale, così come lo fu l’indissolubilità del matrimonio che legava indissolubilmente due casati, riforma che negò di fatto le deroghe evangeliche ben chiare.
    Questo farisaismo che pone ovunque delle impossibilità e dimentica che “non l’uomo è per il sabato, ma il sabato per l’uomo” è ora che giunga ad un dunque, e purtroppo dovra farlo a fronte di novità che non riesco neanche ad immaginare.

    I topi scappano quando la nave affonda, io sono convinto che il finissimo storico Joseph Ratzinger abbia tentato diventando papa di riportare il sacro in un alveo più consono, dei club, associazioni, stadi ed emittenti cui lo aveva trascinato il suo predecessore, consegnandolo al consumismo spirituale dei papaboys, che abbia preso atto che di fronte alla lobby cardinalizia nulla è possibile e abbia rinunciato, probabilmente pensando di essere più utile da un’altra parte, piuttosto che riducendsi a fare la mummia moribonda per gli ultimi anni che gli restano, mentre altri decidono in vece sua per l’ultima dissoluzione dei misteri della chiesa.

    La rinuncia al mandato è un atto ortodosso, e le blaterazioni imbarazzate dei portavoce e dei lacchè vaticani sono ridicole quanto lo sono quei preti che danno la comunione al divorziato berlusconi e la negano a tutti gli altri.
    Credo che questo fatto, che mi ha portato a stimare l’unico papa della storia, dallo scisma ad oggi, che ha ricomposto divisioni invece che crearne, preluda a dei cambiamenti molto preoccupanti, che metteranno d’altronde, i cattolici di fronte a scelte non facili, possibilmente riprendendo in mano quel mandato sacerdotale che Cristo stesso gli ha dato, cioè di esprimere un sonoro “Anaxios” di fronte all’elezione di un asino a guida della loro chiesa, o di un “Axios” se il prescelto dimostrasse doti di santità e conoscenza.
    “Degno” e “indegno” sono voce del popolo di Dio nei confronti dei suoi ministri, ma c’è ancora un popolo cristiano in occidente? 

  • Hadi

    ma c’è ancora un popolo cristiano in occidente?
     
    C’è sicuramente una Chiesa cattolica visibile, che è l’unica Chiesa voluta da Gesù Cristo Nostro Signore. Non dimenticate il “non prevalaebunt”.
    Il resto sono chiacchere.
     
    P.S: secondo la profezia di San Malachia, il prossimo non è l’ultimo papa, dato che secondo interpretazione erronee vengono inseriti nella lista tutti gli antipapi.

  • francesco da pisa

    Io noto le incredibili parole di Sodano, direttamente rivolte a Ratzinger: “siamo smarriti e increduli”.
    Come fa un pontefice a lasciare il suo collegio apostolico, nello sconcerto e nello smarrimento?
    E’ molto molto strano, lo stesso Ratzinger anni fa diceva che alla missione del pontefice era connaturata la condivisione della sua propria sofferenza [ e certo che è così, non è mica stato eletto alla presidenza di un consiglio di amministrazione di una banca, come crede Bersani, che si è detto compiaciuto di questa “moderna” decisione oh my god….]. Davvero è difficile capire. Ma di sicuro proprio il sottile plauso del mondo laico, da parte delle autorità ‘mondane’, un plauso chiaramente ammantato di “stupore” (fa ‘solidarietà’), mi lascia credere che i piani di S siano sempre più vicini. 
    Nuovo parlamento (e sarà un parlamento diverso da tutti i precedenti, questo è sicuro), nuovo governo, nuovo presidente della repubblica, nuovo papa. Che strano inverno.
     

    • Hiei

      “(AGI) – Rovigo, 11 feb. – Il prossimo papa? Nero, come il presidente degli Usa. Cosi’, in un comizio a Rovigo, il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, ha commentato l’annuncio di Benedetto XVI di dimettersi. “Spero che il prossimo Papa sia nero, come e’ successo per il presidente degli Stati Uniti”, ha detto Grillo.”
       
      Sì! BALOTELLI PAPA!! :’D
       
      Sentite, io prendo solo RaiNews24 e continuo a sentir parlare di “dimissioni” del papa e gente che “si rammarica per questa improvvisa interruzione del rapporto”…mi sono perso l’enciclica che ha trasformato il papato in contratto a progetto per caso?
       
      …ma se Dio vuole rifiutare le dimissioni come lo fa sapere? Via Twitter?
      Troppo surreale ‘sta storia!

    • Luigi

      Immagina questo scenario per un attimo:

      Gustavo Zagrebelsky Pres. della Rep.;
      Bersani pdc;
      Bagnasco Papa.

      Sono nomi possibili, sebbene non certi ovviamente.

      Brace ourselves more than ever, Anticristi a piene mani 

    • Tanta gioia e tanta simpatia..

  • il prossimo papa sarà un papa nero.
    chissà perchè me lo sento così fortemente…
    è una notizia inaspettata questa, ma certo più inaspettata è la verità che dietro ad essa si cela
    e che non sapremo mai.
     

  • Non così a ciel sereno comunque, questo è di marzo dell’anno scorso:

    http://www.ilfoglio.it/soloqui/12622#.URjyhGCmMkQ.facebook

    E a parte le solite banalità che snocciola l’articolo, dimostra come il passo di Benedetto XVI sia stato meditato e abbia lasciato tutto il tempo di predisporre le cose, che poi alle lobby vaticane faccia più comodo fare gli gnorry e stigmatizzare un’azione legittima di un ministro del culto come se fosse una decisione improvvisa è un altro paio di maniche.

    Hadi, le assicuro che diventerebbe noioso, quindi eviti di estrarre quel catechismo, che peraltro è contraddetto da buona parte della chiesa cattolica, dunque come organo probante mi sembra un po’ spuntato.

    • Hadi

      Non so su quale catechismo ha studiato Lei, ma dovrebbe essere a conoscenza che il DOGMA è per sua natura inconfutabile e inoppugnabile.
      A meno che Lei faccia parte di qualche chiesa o pseudo tale a carattere nazionale che crede di poter scimmiottare l’unica istituita da Nostro Signore…

  • francesco da pisa

    Ripeto, non c’è stile, diciamo così…. Un pontefice di una Chiesa SANA chiede ai fedeli in Cristo di pregare per lui, per la sua salute. E di portare con lui la Croce della sofferenza. Poi, magari, abdica comunque, ma non così da un giorno all’altro.
    Anche se…. Noi non possiamo sapere, la volontà di Dio, sull’anima di J. Ratzinger qual è…. e come si è palesata. 
    Per quanto riguarda Pietro Romano, proprio domani, 12 febbraio, Bertone compie gli anni. Nel suo nome secolare fa la sua apparizione una cosa rarissima nelle alte gerarchie della Chiesa, davvero molto rara, quando invece è assai presente in tutti gli ambiti dove il Tentatore lascia la sua firma… Parlo della ” radice dell’Alleanza “, berith o meglio brth

  • Hadi, gli unici dogmi della chiesa unica sono quelli decretati dai primi sette concili, fuori di questo, non si può più parlare di chiesa unica, ma di quella chiesa che è rimasta fedele a questi e delle chiese che se ne sono allontanate.

    Ma questa è accademia, la chiesa di Cristo è quella dove c’è lo Spirito  santo, e questo non è certificato ne dai dogmi ne dalle bolle papali, ma dalle opere che compie il popolo di quella chiesa.
    Il dogma, come lei dovrebbe ben sapere non è che un’approssimazione condivisa, il cui unico fine è quello di evitare affermazioni eretiche frutto di ragionamenti parziali, il loro fine nella vita spirituale è di essere superati realizzandone lo spirito.
    Assolutizzare il dogma significa circoscrivere l’azione dello Spirito, così come promulgare dogmi senza l’unanimità dei vescovi dela chiesa è un abuso di potere.
    MI sembra che sia evidente che Dio non è contenuto nel dogma.

    Quello che dico riguarda l’aspetto istituzionale, il cuore dei fedeli può maturare la presenza dello spirito indipendentemente dalla chiesa a cui appartiene, questo mi impedisce di fare questioni personali, ma la storia è storia e la storia della chiesa andrebbe vista con occhi più liberi e attenti. 
    Il papa di Roma ha agito nella piena legittimità del suo ministero, non è moralmente riprovevole per questo ne teologicamente attaccabile, ha anzi ribadito un fatto importante, che un ministro del culto dovrebbe avere un mandato apostolico, mentre la conoscenza e il carisma divino possono solo essere perseguiti attraverso una vita di ascesi, indipendentemente dal ruolo che si esercita e mai grazie a questo.

    Il nuovo testamento è particolarmente chiaro a questo riguardo.
     

    • Hadi

      Ha una gran confusione in testa. 
      Lei parla con la locuzione “secondo me”, ma in teologia dogmatica non è contemplata questa possibilità. Secondo quale criterio sostiene che gli unici dogmi sarebbero quelli dei primi 7 Concilii pastorali? Chi l’ha stabilito? Il patriarca di Mosca o quello di Atene?
      Oppure ha l’audacia di sostenere che lo Spirito Santo si è fermato a 1300 anni fa? Visto che si appella al Nuovo Testamento, gliene ricordo qualche passo:
      “A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli, battezzando nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare quanto vi ho comandato. Ed ecco IO SONO CON VOI TUTTI I GIORNI FINO ALLA FINE DEL MONDO” (Mr 16,16)
      E ancora:
      “Io pregherò il Padre e vi darà un altro avvocato, che resti con voi PER SEMPRE, lo SPIRITO DI VERITA’. Abiterà in voi e sarà con voi” (Gv 14, 16-17)
      “questo vi ho detto mentre resto con voi; ma l’Avvocato, lo Spirito Santo, che il Padre manderà in nome mio, v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto quello che vi ho detto (Gv 14,26)
      Quindi, secondo Lei, Nostro Signore si accontenta di una chiesa nazionale vincolata ai capricci del governo locale o di una Chiesa Universale assistita dallo Spirito Santo in eterno e per questo avulsa da qualsiasi errore dottrinale?
      Mi dia ascolto. Se ha a cuore la sua anima, si procuri quanto prima un catechismo di San Pio X, che attinge a piene mani da 2000 anni di Magistero infallibile e dalla Tradizione.
       

  • Mirco

    Strano anche il fatto del preavviso, annuncia oggi 11 febbraio, l’11 ritorna sempre da qualche anno a questa parte, che si dimetterà il 28 febbraio.

    A quanto mi risulta poi si tratta di un fatto unico, Celestino V, abdicò ma dopo appena 3 mesi e mezzo di pontificato, le altre citate dai giornali, non sono vere e proprie abdicazioni quanto piuttosto compromessi, rinunce per motivi politici (l’ultima avvenne nel mezzo dello scisma tra chiesa d’oriente e d’occidente). Mai, mai nessun papa ha abdicato in questo modo. 

    • francesco da pisa

      A proposito di Celestino, Ratzinger si recò in preghiera sulle sue spoglie, all’Aquila, dopo il terremoto (…).

    • Ci pensavo poco prima alla visita che Benedetto fece alle spoglie di Celestino V.
      Si parlava molto all’epoca dell’Aquila e dei collegamenti esoterici che riguardavano quella città, e si approfondì a lungo, anche nei media nazionali, la figura di Celestino V.

      Si ha quasi l’impressione che vi siano dei collegamenti tra tutto questo.

  • Mirco

    http://www.corriere.it/foto_del_giorno/home/index_20130211.shtml

    un fulmine colpisce la cupola di S.Pietro proprio nel giorno dell’annuncio delle dimissioni del Papa 

  • Antonio

    Dalla Croce non si scende.  la grandezza di Pietro fu di essere che egli fu, sé stesso, fino alla persecuzione, fino alla vecchiaia, fino al martirio.

  • Josi

    E’ il gesto di un uomo libero (“La verità vi farà liberi” dice Cristo) e che ama la Chiesa di Cristo. Penso abbia ritenuto che in questo momento il Vicario di Cristo debba essere anche fisicamente in grado di assolvere al suo compito.

    Penso anche a due cose : la prima è che ritenendo egli sia un mistico penso che sia in grado di interpretare i segni che Dio gli manda, anche per valutare le proprie scelte personali. La seconda è che questo gesto indica anche che il momento , non solo per la Chiesa, ma per il mondo intero, sia di eccezionale gravità.

    Quindi confesso che sono molto peroccupato. Invece di disquisire sul perchè ed il percome si sia dimesso e sui massimi e minimi sistemi teologico-politici etc etc credo sia meglio pregare perchè lo Spirito Santo si metta al lavoro ed illumini i cardinali al prossimo Conclave.

    • Hiei

      “Il poontefice che si dimette per il bene della Chiesa è come il pilota che si lancia col paracadute per il bene dei passeggeri.”
      (Spinoza.it)

  • Non parlo assolutamente “secondo me” comunque vedo che il complesso dell’infallibilità, insieme agli errori storici più radicati e incorreggibili, costituiscono una muraglia sufficiente per me a lascar perdere il discorso, come si dice; chi vivrà vedrà, più che dell’inquilino di piazza san Pietro mi preoccupano di più i miei peccati.

    

Le racconterò un fatto, documentato nella patrologia; si tratta di una corrispondenza tra il papa di Antiochia, di cui non ricordo il nome, e il papa di Roma, San Gregorio il Dialogo, che lei conosce come San Gregorio magno, che immagino sia al di sopra delle contestazioni.
    
Il papa di Antiochia chiede consiglio a San Gregorio circa il battesimo degli eretici che ritornavano all’ortodossia, iniziando la lettera con “Padre mio…”, san Gregorio risponde per prima cosa; “Non chiamarmi Padre, ma fratello, perche in questo modo non viene meno la parità tra noi” poi gli espone il suo punto di vista che differisce da quello del patriarca di Antiochia che continua a battezzare senza che questo sollevi contrasti o ulteriori discussioni.
    
La biblioteca vaticana è ricca di testimonianze di questo tipo, fu infatti un papa di Roma. Leone III che fece affiggere una targa in argento sulle porte di san Pietro con il testo del credo Niceno aggiungendo; «HAEC LEO POSUI AMORE ET CAUTELA ORTHODOXAE FIDEI» Forse Leone III era meno infallibile di Carlo Magno che volle a tutti i costi il filioque?

    Come vede è sufficiente documentarsi anzichè citare catechismi.

    • Hiei

      “come si dice; chi vivrà vedrà”
       
      Dalle vostre parti non era dopo morti che si facevano i conti?

    • Hadi

      Non credo che scrivere citazioni senza fonte aggiungano qualcosa alla conversazione, nè tantomeno l’aiutino a uscir fuori dallo stato eretico in cui si trova.
      Mi fa sorridere il fatto che Lei bolli il dogma dell’infallibilità papale come “errore storico radicato e incorreggibile” e, dq autno scrive, sembra che nemmeno lo conosca. La rimando ai documento del Concilio Vaticano I in materia e Le ricordo che tutto ciò che riguarda gli scritti personali del Pontefice, comprese le encicliche ufficiali, rientrano all’interno del Magistero autentico e quindi sono soggette ad errore.
      Piuttosto che affidarsi a citazioni prese per sentito dire, credendosi in maniera arbitraria “documentato”, sarebbe meglio risalire alle fonti. Avrebbe evitato così di ripetere la solita filastrocca su Carlo magno e il filioque.
      Ne parlai già su questo forum. Molti dei padri greci erano da tempo d’accordo sulla formula (es.Sant’Epifanio) che non venne decisa da Carlo Magno bensì in sede di concilio dogmatico pastorale. Ergo, decisione assicurata dall’infallibilità.
      Ah, che sbadato! Dimenticavo che lo Spirito Santo si era fermato al 7° Concilio.
      P.S: (Gv 15,26: “Quando verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza”).

      • Solo un appunto Hadi.
        Per la Chiesa Cattolica noi Ortodossi siamo considerati “scismatici”, e non “eretici”.
        Personalmente ritengo abbastanza fuorvianti oggi, per quanto estremamente interessanti dal mio punto di vista, le lunghe discussioni sul chi ha deviato.
        Da ortodosso convinto ovviamente concordo totalmente con l’analisi di Mario, ma forse non è un momento storico adatto per riprendere queste dispute millenarie, quando vi è un bel altro tipo di nemico che si aggira.

        Benedetto XVI, come si è ricordato, ebbe il grande merito di avvicinarsi a e far avvicinare l’Oriente.
        La strada da seguire penso sarebbe quella: di fronte al patrimonio comune, le cose che dividono i fedeli delle due Chiese sono quisquilie.

        • Hadi

          Ne parlammo già tempo fa.
          Per la Chiesa Cattolica gli “ortodossi” (termine improprio) sono canonicamente scismatici e non fanno parte della Chiesa visibile, al pari di qualsiasi chiesa protestante che invece è definita canonicamente eretica.
          Così come chi definisce pubblicamente i dogmi “errore storico radicato e incorregibile” e professa un’assistenza dello Spirito Santo particolare ad un determinato periodo storico è DI FATTO un eretico e di fatto punibile con scomunica “laeta sententia“.
          Poi che l’unica Chiesa di Cristo abbia imboccato la via del baratro, a causa soprattutto del golpe denominato Concilio Vaticano II, è un dato di fatto documentato e di cui oggi abbiamo ricevuto l’ennesimo influsso malefico. Molti degli attuali ministri di Dio farebbero apparire Erasmo da Rotterdam come un buontempone a loro confronto.
          Non ci resta che pregare la Santa Vergine affinchè ponga fine a questi giorni bui il prima possibile e interceda presso il Signore anche per tutti voi fratelli separati.
          C’è bisogno delle preghiere di tutti.
          Sursum Corda, Habemus ad Dominum.

        • daouda

          Mario però la storia del patriarcato ecumenico è la medesima del papato occidentale sul piano pratico intendo, ci mancherebbe. Difatti quanti privilegi sotto la direzione della Sublime Porta! 
          Ora se è corretto come far ricordare che ci si possa dimettere dal proprio ruolo in sé, è ovvio che tale possibilità in occidente consista in una novità destabilizzante e che il chiacchiericcio modale con cui è trattata serve solo a non far notare, cosa che non sò se possa essere in sé positiva o negativa.
          Per il resto è simpatico, e scrivo ad Hadi, che si preghi la madonna che interceda presso Cristo. Io imparai che è Lui il mediatore per eccellenza , l’Unico in virtù del quale ogni altra mediazione ( comunione dei santi ) è valida, e che solo nel suo nome le nostre preghiere sono esaudite. Poi ci si chiede perché torna la grande madre? Bah.
           

  • Hiei

    Ragazzi che giornata…non mi divertivo tanto dai gran premi in cui Shumacker si schiantava contro qualche guard-rail, mediaticamente parlando… :’D
     
    Tornando un filo seri Santa, lasciando le questioni teologiche a chi di competenza, i miei sensi di bastardo malvagio pizzicano: se dobbiamo credere ai nostri cari amici di sempre quando si bullano delle loro strategie di guerra “Shock and Awe”, questo era lo shock – adesso son curioso di vedere l’awe…qualche idea?
     
    Tanto nelle prossime settimane l’attenzione dei media mondiali se resterà focalizzata come oggi (c’erano persino i live della BBC e la CNN se ho visto bene) Russia e Cina potrebbero paracadutare i loro eserciti sull’Europa che la gente se ne accorgerebbe solo sentendo Boris frugare nell’armadietto in cerca della vodka, per fare un esempio molto cinematografico (again: quand’è che esce il remake di “Red Dawn”?? :’D ).

  • Josi

    ““Il poontefice che si dimette per il bene della Chiesa è come il pilota che si lancia col paracadute per il bene dei passeggeri.”
    Mai sentito parlare dei droni ?
     
     

    • Hiei

      “Mai sentito parlare dei droni ?”
       
      …che tanto se poi finiscono contro qualche palazzo basta dare la colpa ai fondamentalistici islamici! Ha senso, però…

  • Josi

    “…che tanto se poi finiscono contro qualche palazzo basta dare la colpa ai fondamentalistici islamici”
    In 2000 anni la Chiesa non è ancora precipitata, mi pare. Segno che non è la CIA a guidarla.

  • Anonimo

    Fermo restando che siamo di fronte ad un atto grosso, e tutte le interpretazioni riduzioniste o “umanistiche” non convincono affatto a mio avviso. Però non mi convince nemmeno il classico atteggiamento di chi, ad un paio di ore dall’annuncio, già voleva insegnare al Papa a fare il suo mestiere. Del resto è normale dal momento che siamo soliti anche ad insegnare a Dio a fare il dio…
    A fare i profeti di sventura siamo bravi tutti ed è inutile che mi dilunghi su questo filone o eventualità…da un punto di vista “speranzoso” mi viene da pensare che la situazione sia talmente compromessa da necessitare una guida “col frustino”, un papa che non scenda a compromessi e che eserciti con vigore un compito difficilissimo che per non pochi motivi l’attuale papa non può più svolgere. E allora preferisce tracciare la via e farsi da parte “per il bene della Chiesa”, considerando anche che una simile missione non si può svolgere in poco tempo e il rischio di proseguire con questo papato per qualche anno senza cambiamenti radicali rischierebbe di compromettere seriamente il prossimo Conclave (dato che nel frattempo altre serpi in seno – forse tra breve se non ci fosse stata questa rinuncia – diventerebbero cardinali…). Troppo calcolo, ma chissà.
    Pol

    • daouda

      Sapendo che deve esserci la grande apostasia, mi sfugge tutto questo bisogno di ritrovare in questo atto qualsivoglia possibilità positiva. Come al solito, indipendentemente dall’atto che Mario ci ricorda essere del tutto consentito, la tristezza dovrebbe riguardare semmai, appunto, l’utilizzo da parte della Chiesa romano-occidentale degli stessi schemi di questo mondo per mantenere il suo appeal. Ma forse c’è dell’altro che non sappiamo, o , semplicemente, un individuo che in sincerità non si sente pi adatto a tale compito.
      Ma ogni nostra elucubrazione verrà confermata o confutata da chi sarà il successore.Solo allora potremo dare un giudizio fondato, credo.

    • Anonimo

      Ciao Dà, la mia reazione iniziale è stata in totale sintonia con quanto hai appena scritto, e tendenzialmente mi sento ancora così. Ieri pomeriggio ho avuto un colloquio con un anziano padre missionario che reputo molto saggio che ha ribattuto al mio “pessimismo” (che è più metodico che passionale, mi direi) proponendomi un quadro simile a quello che ho riportato qui sopra.
      Così come può sfuggire il trovare una possibilità positiva, mi sfugge la necessità dei commenti totalmente catastrofisti, o riduzionisti (e l’ho già scritto).
      Personalmente delineo delle possibilità secondo le quali questa azione del Papa potrebbe essere un gesto di responsabilità e provvidenzialità proprio e anche di fronte a questa grande apostasia che si profila all’orizzonte. Ma sono troppe le cose che non sappiamo e che ci sfuggono.
      Comunque attendiamo il successore e freniamo le chiacchere come consigli, sperando che la sede non rimanga a lungo vacante.
      Pol

      • daouda

        Bentrovato Pà. Non che voglia sembrare un pessimista, visto che quel che accade per definizione può essere valutato sia negativamente che positivamente sotto piani e punti di vista diversi. E’ solo che il destino dell’Ecclesia è già scritto ed è alla luce di ciò si può quindi esporre la propria visione in termini provvidenziali o no. Non possiamo dunque negare il momento storico e spirituale in cui viviamo, solo questo volevo sottolineare, senza dar adito a nessun catastrofismo giust’appunto. Un saluto, Davide

  • Al mondo di oggi
    che muta ogni giorno
    importa il contorno,
    e vuole che sloggi

    di inutili sfoggi
    il capo hai adorno
    non hai più gli appoggi
    che vorresti, intorno

    non servon discorsi,
    non serve l’esempio
    non serve la fede

    se i sordidi morsi
    dei lupi fan scempio
    di chi ha ancora crede.

  • Anonimo

    Perché ieri? Perché in una riunione di routine? Perché ritirarsi lì?
    di Vittorio Messori
    http://www.totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4361
    Probabile ci siano anche altre motivazioni… m

  • Anonimo

    Bene conscius sum hoc munus secundum suam essentiam spiritualem non solum agendo et loquendo exsequi debere, sed non minus patiendo et orando e cioè: “so bene che questo ministero, per la sua natura spirituale, dev’essere esercitato non solo agendo e parlando, ma non di meno anche soffrendo e pregando”.
    http://www.bonifacius.it/2013/02/11/il-papa-rinuncia-e-alza-il-tiro/

    • Anonimo

      “questo ministero, per la sua natura spirituale, dev’essere esercitato non solo agendo e parlando, ma non di meno anche soffrendo e pregando”. BXVI

      “Kathekon” è il termine greco con cui San Paolo, nella Seconda Lettera ai Tessalonicesi, indica quella persona che “trattiene”, cioè “impedisce” la manifestazione del mistero d’iniquità, ovvero l’uomo della perdizione che si ergerà contro il Signore alla fine dei tempi. In sostanza, il kathecon è quella forza – e anche persona concreta – che impedisce la manifestazione dell’Anticristo.
      Il significato letterale della parola è “ciò che trattiene“, o “colui che trattiene“. San Tommaso identifica questa forza con l’Impero Romano e la Chiesa Cattolica, di esso erede e continuatrice . Altri parlano del Papa stesso la cui azione, come Vicario di Cristo, frena il dilagare dell’iniquità nel mondo.
       Intervista di Maurizio Blondet al Filosofo Massimo Cacciari (kathekon)
      Fu allora che Cacciari lo disse. «II Papa deve smettere di fare il katéchon!». Poi, come pentito, precisò: «Voglio dire che lei, come cattolico, sa come finirà. Verrà l’Anticristo e trionferà, ma sarà sconfitto».
      http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/volto_luciferino_occidente.htm

  • francesco da pisa

    Per chi dà un minimo di credito alla nota profezia, il lungo cammino della Chiesa visibile si conclude con un Pietro romano. Cosa può significare? L’apostolo Pietro non era ‘romano’, ovviamente; nell’Urbe di Roma vi si stabilì soltanto la sua “sede”. Quando è che un Pietro è romano? Quando, come Pietro, è un apostolo che viene da lontano [altrimenti non ci sarebbe motivo di caratterizzare la sua provenienza], ma che, al contrario di Pietro, è già in Roma. Come si concilia l’apparente contraddizione? … Così come New York City è la ricostruzione di Gerusalemme, così Washington lo è di Roma. Val la pena di sottolineare come Gerusalemme, New York e Washington, siano tutte e tre disposte sopra l’equatore esoterico della Terra. [Basta conoscere questo per capire cosa di fatto è successo l’11 settembre del 2001]. Se il primo Pietro, Apostolo dello Spirito e del Martirio, veniva dalla terra di Gerusalemme, il secondo e ultimo, la pietra angolare dell’Opportunismo Secolare, verrà da Roma. Cioè da Washinton. A questo punto noto che l’attuale cardinale di W., di nome secolare D. W. W., è stato nominato vescovo [è questo il ministero necessario e sufficiente all’elezione pontificia, sebbene non dichiarato] un giorno 11 febbraio; ma soprattutto, D. W. W. si avvale del titolo presbiteriale, collegato al rango cardinalizio, di San Pietro in Vincoli, il luogo dove venivano conservate le catene di Pietro, il santo suo predecessore. … Se i tempi ultimi sono quelli che vediamo prefigurarsi a partire da molti e convergenti avvenimenti, segni e simboli, e se – ricordiamo – i tempi ultimi si manifestano con atti che lasciano lo stupore sul volto degli uomini, penso che un simpaticissimo e solare Pontefice Americano, piuttosto che milanese, italiano, svizzero nicaraguense o del ghana….

  • Josi

    Solo caduta molto in basso?
    Ma come vedi nessuno riesce (nè riuscirà mai) a schiantarla. 

  • francesco da pisa

    L’importanza di un buon pastore che parla la stessa lingua dei poteri finanziari internazionali, potrebbe essere presentato come la giusta persona per dialogare con essi e riportarli alla ragione, al rispetto per gli ultimi [SIC]…
    Tra l’altro, anche se di corporatura ben diversa, somiglia parecchio a colui che ha lasciato la sede vacante:
    http://catholicphilly.com/media-files/2012/09/wuerl.jpg
     
     (Il Signore mi perdoni questo mio lasciarmi scivolare nella fossa relativa alle oscure intenzioni del suo da sempre e per sempre nemico)
     

    • jaakob

      Interessante quello che dici Francesco. Ma intervieni anche su LuogoComune?
      Vorrei solo dire una cosa relativamente alla tua parentesi: Guénon (e più volte Pietro Nutrizio lo ha ripetuto in alcuni articoli se non ricordo male) faceva ben attenzione a specificare come non esistano due fazioni in lotta. Se ogni cosa è in Dio anche il “nemico” è sua emanazione. 

      • francesco da pisa

        JAAKOB
        Felice di interloquire. A proposito su Dio e suo nemico, mi sono spiegato qualche giorno fa su Luogocomune (sono Desbouvet), e cioè =
        la libertà dell’essere comprende la possibilità della certezza dell’esistere
        la certezza dell’esistere NON accetta la libertà dell’essere
        è tutto qui, il succo della nostra storia

  • Giacomo

    buongioirno a tutti,
    ai miei occhi, da semplice spettatore a digiuno di questioni ecumeniche,                         risalta la “distruzione” di qualsiasi caposaldo.
    l’essere umano ha bisogno di punti di appoggio, fisici e morali.
    non sono più cattolico da anni, non so neanche come definirmi dal punto di vista religioso, forse panteista è riduttivo, per quel poco che ricordo magari francescano…
    la distruzione dello status quo è in atto, anzi direi delle parti positive dello status quo, dopo rimane solo un “vuoto”
    proprio ripensando a schettino, quante idealizzazioni vengono distrutte?
    dal comandante che abbandona la nave per primo invece che da ultimo,                              al papa che si dimette per problemi circolatori, specie dopo che il suo predecessore si è dovuto trascinare con la bava alla bocca per parecchi anni, prima di poter riposare.
    dal cielo che non è più blu, alle medicine che ti fanno ammalare…
    questo è lo spunto di riflessione che volevo condividere
     
     

  • Francesco

    come sempre suggestive e sentite le tue considerazioni.
    In effetti un papa proveniente dal continente nordamericano avrebbe una forte componente simbolica, anche considerando che il termine “modernità” è continuamente usato in questi giorni nel discorrere della scelta di Benedetto XVI.
    E quale altro luogo esprime meglio l’idea di modernità, oggi?

    Ho letto anche altri interventi di chi faceva notare che il Romanus della profezia di Malachia potrebbe essere interpretato quale “cittadino dell’Impero”, e c’è l’Impero oggi ha per capitale New York e Washington.
    A proposito della foto: quello che è certo è che il signore in questione la faccia da Papa di sicurò ce l’ha.

    _________________________________

    Ciao Giacomo

    dal comandante che abbandona la nave per primo invece che da ultimo, al papa che si dimette per problemi circolatori

    Se si volesse cogliere anche il rimando simbolico di questi avvenimenti, sicuramente la sensazione che si ricava è assai preoccupante.
    Comunque comprendo bene il tuo punto di vista, hai descritto una sensazione diffusa, anche se non tutti riescono a decifrarla.

    A presto

  • francesco da pisa

    Caro Santa, volevo astenermi da altre ulteriori un po’ blasfeme considerazioni, ma senti cosa mi è venuto lo schiribizzo di guardare…. [Il tutto parte dalla constatazione, sulla linea della contiguità simbolica tra NYC e Washington, della somiglianza direi complementare tra il first name del porporato di W, DONALD, e il last name del porporato di Nyc, in queste ore dato come papabile, ossia DOLAN]
    Il significato etimologico di Donald (fonte wiki) che non conoscevo !!! =
    ” It is an anglicized form of the Scottish Gaelic personal name Domhnall/Dòmhnall. This contains the elements dumno meaning “world” and val meaning “rule” (viz. “ruler of the world”) “.
    RULER OF THE WORLD…. Cacchio.
    A completare il trio Dolan e Donald, ci potrebbe essere il matronimico di Obama, DUNHAM (“villaggio sul colle”, ovviamente nessun riferimento a Gerusalemme o a Roma)…
     
     
     

    • Hiei

      “Caro Santa, volevo astenermi da altre ulteriori un po’ blasfeme considerazioni”
       
      Per quelle ci sono io!
      Peccato che sia morto l’anno scorso, si sarebbe potuti andare fino in fondo:
       
      http://a1.ec-images.myspacecdn.com/images01/59/94ccce5c60088ac5c91447f2feb4501b/l.jpg
       
      Finora Giacomo mi sembra quello che ci prende di più…intanto tengo un occhio sul corvo del malaugurio, che fa sempre comodo vedere la propaganda new-age che aria cerca di tirare…
       
      Cit.: ”

      Arriverà il giorno che ci saranno due troni, ma solamente uno sarà il vero successore di Pietro.
      Sarà questo il tempo della grande confusione spirituale per la Chiesa.
      La discordia tra due fratelli causerà grande dolore per la Chiesa del Mio Gesù.3 Febbraio, 2005, Messaggio 2478 –

      Loro sembrano gemelli ma non lo sono. Agli occhi di molti, una cosa, ma in realtà due differenti cose. L’idolatria ha regnato nel passato e molte vite innocenti sono state sacrificate. Il pericolo è in ciò che divide


      Uhm…

  • Anonimo

    Salve,
    innanzi tutto qualchuno dice San Malachia ma questo Malachia non era santo, pare pure che sia un falso storico. Poi mi viene in mente che Malachia era il gatto di Paperoga, e questo potrebbe essere collegato con WDD. Certo perchè Walt Donald Duck. Quindi il successore potrebbe essere legato al papero più famoso al mondo… e del resto si sa che Walt Disney era infomatore della CIA e Massone.
    Ma a parte gli scherzi, non vedrei male un avvicinamento con gli ortodossi, come dice Santa,  un confidare nello Spirito Santo, muovere energie ed eggregore positive, e pensare che ad ogni giorno basta la sua pena; ed intanto Κύριε Ἰησοῦ Χριστέ, Υἱὲ Θεοῦ, ἐλέησόν με τὸν ἀμαρτωλόν [Kùrie iêsù Christê, Huié Theù, eleêsòn me tòn amartôlòn

    DomeNico

  • francesco da pisa

    Anonimo, DOLAN invece, pare derivi da Daniele, non so se ti dice qualcosa…. Io penso che dodici anni fa, con gli attentati tra NYC e W, si sia ottenuto di indebolire a livello planetario l’Islam, il suo cammino secolare verso qualcosa di grande. E adesso, forse, sempre sfruttando la magia legata a quei luoghi, si possa volere incrinare la missione storica della Chiesa…. Il Profeta, il Figlio di Dio, devono smettere di suggestionare gli esseri umani, di chiamare a sè gli uomini. Qualcosa di più alto e supremo pretende questo ruolo, e una determinata pattuglia di esseri umani sta manovrando come non mai per arrivare a ciò. E non penso si tratti degli animisti delle isole Salomone. 

    • Hiei

      Dipende da cosa intendi per “islamico”: perchè il “blocco occidentale” ha fatto di tutto per mandare al potere i fondementalisti islamici per avere un “nemico” per le sue guerre orwelliane (e le monarchie del golfo, specularmente, lo stesso – mica che Bush faceva affari coi sauditi e la famiglia Bin Laden) attaccando specificamente i regimi LAICI (Iraq, Siria, Libia), finanziando i fratelli musulmani e la “primavera araba” e via dicendo.

      • daouda

        Se ti riduci a vedere come “mandante” il solo mondo occidentale non solo ignori le spinte autoctone che ne motivano la ribalta ma anche i veri macchinatori del progetto. E’ proprio quel termine LAICI che svela u po’ la tua parzialità nel discorso, o comunque una sorta di irriducibile dualismo che non ti fà onore

        • Hiei

          “Se ti riduci a vedere come “mandante” il solo mondo occidentale non solo ignori le spinte autoctone che ne motivano la ribalta
           
          No, è che le spinte autoctone dove non erano gradite – say Arabia Saudita, Barhein, Yemen…Mali?? – sono state massacrate nel silenzio generale.
           
          “ma anche i veri macchinatori del progetto.”
           
          Ovvero?
           
          “E’ proprio quel termine LAICI che svela u po’ la tua parzialità nel discorso, o comunque una sorta di irriducibile dualismo che non ti fà onore”
           
          Vabbè, cazzo, allora scrivimi tu un dizionario o almeno uno dei sinonimi e dei contrari di tuo gradimento così non mi trifoli le palle a ogni pretesto… :’D

        • daouda

          Innazitutto dovresti sapere che anche un credente semplice è laico. In secondo luogo dovresti sapere che il partito Baath è al di fuori della stessa ortodossia Sciita e nella sua struttura è un fattore di propagazione del male in vari aspetti di cui il cancro socialista è un aspetto a ridurla in termini politico-economici, una terza via a metà strada tra il comunismo ed il fabianismo, stessa famiglia.In terzo luogo dovresti comprendere che parlare di ortodossia all’interno dell’Islam Sciita è cosa di per sé complessa. Ciò non porta ad alcuna chiarificazione  semplicistica, ma aumenta semmai la difficoltà della questione.In quarto luogo i paesi che citi sono già in mano agli eretici ed il fatto che lo siano spiega di per sé che l’Islam non è così vitale come si crede comunemente e ciò collima con la problematica delle “spinte autoctone” verso la dissoluzione, spinte che spesso hanno la loro legittimità ma sono abilmente, as usual, pilotate e deviate.I macchinatori sono quelle contro-elité di cui si tentava di parlare prima in qualche messaggio scritto in questi giorni e che io, per darti la mia, pongo nel punto di intersezione delle 3 grandi correnti che si stanno affrontando per il controllo del globo, contro-elité i cui mezzi d’azione sono molto al di là delle nostre capacità di comprensione e di cui Santa ha dato alle volte efficace illustrazione riguardo i loro metodi.
          In fin dei conti non facciamo altro che parlar dello stesso soggetto, non volevo pormi a “guru” di niente.
           
           
           

        • Hiei

          “Innazitutto dovresti sapere che anche un credente semplice è laico.”
           
          Ma per davvero?
          Ma lasciare qualcosina anche agli altri, proprio mai? :’D
           
          “Ciò non porta ad alcuna chiarificazione  semplicistica, ma aumenta semmai la difficoltà della questione.”
           
          Mah, a me non sembra così difficile: in Mali e in occidente Al-Quaida è una banda di tagliagole terrorista che può colpire in ogni momento e ogni luogo per attentare alla nostra libertà MA PERO’ in Libia e Siria Al-Quaida lotta per la democrazia e la riforniamo di armi e soldi – delle tasse e con la collaborazione dello IOR, solitamente.
           
          Mi vuoi dire che è una questione “confessionale”?
          Seriamente…

        • daouda

          -Tecnicamente nulla è fuori dalla religione.
          -Quella che descrivi è comunque la superficie in cui si tende a dimenticare troppo spesso il ruolo del  “defunto” KGB ( su cui ovviamente in rete si trova quasi nulla ) ; difatti furono i sovietici a foraggiare/alimentare in modo più cospicuo il terrorismo fondamentalista. E’ un gioco più complesso che non possiamo pretendere di spiegarci soprattutto quando la geopolitica in fin dei conti è uno dei fattori più esterni.
          -Non è una question confessionale, ma è usata abilmente anche quella.

        • Hiei

          “Tecnicamente nulla è fuori dalla religione.”
           
          Neanche i pornazzi?

  • Anonimo

    CHE FECE… IL GRAN RIFIUTO 2
     



    di Francesco Colafemmina

    http://fidesetforma.blogspot.it/2013/02/che-fece-il-gran-rifiuto-2.html m

  • Gibbor

    Hadi, grazie di esistere.
    Mi ricordi che il termine papista, ancora usato da nonna quando era in vita, ha un profondo senso di essere. Con tutti i maquillage estetici portati avanti nell’ultimo secolo, riporti alla memoria la vera anima, color pece, della tua religio, che altrimenti si rischierebbe di dimenticare. Il lupo romano può anche non perdere, ma coprire il pelo di candido vello da agnello, ma prima o poi, come è scritto, quanto è nascosto diventa palese.
     
    Che orgoglio essere bollati di eretico da individui come te. Una corona da serbare per i piedi del trono di diaspro, e per l’Antico di giorni che vi siede – non ci credi, ma un giorno te la vedrai proprio con il capo, caro, e quello che l’uomo avrà seminato raccoglierà, e non v’è riguardo di sorta…

  • francesco da pisa

    Molto carismatico. Non ha esitazioni.

    Questo è da non perdere. A me fa strano quell’enfasi mimica, As An Actor… e poi c’è qualcos’altro. Mah, forse mi lascio suggestionare.

  • Josi

    “Tanto per ridere, mi spieghi quale assurda e contorta serie di cortocircuiti logico-neurali ti avrebbero portato a questa strampalata conclusione? Questa la voglio sentire! :’D”
    Ti credevo più intuitivo.  La logica c’è te lo assicuro, ma visto che ti farebbe ridere lascio a te scoprirlo.  Troppo imboresso ti fa male evidentemente.

  • Hiei

    “Sono consapevole della gravità del mio atto”. Che sconfitta, andarsene citando Galileo.
    (Spinoza.it)
     
    Questo dettaglio m’era proprio sfuggito…

  • Sabato mattina incontra i cavalieri di Malta, 2 giorni dopo si dimette. Curioso.

    • Hiei

      Vero, m’ero scordato di annotarlo!
      Santa, stamattina il tuo blog era sparito…per un’attimo ho pensato avessi abdicato pure te… :’D

  • Francesco

    Molto carismatico. Non ha esitazioni.

    Non vorrei essere irriverente, ma a me Wuerl sembra a tutti gli effetti un ancorman..
    Sarebbe veramente un “Papa Moderno”, un personaggio così non mi sorprenderebbe nemmeno vederlo ospite a Domenica In.

    ___________________

     

    Pax:

    sei il solito complottista :-D

  • Santa, stamattina il tuo blog era sparito…per un’attimo ho pensato avessi abdicato pure te… :’D

    C’è stato un certo incremento nelle visite  negli ultimi giorni, incremento esponenziale, e la banda messa a disposizione dal server è stata totalmente consumata, ad una velocità tale che non è stato possibile prevenire la sospensione dell’account in anticipo.

    Il gestore del server è intervenuto e con grande gentilezza mi ha concesso ulteriore banda, cosa che aveva già fatto in precedenza.

    A questo punto penso che dovrò aggiornare il profilo del pacchetto su cui il blog è ospitato.
    Magari mettiamo le donazioni..

    Vedremo come prosegue la cosa.

  • Doulos

    Oggi è anche un centenario in punta di piedi.
    http://eventi.fscire.it/media/cms_page_media/5456/Centenario%20Dossetti-Program8%20%28trascinato%29.jpg
     
    Da protestante, pardon eretico, sfuggito io pure ai supplizi del tribunale di SMC per la salvezza dell’anima (e la perdita del corpo, piccola quisquilia), chino il capo davanti al ricordo di un vero fratello, un precursore, un maestro: sei nella gloria, don Giuseppe.
     
    http://www.c3dem.it/4842

  • anty

    Doulus, anche voi protestanti non avete scherzato quanto a roghi… La caccia alle streghe ti dice niente..?

    • Anonimo

      …non c’è tutto questo tempo per quisquiglie che in sè non sono affatto utilii. Personalmente soffro per chi, scandalizzato, si è allontanato dai Sacramenti, ma è un altro discorso. riappropriamoci con onestà di un’idea di Chiesa che non getti scandalo e di cui sentirsi parte in vista dei cambiamenti che probabilmente vivremo…consiglierei una lettura che sto facendo in questi giorni…
      Pol

    • Doulos

      mah, caro o cara, che dire? Stiamo veramente parlando di niente, basterebbero tre numeri e due informazioni. Del resto prima di distruggere un’intera struttura sociale, fatta di ospedali, edifici pubblici, scuole ecc. causando in Gaza un’ecatombe calcolata, l’esercito israeliano ha tenuto a sottolineare che loro avevano ricevuto i razzi lanciati dai cattivoni palestinesi, che avevano addirittura causato un decesso per infarto… quindi che vuoi che ti dica, il gioco è antico.
       
      Ciò detto, stando a quanto veramente conta, la spinta spirituale della Riforma era stata incanalata esternamente, in lacci e lacciuoli politici e sociali, e inquinata internamente, da nemici del Vangelo e del Cristo, entro il secolo dall’affissioni delle tesi. Se pensi che invece la chiesa di Roma aveva messo quasi tre secoli per arrivare allo stesso meretricio col potere, interno ed esterno, capisci la vera portata del fallimento protestante. Daltronde ogni cultura e religione è essenzialmente inquinata dal suo elemento carnale, infero, diabolico, umano, personalmente non ne salverei una a scapito di altre: ma in ogni ventre molle di corruzione religiosa scorgo individui capaci di una relazione diretta al sacro, al divino, al Libro, al Logos, al Cristo, malgrado il marcio fetore nel quale capita di muoversi.
      Credo che di questi si compiaccia l’Eterno. Quindi se cerchi provocazioni caschi male: mai provato a prendere per il culo un cadavere?

  • anonimo

    X Hiei
    Sulla numerologia,ci sarebbe da discutere,di certo l’11 settembre a parer mio aveva un’ altra matrice.
    Come dire,sì l’undici di per sè ha una valenza simbolica molto importante per organizzazioni che si parlano “anche” tramite questi codici,ma in questo caso,e questo è chiaramente solo un mio parere si è voluto dare un segnale esattamente contrario a quello delle stragi.
    Il signore che cita il blog invitando i lettori a pensare che il gesto del papa sia negativo per la chiesa,dovrebbe secondo me vedere oltre il gesto in sè,ma capisco che non sia facile in tutto questo caos.
    Io per esempio non mi sento affatto smarrito di fronte a questo gesto,forse anche perchè conosco abbastanza bene le varie gerarchie ecclesiastiche,parlo di struttura e non di persone chiaramente.
    All’interno della chiesa,come in molte altre istituzioni,esistono varie correnti,che si potrebbero paragonare a delle correnti politiche.
    Essendo la chiesa un’istituzione millenaria,il suo sistema è molto più complesso di quanto si creda,infatti le conseguenze(positive a mio avviso)di questo gesto si vedranno col tempo.
    A parer mio,il papa ha dato un taglio ad alcune di queste correnti,privandole così della loro forza,prendendo tutti di sorpresa e lasciandoli in questo momento esposti a rischi che comprometteranno di sicuro la capacità di influenza in molti campi,in primis quello della politica,nel mondo della finanza e del malaffare,tagliando le basi quindi di un sistema che poggia le proprie fondamenta sulla sabbia anzichè sulla roccia.
    in seguito,il papa che verrà sarà un papa riformista,che cambierà la chiesa,ma in meglio.
    Lascerei stare per ora le profezie e mi atterrei piuttosto alla realtà.
    Certo,in un’epoca come la nostra,dove per forza si vuole far vedere che tutto è male,e offuscare attraverso i media il bene,con ogni strategia possibile,è facile interpretare tutto al contrario.
    Signori,sveglia!Ma il cognome Bertone,non vi dice nulla?
    E’ lui ad aver occultato il terzo segreto di Fatima e ad aver mandato in crisi il mondo cattolico,è lui vicino all’Opus Dei e facente parte della fazione conservatrice della chiesa,che si oppone a un rinnovamento della stessa e delle sue alte schiere,appoggiato dalla politica di sistema e dai soliti che vogliono solo fare i propri interessi a discapito di tutti i popoli della terra.
    Il gesto del Papa è un messaggio chiaro di un uomo che seppur anziano,al momento è uno dei pochi in Italia con le palle che si è ribellato a tutti questi uomini senza palle che preferiscono vivere sulle spalle degli altri anzichè lavorare e rendere un servizio alla società.
    Non importa avere chissà quali conoscenze quando la verità si fa sentire i culi cominciano a tremare e allora tutti a gridare al disastro per cercare di coprire per l’ennesima volta una verità che non tarderà ad arrivare e che questa volta non farà sconti a nessuno.
    Auguri a tutti gli smidollati d’Italia e a tutti coloro che hanno mangiato sulle nostre spalle,la rivoluzione è in atto,ma trattasi di una rivoluzione che non si fa con le armi,come sognano i potenti,si tratterà di una rivoluzione culturale,quella da sempre soffocata e reclusa e di una rivoluzione spirituale,ancor più messa in disparte da chi ha preferito da sempre arricchirsi col sangue dei popoli.
    http://temi.repubblica.it/micromega-online/vaticano-dietro-lo-scandalo-lo-scontro-tra-cl-e-opus-dei-intervista-a-ferruccio-pinotti/?printpage=undefined
    http://www.fatima.org/it/news/092607-itspecialreport.asp
     

    • Hiei

      “Come dire,sì l’undici di per sè ha una valenza simbolica molto importante per organizzazioni che si parlano “anche” tramite questi codici,ma in questo caso,e questo è chiaramente solo un mio parere si è voluto dare un segnale esattamente contrario a quello delle stragi.”
       
      Quindi anche secondo te i mandanti sono gli stessi?

  • freemind

    Secondo me i mandanti sono gli stessi,gli interessi in gioco sono molteplici e agiscono per mezzo di varie entità che però fanno capo sempre alla stessa matrice,così da confondere ogni volta il popolo,che costantemente viene tenuto in tensione,in modo che basta poco per mandare tutti in tilt.
    Sul nuovo ordine mondiale e fantasie varie,avrei dei dubbi,esisterà sicuramente un’elite che dirige tutto,ma non è sicuramente quella che ci mostrano,altrimenti perchè tutta questa propaganda con libri,film e chi più ne ha più ne metta per rinforzare questa tesi e per confondere le idee delle persone?
    Se fossero così onnipotenti, avrebbero bisogno di tutto questo caos per agire?Penso piuttosto che il caos gli serva per non far intravedere qual’è la loro vera natura.
     Borsellino e Falcone avevano scoperto,sia all’interno della chiesa che dello Stato,in ogni istituzione a tutti i livelli  una vera e propria organizzazione,con un triunvirato,vedi memoriali di Calcara,significa che questa organizzazione è sì all’interno dello Stato italiano,ma è anche a livello internazionale e nonostante questo alla fine tutte le diramazioni agiscono per lo stesso scopo.
    Fra cui anche il compito di dividere le popolazioni,creando malfunzionamenti nel sistema e disparità.
    Scusate se non mi sono firmato prima,lo faccio adesso.
    Freemind

  • ikalaseppia

    Avverto un senso di accelerazione piuttosto inquietante misto a nausea. Abito a pochi metri da San Pietro ma gli abitanti sembrano indifferentii, i commenti dei media di un ipocrisia incredibile. In effetti quasi tutti pensano che il Vescovo di Roma fosse ricattabile e ricattato. Ma a qual pro? A chi giova davvero questo sfascio? Che il prossimo sia l’ultimo o meno siamo comunque alla fine di un ciclo.   

    • Hiei

      “Che il prossimo sia l’ultimo o meno siamo comunque alla fine di un ciclo.   ”
       
      …e quindi scorrerà il sangue?
      (battuta da ban, ma vale il rischio…)
       
      A me questa apatia, con una certa malizia potremmo chiamarla “zombificazione” sia generale, mica solo lì attorno e lo vedo in progressione da tempo, sinceramente – e non sono solo i maledetti cellulari.
       
      “Sul nuovo ordine mondiale e fantasie varie,avrei dei dubbi,esisterà sicuramente un’elite che dirige tutto,ma non è sicuramente quella che ci mostrano,altrimenti perchè tutta questa propaganda con libri,film e chi più ne ha più ne metta per rinforzare questa tesi e per confondere le idee delle persone?”
       
      Quoto.

    • Ciao Ika :-)

      Che il prossimo sia l’ultimo o meno siamo comunque alla fine di un ciclo.

      Sembra che ogni cosa indichi che sia così, ma quell’indifferenza di cui parli pare difficle da scalfire.

      Daouda

      Anche gli zombie sono riusciti a far andar di moda ultimamente!

      in qualche modo anche questo pare assai allegorico..

  • freemind

    Io penso questo,facendo ragionare in modo semplice la mia testa,senza perdermi troppo in new age,esoterismo e correnti varie,che sì,possono essere affascinanti,ma che nei confronti della verità possono ben poco e offuscano la mente un po’ a tutti(con questo non voglio denigrare teorie o correnti di pensiero che si sono affermate durante i secoli e hanno apportato anch’esse del buono alla società)se io fossi chi detiene il potere,o diciamo così,chi vorrebbe detenere il potere assoluto,cosa che non si è permesso di fare nemmeno Dio,perchè ci ha donato il libero arbitrio,farei in modo di farmi notare il meno possibile e assumerei diciamo così,un profilo basso,in modo da poter controllare,ma senza essere notato.
    Insomma,alla fine potrebbero essere anche qui,fra noi,sui vari blog,facendosi un sacco di risate,perchè l’identità che si sono costruiti gli permette di essere praticamente invisibili,ma alla fine il concetto è semplice,basta ragionarci un po’.
    A cosa servono le teorie del complotto?Ci mettono una piccola dose di verità e quella ci deve bastare,nel frattempo costruiscono castelli di menzogne e noi come un gregge di pecore al pascolo abbocchiamo come allocchi,pensando a chissà quali intrecci.
    Io parlo così,perchè la presenza di Dio l’ho sentita sulla mia pelle,attraverso le esperienze più o meno belle della vita,cosa che possono fare tutti,non esistono eletti in questo,non vi fate fregare dalla parola “eletto”,perchè con questa hanno ingannato il mondo,tutti siamo eletti,perchè tutti in egual misura siamo figli di Dio,inutile dire continuamente di essere vittime del sistema,sono solo scuse,ognuno di noi è chiamato a prendersi le proprie responsabilità,e quali sono questi compiti così ardui?
    Questi compiti,sono gli insegnamenti più semplici e sono alla base della nostra esistenza,la verità ognuno di noi la troverà in modo diverso,ma alla fine lo scopo sarà quello di agire secondo coscienza,non secondo il proprio interesse,ma nell’interesse di tutti.
    Tu che rubi,sei sicuro di essere così scaltro?Pensi che rubando oggi, togli a qualcuno,ottenendo due senza sacrificio?Pensi che in futuro non ti arrivi il conto?
    Il conto arriva eccome, non nell’immediato,poichè spesso non si coglie il significato di ciò che quel gesto può significare.
     
     
     

  • Giacomo

    non so quanti lo hanno sentito ieri sera, non ricordo quale telegiornale ( la7 o tg3) ha accennato a come definire ratzinger dopo il 28/2,  si vocifera di una carica di “pontefice emerito”, sembra uno scherzo, ma potrebbero esserci due pontefici…
    riguardo allo spunto dato l’altro giorno, relativamente alla distruzione dei simboli, vi propongo questo articolo: http://www.anticorpi.info/2012/07/cerchio-o-ellisse.html
    trovo gli argomenti correlati
     
    saluti
     

    • questo video meriterebbe un articolo.

      forse però non è il caso di occuparsi troppo del personaggio in questione, per diversi motivi.
      Si amplifica il suo “pensiero”, gli si dà troppa imposrtanza, la sua presenza trasmette qualcosa di spettrale.
      Eppure, ci sarebbe tanto da dire..

  • Luigi

    A T T E N Z I O N E !

    Il cerchio quadra!

    Voi non ci crederete ma qualcuno lo ha condiviso sul serio

    Vabe’, per staccare un attimo dai :) 

  • L’ ITCCS.

    spicca un mandato contro il Papa.

    Il Papa si dimette.

    Seems legit

  • Anonimo

    giovedì 14 febbraio 2013


    MARTIN, IL “RESIGNATION PROTOCOL” E IL NWO
     


     
    Un segretario di Stato che invita ripetutamente il Papa a firmare un “protocollo di rinuncia al Papato”. Una Chiesa distrutta dai nemici al suo interno. Lo scandalo della pedofilia, con uno dei suoi centri nella diocesi di Century City (Los Angeles). Forze internazionali interessate a mutare il magistero della Chiesa e ad indebolire il Papato. Un Papa che deve dimettersi sotto le pressioni degli instauratori del Nuovo Ordine Mondiale. 
     
    No, non è la realtà di questi giorni, ma l’agghiacciante racconto del controverso gesuita Malachi Martin scomparso nel 1999 e contenuto nel suo romanzo di cui già vi ho parlato in passato: Windswept House
     
    Vi traduco alcuni illuminanti passaggi di questo straordinario romanzo. Intanto preghiamo per il Papa.
    http://fidesetforma.blogspot.it/2013/02/martin-il-resignation-protocol-e-il-nwo.html m

    • daouda

      Sembra collimare anche il famoso “quarto” segreto di Fatima…beh, se così fosse, diamo tempo al tempo, che inzieranno le danze!

  • Hiei

    [OT]
     
    Per chi fosse interessato alla situazione in Grecia, tanto per ridere: “caos, miseria, peste e corna”, collasso blablabla ma intanto mi sono trovato la cassetta delle lettere piena di VOLANTINI ELETTORALI ITALIANI LO STESSO!!
     
    C’era il faccione di Grillo che mi guardava dalla feritoia…tutto a spese vostre, naturalmente!
     
    Almeno, non hanno usato ancora metodi “moderni” per la consegna…
    http://s3.amazonaws.com/dk-production/images/18885/lightbox/2-10-strip-KOS.png?1360698528
     
    Ma porca di quella…

  • Giacomo

    concordo con Carlo, sembra una caxata l’ittc
    @hiei
    il faccione di grillo , a spese nostre?!
    dai smettila….
     
     
     

    • Hiei

      Ti faccio le foto della busta?
      L’ho buttata nella riciclabile ma credo non siano ancora passati a svuotare il cassonetto.
       
      Non solo il suo, beninteso, assieme all bustone col certificato elettorale che ricevono gli iscritti all’AIRE (residenti all’estero) mi sono trovato quattro-cinque buste di volanitini politici (e il pizzaiolo italiano uguale: il postino culone in perfetto stile greco ha piazzato tutto nella mia cassetta “che poi si arrangiano loro” :’D ) e l’ho scoperto ieri mattina trovandomi il faccione di Grillo che mi guardava dalla feritoia.
       
      Chi credi abba pagato l’affrancatura?

  • Anonimo

    Una immagine vale più di mille parole, ed un video …
     

     
    Ezio.

  • daouda

    Spinto dagli illuminanti interventi di Pol e di Rififi, noto che sembri quasi impossibile aspettarsi dalla Chiesa Cattolica , MAI POI MAI , nulla di buono.E’ opportuno valutare ANCHE questa ipotesi e e non prenderla in esame potrebbe benissimo rientrare in una di quelle suggestioni dell’epoca riguardo cui sovente abbiamo avuto modo di fare le nostre analisi.Credo non sia una cosa su cui sorvolare a cuor leggero…
    http://totalitarismo.altervista.org/totale/l-ultima-lezione-di-benedetto-xvi/
    http://totalitarismo.altervista.org/totale/il-vecchierel-canuto-et-biancho/
    http://deliberoarbitrio.wordpress.com/2013/02/11/donna-perche-piangi/

    • Anonimo

      E’ quello che penso anche io…
      Ma i titoli sul Vaticano sono solo sugli scandali, i leaks, e i complotti.
      Non e’ mia intenzione negarli.

      Quello che fa specie e’ che per andare a leggere un discorso del Papa devi andartelo a cercare sul sito vaticano, che il motivo e la funzione per la quale il Papa sta li’, fare da ponte per il trascendente, viene ignorato metodicamente, che le analisi che fa della modernita’ alla luce del cristianesimo non vengano mai riportate se non per dargli contro in un regime di “politicamente corretto” che sta distruggendo ogni opposizione pure nei cristiani.

      Che quel relativismo che Benedetto s’era riproposto di combattere e’ ancora li’ a fare sfracelli, chè pochi ascoltano e anche meno osservano e ancor meno capiscono.

      Se si tratta quello che dice il Papa, come quello che potrebbe dire il vicino di casa su facebook, in un epoca che schiaccia tutto verso il basso, verso l’uniformazione, verso il fango , abbondantissimo dove stiamo andando, siamo quasi alla frutta.

      Spero’ che quel di lassu’ ci dia la possibilita’ di arrivare al caffe’ e chiaccerando fra noi si possa arrivare a concordare che cosi’ non va.

      • Hiei

        “Se si tratta quello che dice il Papa, come quello che potrebbe dire il vicino di casa su facebook”


        In effetti è più vicino all’idale di Cristo di povertà e umiltà il papa che indottrina decine di milioni di persone con una delle macchine di propaganda più potenti al mondo dallo sfarzoso palazzo del suo regno ove è monarca assoluto ricoperto d’oro, del tuo vicino di casa.

        • Anonimo

          Impossibile darti credito.

          Imbarazzante la tua risposta,denota profondissima vilta’ e ignoranza, sembrano i vaneggiamenti di Scalfari su Repubblica, a questo riguardo.

          Mi sento sporco solo ad averti risposto.

          Sandro

           

        • Hiei

          “Mi sento sporco solo ad averti risposto.”
           
          10 Ave Marie, paga due volte l’8 per mille e non peccare più! :’D

  • Hiei

    Momento di humor:
     
    https://i.chzbgr.com/maxW500/7057556480/h1BE2404E/
     
    [OT]
     
    Pax!!!
    Pistorius uccide la fidanzata:
     
    “L’incidente nella casa di Pretoria dell’atleta paralimpico. Alla polizia ‘Blade runner’ avrebbe detto di aver sparato alla ragazza entrata in casa all’alba temendo fosse un rapinatore.”
     
    Cioè, un disabile uccide la fidanzata con una pistola in un paese dove le armi sono regolamentate! Se non riapri il blog stavolta non lo riapri più!!
     
    (scusa la divagazione Santa, è che non so dove trovarlo quel disgraziato… :’D nel senso buono, Pax, eh!)

    • Giacomo

      Non sapevo che fossi all’estero… in ogni caso l’accenno a grillo mi sembrava fuori luogo oltre al “vostri”, non sei italiano? vedo che poi hai aggiustato il tiro…
      vivi in grecia? se rispondi si,saresti un ottimo informatore per verificare quello che si dice di laggiù, è così grave la situazione?

      • Hiei

        Sono emigrato in Grecia, italiano di origine – quindi a spese vostre è semplice dato di fatto: io non sono più contribiente italiano.
         
        Premetto che mi sono stabilito su una remota isoletta poco densamente abitata, che sono un lupo solitario e in definitiva ho una percezione parziale della situazione greca nazionale…ma se devo dirti quel che vedo qui: in Grecia non credo si stia peggio che nel sud Italia.
        Ma senza la mafia e i rifiuti tossici.
         
        Capiscim’ammè.
        E gli stronzi che speculano politicamente sulla situazione greca dovrebbero venire qua a provare a dire cazzate come quella che ho letto oggi su uno dei blog di regime “in grecia sono ormai come  i vietnamiti, come nei ghetti” (testuale), che vedrai se non finiscono nella moussaka… :’D
         
        Gli isolani hanno ricominciato a prendermi per il culo perchè è tornato Sivlio, non ci credevano! Me lo dicevano come gli avessero raccontato una barzelletta! Vedi tu chi è messo peggio.

  • Gibbor

    Un contributo.
    Da leggere tutto e bene, prima di criticarlo o rifiutarlo come verrà subito voglia di fare…
    http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2013/02/il-papa-dimesso-da-comunione-e.html
     
    gli altri post in fondo valgono pure la pena, però occhio perché sono dei bei calci in pancia!
    pace

    • Giacomo

      mah! vale tutto ed il contrario di tutto. l’audio del filmato sul nwo fa impressione…
      conferme di quanto ci ha mostrato Carlo in questi anni.

      • Gibbor

        no caro, con tutto il rispetto no: il Benedetto che richiama dolcemente a lasciarsi coinvolgere nell’edificazione del nuovo ordine mondiale richiede di essere visto con un vero cambio di paradigma rispetto a quanto anche qui discusso.
        Una pedina consapevole dell’empietà che avanza, in altre parole, un attore volontario, ed al più alto livello della cristianità, per la manifestazione dello spirito anticristico. Un compagno di merende dei buontemponi della skulls & bones, degli hellfire club e via discorrendo. Il cornuto ha piazzato la sua punta in piena area di rigore, e pure con l’altra maglietta, ed il n° 1, in pratica.
        Eccheccacchio!

        • Giacomo

          mi sono spiegato male mi riferivo alle motivazioni delle dimissioni citate nel link, concordo con te sul filmato del nwo infatti ho detto che fa impressione. è peggio di quello postato da me relativo a monti, ma su chi ci governa o guida ormai sappiamo quasi tutto purtroppo…

        • daouda

          Quindi siamo al livello della propaganda dell’Espresso. Contesto poi, oltretutto, il fatto che ciò sia un “cambio di paradigma” che chi conosce Roma non può certo sostenere…le cose sono semmai più complesse e riguardano tematiche spesso non toccate ( in negativo e positivo ) rientranti in un piano che comunque è condotto da un’istituzione millenaria.

  • Anonimo

    Il vero motivo delle dimissioni di Ratzinger credo non lo sapremo mai. La Chiesa è da sempre depositaria di grandi segreti e da quelle mura non è mai trapelato nulla.
    L’ipotesi più attendibile credo sia quella della pista giudiziaria, che vede coinvolti il Papa stesso e alcuni Cardinali, nonché alti prelati, nella faccenda dell’insabbiamento di alcuni casi di pedofilia in Belgio e negli Stati Uniti.
    Chissà come mai pare che questa vicenda sia stata del tutto dimenticata di cattolici nelle loro analisi?
    Insabbiamento non vuol dire colpevolezza, quindi è possibile che ci sia stato una specie di accordo tra l’Alta Corte di Giustizia e la Sede Vaticana, anche in considerazione del fatto che la Chiesa ha da sempre prodotto grandi sforzi per mettere a tacere ogni possibile scandalo. Si tratta di un’istituzione vecchia di secoli, che ha sempre basato il suo potere su trame finanziarie, da usare come arma di ricatto quando la situazione lo richiede, e sulla credibilità.
    Ritengo sia questo il motivo delle affermazioni di Papa Benedetto XVI, sulla necessità delle proprie dimissioni per il bene della Chiesa.
    Un Papa stanco e malato? Ma fatemi il piacere!!! Perfino i Faraoni dovevano sottostare alla volontà dell’Oligarchia di cui erano espressione.
    Il prossimo Papa? Sarà in continuità con questo e con tutti gli altri che lo hanno preceduto. Non si può diventare Papa, Cardinale e nemmeno Vescovo se non sei in continuità con un andamento secolare di un’istituzione corrotta che viene spacciata per veicolo della Volontà Divina.
    Petrus Romanus? La profezia di Malacchia pare sia una bufala gigantesca. Io non mi intendo molto di visioni e visionari, ma chissà come mai le cose dette corrispondono sempre ai fatti, ma solo dopo che sono avvenute? Con il senno di poi è tanto facile, quanto inutile, far quadrare i conti.
    La Chiesa avrà una fine, come tutte le cose umane, e la sua fine sarà sancita dalla fine della credibilità che ancora riscuote tra le persone.
    Sarà la fine del mondo? No, sarà la fine di quel mondo, che verrà rimpiazzato da un nuovo assetto, da una nuova impostazione della Fede, come è sempre stato e verosimilmente, sempre sarà.
    AMEN
    Democrito

  • Hiei

    Scusate, me ne sono accorto solo io al mondo che poche ore dopo le dimissioni di Ratzi, nel discordo sullo stato dell’Unione di Obama è stata dichiarata ufficialmente la creazione dell’Oceania orwelliana – con pronta conferma da Bruxelles – a partire da una zona di libero scambio USA-UE da farsi “prima dell’estate”?
     
    CURIOSAMENTE non vedo una sola parola su nessuno dei vari blog di regime dell’internet libera e indipendente…forse me lo sono sognato…

    • Giacomo

      ne parlano vari siti di economia, i complottisti leggono altro… ;-)
      dovrebbe essere una schengen allargata, per ora, mi pare barroso, venda il patto come “portatore di un aumento del benessere degli europei dello 0,5%”, che non si sa cosa voglia dire.
      certo che col senno del poi, altro che epoca dell’amore, dal 21-12-2012 sembra di essere entrati in un film… 
      sarò ripetitivo, ma la distruzione di tutte le eggregore positive, con la sostituzione del loro opposto mi pare in accelerazione, pronto con la mia tenda speriamo venga il disgelo prima della fuga…
      ti ho fatto le domande sulla grecia, perchè vedo sempre la stessa scena, da inquadrature diverse di quella ressa per le buste di pomodori… comincio a sentire puzza di bruciato, e poi volevo inquadrarti meglio
       
      saluti
       

      • Giacomo

        anzi, la prima volta che ho avuto questa sensazione è stato l’11 9 2001
        allora ero ancora tifoso della Roma, nonostante il dramma delle torri non rinviarono la partita di champion’s league con il Real Madrid.
        mi ricordo come fosse oggi la sensazione di alienazione da quel catino pieno di bandierine colorate continuando a rivedere nella mia testa le immagini delle torri.
        saltando di palo in frasca, la tv, a cui noi ci siamo oramai abituati, agli occhi di uno che ne ignora l’esistenza non potrebbe risultare “magica”? oltre al potere di ipnotizzare e convincere che tutto ciò che ci viene mostrato sia vero, da un po’ mi da un’altra impressione, di astrazione dalla realtà.
        quando la sera mi fumo una sigaretta in balcone mi sembra di percepire che dietro al baluginio azzurrognolo che filtra da quasi tutte le finestre ci sia un maleficio, o forse devo smettere con le sigarette? :-)
        saluti a tutti

      • Hiei

        ““portatore di un aumento del benessere degli europei dello 0,5%”, che non si sa cosa voglia dire.”
         
        Allargamento dello sfintere di un ulteriore 0,5% a occhio.
        Stima sempre molto conservativa, naturalmente. :’D
         
        “e poi volevo inquadrarti meglio”
         
        Nell’era dei droni, avrei formulato diversamente… :’D

  • daouda

    Un sorso di speranza con uno Zingales che non immaginavo http://www.youtube.com/watch?v=_l3BaCHEzEo

  • Giacomo

    I greci oramai sono messi peggio dei vietnamiti…sembrano anzi gente del ghetto ….ai tempi dei tedeschi nazisti…e 70 anni dopo…
     
    completa al frase ha un’altro significato,
    buona cena a tutti

  • Giacomo

    quello porta acqua al suo mulino, come tutti. purtroppo per alcuni aspetti ha ragione
     

  • Hiei

    P.S.:
     
    “E’ Ernst von Freyberg il nuovo presidente dell’Istituto per le Opere Religiose. Nato il 26 ottobre del ’58, avvocato con robusta formazione finanziaria, appartenente all’ordine dei Cavalieri di Malta. Abbastanza noto in Germania, von Freyberg è cofondatore e managing director della Dc Advisory Partners, dopo aver operato, da giovane, come analista presso la Three Cities Research (Bemberg Group) fra Londra e New York. Von Freyberg, d’altronde, fa parte del vertice della Deutsche-Melteser Gmbh, cioè del ramo tedesco del Sovrano Militare Ordine di Malta. Cattolico praticante, è attivo nelle organizzazioni dei pellegrinaggi dei malati a Lourdes.”
     
    …ciao, Pax! ;)

  • Doulos

    Stamattina ascoltavo Cacciari dare la propria benedizione al gesto del papa inscrivendolo nella migliore tradizione delle parole di Gesù.
    Direi che siamo proprio a posto. Magari Fabri Fibra ci fa su un pezzo.
     
    Per il resto noto quanto sia difficile mettere in discussione i fondamenti stessi della natura d’uomo: abbiamo sempre un quid di carnale che proprio non possiamo non salvare, che non si vorrebbe far passare mai e poi mai per la sfiducia mortale. Stando all’incrocio di varie culture religiose mi è interessante vedere come si sia abili nell’individuazione di travi, assi, tubi e perfino pulviscolo atmosferico negli occhi delle strutture il cui cammino non si condivide.
     
    Ma quanto alla propria… bé, non scherziamo nemmeno, per favore. La mia chiesa lava più bianco della tua – quindi figurati se Dio permette che possa essere infiltrata dalla tenebra. E nel termine ecclesia sta qualsiasi denominatore, sia chiaro. E’ perché noi siamo i più antichi, o i più fedeli, o i più moderni, o i più pii, i più conciliarii, ovvero i meno, i più sociali, i più razionali, i più mistici, i più logici, i più spirituali, i più obbedienti… e via così. Noi. E’ interessante però che i padri si attendessero un’apostasia generalizzata che avrebbe sedotto ed avvelenato tutto e tutti, tranne i martiri sotto all’altare. Sedotti o perseguitati, pare la sola alternativa dei tempi ultimi.
    Ma i padri non vanno più di moda. E quindi avanti con le terze vie.

    • Luigi

      Non so come la pensiate voi, ma credo Cacciari sia uno dei controiniziati, o almeno, degli agenti della controiniziazione, più influenti e più acclamati dei nostri tempi.

      Lo leggo spesso su molti blog/siti “cattolici”.

      è una china che davvero non mi piace questa.

      Speriamo bene. 

       

      • Luigi

        Mah, “agente della controiniziazione” è troppo forse, non vorrei finire su blob :D

        Però è un apologeta della via della mano sinistra… 

  • Anonimo

    cacciari pensiero
    Intervista di Maurizio Blondet al Filosofo Massimo Cacciari (kathekon)
    http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/volto_luciferino_occidente.htm

  • waw

    Sentitevi il testo della canzone Papa nero dei Pitura Freska, secondo me, chi l’ha scritta ha avuto una visione, alla Nostradamus, dei nostri tempi!! :))) cmq lo sapremo presto!

  • Quello che rende preoccupante Cacciari è proprio la “lucidità” con cui espone il suo pensiero.
    Lui è uno di quei pochi che sanno di cosa parlano.

  • Hiei

    “Si è molto speculato, nella pessima narrativa e nella cinematografia americana, sul fatidico 21 12 2012, parlando a vanvera di “fine del mondo”. La Bibbia parla chiaro a proposito, dicendo che la Terra, creata da Dio, non ha data di termine e sarà eterna. Si può non essere credenti, ma se si ha la fede non è lecito credere a modo nostro. Apocalisse è un termine di derivazione greca che significa “Rivelazione”. La fine del mondo non fu mai annunziata, né dalla Bibbia, né dal Vangelo, e neppure dal Corano. La fine dei tempi – collegata alla oramai famosa data Maya del 21 12 2012 – non è la fine fisica dell’umanità, bensì la fine di un’era. Corrisponde alla fine dell’Età del ferro e il ritorno all’Età dell’oro, che Evola aveva spiegato in libri esemplari come “Rivolta contro il mondo moderno” e che gli hippie avevano presentito già tra gli anni 60 e 70. Eppure il 21 12 2012 è già passato, ma nulla è accaduto. Al di là di quanto ha affermato Margherita Hack che, pur atea, ha voluto precisare che la data 21 12 2012 era sbagliata, in quanto con il passare del tempo si era avuta una sfasatura dei calendari; c’è anche la teoria che il 21 12 2012 non fosse una data di “passaggio netto”, bensì di passaggio sfumato, un evento che, iniziato in quella data, si sarebbe compiuto entro la fine di Marzo (si dice il 21). Ebbene, è singolare che non si faccia sufficientemente notare che le elezioni politiche 2013 in Italia si avranno il 24 e il 25 Febbraio e che le dimissioni del Papa sono previste per il 28 dello stesso mese. E ancora che Mario Monti è entrato nel parlamento italiano esattamente il giorno 11.11.11 e che secondo alcune profezie il 21 marzo 2013 ci sarà “la caduta di Roma”.”
     
    Finalmente un po’ di nuovi numeri per il Lotto…
    Le profezie sul 21 marzo mi mancavano – tanto per far di ogni cambio di stagione un dramma… – giusto per folklore ne sa qualcosa qualcuno?

  • Anonimo

    16/02/2013 14:35

    VATICANO
    Papa: il 28 l’ultimo intervento pubblico, e in Concave potrebbe cominciare in tempi più brevi del previsto

    Possibile un saluto alla comunità di Castel Gandolfo, dove resterà “un paio di mesi”. I cardinali che eleggeranno il prossimo papa potrebbero riunirsi prima dei 15 giorni minimi previsti per consentire l’arrivo a Roma di tutti i porporati. Ma se con la comunicazione della rinuncia e l’inizio della Sede vacante fatte in anticipo, se tutti fossero già arrivati, non c’è nessuno da aspettare. Nominata la nuova Commissione cardinalizia di vigilanza dello Ior.
    http://www.asianews.it/notizie-it/Papa:-il-28-l'ultimo-intervento-pubblico,-e-in-Concave-potrebbe-cominciare-in-tempi-più-brevi-del-previsto-27162.html
    m

  • THX1138

    Benedetto XVI ?
     
    http://www.chiesaviva.org/anno-2013.html

    Chiesa Viva – Febbraio n° 457

  • Anonimo

    La guerra dei due Concili: il vero e il falso
    Nel discorso d’addio ai preti di Roma, l’impressionante atto d’accusa di Benedetto XVI contro l’interpretazione politica del Vaticano II fatta dai media, durante l’assise e dopo
    di Sandro Magister
    ROMA, 15 febbraio 2013 – Ai preti della sua diocesi, che ha incontrato ieri per l’ultima volta prima del distacco, Benedetto XVI ha voluto consegnare “una piccola chiacchierata sul Concilio Vaticano II, come io l’ho visto”.

    In realtà la “piccola chiacchierata” si è prolungata per quasi 40 minuti, con l’uditorio sempre attentissimo.

    Joseph Ratzinger ha parlato a braccio, senza mai gettare lo sguardo su degli appunti.

    Ha proceduto per grandi capitoli, ciascuno dedicato alle maggiori questioni affrontate l’una dopo l’altra dal Concilio: la liturgia, la Chiesa, la rivelazione, l’ecumenismo, la libertà religiosa, il rapporto con l’ebraismo e le altre religioni.

    Per ciascuno di questi temi ha detto la posta in gioco e ha raccontato come i padri conciliari vi si sono confrontati. Con passaggi di grande interesse sulla liturgia, sul concetto di Popolo di Dio e sul rapporto tra Scrittura e Tradizione.

    Ma a tutto ha aggiunto una premessa e un finale che hanno particolarmente impressionato i presenti.
    http://www.totustuus.it/modules.php?name=News&file=article&sid=4364

  • Uno dei primi atti di Benedetto XVI fu l’Abolizione del Limbo (peraltro passata inosservata o quasi)
    Dante mette nel Limbo Celestino V
    Si tratta del terzo Papa che abdica
    Gesu’ disse a Pietro “prima che il gallo canti mi avrai rinnegato 3 volte” poi sappiamo tutti della fine di Gesu’.
    Schettino Costa Concordia.
    Costa Concordia contiene le parole Caos e Ordo che richiama al motto della Massoneria
    Il Giglio e’ un fiore altamente simbolico, oltre che alla purezza fa riferimento alla Francia ed a Firenze
    L’abbandono della nave senza un ben chiaro motivo.
    Che bisogno c’era da parte di Benedetto XVI di dire decido “in piena liberta’” (mi sa tanto di Excusatio non petita…)
    Firenze mi richiama alla guerra dei banchieri fiorentini soccombenti ai banchieri veneziani
    L’affaire Montepaschi-AntonVeneta con intrallazzi vari vedi I.O.R. Gotti Tedeschi
    Attenzione ai nomi GOTT Mussari (MUS topo in latino) Pro-Fumo (a favore del fumo della nebbia…)
    Proviamo a pensare a Gesu’ Cristo Presidente onorario dello I.O.R con una “Golden share” in
    Consiglio di Amministrazione…
    E’ necessario che gli scandali accadano…ma guai a chi li provoca..
    Speriamo ritorni San Francesco, ne abbiamo tanto bisogno
    Saluti Giovanni

  • Anonimo

    …COME SE FOSSE ANTANI.

      • Anonimo

        Forse un giorno eminenti sociologi, storici ma soprattutto psichiatri saranno indotti a studiare il fenomeno ed a spiegare ai nostri nipoti come mai un uomo mite e’ diventato il capro espiatorio di tutti
        http://paparatzinger6blograffaella.blogspot.it/2013/06/le-radici-dellastio-nei-confronti-di_26.html

        • Hiei

          Per un attimo pensavo stessi parlando di Silvio.
          Beh siamo lì’… :’D

        • Anonimo

          aho non perdi mai occasione… paragonare Benedetto a quello mi sembra una bestemmia

        • Hiei

          Cosa vuoi io non sono cattolico e mi manca l’elevazione spirituale per cogliere il divario morale che separa uno che tromba minorenni lautamente pagate e consenzienti e uno che da vescovo scriveva circolari per sottrarre alla giustizia stupratori di minorenni non consenzienti e pure aggratis.
           
          E credo che sfuggisse anche alla CEI e alla stampa cattolica che al tempo il nanetto lo ha fieramente sostenuto, così come il prete che gli diede l’eucaristia davanti alle telecamere nonchè tutta la gerarchia superiore che non ha certo ripreso il suddetto che pure ha violate le regole del vostro dio…
           
          Certo, era solo che Silviuccio era divorziato, mica che so che avesse fatto ammazzare una milionata di poveracci in giro per il mondo come quell’altro ubriacone…ah, no scusa, a quello la “persona mita” lo ha pubblicamente ringraziato per la difesa dei valori cristiani.
           
          Ok, ammettiamolo: è una bella sfida. :’D
           
          E come non dimenticare la mitezza del pastore tedesco nei confronti tipo di Eluana Englaro…o mi confondo con qualcun altro?
           
          Che fè, signò? Lascio? :’D

        • Hiei

          P.S.: Tra l’altro col “siamo lì” intendevo che tra le puttane intellettuali di un’unto dal signore o dell’altro non vedo ‘sta gran differenza, ma perchè sprecare una buona occasione? :’D

        • Anonimo

          d’accordo, non sei cattolico ma dovresti essere più cauto a dare giudizi netti su argomenti che forse non hai interesse specifico ad approgondire e soprattutto a prendere per vere notizie probabilmente create ad arte per gettare discredito su Benedetto XVI, La Cei, purtroppo, è un altro par di maniche. Paragonare Benedetto a quello continuo a pensare sia, poi,  un assurdo assoluto.
          ps finiamola qui (tanto le rispettive opinioni le abbiamo espresse) non ho intenzione di fare una disvussione infinita sul punto. m
           

        • Hiei

          “soprattutto a prendere per vere notizie probabilmente create ad arte per gettare discredito su Benedetto XVI”
           
          Tanto i pubblici ringraizmenti a giorgino bombarolo e il nano prendere l’eucaristia da divorziato si sono visti in diretta sui canali news, quanto alla circolare di papa Ratzi per far imboscare i preti pedofili non mi pare ne sia stata mai semntita l’autenticità, quindi dove ci sarebbero dubbi riguardo ai fatti da me citati?

        • Hiei

          Divertentissimo!
           
          Era dai tempi quando Berlusconi tramite i suoi media ci faceva sapere che il suo governo era il più attivo nella lotta alla mafia della storia del paese che non ridevo così! :’D
           
          Vedi che le somiglianze tra i due le trovi anche tu? :’D

        • Anonimo

          te invece non sei affatto  divertente. Non conosci Ratzinger e pretendi di giudicare (in modo definitivo)…supponenza. Stammi bene. m

        • Hiei

          Neanche tu conosci me eppure pretendi di giudicare: non giudicare e non sarai giudicato…comunque uno che va a braccetto con papi Silvio e Giorgino Dabbliu mi risparmio pure di conoscerlo! :’D

        • Anonimo

          tieniti pure l’ultima parola, argomenti zero. Io giudico il tuo modo di stare nel blog che ritengo indisponente…non girare le parole ed i giudizi come tuo solito. m

        • Hiei

          “tieniti pure l’ultima parola”
           
          Lasciamela allora! :’D
           
          “argomenti zero. Io giudico il tuo modo di stare nel blog che ritengo indisponente…non girare le parole ed i giudizi come tuo solito.”
           
          Ah, ecco cosa intendevi: hai scritto da te la mia risposta nei tuoi confronti.
          Bravo, 10 e lode! :’D
           
          Vedi che con l’autocritica se vuoi…

        • Anonimo

          fai festa che è meglio. m

    • Confido sul fatto che i toni non si scaldino ulteriormente.
      posso, vero? :-)

      hiei ti vedo bello carico, mi sa che devo scrivere un nuovo articolo per darti un po’ la possibilità di esprimerti su argomenti nuovi, altrimenti sei costretto a recuperare tutti questi articoli d’archivio :-D

      • Hiei

        Debbie Billi non si fa più sentire, sai com’è… :’D
         
        E oggi per imprevisti vari non sono neanche potuto andarmene in spiaggia, per fortuna ho potuto rimpiazzare DeboraH con l’agente M come pallina antistress… :’D

        • Anonimo

          ridicolo.
          _____________________
          Ci hanno detto, qualche giorno fa, che nessun frate francescano era morto in Siria. Quella che girava era una bufala. Poi, ieri, prima il Custode della Terra Santa Pizzaballa poi il Vaticano e l’agenzia Fides hanno confermato la morte del frate siriano François Murad. Il sito Catholic.org ritiene che una delle due persone presenti in questo video sia proprio il francescano François Murad.

          Nel video, davanti ad una folla che grida «Allah Ackbar!», due persone, tra cui con probabilmente il religioso, vengono decapitate tramite coltello, in un modo barbaro e doloroso, fuori da ogni sensibilità umana. Immagini bestiali al limite del visibile. Non si tratta di uno snuff-movie, perché contiene un valore mistico che trascende il tempo. È quel fenomeno che anticamente i cristiani chiamavano «testimonianza». Cioè, con parola greca, martus.

          Deve essere chiaro agli spettatori che si tratta di uno spettacolo mostruoso, ma al contempo, grandioso: è un Vero Martirio. È sacrum, nel senso latino del termine, «santo» e «maledetto». È il momento dove orrore e santità si incontrano, si sposano nel superiore Mistero del Disegno Divino. Questo per chi pensa che le persecuzioni ai cristiani non esistano, e che la missione della Chiesa si sia esaurita.

          Teniamolo bene a mente: SANGUIS MARTYRUM, SEMEN CHRISTIANORUM
          http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=259440:i-jihadisti-siriani-decapitano-un-sacerdote-cattolico&catid=83:free&Itemid=100021
           

        • Hiei

          Sono i soldi delle tue tasse al lavoro, con la benedizione di Francè e Napo Orso Capo che il vero cancro della socità è l’evasione fiscale, sia mai finiscano i fondi per queste opere umanitarie!
           
          Fammi capire giusto uno cosa: gli eserciti dei paesi “democratici” e “cristiani”, qualche anno fa – giusto per fare un esempio dei tanti, eh – hanno circondato e assediato una città di centomila abitanti, Falluja impedendo a chiunque di entrare o uscire (ambulanze incluse) e l’hanno sistematicamente rasa al suolo con bombe incendiarie al fosforo bianco.
           
          A parte il più volte citato ringraziamento del mite Ratzi a Giorgino W. per questa e altre opere di “difesa dei valori cristiani”, che non c’entra direttamente col quesito ma fa sempre piacere ricordare, e a parte le donne e i bambini statisticamente parlando sono stati arsi vivi un buon numero di imam nell’operazione, giusto?
           
          La domanda è: sono anche quelli santi martiri?
          (come in Siria, chiosando, di tutti gli altri inclusi donne e bambini ce ne fottiamo splendidamente: se non hai una tonaca addosso le persone miti non è che ti si inculino molto. Beh, a parte i bambini, forse… :’D ).

        • Anonimo

          probabilmente non è colpa tua perché le tue analisi le ritengo superficiali, probabilmente perché non hai (non essendo credente) un interesse specifico all’approfondimento. Ragioni per schemi (sempre i soliti) su tematiche molto complesse.
          Non puoi vedere il blocco occidentale attuale come “Cristiano” tanto per cominciare..
          L’occidente è in gran parte anche quello che descrive Santaruina in questo blog (che è l’esatto opposto del cristianesimo) Cerca, anche se non lo condividi, di conoscere il punto di vista altrui che non è lo schemino da te proposto. Tanto per cominciare considera chi ha teorizzato “lo scontro di civiltà”. Senza offesa, anche se i tuoi interventi spesso sono denigratori della fede e dell’altrui pensiero.(ed è questo che mi fa inc.) m 

        • Hiei

          Senti, nelle tue pantomime di attacco personale per evitare accuratamente di rispondere alle mie domande (non sei MAI in grado di farlo, notiamo lieti) potresti attenerti entro le cinque righe?
           
          Per rispetto dei miei testicoli e degli altri lettori. :’D
           
          “Senza offesa”
           
          Perchè quelle le ha messe prima. :’D
           
          “anche se i tuoi interventi spesso sono denigratori della fede e dell’altrui pensiero.”
           
          Come i tuoi interventi e il blog di Santa sono denigratori della fede e del pensiero dei satanisti, se ci pensi.
           
          Il rispetto ce lo si guadagna, ciccio: non è credi a delle minchiate puoi pretendere che gli altri ti si inchino reverenti. :’D

  • Anonimo

    Papa: il male è all’opera per sporcare la bellezza di Dio
    http://www.asianews.it/notizie-it/Papa:-il-male-è-all'opera-per-sporcare-la-bellezza-di-Dio-27223.html

    Il Papa ha scelto l’11 febbraio per annunciare che se ne sarebbe andato: è la giornata del malato, la festa della Madonna di Lourdes, le cui apparizioni sono strettamente legate al Concilio Vaticano I, in cui venne proclamato il dogma dell’infallibilità papale. Questo è senz’altro un motivo simbolico forte, così come l’imminenza del Mercoledì delle Ceneri, onde evidenziare la necessità di uno sforzo penitenziale in seno alla Chiesa.

  • orange

    é assolutamente illogico credere che la Chiesa cattolica non sappia cosa stia per accadere..e soprattutto non sappia distinguere i fatti “veri” da quelli fasulli..ne il destino ad Essa riservato..ed è altrettanto evidente che Essa abbia nel suo interno “correnti” intestine in conflitto tra di loro..il problema vero,è quello di spiegarlo ai credenti..eppure il tempo stringe..se non si prepara il “terreno” adesso..dopo sarà impossibile..

  • Anonimo

    FRANCIA 
     
    Continua la persecuzione contro i Cattolici :
     
    «Non si potrà mai costruire una paese libero con la religione cattolica». 
    Da giorni circola su internet un video dove a pronunciare queste parole non è qualunque oppositore della Chiesa, bensì il ministro dell’Educazione francese Vincent Peillon. 
    Il video riporta un’intervista del 2008 fatta all’attuale ministro del governo Hollande, che presentava il suo nuovo libro “La Rivoluzione francese non è ancora terminata”. 
    «RIVOLUZIONE SPIRITUALE». 
    Secondo Peillon «non si può fare una rivoluzione unicamente in senso materiale, bisogna farla nello spirito. Adesso abbiamo fatto la rivoluzione essenzialmente politica, ma non quella morale e spirituale. 
    Quindi abbiamo lasciato la morale e la spiritualità alla Chiesa cattolica. 
    Dobbiamo sostituirla». 
    «RELIGIONE REPUBBLICANA». 
    E con che cosa? Per il ministro siccome «non si può nemmeno più adattare il protestantesimo in Francia come han fatto nelle altre democrazie, bisogna inventare una religione repubblicana. 
    Questa nuova religione è la laicità, che deve accompagnare la rivoluzione materiale, ma che è in realtà la rivoluzione spirituale». 
    E il mezzo per portare a compimento questa «rivoluzione spirituale» è la scuola: «La rivoluzione implica l’oblio per tutto ciò che precede la rivoluzione. E quindi la scuola gioca un ruolo fondamentale, perché la scuola deve strappare il bambino da tutti i suoi legami pre-repubblicani per insegnargli a diventare un cittadino. È come una nuova nascita, una transustanziazione che opera nella scuola e per la scuola, la nuova chiesa con i suoi nuovi ministri, la sua nuova liturgia e le sue nuove tavole della legge». 
     
    L’articolo, con le farneticazioni intolleranti e fondamentaliste del Ministro dell’Educazione francese Vincent Peillon,  continua QUI
     
    m

    • Hiei

      Anche qui, per buona misura, devo fare una domanda.
       
      Stante quanto affermi, l’affermazione “non si potrà mai costruire un paese libero con l’ateismo” corrispende dunque a persecuzione degli atei?
       
      Attendo felice la tua ponderata risposta. :’D

      • Anonimo

        a parte il fatto che l’articolo citato parla di “rivoluzione spirituale” (e si dice a chiare lettere di abbattere la fede cattolica) e che ritengo l’ateismo una “fede impropria” non essendo possibile la dimostrazione razionale dell’inesistenza di Dio (per me la fede e la ragione si sorreggono a vicenda: “La fede e la ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità. E Dio ad aver posto nel cuore dell’uomo il desiderio di conoscere la verità e, in definitiva, di conoscere Lui perché, conoscendolo e amandolo, possa giungere anche alla piena verità su se stesso (cfr Es 33, 18; Sal 27 [26], 8-9; 63 [62], 2-3; Gv 14, 8; 1 Gv 3, 2).” vd  “Fides et ratio” di G.P.II)
        la storia dimostra che le persecuzioni sono state spesso rivolte verso i cristiani (glorious revolution, rivoluzione francese e segnatamente Vandea , rivoluzione russa, guerra civile spagnola, messico 1926 – 1929… per non parlare di tutte le nefandezze fatte sotto i regimi comunisti e ricordando anche il nazismo come nemico del cristianesimo.. magari dai una lettura ai primi 2 paragrafi della “mit brennender sorge” enciclica datata 1937,
        la società attuale (che fa decisamente schifo) è frutto dei valori cristiani o di quelli del materialismo?
        Quando il Santo Padre (vedi Benedetto) parla, poi, di difesa del diritto naturale cerca di portare tutti alla ragionevolezza, anche i non cattolici (o i non cristiani o i non credenti)i perché questi sono tempi in cui si sta andando anche contro la semplice ragione. Il cattolicesimo poi non obbliga ma semmai invita (quindi la tua ipotesi la vedo campata in aria).
        sul materialismo inoltre
        http://www.santaruina.it/Dal-Materialismo-al-Neospiritualismo
        si spera non spacchi il capello in 4 (su quanto ho scritto), tanto prevedo che continueremo a pensarla diversamente. m
         

        • Hiei

          “a parte il fatto che l’articolo citato parla di “rivoluzione spirituale” (e si dice a chiare lettere di abbattere la fede cattolica) e che ritengo l’ateismo una “fede impropria” non essendo possibile la dimostrazione razionale dell’inesistenza di Dio”
           
          Cioè credere all’amico immaginario con la barbetta che vive in cielo e ti ha messo al centro dell’Universo è “proprio” mentre non crederci è “improprio”: come sempre, sei profondo come un tombino.
           
          Ce tanto alla già fornita dimostrazione logica dell’impossibilità dell’esistenza di un dio onnipotente e onniscente basta rispondere “non è vero niente faccia di serpente (il MALIGNO :’D beninteso…) e siamo a posto così.
           
          “la storia dimostra che le persecuzioni sono state spesso rivolte verso i cristiani”
           
          La storia cristiana, s’intende: quella che conta come persecuzione quando in una guerra finisce accopato un cristiano mentre crociate, schiavitù, deportazioni, inquisizioni ed eventuali paesi musulmani resi deserti radioattivi da gente che giura sulla Bibbia sono “guerre” e basta, al più colpa degli atei che a quelli dargliene non è MAI persecuzione…
           
          “Quando il Santo Padre (vedi Benedetto) parla, poi, di difesa del diritto naturale cerca di portare tutti alla ragionevolezza”
           
          Ma se per primo ha ricevuto in udienza il premier israeliano non è stato per chiedergli di accoppare meno palestinesi o perlomeno di far smettere di torturarne i bambini nelle prigioni militari ma bensì di avere l’esenzione fiscale dalle attività commerciali del Vaticano in Terra Santa.
           
          Perchè vorrebbe tanto una chiesa povera. :’D
           
          (risate, fischi, lancio di pop-corn verso lo schermo).

        • Hiei

          “ricordando anche il nazismo come nemico del cristianesimo”
           
          No, guarda, proprio non me la ricordo questa.
          Ma possiamo aprire felici un capitolo al riguardo e andare a vedere i FATTI…che dici? Da cosa partiamo? Mussolini, leggi razziali, Pio XII? Ti lascio l’argomento a scelta, visto che di solito arranchi, proprio per venitri incontro, eh… :’D

        • Hiei

          E comunque, visto che non hai risposto come al solito alla domanda, visto che a questa ci tengo paricolarmente te la rifaccio:
           
          “Stante quanto affermi, l’affermazione “non si potrà mai costruire un paese libero con l’ateismo” corrispende dunque a persecuzione degli atei?”
           
          Attendo sempre felice risposta. :’D

        • Anonimo

          sei tu che fuggi e non porti mezza argomentazione.. sai solo inserire vignette e blaterare le solite bischerate a commento degli interventi altrui…sempre con sarcasmo fuori luogo. L’unica cosa sensata da fare con uno come te è ignorarti. m

        • Anonimo

          intese Stato-Uaar con accesso all’8 x mille (si sta banalizzando la sfera spirituale, degradandola riduttivisticamente al ruolo di semplice “centro commerciale” della fede, dove ognuno possa comprare quel che gli pare).
          http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2840

        • Hiei

          Che cazzo, solo i veri figli di dio – quello “giusto”, eh” – possono fottersi la refurtiva fiscale (e le tasse non pagarle, of course), questa è VERA spiritualita, mica mercanteggiamenti!
           
          E che cazzo, quando il primo capo di stato ricevuto da papa Francè è stato quello israeliano per discutere non di dialogo interreligioso, non di pace in medioriente ma di esenzione fiscale per le attività commerciali del Vaticano in terrasanta è stato per la volontà del nuovo papi di avere una chiesa povera e se non caite la spiritualità di tutto questo siete dei relativisti dimmerda e brucerete all’inferno nell’indifferenza globale, ecco. :’D

        • Anonimo

          come se fosse antani?

        • Hiei

          Con supercazzola prematurata dal fatto che pure me l’hanno menata più di una volta qui che l’ateismo è una religione sostenendo che l’ateo “crede” che dio non esiste e che questo fatto è indimostrabile quindi compie un atto di fede.
           
          Pronta la conversione a U con scappellamento a destra quando ci vanni di mezzo i soldi, a dimostrazione di quali valori tanto per cambiare sono importanti davvero per al chiesa… :’D

  • orange

    salve m..conosci il sito libertà e persona?..anche li vengono trattati argomenti religiosi e non molto interessanti,ti consiglio se vuoi un giretto..salut

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>